Per il tuo bene

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Per il tuo bene

Messaggio  Biagio il Dom Mag 04 2014, 11:44

E' giusto promulgare leggi che proteggono il cittadino da se stesso?
Qui ho trovato una interessante riflessione, scaturita dal una norma che proibisce di accedere scalzi al Parlamento dell Stato dell'Ohio.
What is Tyranny?

Non ce la faccio a tradurvelo tutto.
Mi limito a questa citazione di Thomas Jefferson: <<La giusta libertà è un'azione liberamente condotta in base alla nostra volontà entro i limiti tracciati attorno a noi dal mesdesimo diritto del nostro prossimo.
Non aggiungo "entro i limiti della legge" perché spesso la legge non è altro che la volontà del tiranno e lo è sempre quando viola i diritti dell'individuo>>
avatar
Biagio

Numero di messaggi : 299
Data d'iscrizione : 19.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Per il tuo bene

Messaggio  Alexey il Dom Mag 04 2014, 19:15

In realtà le ragioni "per la tua sicurezza" derivano dalla paura di venire citati se succede qualcosa. Ovviamente anche se dimostriamo che andare scalzi fa bene e la scarpa fa male sul lungo periodo a nessuno frega niente, l'importante è non avere possibili rogne ora. Negli Stati Uniti accade così, la paura delle cause è molto alta, e se unita a volte ai falsi miti che ci sono anche da noi e con un pizzico di paura per gli hippie e del diverso intensificata dall'11 settembre, ecco che abbiamo questi casi assurdi...

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Per il tuo bene

Messaggio  Alexey il Dom Mag 04 2014, 19:26

Ovviamente non esiste un paese totalmente libero, possiamo parlare di meglio o peggio... Pare che i paesi del nord Europa, Australia e NZ abbiano trovato un miglior compromesso tra forza dello stato e libertà individuale rispetto ad altri paesi dove l'individuo non è altro che un'entità spendibile e intercambiabile peggio di una pecorella o di una semplice formica in un formicaio.
Non a caso, questi sono anche i paesi in cui andare scalzi, seppur insolito e inusuale, non è visto come da pazzi, zozzoni e incivili...in Italia invece non esiste una forte repressione "legale", ma solamente una grande ignoranza, e noi, ricollegandomi all'altro topic, possiamo cercare idee per combatterla, con pazienza e rispetto.
La strada dei pionieri è lunga e in salita, ma vale la pena percorrerla per noi e per i nostri figli.

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Per il tuo bene

Messaggio  Elan il Lun Mag 05 2014, 12:44

La paura di essere citati in tribunale in USA è altissima. Basti pensare che l'amianto non è stato vietato per legge come da noi, perchè è bastata la paura delle "class-actions" per metterlo al bando (notizia che ho avuto anni fa da produttori di macchinari con cui si faceva l'eternit, può darsi che ora sia anche vietato ufficialmente).

In un articolo di giornale leggevo che a New York è impossibile bere un caffè più caldo che tiepido, perchè molti bar sono stati citati in tribunale da avventori che si sono scottati con il caffè troppo caldo.

Sulle etichette delle bottiglie di champagne ci sono gli avvisi di sicurezza circa i danni che può fare il tappo. indovinate perchè ...
avatar
Elan

Numero di messaggi : 1087
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Per il tuo bene

Messaggio  aldo1953 il Lun Mag 05 2014, 13:35

Alexey ha scritto:Ovviamente non esiste un paese totalmente libero, possiamo parlare di meglio o peggio... Pare che i paesi del nord Europa, Australia e NZ abbiano trovato un miglior compromesso tra forza dello stato e libertà individuale rispetto ad altri paesi dove l'individuo non è altro che un'entità spendibile e intercambiabile peggio di una pecorella o di una semplice formica in un formicaio.
.

Mah, credo che le cause favorenti nei Paesi che hai citato siano tante e, purtroppo, inesistenti qui da noi. Sono in pochi, pochissimi, su ampi territori quindi non si danno mai fastidio l' un l' altro e incontrarsi è sempre un evento informale. In genere il tenore di vita è livellato verso l' alto, per cui nessuno deve temere di essere scambiato per un homeless. Le (poche) leggi sono rispettate alla lettera per cui se fai qualche cosa vuol dire a prescindere che è permesso. La cura per l' estetica dell' abbigliamento è pressochè zero. Non esiste il "sua eccellenza" e nemmeno il "non sa chi sono io". Ma, soprattutto, LA GENTE SI FA I FATTI SUOI ! Almeno finchè non diventi molesto.
Paradisi ? Beh, il Paradiso in terra non esiste (se mai esiste altrove), però è certo che là si vive più liberi.

aldo1953

Numero di messaggi : 1005
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Per il tuo bene

Messaggio  october il Lun Mag 05 2014, 22:19

Elan ha scritto:In un articolo di giornale leggevo che a New York è impossibile bere un caffè più caldo che tiepido, perchè molti bar sono stati citati in tribunale da avventori che si sono scottati con il caffè troppo caldo.

Eh, mi sa che questa se l'è inventata il giornalista. È però vero che i bicchier(on)i di carta per il caffè e il tè adesso portano l'avvertenza che il contenuto potrebbe essere bollente.

october

Numero di messaggi : 124
Età : 41
Data d'iscrizione : 29.04.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Per il tuo bene

Messaggio  John & Jane il Lun Mag 19 2014, 12:08

Non credo che se la sia inventata. Al bar chiesi una birra gelata; il banchista me la servì con compunzione.
"ma è un piscio!" sbottai io.
"veramente, -mi spiegò- la ASL o roba del genere, impone per i frigoriferi una temperatura non inferiore ai 12 gradi; più fredda fa male".
Mi spiazzò. Ma perché devo essere tutelato per forza? Saprò bene io, come bere; non mi sgargarozzerei mai in colpo solo un bicchiere di birra a cinque gradi. So benissimo che può creare inconvenienti anche seri. E lasciateci in pace, una buona volta! Poi ci sono quelli che si sentono in dovere di redarguire quelli che vanno in giro scalzi: con mia moglie ci provò un commerciante di Corso Vittorio, a Roma (incontro -credo- del 2011), il quale si beccò un cazziatone tremendo.

John & Jane

Numero di messaggi : 376
Età : 69
Data d'iscrizione : 27.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Per il tuo bene

Messaggio  Alexey il Lun Mag 19 2014, 16:30

State alla larga di chi vi impone le cose per il vostro bene, dice più o meno un detto, ed è proprio vero. In questo caso si parla di amici e conoscenti, negli esempi sopra è più che ovvio che gli interessi dei potenti (assucurazioni ad esempio), sono molto più importanti della libertà personale dell'individuo. Per evitare che tirino fuori dei soldi, si escogita di tutto ma il risultato è che tra un po non si può più nemmeno respirare più forte.

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Per il tuo bene

Messaggio  tarzone il Lun Mag 19 2014, 19:34

Vi siete mai chiesti perchè sulle auto giapponesi sugli specchietti retrovisori si trova un' indicazione che ci ricorda che gli specchi in questione, per aumentare il campo visivo, forniscono un' immagine distorta e gli oggetti sembrano più vicini o più lontani (non ricordo esattamente) di quanto non siano in realtà?
E perchè avere l' ABS non vuol dire che ti fermerai in metà spazio di quanto credevi di aver bisogno senza ABS?
Lo stesso dicasi per il cruise control e tante altre avvertenze, che a noi sembrano ridicole ( e lo sono) messe lì solo per il fatto che "ti avevo avvisato" nel caso in cui qualcuno intentasse un'azione legale.
Ma non vorrei dilungarmi oltre sulla.....bè diciamo ingenuità degli statunitensi, lasciamoli stare dove sono e godiamoci la nostra cara, vecchia, malandata Europa.
Saluti con marchio ce
Valerio
avatar
tarzone
Presidente Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 320
Età : 61
Data d'iscrizione : 05.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Per il tuo bene

Messaggio  John & Jane il Mar Mag 20 2014, 11:55

L'Europa è malandata perché è sottoposta alla dittatura di Bruxelles. Ci siamo auto determinati per secoli con pieno successo (guerre a parte). Ora, in Belgio, un maestrino si sveglia la mattina e decide quanto latte dobbiamo produrre; e guai a sgarrare: multe da pelare la pelle. Ma lasciateci in pace una buona volta. E ho constatato che il "per il tuo bene" è diffuso anche all'estero: in Nicaragua stavo in cantiere solo con un paio di short (ero un dirigente, ma poiché chi non sa lavorare non sa dirigere, mi adattavo a lavori manuali anche per passare il tempo e per dare l'esempio alle maestranze); mi dicevano: "tu eres loco, te vas a quemar!".
Fu vano spiegare che il gennaio in Nicaragua o il luglio nella pianura Pontina erano proprio la stessa cosa: si convinsero dopo un mese di trattamento. Magnificamente abbronzato e manco una scottatura. Ogni tanto mi capitava di mettere le mani negli impianti elettrici: in tutte le Americhe la tensione è a 110 volt e a 60 hz. Non mi occorreva un tester; mi bastavano pollice e indice. Un sopportabile pizzicorino rivelava la presenza di corrente; anche lì, dissuasioni di ogni genere. Però, dopo molte di di queste prove, dal rango di "italiano loco" fui promosso al rango di "vertadero hombre".

John & Jane

Numero di messaggi : 376
Età : 69
Data d'iscrizione : 27.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Per il tuo bene

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum