Scalzi in Val d'Elsa - ultima chiamata

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Consuntivo di una bella giornata ...

Messaggio  Elan il Lun Lug 01 2013, 11:23

Lucignolo (Flavio) e signora, sono arrivati da noi verso le 7 di sera e li ho avvelenati subito con un piatto messicano preparato da me (sotto i loro occhi), annaffiato dall' ottimo Barbera portato da loro.  A quel punto abbiamo deciso di goderci un piccolo anticipo di escursione e di visitare San Gimignano a piedi nudi.  Siamo capitati in mezzo alla baraonda della "notte bianca", alle 10 le strade erano già piene, alle 11 erano strapiene di folla e di musica.  

Non so se qualcuno si sia accorto che eravamo scalzi e ne dubito, a parte qualche persona seduta ai tavolini che ha avuto modo di squadrarci da capo a piedi.  San Gimignano è un gran bel luogo per camminarci scalzi e non possiamo che consigliarlo a tutti.  Ci siamo concessi un gelato dalla gelateria di piazza della cisterna, che millanta essere il "gelato più buono del mondo" e, seppure non possiamo garantire che al mondo non ci sia di meglio, certo deve comunque piazzarsi molto alto in classifica Smile

La mattina alle 10 abbiamo incontrato Grand Choer ed abbiamo lasciato la sua macchina in posizione strategica per il ritorno, avviandoci tutti sulla mia fino al ponte delle Gore, da cui inizia il percorso fluviale dell' Elsa.  Presso questo ponte, dal medioevo in poi si creava un ostacolo al deflusso dell' acqua con delle tavole, in modo da spingerne una parte in una rete di canali, in parte sotterranei, che la portavano alle attività produttive di Colle bassa, soprattutto mulini e vetrerie.   Qui l'Elsa precipita di una decina di metri su di uno stramazzo inclinato, forma un laghetto e poi precipita ancora altre il bordo e qui inizia il percorso attrezzato che ci siamo goduti.

La giornata era splendida, non troppo calda, il torrente pieno d'acqua azzurra e lattiginosa, caratteristica dell' Elsa, la cui acqua è ricca di carbonato in sospensione che poi, depositandosi nel corso dei milleni, ha formato innumerevoli terrazzamenti rocciosi.

Il percorso è di 2,5 Km, molto agevole, con tanti attraversamenti del fiume, attrezzati con funi per i meno coraggiosi.  Il fondo del fiume non è mai viscido, la presa e buona ovunque.

Io ho cercato di dare il cattivo esempio e non ho resistito a spogliarmi e fare due volte il bagno nell' acqua che sulle prime sembrava fredda, ma poi si rivelava poi piacevolissima. Gli altri si sono limitati ad un lungo pediluvio nella corrente, che era assimilabile ad un vero e proprio idromassaggio.

IL percorso ci ha irportati in centro a Colle di Val d'Elsa ed essendo ancora presto e, sapendo che Michele (Grand choeur) doveva assolutamente andare via alle 14.30, abbiamo deciso di anticipare la vistia di Colle alta.  Abbiamo attraversato Piazza Arnolfo, ci siamo infilati nel tunnel che porta all' ascensore ed, in pochi minuti ervamo sulla terrazza all' estremità di Colle alta , da cui si gode una vista incredibile su tutti i dintorni.

Da qui abbiamo percorso le strade principali del vecchio centro medievale, compreso il suggestivo vicolo "delle volte", un vicolo interamente coperto, che nel medioevo brulicava di botteghe artigiane e commerciali.

Ci siamo poi affacciati al bastione di Sapìa, di dantesca memoria, da cui la nobildonna senese rinnegata, si godette la vergognosa sconfitta dei senesi, venuti per assediare Colle, ad opera dei colligiani aiutati da un limitato numero di cavalieri fiorentini.  

Riprese le macchine ci siamo recati nel sobborgo medievale di Staggia Senese, sulla via Francigena, dove al maneggio "l'Agrifoglio" la famiglia Pacciani (non parenti del mostro, ma proprietari e conduttori del maneggio e miei vecchi amici) ci aveva preparato un pranzo speciale e davvero luculliano (per i "piedofili", come amano chiamarci),  servito sotto una fresca pergola ...  Dall' antipasto di crostini vari e bruschette, ad un piato di spaghetti al pesto impreziositi con pomodorini freschi, fino alla fantastica tagliata di manzo con rugola e parmigiano, fioretti di zuccha ed anellini di cipolla fritti, il tutto annaffiato con vino della cantina sociale di Staggia, che... si lascia bere senza fare storie Smile

Alle 14 e 30, Michele ci ha saluti ed è ripartito per Piombino, mentre noi siamo andati a riposarci un po' a casa, finchè anche Flavio e Nancy non hanno dovuto rimontare in macchina e riprendere la strada per Brescia.

A nostro giudizio un evento ben equilibrato, non troppo stancante, che è scivolato via leggero e piacevole e che speriamo di poter ripetere, data l'ospitalità di queste terre anche verso gli scalzisti e la quantità di mete e di bellissime passeggiate possibili ...
avatar
Elan

Numero di messaggi : 1086
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scalzi in Val d'Elsa - ultima chiamata

Messaggio  bfpaul il Lun Lug 01 2013, 12:55

Elan ha scritto:Lucignolo (Flavio) e signora, sono arrivati da noi verso le 7 di sera e li ho avvelenati subito con un piatto messicano preparato da me (sotto i loro occhi), annaffiato dall' ottimo Barbera portato da loro.  A quel punto abbiamo deciso di goderci un piccolo anticipo di escursione e di visitare San Gimignano a piedi nudi.  Siamo capitati in mezzo alla baraonda della "notte bianca", alle 10 le strade erano già piene, alle 11 erano strapiene di folla e di musica.  

Non so se qualcuno si sia accorto che eravamo scalzi e ne dubito, a parte qualche persona seduta ai tavolini che ha avuto modo di squadrarci da capo a piedi.  San Gimignano è un gran bel luogo per camminarci scalzi e non possiamo che consigliarlo a tutti.  Ci siamo concessi un gelato dalla gelateria di piazza della cisterna, che millanta essere il "gelato più buono del mondo" e, seppure non possiamo garantire che al mondo non ci sia di meglio, certo deve comunque piazzarsi molto alto in classifica Smile

La mattina alle 10 abbiamo incontrato Grand Choer ed abbiamo lasciato la sua macchina in posizione strategica per il ritorno, avviandoci tutti sulla mia fino al ponte delle Gore, da cui inizia il percorso fluviale dell' Elsa.  Presso questo ponte, dal medioevo in poi si creava un ostacolo al deflusso dell' acqua con delle tavole, in modo da spingerne una parte in una rete di canali, in parte sotterranei, che la portavano alle attività produttive di Colle bassa, soprattutto mulini e vetrerie.   Qui l'Elsa precipita di una decina di metri su di uno stramazzo inclinato, forma un laghetto e poi precipita ancora altre il bordo e  qui inizia il percorso attrezzato che ci siamo goduti.

La giornata era splendida, non troppo calda, il torrente pieno d'acqua azzurra e lattiginosa, caratteristica dell' Elsa, la cui acqua è ricca di carbonato in sospensione che poi, depositandosi nel corso dei milleni, ha formato innumerevoli terrazzamenti rocciosi.

Il percorso è di 2,5 Km, molto agevole, con tanti attraversamenti del fiume, attrezzati con funi per i meno coraggiosi.  Il fondo del fiume non è mai viscido, la presa e buona ovunque.

Io ho cercato di dare il cattivo esempio e non ho resistito a spogliarmi e fare due volte il bagno nell' acqua che sulle prime sembrava fredda, ma poi si rivelava poi piacevolissima. Gli altri si sono limitati ad un lungo pediluvio nella corrente, che era assimilabile ad un vero e proprio idromassaggio.

IL percorso ci ha irportati in centro a Colle di Val d'Elsa ed essendo ancora presto e, sapendo che Michele (Grand choeur) doveva assolutamente andare via alle 14.30, abbiamo deciso di anticipare la vistia di Colle alta.  Abbiamo attraversato Piazza Arnolfo, ci siamo infilati nel tunnel che porta all' ascensore ed, in pochi minuti ervamo sulla terrazza all' estremità di Colle alta , da cui si gode una vista incredibile su tutti i dintorni.

Da qui abbiamo percorso le strade principali del vecchio centro medievale, compreso il suggestivo vicolo "delle volte", un vicolo interamente coperto, che nel medioevo brulicava di botteghe artigiane e commerciali.

Ci siamo poi affacciati al bastione di Sapìa, di dantesca memoria, da cui la nobildonna senese rinnegata, si godette la vergognosa sconfitta dei senesi, venuti per assediare Colle, ad opera dei colligiani aiutati da un limitato numero di cavalieri fiorentini.  

Riprese le macchine ci siamo recati nel sobborgo medievale di Staggia Senese, sulla via Francigena, dove al maneggio "l'Agrifoglio" la famiglia Pacciani (non parenti del mostro, ma proprietari e conduttori del maneggio e miei vecchi amici) ci aveva preparato un pranzo speciale e davvero luculliano (per i "piedofili", come amano chiamarci),  servito sotto una fresca pergola ...  Dall' antipasto di crostini vari e bruschette, ad un piato di spaghetti al pesto impreziositi con pomodorini freschi, fino alla fantastica tagliata di manzo con rugola e parmigiano, fioretti di zuccha ed anellini di cipolla fritti, il tutto annaffiato con vino della cantina sociale di Staggia, che... si lascia bere senza fare storie Smile

Alle 14 e 30, Michele ci ha saluti ed è ripartito per Piombino, mentre noi siamo andati a riposarci un po' a casa, finchè anche Flavio e Nancy non hanno dovuto rimontare in macchina e riprendere la strada per Brescia.

A nostro giudizio un evento ben equilibrato, non troppo stancante, che è scivolato via leggero e piacevole e che speriamo di poter ripetere, data l'ospitalità di queste terre anche verso gli scalzisti e la quantità di mete e di bellissime passeggiate possibili ...
Bravo Elan, hai insistito fino a riuscire!
E bravi il nostro vicepresidente con signora ed il grande Michele!
Secondo me dovresti organizzare un bell'incontro con i tanti toscani.
La nostra friulana l'ha gia fatto con gli scalzi dell'Est, guarda che forse lo fanno prima i "subalpini", eh, eh ...
Voglio dire, questo era un po' l'auspicio di tutto il direttivo del nostro Club, di favorire, pubblicizzare e raccontare i nostri incontri in tutto il nostro paese che a piedi scalzi è ancora più bello!

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scalzi in Val d'Elsa - ultima chiamata

Messaggio  Elan il Lun Lug 01 2013, 14:22

Se ci fosse partecipazione si potrebbero organizzare un sacco di cose e persino cercare abboccamenti con l'amministrazione comunale. Sono certo che sarebbero molto interessati.

avatar
Elan

Numero di messaggi : 1086
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Scalzi in Val d'Elsa - Consuntivo di una bella giornata

Messaggio  lucignolo il Mer Lug 03 2013, 09:42

Elan ha scritto:Lucignolo (Flavio) e signora, sono arrivati da noi verso le 7 di sera e li ho avvelenati subito con un piatto messicano preparato da me (sotto i loro occhi), annaffiato dall' ottimo Barbera portato da loro.
Macché, era buonissimo e poi ho digerito altrettanto bene.
Guido e Fulvia abitano in un luogo incantevole.
Non conoscevo la Toscana.
Il primo impatto visivo è quello di un colpo di magia: un oceano in perenne movimento, con le sue onde gigantesche ed il vento che ti scuote i capelli, mentre creste di schiuma ti accarezzano il viso.
Ti senti vivo, frizzante, voglioso di avventura.
Poche formule magiche e tutto si cristallizza in morbide colline verdi ed avvallamenti splendenti di oro.
E tutto si ferma, come in una splendida istantanea.
Non creste di spuma, ma deliziosi centri abitati medioevali circondati da solide mura e da torri di osservazione.
Sei tu che ti muovi, lasciandoti cullare da un paesaggio mai uguale; ti senti un veliero in cerca dell'ignoto.
E nella notte il silenzio ti avvolge; diventi parte della luna e delle ombre, in attesa della magia che si rinnova al canto del gallo.

San Gimignano è un gran bel luogo per camminarci scalzi e non possiamo che consigliarlo a tutti.
Vero.
Lastricato di pietre davvero delizioso.
Penso che ci si possa camminare per ore senza problemi alle suole nude.
E bei negozi di armi medioevali e romane: mi sarebbe piaciuto un bellissimo elmo romano da Centurione…………il vice presidente Centurione………..suona bene.
jocolor 
Il percorso è di 2,5 Km, molto agevole, con tanti attraversamenti del fiume, attrezzati con funi per i meno coraggiosi.
Qui ho trovato varie versioni, tutte da parte dei centri turistici locali: dai tre ai sei chilometri di lunghezza.
Se consideriamo la tranquillità della nostra passeggiata ed il tempo impiegato (circa un’ora e mezza), forse la lunghezza del sentiero sta grosso modo nel mezzo.
Rametti, terra battuta, un po’ di fango, acqua……tiepido e fresco, francamente mi chiedevo come sarebbe stato il percorso con un paio di scarpe.
Se qualcuno di voi ha provato a guardare un film di avventura o un documentario in tre dimensioni, forse potrà immaginare cosa intendo dire.
Abbiamo fatto una splendida passeggiata sensoriale in 3D! sunny 

Io ho cercato di dare il cattivo esempio e non ho resistito a spogliarmi e fare due volte il bagno nell' acqua che sulle prime sembrava fredda, ma poi si rivelava poi piacevolissima.
Qui Guido ha dato il meglio di sé nell’arte cul-in-aria: un vero artista! Very Happy 
Da qui abbiamo percorso le strade principali del vecchio centro medievale, compreso il suggestivo vicolo "delle volte", un vicolo interamente coperto, che nel medioevo brulicava di botteghe artigiane e commerciali.
Fantastico! Fantastico ed ancora fantastico!
Qui, poi, sono fioccate le barzellette, a testimonianza del buon umore che circolava.

Riprese le macchine ci siamo recati nel sobborgo medievale di Staggia Senese, sulla via Francigena, dove al maneggio "l'Agrifoglio" la famiglia Pacciani (non parenti del mostro, ma proprietari e conduttori del maneggio e miei vecchi amici) ci aveva preparato un pranzo speciale e davvero luculliano (per i "piedofili", come amano chiamarci),  servito sotto una fresca pergola ...  Dall' antipasto di crostini vari e bruschette, ad un piato di spaghetti al pesto impreziositi con pomodorini freschi, fino alla fantastica tagliata di manzo con rugola e parmigiano, fioretti di zuccha ed anellini di cipolla fritti, il tutto annaffiato con vino della cantina sociale di Staggia, che... si lascia bere senza fare storie  
Ecco, questo è stato l’unico aspetto negativo della giornata. Smile 
Eh, sì, tutto troppo buono.
Si mangia troppo bene.
E si esagera!
Ma, sapete, ho digerito tutto benissimo. Wink 

A nostro giudizio un evento ben equilibrato, non troppo stancante, che è scivolato via leggero e piacevole e che speriamo di poter ripetere, data l'ospitalità di queste terre anche verso gli scalzisti e la quantità di mete e di bellissime passeggiate possibili ...
Grazie Guido e grazie Fulvia della vostra splendida ospitalità.
Grazie anche al simpaticissimo Michele (Gran Choeur) per la sua compagnia.
Ancora una volta mi sento di confermare che io e Nancy abbiamo trovato fra gli scalzi degli splendidi compagni di avventura.
cheers





















avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scalzi in Val d'Elsa - ultima chiamata

Messaggio  Spyro il Mer Lug 03 2013, 14:24

Ma che bei posti, sia di natura che di storia. Shocked 
Potrei farci un pensierino per qualche eventuale vostro futuro incontro. Very Happy 
avatar
Spyro

Numero di messaggi : 650
Età : 31
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scalzi in Val d'Elsa - ultima chiamata

Messaggio  Rei il Mer Lug 03 2013, 17:44

Arghhh! Avrei voluto esserci anch'io!!!
E invece precettato a Roma per una telefonata che non è mai arrivata.
Pazienza.
L'arrabbiatura è un po' passata ieri, quando mi hanno dato i soldini dovuti per il week-end perso.Very Happy 
Per stavolta mi accontento, ma alla prossima voglio esserci!!!
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2640
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scalzi in Val d'Elsa - ultima chiamata

Messaggio  Elan il Mer Lug 03 2013, 17:50

Ok ... per la prossima, che non so quando potrà essere, potremmo scegliere la gita a Castelvecchio d'Elsa ed una passeggiata per Casole d'Elsa o per Volterra

avatar
Elan

Numero di messaggi : 1086
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scalzi in Val d'Elsa - ultima chiamata

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum