Piccole passeggiate...

Pagina 3 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Era come dicevo...

Messaggio  Grand Choeur il Dom Ago 19 2012, 09:48

Quei punti sensibili si stanno trasformando in vesciche, sul piede sinistro abbastanza grande e fastidiosa. La pelle morta sta venendo via progressivamente, ma la pelle nuova è molto irritabile e sensibile. Ho trovato molto sollievo stamattina presto a camminare un'oretta nell'acqua sulla spiaggia.
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 916
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  bfpaul il Dom Ago 19 2012, 19:29

Grand Choeur ha scritto:Quei punti sensibili si stanno trasformando in vesciche, sul piede sinistro abbastanza grande e fastidiosa. La pelle morta sta venendo via progressivamente, ma la pelle nuova è molto irritabile e sensibile. Ho trovato molto sollievo stamattina presto a camminare un'oretta nell'acqua sulla spiaggia.
Mi spiace che fossero vesciche, però se riesci a camminarci sopra indubbiamente la pelle che verrà fuori diventerà rapidamente efficiente e robusta come quella che è andata via.
Se possibile bisognerebbe evitare di stressare tanto i piedi, però è accaduto anche a me, quindi capisco ..

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2863
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Grand Choeur il Dom Ago 19 2012, 19:37

Penso anche più robusta di quella vecchia.
Comunque sto evitando terreni "difficili".
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 916
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

A La Spezia

Messaggio  Grand Choeur il Gio Ago 30 2012, 12:24

Ieri ho accompagnato un'amica a La Spezia per una visita medica.
Ho guidato scalzo, come quasi sempre e ho rimesso i sandali solo per uno scrupolo, quando sono entrato nello studio medico. Per il resto, scalzo.
La mia amica mi ha poi offerto il pranzo in un ristorante lì vicino. Fra l'altro, si è accorta che ero scalzo quando siamo usciti dal locale! Ma non ha fatto commenti negativi (fra l'altro, anche lei si toglieva gli zoccoli in macchina) e così abbiamo poi proseguito la giornata andando a trovare un suo amico a Marina di Carrara che ci ha portato a prendere qualcosa in un paio di bar del posto.
Nessun problema da nessuna parte. Nel ristorante, alla fine del pranzo, si è seduto al nostro tavolo anche il padrone a fare due chiacchiere. Non so se si è accorto che ero scalzo, ma il cameriere ho visto di sì.
Quel punto di pelle sensibile sta lentamente migliorando: anche se avverto nettamente la differenza di sensibilità fra quel punto e il resto del piede ho camminato anche sotto il sole delle 15 (leggermente nuvolo) senza problemi. Ho avuto un po' una "botta" quando sbadatamente ho appoggiato il piede sull'angolare di acciaio inox di uno scalino all'aperto, che ovviamente era molto più caldo del resto, ma senza conseguenze.
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 916
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  aldo1953 il Gio Ago 30 2012, 12:39

Complimenti davvero per l' ottimo livello delle tue amicizie che ti consentono una certa libertà. E complimenti anche ai baristi e ai ristoratori che sanno fare il loro lavoro. Però, scusa il pessimismo cosmico, credo che molto si debba alla stagione. tra un mesetto le cose andranno diversamente, purtroppo. Quanto al medico, ti posso assicurare che è una categoria professionale molto più aperta di quanto non si pensi, se non altro per la montagna di situazioni strane di cui si viene a conoscenza tutti i giorni. Se poi anche il medico è scalzo ...

aldo1953

Numero di messaggi : 989
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Grand Choeur il Ven Ago 31 2012, 10:16

Penso anch'io che con l'abbassarsi delle temperature cambierà la situazione. Penso anche che dovrò io stesso superare il blocco "invernale". Sto già scalzo abitualmente in bottega anche in inverno (8° al chiuso) ma non in pubblico, mentre quest'estate ho iniziato a ricevere quasi tutti i clienti scalzo. Vedremo cosa riuscirò a fare.
Tornando all'episodio, la mia amica ha anche fatto una osservazione intelligente: "A te non possono puzzare i piedi"!
Per il medico (un dermatologo) ero stato titubante e ho preferito non correre rischi, anche perché non ero solo, ma credo non mi avrebbe fatto storie. Al limite qualche giusta domanda.
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 916
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Rei il Ven Ago 31 2012, 14:39

Grand Choeur ha scritto:Per il medico (un dermatologo) ero stato titubante e ho preferito non correre rischi, anche perché non ero solo, ma credo non mi avrebbe fatto storie. Al limite qualche giusta domanda.
Una mia amica mi ha chiesto di dare qualche lezione di computer al suo dermatologo, anziano e vicino alla pensione.
Dovendo andare in uno studio medico dove esercitano anche altri medici, infradito.
Ma, uscendo insieme, l'ho avvisato che di solito vado scalzo e lui: "Bravo, fa benissimo!".
Secondo lui, questa è l'unica reazione professionalmente corretta che può dare un (bravo) dermatologo.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2488
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  bfpaul il Ven Ago 31 2012, 16:47

Rei ha scritto:
Grand Choeur ha scritto:Per il medico (un dermatologo) ero stato titubante e ho preferito non correre rischi, anche perché non ero solo, ma credo non mi avrebbe fatto storie. Al limite qualche giusta domanda.
Una mia amica mi ha chiesto di dare qualche lezione di computer al suo dermatologo, anziano e vicino alla pensione.
Dovendo andare in uno studio medico dove esercitano anche altri medici, infradito.
Ma, uscendo insieme, l'ho avvisato che di solito vado scalzo e lui: "Bravo, fa benissimo!".
Secondo lui, questa è l'unica reazione professionalmente corretta che può dare un (bravo) dermatologo.
Sicuramente è un bravo dermatologo, non mi sarei aspettato di meno.
A questo punto, potrai chiedergli di poter stare scalzo in sua presenza e credo che non farà una piega.
Vediamo ...

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2863
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Rei il Ven Ago 31 2012, 17:18

bfpaul ha scritto:A questo punto, potrai chiedergli di poter stare scalzo in sua presenza e credo che non farà una piega.
Meno in studio, per non correre rischi per la mia salute, stavo regolarmente scalzo in sua presenza, anche per strada.
Ora si è trasferito in Francia.
Anche Grand Choeur, secondo me, può fare lo stesso
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2488
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Grand Choeur il Ven Ago 31 2012, 17:45

Trasferirmi in Francia? Suspect
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 916
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Grand Choeur il Ven Ago 31 2012, 17:45

Laughing Laughing Laughing
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 916
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Alexey il Sab Set 01 2012, 12:48

Sono d' accordo sul fatto che d' inverno possa aumentare lo stupore nel vederci scalzi, perchè se d' estate le obiezioni possono riguardare maggiormente il discorso igiene/ferite, quando comincia l' autunno può saltar fuori il discorso freddo, geloni, ecc..., questo sempre perchè abbiamo raggiunto un livello di ipersensibilità assurdo, avete notato che con la prima pioggia sono arrivati "gli eschimesi"? Ieri ho già visto maglioni e giacche "pesanti", scarpe ben chiuse a volontà...
Poi esiste anche la categoria di persone, che pur dicendo di avere freddo, per inerzia non attinge dal guardaroba "autunnale" e gira ancora in abiti estivi lamentandosi del freddo, le stesse persone sono quelle che poi ti rompono le scatole nella giornata calda di Aprile con 23° che è troppo presto per i vestiti leggeri e i piedi fuori, ma ora per inerzia girano con 16°C e nuvoloso con i sandali estivi, questo per testimoniare che la nostra mente ci fa percepire quello che vuole.
Inoltre, sempre per la questione di predisposizione psicologica, le ragazze che si lamentano per il freddo nonostante 10 strati di maglie, sono poi quelle che fanno 1 ora di coda a Dicembre davanti alla discoteca con un misero top di seta e tutte scollate.
Quindi, l' ipersensibilità dovuta al coprirsi troppo, unita alla predisposizione psicologica del momento, porta qualcuno a vederci un pò più strani di quanto ci possano vedere in piena estate.
Però ho visto che la maggior parte delle persone, una volta spiegate loro le nostre motivazioni, accettano di buon grado la cosa, e i più aperti ci danno anche ragione.
La cosa importante è sempre la disinvoltura e l' essere distinti, perchè la gente ha paura di incontrare il pazzo di turno che si comporta secondo una logica che appare "irrazionale", invece se si incontra la persona che fa una scelta seppur diversa ma ben razionale e sicura di sè, le persone tendono poi a farsi gli affari loro o addirittura ad ammirarci.



Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  contessa scalza il Dom Set 02 2012, 13:36

Pubblicato oggi su LA STAMPA
http://www3.lastampa.it/costume/sezioni/articolo/lstp/467146/

Mai più piedi nudi sull’erba, si torna in città
Vacanze addio, si rientra e restano ricordi e buoni propositi
GIACOMO PORETTI

Sembrava impossibile, ma alla fine il 3 di settembre è arrivato. Abbiamo trascorso le poche settimane di vacanze applicando tutti i sistemi psicologici difensivi: lo abbiamo dimenticato, abbiamo negato la sua esistenza, lo abbiamo rimosso, minimizzato e qualcuno si era anche convinto che nell’anno delle Olimpiadi ci fosse il 29 febbraio ma non il 3 settembre e invece, implacabile e puntuale, come tutti gli anni, è arrivato.

Nella strada del rientro, chi in treno, chi in autostrada, abbiamo sentito la pungente nostalgia dei nostri piedi scalzi che si muovevano liberi e rilassati sulla sabbia o sul pavimento di casa; abbiamo lasciato il pantalone lungo abbandonato nell’armadio e al suo posto abbiamo indossato costumi da bagno a pantaloncino in ogni momento della giornata, anche al ristorante, dove subivamo la reprimenda di nostra moglie. Chi è stato in montagna se ne torna in città con la meravigliosa incredulità che ha provato nello stendersi sull’erba. «Ma è vera?». ...... Per continuare a leggere acquista la copia digitale....

avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 53
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  bfpaul il Dom Set 02 2012, 18:38

contessa scalza ha scritto:Pubblicato oggi su LA STAMPA
http://www3.lastampa.it/costume/sezioni/articolo/lstp/467146/

Mai più piedi nudi sull’erba, si torna in città
Vacanze addio, si rientra e restano ricordi e buoni propositi
GIACOMO PORETTI

Sembrava impossibile, ma alla fine il 3 di settembre è arrivato. Abbiamo trascorso le poche settimane di vacanze applicando tutti i sistemi psicologici difensivi: lo abbiamo dimenticato, abbiamo negato la sua esistenza, lo abbiamo rimosso, minimizzato e qualcuno si era anche convinto che nell’anno delle Olimpiadi ci fosse il 29 febbraio ma non il 3 settembre e invece, implacabile e puntuale, come tutti gli anni, è arrivato.

Nella strada del rientro, chi in treno, chi in autostrada, abbiamo sentito la pungente nostalgia dei nostri piedi scalzi che si muovevano liberi e rilassati sulla sabbia o sul pavimento di casa; abbiamo lasciato il pantalone lungo abbandonato nell’armadio e al suo posto abbiamo indossato costumi da bagno a pantaloncino in ogni momento della giornata, anche al ristorante, dove subivamo la reprimenda di nostra moglie. Chi è stato in montagna se ne torna in città con la meravigliosa incredulità che ha provato nello stendersi sull’erba. «Ma è vera?». ...... Per continuare a leggere acquista la copia digitale....
Eccolo la'!!
Un altro che non sa e non capisce che per i piedi nudi, se vuole, se prova, se ci tiene, la festa
NON E' FINITA!!!
Noi ne siamo una testimonianza ...

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2863
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  lucignolo il Dom Set 02 2012, 18:45

contessa scalza ha scritto:Pubblicato oggi su LA STAMPA
http://www3.lastampa.it/costume/sezioni/articolo/lstp/467146
Giacomo Poretti ha scritto:Mai più piedi nudi sull’erba, si torna in città
Vacanze addio, si rientra e restano ricordi e buoni propositi
Bello questo articolo.
Penso che i sogni possano soddisfare i desideri, se sognamo qualcosa di troppo lontano dalle nostre possibilità.
Possiamo chiudere gli occhi e volare, essere felici e ricchissimi in un'isola da paradiso od essere giovani e sani, pur essendo vecchi, soli, malati e terminali.
Nessuno vuole morire e, forse, in questo senso, la vita ultraterrena è un sogno meraviglioso che soddisfa un desiderio non realizzabile.
Ma per essere scalzi basta togliersi le scarpe ed allora un sogno può diventare un desiderio.
Un desiderio può diventare un progetto.
Un progetto può diventare realtà.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 62
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  aldo1953 il Lun Set 03 2012, 15:30

bfpaul ha scritto:
contessa scalza ha scritto:Pubblicato oggi su LA STAMPA
http://www3.lastampa.it/costume/sezioni/articolo/lstp/467146/

Mai più piedi nudi sull’erba, si torna in città
Vacanze addio, si rientra e restano ricordi e buoni propositi
GIACOMO PORETTI

Sembrava impossibile, ma alla fine il 3 di settembre è arrivato. Abbiamo trascorso le poche settimane di vacanze applicando tutti i sistemi psicologici difensivi: lo abbiamo dimenticato, abbiamo negato la sua esistenza, lo abbiamo rimosso, minimizzato e qualcuno si era anche convinto che nell’anno delle Olimpiadi ci fosse il 29 febbraio ma non il 3 settembre e invece, implacabile e puntuale, come tutti gli anni, è arrivato.

Nella strada del rientro, chi in treno, chi in autostrada, abbiamo sentito la pungente nostalgia dei nostri piedi scalzi che si muovevano liberi e rilassati sulla sabbia o sul pavimento di casa; abbiamo lasciato il pantalone lungo abbandonato nell’armadio e al suo posto abbiamo indossato costumi da bagno a pantaloncino in ogni momento della giornata, anche al ristorante, dove subivamo la reprimenda di nostra moglie. Chi è stato in montagna se ne torna in città con la meravigliosa incredulità che ha provato nello stendersi sull’erba. «Ma è vera?». ...... Per continuare a leggere acquista la copia digitale....
Eccolo la'!!
Un altro che non sa e non capisce che per i piedi nudi, se vuole, se prova, se ci tiene, la festa
NON E' FINITA!!!
Noi ne siamo una testimonianza ...

bfpaul

L' ESTATE FINISCE QUANDO VOGLIO IO !!! Togliti le scarpe, magari prima in casa, e poi... e vedrai che è così. E non dare retta alle previsioni del tempo, tanto sono tutte pilotate, se deve fare freddo o se deve fare caldo lo decide il Caporedattore. Avrei tante esperienze personali da proporre... siete nella morsa del gelo ? No, stiamo mangiando in un accogliente ristorante... non è possibile il TG dice che tutta l' Italia è nella morsa del gelo. Avete fatto il bagno (in mare) ? Non è possibile il TG dice che ci sono tifoni e mareggiate. Siete in coda ? No, tutto va bene. Non è possibile il TG dice che tutte le autostrade sono bloccate. Partite oggi ? Il TG dice che oggi non bisogna muoversi da casa. Nemmeno per andare al bar all' angolo ? NO, il TG ha detto di non MUOVERSI DA CASA. E altre ne avrei, ma alla fine perchè accellerare quel fatidico giorno in cui davvero arriverà l' Inverno ?

aldo1953

Numero di messaggi : 989
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Alexey il Lun Set 03 2012, 15:36

Per nascondere i veri problemi dell' Italia, si offre molto spazio al meteo con immagini relative all' era glaciale (fra un pò in secondo piano si possono scorgere i Mammuth) e alle chiappe della velina di turno, tanto per tenere ignorante l' italiano medio (come se ce ne fosse bisogno tra l' altro!!)

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  bragadan il Ven Set 07 2012, 13:49

Adesso che inizia l'autunno inverno per mantenermi in forma e mantenere le suole dei piedi, due o tre volte a settimana se posso percorro la sera 8-9 km scalzo correndo o camminando, anche quando piove o fa freddo. Ci si sente meglio, si tempra la salute. Persino mia moglie che all'inizio non approvava la mia scielta ha accettato il fatto.
avatar
bragadan

Numero di messaggi : 13
Età : 60
Data d'iscrizione : 23.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Grand Choeur il Mar Set 11 2012, 11:12

Ieri sono rientrato da una settimana di ferie: ho partecipato, come educatore (apprendista!), ad un campo-scuola diocesano destinato ai giovani (14-30 anni) a Costano (PG). Dopo i primi timidi due giorni, in cui lasciavo i sandali sotto al tavolo e mi aggiravo scalzo per il refettorio, ho iniziato a lasciarli direttamente sotto il letto, rimettendomeli soltanto per alcune occasioni (alcune volte per andare in cappella, visita ad Assisi e a S. Maria degli Angeli). Naturalmente qualcuno mi ha chiesto perché, e a cui rispondevo: "Perché ci sto bene".
Una educatrice (che stava prevalentemente in cucina) mi ha detto che ha sempre i piedi neri perché anche a lei piace e in casa sta sempre scalza. Però altrove evita. Abbiamo comunque spiegato insieme alla cuoca che la pelle non si consuma ma si rafforza e che la postura è migliore. Però, a sorpresa, quando ci siamo mascherati per un gioco di paura, anche lei era scalza. Forse ha approfittato della situazione "stravagante" per prendersi un po' di libertà. Subito dopo essersi tolta il costume ha rimesso le ciabatte. Le ho detto: "Hai già rinunciato?" Non mi ha risposto ma mi ha guardato con uno sguardo quasi triste. Forse è un po' "bloccata" in questo senso. Comunque, ha visto coi suoi occhi che "è possibile" e forse è proprio per questo che si è azzardata per le due o tre ore del gioco. Se son rose fioriranno.
Anche in cappella (il cui pavimento in mattoni è una vera goduria) sono stato scalzo la maggior parte delle volte: ci sono andato con i sandali solo le prime due o tre volte e poi anche alla Messa che abbiamo detto la domenica, come fosse "il vestito della festa".
Con mia sorpresa un giorno, una ragazza, alla preghiera della sera, ha lasciato le ciabatte sotto la sedia ed è rimasta scalza per tutto il tempo, andando così ad inginocchiarsi davanti al Tabernacolo ed andando pure a fare una lettura. Forse anche lei ha visto timidamente che "è possibile". Da sottolineare che l'atmosfera era comunque assolutamente informale e familiare, nonostante fossimo circa 40.
Ho avuto modo di ribattere ad alcune obiezioni: una educatrice mi ha detto che è antiigienico (e mi è dispiaciuto che questa affermazione venisse da una farmacista), alla quale ho risposto: "seeee meglio!" E non ha replicato.
La cuoca, vedendo che stavo camminano su una striscia d'erba (la mattina presto, con la guazza freschissima, libidinosa!), mi espresse il suo disappunto, al quale ho risposto: "perché, è avvelenata?" Anche qui non c'è stata replica.
In un giardino a fianco alla struttura dove risiedevamo c'erano diversi vetri qua e là ed anche una bottiglia spaccata. Alla vista della bottiglia, una educatrice più grande di me (e materna), mi ha invitato perentoriamente a mettermi i sandali (cosa che naturalmente non ho fatto). Ho anzi risposto semplicemente pestando deliberatamente ed energicamente un vetro per far vedere quanto era pericoloso (ovviamente non era un culo di bottiglia ma un vetro "largo"), con un suo urlo di spavento. Naturalmente sapevo quel che facevo.
Sempre in quel giardino pubblico che, effettivamente, richiedeva una certa attenzione, mi sono divertito, mentre ci stavo camminando, a sconsigliare di effettuarci un gioco (fra l'altro serale, al buio) in cui avrebbero dovuto scavare, proprio perché pieno di vetri.
Nel viaggio di ritorno mi sono soffermato con la "educatrice scalza" a parlare dei benefici che ho riscontrato, anche che da due anni prendo l'influenza in modo molto blando, magari solo con un giorno di cacaia o un po' di febbre.
Lei stessa mi ha detto che così facendo si rinforza appunto il sistema immunitario (che abbia letto il nostro sito?)
Comunque, come ho detto, se son rose fioriranno.
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 916
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  bfpaul il Mar Set 11 2012, 12:49

Grand Choeur ha scritto:Ieri sono rientrato da una settimana di ferie: ho partecipato, come educatore (apprendista!), ad un campo-scuola diocesano destinato ai giovani (14-30 anni) a Costano (PG). Dopo i primi timidi due giorni, in cui lasciavo i sandali sotto al tavolo e mi aggiravo scalzo per il refettorio, ho iniziato a lasciarli direttamente sotto il letto, rimettendomeli soltanto per alcune occasioni (alcune volte per andare in cappella, visita ad Assisi e a S. Maria degli Angeli). Naturalmente qualcuno mi ha chiesto perché, e a cui rispondevo: "Perché ci sto bene".
Una educatrice (che stava prevalentemente in cucina) mi ha detto che ha sempre i piedi neri perché anche a lei piace e in casa sta sempre scalza. Però altrove evita. Abbiamo comunque spiegato insieme alla cuoca che la pelle non si consuma ma si rafforza e che la postura è migliore. Però, a sorpresa, quando ci siamo mascherati per un gioco di paura, anche lei era scalza. Forse ha approfittato della situazione "stravagante" per prendersi un po' di libertà. Subito dopo essersi tolta il costume ha rimesso le ciabatte. Le ho detto: "Hai già rinunciato?" Non mi ha risposto ma mi ha guardato con uno sguardo quasi triste. Forse è un po' "bloccata" in questo senso. Comunque, ha visto coi suoi occhi che "è possibile" e forse è proprio per questo che si è azzardata per le due o tre ore del gioco. Se son rose fioriranno.
Anche in cappella (il cui pavimento in mattoni è una vera goduria) sono stato scalzo la maggior parte delle volte: ci sono andato con i sandali solo le prime due o tre volte e poi anche alla Messa che abbiamo detto la domenica, come fosse "il vestito della festa".
Con mia sorpresa un giorno, una ragazza, alla preghiera della sera, ha lasciato le ciabatte sotto la sedia ed è rimasta scalza per tutto il tempo, andando così ad inginocchiarsi davanti al Tabernacolo ed andando pure a fare una lettura. Forse anche lei ha visto timidamente che "è possibile". Da sottolineare che l'atmosfera era comunque assolutamente informale e familiare, nonostante fossimo circa 40.
Ho avuto modo di ribattere ad alcune obiezioni: una educatrice mi ha detto che è antiigienico (e mi è dispiaciuto che questa affermazione venisse da una farmacista), alla quale ho risposto: "seeee meglio!" E non ha replicato.
La cuoca, vedendo che stavo camminano su una striscia d'erba (la mattina presto, con la guazza freschissima, libidinosa!), mi espresse il suo disappunto, al quale ho risposto: "perché, è avvelenata?" Anche qui non c'è stata replica.
In un giardino a fianco alla struttura dove risiedevamo c'erano diversi vetri qua e là ed anche una bottiglia spaccata. Alla vista della bottiglia, una educatrice più grande di me (e materna), mi ha invitato perentoriamente a mettermi i sandali (cosa che naturalmente non ho fatto). Ho anzi risposto semplicemente pestando deliberatamente ed energicamente un vetro per far vedere quanto era pericoloso (ovviamente non era un culo di bottiglia ma un vetro "largo"), con un suo urlo di spavento. Naturalmente sapevo quel che facevo.
Sempre in quel giardino pubblico che, effettivamente, richiedeva una certa attenzione, mi sono divertito, mentre ci stavo camminando, a sconsigliare di effettuarci un gioco (fra l'altro serale, al buio) in cui avrebbero dovuto scavare, proprio perché pieno di vetri.
Nel viaggio di ritorno mi sono soffermato con la "educatrice scalza" a parlare dei benefici che ho riscontrato, anche che da due anni prendo l'influenza in modo molto blando, magari solo con un giorno di cacaia o un po' di febbre.
Lei stessa mi ha detto che così facendo si rinforza appunto il sistema immunitario (che abbia letto il nostro sito?)
Comunque, come ho detto, se son rose fioriranno.
Certo, se son rose fioriranno, ma senza esagerare, un po' d'acqua, una concimatina ..

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2863
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Alexey il Mar Set 11 2012, 17:45

Grand Choeur ha scritto:
Ho avuto modo di ribattere ad alcune obiezioni: una educatrice mi ha detto che è antiigienico (e mi è dispiaciuto che questa affermazione venisse da una farmacista), alla quale ho risposto: "seeee meglio!"

Purtroppo il cretino non ha confini di nazionalità, lingua, estrazione sociale e culturale.
Le obiezioni più cretine le ho sentite proprio da laureati e da persone da cui ti aspetti una certa apertura mentale.
Quando mi parlano di igiene e malattie, utilizzo una formula che ho preso in prestito da Flavio, gli chiedo di elencarmele, e ho visto che nella maggior parte dei casi la persona comincia a balbettare frasi sconnesse e senza senso arrossendo di fronte alla propria "mancanza", e con un paio di colpi ben assestati in nome della scienza contro l' ignoranza popolare, di solito vengono zittiti entro pochi secondi.


Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Grand Choeur il Mar Set 11 2012, 17:57

Questa persona è tutt'altro che scema e dopo la mia uscita si è accorta silenziosamente di averla fatta fuori dal vaso.
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 916
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Grand Choeur il Mar Set 11 2012, 19:30

bfpaul ha scritto:
Certo, se son rose fioriranno, ma senza esagerare, un po' d'acqua, una concimatina ..

bfpaul
Se avrò occasione di rivederla, potrò senz'altro dare una "annacquata".
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 916
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Alexey il Mar Set 11 2012, 22:24

Grand Choeur ha scritto:Questa persona è tutt'altro che scema e dopo la mia uscita si è accorta silenziosamente di averla fatta fuori dal vaso.

Se ho offeso una persona a cui tieni ti chiedo scusa, però secondo me occorre distinguere se la persona si è sentita in imbarazzo perchè si è accorta di aver detto una "cavolata" oppure lo ha fatto perchè ha avuto "paura" della tua reazione o di aver in qualche modo "ferito" i tuoi sentimenti.
La persona veramente aperta, prima chiede, poi ascolta quello che gli viene detto, poi si informa e si crea un suo giudizio, però la frase perentoria "è antigienico" cela secondo me il pregiudizio, non il giudizio.
Invece, come è capitato a me, la persona che mi ha fermato mi ha chiesto: "Ma non si possono prendere delle malattie"?, che è molto diverso, questa implica un desiderio di conoscenza da parte dell' interlocutore, che non ha ancora "deciso", si vuole informare, mentre la frase già fatta denota un giudizio dato a priori basato su credenze popolari e non su conoscenze scientifiche che possono portare ad un dibattito costruttivo.


Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Grand Choeur il Mer Set 12 2012, 08:17

Personalmente ho interpretato il suo silenzio come la consapevolezza di non poter ribattere con qualcosa di fondato.
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 916
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piccole passeggiate...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum