Cessasione (definitiva?) da barefooter

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  ChiccoB il Mer Lug 18 2012, 00:27

Admin ha scritto:
lucignolo ha scritto:
Marc_63 ha scritto:Qui il vero problema è costituito da chi, forte della sua esperienza, della sua rudezza, della sua presunzione, e mi ci metto anch'io, purtroppo, si sono talmente elevati su un piedistallo da non avere la capacità di immedesimarsi nel ruolo di chi soffre; di chi a seguito di un incidente, piccolo o grande che sia, sta vivendo un dramma personale molto profondo. Nessuno di noi può avere la misura di quel dramma, e di come viene vissuto, e nessuno di noi è autorizzato a disprezzare ed insultare colui che lo ha subito e che con molta umiltà è venuto a raccontarcelo. La sofferenza, amici miei, merita rispetto e attenzione, soprattutto quando essa si perpetua nel tempo.
Oh, che bella arringa!
E che cattivi certi soggetti!
Meno male che ci sono i buonisti controcorrente, sennò chi ci salva più.
Sentitemi bene: Antonino è un veterano, sia pure con tutti i suoi problemi.
Se andate indietro (ma tanto avete cose più importanti da fare che leggere indietro, vero?) io stesso gli dissi di andare in vacanza e di rilassarsi e poi di ripensarci.
Al ritorno ha esordito dandoci un addio e riferendoci che aveva trovato una bestiolina infissa nelle carni!!
Allora, egregi signori, va bene lo spirito di squadra, ma piangersi addosso NON va bene.
Credo sia ora di finirla, dopo mille discorsi, mille informazioni e mille tentativi di consolazione, di comportarsi come un bambino piccolo.
Non va bene nemmeno esordire con frasi che ribadiscono la pericolosità di andare scalzi, dopo mesi, anni che cerchiamo di dimostrare il contrario.
Antonino è stato genuino nella sua crisi di nervi, io lo sono stato altrettanto, consigliandogli di lasciar perdere visto che proprio non se la sente di rischiare e dato che si sente come liberato da una schiavitù (sono parole sue).
Caro Marcello, anche Cristo perse la pazienza nel Tempio dei Mercanti, perciò può capitare anche a me, che sono umano, di perderla ogni tanto.
Vedremo se il vostro spirito pseudo-paterno gli farà bene o male.
A mio avviso una sculacciata ogni tanto male non fa e penso che Antonino che proprio voi sottovalutate, sia grande abbastanza da soppesare le critiche, anche se aspre, senza aver bisogno di stringere le vostre di sottane.
E non venitemi a raccontare che mi elevo su un piedistallo, eh!
Bene, bene.
Ci sono come sempre due partiti: quello dello "svegliati Antonino!" e quello del "povero Antonino!", e dico così per semplificare.
Quello che non va bene è dire o augurarsi che Antonino o chicchessia si levi dai piedi; una decisione del genere spetta esclusivamente a lui o a loro e nessuno qui manda via nessun altro.
Voglio ricordare che nessuno è stato mai cancellato senza che lo abbia chiesto.
Quindi, vi prego, riacquistiamo la freddezza che si conviene sopratutto d'estate quando il caldo non deve produrre effetti sgradevoli o distruttivi.
Admin
Concordo e aggiungo: in qualunque forum, si ha il dovere di osservare educazione, rispetto, linguaggio corretto e non volgare. Detto questo, che è il mio personale pensiero (e che desidererei fosse preso in esame da chiunque scriva sul forum, quando si rivolge a me, ed a tutti i postanti). Mi sembra ovvio che nessuno di noi, è obbligato a rispondere, se non lo ritiene necessario. Piuttosto sarebbe meglio, qualora si leggesse un post a cui non si è interessati, ad esimesi dal rispondere, piuttosto che scrivere, tanto per scrivere qualcosa. Non credo sia una buona regola accanirsi conto qualcuno. Quando si scrive su un forum, si deve sempre tenere a mente che si entra in casa d'altri per cui, osservare una certa educazione è di prammatica. Io credo di avere sempre osservato queste regole, che poi sono le mie regole di vita, sia quando scrivo, sia quando mi rapporto verbalmente con le persone.

Chicco.

ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Elan il Mer Lug 18 2012, 09:18

[/quote]

Mi piacerebbe una volta incontrarti, così vedresti che sono reale... Smile[/quote]

OK, ti invito in Toscana e, se vieni ti porto a fare una passeggiata in riva al fiume con garanzia accident-free e senza alieni in agguato. Ospitalità a mie spese, cucina ottima e vino buono.

It's up to you





avatar
Elan

Numero di messaggi : 1087
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Rei il Mer Lug 18 2012, 10:12

Elan ha scritto:e senza alieni in agguato.
E i tirannosauri? Non ci sono tirannosauri, vero?
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2642
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  scalzoforever il Mer Lug 18 2012, 12:11

Elan ha scritto:

Mi piacerebbe una volta incontrarti, così vedresti che sono reale... Smile

OK, ti invito in Toscana e, se vieni ti porto a fare una passeggiata in riva al fiume con garanzia accident-free e senza alieni in agguato. Ospitalità a mie spese, cucina ottima e vino buono.

It's up to you


Ok, molto volentieri. Non ora però, ti dirò quando...


Ultima modifica di Antonino il Mer Lug 18 2012, 12:25, modificato 2 volte

scalzoforever

Numero di messaggi : 682
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  scalzoforever il Mer Lug 18 2012, 12:13

Rei ha scritto:
Elan ha scritto:e senza alieni in agguato.
E i tirannosauri? Non ci sono tirannosauri, vero?

Qualche giorno fa era stato avvistato un enorme rinoceronte da quelle parti... Wink

scalzoforever

Numero di messaggi : 682
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Paolo80 il Mer Lug 18 2012, 12:37

Buon giorno a tutti! Sono nuovo su questo forum, ma non trovando una sezione dove presentarmi, interverrò anzitutto in questa discussione. Devo dire che ho letto vari studi sul fatto che andare scalzi fa bene. Ma il vostro ragionamento (in particolare quello di lucignolo) è alquanto assurdo: non è che se respiriamo polveri sottili, tanto vale sporcarci anche i piedi con esse! Non è che se le mani sono veicolo di malattie, allora dobbiamo fare lo stesso con i piedi! A me piace camminare scalzo, e sono convinto che sia salutare in ambienti naturali. Ma non venitemi a dire che camminare scalzi sull'asflalto fa bene (se è così, mandatemi il link di qualche studio che lo dimostra...). Poi scusatemi tanto: voi non conoscete affatto questo Antonino (neanche io per carità), e vi permettete di giudicarlo e di fare addirittura gli psicanalisti! Dovremmo essere noi i primi tolleranti, ma a quanto pare ci sentiamo superiori a coloro che portano le scarpe.

Paolo.

Paolo80

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 17.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  alberto66 il Mer Lug 18 2012, 14:43

Paolo80 ha scritto:Buon giorno a tutti! Sono nuovo su questo forum, ma non trovando una sezione dove presentarmi, interverrò anzitutto in questa discussione. Devo dire che ho letto vari studi sul fatto che andare scalzi fa bene. Ma il vostro ragionamento (in particolare quello di lucignolo) è alquanto assurdo: non è che se respiriamo polveri sottili, tanto vale sporcarci anche i piedi con esse! Non è che se le mani sono veicolo di malattie, allora dobbiamo fare lo stesso con i piedi! A me piace camminare scalzo, e sono convinto che sia salutare in ambienti naturali. Ma non venitemi a dire che camminare scalzi sull'asflalto fa bene (se è così, mandatemi il link di qualche studio che lo dimostra...). Poi scusatemi tanto: voi non conoscete affatto questo Antonino (neanche io per carità), e vi permettete di giudicarlo e di fare addirittura gli psicanalisti! Dovremmo essere noi i primi tolleranti, ma a quanto pare ci sentiamo superiori a coloro che portano le scarpe.

Paolo.


Il fatto che camminare scalzi fa bene caro Paolo non c'entra niente con il luogo dove si cammina ma fa bene per altri versi gia ' discussi piu' volte.I benefici del camminare scalzi variano anche a seconda dell'individuo e da che cosa esercita in ognuno questa cosa.Se e' per questo io sono uno scalzista occasionale e cammino scalzo esclusiavamente su strade cittadine perche' mi piace e lo faccio.Certamente bisogna fare molta attenzione ad evitare ferite, ma anche in natura bisogna cercare di non ferirsi perche' non e' che la terra sia disinfettata e inoltre se sull'asfalto vediamo bene dove camminiamo, nei prati o sui sentieri non e' sempre cosi' limpido camminare.....Il barefooter patentato non esiste,lo siamo tutti noi e non lo siamo.Possiamo esserlo quando decidiamo di farci una camminata a piedi nudi,ed ognuno lo fa dove e quando meglio crede.
avatar
alberto66

Numero di messaggi : 97
Data d'iscrizione : 12.03.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  scalzoforever il Mer Lug 18 2012, 18:26

Paolo80 ha scritto:Buon giorno a tutti! Sono nuovo su questo forum, ma non trovando una sezione dove presentarmi, interverrò anzitutto in questa discussione. Devo dire che ho letto vari studi sul fatto che andare scalzi fa bene. Ma il vostro ragionamento (in particolare quello di lucignolo) è alquanto assurdo: non è che se respiriamo polveri sottili, tanto vale sporcarci anche i piedi con esse! Non è che se le mani sono veicolo di malattie, allora dobbiamo fare lo stesso con i piedi! A me piace camminare scalzo, e sono convinto che sia salutare in ambienti naturali. Ma non venitemi a dire che camminare scalzi sull'asflalto fa bene (se è così, mandatemi il link di qualche studio che lo dimostra...). Poi scusatemi tanto: voi non conoscete affatto questo Antonino (neanche io per carità), e vi permettete di giudicarlo e di fare addirittura gli psicanalisti! Dovremmo essere noi i primi tolleranti, ma a quanto pare ci sentiamo superiori a coloro che portano le scarpe.

Paolo.

Grazie, mi fa piacere il tuo post. Purtroppo, ci sono persone che giudicano altre persone senza conoscerle.
Si narra che il Buddha un giorno fosse schernito abbastanza pesantemente da alcuni individui, ma lui non se la prese, anzi, quasi li ringraziò.
Io non prendo per il culo nessuno, anzi, tutto l'opposto, cerco di vivere la mia vita nel miglior modo possibile. Poi sono paranoico, lo ammetto, ma quando ti vedi fuoriuscire dal tuo piede una tal schifezza, beh, ti fermi un attimo e ti poni delle domande...

scalzoforever

Numero di messaggi : 682
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  bfpaul il Mer Lug 18 2012, 19:24

Paolo80 ha scritto:Buon giorno a tutti! Sono nuovo su questo forum, ma non trovando una sezione dove presentarmi, interverrò anzitutto in questa discussione. Devo dire che ho letto vari studi sul fatto che andare scalzi fa bene. Ma il vostro ragionamento (in particolare quello di lucignolo) è alquanto assurdo: non è che se respiriamo polveri sottili, tanto vale sporcarci anche i piedi con esse! Non è che se le mani sono veicolo di malattie, allora dobbiamo fare lo stesso con i piedi! A me piace camminare scalzo, e sono convinto che sia salutare in ambienti naturali. Ma non venitemi a dire che camminare scalzi sull'asflalto fa bene (se è così, mandatemi il link di qualche studio che lo dimostra...). Poi scusatemi tanto: voi non conoscete affatto questo Antonino (neanche io per carità), e vi permettete di giudicarlo e di fare addirittura gli psicanalisti! Dovremmo essere noi i primi tolleranti, ma a quanto pare ci sentiamo superiori a coloro che portano le scarpe.

Paolo.
Bene Paolo, vedo che sei entrato nel vivo della discussione.
E visto che in realtà non conosciamo personalmente Antonino, in realtà non l'abbiamo giudicato.
Lo abbiamo strattonato un bel po', anche preso bonariamente in giro, questo si, ma solo per scuoterlo dalle sue paure ...
Vediamo quindi di non fare lo stesso errore con te e quindi di fare un po' di conoscenza.
Sei un barefooter per quanto ne so, quali sono le tue sensazioni, i tuoi dubbi e le tue sicurezze in proposito? Quale è la tua esperienza e cosa ti piacerebbe fare?
bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  lucignolo il Mer Lug 18 2012, 20:23

Paolo80 ha scritto:Ma il vostro ragionamento (in particolare quello di lucignolo) è alquanto assurdo: non è che se respiriamo polveri sottili, tanto vale sporcarci anche i piedi con esse!
Sei nuovo e cominci bene.
Non ho mai detto che poiché respiriamo le polveri sottili tanto vale che ci sporchiamo i piedi.
Ho sottolineato che le nostre suole nere sono dovute alle polveri grossolane e semmai ci dobbiamo preoccupare di quelle sottili che penetrano nei bronchi e negli alveoli; i piedi si lavano, i polmoni no. Concetto difficile?
Perciò pochi scandali per le suole nere antiestetiche: preoccupiamoci, semmai, di ciò che ci fa male veramente
Non è che se le mani sono veicolo di malattie, allora dobbiamo fare lo stesso con i piedi!
Sì, perché? Con i piedi manipoli il denaro, tocchi il cibo, le maniglie ed i pazienti? Hai mai detto Buon Giorno ad una persona dandogli una stretta di piede?
A me piace camminare scalzo, e sono convinto che sia salutare in ambienti naturali. Ma non venitemi a dire che camminare scalzi sull'asflalto fa bene (se è così, mandatemi il link di qualche studio che lo dimostra...).
Camminare scalzi è il modo più naturale di camminare.
Io, nello specifico, ho sempre messo in guardia i barefooters da pericoli obiettivi in ambienti in cui è meglio evitare di andare scalzi: margini di fiumi, luoghi frequentati da ratti e/o topi, campi allagati, campi concimati, regioni tropicali.
Camminare scalzi sull'asfalto è meno pericoloso che camminare in quei luoghi che ti ho indicato; in natura è più bello andare a piedi nudi, ma ho segnalato link e ho dato molte informazioni sui pericoli che si possono incontrare (strongiloidosi, anchilostomiasi, leptospirosi in primis).
Perché non ci dai tu qualche link che dimostra che camminare scalzi sull'asfalto è così pericoloso?
Poi scusatemi tanto: voi non conoscete affatto questo Antonino (neanche io per carità), e vi permettete di giudicarlo e di fare addirittura gli psicanalisti! Dovremmo essere noi i primi tolleranti, ma a quanto pare ci sentiamo superiori a coloro che portano le scarpe.
Anche tu, evidentemente, critichi senza conoscere i precedenti.
Conosciamo da anni Antonino, qualcuno lo ha conosciuto di persona (Paolo Fratter).
Lo abbiamo sostenuto e coccolato per lungo tempo.
Abbiamo cercato di sostenerlo mille volte (quando tu nemmeno sapevi che esistiamo).
Perciò, fammi un piacere, evita di calare qui come novizio ricco di buoni consigli, a meno che ti faccia piacere alimentare qualche polemica.
Il nostro sito è libero: puoi entrare e puoi uscire.
Sono libere anche le critiche che puoi accettare o no.
Però non è che qui tutti devono applaudire e calare i pantaloni, perché sennò ti offendi.
La libertà è anche quella di criticare, di entrare nel nostro club (e non solo a chiacchiere e polemiche) o di uscirne, senza che nessuno gridi allo scandalo.
Altrimenti qualcuno si convincerà che essere scalzi sia un obbligo e che questa sia una setta da cui non si può più uscire.
Se le nostre argomentazioni non ti convincono, nessuno ti trattiene: ricalzati e deambula con un paio di scarpe.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  lucignolo il Mer Lug 18 2012, 20:32

Antonino ha scritto:Grazie, mi fa piacere il tuo post. Purtroppo, ci sono persone che giudicano altre persone senza conoscerle.
Si narra che il Buddha un giorno fosse schernito abbastanza pesantemente da alcuni individui, ma lui non se la prese, anzi, quasi li ringraziò.
Io non prendo per il culo nessuno, anzi, tutto l'opposto, cerco di vivere la mia vita nel miglior modo possibile. Poi sono paranoico, lo ammetto, ma quando ti vedi fuoriuscire dal tuo piede una tal schifezza, beh, ti fermi un attimo e ti poni delle domande...
Antonino, non sono del tutto d'accordo con Elan, perché qualcuno che conosco molto bene ti ha conosciuto di persona, ma davvero ti chiedo: sei un troll?
Adesso dacci un taglio senza darti tante arie di offeso; guarda il forum e sii onesto.
Ti abbiamo sostenuto, coccolato, acclamato, abbiamo anche scherzato insieme e ti abbiamo spinto a non preoccuparti troppo della mamma, ma adesso PIANTALA.
Non giova a te e non giova a noi questa storia che mi sta dando il voltastomaco.
Non te la senti più? E ricalzati e non rompere le scatole alla gente.
Non giova, sul nostro sito, raccontare che ti è uscito dal piede un monte di schifezze.
Dimostraci di che natura erano queste schifezze che, in tanti anni, solo tu sei riuscito ad incontrare, altrimenti taci e ricalzati.
Ci mancherebbe che noi si debba trattenerti per la camicia pregandoti di non andartene.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Paolo80 il Mer Lug 18 2012, 21:51

Leggendo questo post e altri tuoi interventi, sei te quello che si offende quando non si è d'accordo con le tue tesi. Postare io qualche link? Non rigirare la frittata lucignolo: il buon senso comune dice che camminare scalzi sull'asfalto fa male, quindi coloro che devono dimostrare qualcosa sono coloro che si distinguono (me compreso). Bhè anche i piedi sono veicoli di malattie: se ti ferisci non ti puoi infettare? Certo l'infezione guarisce, però è un dato di fatto che in alcuni casi anche i piedi sono veicolo di malattie. Quello che voglio dire, è che siamo passati da un eccesso all'altro: da una parte il buon senso comune con la sua fobia per lo scalzismo, e da una parte coloro che non solo sostengono che camminare scalzi non faccia male, ma che sia addirittura salutare!!! Camminare scalzi sull'asfalto non può essere salutare, sia per quanto riguarda i pericoli di ferirsi (che tuttavia sono limitati... a me non è mai capitato niente!), e anche per la superficie poco irregolare e piatta che può provocare i "piedi piatti".

Un saluto a tutti! Very Happy
Paolo.

PS: anche se sono un novizio, la mia opinione vale quanto la tua Wink


Paolo80

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 17.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Alexey il Mer Lug 18 2012, 22:29

Paolo80 ha scritto:Leggendo questo post e altri tuoi interventi, sei te quello che si offende quando non si è d'accordo con le tue tesi. Postare io qualche link? Non rigirare la frittata lucignolo: il buon senso comune dice che camminare scalzi sull'asfalto fa male, quindi coloro che devono dimostrare qualcosa sono coloro che si distinguono (me compreso). Bhè anche i piedi sono veicoli di malattie: se ti ferisci non ti puoi infettare? Certo l'infezione guarisce, però è un dato di fatto che in alcuni casi anche i piedi sono veicolo di malattie. Quello che voglio dire, è che siamo passati da un eccesso all'altro: da una parte il buon senso comune con la sua fobia per lo scalzismo, e da una parte coloro che non solo sostengono che camminare scalzi non faccia male, ma che sia addirittura salutare!!! Camminare scalzi sull'asfalto non può essere salutare, sia per quanto riguarda i pericoli di ferirsi (che tuttavia sono limitati... a me non è mai capitato niente!), e anche per la superficie poco irregolare e piatta che può provocare i "piedi piatti".

Un saluto a tutti! Very Happy
Paolo.

PS: anche se sono un novizio, la mia opinione vale quanto la tua Wink

Ciao, secondo te quindi se "buon senso comune" dice così è vero?
Primo: Scusa, prima parli di scienza e poi credi alle paranoie comuni, francamente mi sembra un pò contraddittorio...
Secondo: L' unica malattia che si potrebbe ipoteticamente contrarre è il tetano, quindi basta fare l' antitetanica...
Terzo: Le ricerche hanno dimostrato con una prova pratica che la carica batterica sull' asfalto è di gran lunga inferiore a quella sulle banconote o sulla maniglia di una porta, per cui fai i tuoi conti, sei con il "buon senso comune" o con la razionalità? Decidi tu...
Il sole funge da disinfettante naturale, per cui l' asfalto che tu ci possa credere o no è probabilmente più "sterile" del pavimento di casa tua o mia...
Quarto: Scusa ma quella dei piedi piatti è una ca..ta pazzesca, se uno capisce come funziona la biomeccanica del piede e la funzione dell' arco si rende condo che è una delle più grandi ca..te mai concepite dal paranoico antiscalzista "medio".
Alcuni amici che vanno scalzi hanno anzi constatato un rialzamento dell' arco, vedi tu...
Perdona le risposte animate ma se uno entra con cognizione di causa dimostrando fatti razionali ci si può confrontare costruttivamente, ma se uno prima acclama la scienza e poi tira fuori i luoghi comuni, sicuramente attirerà risposte animate da parte di chi è da tanto tempo (non me che è solo poco più di un anno che vado scalzo), ma chi è anni che lotta contro l' ignoranza comune.

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Alexey il Mer Lug 18 2012, 22:34

Poi se tutti la vanno a prendere nel c..lo allora partiamo tutti, per questo poi non lamentiamoci che il mondo va a rotoli...
Il buon senso comune è quello che gira con i piedi devastati dalle scarpe e l'alluce che fra un pò va al posto del mignolo, basta guardarsi attorno, con questo non bisogna fare la guerra contro le scarpe e gli scarpati, ma "educare" con pazienza e serenità le altre persone che in buona fede non sanno quanto facciano male le scarpe moderne per i nostri piedi e per il nostro corpo in generale...
Tanta pazienza e comprensione, però sempre razionalità e sicurezza in sè stessi e in quello che si fa.

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  tarzone il Mer Lug 18 2012, 22:34

Rieccomi in versione pompiere, ovvero, cerchiamo tutti di darci una calmata.
Caro Flavio, quando ho scritto il mio post che è stato interpretato come incipit del partito "pro Antonino", in realtà volevo dire che a nessuno è dato il diritto di giudicare, per cui Antonino è assolutamente libero di fare ciò che vuole, ci mancherebbe!
Io non ho mai detto << Antonino non te ne andare, per l' amor del cielo, ecc>>, ho detto pensaci, e infatti Paolo gli ha dato 48 ore di tempo e lui ci ha pensato, lasciamolo andare a respirare la salubre e tranquillizzante aria elvetica, poi si vedrà.
Nessuno lo vuole buttar fuori (credo e spero) nè tantomeno io o il mio presunto partito dei "pro Antonino" lo vuole trattenere, però adesso ci darei un taglio, lasciamolo in pace, poi si vedrà.
Per quanto riguarda il nuovo arrivo, idem con patate, ognuno ha le sue idee, io personalmente cammino bene sull' asfalto e sulle pietre dei marciapiedi, ultimamente non tanto perchè la temperatura è assolutamente proibitiva e cerco sempre le zone d'ombra.
Paolo80 pensa invece che non vada bene? Perfetto, camminerà altrove e io continuerò sull' asfalto/pietre senza voler convincere lui del contrario nè farmi convincere da lui riguardo ai percorsi cittadini. Amici come prima.
Brindiamo con una tisana rilassante, saluti riappacificanti.
Valerio
avatar
tarzone
Presidente Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 320
Età : 61
Data d'iscrizione : 05.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Alexey il Mer Lug 18 2012, 22:42

Ciao Valerio, hai ragione, ognuno ha le sue idee e bisogna rispettarle, però non si può dire di sapere per certo che camminare sull' asfalto fa male quando non esiste nessuna prova a riguardo, al massimo uno può dire che non gli piace come fa vecchio scarpone punto e basta, senza accanirsi irrazionalmente in assenza di prove, dobbiamo dimostrare la nostra innocenza o la nostra colpevolezza?
Chi comincia con il porsi in maniera arrogante è molto probabile che riceva risposte risentite, basta solo dire "non mi piace" o "non fa per me", è questo il punto, ma tirare fuori risposte uguali a quelle che ogni giorno ci impegniamo a sfatare, non è di certo costruttivo per il forum.
Se una persona chiede e ha voglia di imparare e confrontarsi è un conto, ma se uno entra con l' arroganza di sapere per certo quando la logica gli da contro è un' altro conto...
E' come dire che uno crede agli alieni, finchè dice così rispettiamo la sua opinione, ma se dice che siamo noi a dover dimostrare che non esistono, allora qualche problema di partenza secondo me c'è...
Questa è solo una mia opinione... nulla di personale contro nessuno, vuole solo essere una constatazione costruttiva


Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Alexey il Mer Lug 18 2012, 22:46

Oggi due ragazzi che hanno un' attività sotto casa mia mi hanno chiesto molto gentilmente se non fa male camminare scalzi per via delle pietre ecc..., io ho spiegato argomentando come al solito e loro sono stati ben felici delle mie risposte e hanno approvato la mia scelta anche se mi hanno detto che loro non se la sentirebbero, queste si che sono persone aperte, non mi hanno dato la loro sentenza o esposto teorie senza dimostrarle...

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Alexey il Mer Lug 18 2012, 23:08

Un' ultima cosa, siccome l' andare scalzi è una condizione di "default", cioè nasciamo scalzi e siamo progettati per andare scalzi (anche su superfici dure come l' asfalto, perchè in natura, specialmente dove siamo nati ed evoluti, esistono terreni naturali molto simili a forma e durezza all' asfalto, cioè piatti e duri), per cui la cosa da dimostrare è che la nostra invenzione (scarpe) è meglio della condizione di default, non il contrario. Poi anni di condizionamenti che hanno portato la scarpa ad essere la "norma" (con norma qui si intende il comportamento attuato dalla maggior parte degli individui), ma nessuno ha dimostrato che questa invenzione ha migliorato la biomeccanica del movimento, anzi, la logica dice che i cambiamenti posturali conseguenti ci allontanano da quello che è stato concepito da Madre Natura, quindi presumibilmente è questo che dovrebbe fare male, non il contrario.
Quindi, perchè noi dobbiamo dimostrare che scalzi non fa male, visto che è quello che la nostra evoluzione ha partorito?
E' come se inventassimo un collare per migliorare il collo delle giraffe e dovessimo dimostrare che il loro collo è meglio, invece che dimostrare che quello che abbiamo messo noi al suo collo è meglio.
Non è forse questa presunzione? Pensare che quello che abbiamo inventato noi è meglio a priori...
L' uomo ha fatto molte invenzioni utili e belle, ma non solo, ha inventato la dominazione, la schiavitù, le bombe atomiche, le torture,ecc...
Quindi, dimostriamo prima che le nostre invenzioni fanno bene, e non che la natura ha fatto bene, perchè in natura non esiste il difettoso, viene cancellato dall' evoluzione.
E la polvere è polvere, per penetrare nel nostro organismo e nuocere la sostanza deve essere liposolubile, come alcune sostanze chimiche già citate in altri post da Flavio, per cui, portiamo per favore prove concrete che camminare scalzi non fa bene e poi ne parliamo...





Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  ChiccoB il Mer Lug 18 2012, 23:33

Alexey ha scritto:Ciao Valerio, hai ragione, ognuno ha le sue idee e bisogna rispettarle, però non si può dire di sapere per certo che camminare sull' asfalto fa male quando non esiste nessuna prova a riguardo, al massimo uno può dire che non gli piace come fa vecchio scarpone punto e basta, senza accanirsi irrazionalmente in assenza di prove, dobbiamo dimostrare la nostra innocenza o la nostra colpevolezza?
Chi comincia con il porsi in maniera arrogante è molto probabile che riceva risposte risentite, basta solo dire "non mi piace" o "non fa per me", è questo il punto, ma tirare fuori risposte uguali a quelle che ogni giorno ci impegniamo a sfatare, non è di certo costruttivo per il forum.
Se una persona chiede e ha voglia di imparare e confrontarsi è un conto, ma se uno entra con l' arroganza di sapere per certo quando la logica gli da contro è un' altro conto...
E' come dire che uno crede agli alieni, finchè dice così rispettiamo la sua opinione, ma se dice che siamo noi a dover dimostrare che non esistono, allora qualche problema di partenza secondo me c'è...
Questa è solo una mia opinione... nulla di personale contro nessuno, vuole solo essere una constatazione costruttiva

Del camminare scalzi sull'asfalto, se n'è parlato ampiamente. Io da sempre (cioè da quando pratico il barefooting), sostengo fermamente che, non è importante dove si cammina scalzi, ma il fatto in se di camminare scalzi. Mi spiego meglio: tutti noi, chi più, chi meno, ha potuto constatare che camminando scalzi, cambia di molto sia la postura generale del corpo, ma soprattutto cambia il movimento del piede. Camminando scalzi quindi, si fa compiere il vero e naturale movimento per il quale il piede è stato progettato. Credo che su questo, tutti noi siamo d'accordo. L'asfalto, è quindi solo un fattore di scelta: chi non se la sente di camminarci a piedi nudi, non lo faccia. Io personalmente, mi trovo più a disagio a camminare a piedi nudi soprattutto in estate, su quei prati di campagna appena sfalciati. In questo periodo infatti, l'erba rimanente è per lo più "stroppia", come la chiamiamo noi, in Emilia. Cioè, quello che rimane sui vari campi, è quell'erba seccata e appuntita che spesso crea molto fastidio pestandola a piedi nudi. Almeno a me... Ognuno si deve regolare dove e su cosa camminare, questo sarebbe il meglio. Io da anni, ho smesso di camminare scalzo in citta. Non per lo sporco dei marciapiedi, ma per lo smog che respiro. Preferisco quindi spostarmi in collina, dove mancano quasi del tutto le auto. E ho notato che anche i piedi sono molto meno neri. Quindi presumo sia più salutare anche per i polmoni. Anche questa è una mia scelta personale.

Chicco.

ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  scalzoforever il Mer Lug 18 2012, 23:48

Beh, comunque sia non è escluso che, se il piede me lo permette, non mi faccia dei passi scalzi a Lugano.
Una piccola nota grammaticale, colpa mia: si scrive cessazione, non cessasione. Nessuno se n'è accorto? Wink

scalzoforever

Numero di messaggi : 682
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Rei il Mer Lug 18 2012, 23:51

Paolo80 ha scritto:l buon senso comune dice che camminare scalzi sull'asfalto fa male,
Tutti i medici da me interpellati (più i due che frequentano il forum) sono d'accordo sul fatto che camminare scalzi NON fa male, neppure sull'asfalto.
Se qualcuno afferma il contrario, lo provi.
Se non si hanno prove sperimentali che qualcosa faccia male, allora, per definizione e fino a prova contraria, NON fa male. Funziona così. Si chiama scienza.
Quanto al senso comune, secondo il senso comune la Terra è piatta.
Vedi tu.
Paolo80 ha scritto:quindi coloro che devono dimostrare qualcosa sono coloro che si distinguono (me compreso).
Che sarebbe a dire che io ti accuso di essere un terrorista stupratore pedofilo (perché me lo ha detto mia nonna in sogno) e non sono io che devo provare le accuse, ma tu che devi provare che non sono vere.
Ma per favore!


Ultima modifica di Rei il Mer Lug 18 2012, 23:57, modificato 1 volta
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2642
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Rei il Mer Lug 18 2012, 23:51

Antonino ha scritto:Una piccola nota grammaticale, colpa mia: si scrive cessazione, non cessasione. Nessuno se n'è accorto? Wink
Io, ma non ho voluto infierire.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2642
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  ChiccoB il Mer Lug 18 2012, 23:56

Paolo80 ha scritto:Buon giorno a tutti! Sono nuovo su questo forum, ma non trovando una sezione dove presentarmi, interverrò anzitutto in questa discussione. Devo dire che ho letto vari studi sul fatto che andare scalzi fa bene. Ma il vostro ragionamento (in particolare quello di lucignolo) è alquanto assurdo: non è che se respiriamo polveri sottili, tanto vale sporcarci anche i piedi con esse! Non è che se le mani sono veicolo di malattie, allora dobbiamo fare lo stesso con i piedi! A me piace camminare scalzo, e sono convinto che sia salutare in ambienti naturali. Ma non venitemi a dire che camminare scalzi sull'asflalto fa bene (se è così, mandatemi il link di qualche studio che lo dimostra...). Poi scusatemi tanto: voi non conoscete affatto questo Antonino (neanche io per carità), e vi permettete di giudicarlo e di fare addirittura gli psicanalisti! Dovremmo essere noi i primi tolleranti, ma a quanto pare ci sentiamo superiori a coloro che portano le scarpe.

Paolo.
Ciao Paolo80.
Ti do il mio benvenuto sul forum, anche se devo dire che il tuo ingresso non è stato dei più "pacati". Non conoscendoti personalmente, non sono a conoscenza delle tue esperienze in fatto di barefooting. Parlando di asfalto, com'è stato più volte ribadito, probabilmente non sarà la superficie più naturale che ci sia, ma il vero danno si crea soprattutto camminando scalzi in ambiente urbano. Non per i piedi ma per quello che respiriamo. Non c'è una superficie più adatta di un'altra per camminarci scalzi: onguno prova le personali sensazioni tattili: c'è chi ama camminare a piedi nudi nel fango, chi ama camminare sul bagnato. Come vedi, ognuno ha le proprie regole... Sul discorso Antonino, io non lo conosco personalmente ma, a parte questo, tu come fai a dire che nessuno di noi lo conosce personalmente? Tu dici di essere un nuovo iscritto, quindi mi sorprendo di questa tua affermazione. Mi viene una domanda: non è che tu sei un "vecchio" postante del sito, al quale è stato cancellato l'account, e poi ti sei nuovamente iscritto con un altro nome???

Chicco.

ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Paolo80 il Gio Lug 19 2012, 01:29

Accidenti ho scatenato un putiferio Shocked voi parlate bene, chissà quante volte avrete dato risposte ad affermazioni di questo tipo. Io non ho mai detto di seguire "il senso comune", ma a quanto pare questa parola vi fa paura. Ho solo detto che si è passatti dalla fobia dello scalzismo del buon senso comune, ad una visione dello scalzismo come un qualcosa di salutare sempre e comunque. Potete argomentare quanto volete, e in questo siete molto più bravi di me, ma una cosa non potete negare: per quanto possa essere salutare come voi dite, il pericolo di ferirsi c'è sempre, e il pericolo di prendere infezioni gravi comunque. "al massimo si prende il tetano" affraid ora non ricordo chi ha detto questa frase, comunque... mi stai dicendo che come cosa peggiore mi posso prendere una malattia che può essere mortale? Perchè ci sono cose peggiori del tetano? Perchè non si potrebbe prendere l'AIDS? E se nonostante il vaccino mi prendo comunque il tetano (è raro, ma può capitare)?
La prossima volta che qualcuno mi dice "ma non ti fai male camminando scalzo?" gli rispondo "Macchè! Al massimo prendo il tetano! cheers "
questa si che è una filosofia di vita! Twisted Evil
Quindi mettiamola così: camminare scalzi fa bene ed è salutare, aiuta a guarire dal mal di schiena, migliora la postura ecc... l'unica problema è che si rischia di prendere il tetano Suspect

Io sto facendo questa discussione non perchè non amo camminare scalzo sull'asfalto! Al contrario! Ma sono consapevole dei rischi che corro, tutto qui.

Paolo.

PS: non mi ricordo chi mi aveva chiesto se ero un vecchio utente che si è riregistrato; comunque non penso serve risposta, visto che l'utente in questione una risposta già se l'è data.

Paolo80

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 17.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  ChiccoB il Gio Lug 19 2012, 02:15

Paolo80 ha scritto:Accidenti ho scatenato un putiferio Shocked voi parlate bene, chissà quante volte avrete dato risposte ad affermazioni di questo tipo. Io non ho mai detto di seguire "il senso comune", ma a quanto pare questa parola vi fa paura. Ho solo detto che si è passatti dalla fobia dello scalzismo del buon senso comune, ad una visione dello scalzismo come un qualcosa di salutare sempre e comunque. Potete argomentare quanto volete, e in questo siete molto più bravi di me, ma una cosa non potete negare: per quanto possa essere salutare come voi dite, il pericolo di ferirsi c'è sempre, e il pericolo di prendere infezioni gravi comunque. "al massimo si prende il tetano" affraid ora non ricordo chi ha detto questa frase, comunque... mi stai dicendo che come cosa peggiore mi posso prendere una malattia che può essere mortale? Perchè ci sono cose peggiori del tetano? Perchè non si potrebbe prendere l'AIDS? E se nonostante il vaccino mi prendo comunque il tetano (è raro, ma può capitare)?
La prossima volta che qualcuno mi dice "ma non ti fai male camminando scalzo?" gli rispondo "Macchè! Al massimo prendo il tetano! cheers "
questa si che è una filosofia di vita! Twisted Evil
Quindi mettiamola così: camminare scalzi fa bene ed è salutare, aiuta a guarire dal mal di schiena, migliora la postura ecc... l'unica problema è che si rischia di prendere il tetano Suspect

Io sto facendo questa discussione non perchè non amo camminare scalzo sull'asfalto! Al contrario! Ma sono consapevole dei rischi che corro, tutto qui.

Paolo.

PS: non mi ricordo chi mi aveva chiesto se ero un vecchio utente che si è riregistrato; comunque non penso serve risposta, visto che l'utente in questione una risposta già se l'è data.
Chi ti aveva chiesto se eri un "vecchio" utente, sono stato io. Personalmente non mi devo dare nessuna risposta in merito... Risponderà molto meglio di me il W.M.

Chicco.

ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum