Mea culpa

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Mea culpa

Messaggio  Ospite il Lun Lug 14 2008, 21:02

Solo ora leggo il thread "Cinque alieni sbarcano sul pianeta Padova - prima parte", avvisato da un'altra persona.
E lo leggo solo ora perché sono SEI mesi che non leggo più il forum, stufo, anzi arcistufo, delle stupide discussioni che nascono e rinascono e continuano a nascere riguardo alla veridicità dello scalzismo dei partecipanti, e riguardo alla (mancata) partecipazione ai raduni.
Ebbene, qui davanti a tutti faccio pubblico atto di contrizione per avere organizzato il primo raduno dei nati scalzi. Purtroppo dopo la prima volta c'è sempre qualcuno che vuole continuare e farne altri. Io ho abbandonato i raduni quasi subito perché mi sono accorto della loro assoluta inutilità, nonché della loro stupidità. Infatti come dice bene (mi pare) Augusto, si finisce per parlare di piedi: scalzi, sporchi, callosi e via discorrendo. Che discorsi illuminati!!!!! Che soddisfazione il ritorno a casa con un bagaglio culturale così arricchito!. Che meraviglia avere passeggiato con altre persone senza interessi comuni assolutamente senza meta! No grazie, i raduni li faccia chi li vuole, E SOLO CHI LI VUOLE, e soprattutto SCONSIGLIO CALDAMENTE tutti coloro che non hanno ancora partecipato ad un raduno di provarci.
E poi c'è sempre il solito imbecille (e non è il primo né, purtroppo, sarà l'ultimo) che dubita dello scalzismo degli altri, che incolpa gli altri di essere fake, e che magari gli consiglia di andare dallo psicologo, quando è evidente che il disturbato è lui, che ha bisogno di sentirsi "protetto" dalla presenza di tanti scalzi "veri" perché si possa vergognare un po' meno.
Questo modo di fare ha già allontanato dal forum alcune persone, anche di rilievo e di simpatia; l'oggetto dell'attacco a cui mi riferisco ha già abbandonato una volta per questo motivo, ma dopo qualche tempo, ahilui, è tornato.
Bah, sarà colpa di Benedetto Croce.....

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  lucignolo il Lun Lug 14 2008, 22:15

Franco ha scritto:Ebbene, qui davanti a tutti faccio pubblico atto di contrizione per avere organizzato il primo raduno dei nati scalzi. Purtroppo dopo la prima volta c'è sempre qualcuno che vuole continuare e farne altri. Io ho abbandonato i raduni quasi subito perché mi sono accorto della loro assoluta inutilità, nonché della loro stupidità. Infatti come dice bene (mi pare) Augusto, si finisce per parlare di piedi: scalzi, sporchi, callosi e via discorrendo. Che discorsi illuminati!!!!! Che soddisfazione il ritorno a casa con un bagaglio culturale così arricchito!. Che meraviglia avere passeggiato con altre persone senza interessi comuni assolutamente senza meta! No grazie, i raduni li faccia chi li vuole, E SOLO CHI LI VUOLE, e soprattutto SCONSIGLIO CALDAMENTE tutti coloro che non hanno ancora partecipato ad un raduno di provarci.
A parte il fatto che non si può parlare di raduni, dal momento che si tratta di incontri fra persone ormai diventate amiche e, permettimi, si tratta di un sentimento che evidentemente tu non hai mai conosciuto.
Poi tu non hai mai sentito di cosa si parla, per cui non puoi dire che si discuta di piedi sporchi, callosi (perché callosi, se è un fenomeno che riguarda i calzati?) o di argomenti strettamente inerenti al barefooting,
Si parla di tutto un po', cosa tipica delle persone intelligenti e colte, cosa che, evidentemente, tu non sei, caro fondatore dei miei stivali.
Il camminare a piedi nudi è soltanto una scusa, ormai, per divertirci un poco.
Potremmo anche trovarci con lucide scarpe firmate, ma il Sito dei Nati Scalzi non l'ho inventato io.
Franco ha scritto:E poi c'è sempre il solito imbecille (e non è il primo né, purtroppo, sarà l'ultimo) che dubita dello scalzismo degli altri, che incolpa gli altri di essere fake, e che magari gli consiglia di andare dallo psicologo, quando è evidente che il disturbato è lui, che ha bisogno di sentirsi "protetto" dalla presenza di tanti scalzi "veri" perché si possa vergognare un po' meno.
Questo modo di fare ha già allontanato dal forum alcune persone, anche di rilievo e di simpatia; l'oggetto dell'attacco a cui mi riferisco ha già abbandonato una volta per questo motivo, ma dopo qualche tempo, ahilui, è tornato.
Bah, sarà colpa di Benedetto Croce.....
A parte il fatto che le parole dovresti riservarle a te stesso, caro maleducato irriducibile e distruttore di tutto ciò che ti circonda, ti faccio presente che il sottoscritto ha dato tutto se stesso per cercare di fare scalzismo e che nessuno mai è riuscito a convincere la propria compagna a fare altrettanto, senza imposizioni e senza terrorismo psicologico, nemmeno tu che ti credi di essere il padreterno.
Se poi ho commesso degli errori non sta a te giudicare: ho espresso la mia modestissima opinione, ma la costituzione mi consente di farlo.
Se ho sbagliato mi dispiace, ma ho il diritto di farlo e gli altri hanno il dovere di farmelo notare, magari bacchettandomi sulle dita; ma non consento a nessuno, men che meno ad un personaggio distruttivo come te, di insultare chi ti pare.
Poi evita di dare le colpe a chi non ne ha: tu e altri per primi avete sparato a zero su tutto e su tutti.
Molti sono fuggiti prima che arrivassi io, leggiti il forum storico se la mente ti tradisce.
Io non cerco rogne, semplicemente non pestarmi sulle palle.
E tu saresti il mitico fondatore?
Ma vatti a nascondere!!
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  Ospite il Lun Lug 14 2008, 22:40

lucignolo ha scritto:Ma vatti a nascondere!!

E' quello che ho fatto negli ultimi 6 mesi, ed è quello che farò nel futuro.
Sarebbe bello chiacchierare del più e del meno (e ci sono molte persone simpatiche in questo forum), ma ogni tanto (e nel passato è successo più di una volta) si presentano individui come te, che rovinano tutto e fanno scappare anche altri postanti. Per il semplice fatto che non è per niente piacevole avere a che fare con prepotenti, maleducati, arroganti che vogliono essere i depositari dell'UNICA VERITA'.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  lucignolo il Lun Lug 14 2008, 22:56

Franco ha scritto:
lucignolo ha scritto:Ma vatti a nascondere!!
E' quello che ho fatto negli ultimi 6 mesi, ed è quello che farò nel futuro.
Sarebbe bello chiacchierare del più e del meno (e ci sono molte persone simpatiche in questo forum), ma ogni tanto (e nel passato è successo più di una volta) si presentano individui come te, che rovinano tutto e fanno scappare anche altri postanti. Per il semplice fatto che non è per niente piacevole avere a che fare con prepotenti, maleducati, arroganti che vogliono essere i depositari dell'UNICA VERITA'.
Non sei tu il webmaster e chi mi ha conosciuto di persona non la pensa come te.
Di integralisti nel forum ce ne sono molti e fra questi non mi troverai mai.
Prepotenti, maleducati e arroganti anche: non escluderti a priori.
Quando un plebiscito decreterà che è come dici tu (e non certo tre o quattro gatti), solo allora me ne andrò.
E l'ultima parola spetterà a Paolo Selis, non certo a te, che per il sito proprio non hai mai fatto nulla se non entrare ogni sei o sette mesi ad insultare chi non conosci ed a cercare di rovinare tutto ciò che hanno cercato di costruire.
Adesso non si venga a dire che sono io a provocare.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  bfpaul il Lun Lug 14 2008, 23:08

lucignolo ha scritto:
Franco ha scritto:
lucignolo ha scritto:Ma vatti a nascondere!!
E' quello che ho fatto negli ultimi 6 mesi, ed è quello che farò nel futuro.
Sarebbe bello chiacchierare del più e del meno (e ci sono molte persone simpatiche in questo forum), ma ogni tanto (e nel passato è successo più di una volta) si presentano individui come te, che rovinano tutto e fanno scappare anche altri postanti. Per il semplice fatto che non è per niente piacevole avere a che fare con prepotenti, maleducati, arroganti che vogliono essere i depositari dell'UNICA VERITA'.
Non sei tu il webmaster e chi mi ha conosciuto di persona non la pensa come te.
Di integralisti nel forum ce ne sono molti e fra questi non mi troverai mai.
Prepotenti, maleducati e arroganti anche: non escluderti a priori.
Quando un plebiscito decreterà che è come dici tu (e non certo tre o quattro gatti), solo allora me ne andrò.
E l'ultima parola spetterà a Paolo Selis, non certo a te, che per il sito proprio non hai mai fatto nulla se non entrare ogni sei o sette mesi ad insultare chi non conosci ed a cercare di rovinare tutto ciò che hanno cercato di costruire.
Adesso non si venga a dire che sono io a provocare.

Ohè ragazzi, che succede? Fa caldo?
Abbiate pazienza, ma se dovete dirvene quattro, usate il forum e scrivetevi ....

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  lucignolo il Lun Lug 14 2008, 23:16

bfpaul ha scritto:Ohè ragazzi, che succede? Fa caldo?
Abbiate pazienza, ma se dovete dirvene quattro, usate il forum e scrivetevi ....
Scusami, Paolo.......è colpa mia come al solito?
Non ho cominciato io a dire parole il cui destinatario era tutt'altro che ignoto.
Che tu abbia il dovere di fare Re Salomone mi sta bene, ma certi pitbull dovrebbero essere messi in un recinto.
Se proprio c'era qualcosa da dire poteva essere fatto in via privata, ma non dirmi che sono stato io a cominciare.
Dimmi una parola e me ne vado, con gran sollievo di qualcuno.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  paolo fratter il Mar Lug 15 2008, 00:42

Calma ragazzi......e sangue freddo ma, sinceramente, questi attacchi gratuiti proprio non li capisco, ma soprattutto non riesco a capire quale sia il loro fine! Ancora di più non li capisco se fatti da te, Franco, che ho avuto il piacere di conoscerti e soprattutto di stimarti come ottima persona, oltre ovviamente che come barefooter veramente tosto e fondatore del sito, e guarda caso ti ho incontrato proprio durante un raduno in Liguria alcuni anni fa e del quale non serbo certamente uno sgradito ricordo....tutt'altro!!! Era stato piacevolissimo ma soprattutto piacevoli e simpatiche le persone incontrate e conosciute in quell'occasione.....e non mi pare proprio che avessimo parlato solo di piedi nudi......e comunque da parte mia posso solo dire che mi è stato di notevole incoraggiamento ed incentivo nel proseguire la mia strada scalza che allora era decisamente tutta in salita! E' indiscusso che ognuno il proprio scalzismo se lo debba vivere come meglio crede...da solo, in compagnia, al mare, sui monti, in città - e su questo mi pare non ci piove, lo si è ribadito più volte - ma è altrettanto giusto rispettare tutto e tutti! Flavio è una persona che ha un carattere molto forte e certamente qualche volta magari si infiamma e si infervora un po'....ma vi posso assicurare che l'entusiasmo che ci ha messo per incentivare e diffondere un po' di più il barefooting anche da noi (ammesso che vi si riesca veramente ..........visti i risultati e le delusioni continue!!!) non è certamente cosa da poco e per questo ha tutta la mia ammirazione! Con questo non voglio ergermi a suo strenuo difensore anzi, non ne ha certamente bisogno visto come si difende più che bene da solo, ma credo che molti di voi lo abbiamo frainteso e giudicato in modo superficiale! Anche Paolo Selis, il nostro webmaster, ha del resto sempre ribadito l'utilità e l'incentivo nell'organizzare raduni e incontri (vedi ad esempio la recente piacevolissima serata trascorsa tutti in compagnia in pizzeria a Milano). Quanto poi al fatto che si parli solo di scalzismo non è assolutamente vero......ve lo assicuro...ci consideriamo ormai un gruppo di simpatici ed affiatati amici che parlano di tutto....lo scalzismo è ormai solamente un optional! Comunque, per farla breve, anche perchè non sono un grande scrivano, vuol dire che i raduni ce li faremo tra di noi senza più pubblicizzarli nè tantomeno raccontarli in questa sede! Chi è d'accordo e chi no?.....Coraggio ognuno dica la sua....mica vi mangiamo!!!!
Saluti a tutti.
Paolo F.

paolo fratter

Numero di messaggi : 397
Data d'iscrizione : 27.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  Andrea77 il Mar Lug 15 2008, 00:47

Solo ora leggo il thread "Cinque alieni sbarcano sul pianeta Padova - prima parte", avvisato da un'altra persona.
E lo leggo solo ora perché sono SEI mesi che non leggo più il forum, stufo, anzi arcistufo, delle stupide discussioni che nascono e rinascono e continuano a nascere riguardo alla veridicità dello scalzismo dei partecipanti, e riguardo alla (mancata) partecipazione ai raduni.
---
Posso capire che uno che va davvero scalzo non abbia nulla da provare ad altri e che ci rimanga male a sentirsi mal giudicato x il semplice fatto che non abbia interesse a partecipare ai raduni.
Sono fatti suoi. Ma è pure legittimo che qualcuno possa sospettare che costui non sia un vero scalzo.
Questo lo dico come ipotesi senza alcun riferimento a persone in particolare.
Concordo con te che tale discorso possa essere noioso e dannoso in quanto può creare risentimenti.
Detto questo vorrei fare alcune considerazioni:
1) Un forum dove si parla solo di scalzismo è inevitabile che sia ripetitivo. I temi che si trattano sono x forza sempre quelli. X quanto mi riguarda i raduni sono utili non solo xchè l'nione fa la forza ma anche x tenere vivo il forum e il sito. Infatti prima ci sono i messaggi x organizzare, poi i resoconti che devo dire io trovo ben scritti soprattutto quelli di Flavio e in fine ci sono delle foto che arricchiscono il sito.
Se togli i raduni il forum chiude x noia.
2) Se tu che ti ritieni il 'verbo' fonte di saggezza e del sapere xchè al posto di sparire x SEI mesi non scrivi cose argute ed interessanti?
3) Il fatto che tu abbia creato il sito non ti da il diritto di arrivare qui dopo sei mesi ad offendere coloro che con impegno cercano di portare avanti quello che tu hai deciso di buttare alle ortiche!
Se ti ripresenti qui dopo sei mesi solo per insultare allora facevi meglio a non farti più vedere!

---
Ebbene, qui davanti a tutti faccio pubblico atto di contrizione per avere organizzato il primo raduno dei nati scalzi. Purtroppo dopo la prima volta c'è sempre qualcuno che vuole continuare e farne altri. Io ho abbandonato i raduni quasi subito perché mi sono accorto della loro assoluta inutilità, nonché della loro stupidità. Infatti come dice bene (mi pare) Augusto, si finisce per parlare di piedi: scalzi, sporchi, callosi e via discorrendo. Che discorsi illuminati!!!!! Che soddisfazione il ritorno a casa con un bagaglio culturale così arricchito!. Che meraviglia avere passeggiato con altre persone senza interessi comuni assolutamente senza meta! No grazie, i raduni li faccia chi li vuole, E SOLO CHI LI VUOLE, e soprattutto SCONSIGLIO CALDAMENTE tutti coloro che non hanno ancora partecipato ad un raduno di provarci.
---
E pensa che io partecipando a quel raduno trovai la cosa interessante.
I motivi dell'utilità dei raduni l'ho già spiegata sopra.
E' chiaro che è bene che ai raduni partecipi SOLO CHI LI VUOLE. Ci mancherebbe. Se poi uno dovesse venire solo per rompere le scatole allora è meglio essere in pochi ma buoni.
Per quanto riguarda i contenuti è chiaro che si parla ANCHE di piedi nudi ma non SOLO.
Poi come dice Flavio a furia di trovarci, essendo alla fine sempre gli stessi, va a finire che si diventa amici e si spazia a parlare di tutto.
Quindi mi sento di ribadire l'appello a partecipare ai raduni ovviamente se si è interessati.

---
E poi c'è sempre il solito imbecille (e non è il primo né, purtroppo, sarà l'ultimo) che dubita dello scalzismo degli altri, che incolpa gli altri di essere fake, e che magari gli consiglia di andare dallo psicologo, quando è evidente che il disturbato è lui, che ha bisogno di sentirsi "protetto" dalla presenza di tanti scalzi "veri" perché si possa vergognare un po' meno.
Questo modo di fare ha già allontanato dal forum alcune persone, anche di rilievo e di simpatia; l'oggetto dell'attacco a cui mi riferisco ha già abbandonato una volta per questo motivo, ma dopo qualche tempo, ahilui, è tornato.
---
[color=red] Se uno è uno scalzo autentioco credo che non si faccia intimorire dal pregiudizio di qualcuno
Ad un certo punto uno se ne frega pure. Tizio non vuole credere alla mia autenticità saranno cavoli suoi.
Tizio resta comunque uno scalzo autentico.
Caio non vuole partecipare ai raduni e forse mente saranno cavoli suoi.
Non vuol partecipare, cavoli suoi. Mente ancora cavoli suoi.
Credo che xò sia giusto che Tizio rispetti Caio e vice versa.
Come detto + volte ci sono vari modi di vivere lo scalzismo. Tutti hanno il diritto di dire la loro SENZA INSULTARE.
Già siamo in pochi se poi litighiamo e ci dividiamo tra di noi siamo rovinati.
X quanto riguarda la persona che ha abbandonato e poi è ritoranta non so a chi ti riferisci.
X quanto mi riguarda se le ho recato involontariamente offesa me ne scuso.
Spero che una volta ritornato resti e collabori come crede a patto che non semini zizzania.
Saluti
Andrea
avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  Ospite il Mar Lug 15 2008, 10:47

paolo fratter ha scritto:Ancora di più non li capisco se fatti da te, Franco,
Il mio non è stato un attacco, ma un contrattacco.

paolo fratter ha scritto:ti ho incontrato proprio durante un raduno in Liguria alcuni anni fa e del quale non serbo certamente uno sgradito ricordo
Nemmeno io ho uno sgradito ricordo di quel raduno, però fatto uno fatti tutti. I raduni sono fini a se stessi, non portano nulla di nuovo.

paolo fratter ha scritto:ci consideriamo ormai un gruppo di simpatici ed affiatati amici
Allora non è più un raduno. E' un incontro tra amici.

paolo fratter ha scritto:i raduni ce li faremo tra di noi senza più pubblicizzarli nè tantomeno raccontarli in questa sede!
Non è questo il punto. Occorre evitare di offendere chi non partecipa o non vuole partecipare. In altre parole occorre rispettare la privacy di ciascuno.
D'altra parte se siete già un gruppo di amici, che bisogno avete di coinvolgere gente nuova?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  bfpaul il Mar Lug 15 2008, 13:55

Abbiate pazienza.

Franco ha scritto: Ebbene, qui davanti a tutti faccio pubblico atto di contrizione per avere organizzato il primo raduno dei nati scalzi. Purtroppo dopo la prima volta c'è sempre qualcuno che vuole continuare e farne altri. Io ho abbandonato i raduni quasi subito perché mi sono accorto della loro assoluta inutilità, nonché della loro stupidità. Infatti come dice bene (mi pare) Augusto, si finisce per parlare di piedi: scalzi, sporchi, callosi e via discorrendo. Che discorsi illuminati!!!!! Che soddisfazione il ritorno a casa con un bagaglio culturale così arricchito!. Che meraviglia avere passeggiato con altre persone senza interessi comuni assolutamente senza meta! No grazie, i raduni li faccia chi li vuole, E SOLO CHI LI VUOLE, e soprattutto SCONSIGLIO CALDAMENTE tutti coloro che non hanno ancora partecipato ad un raduno di provarci.


Tu hai diritto di dire la tua come tutti, ma se leggi e scrivi solo ogni sei mesi, considera il lavoro e le cose che sono state dette prima di prendertela con qualcuno .....
Ovviamente non è vero che ad un "raduno" si parli solo di scalzi e di piedi scalzi - nessuno che sia stato sempre assente può affermarlo con credibilità!
Ho organizzato personalmente vari raduni in questi anni e con i presenti non abbiamo parlato solo di barefooting; negli incontri poi, dove ci si conose tutti, penso sia davvero l'ultimo argomento.
In ogni caso, il barefooting è in prima approssimazione l'interesse comune; solo dopo essserci conosciuti possono venire fuori gli altri.
Ti sei pentito di aver organizzato il primo?
Se non l'avessi fatto tu l'avrebbe fatto prima o poi qualcun altro perchè associarsi è uno scopo primario della vita, nessuno vive da solo come un eremita.
In ogni caso, le scuse sono accettate, ma continueremo ad organizzare incontri e raduni ai quali liberamente parteciperà chi vuole.
Invece trovo davvero difficili da metabolizzare i toni così duri e sprezzanti e mi dispiace che vengano da te che hai "messo su strada" me per primo, ma anche Paolo F, Andrea e altri; capisco a questo punto le risposte giustamente risentite di Flavio ed Andrea.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  Ospite il Mar Lug 15 2008, 19:48

bfpaul ha scritto:capisco a questo punto le risposte giustamente risentite di Flavio ed Andrea.bfpaul

Bah, tieniteli pure.....

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  Andrea77 il Mar Lug 15 2008, 21:10

Il mio non è stato un attacco, ma un contrattacco.
---
Scusa ma nn mi pare proprio che qualcuno ti abbia attaccato sul forum. Al contrario + volte tu hai, secondo me ingiustamente, attaccato altri.
Su una cosa credo siamo tutti d'accordo che ai raduno ci partecipa chi ne ha voglia. Chi nn partecipa sono affari suoi ed è giusto che non venga mal giudicato.
Uno può sbagliare o essere frainteso ma nn mi pare il caso ogni volta di rivangare episodi passati.
Ci possono essere divergenze e ognuno ha il diritto di dire la sua ma in modo educato e senza offendere.
X quanto riguarda i possibile fake sappiamo tutti che ci possono essere. Se nessuno può dare testimonianza che Tizio va realmente scalzo Caio può avere un legittimo sospetto che sia un fake. Diciamo che x nn urtare la sensibilità altrui sarebbe meglio che uno si tenesse x se il sospetto. Diverso è il modo di fare di chi da appuntamenti a tutti e nn si presenta mai (vedi esepio Riccardo).
Onestamente nn condivido questa avversità ai raduni. Capisco che uno non ci voglia partecimùpare x i + svariati motivi ma non è ammissibile denigrare chi invece li ritiene utili e li organizza e vi partecipa.
Tra l'altro è troppo comodo criticare ed offendere senza fare delle proposte costruttive alternative.
Saluti
Andrea
avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  lucignolo il Mar Lug 15 2008, 21:34

Andrea77 ha scritto:Tra l'altro è troppo comodo criticare ed offendere senza fare delle proposte costruttive alternative.
O.K. ragazzi.
Grazi per aver sostenuto la mia buona fede.
Di errori certamente ne ho compiuti anch'io, tanti.
Però basta, fermiamoci qui.
Facciamo vedere a tutti che abbiamo intenti positivi.
Siamo convinti, andiamo avanti con forza, senza farci intimorire da nessuno.
Facciamolo per noi.
Facciamolo anche per Paolo Selis, che se lo merita veramente.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  Ares il Mar Lug 15 2008, 21:40

Andrea77 ha scritto:

Tra l'altro è troppo comodo criticare ed offendere senza fare delle proposte costruttive alternative.
Saluti
Andrea

Aggiungo: o peggio polemizzare senza verificare di persona: come si può pontificare sugli argomenti che si affrontano negli incontri/raduni "incriminati" senza avervi neppure preso parte? Non siamo mica davanti alla Santa Inquisizione o peggio su un ring di pugilato ...

Concordo con quanto scritto da te, da Paolo S., Paolo F. e Flavio e non aggiungo altro.
Se non ricordo male, tra l'altro, la polemica sul tema si era già bella che esaurita e di polemiche smodate, estremiste, attacchi personali e scaramucce credo che ne abbiamo abbastanza ...

Ares

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  bfpaul il Mar Lug 15 2008, 22:51

lucignolo ha scritto:
Andrea77 ha scritto:Tra l'altro è troppo comodo criticare ed offendere senza fare delle proposte costruttive alternative.
O.K. ragazzi.
Grazi per aver sostenuto la mia buona fede.
Di errori certamente ne ho compiuti anch'io, tanti.
Però basta, fermiamoci qui.
Facciamo vedere a tutti che abbiamo intenti positivi.
Siamo convinti, andiamo avanti con forza, senza farci intimorire da nessuno.
Facciamolo per noi.
Facciamolo anche per Paolo Selis, che se lo merita veramente.

Di nuovo, abbiate pazienza.
Da quando Franco mi ha lasciato la responsabilità di sito e Forum sono passati 2 anni e mezzo (circa) e non credo che sia a nostro discapito.
Non mi metterò certo a fare l'apologia di quanto di positivo è accaduto perchè se pure ci ho messo mano, senza tutti quelli che si sono associati e senza quelli che scrivono perchè ci hanno creduto e ci credono (al barefooting, intendo) saremmo dispersi per il mondo a fare il nostro solitario esercizio e non avremmo il miglior sito europeo, ne' il Forum più frequentato.
Invece il sito ha posto le basi culturali del barefooting in Italia, ed il Forum nonostante certe legnate che vengono scagliate ogni tanto su questo o quello è più vitale che mai.
Ma lo è perchè - con tutti i limiti umani possibili - chi ci scrive crede a ciò che fa e tenta pure di divulgarlo e di difenderlo davanti alle obiezioni degli sciocchi.
Mi domando quindi perchè dovrei allontanare chicchessia, mettermi come sovrana preoccupazione chi sia sincero e chi sia "fake", non incontrarmi con tutti quelli che hanno questo interesse chiamando a raccolta chiunque lo condivida, per conoscere nuove persone e accrescere il numero dei contatti e magari degli amici.
Io sono un essere "sociale" e non credo di dover dimostrare niente a nessuno, nè per quanto riguarda il barefooting, nè per altro; mi piace stare in compagnia e se condivido anche una sola idea con un altro essere umano, posso parlarci, mettermi a confronto, entrare in relazione.
Non è che devo andare ad abitare a casa sua o vivere nei suoi calzoni!!
Non obbligo nessuno, non chiedo niente se non le indispensabili notizie che mi permettano di valutare l'eventuale socio - e su questo sono molto prudente, ci sono 14 persone che non hanno avuto l'accesso al Forum perchè non rsipondono alle semplici domande che ho posto - ma poi basta.
Capita che qualcuno a volte per i limiti del Forum, non riesca "a prendersi" con qualcun altro e sono scintille; ma siamo tutti maggiorenni, invece di sfogarci sul Forum scriviamoci personalmente, il Forum lo consente, e diciamocene pure 4 o 8 !!!
Si evitano così discussioni antipatiche e burrascose che distruggono la tranquillità che è il bene primario del Forum e fanno "scappare " chiunque timidamente si avvicina.
Basta, ho già espresso questi concetti con altre parole e più volte; vedete voi cosa fare. Non vorrei chiudere un topic o cancellare un solo post, nè tantomeno togliere l'account a nessuno .... non vorrei esserci costretto.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  paolo fratter il Mer Lug 16 2008, 00:53

Paolo, credimi, hai tutta la nostra solidarietà, in questi ultimi due o tre anni, grazie soprattutto alla tua instancabile attività ed entusiasmo, direi che sia il sito che il forum hanno acquistato più interesse e vitalità dunque non mi pare proprio il caso di preoccuparci di critiche campate in aria e distruttive.
Un ciao a tutti.
Paolo F.

paolo fratter

Numero di messaggi : 397
Data d'iscrizione : 27.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  bfpaul il Mer Lug 16 2008, 09:16

paolo fratter ha scritto:Paolo, credimi, hai tutta la nostra solidarietà, in questi ultimi due o tre anni, grazie soprattutto alla tua instancabile attività ed entusiasmo, direi che sia il sito che il forum hanno acquistato più interesse e vitalità dunque non mi pare proprio il caso di preoccuparci di critiche campate in aria e distruttive.
Un ciao a tutti.
Paolo F.

Grazie Paolo, so bene che finora avete apprezzato quanto ho fatto e ritengo che abbiate anche il diritto di critica perchè nessuno è infallibile ed io meno di altri.
So che un po' per mio merito, molto per merito vostro è stato fatto: un gruppo di lombardi che si trova spesso ed amichevolmente perchè al di là del barefooting che accomuna i singoli, è cresciuta una bella amicizia e che sta facendo da traino per tutti coloro, singoli o gruppi, che volessero aggiungersi.
Questo è lo spirito giusto, senza porsi obiettivi impossibili, ma mettendo ciascuno in gioco la propria intelligenza e le proprie forze, fare qualcosa di positivo come incontrarsi e farsi conoscere.
Capisco che certe volte prenda un po' di sconforto, perchè a fronte dell'impegno messo, i risultati sembrano minimi, ma ricordiamoci che non lavoriamo per il presente ma per il futuro; se andiamo avanti con pazienza e anche fregandocene delle critiche è solo perchè ci crediamo e, datemi ascolto, il lavoro paga.
Per questo ripeto ancora una volta: dobbiamo avere un atteggiamento positivo, le discussioni anche al calor bianco non devono avere seguito, non devono cioè produrre inimicizie o peggio.
Lasciamo perdere ruggini vecchie e facciamo il possibile per far trovare ai nuovi amici un ambiente sereno e simpatico, il resto verrà.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Mea Culpa

Messaggio  tarzone il Mar Lug 22 2008, 13:53

Niente di nuovo sotto il sole, dicevano i latini più di 2000 anni fa. Tutta questa serie di polemiche (inutili) le ho già viste e vissute tutte.
Mi fa piacere che siano stati altri a rispondere alle argomentazioni di Franco, io non l' ho fatto e alcuni sanno perchè, però mi fa piacere sapere che non sono l' unico maleducato (a detta di Franco) al mondo.
Concordo al 100% con tutte le risposte, ed esprimo la solidarietà a Flavio per il modo con cui è stato attacato, io per molto meno sono stato insultato.
Ma per rimanere nelle citazioni "non ti curar di loro ma guarda e passa".
Una caro saluto a tutti e buona estate.
Valerio
P.S. Notare quale buon gusto, sdoganato da Bossi, ha Franco con la sua immagine del bambino con il dito.
avatar
tarzone
Presidente Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 320
Età : 61
Data d'iscrizione : 05.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  Enzo il Mar Lug 22 2008, 15:40

-


Ultima modifica di Enzo il Ven Dic 03 2010, 15:18, modificato 1 volta

Enzo

Numero di messaggi : 579
Data d'iscrizione : 27.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  lucignolo il Mar Lug 22 2008, 22:09

tarzone ha scritto:Concordo al 100% con tutte le risposte, ed esprimo la solidarietà a Flavio per il modo con cui è stato attacato, io per molto meno sono stato insultato.
Grazie, Valerio.
Di errori ne ho fatti molti, il primo è quello di aver fatto dello scalzismo un sogno realizzato della mia vita.
Per questo motivo faccio fatica a capire l'inerzia e le paure di molti barefooters, ma è un atteggiamento sbagliato.
Non si può pretendere che una persona educata e condizionata dal dio calzatura possa di colpo abbandonare i suoi freni interiori; ho volutamente schiaffeggiato moralmente ragazzi simpatici, pur di smuovere qualcosa.
Ma per convincere qualcuno bisogna prenderlo per mano e condurlo gentilmente verso la meta.
Urlargli in faccia non serve a nulla.
E poi sembro essere uno dei pochi a vivere la realtà scalza come una specie di paradiso a cui tendere.
Questo è il secondo errore: evidentemente per i più non è altro che un gioco, per il quale non vale la pena di investire più di tanto.
Un mio errore di valutazione, insomma.
L'entusiasmo od il lavoro (per cosa?) pagano davvero? Forse sì, purché ci si rassegni al fatto incontestabile che siamo nati scalzi, ma cresciamo e viviamo calzati.
Camminare scalzi è solo una deviazione del tutto momentanea?
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  bfpaul il Mar Lug 22 2008, 23:23

lucignolo ha scritto:
tarzone ha scritto:Concordo al 100% con tutte le risposte, ed esprimo la solidarietà a Flavio per il modo con cui è stato attacato, io per molto meno sono stato insultato.
Grazie, Valerio.
Di errori ne ho fatti molti, il primo è quello di aver fatto dello scalzismo un sogno realizzato della mia vita.
Per questo motivo faccio fatica a capire l'inerzia e le paure di molti barefooters, ma è un atteggiamento sbagliato.
Non si può pretendere che una persona educata e condizionata dal dio calzatura possa di colpo abbandonare i suoi freni interiori; ho volutamente schiaffeggiato moralmente ragazzi simpatici, pur di smuovere qualcosa.
Ma per convincere qualcuno bisogna prenderlo per mano e condurlo gentilmente verso la meta.
Urlargli in faccia non serve a nulla.
E poi sembro essere uno dei pochi a vivere la realtà scalza come una specie di paradiso a cui tendere.
Questo è il secondo errore: evidentemente per i più non è altro che un gioco, per il quale non vale la pena di investire più di tanto.
Un mio errore di valutazione, insomma.
L'entusiasmo od il lavoro (per cosa?) pagano davvero? Forse sì, purché ci si rassegni al fatto incontestabile che siamo nati scalzi, ma cresciamo e viviamo calzati.
Camminare scalzi è solo una deviazione del tutto momentanea?

Errori ne facciamo tutti, non è questo il problema.
Vorrei esaminare meglio le tue affermazioni: fai fatica a capire l'inerzia e le paure di molti barefooters.
La mia idea è che ci sono tanti tipi di barefooters quanti barefooters esistono, cioè ciascuno è un mondo a sé ed ha posizioni e reazioni molto diverse e contrastanti con gli altri.
Che fare? Ammettere che non ci sono che poche, semplici regole:
- ciascuno sia barefooter a modo suo
- non pretendere mai di "unificare" le varie posizioni o "spingere" a fare qualsivoglia cosa che non si sappia essere ben accetta

Hai "volutamente schiaffeggiato moralmente ragazzi simpatici, pur di smuovere qualcosa".
No, qui non sono d'accordo; se pure l'intento fosse nobile, se chi è interessato all'azione non lo apprezza, l'intervento deve essere considerato negativo. Infatti i "colpiti" non si sono più fatti sentire, e questo è comunque un risultato negativo; ogni postante è una risorsa, nessuna risorsa deve essere persa.
Piuttosto che "creare" un possibile evento negativo, personalmente mi asterrei; qui ci sono sensibilità molto accentuate e non potendosi dire le cose a quattrocchi, si rischia di far male o farsi male, anche se involontariamente.

Ti domandi se "l'entusiasmo od il lavoro (per cosa?) pagano davvero".
La mia risposta è: non c'è nessun dubbio! E sai perchè?
- abbiamo fatto conoscere il sito e la nostra esistenza, non possiamo essere in prima pagina. Moltissimi oggi sanno cos'è il barefootinge questo è già molto
- cerchiamo di aiutare i nuovi ad emanciparsi finalmente ed a crescere nelle loro decisioni; si può fare molto di più e lo faremo ancora con l'esempio e l'incoraggiamento
- abbiamo esempi in proposito: Antonino sta maturando, come tu stesso hai scritto in modo egregio, e dobbiamo e possiamo ottenere analoghi risultati con molti altri. Ricordo ancora una volta che abbiamo oltre 120 iscritti e 10 postanti e mi chiedo: perchè diamine non riusciamo a "farli venir fuori" ad inserirli meglio fra noi? Avrei molte risposte, ma non è il caso ....
Se ci lavoriamo su, il risultato non sarà appagante?

Le considerazioni sul camminare scalzi meriterebbero ben più di una semplice, breve risposta; qui c'è in ballo tutta una filosofia e sarei molto lieto di sviluppare a fondo l'argomento se ci sarà chi lo propone.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  lucignolo il Mer Lug 23 2008, 09:27

bfpaul ha scritto:Le considerazioni sul camminare scalzi meriterebbero ben più di una semplice, breve risposta; qui c'è in ballo tutta una filosofia e sarei molto lieto di sviluppare a fondo l'argomento se ci sarà chi lo propone.
Qui mi viene qualche dubbio.
Nel senso che la penso come te, ma, forse, parlare di filosofia è un po' eccessivo per molti barefooters.
Camminare a piedi nudi si tratta, verosimilmente, di una cosa molto bella da praticare, ma più simile alla valvola di sfogo che entra in azione una volta ogni tanto, guando ne sentiamo il desiderio, piuttosto che ad un modus vivendi.
Ci si sente più liberi, senza dover fare a tutti i costi la guerra contro le nostre regole acquisite ed i pregiudizi sociali.
Forse, chi mi leggeva in passato ricorderà che io stesso ero partito così: un hobby da vivere in alcuni momenti della giornata o della settimana; poi qualcosa è cambiato profondamente, fino a dar vita ad un vero e proprio pensiero organizzato.
Non tutti raggiungono questa fase, non per mancanza di capacità, ma semplicemente perché lo scalzismo non occupa la stessa posizione nella scala dei valori personali di ognuno.
Ho toccato con mano che voler dare troppo spessore al forum, proprio per i motivi che ho appena accennato, può provocare almeno un sentimento di noia, che per qualcuno può diventare addirittura senso di fastidio.
Provare a parlarne non è male, ma consentimi di avere molti dubbi sulla sua reale utilità.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  bfpaul il Mer Lug 23 2008, 18:11

lucignolo ha scritto:
bfpaul ha scritto:Le considerazioni sul camminare scalzi meriterebbero ben più di una semplice, breve risposta; qui c'è in ballo tutta una filosofia e sarei molto lieto di sviluppare a fondo l'argomento se ci sarà chi lo propone.
Qui mi viene qualche dubbio.
Nel senso che la penso come te, ma, forse, parlare di filosofia è un po' eccessivo per molti barefooters.
Camminare a piedi nudi si tratta, verosimilmente, di una cosa molto bella da praticare, ma più simile alla valvola di sfogo che entra in azione una volta ogni tanto, guando ne sentiamo il desiderio, piuttosto che ad un modus vivendi.
Ci si sente più liberi, senza dover fare a tutti i costi la guerra contro le nostre regole acquisite ed i pregiudizi sociali.
Forse, chi mi leggeva in passato ricorderà che io stesso ero partito così: un hobby da vivere in alcuni momenti della giornata o della settimana; poi qualcosa è cambiato profondamente, fino a dar vita ad un vero e proprio pensiero organizzato.
Non tutti raggiungono questa fase, non per mancanza di capacità, ma semplicemente perché lo scalzismo non occupa la stessa posizione nella scala dei valori personali di ognuno.
Ho toccato con mano che voler dare troppo spessore al forum, proprio per i motivi che ho appena accennato, può provocare almeno un sentimento di noia, che per qualcuno può diventare addirittura senso di fastidio.
Provare a parlarne non è male, ma consentimi di avere molti dubbi sulla sua reale utilità.

Questa volta sono completamente d'accordo.
Forse avrei dovuto scrivere filosofia come hai scritto tu e non filosofia, ma ben venga il chiarimento. Non intendo costruire un sistema filosofico, non è il mio mestiere, ma volevo dire: un modo di pensare basato su tutta una serie di convinzioni supportate dall'esperienza personale quotidiana.
Sicuramente, fra le altre cose, si potrebbero distinguere i barefooters "a tutto tondo" (cioè quelli che concepiscono il barefooting come una scelta di vita e che personalmente si sentono "completi" e nel loro stato ordinario se sono scalzi) dagli altri per cui il barefooting è una attività che consente di liberarsi di una serie di restrizioni, ma che non vogliono o non possono "vivere scalzi" per i condizionamenti della società.
Noterai che ho usato perifrasi e virgolette perchè non intendo fare scale di valori (se no qualcuno si offende) ed io per primo ho scritto che questo non va fatto ....
Però, come giustamente ha scritto Alex 65 proprio oggi, sarebbe utile prevedere i Soci "simpatizzanti" o come li si voglia chiamare, usando i criteri che ho esposto come spartiacque.
Ne approfitto per dire a chi è socio (e si è distratto) ed anche agli altri, che mesi fa abbiamo iniziato un'Assemblea che poi è stata interrotta, nella quale avremmo dovuto approvare lo Statuto.
Pertanto per il momento resta un "gentlemam agreement" e quando riprenderemo l'Assemblea terremo senz'altro conto di questa indicazione.

Per il resto, sei arrivato alle mie conclusioni che voler insistere perchè tutti si sentano o diventino bf " atutto tondo" non è utile perchè molti non matureranno mai questa decisione. Noi possiamo incoraggiare, mai insistere, è controproducente per tanti motivi.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mea culpa

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum