Non è vero che parlo male solo di Windows

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Non è vero che parlo male solo di Windows

Messaggio  Rei il Ven Mag 20 2011, 07:54

Il 99% dei dispositivi Android è vulnerabile al furto dei dati dell'utente

Secondo i ricercatori dell'università tedesca di Ulm il 99% dei dispositivi Android, tra smartphone e tablet, risulta vulnerabile al furto di dati sensibili dell'utente. Il problema deriva da una errata implementazione del protocollo di autenticazione per Contatti, Calendari e altri servizi cloud di Google, in cui la trasmissione di nome utente e password avviene non crittografata e con cookies validi fino a 14 giorni.

Per verificare l'effettiva esistenza della vulnerabilità e il suo possibile sfruttamento da parte di malintenzionati i ricercatori tedeschi hanno eseguito prove in cui un punto di accesso Wi-Fi libero permette ai dispositivi Android di agganciarsi in automatico. A questo scopo è stato creato un hot spot con nome e SSID comune, senza crittografia: i terminali Android una volta agganciati tentano di comunicare e aggiornare le app più utilizzate. In questa fase un malintenzionato riuscirebbe a raccogliere i dati degli account trasmessi in chiaro.

Google è al corrente del problema che è stato parzialmente risolto con l'update 2.3.4 rilasciato pochi giorni fa ma la vulnerabilità rimane valida per l'account Picasa. La situazione è ulteriormente aggravata dalla scarsa adozione degli aggiornamenti da parte degli operatori mobile e anche degli utenti. Secondo le statistiche di Google numerosi utenti utilizzano ancora Android nelle versioni precedenti alla chiusura della falla, mentre anche con Android 2.3.4 e Android 3 sembra persistere il problema con l'account Picasa. Da queste premesse i ricercatori tedeschi valutano che il 99% dei dispositivi Android è soggetto al problema. In attesa di una soluzione ufficiale esperti, ricercatori e Google stessa consigliano di utilizzare i servizi citati solo tramite reti sicure, evitando gli hotspot pubblici.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2647
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non è vero che parlo male solo di Windows

Messaggio  Rei il Ven Mag 20 2011, 09:18

Visto che usiamo internet, si presume che stiamo usando un computer, quindi parlerò ancora di computer.
Ormai TUTTI usano un computer e lo usano, purtroppo, anche i cretini.
Tecnicamente parlando, il cretino che usa un computer è chiamato Utonto.
Tipico esempio di utonto, quello che ha un computer Windows con un antivirus aggiornato l'ultima volta nel gennaio 1998 e si rifiuta di ammettere che il suo computer è infestato: "Ma c'è l'antivirus!"
Con l'aumento della quota di mercato di Apple, il parco utonti Mac è cresciuto abbastanza da portare alla creazione di "Mac Defender" un finto antivirus che fa danni.
In effetti, anche se teoricamente possibile, nessuno, in dieci anni è riuscito a creare un virus per Mac, quindi perché dannarsi a cercare inesistenti falle del sistema in cui infilarsi, quando c'è a disposizione l'unica vera falla di qualunque sistema, un cretino?
Qui la descrizione:
Mac Defender e Mac Security: i due falsi antivirus che infettano il Mac
e come estirparlo:
MAC Defender, un malware per Mac che sta spopolando?
I passi per estirparlo sono facilmente compresibili ed eseguibili da un bambino di cinque anni bendato e con le mani dietro la schiena, quindi totalmente fuori dalle limitate capacità di un utonto.
Segnatevi quindi le istruzioni nel caso il suddetto utonto vi chieda aiuto.
Cito:
MAC Defender è il noto e falso antivirus che utenti incauti si portano a casa, scaricando incautamente software da siti di dubbia affidabilità, fornendo nome e password dell’utente amministratore.
...
MAC Defender viene installato (dopo aver indicato nome utente e password dell’amministratore) come un software nella cartella applicazioni del Mac e anche tra gli elementi di avvio del sistema. L’applicazione informa l'utente d’infezioni (fasulle) attive e propone di procedere alla pulizia del sistema acquistando la versione completa del software. Se l'utente non porta a termine l'acquisto, il sistema viene infestato con pagine di siti e immagini pornografiche.

Riassumendo: solo un utonto scarica un (presunto) antivirus dal sito www.pornazziporcelloni.porn (un sito degno di fiducia, no?), lo installa e fornisce nome e password dell’utente amministratore per permettergli di fare quello che vuole.
E poi viene chiedere aiuto a noi.
Se avete avuto a che fare con un utonto, questo è il topic giusto per parlarne.
Se poi avete un aneddoto gustoso, meglio.



Ultima modifica di Rei il Dom Mag 22 2011, 07:51, modificato 1 volta
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2647
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non è vero che parlo male solo di Windows

Messaggio  Elan il Ven Mag 20 2011, 10:55

"Segnatevi quindi le istruzioni nel caso il suddetto utonto vi chieda aiuto."

Stupenda! fine diplomazia Laughing

" solo un cretino userebbe 123456 come password ... a proposito, com'è la Sua password, dottore?"
"123456"
"(blush)"


avatar
Elan

Numero di messaggi : 1087
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non è vero che parlo male solo di Windows

Messaggio  Rei il Ven Mag 20 2011, 11:48

Vera, successa più volte, con vari utonti:
"Rei, non mi ricordo più la password..."
Io, che non la so, ci penso un attimo e ne inserisco una.
Ci azzecco al primo o secondo tentativo.
L'utonto, incredulo: "Ma come hai fatto???"
Io: "Perché sono un genio..."
ma chi mi leggesse nel pensiero percepirebbe un "ma soprattutto TU sei un utonto!"
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2647
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non è vero che parlo male solo di Windows

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum