INCONTRI, USCITE, RADUNI ...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

INCONTRI, USCITE, RADUNI ...

Messaggio  Ares il Ven Giu 13 2008, 17:18

Mi permetto di aprire un nuovo topic sul tema in ogggetto, altrimenti, come osservato da Paolo S., rischiamo di inserire interventi fuori tema in altri topic dedicati.

Mi permetto alttresì di rinnovare i miei più sentiti ringraziamenti a Paolo S. per il serio e continuo suo impegno nella gestione del Sito, lo reputo un ottimo moderatore, oltre che un gran b.f., uno di quelli che davvero le scarpe ti fa venire voglia di togliertele anche se in quel momento non hai proprio il coraggio.

Spero che gli amici - che nessuno si offenda per carità - un pò più "passionali" ritrovino il giusto equilibrio e la dovuta serenità del confronto dialettico, sì, ma un pò più pacato e costruttivo per tutti.
E' normale avere diverse posizioni, se così non fosse il mondo sarebbe davvero piatto e monotono ... ma come giustamente da più parti osservato, è importante evitare attacchi, anche indiretti, alle persone per le idee e le opinioni che manifestano, nel caso di specie in relazione al modo di vivere lo "scalzismo".
Sono dell'avviso che gli incontri, anche organizzati tra due sole persone (come scriveva Daniela parlando degli incontri avuti Andrea 77), siano occasioni importanti di conoscere persone che amano (ciascuno con il proprio stile e con proprie modalità) stare scalze, con cui condividere interessi o passioni uniti dal comune denominatore dello scalzismo, tutto qui.
Prendere parte agli incontri non è un obbligo per nessuno, e come già da altri evidenziato nessuno deve dimostrare nulla a qualcuno. Non siamo in un aula scolastica o peggio di un palazzo di giustizia.

Personalmente, grazie agli incontri che da ultimo si sono organizzati, ho potuto apprezzare la simpatia e l'entusiasmo travolgente di Flavio e della sua simpaticisssima moglie, e lo stesso dicasi per Paolo F. e Stefano, che avevo avuto modo di conoscere meglio durante il soggiorno romano dello scorso anno.
Mi ha fatto piacere conoscere Spyro, con cui - pure - ho avuto il gran piacere di fare il turista scalzo a Venezia, e di fare intteressanti chiacchierate: ho scoperto che è un intenditore di rock contemporaneo, mentre io, da neo quarantenne, sono saldamente ancorato al "classic rock" degli anni 70 e 80. Riusciremo senz'altro a fondere le due ere geologiche ...
Con tutti si è parlato di politica, di arte, di storia, di costume ... il barefooting come argomento di conversazione è stato appena sfiorato soltanto in quelle simpatiche situazioni in cui più o meno tutti ci siamo ritrovati a sorridere perchè "osservati", diciamo così ...
Questo è un valore aggiunto.
Non capita tutti i giorni di poter contare su persone con cui "scoprire o riscoprire" il mondo a piedi nudi, avere accanto compagni di viaggio o di escursione (per esempio in campaggna o in monttagna) con cui sentirti a tuo agio stando scalzo, senza dover dare giustificazioni o sentirsi stravaganti "fuori posto".
Da un anno a questa parte, insomma, mi si è aperto davanti un vero e proprio "nuovo mondo" che prima ignoravo, un mondo che non si è mai sostituito a quello nel quale ho sempre vissuto, ma che si è a quest'ultimo affiancato, arricchendolo di nuove esperienze umane.

Sono certo che nessuno di quelli che intervengono sul Forum siano pregiudizialmente contrari ad incontrare altri barefooters, diversamente ritenendo costoro non si sarebbero neppure presentati e non scriverebbbero.
Sono anzi convinto che prima o poi riusciremo a conoscerci.

Ma ciascuno di noi ha i propri tempi, le proprie possibilità (pensiamo a chi vive all'estero o in regioni lontane dalla nostra e non può "su due piedi " affrontare viagggi più o meno impegnativi, anche dal punto di vista economico), i propri limiti, e soprattutto il proprio modo e la propria dimensione di vivere il b.f. ed è doveroso che ciascuno di noi rispetti quelli degli altri.
Un eccesso di polemica (rivolgo la riflessione anche a me) e soprattutto di giudizi frettolosi e lapidari appesantisce il Forum e inibisce quanti desiderano intervenire - anche - nel timore di essere "giudicati" e sottostimati.

Ho una proposta per i due duellanti della penna: una bella stretta di piede o meglio un bel "cinque di pianta" ...





Come già da altri

Ares

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: INCONTRI, USCITE, RADUNI ...

Messaggio  paolo fratter il Ven Giu 13 2008, 18:37

Bravo Ares, condivido pienamente tutto....
Un saluto a tutti e...soprattutto una bella stretta di mano tra i litiganti!
Paolo F.

paolo fratter

Numero di messaggi : 397
Data d'iscrizione : 27.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Quando si esagera è meglio ripensarci

Messaggio  lucignolo il Ven Giu 13 2008, 21:52

Ares ha scritto:Personalmente, grazie agli incontri che da ultimo si sono organizzati, ho potuto apprezzare la simpatia e l'entusiasmo travolgente di Flavio e della sua simpaticisssima moglie, e lo stesso dicasi per Paolo F. e Stefano, che avevo avuto modo di conoscere meglio durante il soggiorno romano dello scorso anno.
Il mio entusiasmo travolgente e la mia simpatia le hai verificate perché mi hai conosciuto di persona.
Per molti rimarrò lo s.....o che aggredisce e che giudica senza cognizione di causa.
Nessuno mi cambierà la testa, non pretendo che la cambino gli altri.
Viviamo in un paese libero.
Ares ha scritto:Ho una proposta per i due duellanti della penna: una bella stretta di piede o meglio un bel "cinque di pianta" ...
Mi dispiace davvero per avere offeso qualcuno, ma che vi piaccia o no, per me lo scalzista è quello che tocco con mano, come San Tommaso.
Se non vi va mi dispiace, è un difetto che spesso ha un prezzo elevato.
Ho cambiato il post perché era una c.....a.
Ha ragione Tarzone.
È un momento così dovuto il larga parte all'accoglienza indegna di una città in cui ho trascorso alcuni anni della mia vita, poi al fatto che ho evidentemente frainteso lo spirito di altri scalzisti, così simili e così profondamente diversi.
Allora, ritornando a Tarzone, seguo il suo consiglio, vado a farmi un giro scalzo e cerco di dare il buon esempio a Lucina, mia moglie, invece di fare l'arrabbiato senza senso.
Insomma, è bene che mi prenda una vacanza.
Ciao a tutti.
Tornero?.....boh? Rolling Eyes


Ultima modifica di lucignolo il Sab Giu 14 2008, 10:37, modificato 1 volta
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: INCONTRI, USCITE, RADUNI ...

Messaggio  Andrea77 il Ven Giu 13 2008, 23:19

Forse non ti rendi conto che x uno che va scalzo sempre nn occorrono i raduni.
Non occorrono come stimolo x scalzarsi.
Non occorrono x farsi coraggio.
Non occorrono x dimostrare di essere un barefooter.
Magari non gli interessa neppure fare 'proselitismo' ma gli interessa semplicemente andare scalzo.

Al contrario questi incontri sono x me molto utili xchè sono un occasione di andare scalzo.
L'andare in gruppo da coraggio.
In + ho avuto modo di conoscere persone simpatiche e fare una gita in luoghi piacevoli.

Concordo pienamente con quanto detto da Paolo Selis. X me esiste come concetto solo chi va scalzo.
Se poi lo fa ai raduni o x conto suo nn vedo differenza. Come ho detto se poi mente è peggio x lui.
Non mi importa nulla sapere se tizio è un vero barefooter o no.
Io tendenzialmente credo a quello che uno dice. Che cosa ci guadagna uno a mentire? Che senso ha?
Vuole farsi bello dicendo che va scalzo e invece nn ci va. Peggio x lui. A me nn viene in tasca nulla.

Lo stesso dicasi x i raduni. Uno fa le proposte se altri si aggregano bene altrimenti si arrangiano.

Detto questo ritengo doveroso da parte mia, visto che apprezzo i raduni, ringraziare Paolo Selis x il suo impegno e tutti coloro che hanno organizzato di volta in volta io raduni. Tale organzzazione è comunque uno sbattimento e va riconosciuto.
Personalmente quando ho organizzato anche se con scarsa affluenza mi sono divertito e questo basta come ricompensa x la fatica fatta ad organizzare. Delle 'medaglie' nn me ne frega nulla. Io partecipo e organizzo raduni xchè mi piace nn per mettermi in mostra anche se capisco che un raduno ben riuscito possa far piacere e rendere orgogliosi. Tra l'altro un raduno ben riuscito nn è detto che sia quello con + partecipanti ma personalmente è quello dove mi sono divertito di + e dove ho potuto praticare il + possibile il barefooting.

Ribadisco che attaccando in questo modo e dicendo io non credo se nn vedo si rischia di ottenere l'effetto contrario oltre a farsi il sangue amaro.
Come dicevo se uno magari un giorno avendo l'occasione si sarebbe unito al gruppo dopo queste discussioni se ne guarderà bene.
Se invece uno si limita a pubblicizzare gli incontri quando uno si deciderà di unirsi avrà modo di conoscerti e di capire quanto sei simpatico nella realtà.

Ciao
Andrea
avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: INCONTRI, USCITE, RADUNI ...

Messaggio  lucignolo il Sab Giu 14 2008, 00:19

Andrea77 ha scritto:Se invece uno si limita a pubblicizzare gli incontri quando uno si deciderà di unirsi avrà modo di conoscerti e di capire quanto sei simpatico nella realtà.
E forse si tratta anche di guarire dal veleno bevuto a Padova.
Che colpo, ragazzi!
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: INCONTRI, USCITE, RADUNI ...

Messaggio  bfpaul il Sab Giu 14 2008, 00:22

Ares ha scritto:Mi permetto di aprire un nuovo topic sul tema in ogggetto, altrimenti, come osservato da Paolo S., rischiamo di inserire interventi fuori tema in altri topic dedicati.

Mi permetto alttresì di rinnovare i miei più sentiti ringraziamenti a Paolo S. per il serio e continuo suo impegno nella gestione del Sito, lo reputo un ottimo moderatore, oltre che un gran b.f., uno di quelli che davvero le scarpe ti fa venire voglia di togliertele anche se in quel momento non hai proprio il coraggio.
Mamma mia! Troppo buono davvero, Ares.
A me piace fare cose in cui credo e non me ne importa niente se ho un seguito, mi basta essere nel giusto secondo la mia coscienza. Tutto il resto è in più e ne ringrazio il cielo.


Ares ha scritto:Spero che gli amici - che nessuno si offenda per carità - un pò più "passionali" ritrovino il giusto equilibrio e la dovuta serenità del confronto dialettico, sì, ma un pò più pacato e costruttivo per tutti.
E' normale avere diverse posizioni, se così non fosse il mondo sarebbe davvero piatto e monotono ... ma come giustamente da più parti osservato, è importante evitare attacchi, anche indiretti, alle persone per le idee e le opinioni che manifestano, nel caso di specie in relazione al modo di vivere lo "scalzismo".
Sono dell'avviso che gli incontri, anche organizzati tra due sole persone (come scriveva Daniela parlando degli incontri avuti Andrea 77), siano occasioni importanti di conoscere persone che amano (ciascuno con il proprio stile e con proprie modalità) stare scalze, con cui condividere interessi o passioni uniti dal comune denominatore dello scalzismo, tutto qui.
Prendere parte agli incontri non è un obbligo per nessuno, e come già da altri evidenziato nessuno deve dimostrare nulla a qualcuno. Non siamo in un aula scolastica o peggio di un palazzo di giustizia.
Condivido assolutamente. Ma condividere non è tanto, bisogna spiegarsi.
Ho sempre ritenuto il Forum un luogo "virtuale" dove ci si deve comportare come in un luogo "reale"; quindi il rispetto per gli altri, gli argomenti in discussione e la calma nella discussione non possono che fare bene alla crescita del gruppo.

Ares ha scritto:Personalmente, grazie agli incontri che da ultimo si sono organizzati, ho potuto apprezzare la simpatia e l'entusiasmo travolgente di Flavio e della sua simpaticisssima moglie, e lo stesso dicasi per Paolo F. e Stefano, che avevo avuto modo di conoscere meglio durante il soggiorno romano dello scorso anno.
Mi ha fatto piacere conoscere Spyro, con cui - pure - ho avuto il gran piacere di fare il turista scalzo a Venezia, e di fare intteressanti chiacchierate: ho scoperto che è un intenditore di rock contemporaneo, mentre io, da neo quarantenne, sono saldamente ancorato al "classic rock" degli anni 70 e 80. Riusciremo senz'altro a fondere le due ere geologiche ...
Con tutti si è parlato di politica, di arte, di storia, di costume ... il barefooting come argomento di conversazione è stato appena sfiorato soltanto in quelle simpatiche situazioni in cui più o meno tutti ci siamo ritrovati a sorridere perchè "osservati", diciamo così ...
Questo è un valore aggiunto.
Non capita tutti i giorni di poter contare su persone con cui "scoprire o riscoprire" il mondo a piedi nudi, avere accanto compagni di viaggio o di escursione (per esempio in campaggna o in monttagna) con cui sentirti a tuo agio stando scalzo, senza dover dare giustificazioni o sentirsi stravaganti "fuori posto".
Da un anno a questa parte, insomma, mi si è aperto davanti un vero e proprio "nuovo mondo" che prima ignoravo, un mondo che non si è mai sostituito a quello nel quale ho sempre vissuto, ma che si è a quest'ultimo affiancato, arricchendolo di nuove esperienze umane.
Questo è davvero il concentrato di tutto il discorso e lo hai detto molto bene.
Qualcuno non ha mai voluto partecipare ai raduni perchè non riteneva e non ritiene utile conoscere persone che sarebbero interessate "solo" al suo scalzismo piuttosto che alla sua personalità.
In effetti trovarsi ad un raduno per poi discutere tutto il giorno se i piedi fanno male passando sul brecciolino, fino che temperatura si può sopportare l'asfalto bollente ed altre amenità, è deprimente.
E' molto più interessante scoprire che si è appassionati dei rock, classico o progressivo non importa.
Per questo insisto che nel proporre le "gite" ci sia un interesse, così il discorso spazia e non resta confinato allo scalzismo.


Ares ha scritto:Sono certo che nessuno di quelli che intervengono sul Forum siano pregiudizialmente contrari ad incontrare altri barefooters, diversamente ritenendo costoro non si sarebbero neppure presentati e non scriverebbbero.
Sono anzi convinto che prima o poi riusciremo a conoscerci.
Se lo chiediamo come una cosa in qualche modo "dovuta" riusciremo solo a non vedere nemmeno quelli che si sono visti altre volte. Bisogna dare motivi invece per incontrarsi!


Ares ha scritto:Ma ciascuno di noi ha i propri tempi, le proprie possibilità (pensiamo a chi vive all'estero o in regioni lontane dalla nostra e non può "su due piedi " affrontare viagggi più o meno impegnativi, anche dal punto di vista economico), i propri limiti, e soprattutto il proprio modo e la propria dimensione di vivere il b.f. ed è doveroso che ciascuno di noi rispetti quelli degli altri.
Un eccesso di polemica (rivolgo la riflessione anche a me) e soprattutto di giudizi frettolosi e lapidari appesantisce il Forum e inibisce quanti desiderano intervenire - anche - nel timore di essere "giudicati" e sottostimati.
Certamente. Ma c'è un'altra cosa: se si alza la voce nessuno è disposto a prendere la parola per intervenire, anzi gli passa davvero la voglia.
Questa è una cosa che bisogna capire, soprattutto se si ritiene giusto far crescere il gruppo

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: INCONTRI, USCITE, RADUNI ...

Messaggio  Ospite il Sab Giu 14 2008, 10:41

Lucignolo, capisco che il tuo entusiasmo travolgente ti porti magari a esagerare nel tono e per quel che mi riguarda puoi pure non credere alle persone che non vogliono incontrarsi con te. Non prendertela ma mi sembra che questo problema sia esclusivamente tuo e che le invettive contro i coristi muti siano abbastanza fuori luogo.

Il fatto che qualche sconosciuto mi rida dietro dà fastidio anche a me e credo a quasi tutti a parte qualche individuo superiore (lo dico con ammirazione, non con ironia). Alla fin fine però sono situazioni estreme.

Il mio sogno è che come dice Badboy il forum fosse un luogo di crescita e in particolare che aiutasse a far capire a chi è iscritto e non scrive o a chi non è iscritto ma legge che:

1. Andare scalzi richiede qualche piccolo sacrificio legato a un cambiamento della propria immagine e di consequenza della propria identità (nel senso del proprio rapporto con gli altri)

2. La bellezza di una passeggiata scalza in una serata estiva compensa abbondantemente i sacrifici necessari

3. Non è vero che uno deve ridicolizzarsi

4. Non siamo una setta; non ci sono prove di ammissione e anche se Lucignolo vorrebbe verificare l'autenticità di tutti è solo la sua opinione. Ognuno partecipa come gli pare

5. Non occorre essere in un branco per potersi difendere, dal momento che nessuno vuole attaccarci

6. Alcuni amano trovarsi in gruppo, altri invece preferiscono uscite più intime e va bene anche così

Saluti,
Augusto

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: INCONTRI, USCITE, RADUNI ...

Messaggio  lucignolo il Sab Giu 14 2008, 10:57

Augusto ha scritto:.....non ci sono prove di ammissione e anche se Lucignolo vorrebbe verificare l'autenticità di tutti è solo la sua opinione. Ognuno partecipa come gli pare
È importante che ti risponda per chiarire una cosa.
Io non ho mai detto che bisogna fare delle verifiche, perché trasformeremmo il nostro gruppo in una comunità poliziesca e questo è assurdo.
Dico e ribadisco che mi sorgono dei dubbi; certo, è un problema soggettivo, un difetto.
Quindi dategli un peso adeguato e non interpretate un mio pensiero come una sentenza, anche se espresso in toni forti, altrimenti verrà il momento che tutti avranno timore ad esprimere ciò che sentono per paura di suscitare le ire di qualcuno.
Anche questo, insomma, fa parte della tolleranza.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: INCONTRI, USCITE, RADUNI ...

Messaggio  bfpaul il Sab Giu 14 2008, 22:43

lucignolo ha scritto:
Augusto ha scritto:.....non ci sono prove di ammissione e anche se Lucignolo vorrebbe verificare l'autenticità di tutti è solo la sua opinione. Ognuno partecipa come gli pare
È importante che ti risponda per chiarire una cosa.
Io non ho mai detto che bisogna fare delle verifiche, perché trasformeremmo il nostro gruppo in una comunità poliziesca e questo è assurdo.
Dico e ribadisco che mi sorgono dei dubbi; certo, è un problema soggettivo, un difetto.
Quindi dategli un peso adeguato e non interpretate un mio pensiero come una sentenza, anche se espresso in toni forti, altrimenti verrà il momento che tutti avranno timore ad esprimere ciò che sentono per paura di suscitare le ire di qualcuno.
Anche questo, insomma, fa parte della tolleranza.

Bravo, Flavio.
Certo che non vuoi fare l' "investigatore" e che non vuoi fare verifiche; conoscendoti, non lo credo.
Però mi pare di capire che questo è stato percepito da chi ti ha risposto e potrebbe anche essere il parere dei più.
Ora, dal momento che noi tutti - senza fare proselitismo - vogliamo ampliare il gruppo, acquisire nuovi postanti, trovare sempre nuovi amici, è importante essere sempre estremamente chiari nelll'esprimere le proprie idee che possono pure essere "rivoluzionarie"; perchè la provocazione, se non viene perfettamente compresa rischia di essere un boomerang, prima di tutto nei tuoi confronti e poi - cosa molto più importante, se mi permetti - del forum.
Come vedi, io sono tollerante e "devo" esserlo visto che modero il forum; altri invece si sentono in qualche modo coinvolti in una discussione che non si capisce perché debba assumere toni accesi.
Allora, calma e gesso; il forum ha bisogno di serenità per poter essere "attrattivo" come tutti lo vogliamo.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: INCONTRI, USCITE, RADUNI ...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum