Da soli o in compagnia ?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Da soli o in compagnia ?

Messaggio  aldo1953 il Lun Mag 14 2012, 12:21

Non parlo naturalmente di un aperitivo (beh, magari perchè no ?). Questa mattina passeggiando scalzo e "beato", mi sono posto un problema : cosa penserei di : a) Incontrare casualmente un altro BF, b) Fare una passeggiata con una altra persona scalza, c) Fare una escursione di gruppo. Alla prima domanda la risposta è automatica e l' ho avuta in passato da Voi, siamo così pochi che non può materialmente accadere, nel caso, pur essendo una persona che si fa i fatti suoi e desidera che gli altri se li facciano, vorrei parlargli, magari chiedergli se conosce il Club etc etc: essendo in quel caso anche io scalzo (e se non lo fossi, lo farei subito) non lo disturberei. La terza ipotesi la scarto perchè, scusatemi, non ho mai avuto simpatia per le uscite di gruppo. Mi dispiace assai di non poter essere presente all' incontro al Parco Nord perchè avrei avuto modo di conoscere di persona tanti soci simpatici e per ora solo immaginati, ma di fare escursioni tipo gita scolastica non me la sento (nel senso che non mi attirano), anche se mai dire mai. Quello che più mi ha posto dubbi è stato il quesito (b). Se si trattasse di UNA BF,credo che non potrei che esserne contento (cosa pensate !!! Sono felicemente sposato e certi pensieri... non mi sono permessi), se poi fosse mia moglie sarebbe il massimo. E' un dato di fatto che considero la donna il terzo occhio dell' uomo, quello che lei vede, l' uomo lo vedrà tra un secolo e se c' è complementarietà l' uomo ne esce rafforzato. Per cui se fosse una Lei... Very Happy . Se però fosse un uomo, non so, sono un sostenitore della amicizia maschile, quella che consente di capirsi senza parlare e perdona tutto (rarissima e da guadagnarsi duramente), però percepisco che potrei essere in imbarazzo. Non sono esperto in psicologia oltre quella spicciola che utilizzo nel lavoro, ma non vorrei ci fosse un latente senso di rivalità o qualche cosa di sessuale (è un dato di fatto che il piede nudo è universalmente un richiamo). Voi cosa ne dite ?

aldo1953

Numero di messaggi : 1004
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da soli o in compagnia ?

Messaggio  bfpaul il Mar Mag 15 2012, 13:19

aldo1953 ha scritto:Non parlo naturalmente di un aperitivo (beh, magari perchè no ?). Questa mattina passeggiando scalzo e "beato", mi sono posto un problema : cosa penserei di : a) Incontrare casualmente un altro BF, b) Fare una passeggiata con una altra persona scalza, c) Fare una escursione di gruppo.
Queste sono cose che vengono in mente quando si è rilassati, infatti solo allora si immagina di condividere le nostre sensazioni con altri; prima no, siamo occupati con i nostri fantasmi mentali ...
aldo1953 ha scritto:Alla prima domanda la risposta è automatica e l' ho avuta in passato da Voi, siamo così pochi che non può materialmente accadere, nel caso, pur essendo una persona che si fa i fatti suoi e desidera che gli altri se li facciano, vorrei parlargli, magari chiedergli se conosce il Club etc etc: essendo in quel caso anche io scalzo (e se non lo fossi, lo farei subito) non lo disturberei.

Più volte abbiamo detto qui, che queste occasioni non andrebbero perse, però capisco che non essendo preparati all'incontro, ci si blocchi. E invece bisognerebbe ricuperare un minimo di lucidità per affiancare il/la nostro/a amico/a e intavolare discorso !!!
aldo1953 ha scritto: La terza ipotesi la scarto perchè, scusatemi, non ho mai avuto simpatia per le uscite di gruppo. Mi dispiace assai di non poter essere presente all' incontro al Parco Nord perchè avrei avuto modo di conoscere di persona tanti soci simpatici e per ora solo immaginati, ma di fare escursioni tipo gita scolastica non me la sento (nel senso che non mi attirano), anche se mai dire mai.

Vorrei precisare che noi abbiamo fatto vari incontri, che prima di tutto sono fra "persone" e poi fra "barefooters"; solo dopo si sono organizzate giornate turistico-culinarie.
aldo1953 ha scritto:Quello che più mi ha posto dubbi è stato il quesito (b). Se si trattasse di UNA BF,credo che non potrei che esserne contento (cosa pensate !!! Sono felicemente sposato e certi pensieri... non mi sono permessi), se poi fosse mia moglie sarebbe il massimo. E' un dato di fatto che considero la donna il terzo occhio dell' uomo, quello che lei vede, l' uomo lo vedrà tra un secolo e se c' è complementarietà l' uomo ne esce rafforzato. Per cui se fosse una Lei... Very Happy . Se però fosse un uomo, non so, sono un sostenitore della amicizia maschile, quella che consente di capirsi senza parlare e perdona tutto (rarissima e da guadagnarsi duramente), però percepisco che potrei essere in imbarazzo. Non sono esperto in psicologia oltre quella spicciola che utilizzo nel lavoro, ma non vorrei ci fosse un latente senso di rivalità o qualche cosa di sessuale (è un dato di fatto che il piede nudo è universalmente un richiamo). Voi cosa ne dite ?
Beh, se nel gruppo ci sono anche presenze femminili ne siamo tutti felici, direi.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da soli o in compagnia ?

Messaggio  aldo1953 il Mar Mag 15 2012, 15:38

Grazie come sempre della lucida analisi . In effetti non volevo essere offensivo in alcun modo, è chiaro e prima di tutto a
me stesso, che stare scalzi è solo una componente di una persona (certo non la più importante) e , tra l'altro, è uno dei miei punti di forza nelle discussioni al riguardo con altri estranei al BF (se sono scalzo o porto costose scarpe cambia la mia identità ?- per alcuni sì purtroppo). Altrimenti sarebbe come dire che il tale non ci va a genio perchè porta i capelli lunghi o quell' altro perchè fuma. Si tratta di fatti personali che non influenzano in alcun modo il rapporto con gli altri. Dicevo solo che personalmente non apprezzo troppo, ma forse perchè di fatto non l' ho mai provato, il fatto di essere in gita con molte altre persone dove il rapporto personale si diluisce anche se proprio lì possono nascere amicizie perenni ( e lo so per esperienza). Inoltre essendo questo il primo club in assoluto a cui mi iscrivo è possibile che non abbia ancora assimilato del tutto lo spirito di gruppo o, come oggi si usa dire, della community. Quindi ben vengano incontri in cui scambiare per il 10 % opinioni sul BF e per il 90 % parlarsi da persone che ne devono scoprire altre. Circa il possibile incontro casuale con un altro BF, Elan ci dice che ne ha visto uno... ma che non era fisicamente pronto al dialogo. Io personalmente ormai, con la buona stagione, viaggio perennemente con gli occhi bassi per scoprirne un altro, ma credo che sarà davvero difficile. Nel prossino fine settimana sarò a Venezia, hai visto mai ?
Grazie sempre per l' attenzione ai miei problemi e anche ai miei svarioni.

aldo1953

Numero di messaggi : 1004
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da soli o in compagnia ?

Messaggio  lucignolo il Mar Mag 15 2012, 22:11

aldo1953 ha scritto:La terza ipotesi la scarto perchè, scusatemi, non ho mai avuto simpatia per le uscite di gruppo. Mi dispiace assai di non poter essere presente all' incontro al Parco Nord perchè avrei avuto modo di conoscere di persona tanti soci simpatici e per ora solo immaginati, ma di fare escursioni tipo gita scolastica non me la sento (nel senso che non mi attirano), anche se mai dire mai.
Scusami, Aldo, ma c'è qualcosa che non mi quadra.
Non ho capito perché si possa uscire in gruppo con il CAI o con il gruppo del CRAL o con il Touring Club Italiano, ma non con i Nati Scalzi.
Può essere che non ti piaccia uscire con i gruppi in genere, ma sei mai uscito con un gruppo di amici?
Se sì, mi devi spiegare: è il fatto di essere scalzi che ti cambia le carte in tavola?
E poi, se ti dispiace davvero di non poter essere presente all'incontro del Parco Nord, perché avresti avuto modo di conoscere persone simpatiche (l'hai detto tu), faccio fatica a comprendere il tuo atteggiamento.
Non è polemica la mia, ma solo perplessità.
Se si trattasse di UNA BF,credo che non potrei che esserne contento (cosa pensate !!! Sono felicemente sposato e certi pensieri... non mi sono permessi)
Aldo, ma che stai dicendo?
Quali pensieri non ti sono permessi?
Guarda che uscire con una barefooter è cosa naturale e pura se tu sei puro di pensiero e di spirito.
Io l'ho fatto con Cristiana, persona che stimo al massimo grado e che rispetto ancora di più.
Non è male uscire con una barefooter, a meno che le tue intenzioni siano malevoli (e non lo credo).
Dipende tutto da te e sono convinto che tu sia una persona retta ed affidabile.
Solo che, probabilmente, sei imbarazzato dal fatto di essere scalzo e questa cosa distorce un poco le tue percezioni.
Tieni presente che le occasioni ci tentano ogni giorno, anche in giacca e cravatta, anche con le scarpe più eleganti del mondo.
Ma se tui sei forte dentro, allora nulla ti può far paura.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da soli o in compagnia ?

Messaggio  ChiccoB il Mer Mag 16 2012, 00:19

lucignolo ha scritto:
aldo1953 ha scritto:La terza ipotesi la scarto perchè, scusatemi, non ho mai avuto simpatia per le uscite di gruppo. Mi dispiace assai di non poter essere presente all' incontro al Parco Nord perchè avrei avuto modo di conoscere di persona tanti soci simpatici e per ora solo immaginati, ma di fare escursioni tipo gita scolastica non me la sento (nel senso che non mi attirano), anche se mai dire mai.
Scusami, Aldo, ma c'è qualcosa che non mi quadra.
Non ho capito perché si possa uscire in gruppo con il CAI o con il gruppo del CRAL o con il Touring Club Italiano, ma non con i Nati Scalzi.
Può essere che non ti piaccia uscire con i gruppi in genere, ma sei mai uscito con un gruppo di amici?
Se sì, mi devi spiegare: è il fatto di essere scalzi che ti cambia le carte in tavola?
E poi, se ti dispiace davvero di non poter essere presente all'incontro del Parco Nord, perché avresti avuto modo di conoscere persone simpatiche (l'hai detto tu), faccio fatica a comprendere il tuo atteggiamento.
Non è polemica la mia, ma solo perplessità.
Se si trattasse di UNA BF,credo che non potrei che esserne contento (cosa pensate !!! Sono felicemente sposato e certi pensieri... non mi sono permessi)
Aldo, ma che stai dicendo?
Quali pensieri non ti sono permessi?
Guarda che uscire con una barefooter è cosa naturale e pura se tu sei puro di pensiero e di spirito.
Io l'ho fatto con Cristiana, persona che stimo al massimo grado e che rispetto ancora di più.
Non è male uscire con una barefooter, a meno che le tue intenzioni siano malevoli (e non lo credo).
Dipende tutto da te e sono convinto che tu sia una persona retta ed affidabile.
Solo che, probabilmente, sei imbarazzato dal fatto di essere scalzo e questa cosa distorce un poco le tue percezioni.
Tieni presente che le occasioni ci tentano ogni giorno, anche in giacca e cravatta, anche con le scarpe più eleganti del mondo.
Ma se tui sei forte dentro, allora nulla ti può far paura.
Quoto al massimo, soprattutto l'ultima parte del tuo pensiero, Lucignolo.

Chicco.

ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da soli o in compagnia ?

Messaggio  ChiccoB il Mer Mag 16 2012, 00:29

aldo1953 ha scritto:Non parlo naturalmente di un aperitivo (beh, magari perchè no ?). Questa mattina passeggiando scalzo e "beato", mi sono posto un problema : cosa penserei di : a) Incontrare casualmente un altro BF, b) Fare una passeggiata con una altra persona scalza, c) Fare una escursione di gruppo. Alla prima domanda la risposta è automatica e l' ho avuta in passato da Voi, siamo così pochi che non può materialmente accadere, nel caso, pur essendo una persona che si fa i fatti suoi e desidera che gli altri se li facciano, vorrei parlargli, magari chiedergli se conosce il Club etc etc: essendo in quel caso anche io scalzo (e se non lo fossi, lo farei subito) non lo disturberei. La terza ipotesi la scarto perchè, scusatemi, non ho mai avuto simpatia per le uscite di gruppo. Mi dispiace assai di non poter essere presente all' incontro al Parco Nord perchè avrei avuto modo di conoscere di persona tanti soci simpatici e per ora solo immaginati, ma di fare escursioni tipo gita scolastica non me la sento (nel senso che non mi attirano), anche se mai dire mai. Quello che più mi ha posto dubbi è stato il quesito (b). Se si trattasse di UNA BF,credo che non potrei che esserne contento (cosa pensate !!! Sono felicemente sposato e certi pensieri... non mi sono permessi), se poi fosse mia moglie sarebbe il massimo. E' un dato di fatto che considero la donna il terzo occhio dell' uomo, quello che lei vede, l' uomo lo vedrà tra un secolo e se c' è complementarietà l' uomo ne esce rafforzato. Per cui se fosse una Lei... Very Happy . Se però fosse un uomo, non so, sono un sostenitore della amicizia maschile, quella che consente di capirsi senza parlare e perdona tutto (rarissima e da guadagnarsi duramente), però percepisco che potrei essere in imbarazzo. Non sono esperto in psicologia oltre quella spicciola che utilizzo nel lavoro, ma non vorrei ci fosse un latente senso di rivalità o qualche cosa di sessuale (è un dato di fatto che il piede nudo è universalmente un richiamo). Voi cosa ne dite ?
Se non ho capito male: le prime due opzioni, secondo me sono correlate. Cioè se tu dovessi incontrare un altro barefooter, sicuramente ti comporteresti come hai detto nel tuo post: lo avvicineresti gioisamente, e aggiungo senza differenziare se maschio o femmina. Non vedo perchè dovresti quindi essere in imbarazzo se tu dovessi avere un incontro di questo tipo con un'altro uomo. L'opzione "C": sei tu che scegli se incontrarti con altri barefooters "già esistenti sul forum". Ovviamente non sei obbligato a fare nulla di cui tu non sia disposto a fare. Quindi sei tu che se vorrai, potrai decidere un giorno se partecipare agli eventi in programma sul forum.

Chicco.

ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Urge qualche chiarimento !

Messaggio  aldo1953 il Mer Mag 16 2012, 11:11

Come spesso capita scrivere è un conto, parlare è un altro e si può essere fraintesi. Per quanto riguarda il fatto di fare una passeggiata con una donna scalza, è chiaro che si tratta di una battuta, certamente male espressa, ma solo una battuta. E chiaro che in realtà non volevo dire letteralmente quello. L' amicizia è una cosa bellissima a prescindere e se c'è anche un interesse comune... meglio e poi la tempesta ormonale l' ho superata da un pezzo. Per quanto riguarda le uscite in compagnia il problema non riguarda ovviamente il fatto di essere o non essere scalzi, se si è amici lo si è e basta e anzi l' appartenenza a un gruppo rafforza l' idea. Il punto è che da molti anni non ho un giro di amici tale da permettere uscite numerose, tutt' al più siamo in quattro (due coppie) e di rado, ma è solo una questione di abitudine ad essere più o meno sempre da solo (si fa per dire, ovviamente ) con mia moglie. Infine quanto all' ipotesi di farsi una passeggiata scalza con altro BF non volevo negare che sarebbe interessante prima di tutto per conoscere qualcuno che ha il tuo stesso interesse e magari ha avuto i tuoi stessi problemi, poi perchè comunque conoscere altri è sempre bello. In questo caso dò ragione all' affermazione che probabilmente un imbarazzo latente e non vinto del tutto verrebbe acuito. Solamente, come ripeto, e l' ho notato non solo nei miei post, non è sempre facile esprimere esattamente quello che si vorrebbe, se poi si tenta di fare un po' gli spiritosi lo scivolone è davvero facile. Grazie perciò ancora per le correzioni che fanno imparare.

aldo1953

Numero di messaggi : 1004
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da soli o in compagnia ?

Messaggio  Elan il Mer Mag 16 2012, 14:26

Flavio, perchè parli di intenzioni "malevole" ? Smile io le chiamo intenzioni serie Smile ... provare attrazione e non nasconderlo non è una cosa censurabile.... L'importante è non diventare sgradevoli e sgraditi e, naturalmente, chi è legato, dovrà decidere nel suo intimo, i suoi limiti di comportamento ... ma flirtare un po' è molto liberatorio.

Quanto all' eventuale incontro con un altro uomo scalzo ... non credo che sia doveroso cercare un contatto, ma mi sembra che almeno una battuta ed una stretta di mano tra mosche bianche sia inevitabile.

Se sei un tipo molto controllato e freddo puoi cavartela anche con un "il dottor Livingston, suppongo ..."

Infine, per quanto riguarda fare una passeggiata, sono anni che cerco qualcuno con cui condividerle ... uomo o donna non avrebbe alcuna importanza.... anzi rinnovo l'invito a chiunque abbia voglia di girare per la natura della Toscana centrale. Le passeggiate di gruppo in città? contrastano un po' con il mio desiderio di non dare nell'occhio, ma, ovviamente, dipende dal gruppo ...non sono disposto a girare portando un cartello, ma la maglietta dei nati scalzi, quella sì. A Vienna ed a Venezia ci siamo divertiti molto ... ma tra i NatiScalzi c'è gente veramente piacevole Smile

Arrivederci a Roma!
avatar
Elan

Numero di messaggi : 1086
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da soli o in compagnia ?

Messaggio  aldo1953 il Mer Mag 16 2012, 17:33

Elan ha scritto:Flavio, perchè parli di intenzioni "malevole" ? Smile io le chiamo intenzioni serie Smile ... provare attrazione e non nasconderlo non è una cosa censurabile.... L'importante è non diventare sgradevoli e sgraditi e, naturalmente, chi è legato, dovrà decidere nel suo intimo, i suoi limiti di comportamento ... ma flirtare un po' è molto liberatorio.

Quanto all' eventuale incontro con un altro uomo scalzo ... non credo che sia doveroso cercare un contatto, ma mi sembra che almeno una battuta ed una stretta di mano tra mosche bianche sia inevitabile.

Se sei un tipo molto controllato e freddo puoi cavartela anche con un "il dottor Livingston, suppongo ..."

Infine, per quanto riguarda fare una passeggiata, sono anni che cerco qualcuno con cui condividerle ... uomo o donna non avrebbe alcuna importanza.... anzi rinnovo l'invito a chiunque abbia voglia di girare per la natura della Toscana centrale. Le passeggiate di gruppo in città? contrastano un po' con il mio desiderio di non dare nell'occhio, ma, ovviamente, dipende dal gruppo ...non sono disposto a girare portando un cartello, ma la maglietta dei nati scalzi, quella sì. A Vienna ed a Venezia ci siamo divertiti molto ... ma tra i NatiScalzi c'è gente veramente piacevole Smile

Arrivederci a Roma!

Eh, quando leggo i post di Elan non posso che ammettere di avere un maestro nell' espressione del pensiero che tanto spesso è anche il mio. Sì, sono orgoglioso di fare parte dei Nati-scalzi, ma anch' io non apprezzo l' idea di dare troppo nell' occhio in città, detto chiaramente non sono tipo da manifestazione. Ci giro scalzo, come e dove l' ho già detto altrove, con grande soddisfazione, ma lo scopo alla fine è quello di rendere "normale" per me e per chi mi vede una cosa che a molti non pare per nulla tale e comunque non è sempre possibile (in questo senso ho la grande fortuna di essere lavorativamente, e non solo, "autonomo" e quindi di non dovere dare troppe spiegazioni a nessuno). All' incontro di Milano avrei davvero voluto essere presente, tanto che avevo programmato di essere libero da ogni impegno, solo che... avevo preventivato (stoltamente) che avvenisse una settimana prima !
Visto che poi bazzico spesso il Parco Nord da ciclista nei finesettimana, se qualche Natoscalzo milanese o addirittura della zona (abito a 200 metri) volesse incontrarmi (oddio non sarebbe una visione così idilliaca) per fare quattro chiacchere , autorizzo fin d' ora l' Amministratore a dare la mia mail.
Quanto alla famiglia... ci sono buoni segnali.

aldo1953

Numero di messaggi : 1004
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da soli o in compagnia ?

Messaggio  ChiccoB il Gio Mag 17 2012, 00:55

aldo1953 ha scritto:Come spesso capita scrivere è un conto, parlare è un altro e si può essere fraintesi. Per quanto riguarda il fatto di fare una passeggiata con una donna scalza, è chiaro che si tratta di una battuta, certamente male espressa, ma solo una battuta. E chiaro che in realtà non volevo dire letteralmente quello. L' amicizia è una cosa bellissima a prescindere e se c'è anche un interesse comune... meglio e poi la tempesta ormonale l' ho superata da un pezzo. Per quanto riguarda le uscite in compagnia il problema non riguarda ovviamente il fatto di essere o non essere scalzi, se si è amici lo si è e basta e anzi l' appartenenza a un gruppo rafforza l' idea. Il punto è che da molti anni non ho un giro di amici tale da permettere uscite numerose, tutt' al più siamo in quattro (due coppie) e di rado, ma è solo una questione di abitudine ad essere più o meno sempre da solo (si fa per dire, ovviamente ) con mia moglie. Infine quanto all' ipotesi di farsi una passeggiata scalza con altro BF non volevo negare che sarebbe interessante prima di tutto per conoscere qualcuno che ha il tuo stesso interesse e magari ha avuto i tuoi stessi problemi, poi perchè comunque conoscere altri è sempre bello. In questo caso dò ragione all' affermazione che probabilmente un imbarazzo latente e non vinto del tutto verrebbe acuito. Solamente, come ripeto, e l' ho notato non solo nei miei post, non è sempre facile esprimere esattamente quello che si vorrebbe, se poi si tenta di fare un po' gli spiritosi lo scivolone è davvero facile. Grazie perciò ancora per le correzioni che fanno imparare.
Sì guarda, anche a me spessissimo è stato difficile spiegare (scrivendo) alcuni miei pensieri. Ne avevamo parlato a lungo, tempo fa in occasione di una giornata trascorsa con alcuni amici barefooters. Era giustamente emerso che scrivendo, manca il "tono di voce". Ed è per questo che spesso si possono fraintendere alcune frasi, ma è normale che accada. Dato che con te non ci conosciamo personalmente ma mi farebbe molto piacere scambiare due chiacchiere "a voce", se desideri, fatti dare il mio cellulare da Paolo Selis. Oppure fatti dare la mia mail.

Chicco.

ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da soli o in compagnia ?

Messaggio  ChiccoB il Gio Mag 17 2012, 01:00

Elan ha scritto:Flavio, perchè parli di intenzioni "malevole" ? Smile io le chiamo intenzioni serie Smile ... provare attrazione e non nasconderlo non è una cosa censurabile.... L'importante è non diventare sgradevoli e sgraditi e, naturalmente, chi è legato, dovrà decidere nel suo intimo, i suoi limiti di comportamento ... ma flirtare un po' è molto liberatorio.

Quanto all' eventuale incontro con un altro uomo scalzo ... non credo che sia doveroso cercare un contatto, ma mi sembra che almeno una battuta ed una stretta di mano tra mosche bianche sia inevitabile.

Se sei un tipo molto controllato e freddo puoi cavartela anche con un "il dottor Livingston, suppongo ..."

Infine, per quanto riguarda fare una passeggiata, sono anni che cerco qualcuno con cui condividerle ... uomo o donna non avrebbe alcuna importanza.... anzi rinnovo l'invito a chiunque abbia voglia di girare per la natura della Toscana centrale. Le passeggiate di gruppo in città? contrastano un po' con il mio desiderio di non dare nell'occhio, ma, ovviamente, dipende dal gruppo ...non sono disposto a girare portando un cartello, ma la maglietta dei nati scalzi, quella sì. A Vienna ed a Venezia ci siamo divertiti molto ... ma tra i NatiScalzi c'è gente veramente piacevole Smile

Arrivederci a Roma!
Elan, anche con te vale lo stesso discorso fatto a Aldo. Se lo desideri, fatti dare il mio cellulare a Paolo Selis. Io purtroppo sono un pessimo viaggiatore, lo sanno bene Flavio & co. Se tu per caso avessi occasione di fare un giro dalle mie parti, sarei veramente felice di poter condividere assieme a te una camminata scalzo.

Chicco.

ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da soli o in compagnia ?

Messaggio  lucignolo il Gio Mag 17 2012, 01:56

Elan ha scritto:L'importante è non diventare sgradevoli e sgraditi e, naturalmente, chi è legato, dovrà decidere nel suo intimo, i suoi limiti di comportamento ... ma flirtare un po' è molto liberatorio.
Da qui discende il fatto di essere malevolo o benevolo; i limiti del tuo comportamento li tracci tu.
Conosci il bene e conosci il male, concetti relativi che, comunque, non possono prescindere da un'attenta valutazione delle conseguenze finali delle proprie azioni, per sé e per gli altri, oggi come domani.
Ed allora quei concetti possono diventare degli assoluti.
Quanto all'eventuale incontro con un altro uomo scalzo ... non credo che sia doveroso cercare un contatto, ma mi sembra che almeno una battuta ed una stretta di mano tra mosche bianche sia inevitabile.
L'ho sempre sostenuto.
Hai detto bene: doveroso no, inevitabile sì, perlomeno in quanto persone curiose di toccare con mano il mondo che ci circonda, affascinante sia di giorno che di notte.
Se sei un tipo molto controllato e freddo puoi cavartela anche con un "il dottor Livingston, suppongo ..."
Può sembrare disumano, ma a volte serve.
E ti salva da probabili situazioni spiacevoli.
Le passeggiate di gruppo in città? contrastano un po' con il mio desiderio di non dare nell'occhio, ma, ovviamente, dipende dal gruppo ...non sono disposto a girare portando un cartello, ma la maglietta dei nati scalzi, quella sì. A Vienna ed a Venezia ci siamo divertiti molto ... ma tra i NatiScalzi c'è gente veramente piacevole Smile
Perché non dovremmo dare nell'occhio?
O meglio, perché dovremmo nasconderci?
Se siamo convinti che essere scalzi sia cosa buona e giusta, allora lo si dovrebbe fare senza troppe considerazioni collaterali.
Perché non ammettiamo che, spesso, il tarlo che ci rode si chiama approvazione sociale e che ci riteniamo fondamentalmente in colpa nell'infrangere un tabù forte come quello che ci viene imposto da una società calzata senza saperne il motivo?
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da soli o in compagnia ?

Messaggio  ALEBO il Lun Mag 28 2012, 10:42

Infine, per quanto riguarda fare una passeggiata, sono anni che cerco qualcuno con cui condividerle ... uomo o donna non avrebbe alcuna importanza.... anzi rinnovo l'invito a chiunque abbia voglia di girare per la natura della Toscana centrale.


Elan io sarei disponibile, dipende dal giorno e dal percorso non troppo lungo ed impegnativo e se è possibile accompagnati anche da altre persone che con noi condividono la passione di camminare scalzi.
avatar
ALEBO

Numero di messaggi : 448
Data d'iscrizione : 26.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da soli o in compagnia ?

Messaggio  ALEBO il Mer Mag 30 2012, 16:10

ALEBO ha scritto:
Infine, per quanto riguarda fare una passeggiata, sono anni che cerco qualcuno con cui condividerle ... uomo o donna non avrebbe alcuna importanza.... anzi rinnovo l'invito a chiunque abbia voglia di girare per la natura della Toscana centrale.


Elan io sarei disponibile, dipende dal giorno e dal percorso non troppo lungo ed impegnativo e se è possibile accompagnati anche da altre persone che con noi condividono la passione di camminare scalzi.

Non ho ricevuto risposta alla mia di cui sopra, forse pensi che io sia troppo distante da dove tu abiti? E' vero che non abito nella Toscana centrale, ma sulla costa.... in tutti i casi a Poggibonsi arriverei facilmente.
avatar
ALEBO

Numero di messaggi : 448
Data d'iscrizione : 26.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da soli o in compagnia ?

Messaggio  Elan il Gio Mag 31 2012, 10:05

Scusa per la risposta mancata ... in effetti pensavo che alebo stesse per Alessandro Bologna Smile

La cosa migliore è che Paolo Selis ci faccia avere i rispettivi numeri di telefono o email personale in modo che possiamo metterci d'accordo ... mi sembra un'ottima idea ed una prospettiva molto allettante.

Col fatto che la mia compagna non vuole/può mai e per via di un impegno modellistico che mi sta ossessionando, ultimamente ho ridotto le attività fisiche outdoors (in cambio lavoro con carriola, cazzuola e vanga come un forsennato), per cui sarei ben contento di avere una occasione per fare un bel giro scalzo in compagnia.

avatar
Elan

Numero di messaggi : 1086
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da soli o in compagnia ?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum