Non siamo tutti uguali.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Non siamo tutti uguali.

Messaggio  guidoscalzo il Sab Giu 18 2011, 15:50

Mi piace osservare come si comporta la gente ed a trarne delle riflessioni.

Ci sono delle persone che sono proprio agli antipodi rispetto a noi.
Una ventina di giorni fa ho preso l' aereo da Torino Caselle per andare in Sicilia; gli addetti ai controlli della sicurezza han chiesto ad un signore di togliersi le scarpe per farle passare sul bastro del metal detector e costui, un po' contrariato, facendo l' equilibrista per non appoggiare i piedi, con le calze, per terra, ha tirato fuori dal bagaglio a mano delle specie di sovrascarpe (o meglio sovracalze) di carta e le ha infilate per fare quei due o tre metri di passaggio del controllo, per poi ricalzarsi, con visibile sollievo.

Il mondo è bello perchè vario.

Guido

guidoscalzo

Numero di messaggi : 119
Età : 59
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non siamo tutti uguali.

Messaggio  Alexey il Dom Giu 19 2011, 11:28

E' vero, molte persone stanno quasi male all'idea di togliersi le scarpe, la società ne è diventata così dipendente da sentirsi nudi senza, anzi,
avrai già notato che molti d'estate sono in giro in bermuda e addirittura senza maglia, però indossano le scarpe.
Anche a me piace fare attenzione ai comportamenti delle persone che fanno molto riflettere e aiutano anche a capire un pò noi stessi.
Poi ho a che fare ogni giorno con centinaia di persone di svariate nazionalità, e quindi ho veramente un campione osservabile molto ampio.
Molti appena si tolgono le scarpe anche per provare un pantalone poggiano tutto il peso sulle estremità laterali del piede cercando di esporre la minor superficie possibile al pavimento.
Penso che a parte le false credenze igieniste,togliersi le scarpe e appoggiare i piedi a terra è un pò come mostrare noi stessi, la nostra vera essenza, e questo a molte persone fà paura.
La nostra società è purtroppo molto chiusa verso il prossimo e verso la natura, e l'utilizzo delle calzature accentua ancora di più questo distacco.
Per questo è semplice intuire quanto sia difficile per una persona che è totalmente dipendente dalle scarpe capire il nostro punto di vista, e quindi bisogna avere molta pazienza nello spiegare la nostra pratica.
Mi rendo conto che per una persona che è ben calzata anche a luglio deve essere a dir poco scioccante vedere un barefooter che cammina tranquillamente a piedi nudi per la strada, ancor di più se non è estate.
Fà veramente riflettere la diversità di punti di vista che possono avere due persone, la normal routine di uno può essere una cosa inarrivabile per l'altro.
E' molto bello che tu rispetti comunque il punto di vista altrui, e questo denota il fatto che chi prova ad essere a contatto con la terra è più predisposto a capire gli altri, e questo non è perchè gli amanti del barefooting sono dei fenomeni e gli altri scemi, ma perchè proprio la pratica del barefooting secondo me in molti casi attiva l'empatia verso il mondo.
Mi sento di dire che secondo me se i barefooter rappresentassero la maggioranza, i calzati sarebbero molto più accettati di quanto siamo noi adesso, e questo lo dico perchè anch'io quando ero perennemente calzato vedevo il mondo così. I barefooter hanno provato entrambi i panni, (perchè nessuno va in giro scalzo da quando è nato),mentre gli altri hanno provato solo un aspetto.










Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non siamo tutti uguali.

Messaggio  cyberteam il Gio Giu 23 2011, 07:57

Leggendo il tuo post mi è tornato in mente mio figlio che l'altra domenica per entrare nella piscina gonfiabile in giardino ha fatto le manovre più assurde per entrare lasciando le ciabattine senza toccare con i piedi scalzi i mattoni sul bordo.
Nonostante io fossi lì davanti scalzo sull'erba e gli dicessi "poggia il piede scalzo sul mattone".

Alla fine, esasperato da tanta goffagine, ho preso le ciabattine e glie le ho "frullate" al centro del prato Laughing

Non pretendo lo scalzismo, ma almeno un minimo di elasticità mentale ...
avatar
cyberteam

Numero di messaggi : 593
Data d'iscrizione : 16.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non siamo tutti uguali.

Messaggio  lucignolo il Gio Giu 23 2011, 21:26

cyberteam ha scritto:Non pretendo lo scalzismo, ma almeno un minimo di elasticità mentale ...
Ohi, ohi.
Mi stimoli la polemica.
Ma vorrei che ciò avvenisse in modo amichevole ed un po' ironico e provocatorio.
Perciò ridiamoci un po' su.
Come mai un bambino si comporta così con un papà barefooter?
Chi l'ha programmato al punto da fare l'equilibrista sulle suole nude, considerando che un bambino, per natura, tende a scalzarsi?
Guarda che il mio è uno spunto di riflessione, non una critica.
NON devi rispondermi, ma solo chiediamoci tutti se anche noi barefooters abbiamo trasmesso inconsciamente qualche paura ai nostri eredi.
Non è troppo tardi per cambiare rotta, ma sono anche convinto che non possiamo incorrere in conflitti intra famigliari Wink .
Tatto, pazienza e tanta comprensione.
Potremmo aprire porte inimmaginabili.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non siamo tutti uguali.

Messaggio  cyberteam il Gio Lug 07 2011, 18:02

lucignolo ha scritto:
Chi l'ha programmato al punto da fare l'equilibrista sulle suole nude, considerando che un bambino, per natura, tende a scalzarsi?
[/color][/justify]

Cresciuto in una famiglia dove, tra mamma e nonna, è tutto un "attento che ti sporchi", "attento che ti fai male".
Poi le conseguenze sono queste.
Anche io tutto sommato vado scalzo in casa da meno di un anno, ed in giardino "ufficialmente" da meno (e quando mi vedrà mia madre ... apriti cielo ... ).
Rolling Eyes
avatar
cyberteam

Numero di messaggi : 593
Data d'iscrizione : 16.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non siamo tutti uguali.

Messaggio  lucignolo il Gio Lug 07 2011, 20:51

cyberteam ha scritto:Cresciuto in una famiglia dove, tra mamma e nonna, è tutto un "attento che ti sporchi", "attento che ti fai male".
Poi le conseguenze sono queste.
Anche io tutto sommato vado scalzo in casa da meno di un anno, ed in giardino "ufficialmente" da meno (e quando mi vedrà mia madre ... apriti cielo ... ).
Rolling Eyes
Può essere che sbagli, ma le tanto asfissianti mamme a volte possono diventare le nostre migliori alleate, purché le si sappia come prendere e purché si trasmetta loro un messaggio importantissimo: che saremo il loro sostegno e che lo possiamo fare proprio perché siamo adulti senzienti e ben consapevoli di ciò che facciamo.
Questione di fiducia: puoi averla di uno che va scalzo senza sapere ciò che fa?
Può una persona simile diventare il bastone della tua vecchiaia?
Però la fiducia non viene mai data gratis: bisogna conquistarsela e facendo gli arrendevoli ed i sottomessi siamo destinati a perderla.
Le mamme hanno un difetto fondamentale: ci vedono sempre nella culla e col ciuccio; se non ci fossero loro cosa faremmo?
Tuttavia credo che sotto un atteggiamento simile ci sia anche un poco di disprezzo e di disistima, per quel bamboccio che è mio figlio/a.
Allora fuori i denti e facciamo vedere che siamo degni dei nostri genitori, forse meglio.
E, guardate, non è una questione di piedi nudi, è saper dimostrare di avere carattere e, quindi, di tanta indipendenza.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non siamo tutti uguali.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum