Chi semina vento ....

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Chi semina vento ....

Messaggio  Elan il Ven Mag 13 2011, 10:03

Per chi non lo avesse capito, politicamente sono uno dei tanti ex radicali che si sono schierati con il centrodestra, nella speranza di una svolta liberale e liberista e detesto tutti i rimasugli di ideologia "bolscevica" che ormai fanno quasi parte del DNA della maggior parte degli italiani. Non mi riferisco tanto ad una impostazione sociale della vita collettiva ed ho il massimo rispetto per l'idea socialdemocratica che, a mio avviso, accanto ed in dialettica a quella liberale-liberista, dovrebbe produrre lo sviluppo politico ed economico del paese, come avviene con successo nel resto dell'europa occidentale. No, detesto il manicheismo che vuole vedere tutto il bene a sinistra, tutto il giusto a sinistra, il giustizialismo (che è negazione dello stato di diritto), il conservatorismo reale di chi non vuole cambiare niente e continua a venerare il passato, spesso senza conoscerlo, strumentalizzando tutto, dalla Costituzione al risorgimento al solo scopo di mantenerci fanalino di coda di una Europa che invece avanza con ben altra velocità (sono appena tornato dalla Germania, abbastanza arrabbiato). Detesto i luoghi comuni buonisti che impediscono di analizzare i fenomeni sociali come realmente sono e quindi di trovare soluzioni anche originali, la mania di inquadrare tutto in schemi ideologici preconfezionati e quelli che sentendosi tanto democratici e progressisti si permettono di affermare che chiunque non la pensi come loro è uno stupido o un disonesto.

Non mi sento offeso per un baciamano a Gheddafi che ha contribuito a chiudere un contenzioso che si trascinava da 40 anni, con indubbi vantaggi per i nostri imprenditori e quindi per noi tutti... mi lascia molto più perplesso la partecipazione ad una azione militare al di fuori di tutte le regole della politica internazionale. Che Obama sia alto, bello ed abbronzato mi sembra una battuta simpatica, anche se non originale (l'aveva già fatta un giornalista americano). Pensare che ogni riferimento al colore della pelle nei confronti di un nero, sia offensivo, quello sì che è da veri razzisti ....

Ma non è di questo che voglio parlare, perchè per discutere di queste cose ci sono siti appositamente dedicati, mentre questo è un circolo di persone che dovrebbero avere in comune soprattutto la passione per praticare lo scalzismo, qualunque sia la spinta iniziale che li ha avvicinati a questa piacevole pratica.

Però, se devo continuamente leggere stoccatine ed allusioni contro il mio credo politico o addirittura attacchi nemmeno tanto coperti ai partiti ed agli uomini che io, democraticamente e con convinzione, ho scelto di supportare, allora mi sembra giusto rispondere ed esporre le mie tesi e le mie convinzioni in proposito, anche a costo di incorrere nella censura del moderatore.

Inviterei quindi tutti gli amici di questo sito, almeno se si sentono tali, a tenere conto di questo fatto prima di lasciarsi scappare dalla penna argomentazioni che inevitabilmente mi costringerebbero a masticare amaro oppure a dire la mia, civilmente, ma senza peli sulla lingua, come sono uso fare.

Se poi invece i più fossero convinti che l'andare scalzi, per dirla alla Moretti, è "di sinistra" e che quindi, per essere bene accetti qui bisogna condividere certe impostazioni ideologiche, allora sarebbe bene chiarirlo, perchè non mi resterebbe altra scelta che ricominciare a fare lo scalzo individuale ed individualista, solitario e non politically correct.
avatar
Elan

Numero di messaggi : 1086
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chi semina vento ....

Messaggio  Admin il Ven Mag 13 2011, 11:38

Elan ha scritto:Per chi non lo avesse capito, politicamente sono uno dei tanti ex radicali che si sono schierati con il centrodestra, nella speranza di una svolta liberale e liberista e detesto tutti i rimasugli di ideologia "bolscevica" che ormai fanno quasi parte del DNA della maggior parte degli italiani. Non mi riferisco tanto ad una impostazione sociale della vita collettiva ed ho il massimo rispetto per l'idea socialdemocratica che, a mio avviso, accanto ed in dialettica a quella liberale-liberista, dovrebbe produrre lo sviluppo politico ed economico del paese, come avviene con successo nel resto dell'europa occidentale. No, detesto il manicheismo che vuole vedere tutto il bene a sinistra, tutto il giusto a sinistra, il giustizialismo (che è negazione dello stato di diritto), il conservatorismo reale di chi non vuole cambiare niente e continua a venerare il passato, spesso senza conoscerlo, strumentalizzando tutto, dalla Costituzione al risorgimento al solo scopo di mantenerci fanalino di coda di una Europa che invece avanza con ben altra velocità (sono appena tornato dalla Germania, abbastanza arrabbiato). Detesto i luoghi comuni buonisti che impediscono di analizzare i fenomeni sociali come realmente sono e quindi di trovare soluzioni anche originali, la mania di inquadrare tutto in schemi ideologici preconfezionati e quelli che sentendosi tanto democratici e progressisti si permettono di affermare che chiunque non la pensi come loro è uno stupido o un disonesto.

Non mi sento offeso per un baciamano a Gheddafi che ha contribuito a chiudere un contenzioso che si trascinava da 40 anni, con indubbi vantaggi per i nostri imprenditori e quindi per noi tutti... mi lascia molto più perplesso la partecipazione ad una azione militare al di fuori di tutte le regole della politica internazionale. Che Obama sia alto, bello ed abbronzato mi sembra una battuta simpatica, anche se non originale (l'aveva già fatta un giornalista americano). Pensare che ogni riferimento al colore della pelle nei confronti di un nero, sia offensivo, quello sì che è da veri razzisti ....

Ma non è di questo che voglio parlare, perchè per discutere di queste cose ci sono siti appositamente dedicati, mentre questo è un circolo di persone che dovrebbero avere in comune soprattutto la passione per praticare lo scalzismo, qualunque sia la spinta iniziale che li ha avvicinati a questa piacevole pratica.

Però, se devo continuamente leggere stoccatine ed allusioni contro il mio credo politico o addirittura attacchi nemmeno tanto coperti ai partiti ed agli uomini che io, democraticamente e con convinzione, ho scelto di supportare, allora mi sembra giusto rispondere ed esporre le mie tesi e le mie convinzioni in proposito, anche a costo di incorrere nella censura del moderatore.

Inviterei quindi tutti gli amici di questo sito, almeno se si sentono tali, a tenere conto di questo fatto prima di lasciarsi scappare dalla penna argomentazioni che inevitabilmente mi costringerebbero a masticare amaro oppure a dire la mia, civilmente, ma senza peli sulla lingua, come sono uso fare.

Se poi invece i più fossero convinti che l'andare scalzi, per dirla alla Moretti, è "di sinistra" e che quindi, per essere bene accetti qui bisogna condividere certe impostazioni ideologiche, allora sarebbe bene chiarirlo, perchè non mi resterebbe altra scelta che ricominciare a fare lo scalzo individuale ed individualista, solitario e non politically correct.
Interessante, però non vorrei che ora dichiarassimo tutti la nostra fede politica, percui chiudo l'argomento.

Webmaster

_________________
L'Amministratore del Forum
avatar
Admin
Amministratore del Forum

Numero di messaggi : 156
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum