Cessasione (definitiva?) da barefooter

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Rei il Gio Lug 19 2012, 08:04

Paolo80 ha scritto:La prossima volta che qualcuno mi dice "ma non ti fai male camminando scalzo?" gli rispondo "Macchè! Al massimo prendo il tetano! cheers "
Meglio rispondere più correttamente: "Macché, si rinforza il sistema immunitario e ci si ammala meno." che è anche corretto dal punto di vista scientifico.
Quanto al tetano, si da per scontato che uno abbia fatto le vaccinazioni da bambino e che se fa attività che comportano rischi (cioè qualunque cosa in casa e fuori che comporti il rischio di un taglietto a mani, piedi, lobi di orecchie, pelle in generale, anche lì dove fa più male) faccia dei richiami.
Se poi il tuo interlocutore, seguendo la logica del "senso comune" (mi guardo intorno e vedo che la terra è piatta e l'uomo ha camminato scalzo soffrendo ed ammalandosi per quattro milioni di anni prima di inventare le scarpe e smettere di soffrire) continua ad essere perplesso, digli che il pericolo maggiore, quello con più possibilità di avverarsi è un attacco di tirannosauri, che notoriamente mangiano solo gli scalzi.
Vi farete una risata e lo avrai tranquillizzato.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2642
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Elan il Gio Lug 19 2012, 11:04

A volte si tende a spacciare per senso comune personali convinzioni non sempre supportate da prove.... è sbagliato, ma meno grave che sostenere la giustezza di un asserto o di una pratica perchè lo sostengono in tanti o lo fanno in tanti. Il regime nazista pubblicò un volumetto inteso a confutare le tesi di Albert Einstein (ebreo), dal titolo "100 scienziati contro Albert Einstein" ... lui commentò: "perchè 100? ne basta uno se riesce a dimostrare che ho torto". Meno elegante, ma molto espressivo il giudizio espresso in proposito dall' aforisma: " miliardi di mosche non possono mentire: la cacca deve essere buona" Smile

Personalmente posso dire che a mio avviso e a mia esperienza ferirsi sull' asfalto è molto più diffcile che in off-road. Io mi sono ferito un paio di volte, ma sempre in campagna, dove anche anche il pericolo di raccogliere spore del tetano è maggiore (il tetano vive bene in luoghi scarsi di ossigeno, dove c'è fermentazione ed ossidazione e non sulla superficie battuta dal sole di un marciapiede). Ciò nonostante a me piace camminare scalzo in campagna e continuo a farlo. Sui marciapiedi della città è divertente, lo concedo, e lungo le strade asfaltate estraurbane è l'ideale per correre... correre sullo sterrato è molto più impegnativo, a volte ai limiti dell' impossibile.

Tuttavia, a parte tutto ciò, direi che sostenere che camminiamo scalzi perchè fa bene sia una mezza verità, se non una bugia: camminiamo scalzi perchè ci piace, perchè ci da piacere. E un sacco di attività molto più pericolose vengono praticate per questo motivo.









avatar
Elan

Numero di messaggi : 1087
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  bfpaul il Gio Lug 19 2012, 11:32

tarzone ha scritto:Rieccomi in versione pompiere, ovvero, cerchiamo tutti di darci una calmata.
Caro Flavio, quando ho scritto il mio post che è stato interpretato come incipit del partito "pro Antonino", in realtà volevo dire che a nessuno è dato il diritto di giudicare, per cui Antonino è assolutamente libero di fare ciò che vuole, ci mancherebbe!
Io non ho mai detto << Antonino non te ne andare, per l' amor del cielo, ecc>>, ho detto pensaci, e infatti Paolo gli ha dato 48 ore di tempo e lui ci ha pensato, lasciamolo andare a respirare la salubre e tranquillizzante aria elvetica, poi si vedrà.
Nessuno lo vuole buttar fuori (credo e spero) nè tantomeno io o il mio presunto partito dei "pro Antonino" lo vuole trattenere, però adesso ci darei un taglio, lasciamolo in pace, poi si vedrà.
Antonino ha detto di volersi disiscrivere, gli ho comunicato come si fa dandogli il tempo minimo per pensarci, poi ha cambiato idea. Benissimo, chiunque può cambiare idea, basta che non dica di essere stato frainteso e che non cambi idea ogni cinque minuti.
Ho notato che, come sempre accade, si sono formati pareri "pro" e "contro" e questo rientra nelle questioni umane, è difficile su temi di questo tipo essere unanimi.
Se invece si formano i "partiti", possono accadere fatti molto incresciosi ... Evil or Very Mad

tarzone ha scritto:Per quanto riguarda il nuovo arrivo, idem con patate, ognuno ha le sue idee, io personalmente cammino bene sull' asfalto e sulle pietre dei marciapiedi, ultimamente non tanto perchè la temperatura è assolutamente proibitiva e cerco sempre le zone d'ombra.
Paolo80 pensa invece che non vada bene? Perfetto, camminerà altrove e io continuerò sull' asfalto/pietre senza voler convincere lui del contrario nè farmi convincere da lui riguardo ai percorsi cittadini. Amici come prima.
Brindiamo con una tisana rilassante, saluti riappacificanti.
Valerio
Paolo80 è uno strano barefooter, devo dire.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  John & Jane il Gio Lug 19 2012, 11:49

bfpaul ha scritto:
tarzone ha scritto:Rieccomi in versione pompiere, ovvero, cerchiamo tutti di darci una calmata.
Caro Flavio, quando ho scritto il mio post che è stato interpretato come incipit del partito "pro Antonino", in realtà volevo dire che a nessuno è dato il diritto di giudicare, per cui Antonino è assolutamente libero di fare ciò che vuole, ci mancherebbe!
Io non ho mai detto << Antonino non te ne andare, per l' amor del cielo, ecc>>, ho detto pensaci, e infatti Paolo gli ha dato 48 ore di tempo e lui ci ha pensato, lasciamolo andare a respirare la salubre e tranquillizzante aria elvetica, poi si vedrà.
Nessuno lo vuole buttar fuori (credo e spero) nè tantomeno io o il mio presunto partito dei "pro Antonino" lo vuole trattenere, però adesso ci darei un taglio, lasciamolo in pace, poi si vedrà.
Antonino ha detto di volersi disiscrivere, gli ho comunicato come si fa dandogli il tempo minimo per pensarci, poi ha cambiato idea. Benissimo, chiunque può cambiare idea, basta che non dica di essere stato frainteso e che non cambi idea ogni cinque minuti.
Ho notato che, come sempre accade, si sono formati pareri "pro" e "contro" e questo rientra nelle questioni umane, è difficile su temi di questo tipo essere unanimi.
Se invece si formano i "partiti", possono accadere fatti molto incresciosi ... Evil or Very Mad

tarzone ha scritto:Per quanto riguarda il nuovo arrivo, idem con patate, ognuno ha le sue idee, io personalmente cammino bene sull' asfalto e sulle pietre dei marciapiedi, ultimamente non tanto perchè la temperatura è assolutamente proibitiva e cerco sempre le zone d'ombra.
Paolo80 pensa invece che non vada bene? Perfetto, camminerà altrove e io continuerò sull' asfalto/pietre senza voler convincere lui del contrario nè farmi convincere da lui riguardo ai percorsi cittadini. Amici come prima.
Brindiamo con una tisana rilassante, saluti riappacificanti.
Valerio
Paolo80 è uno strano barefooter, devo dire.

bfpaul
Concordo: come ho già scritto, vivo ininterrottamente da 63 anni e non ho mai avuto inconvenienti di sorta. Sono convinto che la pelle funzioni a senso unico, dall'interno all'esterno: per questo non ho mai creduto alle pomate lenitive con effetti miracolosi; a volte le ho provate. Ma sono sempre rimasto tale e quale.
Saluti, Gianc.

John & Jane

Numero di messaggi : 376
Età : 69
Data d'iscrizione : 27.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  lucignolo il Gio Lug 19 2012, 13:56

Paolo80 ha scritto:Accidenti ho scatenato un putiferio Shocked voi parlate bene, chissà quante volte avrete dato risposte ad affermazioni di questo tipo. Io non ho mai detto di seguire "il senso comune", ma a quanto pare questa parola vi fa paura.
Un po’ sì, perché spesso va a braccetto col pregiudizio e con l’ignoranza.
Potete argomentare quanto volete, e in questo siete molto più bravi di me, ma una cosa non potete negare: per quanto possa essere salutare come voi dite, il pericolo di ferirsi c'è sempre, e il pericolo di prendere infezioni gravi comunque. "al massimo si prende il tetano" affraid
”Potete argomentare quanto volete”…..uhmmmm…..devo pensare che non accetti di riflettere sui tuoi punti di vista?
Hai delle attenuanti, nel senso che, essendo nuovo, di certo non hai avuto il tempo di leggere la mole enorme di messaggi presente sul forum.
Se tu l’avessi fatto, non avresti mai pronunciato quell’enorme bugia (detta in buona fede, però) che abbiamo negato la possibilità di ferirsi o di ammalarsi.
Tanto è vero che molti di noi (ed io fra loro) hanno sempre messo in guardia dal camminare nell’erba alta o al buio, tutte condizioni in cui non è possibile vedere dove si mettono i piedi.
Soprattutto io ho cercato anche di evidenziare pericoli meno visibili di quelli presenti sull’asfalto ed in particolare ho parlato di strogiloidosi, anchilostomiasi, epatite B e C e leptospirosi.
Quest’ultima è particolarmente presente anche nei nostri paesi civilizzati, nelle zone allagate, nei fossi, nelle acque dei fiumi, insomma, in tutti quei luoghi infestati dai roditori, in particolar modo ratti e topi.
Il discorso vale, a maggior ragione, nelle regioni tropicali ed in quei paesi a basso livello igienico.
E dissi pure: evitate di andare scalzi in certi posti, addirittura in sandali od in infradito.

Detto questo, ci si può ferire sempre e comunque, nel nostro caso si tratta di solito di piccolissime schegge di vetro o di spine (e questo accade di frequente in natura).
Non provocano mai gravi ferite, ma un certo fastidio sì; inoltre possono essere veicolo delle pericolose spore del bacillo del tetano che, se trovano le condizioni giuste per germinare, possono provocare la ben nota e terribile malattia.
Ed anche questo non l’abbiamo mai negato.
Ricordati che anche la puntura di spillo o di una spina di rosa o di un filo spinato alle dita di una mano può provocare gravi conseguenze; fino a due decenni fa i casi di tetano solo in Italia erano circa 800 all’anno.
Oggi la vaccinazione è obbligatoria per noi sanitari (sono biologo), per gli operatori ecologici, gli allevatori, gli agricoltori.
Possono non rispondere, ma oggi esistono test attendibili per verificare questo, ma si tratta di casi rarissimi, oppure potresti avere una grave reazione al vaccino (ancora più raro), ma è comunque opinione universalmente accettata che i benefici di una qualsiasi vaccinazione contro gravi malattie superino di gran lunga i possibili rarissimi effetti contrari.

Resta nostra opinione che i piedi nudi si rinforzino, la pelle delle loro suole si ispessisce, rendendo meno probabili eventuali infortuni e che le difese immunitarie locali (e, verosimilmente, non solo quelle) aumentino le loro capacità; se consideri che molti di noi (io sono fra questi) camminano scalzi tutti i giorni da molti anni e che nessuno si sia mai infortunato seriamente e, tanto meno ammalato, beh, la cosa comincia ad andare molto al di là della semplice opinione, per assumere il ruolo di una vera e propria esperienza sul campo.
Ah, dimenticavo: volendo essere precisi, nemmeno Antonino si è ammalato.
Perchè non si potrebbe prendere l'AIDS?
Perché il virus che provoca prima l’infezione e poi la immunodeficienza (peraltro oggi ben controllata dai farmaci di nuova generazione) è estremamente labile e resiste pochissimo al di fuori dell’organismo umano; solo il contatto diretto con il sangue fresco, con lo sperma e con poche secrezioni corporee, fra cui quelle vaginali, può determinare il contagio.
Il discorso è un po’ diverso per altri agenti infettanti o infestanti, ma ricordati che la prima condizione per determinare un’infezione è il superamento della barriera difensiva di primo livello (nel nostro caso specifico la pelle) e la seconda è la carica infettante. Poi tutto dipende da tutte le altre difese in cascata, ma a questo punto, le mura del castello sono già state superate.
E come in un castello, non bastano pochi uomini per superare le sue mura e penetrare al suo interno ed ancor meno per conquistarlo.
Quindi guarda che non siamo dei fessacchiotti inebriati dall’entusiasmo che hanno deciso di buttare in una latrina la loro salute, oltre al fatto che fra noi ci sono dei medici.
Se ti interessano altre argomentazioni su altre possibili malattie ti posso indicare i link dei miei precedenti interventi in materia.
Non sono il Vangelo, ma tieni presente che i dati generali raccolti (dico generali perché nessuno si è mai messo a studiare gli scalzi) sono stati tratti da libri di testo, siti dedicati e da una sintesi che ho potuto fare durante la mia carriera di professionista.
A ciò, ripeto, aggiungo l’esperienza sul campo, ma non sono di certo sordo e cieco ad eventuali critiche, purché queste siano supportate da dati obiettivi e sperimentali.
Altrimenti, non volermene, mi arrabbio moltissimo.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Rei il Gio Lug 19 2012, 16:01

Aggiungo, a costo di ripetermi, che è sempre l'accusatore che deve provare le sue accuse. Se uno dice che una cosa fa male, DEVE portare delle prove, scientificamente esatte e veritiere.
Tirare fuori il "senso comune" (quello che dice che la Terra è piatta) non è portare una prova, è portare la testa all'ammasso dove pascolano e si arricchiscono ciarlatani, tuffatori e criminali vari che giocano sulla credulità della gente ed il rifiuto della verità scientifica in favore di balle senza fondamento.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2642
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  John & Jane il Gio Lug 19 2012, 17:51

Rei ha scritto:Aggiungo, a costo di ripetermi, che è sempre l'accusatore che deve provare le sue accuse. Se uno dice che una cosa fa male, DEVE portare delle prove, scientificamente esatte e veritiere.
Tirare fuori il "senso comune" (quello che dice che la Terra è piatta) non è portare una prova, è portare la testa all'ammasso dove pascolano e si arricchiscono ciarlatani, tuffatori e criminali vari che giocano sulla credulità della gente ed il rifiuto della verità scientifica in favore di balle senza fondamento.

Ragionamento rigoroso e adamantino. Resta il fatto che se uno è "de coccio" non lo si puo convincere nemmeno con argomentazioni inconfutabili. Secondo me, questo Paolo80 è meglio lasciarlo perdere e non dargli più spago.
O no? Fa solo perdere tempo e consumare corrente.
Ciao, Gianc.
Ed aggiungo: "A lavar la testa all'asino, si perde il ranno e la fatica" (antico proverbio toscano).

John & Jane

Numero di messaggi : 376
Età : 69
Data d'iscrizione : 27.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Elan il Ven Lug 20 2012, 00:06

Giancarlo ha scritto: "vivo ininterrottamente da 63 anni" ....

Perchè, conosci qualcuno, vivo, che non sia vissuto ininterrottamente? Smile Smile Smile
avatar
Elan

Numero di messaggi : 1087
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  John & Jane il Ven Lug 20 2012, 07:06

Elan ha scritto:Giancarlo ha scritto: "vivo ininterrottamente da 63 anni" ....

Perchè, conosci qualcuno, vivo, che non sia vissuto ininterrottamente? Smile Smile Smile
E' una frasetta presa da "L'immorale testamento di mio zio Gustavo" (Tom Antongini)!
Ciao

John & Jane

Numero di messaggi : 376
Età : 69
Data d'iscrizione : 27.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  alberto66 il Ven Lug 20 2012, 14:30

Alexey ha scritto:
Paolo80 ha scritto:Leggendo questo post e altri tuoi interventi, sei te quello che si offende quando non si è d'accordo con le tue tesi. Postare io qualche link? Non rigirare la frittata lucignolo: il buon senso comune dice che camminare scalzi sull'asfalto fa male, quindi coloro che devono dimostrare qualcosa sono coloro che si distinguono (me compreso). Bhè anche i piedi sono veicoli di malattie: se ti ferisci non ti puoi infettare? Certo l'infezione guarisce, però è un dato di fatto che in alcuni casi anche i piedi sono veicolo di malattie. Quello che voglio dire, è che siamo passati da un eccesso all'altro: da una parte il buon senso comune con la sua fobia per lo scalzismo, e da una parte coloro che non solo sostengono che camminare scalzi non faccia male, ma che sia addirittura salutare!!! Camminare scalzi sull'asfalto non può essere salutare, sia per quanto riguarda i pericoli di ferirsi (che tuttavia sono limitati... a me non è mai capitato niente!), e anche per la superficie poco irregolare e piatta che può provocare i "piedi piatti".

Un saluto a tutti! Very Happy
Paolo.

PS: anche se sono un novizio, la mia opinione vale quanto la tua Wink

Ciao, secondo te quindi se "buon senso comune" dice così è vero?
Primo: Scusa, prima parli di scienza e poi credi alle paranoie comuni, francamente mi sembra un pò contraddittorio...
Secondo: L' unica malattia che si potrebbe ipoteticamente contrarre è il tetano, quindi basta fare l' antitetanica...
Terzo: Le ricerche hanno dimostrato con una prova pratica che la carica batterica sull' asfalto è di gran lunga inferiore a quella sulle banconote o sulla maniglia di una porta, per cui fai i tuoi conti, sei con il "buon senso comune" o con la razionalità? Decidi tu...
Il sole funge da disinfettante naturale, per cui l' asfalto che tu ci possa credere o no è probabilmente più "sterile" del pavimento di casa tua o mia...
Quarto: Scusa ma quella dei piedi piatti è una ca..ta pazzesca, se uno capisce come funziona la biomeccanica del piede e la funzione dell' arco si rende condo che è una delle più grandi ca..te mai concepite dal paranoico antiscalzista "medio".
Alcuni amici che vanno scalzi hanno anzi constatato un rialzamento dell' arco, vedi tu...
Perdona le risposte animate ma se uno entra con cognizione di causa dimostrando fatti razionali ci si può confrontare costruttivamente, ma se uno prima acclama la scienza e poi tira fuori i luoghi comuni, sicuramente attirerà risposte animate da parte di chi è da tanto tempo (non me che è solo poco più di un anno che vado scalzo), ma chi è anni che lotta contro l' ignoranza comune.


Tutto giusto,piu che giusto

avatar
alberto66

Numero di messaggi : 97
Data d'iscrizione : 12.03.09

Tornare in alto Andare in basso

Solo Hikers?

Messaggio  ALEBO il Ven Lug 20 2012, 16:39

Perchè tante discussioni sul camminare sull'asflato o in natura? nel sito c'è una parte dove si parla solo di chi cammina nella natura gli Hikers per cui lasciamo che ogni persona pratichi lo scalzismo dove più gli pare senza per forza convincerli del contrario.
Io ho incominciato a camminare scalzo solo in campagna e nella natura poi dopo alcuni incontri con alcuni di voi, sia nazionali che non, ho visto che si può cammianare scalzi con piacere anche in città e sull'asfalto e continuo a farlo anche se solo in modo saltuario senza nessun problema particolare.
avatar
ALEBO

Numero di messaggi : 448
Data d'iscrizione : 26.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Alexey il Ven Lug 20 2012, 20:38

Rei ha scritto:Aggiungo, a costo di ripetermi, che è sempre l'accusatore che deve provare le sue accuse. Se uno dice che una cosa fa male, DEVE portare delle prove, scientificamente esatte e veritiere.
Tirare fuori il "senso comune" (quello che dice che la Terra è piatta) non è portare una prova, è portare la testa all'ammasso dove pascolano e si arricchiscono ciarlatani, tuffatori e criminali vari che giocano sulla credulità della gente ed il rifiuto della verità scientifica in favore di balle senza fondamento.

Totalmente sottoscrivibile, il problema è sempre distinguere l' opinione personale dal fatto logico-scientifico.
Se dire "mi piace il cioccolato" è un' opinione personale dire che "la terra è piatta" non può essere un' opinione, è ben diversa la questione.
E come dici tu quando uno si approfitta di questa "falsa" libertà di "espressione", fa soldi truffando la buona fede della gente e nel peggiore dei casi danneggia anche la loro salute.
L' importante non è stabilire chi ha ragione, ma dove sta la verità...

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Alexey il Ven Lug 20 2012, 20:49

Paolo80 ha scritto:Accidenti ho scatenato un putiferio Shocked voi parlate bene, chissà quante volte avrete dato risposte ad affermazioni di questo tipo. Io non ho mai detto di seguire "il senso comune", ma a quanto pare questa parola vi fa paura. Ho solo detto che si è passatti dalla fobia dello scalzismo del buon senso comune, ad una visione dello scalzismo come un qualcosa di salutare sempre e comunque. Potete argomentare quanto volete, e in questo siete molto più bravi di me, ma una cosa non potete negare: per quanto possa essere salutare come voi dite, il pericolo di ferirsi c'è sempre, e il pericolo di prendere infezioni gravi comunque. "al massimo si prende il tetano" affraid ora non ricordo chi ha detto questa frase, comunque... mi stai dicendo che come cosa peggiore mi posso prendere una malattia che può essere mortale? Perchè ci sono cose peggiori del tetano? Perchè non si potrebbe prendere l'AIDS? E se nonostante il vaccino mi prendo comunque il tetano (è raro, ma può capitare)?
La prossima volta che qualcuno mi dice "ma non ti fai male camminando scalzo?" gli rispondo "Macchè! Al massimo prendo il tetano! cheers "
questa si che è una filosofia di vita! Twisted Evil
Quindi mettiamola così: camminare scalzi fa bene ed è salutare, aiuta a guarire dal mal di schiena, migliora la postura ecc... l'unica problema è che si rischia di prendere il tetano Suspect

Io sto facendo questa discussione non perchè non amo camminare scalzo sull'asfalto! Al contrario! Ma sono consapevole dei rischi che corro, tutto qui.

Paolo.

PS: non mi ricordo chi mi aveva chiesto se ero un vecchio utente che si è riregistrato; comunque non penso serve risposta, visto che l'utente in questione una risposta già se l'è data.

Esiste una bella differenz tra una cosa possibile e una cosa probabile!!!
Per completezza si parla anche delle possibilità, le probabilità sono un' altra cosa.
Secondo la meccanica quantistica è possibile passare attraverso un muro, ma se ci provasse tutta l' umanità per milioni di anni difficilmente ci riuscirebbe, quindi è un' evento fortemente improbabile.
Domani uscendo di casa potrebbe cadermi un mattone in testa, ma con quale probabilità? Se ragioniamo in base alla possibilità non ha senso vivere...
Che probabilità hai di prenderti il tetano andando scalzo ed essendo coperto dall' antitetanica? Ci metto la mano sul fuoco (anche 2) che sono molto inferiori di quelle di avere un' incidente automobilistico, che fai non guidi, non vai in moto, non vai in bici, non cucini ----> non vivi per paura?
Però la paura del "comportamento" "sbagliato" e antisociale rafforza ed enfatizza queste possibilità nella mente condizionata, prevalendo sulla ragione e sulla LOGICA.
meditare prego...


Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Alexey il Ven Lug 20 2012, 20:59

Scusa Paolo, una domanda, ma perchè vai scalzo?
Se uno pensa non faccia bene, perchè lo fa? Sono d' accordo con Elan che il motivo principale non è quello della salute, in primis viene il piacere che può derivare da vari fattori, ma se una cosa pur piacevole non fa bene alla salute perchè farla?
E' un pò un vizio come il fumo o una forma di masochismo o di auoflagellazione?
Personalmente prima di fare una cosa che mi piace mi informo anche sui rischi e benefici e poi decido, cosa ti spinge a camminare scalzo?
Parlaci un pò di te, da quanto tempo vai scalzo, come hai cominciato, che sensazioni ti da, come hai conosciuto il forum, ecc...












Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  bfpaul il Ven Lug 20 2012, 23:34

Alexey ha scritto:Scusa Paolo, una domanda, ma perchè vai scalzo?
Se uno pensa non faccia bene, perchè lo fa? Sono d' accordo con Elan che il motivo principale non è quello della salute, in primis viene il piacere che può derivare da vari fattori, ma se una cosa pur piacevole non fa bene alla salute perchè farla?
E' un pò un vizio come il fumo o una forma di masochismo o di auoflagellazione?
Personalmente prima di fare una cosa che mi piace mi informo anche sui rischi e benefici e poi decido, cosa ti spinge a camminare scalzo?
Parlaci un pò di te, da quanto tempo vai scalzo, come hai cominciato, che sensazioni ti da, come hai conosciuto il forum, ecc...
L'avevo chiesto anch'io e quindi mi associo.
Nel merito: andare scalzi DEVE essere un piacere che supera anche oltre certi limiti, la razionalità.
Voglio dire, non sempre è facile, a molti di noi piace anche camminare sul duro, sul caldo, sul ruvido, sul caldo e sul freddo, sul sassoloso e sullo scivoloso .....
E non perché siamo masochisti, sia chiaro, ma perché andare scalzi è un ritorno alla natura ed alla "naturalità" e quindi vogliamo capire fin dove possiamo spingerci.
Reinhold Messner ha detto per primo che si va in montagna per scoprire ed eventualmente superare il proprio limite; molti di noi vogliono scoprire proprio questo e le dichiarazioni di tanti amici (bisognerebbe leggere il forum...) mostrano che questi limiti sono molto, ma molto estensibili.
Perché? Per la semplice ragione che non sappiamo proprio quali siano le potenzialità di quel prodigio di biomeccanica che sono i nostri piedi che invece vengono maltrattati in tutti i modi pensando pure per aggiunta di far loro bene.
E' meglio metterli nelle scarpe e massacrarceli dentro, ma senza ferirsi, senza prendere infezioni, per carità! Evil or Very Mad
Sempre per proteggerli, si può anche tenerli dodici e più ore in quel bell'ambientino caldo-umido che sono i nostri calzini così si può creare un rigoglioso allevamento di batteri. Questo si che fa bene ..... Evil or Very Mad
Ecco, su queste cose, chi scalzo ci va davvero, non è certo d'accordo.
bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Rei il Ven Lug 20 2012, 23:35

Alexey ha scritto:Parlaci un pò di te, da quanto tempo vai scalzo, come hai cominciato, che sensazioni ti da, come hai conosciuto il forum, ecc...
Magari in un altro post, che qui siamo un po' OT.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2642
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  bfpaul il Ven Lug 20 2012, 23:37

Rei ha scritto:
Alexey ha scritto:Parlaci un pò di te, da quanto tempo vai scalzo, come hai cominciato, che sensazioni ti da, come hai conosciuto il forum, ecc...
Magari in un altro post, che qui siamo un po' OT.
E non da ora ....!

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  ChiccoB il Ven Lug 20 2012, 23:40

bfpaul ha scritto:
Rei ha scritto:
Alexey ha scritto:Parlaci un pò di te, da quanto tempo vai scalzo, come hai cominciato, che sensazioni ti da, come hai conosciuto il forum, ecc...
Magari in un altro post, che qui siamo un po' OT.
E non da ora ....!

bfpaul
Vado un pochino oltre, con l'OT: Paolo80- Angelica80- Questo "80" vedo che ricorre spesso ultimamente... Io indagherei...

Chicco.

ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Angelica80 il Sab Lug 21 2012, 01:49

ChiccoB ha scritto:Vado un pochino oltre, con l'OT: Paolo80- Angelica80- Questo "80" vedo che ricorre spesso ultimamente... Io indagherei...
Chicco.
Sono entrata tardi a leggere qui sul forum, con l'intenzione di ritagliarmi un po' di tempo per scrivere un po' di me e presentarmi...
Mi vedo tirata in ballo e messa tra gli indagati, già prima di scrivere un solo messaggio...
Certo che sapere accogliere a braccia aperte tutti pare non sia il vostro forte, eppure nella lettera di benvenuto del Presidente Paolo Selis, scritta a nome del Club dei NatiScalzi, ho letto: "Il clima sereno e la buona atmosfera che caratterizzano il nostro Forum sono basati sulla fiducia e sul rispetto reciproci"...
Per oggi è meglio non aggiungere altro, se non grazie del benvenuto...

Angelica80

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 20.07.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Grand Choeur il Sab Lug 21 2012, 09:16

Angelica, non preoccuparti, qui ci sono anche persone un po' "focose". Come dice Paolo, a volte ci diamo qualche "sportellata". E come dice un ragazzino che conosco, quando gioca con gli altri: "ci prendiamo a schiaffi però poi siamo amici".
Benvenuta anche da me. Quando ti va raccontaci le tue esperienze.
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 976
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  bfpaul il Sab Lug 21 2012, 11:08

Angelica80 ha scritto:
ChiccoB ha scritto:Vado un pochino oltre, con l'OT: Paolo80- Angelica80- Questo "80" vedo che ricorre spesso ultimamente... Io indagherei...
Chicco.
Sono entrata tardi a leggere qui sul forum, con l'intenzione di ritagliarmi un po' di tempo per scrivere un po' di me e presentarmi...
Mi vedo tirata in ballo e messa tra gli indagati, già prima di scrivere un solo messaggio...
Certo che sapere accogliere a braccia aperte tutti pare non sia il vostro forte, eppure nella lettera di benvenuto del Presidente Paolo Selis, scritta a nome del Club dei NatiScalzi, ho letto: "Il clima sereno e la buona atmosfera che caratterizzano il nostro Forum sono basati sulla fiducia e sul rispetto reciproci"...
Per oggi è meglio non aggiungere altro, se non grazie del benvenuto...
Non prenderò le difese di Chicco, perché non uso farlo per nessuno, e sono anche stato rimproverato per questo.
E' però ovvio - almeno per me - che l'Amministratore del Forum non deve schierarsi pro o contro nessuno.
Purtroppo Paolo80 si è presentato un po' bruscamente entrando direttamente in una discussione che seguiva
il filo logico dei post di Antonino che dopo anni di barefooting piuttosto sofferto si è trovato a scontrarsi con i suoi dubbi ed a cedere almeno momentaneamente ad essi.
Tutto questo, ci può stare, ma desta sorpresa e sconcerto in tutti noi che da anni scriviamo e ripetiamo certi concetti suffragati dalla nostra esperienza quotidiana.
I caratteri sono quelli che sono, chi ci scherza su, e chi si arrabbia ... Twisted Evil
Due Ospiti Paolo80 e Angelica80 in fila possono far pensare anche a coincidenze "strane" o perlomeno "curiose", ma lasciamo stare la dietrologia e visto che non hai avuto l' accoglienza che normalmente diamo a tutti, provvedo subito:
Benvenuta fra noi, facci sapere come è il tuo barefooting, quali sono le tue esperienze, cosa ti piacerebbe fare, i tuoi dubbi le tue certezze....

Nota: poiché questo Thread è ormai da troppo tempo OT, ricopio l'intervento di Angelica 80 in un nuovo Thread e chiudo questo.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cessasione (definitiva?) da barefooter

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum