Piccole passeggiate...

Pagina 2 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  aldo1953 il Mar Mag 15 2012, 13:02

A stare bene ci si abitua subito ! Il problema poi è tornare indietro quando siamo obbligati.

aldo1953

Numero di messaggi : 1002
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  ChiccoB il Mer Mag 16 2012, 00:08

aldo1953 ha scritto:A stare bene ci si abitua subito ! Il problema poi è tornare indietro quando siamo obbligati.
Nota dolente ma molto veritiera!!! Io credo che si debba raggiungere un giusto compromesso. Specialmente per chi ( credo un po' tutti quì sul forum) non si può permettere di andare scalzo sempre...

Chicco.

ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  ChiccoB il Mer Mag 16 2012, 00:10

aldo1953 ha scritto:
Grand Choeur ha scritto:Io ho dei pedali abbstanza larghi, che mi permettono un appoggio su una buona superficie. Posso anche spingere per un po', perché non faccio mai tragitti lunghi, sono sempre inferiori al kilometro. Anzi, ho il vizio di andare in bicicletta sempre un po' a palla. Comunque questa era la prima volta che pedalavo scalzo.

Piccolo aggiornamento: Ieri ho lavorato scalzo e in piedi ininterrottamente dalle 5.45 (vedi precedente post) alle 15.30, quindi quasi dieci ore di fila. La stanchezza alle gambe ha iniziato a farsi sentire circa alla sesta ora.
Fra l'altro, ad un certo punto, ho dovuto "chiedere rinforzi": causa una macchina guasta, ho dovuto chiamare in fretta e furia una mia amica a darmi man forte in questa scottimata (dovevo consegnare un grosso lavoro entro le 16). Le ho chiesto se le dava fastidio che stessi scalzo in bottega e ha detto di no. Argomento poi mai più risollevato né ci sono state "occhiate" in basso. Ma poi ho pensato fra me: ma cosa chiedo? Non posso fare cosa voglio in casa mia?
Confesso che non lo avrei fatto con altre persone: sono ancora un po' "selettivo" su queste cose: devo sentirmi a mio agio. Ad esempio, c'è un uomo nordafricano che ogni tanto (ma adesso anche un po' troppo spesso) viene a chiedere qualche spicciolo e non ho problemi a mostrarmi scalzo. Lo stesso non ho avuto alcun imbarazzo di fronte ad un ragazzo senegalese che stava cercando lavoro (forse perché inconsapevolmente percepivo la loro abitudine a vedere persone scalze nei loro paesi d'origine?)

No, credo che tu non abbia fatto per nulla male a "chiedere" alla tua amica. Il fatto di stare scalzi è comunque, anche se naturale quanto si vuole, ancora e chissà per quanto "non usuale". E' quindi un atto di cortesia. La prossima volta non lo farai più perchè lo darai per assodato. Io almeno ho fatto così con gli amici che frequentano la nostra casa. Quanto alla bici, sabato ci ho riprovato, ma al decimo chilometro ho mollato e mi sono rimesso i sandali, penso però che sia un fatto personale di modalità di uso del cavallo d' acciaio ( o di alluminio). E poi dopo l' immagine che ci ha regalato Rei, che magra figura ci farei !
Scusa Dottore: come mai non riesci a pedalare scalzo? Hai forse dei pedali dentati? Io da molti anni ormai, vado in bici scalzo senza il minimo problema. ( Forse perchè ho una bici da passeggio, con i pedali in gomma)...

Chicco.

ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  aldo1953 il Mer Mag 16 2012, 12:48

ChiccoB ha scritto:
aldo1953 ha scritto:
Grand Choeur ha scritto:Io ho dei pedali abbstanza larghi, che mi permettono un appoggio su una buona superficie. Posso anche spingere per un po', perché non faccio mai tragitti lunghi, sono sempre inferiori al kilometro. Anzi, ho il vizio di andare in bicicletta sempre un po' a palla. Comunque questa era la prima volta che pedalavo scalzo.

Piccolo aggiornamento: Ieri ho lavorato scalzo e in piedi ininterrottamente dalle 5.45 (vedi precedente post) alle 15.30, quindi quasi dieci ore di fila. La stanchezza alle gambe ha iniziato a farsi sentire circa alla sesta ora.
Fra l'altro, ad un certo punto, ho dovuto "chiedere rinforzi": causa una macchina guasta, ho dovuto chiamare in fretta e furia una mia amica a darmi man forte in questa scottimata (dovevo consegnare un grosso lavoro entro le 16). Le ho chiesto se le dava fastidio che stessi scalzo in bottega e ha detto di no. Argomento poi mai più risollevato né ci sono state "occhiate" in basso. Ma poi ho pensato fra me: ma cosa chiedo? Non posso fare cosa voglio in casa mia?
Confesso che non lo avrei fatto con altre persone: sono ancora un po' "selettivo" su queste cose: devo sentirmi a mio agio. Ad esempio, c'è un uomo nordafricano che ogni tanto (ma adesso anche un po' troppo spesso) viene a chiedere qualche spicciolo e non ho problemi a mostrarmi scalzo. Lo stesso non ho avuto alcun imbarazzo di fronte ad un ragazzo senegalese che stava cercando lavoro (forse perché inconsapevolmente percepivo la loro abitudine a vedere persone scalze nei loro paesi d'origine?)

No, credo che tu non abbia fatto per nulla male a "chiedere" alla tua amica. Il fatto di stare scalzi è comunque, anche se naturale quanto si vuole, ancora e chissà per quanto "non usuale". E' quindi un atto di cortesia. La prossima volta non lo farai più perchè lo darai per assodato. Io almeno ho fatto così con gli amici che frequentano la nostra casa. Quanto alla bici, sabato ci ho riprovato, ma al decimo chilometro ho mollato e mi sono rimesso i sandali, penso però che sia un fatto personale di modalità di uso del cavallo d' acciaio ( o di alluminio). E poi dopo l' immagine che ci ha regalato Rei, che magra figura ci farei !
Scusa Dottore: come mai non riesci a pedalare scalzo? Hai forse dei pedali dentati? Io da molti anni ormai, vado in bici scalzo senza il minimo problema. ( Forse perchè ho una bici da passeggio, con i pedali in gomma)...

Chicco.

Ma, non so, la bici nuova che ho da poco acquistato, piuttosto sportiva, aveva pedali in alluminio dentati che ho fatto sostituire con altri di gomma liscia. Quando ho spiegato il motivo al ciclista mi ha detto : fatti tuoi. D' altra parte gli avevo già chiesto accessori (borse e parafanghi) che fanno un po' a pugni con l' anima sportiva del mezzo. Il fatto è che soffro di crampi e dopo pochi chilometri mi trovo con i piedi dolorosamente rattrappiti. Questo stranamente non capita con l' altra bici, più da passeggio, che non ha poi pedali così differenti. Probabile che sia una questione di centro di spinta e di proporzioni generali (i due telai in effetti hanno geometrie molto diverse e relativa diversa posizione in sella).

aldo1953

Numero di messaggi : 1002
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  ChiccoB il Gio Mag 17 2012, 00:44

aldo1953 ha scritto:
ChiccoB ha scritto:
aldo1953 ha scritto:
Grand Choeur ha scritto:Io ho dei pedali abbstanza larghi, che mi permettono un appoggio su una buona superficie. Posso anche spingere per un po', perché non faccio mai tragitti lunghi, sono sempre inferiori al kilometro. Anzi, ho il vizio di andare in bicicletta sempre un po' a palla. Comunque questa era la prima volta che pedalavo scalzo.

Piccolo aggiornamento: Ieri ho lavorato scalzo e in piedi ininterrottamente dalle 5.45 (vedi precedente post) alle 15.30, quindi quasi dieci ore di fila. La stanchezza alle gambe ha iniziato a farsi sentire circa alla sesta ora.
Fra l'altro, ad un certo punto, ho dovuto "chiedere rinforzi": causa una macchina guasta, ho dovuto chiamare in fretta e furia una mia amica a darmi man forte in questa scottimata (dovevo consegnare un grosso lavoro entro le 16). Le ho chiesto se le dava fastidio che stessi scalzo in bottega e ha detto di no. Argomento poi mai più risollevato né ci sono state "occhiate" in basso. Ma poi ho pensato fra me: ma cosa chiedo? Non posso fare cosa voglio in casa mia?
Confesso che non lo avrei fatto con altre persone: sono ancora un po' "selettivo" su queste cose: devo sentirmi a mio agio. Ad esempio, c'è un uomo nordafricano che ogni tanto (ma adesso anche un po' troppo spesso) viene a chiedere qualche spicciolo e non ho problemi a mostrarmi scalzo. Lo stesso non ho avuto alcun imbarazzo di fronte ad un ragazzo senegalese che stava cercando lavoro (forse perché inconsapevolmente percepivo la loro abitudine a vedere persone scalze nei loro paesi d'origine?)

No, credo che tu non abbia fatto per nulla male a "chiedere" alla tua amica. Il fatto di stare scalzi è comunque, anche se naturale quanto si vuole, ancora e chissà per quanto "non usuale". E' quindi un atto di cortesia. La prossima volta non lo farai più perchè lo darai per assodato. Io almeno ho fatto così con gli amici che frequentano la nostra casa. Quanto alla bici, sabato ci ho riprovato, ma al decimo chilometro ho mollato e mi sono rimesso i sandali, penso però che sia un fatto personale di modalità di uso del cavallo d' acciaio ( o di alluminio). E poi dopo l' immagine che ci ha regalato Rei, che magra figura ci farei !
Scusa Dottore: come mai non riesci a pedalare scalzo? Hai forse dei pedali dentati? Io da molti anni ormai, vado in bici scalzo senza il minimo problema. ( Forse perchè ho una bici da passeggio, con i pedali in gomma)...

Chicco.

Ma, non so, la bici nuova che ho da poco acquistato, piuttosto sportiva, aveva pedali in alluminio dentati che ho fatto sostituire con altri di gomma liscia. Quando ho spiegato il motivo al ciclista mi ha detto : fatti tuoi. D' altra parte gli avevo già chiesto accessori (borse e parafanghi) che fanno un po' a pugni con l' anima sportiva del mezzo. Il fatto è che soffro di crampi e dopo pochi chilometri mi trovo con i piedi dolorosamente rattrappiti. Questo stranamente non capita con l' altra bici, più da passeggio, che non ha poi pedali così differenti. Probabile che sia una questione di centro di spinta e di proporzioni generali (i due telai in effetti hanno geometrie molto diverse e relativa diversa posizione in sella).
Beh, devi ammettere che uscire con una frase come "Fatti tuoi" ad un cliente non è il massimo... Sì, è vero che probabilmente, sentirsi fare una richiesta come la tua (pedali che siano adatti a pedalare scalzi), non capita spesso, anzi... Ma il detto recita: il cliente ha sempre ragione...Probabilmente il venditore non conosce il barefooting, ovvio... Detto questo, siccome sei tu che devi gestire la bici, forse faresti bene ad interpellare un'altro venditore ricambista.

Chicco.

ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  aldo1953 il Gio Mag 17 2012, 13:32

ChiccoB ha scritto:
aldo1953 ha scritto:
ChiccoB ha scritto:
aldo1953 ha scritto:
Grand Choeur ha scritto:Io ho dei pedali abbstanza larghi, che mi permettono un appoggio su una buona superficie. Posso anche spingere per un po', perché non faccio mai tragitti lunghi, sono sempre inferiori al kilometro. Anzi, ho il vizio di andare in bicicletta sempre un po' a palla. Comunque questa era la prima volta che pedalavo scalzo.

Piccolo aggiornamento: Ieri ho lavorato scalzo e in piedi ininterrottamente dalle 5.45 (vedi precedente post) alle 15.30, quindi quasi dieci ore di fila. La stanchezza alle gambe ha iniziato a farsi sentire circa alla sesta ora.
Fra l'altro, ad un certo punto, ho dovuto "chiedere rinforzi": causa una macchina guasta, ho dovuto chiamare in fretta e furia una mia amica a darmi man forte in questa scottimata (dovevo consegnare un grosso lavoro entro le 16). Le ho chiesto se le dava fastidio che stessi scalzo in bottega e ha detto di no. Argomento poi mai più risollevato né ci sono state "occhiate" in basso. Ma poi ho pensato fra me: ma cosa chiedo? Non posso fare cosa voglio in casa mia?
Confesso che non lo avrei fatto con altre persone: sono ancora un po' "selettivo" su queste cose: devo sentirmi a mio agio. Ad esempio, c'è un uomo nordafricano che ogni tanto (ma adesso anche un po' troppo spesso) viene a chiedere qualche spicciolo e non ho problemi a mostrarmi scalzo. Lo stesso non ho avuto alcun imbarazzo di fronte ad un ragazzo senegalese che stava cercando lavoro (forse perché inconsapevolmente percepivo la loro abitudine a vedere persone scalze nei loro paesi d'origine?)

No, credo che tu non abbia fatto per nulla male a "chiedere" alla tua amica. Il fatto di stare scalzi è comunque, anche se naturale quanto si vuole, ancora e chissà per quanto "non usuale". E' quindi un atto di cortesia. La prossima volta non lo farai più perchè lo darai per assodato. Io almeno ho fatto così con gli amici che frequentano la nostra casa. Quanto alla bici, sabato ci ho riprovato, ma al decimo chilometro ho mollato e mi sono rimesso i sandali, penso però che sia un fatto personale di modalità di uso del cavallo d' acciaio ( o di alluminio). E poi dopo l' immagine che ci ha regalato Rei, che magra figura ci farei !
Scusa Dottore: come mai non riesci a pedalare scalzo? Hai forse dei pedali dentati? Io da molti anni ormai, vado in bici scalzo senza il minimo problema. ( Forse perchè ho una bici da passeggio, con i pedali in gomma)...

Chicco.

Ma, non so, la bici nuova che ho da poco acquistato, piuttosto sportiva, aveva pedali in alluminio dentati che ho fatto sostituire con altri di gomma liscia. Quando ho spiegato il motivo al ciclista mi ha detto : fatti tuoi. D' altra parte gli avevo già chiesto accessori (borse e parafanghi) che fanno un po' a pugni con l' anima sportiva del mezzo. Il fatto è che soffro di crampi e dopo pochi chilometri mi trovo con i piedi dolorosamente rattrappiti. Questo stranamente non capita con l' altra bici, più da passeggio, che non ha poi pedali così differenti. Probabile che sia una questione di centro di spinta e di proporzioni generali (i due telai in effetti hanno geometrie molto diverse e relativa diversa posizione in sella).
Beh, devi ammettere che uscire con una frase come "Fatti tuoi" ad un cliente non è il massimo... Sì, è vero che probabilmente, sentirsi fare una richiesta come la tua (pedali che siano adatti a pedalare scalzi), non capita spesso, anzi... Ma il detto recita: il cliente ha sempre ragione...Probabilmente il venditore non conosce il barefooting, ovvio... Detto questo, siccome sei tu che devi gestire la bici, forse faresti bene ad interpellare un'altro venditore ricambista.

Chicco.

Eh l' amico ciclista dovresti conoscerlo di persona, tanto esperto e abile quanto umanamente... difficile. Però alla fine ti aiuta sempre, è già la terza bici che gli compero e dal punto di vista pratico non ho mai avuto da lamentarmi, e tutti suoi clienti (ormai di meccanici ciclisti ne sono rimasti pochi) sono d' accordo

aldo1953

Numero di messaggi : 1002
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Grand Choeur il Gio Mag 17 2012, 16:02

Su questo tuo racconto mi viene da ricordare mio nonno: faceva il vetraio e aveva molto lavoro, conosciuto da tutti come persona competente e onesta. Mi hanno raccontanto che certe volte, se qualche cliente tendeva a cavillare un po' troppo, non si faceva scrupolo di trattarlo anche male, però nonostante questo ci ritornavano sempre.
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 973
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Grand Choeur il Lun Mag 28 2012, 12:07

Qualche ora fa sono andato a Grosseto a ritirare la lama che avevo consegnato tempo fa (vedi qualche post più indietro). Come l'altra volta, sono entrato scalzo nel negozio. Il padrone sono sicuro che non mi ha visto, perché è uscito dal retro solo quando ero già davanti al banco (semmai quando sono uscito). Però dopo poco è entrata un'altra persona che non ha fatto alcun commento (li ha fatti solo sul tempo da lupi). Questa volta, però, c'era l'attenutante che stava piovendo.
Dopo ritirata la lama, l'ho infilata nel bagagliaio e ho parcheggiato la macchina in altro posto (togliendola dal divieto) perché dovevo recarmi in una chiesa nel centro storico, ZTL. Quindi, ho infilato i sandali nello zaino e sono sceso, attraversando un mercatino e tutto il centro storico, naturalmente senza avere la preoccupazione di evitare le pozze!
Ho visto che gli altri avevano ritirato fuori scarpe più chiuse possibile. Comunque, non ho sentito commenti. Mi sembra solo qualche sguardo distratto. I sandali li ho infilati solo per entrare in chiesa e li ho ritolti circa venti minuti dopo, quando sono uscito.
E così ho fatto il percorso inverso e sono ripartito.
Mi sono sentito abbastanza a mio agio. Penso che forse, se non avesse piovuto, non me la sarei sentita, per via del fatto che a Grosseto conosco un po' di persone e, come sapete, su questo sono ancora abbastanza bloccato.
Dal punto di vista tecnico, ho evitato in questo modo di dover poi asciugare i sandali con il phon o doverli proprio buttare via.

E ieri ho visto una famiglia (penso che fossero tedeschi) in un corso centrale della mia città con due figli, il più piccolo dei quali (6 o 7 anni) era scalzo e correva e giocava allegramente.
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 973
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Rei il Lun Mag 28 2012, 12:48

Grand Choeur ha scritto:I sandali li ho infilati solo per entrare in chiesa e li ho ritolti circa venti minuti dopo, quando sono uscito.
Perché? Se c'è una "organizzazione" che, salvo poche ed eretiche eccezioni, tradizionalmente non fa storie per lo scalzismo, anzi a volte lo prescrive, è proprio la Chiesa Cattolica.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2620
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Grand Choeur il Lun Mag 28 2012, 12:55

Sempre per i motivi di cui sopra. Non c'entra il fatto in sé di entrare in chiesa.
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 973
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Rei il Lun Mag 28 2012, 14:42

Grand Choeur ha scritto:Sempre per i motivi di cui sopra. Non c'entra il fatto in sé di entrare in chiesa.
Boh, sarò miope, ma sopra non ho trovato motivi per mettersi i sandali solo per andare in Chiesa.
Poi ognuno fa quel che vuole, ma io non li avrei messi.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2620
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  bfpaul il Lun Mag 28 2012, 19:55

Grand Choeur ha scritto:Sempre per i motivi di cui sopra. Non c'entra il fatto in sé di entrare in chiesa.
Allora, due cose:
1 - sicuramente non ci può essere alcuna prescrizione contraria all'entrare in chiesa scalzi da parte della Chiesa Cattolica.
E' ben vero che in qualche chiesa "monumento turistico" qualche solerte "guardiano" ha obiettato e impedito di entrare scalzi ma lì si tratta del solito esaltato e non bisogna generalizzare mai il caso singolo.
2 - per quanto riguarda la decisione personale, ovviamente ciascuno fa come vuole e magari come sente in quel momento; per quanto mi riguarda, se visito una chiesa "da turista" non mi metterò certo le scarpe che forse non ho neppure.
Invece, non entro scalzo per la Messa o una funzione religiosa nella mia chiesa parrocchiale perché non voglio distrarre i fedeli dal loro motivo per essere in chiesa ed anche perché penserebbero che "ne devo aver fatto qualcuna molto grossa per aver meritato quella penitenza"!
E invece, per me, la penitenza è mettere le scarpe, guarda un po' ... Evil or Very Mad
bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2957
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  mic60 il Mar Mag 29 2012, 20:11

Ciao a tutti,

tempo fa ho letto un post su un forum tedesco dove una sposa si lamentava di non trovare le scarpe idonee per il suo vestito. Allora ha chiesto al parrocco se poteva andare scalza alla celebrazione e quest'ultimo si sarebbe espresso molto favorevolmente in quanto il fedele scalzo rappresenterebbe l'umilta' davanti a Dio......

Se poi si guardano gli affreschi, le allegorie etc., se si pensa a San Francesco.........

Saluti,

Mic60

avatar
mic60

Numero di messaggi : 58
Data d'iscrizione : 20.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Marco53 il Mer Mag 30 2012, 10:16

Da quando ho riconquistato la libertà di andare scalzo, a maggior ragione negli ultimi anni ho praticamente sempre visitato scalzo chiese e conventi, all'estero come in Italia. Mai avuto niente da dire, anche se mi tengo sempre pronta una frase del genere "Lei impedirebbe a San Francesco di entrare?" o simili.
Anzi. A Lourdes mia moglie mi ha permesso di presenziare scalzo la S.Messa, celebrata nella Basilica Superiore in italiano, per un bel numero di fedeli, credo quasi tutti italiani, nessuno dei quali ha obiettato niente anche se una signora ha bisbigliato qualche parola di cui "penitenza" l'ho sentita benissimo. E dire che in quel giorno particolare e in quel luogo particolarissimo, stare scalzi non è stato affatto una penitenza, ma un contatto completo con l'ambiente ed è stato per me bellissimo.
Saluti mistici
Marco
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 797
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  aldo1953 il Mer Mag 30 2012, 16:11

Marco53 ha scritto:Da quando ho riconquistato la libertà di andare scalzo, a maggior ragione negli ultimi anni ho praticamente sempre visitato scalzo chiese e conventi, all'estero come in Italia. Mai avuto niente da dire, anche se mi tengo sempre pronta una frase del genere "Lei impedirebbe a San Francesco di entrare?" o simili.
Anzi. A Lourdes mia moglie mi ha permesso di presenziare scalzo la S.Messa, celebrata nella Basilica Superiore in italiano, per un bel numero di fedeli, credo quasi tutti italiani, nessuno dei quali ha obiettato niente anche se una signora ha bisbigliato qualche parola di cui "penitenza" l'ho sentita benissimo. E dire che in quel giorno particolare e in quel luogo particolarissimo, stare scalzi non è stato affatto una penitenza, ma un contatto completo con l'ambiente ed è stato per me bellissimo.
Saluti mistici
Marco

Nelle chiese entro praticamente sempre come turista e finora non mi è mai capitato di farlo scalzo. Però le mie esperienze indiane in innumerevoli templi sono sempre state gratificanti proprio per l' assenza di ostacoli tra me e le pietre lisciate da secoli di piedi nudi. Un contatto quasi più psichico che fisico.

aldo1953

Numero di messaggi : 1002
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Grand Choeur il Gio Giu 14 2012, 16:22

Ieri sono tornato dalla solita cliente a Castiglioncello la quale, per l'occasione, mi ha anche invitato a pranzo.
Siccome sono arrivato abbastanza presto, mi ha invitato ad andare sul solarium, un po' distante dalla casa e dal quale, tramite un cancellino, si può accedere anche al sottostante lungomare.
Prima di incamminarmi, davanti alla porta (lato giardino), ho detto: "Lascio qua i sandali", con tono che voleva dire: "Se vedete questi sandali sappiate che sono miei e non buttateli via".
Risposta: "attento a non farti male", più di circostanza che altro. In effetti il giardino ha un po' d'erba rada con terra e tratti di ghiaino abbastanza spigoloso.
Quindi sono sceso nel solarium su una breve stradina ghiaiosa che finisce con una scala di cotto, lì ho lasciato la maglietta e sono poi uscito sul lungomare.
L'ho percorso per un certo tratto da un lato, poi sono tornato indietro e mi sono addentrato per una ventina di metri nella pineta.
Al mio ritorno la cliente ha detto che anche lei, da bambina, era sempre scalza.
Quindi non ho più rimesso i sandali: ho pranzato scalzo senza nessuna obiezione, ho fatto un breve riposo e poi ho fatto quattro chiacchiere nel giardino. Fra l'altro, visto che non rimettevo i sandali nemmeno per avviarmi verso la macchina, mi ha chiesto se sono abituato così e le ho detto che cerco di starci il più possibile e non ho più mal di schiena, per postura più corretta, ecc., ecc.. Insomma, alla fine, dalle 11 che li ho tolti, li ho rimessi solo alle 16 per scendere di macchina una volta arrivato a casa mia.
Devo dire che l'ho fatto con questa persona perché mi sentivo a mio agio e per adesso non lo farei con altri. Comunque, fino a qualche mese fa non mi sarei sognato nemmeno.
Chissà, forse la prossima volta che ci andrò lascerò i sandali direttamente in macchina.
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 973
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  aldo1953 il Gio Giu 14 2012, 17:16

Grand Choeur ha scritto:Ieri sono tornato dalla solita cliente a Castiglioncello la quale, per l'occasione, mi ha anche invitato a pranzo.
Siccome sono arrivato abbastanza presto, mi ha invitato ad andare sul solarium, un po' distante dalla casa e dal quale, tramite un cancellino, si può accedere anche al sottostante lungomare.
Prima di incamminarmi, davanti alla porta (lato giardino), ho detto: "Lascio qua i sandali", con tono che voleva dire: "Se vedete questi sandali sappiate che sono miei e non buttateli via".
Risposta: "attento a non farti male", più di circostanza che altro. In effetti il giardino ha un po' d'erba rada con terra e tratti di ghiaino abbastanza spigoloso.
Quindi sono sceso nel solarium su una breve stradina ghiaiosa che finisce con una scala di cotto, lì ho lasciato la maglietta e sono poi uscito sul lungomare.
L'ho percorso per un certo tratto da un lato, poi sono tornato indietro e mi sono addentrato per una ventina di metri nella pineta.
Al mio ritorno la cliente ha detto che anche lei, da bambina, era sempre scalza.
Quindi non ho più rimesso i sandali: ho pranzato scalzo senza nessuna obiezione, ho fatto un breve riposo e poi ho fatto quattro chiacchiere nel giardino. Fra l'altro, visto che non rimettevo i sandali nemmeno per avviarmi verso la macchina, mi ha chiesto se sono abituato così e le ho detto che cerco di starci il più possibile e non ho più mal di schiena, per postura più corretta, ecc., ecc.. Insomma, alla fine, dalle 11 che li ho tolti, li ho rimessi solo alle 16 per scendere di macchina una volta arrivato a casa mia.
Devo dire che l'ho fatto con questa persona perché mi sentivo a mio agio e per adesso non lo farei con altri. Comunque, fino a qualche mese fa non mi sarei sognato nemmeno.
Chissà, forse la prossima volta che ci andrò lascerò i sandali direttamente in macchina.

Non so che lavoro tu faccia, ma... averne di clienti così !

aldo1953

Numero di messaggi : 1002
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Grand Choeur il Gio Giu 14 2012, 18:14

Tipografo.
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 973
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  ChiccoB il Gio Giu 14 2012, 23:19

Grand Choeur ha scritto:Ieri sono tornato dalla solita cliente a Castiglioncello la quale, per l'occasione, mi ha anche invitato a pranzo.
Siccome sono arrivato abbastanza presto, mi ha invitato ad andare sul solarium, un po' distante dalla casa e dal quale, tramite un cancellino, si può accedere anche al sottostante lungomare.
Prima di incamminarmi, davanti alla porta (lato giardino), ho detto: "Lascio qua i sandali", con tono che voleva dire: "Se vedete questi sandali sappiate che sono miei e non buttateli via".
Risposta: "attento a non farti male", più di circostanza che altro. In effetti il giardino ha un po' d'erba rada con terra e tratti di ghiaino abbastanza spigoloso.
Quindi sono sceso nel solarium su una breve stradina ghiaiosa che finisce con una scala di cotto, lì ho lasciato la maglietta e sono poi uscito sul lungomare.
L'ho percorso per un certo tratto da un lato, poi sono tornato indietro e mi sono addentrato per una ventina di metri nella pineta.
Al mio ritorno la cliente ha detto che anche lei, da bambina, era sempre scalza.
Quindi non ho più rimesso i sandali: ho pranzato scalzo senza nessuna obiezione, ho fatto un breve riposo e poi ho fatto quattro chiacchiere nel giardino. Fra l'altro, visto che non rimettevo i sandali nemmeno per avviarmi verso la macchina, mi ha chiesto se sono abituato così e le ho detto che cerco di starci il più possibile e non ho più mal di schiena, per postura più corretta, ecc., ecc.. Insomma, alla fine, dalle 11 che li ho tolti, li ho rimessi solo alle 16 per scendere di macchina una volta arrivato a casa mia.
Devo dire che l'ho fatto con questa persona perché mi sentivo a mio agio e per adesso non lo farei con altri. Comunque, fino a qualche mese fa non mi sarei sognato nemmeno.
Chissà, forse la prossima volta che ci andrò lascerò i sandali direttamente in macchina.
Può essere... Anzi, vedrai che le prossime volte, lascierai senz'altro i sandali in macchina e intraprenderai con sempre più sicurezza e disinvoltura le tue giornate di barefooter.

Chicco.

ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Grand Choeur il Sab Lug 21 2012, 15:48

Nelle settimane scorse sono tornato due volte dalla solita cliente. Questa volta ho lasciato i sandali in macchina. Unico commento: la sera avrai i piedi nerissimi. Mia risposta: ho scoperto che hanno inventato l'acqua.

Approfitto del post per segnalare una mamma intelligente, che è venuta in bottega a ritirare un lavoro con la figlioletta di due anni, la quale le ha chiesto perché fossi scalzo.
Risposta: perché ha caldo. Tu non stai sempre scalza in casa?
Io ho aggiunto tranquillamente: perché sto bene così.
So che non la farebbe mai stare scalza in strada però qualche piccolo discorso, al momento giusto, posso sempre farlo.
Fra l'altro dopo qualche ora, avendola vista passare davanti alla porta sono uscito un attimo, scalzo, per darle un foglio che aveva dimenticato. Un pochino di esempio...
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 973
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

La Verna

Messaggio  Grand Choeur il Mar Ago 14 2012, 09:11

Ieri sono stato al Santuario Francescano della Verna.
Tolti i sandali appena salito in macchina, mi sono poi fermato in un'area di servizio lungo la Variante Aurelia per fare colazione (alla quale, dopo aver visto i prezzi, ho rinunciato), dove ho incontrato due ragazze che conoscevo e che erano con me alla Marcia!
Sono rientrato in macchina e ho fatto un'altra sosta a Civitella (GR), dove nel bar ho finalmente fatto colazione (questa volta a prezzi ragionevoli).
Arrivato alla Verna, ho levato i sandali da sotto il sedile e, per precauzione, li ho messi nello zaino.
Sono stato scalzo complessivamente dalle 6.30 alle 14.45 e poi dalle 15.30 fino all'arrivo a casa, verso le 19.30.
Nessun problema con nessuna persona. Ogni tanto sentivo dai passanti la parola "scalzo"; una ragazza che è nel coro e che era in cucina al seguito della Marcia, quando mi ha salutato ha detto: "ma tu sei sempre scalzo!?" Rispsota: "Mi affatico la metà".
Il Padre Guardiano mi ha detto scherzosamente: "hai dimenticato le scarpe?" Risposta: "No, le ho nello zaino!"
Unico problema, di natura fisica: la pelle degli avampiedi che, come ho raccontato nel post dedicato, avevo affaticato notevolmente durante la Marcia, è rimasta piuttosto sensibile, tanto che dopo poche ore che ero lì, su lastricato e sterrato, cominciava a farmi maluccio. Su di un alluce ho visto una vescichetta che è scoppiata quasi subito e sotto gli avampiedi vedo due bei cerchioni di pelle sulla quale non attacca il nero. Forse è pelle che sta "morendo" formando due belle vescicone che, però, non mi danno fastidio sulle mattonelle. Penso che la meglio sia aspettare che la pelle si stacchi da sola. Leggendo le esperienze degli altri, la pelle nuova dovrebbe venire più forte di quella precedente.
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 973
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  aldo1953 il Mar Ago 14 2012, 12:30

Grand Choeur ha scritto:Ieri sono stato al Santuario Francescano della Verna.
Tolti i sandali appena salito in macchina, mi sono poi fermato in un'area di servizio lungo la Variante Aurelia per fare colazione (alla quale, dopo aver visto i prezzi, ho rinunciato), dove ho incontrato due ragazze che conoscevo e che erano con me alla Marcia!
Sono rientrato in macchina e ho fatto un'altra sosta a Civitella (GR), dove nel bar ho finalmente fatto colazione (questa volta a prezzi ragionevoli).
Arrivato alla Verna, ho levato i sandali da sotto il sedile e, per precauzione, li ho messi nello zaino.
Sono stato scalzo complessivamente dalle 6.30 alle 14.45 e poi dalle 15.30 fino all'arrivo a casa, verso le 19.30.
Nessun problema con nessuna persona. Ogni tanto sentivo dai passanti la parola "scalzo"; una ragazza che è nel coro e che era in cucina al seguito della Marcia, quando mi ha salutato ha detto: "ma tu sei sempre scalzo!?" Rispsota: "Mi affatico la metà".
Il Padre Guardiano mi ha detto scherzosamente: "hai dimenticato le scarpe?" Risposta: "No, le ho nello zaino!"
Unico problema, di natura fisica: la pelle degli avampiedi che, come ho raccontato nel post dedicato, avevo affaticato notevolmente durante la Marcia, è rimasta piuttosto sensibile, tanto che dopo poche ore che ero lì, su lastricato e sterrato, cominciava a farmi maluccio. Su di un alluce ho visto una vescichetta che è scoppiata quasi subito e sotto gli avampiedi vedo due bei cerchioni di pelle sulla quale non attacca il nero. Forse è pelle che sta "morendo" formando due belle vescicone che, però, non mi danno fastidio sulle mattonelle. Penso che la meglio sia aspettare che la pelle si stacchi da sola. Leggendo le esperienze degli altri, la pelle nuova dovrebbe venire più forte di quella precedente.


Ciao, mi sento di tranquillizzarti circa le aree "bianche" che noto anch' io. Si tratta semplicemente delle zone in cui il maggior contatto e sfregamento col suolo asporta il nero naturalmente. Tastando noterai che lì la pelle è più spessa e robusta.

aldo1953

Numero di messaggi : 1002
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Grand Choeur il Mar Ago 14 2012, 13:05

E' proprio in quei punti che è diventata più sensibile. Forse perché non lascio il tempo adeguato a "riprendersi" fra uno "stress" e l'altro.
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 973
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  bfpaul il Mar Ago 14 2012, 18:49

Grand Choeur ha scritto:E' proprio in quei punti che è diventata più sensibile. Forse perché non lascio il tempo adeguato a "riprendersi" fra uno "stress" e l'altro.
La "sensibilizzazione" della zona di contatto col suolo è un fenomeno piuttosto comune, è stato citato da diversi di noi e lo confermo anch'io per quel che può valere.
Se non ci sono vesciche tutto va bene, che le suole facciano un po' male perché "stressate" mi pare una cosa abbastanza naturale, forse perché non siamo scalzi in modo continuativo; credo però che ciò accada solo in un primo momento e poi si sente molto meno. Per me è così, non so per tutti voi.
Hai citato Barbara che non si è più rimessa le scarpe da maggio e va ormai tranquilla dappertutto; penso che anche lei che ha stressato le suole in modo continuativo, avrà subito questo fenomeno, oppure è un'essere speciale ...
bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2957
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Grand Choeur il Mar Ago 14 2012, 20:10

bfpaul ha scritto:...penso che anche lei che ha stressato le suole in modo continuativo, avrà subito questo fenomeno, oppure è un essere speciale ...
bfpaul[/color]
Forse entrambe le cose. Wink
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 973
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum