La carica degli 88

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La carica degli 88

Messaggio  aldo1953 il Mer Dic 31 2014, 14:49

Mio padre, classe 1924, con qualche trascorso pericolosetto durante la guerra (si fa per dire... solo una sventagliata di mitra addosso..), mi raccontava con un misto di timore/reverenza degli 88 tedeschi...
Ma quelli erano cannoni.
I nostri '88 però non sembrano da meno : arti marziali, boxe, combattimenti... così spero che nessuno si offenda per quello che dirò e che forse è dettato più che altro dall' invidia dell' età. Così non mi arriverà quel famoso colpo di cui si vociferava da bambini che al momento non lo senti ma poi muori in tre giorni. Shocked
Dunque vorrei dire che la sfida o, visto che va l' Inglese, il challenge che compare in alcuni post non mi interessa più di tanto. Qualche giorno fa ho tentato una bella camminata scalza con 2°, dopo qualche centinaio di metri mi sono detto "Ma chi te lo fa fare ?", e mi sono rimesso le infradito. E lo stesso vale per i luoghi dove andare scalzo, se mi puzza che potrei avere problemi od essere in imbarazzo, le infradito le tengo. E se proprio qualche volta non ce la faccio non mi vergogno dei miei non sandali.
Lo scopo che vorrei raggiungere non è la sfida ma la "normalità".
Uscire al mattino vestito "normale", magari con la valigetta professionale alla mano, ma... scalzo. E stare poi tutto il giorno così, a prescindere dai luoghi, climi, momenti, in piena e totale libertà di scelta.
Che ci vuole dirà qualcuno, eh non è così semplice. Anche Paolo, che è Paolo, dichiara di essere stato davvero libero solo quando è andato in pensione, e se lo dice lui ....
La scorsa Estate ce la stavo facendo, anzi ce la avevo quasi fatta, ma poi è arrivato il triste Inverno ed è già strano girare in infradito. Problema più che altro psicologico, d' accordo, ma non per questo meno difficile da risolvere. Vabbè, è possibile che siano riflessioni un po' giù di morale, ma l' Inverno mi fa sempre questi scherzi.
Auguri a tutti

aldo1953

Numero di messaggi : 1004
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La carica degli 88

Messaggio  Massimo il Gio Gen 01 2015, 18:37

A cavallo del cambio di millennio ero universitario a Roma ed incominciai a credere che il poter essere scalzo nel mio quotidiano - e non più soltanto nelle passeggiate notturne o fuori quartiere con cui mi ero sfogato fino ad allora - dovesse essere il massimo.
Ci provai, ed in breve tempo, pur con qualche minima approssimazione, potei dire di esserci riuscito: scalzo a lezione, in mensa, con gli amici, nei negozi, sui mezzi pubblici e perfino ad un esame.
In quel periodo nessun vigilante, agente, esercente, conducente, docente, conoscente ecc. mi creò mai problemi. Collezionai al massimo degli sguardi perplessi, innoqui commenti dietro le spalle o - in molti casi - domande dovute a sincera curiosità.
Coloro che temevo di più - ossia i familiari - sulle prime mugugnarono un po', ma capirono presto, oltre ogni mia più rosea aspettativa, che l'assenza di calzature non comprometteva la mia rispettabilità, né tantomeno la loro.
Lieto fine? Neanche per sogono. Accadde infatti qualcosa di assurdo: all'apice del mio scalzismo, mi accorsi che proprio lo scalzismo non mi piaceva più, era subentrata la noia. Rimisi le scarpe pressoché di colpo e completamente.
Incominciai a capire il senso degli accadimenti solo molto tempo dopo: del gusto che per anni avevo provato ad andare scalzo, l'«irregolarità» era una componente importante. Non volevo essere uno scalzo, ma solo uno che ama andare scalzo saltuariamente, seguendo l'estro del momento.

Aldo, se me lo consenti, alla luce della mia noiosa storia personale vorrei farti una domanda: è possibile che tu non riusca ad essere pienamente scalzo nella tua normalità non tanto per le difficoltà contingenti, ma per il fatto che non è ciò che realmente desideri?

Si è spesso detto che il principale nemico dello scalzista è, se insicuro, lo scalzista stesso. Vero, ma mi chiedo se in alcuni casi le insicurezze non insorgano però proprio per indicarci il limite oltre il quale non desideriamo realmente andare.
Magari non tutti i blocchi nella nostra testa sono «seghe mentali»: se talvolta fossero solo i confini della propria indole, di fronte ad essi sarebbe ugualmente sbagliato tanto il sentirsi meno in gamba, quanto il forzarsi a fare di più.

Massimo

Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La carica degli 88

Messaggio  Alexey il Gio Gen 01 2015, 22:13

Secondo me dipende se il desiderio che è in noi è il desiderio di "ribellione" -"trasgressione" dalle redini sociali che quando si esprime nella sua completezza diventa di colpo il giocattolo che non diverte più, oppure nasce da un reale desiderio di contatto con il mondo e di deambulare nel modo più libero e naturale possibile. Personalmente per me andare scalzo è diventata la normalità, quindi non trepido ansioso come i primi tempi all'idea di assaporare la novità, ma la differenza la sento quando metto le scarpe invece e mi chiedo:"ma cosa sono ste cose, oddio che costrizione, ho i piedi ingessati?"

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La carica degli 88

Messaggio  Laurentius il Ven Gen 09 2015, 13:24

Non penso proprio che i nostri '88 facciano certe cose per esibizionismo/ribellione o che altro.
Altrimenti avrebbero ragione i miei genitori quando sostengono che noi barefooters siamo una manica di puri esibizionisti.
Ritengo che se fanno qualcosa è perchè ne sono realmente convinti. Non pensano vogliano fare i Wim Hof de noantri a tutti i costi.

Mancanza di intelligenza e barefootedness sono due termini che non possono concordare tra loro nella mia percezione semantica. Potrà sembrare strano, ma giuro di aver riscontrato nel barefooter medio un QI e una cultura molto più elevati della media dei mediocri scalzofobi che si trovano in giro.
avatar
Laurentius

Numero di messaggi : 355
Età : 34
Data d'iscrizione : 11.09.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: La carica degli 88

Messaggio  Elan il Lun Gen 12 2015, 12:37

Io no ho capito la questione degli 88 ..... 88 cosa?  il numero 88 è il numero dei piedi scalzi?  scusatemi, forse mi sono perso qualcosa.

Per quanto riguarda il tema trattato da Aldo posso solo dire che per me stare scalzo è diventato una cosa piutttosto naturale e continua a piacermi...  Per tutta la durata delle vacanze invernali (ben 3 settimane) ho messo le scarpe con calze solo uno volta o due ... qualche volta sono uscito con i miei zoccoli sui piedi nudi.   Però anche io a volte non voglia di stare scalzo e allora non lo faccio.  

Sinceramente non andrei nemmeno con le infradito ad una festa in cui tutti sono calzati ... mi piace essere vestito come le circostanze richiedono, ma se le cricostanze non fanno richieste, allora mi trovo bene a piedi nudi.

A capodanno ero ad una cena tra amici al maneggio e avevo gli zoccoli che ho subito messo in un angolo ... lì non ho problemi da pormi e loro lo trovano divertente ...

La vigilia ero da mia sorella, me regolarmente calzato ... so che a lei fa piacere e non mi andava di fare l'eccentrico ... il 25 eravamo da mia mamma e portavo solo gli zoccoli, però non ho rinunciato ad una passeggiata scalza nel quartiere...

Continuo a sostenere che ciascuno deve fare quello che si sente di fare, in tutta tranquillità ... è chiaro che il senso di trasgressione che si prova all' inizio un po' alla volta scompare, ma penso che si possa dire "per fortuna"  Smile
avatar
Elan

Numero di messaggi : 1086
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La carica degli 88

Messaggio  aldo1953 il Lun Gen 12 2015, 15:00

Elan ha scritto:Io no ho capito la questione degli 88 ..... 88 cosa?  il numero 88 è il numero dei piedi scalzi?  scusatemi, forse mi sono perso qualcosa.

Per quanto riguarda il tema trattato da Aldo posso solo dire che per me stare scalzo è diventato una cosa piutttosto naturale e continua a piacermi...  Per tutta la durata delle vacanze invernali (ben 3 settimane) ho messo le scarpe con calze solo uno volta o due ... qualche volta sono uscito con i miei zoccoli sui piedi nudi.   Però anche io a volte non voglia di stare scalzo e allora non lo faccio.  

Sinceramente non andrei nemmeno con le infradito ad una festa in cui tutti sono calzati ... mi piace essere vestito come le circostanze richiedono, ma se le cricostanze non fanno richieste, allora mi trovo bene a piedi nudi.

A capodanno ero ad una cena tra amici al maneggio e avevo gli zoccoli che ho subito messo in un angolo ... lì non ho problemi da pormi e loro lo trovano divertente ...

La vigilia ero da mia sorella, me regolarmente calzato ... so che a lei fa piacere e non mi andava di fare l'eccentrico ... il 25 eravamo da mia mamma e portavo solo gli zoccoli, però non ho rinunciato ad una passeggiata scalza nel quartiere...

Continuo a sostenere che ciascuno deve fare quello che si sente di fare, in tutta tranquillità ... è chiaro che il senso di trasgressione che si prova all' inizio un po' alla volta scompare, ma penso che si possa dire "per fortuna"  Smile

Ciao Elan,
dunque l' 88 è l' anno di nascita di alcuni agguerriti BF che qui scrivono. Poi io ne ho approfittato per scherzarci un po' sù.
Per il resto integralmente d' accordo, con una sola differenza : sia perchè lavoro da solo e sia perchè non ho mai situazioni ufficiali, al massimo qualche riunione tra colleghi, posso permettermi le infradito sempre. Tanto che ormai tutti mi conoscono così. Aggiungo doverosamente che non si tratta di infradito da spiaggia ma di Lunasandal che bene o male una loro dignità ce l' hanno anche se quello sono (oltre a costare un pacco di soldi).
Se poi mi va e la situazione mi sembra favorevole... via anche quelli.
A capodanno, da mia sorella con altri amici, ho ornato i sandali con due papillon e così ho divertito tutti.

aldo1953

Numero di messaggi : 1004
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La carica degli 88

Messaggio  Theuth il Sab Gen 17 2015, 13:32

'88, eccomi!
Io devo dire che quoto in toto Massimo. Ho avuto praticamente la sua stessa esperienza. E adesso, vabbé, un po' perché vado a scuola, ma anche nel tempo libero sto raramente scalzo.

Arrivato a poterlo fare sempre, ho perso molto di quel desiderio che avevo.

Ricordo per esempio che anche Angelica (e anche lei '88 se non sbaglio) disse una volta una cosa simile.

Alla fine penso che essere scalzisti/barefooters non significhi essere sempre scalzi, ma essere scalzi se e quando vuoi, non essendo limitati dal contesto ma nemmeno voler ad ogni costo essere scalzi in condizioni pericolose o nelle quali, semplicemente, non si ha voglia.
avatar
Theuth

Numero di messaggi : 93
Età : 28
Data d'iscrizione : 02.06.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La carica degli 88

Messaggio  bfpaul il Sab Gen 17 2015, 23:13

Theuth ha scritto:'88, eccomi!
Io devo dire che quoto in toto Massimo. Ho avuto praticamente la sua stessa esperienza. E adesso, vabbé, un po' perché vado a scuola, ma anche nel tempo libero sto raramente scalzo.

Arrivato a poterlo fare sempre, ho perso molto di quel desiderio che avevo.

Ricordo per esempio che anche Angelica (e anche lei '88 se non sbaglio) disse una volta una cosa simile.

Alla fine penso che essere scalzisti/barefooters non significhi essere sempre scalzi, ma essere scalzi se e quando vuoi, non essendo limitati dal contesto ma nemmeno voler ad ogni costo essere scalzi in condizioni pericolose o nelle quali, semplicemente, non si ha voglia.
Ma certo!
Abbiamo fatto mica un voto o perso una scommessa per dovere essere sempre e comunque scalzi!
Si va scalzi perché ci piace e se non ci va si mettono le scarpe.
Non c'è niente di più banale ma di più vero...

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: La carica degli 88

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum