proselitismo scalzo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

proselitismo scalzo

Messaggio  lucione il Mar Mag 24 2011, 07:51

Stamattina apro il "Corriere della Sera" e a pagina 14, nel contesto di un articolo sulle scelte scolastiche ("metà sceglie il liceo" ecc...) il mio sguardo è stato attratto dalla foto di un gruppo di ragazzi in uscita (o entrata) da un istituto scolatico.
Bene, le tre ragazze in primo piano calzano sandali così ristretti da farmi pensare: "che differenza c'è fra andare in giro così e camminare invece a piedi nudi"?
Nessuna! Perché se il problema è vergognarsi di "fare vedere i piedi" (problema più diffuso di quanto non si pensi) allora fra sandali minimali (quasi "no shoes") e piede nudo la differenza è zero.
Se poi il problema è il contatto del piede nudo con il terreno (marciapiede, erba, sabbia), credo che il passo sia davvero breve... forse basta solo un pò di proselitismo ed avremo tanti nuovi barefooters. Spesso basta convincere il soggetto a provare una volta... ed è fatta!
E comunque il vento sta cambiando: vedi articolo dedicato specificatamente ai barefooters, dello stesso "Corriere" di una decina di giorni fa, e vedi anche il servizio (con intervista a Paolo) sul TG5 delle ore 20 (il più importante), con l'intervistatrice che, a piedi nudi anch'essa, decantava i piaceri dell'andare scalzi... cosa che pochi anni fa era incredibile solo a pensarci!
lucione
avatar
lucione

Numero di messaggi : 85
Età : 69
Data d'iscrizione : 22.05.08

http://www.studiobertoluzzi.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  Andrea77 il Mar Mag 24 2011, 19:45

il problema è il contatto del piede nudo con il terreno (marciapiede, erba, sabbia), credo che il passo sia davvero breve...

Si il motivo credo che sia quasi sempre questo. Un misto di schifo e paura di farsi male.
Anche con una suola sottilissima il piede è protetto da sporco e dal rischio di farsi male quindi non son così ottimista.

Ciao
Andrea
avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  2Feet il Mar Mag 24 2011, 19:59

Andrea77 ha scritto:
il problema è il contatto del piede nudo con il terreno (marciapiede, erba, sabbia), credo che il passo sia davvero breve...

Si il motivo credo che sia quasi sempre questo. Un misto di schifo e paura di farsi male.
Anche con una suola sottilissima il piede è protetto da sporco e dal rischio di farsi male quindi non son così ottimista.

Ciao
Andrea

Sono d'accordo... non è tanto far vedere il "piede nudo", ma il camminare su superfici che sono considerate sporche e portatrici di malattie... Probabile che se portate in un prato (o nel loro giardino di casa) starebbero tranquillamente scalze... Anche qui serve una riflessione: pure il giardino è sporco (sta all'aria aperta Very Happy ) quindi questa è proprio una "fobia da marciapiede o da strada cittadina".
avatar
2Feet

Numero di messaggi : 81
Data d'iscrizione : 09.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  lucignolo il Mar Mag 24 2011, 21:07

lucione ha scritto:......forse basta solo un pò di proselitismo ed avremo tanti nuovi barefooters. Spesso basta convincere il soggetto a provare una volta... ed è fatta!
Ciao, Lucione.
Molte cose stanno cambiando, anche dentro di noi.
Sono sempre stato il paladino antiproselitismo, ma devo ammettere che un proselitismo delicato, pubblicitario, simpatico come quello che deriva dalle ultime interviste mi piace molto.
È un modo carino di presentarsi e spero che la gente, piano piano, cambi modo di porsi nei nostri confronti.
Metodo interattivo: sorridi e riceverai sorrisi.
Sì, forse è proprio così.
Cristiana, in questo senso, è davvero straordinaria, un vero mentore.
E comunque il vento sta cambiando: vedi articolo dedicato specificatamente ai barefooters, dello stesso "Corriere" di una decina di giorni fa, e vedi anche il servizio (con intervista a Paolo) sul TG5 delle ore 20 (il più importante), con l'intervistatrice che, a piedi nudi anch'essa, decantava i piaceri dell'andare scalzi... cosa che pochi anni fa era incredibile solo a pensarci!
Vero, ma siamo cambiati più loro o più noi?
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  Alexey il Mar Mag 24 2011, 21:32

Forse un'altra "arma" a nostro favore è che il barefooting è sempre più apprezzato e pubblicizzato anche dai VIP, e si sa che se lo fanno i VIP
la cosa viene subito vista da tante persone già in un'ottica diversa.
Basti pensare che fino a qualche anno fa era impensabile vedere qualcuno in giro con le scarpe aperte in una stagione che non fosse estate, ma da quando dalle vip made in USA è dilagata la moda dei sandali senza calze anche in inverno abbiamo assistito ad un proliferare di fashion victims che sprezzanti del freddo imitano queste star per le vie delle nostre città e centri commerciali.
Magari qualcuno che vede un barefooter in giro penserà che vuole imitare un VIP visto in tele che è stato visto a Hollywood scalzo, ignorando il fatto che magari quel barefooter ci è arrivato molto prima.
Certo a me non fa piacere che una persona pensi che vado in giro così per moda, perchè se io ci vado è solo per piacere personale, però se anche questo può aiutare un pò a promuovere il barefooting ben venga, sempre meglio che un calcio nel sedere.

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  bfpaul il Mer Mag 25 2011, 11:44

Alexey ha scritto:Forse un'altra "arma" a nostro favore è che il barefooting è sempre più apprezzato e pubblicizzato anche dai VIP, e si sa che se lo fanno i VIP
la cosa viene subito vista da tante persone già in un'ottica diversa.
Basti pensare che fino a qualche anno fa era impensabile vedere qualcuno in giro con le scarpe aperte in una stagione che non fosse estate, ma da quando dalle vip made in USA è dilagata la moda dei sandali senza calze anche in inverno abbiamo assistito ad un proliferare di fashion victims che sprezzanti del freddo imitano queste star per le vie delle nostre città e centri commerciali.
Magari qualcuno che vede un barefooter in giro penserà che vuole imitare un VIP visto in tele che è stato visto a Hollywood scalzo, ignorando il fatto che magari quel barefooter ci è arrivato molto prima.
Certo a me non fa piacere che una persona pensi che vado in giro così per moda, perchè se io ci vado è solo per piacere personale, però se anche questo può aiutare un pò a promuovere il barefooting ben venga, sempre meglio che un calcio nel sedere.
Sono d'accordo anche se non credo cosa positiva che il barefooting diventi "di moda", nel senso di un modo di "acconciarsi" che dopo un po' di tempo passa e viene dimenticato o torna periodicamente.
A mio modo di vedere il barefooting è più un hobby per quelli che non ritengono di adottarlo come "lifestyle" o, appunto, uno stile di vita.
E' pur vero che se diventasse di moda, molti finalmente parlerebbero di qualcosa che hanno potuto sperimentare e credo anche che aumenterebbe il numero dei barefooters - ma fatalmente perché noi non "vendiamo" niente e non possiamo "griffare" i piedi, e comunque per obiettive difficoltà, il mondo non tornerà ad essere scalzo.
Quindi il nostro "proselitismo" non mira ad acquisire Soci al Club, ma a diffondere l'idea corretta di cosa sia il barefooting e di cosa faccia un barefooter.
Sul fatto dello sporco e dei problemi di ordine salutistico, torno appena dal mio medico che mi ha chiesto scherzosamente l'autografo perchè mi ha visto in TV nell'intervista di sabato e che mi ha confermato una volta di più le cose che Flavio ha scritto più volte, e da par suo, visto che è biologo.
A parte questo, in un mondo dove ogni cosa ignota viene vista come dannosa e nemica e dove per ignoranza ed incultura le cose ignote aumentano invece di diminuire, vogliamo che ci ritengano in regola con i dettami della pubblicità, che ormai ha preso il posto della scienza ?

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  Rei il Mer Mag 25 2011, 12:18

bfpaul ha scritto:
Sono d'accordo anche se non credo cosa positiva che il barefooting diventi "di moda", nel senso di un modo di "acconciarsi" che dopo un po' di tempo passa e viene dimenticato o torna periodicamente.
Beh, a volte alcuni fenomeni nascono come mode e poi si fissano come comportamenti accettati e stabili.
I jeans, per esempio.
Se lo scalzismo diventasse di moda, molti lo proverebbero e una certa percentuale, come è successo a noi, non tornerebbe più indietro, anche dopo che la moda è passata.
Nel frattempo però, la diffusione della moda dello scalzismo ne avrebbe fatto un fenomeno accettato socialmente, accettazione che rimarrebbe stabilmente anche dopo che la moda è passata.
Come è successo ai jeans, oggi considerati un comune capo di abbigliamento, ma ancora a metà anni '70 proibiti in alcune scuole come "abbigliamento non decoroso".
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2638
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  Marco53 il Mer Mag 25 2011, 13:57

Metodo interattivo: sorridi e riceverai sorrisi.
Il sorriso, oltre a costare meno in termini energetici perchè muove 14 muscoli facciali contro la quasi settantina di chi fa la faccia cattiva o corrucciata, muove sorrisi. Non funziona solo coi bambini, ma forse anche più con gli adulti. Ed è buono in ogni occasione. Portato con disinvoltura mentre si dicono strafalcioni in una lingua straniera poco conosciuta o studiata (a me succede per il francese e probabilmente anche un po' per il tedesco quando sicuramente non abbino l'articolo giusto alla forma maschile/femminile/neutra del vocabolo) fa sì che tu riesca a farti capire lo stesso.
Almeno a grandi linee Neutral ... Non si può pretendere di filosofare solo a colpi di sorrisi, ma ne verrebbe fuori comunque una pantomima buffissima...
Perciò ne sono convinto: il sorriso funziona anche da scalzi. Credo che un sorriso "portato bene" distolga l'attenzione dai piedi perché infonde sicurezza e tranquillità e disarma l'«avversario».
Peraltro cercherò di ripetere a me stesso quanto sopra ho detto nelle occasioni in cui cercherò di affrontare scalzo la mia città, cosa che mi riesce ancora non del tutto serenamente fare... Embarassed Come dire che predico bene ma razzolo male. Il che è vero solo in parte perché se così avviene quando mi allontano da Torino, DEVE per forza venirmi poi spontaneo anche nella mia città... Vedo che non è un problema solo mio. Ma le cose pian piano vengono com'é giusto che debbano venire: senza forzature.
Saluti sorridenti Very Happy
Marco
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 801
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  Alexey il Mer Mag 25 2011, 21:34

[quote="bfpaul]

A parte questo, in un mondo dove ogni cosa ignota viene vista come dannosa e nemica e dove per ignoranza ed incultura le cose ignote aumentano invece di diminuire, vogliamo che ci ritengano in regola con i dettami della pubblicità, che ormai ha preso il posto della scienza ?

[/quote]

Hai proprio ragione, purtroppo ormai la pubblicità ha preso il posto della scienza, bisogna sapersi districare tra mille proposte e false informazioni, e spesso non è facile nemmeno per gli scienziati stessi riuscire ad interpretare correttamente la miriade di informazioni che arrivano ogni giorno.

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  lucignolo il Mer Mag 25 2011, 21:53

Marco53 ha scritto:Credo che un sorriso "portato bene" distolga l'attenzione dai piedi perché infonde sicurezza e tranquillità e disarma l'«avversario».
Certo che disarma, caro Marco, ma ti dirò di più e chiedo a tutti di sperimentare questa cosa che vi esporrò.
È ovvio che se siete di buon umore sorridete e viceversa, ma avete mai sperimentato il contrario? Smile
Immaginate di essere di cattivo umore o un po' depressi; andate in bagno od in camera vostra, mettetevi davanti allo specchio (di solito si trova in queste stanze), guardatevi e sorridete.
Vi sentirete meglio e l'umore migliorerà.
Forse che il tono umorale e certe configurazioni somatiche espressive sono bidirezionali?
Insomma, sono allegro, quindi sorrido, ma sorrido quindi divento allegro?
Ci sono molte cose che non conosciamo della nostra psiche e ci sono messaggi esperanto, comuni geneticamente a tutte le razze.
Il sorriso vuol dire: eccomi, sono disposto a comunicare in modo benevolo con te.

Il rovescio della medaglia: un mio conoscente rischiò un incidente a causa di un demente che saltò uno stop.
Si fermarono entrambi ed il colpevole (giacca e cravatta) scese sorridente dall'autovettura.
Il conoscente si disarmò: stringiamoci la mano.
Un balenio di luce e guizzò una lama, intercettata, fortunatamente, dalle mani allenate di un esperto di arti marziali, pur rimediando una profonda ferita alla mano.
Il signore scomparì come se nulla fosse.

Mio nonno materno fu morso alla mano da un cane che scodinzolava allegramente. Shocked

Morale della favola e battuta: il sorriso disarma, ma non distogliere mai lo sguardo dagli occhi di chi hai di fronte, anche mentre gli stringi la mano.
Prendi il mio racconto con spirito, ma neanche troppo. Wink
Ma le cose pian piano vengono com'é giusto che debbano venire: senza forzature.
Come ho sempre sostenuto: un gradino alla volta.
Ricordate chi disse:
Natura non facit saltus
Question (No Leibniz)
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  contessa scalza il Mer Mag 25 2011, 22:57

lucignolo ha scritto:Forse che il tono umorale e certe configurazioni somatiche espressive sono bidirezionali?
Penso di sì.
lucignolo ha scritto:Insomma, sono allegro, quindi sorrido, ma sorrido quindi divento allegro?
Ci sono molte cose che non conosciamo della nostra psiche e ci sono messaggi esperanto, comuni geneticamente a tutte le razze.
Il sorriso vuol dire: eccomi, sono disposto a comunicare in modo benevolo con te.
Bè in India ci sono ad esempio anche esercizi di yoga che usano il ridere proprio come forma di cura. Fatta a piedi scalzi ancora meglio. Una dimostrazione da Terziani in questo video: Tiziano Terzani - Ridere Laughing Laughing Laughing
lucignolo ha scritto:Il rovescio della medaglia: un mio conoscente rischiò un incidente a causa di un demente che saltò uno stop.
Si fermarono entrambi ed il colpevole (giacca e cravatta) scese sorridente dall'autovettura.
Il conoscente si disarmò: stringiamoci la mano.
Un balenio di luce e guizzò una lama, intercettata, fortunatamente, dalle mani allenate di un esperto di arti marziali, pur rimediando una profonda ferita alla mano.
Il signore scomparì come se nulla fosse.

Mio nonno materno fu morso alla mano da un cane che scodinzolava allegramente. Shocked

Morale della favola e battuta: il sorriso disarma, ma non distogliere mai lo sguardo dagli occhi di chi hai di fronte, anche mentre gli stringi la mano.
Prendi il mio racconto con spirito, ma neanche troppo. Wink
Bisogna imparare a riconoscere un vero sorriso dal sorriso simulato. Come si fa?
Marco ha puntato prima l'attenzione sulla differenza dei muscoli facciali mossi. Anche in questo caso sono evidenti delle differenze. Il sorriso simulato è statico e la bocca mostra tutti i 28 denti Very Happy , mentre la bocca di un sorriso amichevole è rilassata e di denti ne mostra al massimo 14. Smile
Cristiana
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 53
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  Andrea77 il Gio Mag 26 2011, 00:02

Probabile che se portate in un prato (o nel loro giardino di casa) starebbero tranquillamente scalze... Anche qui serve una riflessione: pure il giardino è sporco (sta all'aria aperta Very Happy ) quindi questa è proprio una "fobia da marciapiede o da strada cittadina".

La differenza è notevole. Se parliamo del giardino di casa rispetto alla strada non ho cacche o pipi di cane, siringhe, cocci di vetro,... In + se cammini sul prato i piedi non diventano neri come quando cammini sul marciapiede. Quindi il prato di casa è ovviamente + igienico del marciapiede.
La questione è che spesso si associa sporco = poco igienico = malattie,... In realtà uno si sporca semplicemente i piedi ma non corre alcun rischio x la salute, quando poi torna a casa si lava x bene i piedi e lo sporco sparisce.
Siamo in una società che ha la fobia dello sporco e delle malattie.

Sabato usciti dalla pizzeria ci siamo fermati a chiacchierare con alcuni ragazzi che si sono incuriositi e hanno fatto le classiche domande. Tra le varie risposte cito quella di Paolo 'sono 9 anni che vado in giro scalzo e non prendo un raffreddore'. Con questa frase ha sottolineato che lui è la prova vivente che si può camminare scalzi senza prendere chissà quali malattie ma anzi rinforzando le proprie difese immunitarie non si prende neppure il solito raffreddore. A questo punto se uno non è proprio un testone capisce che si era fatto un idea sbagliata sui rischi dell'andare scalzo. Poi magari non si scalza comunque ma almeno vede la cosa come meno pazzesca.

Ciao
Andrea
avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  bfpaul il Gio Mag 26 2011, 11:21

Andrea77 ha scritto:
Probabile che se portate in un prato (o nel loro giardino di casa) starebbero tranquillamente scalze... Anche qui serve una riflessione: pure il giardino è sporco (sta all'aria aperta Very Happy ) quindi questa è proprio una "fobia da marciapiede o da strada cittadina".

La differenza è notevole. Se parliamo del giardino di casa rispetto alla strada non ho cacche o pipi di cane, siringhe, cocci di vetro,... In + se cammini sul prato i piedi non diventano neri come quando cammini sul marciapiede. Quindi il prato di casa è ovviamente + igienico del marciapiede.
La questione è che spesso si associa sporco = poco igienico = malattie,... In realtà uno si sporca semplicemente i piedi ma non corre alcun rischio x la salute, quando poi torna a casa si lava x bene i piedi e lo sporco sparisce.
Siamo in una società che ha la fobia dello sporco e delle malattie.

Sabato usciti dalla pizzeria ci siamo fermati a chiacchierare con alcuni ragazzi che si sono incuriositi e hanno fatto le classiche domande. Tra le varie risposte cito quella di Paolo 'sono 9 anni che vado in giro scalzo e non prendo un raffreddore'. Con questa frase ha sottolineato che lui è la prova vivente che si può camminare scalzi senza prendere chissà quali malattie ma anzi rinforzando le proprie difese immunitarie non si prende neppure il solito raffreddore. A questo punto se uno non è proprio un testone capisce che si era fatto un idea sbagliata sui rischi dell'andare scalzo. Poi magari non si scalza comunque ma almeno vede la cosa come meno pazzesca.

Ciao
Andrea
Perfetto. Anche nell'intervista del TG5 della mattina (che potete vedere a: http://www.nati-scalzi.org/MMED/mass.htm ) mi è stato chiesto anche se poi non è andato in onda. Confermo che da oltre nove anni che vado scalzo non ho mai più preso un raffreddore o un'influenza passando tranquillamente in ambienti chiusi dove molti ne erano affetti, confermo che il mio medico non se ne meraviglia e mi assicura - casomai non lo sapessi Laughing - che il mio sitema immunitario è "regolato" diversamente da quello degli altri, confermo che molti di noi hanno fatto analoga esperienza.
So bene che al nero dello sporco sotto i nostri piedi, viene associata l'uguaglianza sbagliata nero=dannoso ma una cosa è presumere, un'altra è provare con dati di fatto.
Non è che voglio dare lezioni, ma la scienza moderna, come tutti sanno, nasce con Galileo ed è basata su questo processo:
- osservare un fenomeno
- ipotizzare come avvenga
- sperimentare e misurare accuratamente tutti i parametri in gioco
- formulare una Teoria che spiega e predice le conseguenze

Una Teoria resta valida finché non si trova un'altra che spiega meglio il fenomeno (in sostanza è ciò che spiega una Legge Naturale e viene descritta con equazioni matematiche)

In sintesi: Provando e riprovando.
che vuol dire: non si possono fare ipotesi che si spacciano per teorie senza adeguata sperimentazione.
Bene, pensare che il nero sotto i piedi sia una teoria è SBAGLIATO; è solo un'ipotesi - contraddetta dai fatti - almeno per quanto ne sappiamo finora.
Se qualche scienziato è interessato, si accomodi a studiare i piedi dei barefooters e vedremo cosa verrà dimostrato, ma nessuno spari sentenze su cose che non ha sperimentato perché così si può fare solo cattiva informazione e incrementare lo "stupidario comune".
Purtroppo oggi le stupidaggini vengono spacciate dalla pubblicità come "scienza", parola di cui oggi non si sa più il significato perché tutti pretendono di dire cose "scientifiche" anche se non sono assolutamente vere, approfittando dell'incultura dilagante.
I miei alunni - migliaia, in 31 anni - queste cose le hanno apprese prima di uscire dalla scuola e questo mi conforta un po' ...

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  Alexey il Gio Mag 26 2011, 22:02

Posso confermare che anche in base alla mia esperienza personale le mie difese immunitarie si sono irrobustite molto.
E' da poco che in me è scoppiata la passione del barefooting, però è già da un pò di anni che indosso le infradito anche d'inverno e non mi sono mai più ammalato.Ho già sperimentato a febbraio la bella sensazione di camminare a piedi nudi sul nevischio, che ho trovato molto piacevole, da quel momento in poi ho iniziato a sperimentare sempre più terreni diversi e da lì sono arrivato poi al mio amore definitivo per il barefooting.
Per quanto riguarda lo sporco come ha spiegato bene Paul e anche lucignolo precedentemente non esiste alcun pericolo, perchè la natura ci ha reso in grado di convivere tranquillamente con germi e batteri.
Inoltre,come già detto, Paul che gira scalzo da nove anni è una delle prove viventi delal veridicità di queste affermazioni.
Poi andiamo sempre a finire nel campo della pubblicità e del marketing; lo scalzismo fa paura alle multinazionali delle scarpe, che cercano di accaparrarsi anche il parere di medici per far vedere che loro sono dalla parte della scienza e noi dei poveri pazzi,<< sai se lo dice quel medico allora hanno ragione...>> -questa è una frase purtroppo abbastanza comune. Evil or Very Mad Evil or Very Mad

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  Rei il Ven Mag 27 2011, 07:07

Alexey ha scritto:<< sai se lo dice quel medico allora hanno ragione...>>
Io faccio mai finire la frase e ribatto secco: "Se lo dice quel medico INCOMPETENTE...".
Da buon killer mediatico con una frase ottengo due risultati:
1) semino dubbi sulla competenza di quel medico (e ci azzecco nel 100% dei casi).
2) rovescio sul mio interlocutore l'onere della prova: ora sta a lui dimostrare che le fesserie pro-scarpe sono vere.

È anche vero che certi testoni non si smuovono dai loro pregiudizi neppure davanti all'evidenza conclamata (*), mostrando, per citare Umberto Eco, come il loro testone sia più adatto alla riproduzione che al pensiero, ma come dico in questi casi (ricordatevi che sono un killer) "Non mi interessa la tua opinione, preferisco quella degli esseri umani..."

(*) Per chi fosse interessato a farsi quattro risate su questi esseri non pensanti, il Blog di Paolo Attivissimo (è il suo vero nome!) è una fonte inesauribile, soprattutto quando parla di complottisti e di quelli che non credono che siamo stati sulla Luna.
Link al Blog di Paolo Attivissimo
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2638
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  ALEBO il Ven Mag 27 2011, 15:15

Posso confermare anch'io che da quando vado scalzo in tutte le stagioni non ho mai preso un raffreddore o mi sono influezato, prima mi succedeva frequentemente di avere problemi soprattutto dovuti al freddo invernale. Penso che, come già hanno scritto altri, il camminare scalzo rafforzi il sistema immunitario. A chi non ci ha provato ancora consiglio di lasciare le scarpe anche nel periodo invernale, o almeno di provarci qualche volta.
Alessandro.
avatar
ALEBO

Numero di messaggi : 448
Data d'iscrizione : 26.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  Andrea Grasselli il Ven Mag 27 2011, 18:12

ciao a tutt*,

confermo anch'io: quando vivevo calzato avevo l'influenza quasi ogni inverno + lunghi periodi di raffreddore. ora, in 7 anni di scalzismo primavera-autunno + crogs e scalzismo parziale in inverno, ho preso solo qualche raro lieve raffreddore, ma non ogni inverno.

un saluto dalla svizzera
Andrea Grasselli
avatar
Andrea Grasselli

Numero di messaggi : 388
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  2Feet il Ven Mag 27 2011, 18:36

Bhe, penso che sia anche una questione di costituzione, perché io quest'anno ho iniziato a stare scalzo il 13 Aprile in casa e fuori (primo anno), ma ho preso un bruttissimo raffreddore a maggio (per la prima volta per un raffreddore 2 gg a casa dal lavoro)... tanto per citare organismi differenti, io ho gli Eosinofili più alti della media delle persone e non sono allergico a nulla (gli Eosinofili sono associati agli stati "allergici")...
Con questo non voglio sminuire chi dice che non ha mai più preso un raffreddore dal giorno che è diventato scalzista (io ci credo), ma non vorrei che si creassero "falsi miti" o "esagerazioni"; nel senso che, se una persona (predisposta ai raffreddori e influenze) invece di fare il vaccino inizia a camminare scalza per evitare di ammalarsi, non mi sembra abbia fatto la scelta giusta...
avatar
2Feet

Numero di messaggi : 81
Data d'iscrizione : 09.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  Rei il Ven Mag 27 2011, 19:13

2Feet ha scritto:quest'anno ho iniziato a stare scalzo il 13 Aprile in casa e fuori (primo anno), ma ho preso un bruttissimo raffreddore a maggio...
Troppo presto: perché la stimolazione del sistema immunitario abbia effetto ci vuole qualche mese. Vedrai che dopo un'estate scalza, l'inverno avrà meno insidie batteriologiche e virali.
2Feet ha scritto:nel senso che, se una persona (predisposta ai raffreddori e influenze) invece di fare il vaccino inizia a camminare scalza per evitare di ammalarsi, non mi sembra abbia fatto la scelta giusta...
Il mio sistema immunitario, per un difetto genetico, funziona al 70% circa. Dobbiamo tenere conto che la maggior parte delle persone che vivono in ambienti protetti e controllati (città, case, scarpe) non stimolano il loro sistema immunitario, che quindi funziona, quando va bene, al 50%. Cioè la metà del potenziale massimo di una persona sana. Anche il mio si attestava a metà del suo potenziale, quindi a circa il 30/35% del potenziale massimo di una persona sana. Non c'è da stupirsi se ero spesso malato e facevo puntualmente l'influenza ogni anno.
Ora il mio sistema immunitario funziona sempre al 70% del potenziale massimo di una persona sana, ma al 100% del suo potenziale, quindi almeno un 20% in più del sistema immunitario non stimolato di una persona sana. E non mi ammalo (quasi) più. Niente più influenza annuale, anche senza vaccino.
È ovvio che non ritengo che questo mi protegga da tutto, ma i fastidiosi malanni di stagione sono praticamente scomparsi ed ho notato una maggior resistenza (maggiore, non totale) alle infezioni per tagli e ferite che per motivi vari non ho lavato e disinfettato subito (attenzione, appena potete disinfettate sempre!).
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2638
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  contessa scalza il Ven Mag 27 2011, 20:20

Devo confermare anche io dalla mia esperienza personale che andando scalzi ci si ammala molto di meno.
Anni fa quando il mio scalzismo non era ancora integrale, soffrivo fra le altre cose di asma allergica per cui ero iscritta nella lista di persone con la salute a rischio da richiamare ai vari vaccini anti-influenzali.
Da quando ho adottato lo scalzismo integrale, dopo il primo inverno, gli attacchi allergici di asma sono completamente spariti e non ho avuto più bisogno dei farmaci appositi. Ho rinunciato in seguito anche ai vaccini.
Quest'anno, per la precisione un mese fa, sono stata richiamata per il controllo della funzione dei polmoni e con mia felice sorpresa ho appreso che i miei polmoni stanno benissimo, hanno un età paragonabile ai 36 anni a confronto con la mia reale età di 47, e hanno una capacità di funzione del 110% cosa che si vede raramente mi ha detto lo specialista, per cui sono stata definitivamente cancellata dalla lista delle persone con la salute a rischio. Bello no?
Se mi chiedete come l'andare scalzi in questo abbia contribuito vi posso dire che secondo me attraverso l'assimilazione di micro particole di sporco (e quindi degli allergeni) attraverso le suole dei piedi, sono diventata pian piano immune e non ho più la reazione in forma allergica.
Nemmeno raffreddori o influenze, in questi anni passati solo una volta ho avuto un unica settimana di tosse ma avevo preso una sudata e tirava vento.
La Salute, secondo me è scalza!!! Wink
Cristiana
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 53
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  lucignolo il Ven Mag 27 2011, 21:25

2Feet ha scritto:Bhe, penso che sia anche una questione di costituzione, perché io quest'anno ho iniziato a stare scalzo il 13 Aprile in casa e fuori (primo anno), ma ho preso un bruttissimo raffreddore a maggio (per la prima volta per un raffreddore 2 gg a casa dal lavoro)... tanto per citare organismi differenti, io ho gli Eosinofili più alti della media delle persone e non sono allergico a nulla (gli Eosinofili sono associati agli stati "allergici")...
Con questo non voglio sminuire chi dice che non ha mai più preso un raffreddore dal giorno che è diventato scalzista (io ci credo), ma non vorrei che si creassero "falsi miti" o "esagerazioni"; nel senso che, se una persona (predisposta ai raffreddori e influenze) invece di fare il vaccino inizia a camminare scalza per evitare di ammalarsi, non mi sembra abbia fatto la scelta giusta...
Camminare scalzi, anche in inverno, alla lunga comporta dei vantaggi: si diventa immunologicamente più forti e ci si termoregola meglio.
Insomma, ci si irrobustisce.
Alla lunga, ho detto.
Come quando si va in palestra: non diventi un atleta in tempi brevi ed il percorso è sempre in salita.
Se molli vai incontro ad una inversione di tendenza: si costruisce con fatica, ma si demolisce presto e gratis.
È una legge di natura.
Ed è anche chiaro che chi è spesso a contatto con molte persone o che ha bambini piccoli in casa è più soggetto ad infezioni rispetto a chi vive isolato.
Sei più forte, ma non invincibile.
Si dice spesso con orgoglio: vado scalzo e non mi ammalo più.
Bene, ma a che fascia di età appartieni? Sei pensionato? O hai figli piccoli che ti portano a casa di tutto?
Lavori a contatto con il pubblico o, come me, il contatto è limitato ai tuoi colleghi?
Insomma, il discorso è molto aperto e sarei felice di poterlo approfondire.
Mancano dati obiettivi e sistematici.
Sono convinto che andare a piedi nudi rinforzi le nostre difese immunitarie, ma per il momento rimaniamo nell'ambito delle ipotesi.
Di certo avanzano teorie fondate che attribuiscono molti mali ad un ambiente troppo sterile e questo porta acqua al nostro mulino.
Il mio parere personale è che camminare scalzi per la strada sia una buona palestra per mantenere in efficienza il nostro esercito difensivo, ma fermiamoci qui.
Non aspettatevi miracoli dal barefooting, ma praticatelo con fiducia e senza paure ingiustificate.
Ah, dimenticavo: eosinofili aumentati vuol dire anche parassitosi e, secondo qualcuno, meno allergie future.
Eliminando i parassiti, ovviamente.
Wink
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: proselitismo scalzo

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum