Milano 2012

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Milano 2012

Messaggio  lucignolo il Mer Mag 23 2012, 00:13

Il raduno di Milano è andato buco, non per colpa dei barefooters del nord, notoriamente attivi e con tanta voglia di migliorare, ma per colpa di Giove Pluvio che non ne vuole sapere di mollare la presa.
Si teme la siccità, poi si cade nello stato alluvionale.
E non è ancora finita. Fa freddo, ragazzi e molti scalzisti motivati, ma non kamikaze, hanno preferito restare nelle loro case.

Ci incontriamo a Milano sabato sera io, la mia fida scudiera (e moglie) Nancy, Paolo Selis, Alessio e Mauro davanti all’Hotel Bernina…..forse Ibernina, date le temperature.
Oh, Alessio mi riconosce subito dalla giacca…….spiritosone.
Ci metto qualche minuto a cogliere il senso della battuta, un po’ perché sto invecchiando, un po’ perché sono sempre emozionato nel conoscere nuovi amanti del camminare a piedi nudi.
Ed a piedi nudi percorriamo circa venti minuti di asfalto per entrare in una pizzeria.
Niente ciabatte, niente scarpe e cento sguardi sui nostri piedi nudi.
Serata piacevole con persone ancora più piacevoli; davvero è bello trovarsi con individui che entrano facilmente nella tua lunghezza d’onda.
Grazie per la bella serata, ragazzi.

Il giorno seguente inizia con un cielo discreto, ma che non promette nulla di buono a lungo termine.
Il ritrovo, già lo sapevate, era nell’atrio della stazione ferroviaria di Milano Centrale.
Un agente di Italpol (sempre a me, vero?) mi segnala la presenza di vetri, invitandomi a ricalzarmi.
Rispondo che le scarpe non le ho e che i vetri non costituiscono un problema.
<Ah, beh,….allora…>.
Incontro Paolo Fratter, Selis e la strasimpaticissima Elisabetta (Elibet), straripante di curiosità e di entusiasmo.
L’agente ci cura: avanti, indietro….proprio non ci molla.
Ecco, Elisabetta si siede su un muretto: no, non si può (bivaccatrice!) e si rimetta le scarpe.
Paolo Selis parte e mostra un bigliettino del sito.
<Ma, perché lo fate? Non è per politica? Non è per motivi religiosi? Ah, è solo perché vi piace?>
La perplessità è evidente, ma disinnescato il dubbio di motivi potenzialmente rivoluzionari, l’agente ci molla e va per i fatti suoi.

OK. Facciamo un salto temporale.
Parco Nord.
Nancy, il sottoscritto, Elisabetta, Paolo Fratter e Mauro; gazebo, giochi, incontri con la gente……dobbiamo fare i conti con un meteo decisamente avverso.
Non siamo ancora al giro di boa della giornata che già inizia a piovere.
Dopo qualche entusiastico ed adolescenziale cich e ciach nelle pozzanghere a piedi nudi da parte mia e di Elisabetta, decidiamo di abbandonare i nostri buoni propositi e ci rechiamo in un bar ristorante antistante la stazione ferroviaria centrale, dove ci raggiungeranno Valerio, Marco 53 ed un loro simpaticissimo amico.
Tutti scalzi, eh? A parte l'amico di Valerio e Marco: sempre benvenuto, anche se rigorosamente calzato.
E non siamo stati scacciati né bastonati.
Anzi, al capo abbiamo mollato qualche bigliettino ed un autoadesivo.
Locale barefooter friendly?
Ha, ha! Abbiamo mangiato, pagato, dopodiché tutto finirà nel cestino.
Battuta del titolare: <Se un domani uno decidesse di andare in giro senza pantaloni….?>
Mi anticipa la fulminea risposta del cameriere (sveglio, non sto scherzando….un ex carabiniere?): <No, quello violerebbe il codice penale, andare scalzi no>.
E bravo!!

Fuori si gela, complice il mio abbigliamento un po’ troppo ottimista.
Ci salutiamo.
Un abbraccio a tutti, amici miei, vecchi e nuovi.
Alla prossima, sperando in un clima migliore.
Per fortuna il solo ritrovarci ci riscalda e, credetemi, non è cosa da poco!
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum