Primo maggio

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  lucignolo il Mer Mag 02 2012, 00:11

Rei ha scritto:Comunque, tornando ai racconti di Antonino, due alberghi su due gli hanno risposto che non hanno problemi ad accoglierlo scalzo, solo un ristorante gli ha fatto storie (e gli altri?), le testimonianze di altri soci riportano solo pochissimi casi di risposte negative (e le altre?), eppure tu dichiari che, senza chiedere o senza presentarti direttamente scalzo, cioè SENZA PROVE SPERIMENTALI, sei sicuro che sarai respinto.
Ma che scienziato sei?
Vedo che con te non si discute: hai ragione tu.
Se la vuoi, la ragione te la do volentieri, non mi cambia la vita e non voglio annoiare i nostri postanti.
Continui a dire che parlo senza prove, perciò devo dedurre che non hai ancora capito un emerito tubo.
Perché non domandi ad Alessandro, a Paolo Fratter, a Stefano ed a mia moglie quante mazzate abbiamo preso sulla testa?
Il webmaster non è responsabile delle mie opinioni ed è autorizzato a fornire i miei dati personali all'autorità giudiziaria, nel caso che i cretini in questioni mi denuncino per diffamazione. Sarà un gioco da ragazzi stravincere la causa dimostrando che sono effettivamente cretini e sarà una grande soddisfazione vedere sancito da una sentenza di tribunale il loro essere cretini.
Hai una bella bocca larga: vedremo cosa sai fare.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 62
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  scalzoforever il Mer Mag 02 2012, 00:21


Del racconto di Antonino, quello che mi è piaciuto di più e che all' invito di mettersi le scarpe, ha risposto tranquillamente di no e se ne è andato da un'altra parte.

Sinceramente ero partito da Genova per stare 4 giorni sempre scalzo, quindi non avevo assolutamente intenzione di mettermi le scarpe.
Una cosa volevo dire: in Svizzera, ed in particolare in quella tedesca (vedi Appenzell) ma anche e soprattutto Lugano, le cose mi sembrano diverse da qua: trovi anche dei ragazzini tedeschi (e non solo) che girano tranquillamente scalzi in strada. Non credo proprio che da quelle parti si sognerebbero di proibire lo scalzismo.
Comunque sia, mi spiace che "scateno" una lite nel forum, io volevo solo riportare le mie esperienze, tutto qua...




[/quote]

scalzoforever

Numero di messaggi : 680
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  lucignolo il Mer Mag 02 2012, 00:25

Elan ha scritto:Non ho problemi a dirlo: non è così importante poter andare ovunque scalzi e non ho intenzione di rovinarmi la vita per fare il Ghandi dello scalzismo. Sarebbe importante invece non accettare assurde e crescenti limitazioni della libertà personale e purtroppo ce ne sarebbero di ben più serie su cui disputare
Ecco, appunto: hai chiaramente espresso il pensiero dei barefooters italiani.
Peccato che la morte della libertà comincia sempre dalle piccole cose e che quelle cose più serie non vengono mai affrontate perché troppo serie.
E con le cose serie che ci sono, guarda un po', c'è chi rischia il carcere per qualche cagnolino: hanno tutti buon tempo?
...tutti brontolano, ma tutti "abbozzano".
Eh, appunto.
Capisco la rabbia di Lucignolo e condivido i suoi timori, ma nel futuro che sembra addensarsi davanti a noi il divieto di andare scalzi potrebbe essere il male minore.
No, no, stai tranquillo.
Se andiamo avanti così vedrai che scalzi ci andremo per forza e non per scelta ed allora mi riderà pure il.......meglio non dirlo.
Del racconto di Antonino, quello che mi è piaciuto di più e che all' invito di mettersi le scarpe, ha risposto tranquillamente di no e se ne è andato da un'altra parte.
Non vorrei sembrare leopardiano, ma presto non ci sarà un'altra parte.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 62
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  lucignolo il Mer Mag 02 2012, 00:34

Antonino ha scritto:Comunque sia, mi spiace che "scateno" una lite nel forum, io volevo solo riportare le mie esperienze, tutto qua...
Ma, tranquillo Antonino.
In casa è bello discutere ogni tanto, anche animatamente.
Vedi, sono convinto di essere forse l'unico a prendermi davvero a cuore una questione che per me è diventata un vero e proprio modo di essere e che mi ha sempre preso fin da ragazzino.
Ora, come ho sempre detto, scendo a patti con alcune condizioni inderogabili, ma non con un proibizionismo becero e pieno di ipocrisia.
Di tante altre questioni importanti non me ne frega proprio un fico secco e se mi importa qualcosa non lo faccio sul forum dei Nati Scalzi.
Scusa la mia limitatezza.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 62
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  scalzoforever il Mer Mag 02 2012, 00:35

Se andiamo avanti così vedrai che scalzi ci andremo per forza e non per scelta ed allora mi riderà pure il.......meglio non dirlo.[/color]
Del racconto di Antonino, quello che mi è piaciuto di più e che all' invito di mettersi le scarpe, ha risposto tranquillamente di no e se ne è andato da un'altra parte.
Non vorrei sembrare leopardiano, ma presto non ci sarà un'altra parte.[/quote]

Non sono assolutamente d'accordo. Figurati se una città di mare come Genova mette delle regole anti-scalzismo... Vedresti i vigili multare una persona perchè sta tranquillamente passeggiando in una strada scalzo? E magari contemporaneanente lì vicino c'è uno che sta derubando una persona e a questo non gli fa nulla perchè impegnato con lo scalzo?
Comunque se Lugano non va bene, c'è sempre la Nuova Zelanda, vorrà dire che mi farò passare la paura dell'aereo... Wink

scalzoforever

Numero di messaggi : 680
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  lucignolo il Mer Mag 02 2012, 00:37

Antonino ha scritto:Figurati se una città di mare come Genova mette delle regole anti-scalzismo... Vedresti i vigili multare una persona perchè sta tranquillamente passeggiando in una strada scalzo? E magari contemporaneanente lì vicino c'è uno che sta derubando una persona e a questo non gli fa nulla perchè impegnato con lo scalzo?
Oh, bella! Ventimiglia e San Remo sono in montagna? Smile
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 62
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  scalzoforever il Mer Mag 02 2012, 00:42

lucignolo ha scritto:
Antonino ha scritto:Figurati se una città di mare come Genova mette delle regole anti-scalzismo... Vedresti i vigili multare una persona perchè sta tranquillamente passeggiando in una strada scalzo? E magari contemporaneanente lì vicino c'è uno che sta derubando una persona e a questo non gli fa nulla perchè impegnato con lo scalzo?
Oh, bella! Ventimiglia e San Remo sono in montagna? Smile

In che senso montagna?

scalzoforever

Numero di messaggi : 680
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  scalzoforever il Mer Mag 02 2012, 01:01

Comunque ho controllato: il caso di Pavia risale al 2011

scalzoforever

Numero di messaggi : 680
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  Marco53 il Mer Mag 02 2012, 09:20

Beh... Ventimiglia non so, ma Sanremo fa parte di un comprensorio Alpino !!!
Dev'essere per via del Monte Bignone che sta alle sue spalle e raggiunge i 1300 metri...
Saluti geografici
Marco
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 797
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  Rei il Mer Mag 02 2012, 09:34

lucignolo ha scritto:Continui a dire che parlo senza prove, perciò devo dedurre che non hai ancora capito un emerito tubo.
Perché non domandi ad Alessandro, a Paolo Fratter, a Stefano ed a mia moglie quante mazzate abbiamo preso sulla testa?
Quando gli altri postanti hanno avuto problemi con rompiscalzi, lo hanno denunciato su questo forum, raccontando sia di quando hanno abbozzato, sia di quando hanno reagito, spesso vincendo.
E raccontando e confrontandosi con gli altri, hanno imparato a non farsi discriminare.
Antonino, con le sue richieste preventive agli alberghi e il cambiare ristorante causa richiesta di mettere le scarpe è un ottimo esempio dei risultati di queste discussioni sul forum.
Tu invece consideri normale la discriminazione, non reagisci e neppure denunci la discriminazione su questo sito.
Unica, lontana eccezione, quando hai raccontato il comportamento di un cretino su un traghetto.
Anche lì hai subito senza reagire, dove una persona più convinta delle sue ragioni avrebbe facilmente fatto perdere il posto al cretino, anche se fosse stato il figlio del proprietario e raccomandato personalmente dal Papa.
Ed anche al suo collega perché non l'aveva fermato.
Tua moglie ha invece raccontato del supermercato dove una cassiera cretina le ha fatto storie.
Anche lì vincere era facile come bere un bicchier d'acqua, invece...
Poi più nulla, solo lamentele generiche e previsioni apocalittiche (regolarmente smentite dai fatti) di discriminazioni generalizzate.
Storie concrete, nomi, luoghi, nulla.
Per non parlare del fatto, già ampiamente discusso, che se uno si presenta con l'atteggiamento di chi è convinto di fare qualcosa di negativo o immorale, attirerà immediatamente le attenzioni di rompiscalzi che altrimenti sarebbero rimasti inattivi.
Denuncia ed impara a reagire.
Sii più "killer".
La mia bassa percentuale di scontri con rompiscalzi è data in buona parte dal mio atteggiamento: non provi a prendere a calci uno che potrebbe sbranarti, ma uno che si è disegnato addosso un bersaglio e messo in posizione atta a riceverli, sì, anche se non ci pensavi. La tentazione è troppo forte.

Se è vero che c'è una spinta (secondo me in esaurimento, quelli che vediamo sono gli ultimi colpi di coda) alla limitazione delle libertà, cominciando dalle più insignificanti per arrivare a quelle fondamentali, è nostro dovere reagire sempre e comunque, a cominciare proprio da quelle insignificanti.
Perché è abituando le persone a perdere le piccole ed insignificanti libertà che si riesce a togliere loro quelle importanti.
Ed insegnando loro a riprendersi le piccole ed insignificanti libertà che li puoi spingere a riprendersi quelle importanti.

Magari facendo una colletta per le spese legali e facendo cassare certe ordinanze in base alla sentenza della Corte Costituzionale che hai citato.
Invece di lamentarsi che la sentenza c'è, ma nessuno si muove per farla applicare.

Questo vale per i luoghi pubblici e le ordinanze.
Per i ristoranti ed alberghi il discorso è diverso: lì l'unica azione che possiamo fare è cercare di vincere, ove esista, il pregiudizio, facendo riflettere le persone.
Un piccolo esempio: il gesto di Antonino al ristorante, girare i tacchi (pardon, i talloni) ed andarsene, benché tu pensi il contrario, avrà fatto riflettere il proprietario del ristorante sulla sua concezione di accoglienza.
Fatto poi da un gruppo, la spinta a riflettere sarà maggiore.
Potrebbe rimanere della sua idea o cambiarla, in base alla tipologia del ristorante e della clientela che lui desidera avere e servire.
Ma questa scelta sarà fatta su considerazioni oggettive, non su un pregiudizio.
Quando Fabio il ristoratore mi conobbe, non aveva pregiudizi, ma si pose il problema: accogliere o respingere gli scalzi? Che immagine voleva dare del suo ristorante?
Scelse di accogliere gli scalzi e guadagnò ottimi clienti senza perderne neppure uno.
Ma un ristorante di lusso, di quelli che hanno un codice rigido di abbigliamento, accogliendo gli scalzi perderebbe sicuramente clientela e quindi, giustamente, secondo me, li respingerà.
Ma anche in questo caso la scelta sarà fatta dopo una riflessione, non sul pregiudizio.

Mancanza di libertà e pregiudizio: ecco cosa dobbiamo combattere.
Senza subire, senza lamentarci, ma diventando, come me, un po' "killer".
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2586
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  bfpaul il Mer Mag 02 2012, 09:51

E' incredibile quanti post si scrivano sull'argomento e come in linea di massima contendano le due posizioni "filosofiche" di Flavio e di Rei, ormai ben note.
Personalmente sono convinto di una cosa: ciascuno dei due rimarrà esattamente della stessa idea. Twisted Evil
Oh, incidentalmente faccio notare che ancora una volta siamo OT.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2940
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  contessa scalza il Mer Mag 02 2012, 11:58

Per Rei: Secondo me dai troppo facilmente titoli gratuiti a gruppi di persone, secondo te presenti ovunque. Questa è una semplificazione molto grossolana e inappropriata, che dimostra solo la tua faciloneria (forse pure pigrizia) di pensiero.
Se poi aggiungi che tu ti ritieni sufficentemente intelligente da saper almeno discernere fra cretinaggine e ottusità, allora la tua caparbietà a usare il termine dispregiativo di cretino/i, è violenza verbale.

Cretino = 1. MED Che, chi è affetto da cretinismo
2. Il termine «cretino» è  di  derivazione etimologica da «cristiano» secondo la quale, in origine, il riferimento era rivolto ad alcuni  individui del Vallese nel XVIII sec. considerati persone semplici e innocenti malati di «cretinismo»;  poiché Ottorino Pianigiani e i più raffinati dizionari etimologici francesi conoscono anche  un’altra origine del termine, dal tedesco kreidling, aggettivo di Kreide, creta, a cagione del colore  biancastro della pelle di quegli abitanti del Vallese.  Non tutti i  «cristiani» però sono «cretini» sebbene tutti i malati di «cretinismo» furono soprannominati «poveri cristiani», ovvero «cretini» - «il cretinismo è una  deficienza irreversibile nello sviluppo del cervello umano, che si accompagna a sordomutismo, nanismo e a  malformazione delle ossa e delle articolazioni», dal Dizionario storico della Svizzera. Quindi  l’aggettivo «cristiano», nell’ottica dell’analogo uso di «povero Cristo»,  si è ampliato fino a gemmare vocaboli capaci di denotare persone povere, sfortunate e sovente derise, i  «cretini» appunto. A ben vedere, il movente iniziale era tutt’altro che di disprezzo (basti  osservare le ipotesi storiche della genesi del termine poi degenerato in «stupido, insensato…»).  Infatti, all’origine dell’uso nobile del termine vi erano alcuni «cristiani» che con questo  stesso epiteto denominarono quella povera gente; tutto tranne che una critica al «cristianesimo» come  ignorante, goffo, stupido o altro… In sintesi: chiunque fosse stato affetto da «cretinismo» tra gli abitanti del Vallese nel XVIII sec. veniva ritenuto un «povero cristiano»: oggi diremmo  «diversamente abile» invece di «cretino»/«cristiano».


Ottuso/i > ottusità = Limitatezza, scarsa acutezza di mente e di spirito, ottusamente, con ottusità mentale, senza intelligenza.

Cristiana


avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 53
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  bfpaul il Mer Mag 02 2012, 12:44

Ragazzi oggi è il 2 maggio!!
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2940
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  aldo1953 il Mer Mag 02 2012, 15:04

Da neo-socio, in attesa di convalida, mi sento di dire che sono un po' sconfortato. C'è poco da fare ma mi sento sempre più isolato, sereno magari, ma isolato. E' vero se sei deciso e certo di quello che fai e procedi per la tua strada nessuno ti dirà nulla (l' ho sperimentato questa mattina in una lunga passeggiata), è vero che con chi puoi parlare alla fine le tue ragioni le dimostri (ieri ho approntato un bellissimo barbecue per gli amici in cui ovviamente ero l' unico scalzo e nessuno ha detto nulla). Però alla fine la calzatura, devo ammettere, ha assunto una tale "necessità" nell' abbigliamento che lo scalzo.... resta sempre solo a combattere contro i pregiudizi. Purtroppo credo che l' andare in giro a piedi nudi non sarà mai accettato come fatto normale. Scusate il disfattismo, ma forse oggi non è giornata. A volte ho l' impressione che il mio scalzismo appena posso, il mio usare solo sandali anzi ormai solo le Luna, sia alla fine accettato solo perchè sono "io", cioè una persona rispettata e in genere, se non amata, benvoluta e (posso dirlo ?) apprezzata per altri motivi per cui sarei accettato comunque (da chi mi conosce), ma resto comunque una mosca bianca (o una pecora nera ?). Questo non vuole dire che non insista (sto troppo bene così e ormai le scarpe chiuse mi fanno svenire solo a pensarci), ma il muro a cui mi trovo di fronte a volte mi sembra troppo alto.

aldo1953

Numero di messaggi : 1000
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  Rei il Mer Mag 02 2012, 19:43

aldo1953 ha scritto:ma il muro a cui mi trovo di fronte a volte mi sembra troppo alto.
Ma allora sono fortunato io oppure è questione di latitudine?
Lunedì una mia amica mi ha portato un paio di amiche sue per un pronto soccorso informatico.
Poi tutti alla pizzeria al taglio.
Commenti:
"Ma le scarpe dove le hai lasciate?"
"A casa."
"Grande!"
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2586
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  bfpaul il Mer Mag 02 2012, 20:58

aldo1953 ha scritto:Da neo-socio, in attesa di convalida, mi sento di dire che sono un po' sconfortato. C'è poco da fare ma mi sento sempre più isolato, sereno magari, ma isolato. E' vero se sei deciso e certo di quello che fai e procedi per la tua strada nessuno ti dirà nulla (l' ho sperimentato questa mattina in una lunga passeggiata), è vero che con chi puoi parlare alla fine le tue ragioni le dimostri (ieri ho approntato un bellissimo barbecue per gli amici in cui ovviamente ero l' unico scalzo e nessuno ha detto nulla).
Non siamo pessimisti, sconfortati o isolati, vi prego.
Non è scritto da nessuna parte che tutti i Comuni d'Italia siano o saranno governati da idioti che hanno come prima preoccupazione lo stabilire che il decoro pubblico esige che nei confini comunali nessuno vada scalzo.
Non facciamoci prendere dallo sconforto, è un nostro diritto andare scalzi e finché lo sarà nessuno deve impedircelo illegalmente. Sta a ciascuno di noi far rispettare i suoi diritti, compreso questo.
E' chiaro che il Club difende le nostre idee e i nostri principi, non le singole persone.
Non sentiamoci isolati, siamo in tanti, se ben consideriamo. E' chiaro che il nostro "hobby" o "stile di vita" a seconda dei nostri orientamenti, è estremamente minoritario; dobbiamo prenderne atto e andare avanti.

aldo1953 ha scritto:Però alla fine la calzatura, devo ammettere, ha assunto una tale "necessità" nell' abbigliamento che lo scalzo.... resta sempre solo a combattere contro i pregiudizi. Purtroppo credo che l' andare in giro a piedi nudi non sarà mai accettato come fatto normale. Scusate il disfattismo, ma forse oggi non è giornata. A volte ho l' impressione che il mio scalzismo appena posso, il mio usare solo sandali anzi ormai solo le Luna, sia alla fine accettato solo perchè sono "io", cioè una persona rispettata e in genere, se non amata, benvoluta e (posso dirlo ?) apprezzata per altri motivi per cui sarei accettato comunque (da chi mi conosce), ma resto comunque una mosca bianca (o una pecora nera ?). Questo non vuole dire che non insista (sto troppo bene così e ormai le scarpe chiuse mi fanno svenire solo a pensarci), ma il muro a cui mi trovo di fronte a volte mi sembra troppo alto.
Non c'è dubbio che le persone intelligenti che ti conoscono non cambieranno idea su di te perché stai scalzo, tutt'al più chiederanno i motivi e tu spiegherai ricevendo il più delle volte consensi.
Allora, perché non ci imitano? si potrebbe dire.
Ebbene le ragioni sono poche e le dico sinteticamente: non siamo abituati ad agire ciascuno secondo le sue convinzioni, ma più o meno seguiamo la massa.
Secondo la massa, andare scalzi è riservato alle modelle - ma solo negli spot - in realtà è una cosa inconcepibile, pericolosa, per niente asettica.
Poi, magari questi "benpensanti" seguiti da tutti come un gregge, prendono "qualcosa", buscano malattie "strane" (HIV) e così via ....
bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2940
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  lucignolo il Mer Mag 02 2012, 22:35

Antonino ha scritto:
lucignolo ha scritto:
Antonino ha scritto:Figurati se una città di mare come Genova mette delle regole anti-scalzismo... Vedresti i vigili multare una persona perchè sta tranquillamente passeggiando in una strada scalzo? E magari contemporaneanente lì vicino c'è uno che sta derubando una persona e a questo non gli fa nulla perchè impegnato con lo scalzo?
Oh, bella! Ventimiglia e San Remo sono in montagna? Smile

In che senso montagna?
Ma, insomma, Antonino.
Ventimiglia e San Remo sono luoghi di mare, eppure se esci dalla spiaggia scalzo ti becchi una multa.
La Liguria, in realtà è uno dei luoghi meno molto amichevoli verso i barefooters, a parte i centri meno blasonati dai riccastri con tanto di (lasciatemelo dire) stronzo sotto il naso.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 62
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  lucignolo il Mer Mag 02 2012, 22:36

Antonino ha scritto:Comunque ho controllato: il caso di Pavia risale al 2011
Cioè, ieri!
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 62
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Barefooting: esercizio spirituale

Messaggio  lucignolo il Mer Mag 02 2012, 23:04

aldo1953 ha scritto:Purtroppo credo che l' andare in giro a piedi nudi non sarà mai accettato come fatto normale.
Mai, NO, però abbiamo un bel percorso in salita da affrontare.
La mia idea è che se ci addormentiamo sui facili trionfalismi tipici del nostro forum (vedi, ci manca chi ci manda qualche sonoro schiaffone) rischiamo di convincerci che il mondo si stia scalzando.
Invece per progredire dobbiamo battere il ferro con forza finché è caldo, cioè ogni giorno e non avere paura di far vedere il nostro volto.
Non c'è cosa più devastante che concedere una intervista di barefooting col volto coperto, in quanto vuol dire ammettere di sentirsi in colpa.
Inoltre, penso che un'incendio vada spento entro pochi minuti, perché poi sarà impossibile dominarlo.
C'è qualche segno di reazione da parte di coloro che si sentono in dovere di fermare il malcostume dilagante, identificandolo non nel ladro in giacca e cravatta che ci ammalia con la sua camaleontica apparenza, bensì in ciò che incarna idee di ribellione, di sciatteria, di povertà e di mancanza di rispetto verso il bello che accarezza il nostro sguardo e che ci fa illudere di avere a che fare con una persona totalmente integrata e, quindi, per bene.
La parte più difficile del discorso, caro Aldo, è trasmettere il concetto che far vedere i piedi non è, dal punto di vista intuitivo-logico, diverso dal mostrare le mani nude.
Entrambi sono funzionali e dignitosi, basta astrarsi dal concetto che le mani si usano, sono organi di senso, mentre i piedi puzzano soltanto e devono essere nascosti.
A volte ho l' impressione che il mio scalzismo appena posso, il mio usare solo sandali anzi ormai solo le Luna, sia alla fine accettato solo perchè sono "io", cioè una persona rispettata e in genere, se non amata, benvoluta e (posso dirlo ?) apprezzata per altri motivi per cui sarei accettato comunque (da chi mi conosce), ma resto comunque una mosca bianca (o una pecora nera ?).
Mio buon Aldo, ma ti rendi conto di cosa hai detto? Penso di no.
Hai scoperto il nocciolo della questione.
Vedi, amare una persona, a mio avviso, è prenderla per quello che è, anche se non si condivide il suo pensiero universo.
Ed amarla con tutto il cuore.
Non puoi pretendere che ti abbraccino perché vai a piedi nudi per la strada, per questo devi pazientare ed essere più persuasivo che convincente razionalmente.
Se una persona mi dicesse che non capisce e non condivide, ma mi ama lo stesso, beh, per me sarebbe il migliore atto di comprensione e di affetto.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 62
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  lucignolo il Mer Mag 02 2012, 23:24

Rei ha scritto:Se è vero che c'è una spinta (secondo me in esaurimento, quelli che vediamo sono gli ultimi colpi di coda) alla limitazione delle libertà, cominciando dalle più insignificanti per arrivare a quelle fondamentali, è nostro dovere reagire sempre e comunque, a cominciare proprio da quelle insignificanti.
Perché è abituando le persone a perdere le piccole ed insignificanti libertà che si riesce a togliere loro quelle importanti.
Ed insegnando loro a riprendersi le piccole ed insignificanti libertà che li puoi spingere a riprendersi quelle importanti.
Questo è il Rei che mi piace!
Magari facendo una colletta per le spese legali e facendo cassare certe ordinanze in base alla sentenza della Corte Costituzionale che hai citato.
Invece di lamentarsi che la sentenza c'è, ma nessuno si muove per farla applicare.
E pensi che non ci starei? Mi svenerei per questo, ma sia chiaro, non è che sprechi la mia vita andando a piedi nudi, è che per me è un modo di essere così radicato da farmi star male se non lo esplico.
Perché non lo so.
E nemmeno trascuro altri problemi che, per me, non sono più importanti, ma collaterali.
Se fossi ricco, con poche tasse, con dieci case, ti apparirà assurdo, non sarei così felice come andare scalzo senza problemi.
Preciso, scendo a patti, perché sarei stupido a non farlo in certe situazioni, ma mi piacerebbe tantissimo andare a comprare il giornale, a bere un caffé al bar, a visitare una città, i suoi musei e le sue chese nel modo più appagante che conosco, cioè a piedi nudi.
Eppure, credimi, Rei, non è così immediato e scontato.
Penso anche che, a volte, diciamo le stesse cose senza capirci.
Questo vale per i luoghi pubblici e le ordinanze.
Per i ristoranti ed alberghi il discorso è diverso: lì l'unica azione che possiamo fare è cercare di vincere, ove esista, il pregiudizio, facendo riflettere le persone.
Esatto.
Quando Fabio il ristoratore mi conobbe, non aveva pregiudizi, ma si pose il problema: accogliere o respingere gli scalzi? Che immagine voleva dare del suo ristorante?
Scelse di accogliere gli scalzi e guadagnò ottimi clienti senza perderne neppure uno.
Ma un ristorante di lusso, di quelli che hanno un codice rigido di abbigliamento, accogliendo gli scalzi perderebbe sicuramente clientela e quindi, giustamente, secondo me, li respingerà.
Ma anche in questo caso la scelta sarà fatta dopo una riflessione, non sul pregiudizio.

Mancanza di libertà e pregiudizio: ecco cosa dobbiamo combattere.
Senza subire, senza lamentarci, ma diventando, come me, un po' "killer".
Non posso che stringerti la mano: hai mangiato un pescione intero con adittivo in fosforo? Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 62
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  lucignolo il Mer Mag 02 2012, 23:32

bfpaul ha scritto:E' chiaro che il Club difende le nostre idee e i nostri principi, non le singole persone.
No, caro Paolo.
Il nostro salto di qualità avverrà proprio qui, perché le idee non sono entità astratte che piovono dal cielo come lo Spirito Santo, ma il cuore delle delle persone, che pulsa sempre, finché c'è vita.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 62
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  Elan il Mer Mag 02 2012, 23:32

Io ribadisco il concetto: se è un piacere, va vissuto con leggerezza. Se deve diventare fonte di frustrazione, rabbia, pessimismo, paranoie ... meglio mettersi un bel paio di anfibi e lasciare perdere.

Mi sembra che qui tutti lo vivano con una certa piacevole e giusta leggerezza ... anche Flavio, per quello che posso testimoniare dal contatto diretto; poi magari nello scrivere si incupisce e diventa leopardiano.

Può darsi che chi va a piedi nudi reserà sempre una mosca bianca ... ma forse, sotto, sotto, anche quello è un piccolo e gradevole peccato di vanità.


avatar
Elan

Numero di messaggi : 1085
Età : 64
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  scalzoforever il Gio Mag 03 2012, 00:01



In che senso montagna?[/quote]Ma, insomma, Antonino.
Ventimiglia e San Remo sono luoghi di mare, eppure se esci dalla spiaggia scalzo ti becchi una multa.

Dici? A me non risulta, sono andato su google e non ho trovato nulla di ciò. Non è escluso che una domenica vada scalzo a Sanremo, voglio proprio vedere... Wink

La Liguria, in realtà è uno dei luoghi meno molto amichevoli verso i barefooters, a parte i centri meno blasonati dai riccastri con tanto di (lasciatemelo dire) stronzo sotto il naso.
[/quote]

scalzoforever

Numero di messaggi : 680
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  lucignolo il Gio Mag 03 2012, 01:33

Antonino ha scritto:Dici? A me non risulta, sono andato su google e non ho trovato nulla di ciò. Non è escluso che una domenica vada scalzo a Sanremo, voglio proprio vedere... Wink
Uomo di poca fede.
Vai qui e leggiti l'articolo 7 ( comportamenti vietati a salvaguardia della sicurezza e del decoro della città), comma 1, paragrafo o:

Regolamento di polizia urbana di Sanremo
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 62
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  aldo1953 il Gio Mag 03 2012, 12:42

Rei ha scritto:
Antonino ha scritto:Dunque, ieri sera volevo andare a mangiare in un ristorante vicino all'albergo con dei piatti molto invitanti. Entro, chiedo se c'è posto per una persona, mi rispondono di si. Poi, appena visti i miei piedi nudi, mi chiedono se posso mettermi le scarpe, io dico di no e in sostanza non mi fanno entrare. Quindi, esistono ancora dei ristoranti che non accettano i piedi scalzi.
Certo che ci sono: perdono dei clienti, ma ci sono.
Contenti loro.
Per fortuna, molti ristoranti dove si mangia molto bene non fanno storie.

A volte però, arrivare in gruppo e non da solo aiuta: uno da solo può essere preso per uno "strano" (cioè che potrebbe NON PAGARE), un gruppo, per degli eccentrici innocui e paganti.

Credo al riguardo di potere dire qualche cosa avendone parlato già in passato con addetti ai lavori. Un amico ristoratore ligure di pregio, con un ristorante dove si va per mangiare bene e non per farsi vedere e che, tra l' altro, avendo i tavoli a pochi passi dalla spiaggia non si fa certo problemi di abbigliamento dei clienti mi raccontò che i clienti non paganti non preoccupano un gran chè i ristoratori, prima di tutto perchè veramente rari (da lui al massimo uno o due all'anno), poi perchè sempre singoli e quindi poco dannosi nel contesto di una serata e poi perchè non disturbano gli altri (fuggono veloci e silenziosi). Al contrario vedono come il fumo negli occhi chi è possibile fonte di disturbo per gli altri avventori che potrebbero decidere di non entrare o di andarsene e comunque non rimarrebbero sereni. In quest' ottica il singolo scalzo potrebbe (purtroppo) essere una turbativa. Sono peraltro certo che se si fosse presentato in compagnia di una "sventola" (scusate il termine triviale ma espressivo), magari scalza , il trattamento sarebbe stato diverso. In un' altra occasione un barista mi disse di essere stato querelato per essersi rifiutato di servire un cliente. Vinse la causa perchè dimostrò che la persona, anche in altre occasioni aveva avuto un comportamento disturbante rispetto al locale, e non parlo di ubriachezza molesta ma solo di un comportamento genericamente disturbante. Con ciò non giustifico chi è un po' miope, però la cosa appare nel contesto più comprensibile.

aldo1953

Numero di messaggi : 1000
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo maggio

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum