Bello e possibile

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Bello e possibile

Messaggio  PENONI il Mer Set 03 2008, 19:10

Ciao a tutti! Sono Stefano “Penoni” di Mestre.
Mi rifaccio vivo dopo un paio d‘anni; un po’ per mancanza di tempo, un po’ per pigrizia, e perché non trovavo più la password, senza però aver mai smesso di seguire il sito che, intanto, ha fatto passi da gigante rispetto agli inizi.
Scrivo sulle ali dell’entusiasmo e con i piedi ancora in paradiso per una passeggiata di 2 ore a Venezia, durante la quale ho pensato alcune cose.
Riordinando le idee, porto il mio contributo al forum offrendo i seguenti spunti:
1)andare a piedi nudi è bello ed è possibile. E’ bello: si comincia sulla sabbia, poi si scopre l’erba, la terra, le pietre lisce dei centri storici; si passa al sottobosco fra foglie ed aghi di pino, ai sentieri con sempre meno terra e sempre piu’ sassi, sempre meno piatti; alla ghiaia, alla roccia, all’asfalto. Dopo due settimane in vacanza, scalzo totale, mi sono accorto non solo di poter andare su terreni difficili, ma di provarvi piacere! Un poco alla volta, senza strafare, i piedi si adattano (e la testa pure). Scalzi si può andare ovunque (clima permettendo). E andare scalzi per strada dona un senso di libertà impagabile (ed è gratis!).
2)E’ possibile: la difficoltà maggiore sta nell’affrontare il giudizio comune. Se non fosse così scandaloso andrei a piedi nudi sempre, da maggio a ottobre. Così non è, facciamocene una ragione. Io sono tra quelli che devono lavorare in giacca e cravatta, e garantisco che è autolesionismo non voler tenerne conto. Il problema non sussiste però in vacanza, o quando si va in un posto dove non si è conosciuti; e, allora, nessun problema! In questi casi, quand’ero più giovane, cercavo di stare scalzo il più possibile; adesso che sono più verso i 50 che i 40 ho semplificato: sto scalzo sempre.
3) Venezia è un posto meraviglioso da percorrere a piedi nudi, le sue pietre non aspettano altro che regalare un’infinità di sensazioni tattili. Io purtroppo ci devo andar cauto, per evitare incontri sgradevoli, visto che ci lavoro; ma non riesco a rinunciarvi del tutto, e, con molta attenzione su itinerari e orari, qualche giro me lo faccio. Consiglio chiunque non abbia remore di percorrerla, in lungo e in largo; non troverete mai problemi, e in mezzo a torme di turisti in infradito passerete abbastanza inosservati: nessuno vi darà fastidio.
4) A proposito, vedo con favore l’esplosione della moda delle infradito di questi ultimi anni; qui ormai le portano tutti (e non era così qualche anno fa). Trovo sia un passo in avanti per sdoganare la vista del piede nudo; ed è più facile passare ai piedi totalmente nudi partendo dalle infradito che dalle scarpe chiuse. Chissà se il tempo ci darà ragione diffondendo le ns. (sane) abitudini.
5) Segnalo un posto ideale per convincere anche i più recalcitranti al piacere di andare a piedi nudi: il Parco di Sigurtà, a Valeggio sul Mincio, oltre che essere un posto splendido, offre infiniti prati di erba curatissima per un primo approccio all’argomento. Ci sono stato a giugno, ed è meraviglioso.

Spero di non aver annoiato nessuno, ma mi sentivo di portare la mia parte a un sito che mi fa compagnia, sin da quando mi ha fatto scoprire di non essere così solo ad essere consapevole dell’esistenza di questo piacere. Chissà che un giorno, nonostante gli impegni, non ci si possa conoscere di persona: mai dire mai!
Grazie dell’ospitalità.
Penoni (parola che, per chi non lo sapesse, in veneziano significa "a piedi nudi").

PENONI

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 02.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bello e possibile

Messaggio  Spyro il Mer Set 03 2008, 19:26

Bentornato tra do noi, Penoni! Very Happy
Concordo pienamente con te; Venezia è un posto bellissimo per andare a piedi nudi. Infatti i primi di giugno ho partecipato ad un raduno bf a Venezia ed è andato alla grande! Ci siamo calzati però intorno a mezzogiorno perchè la pavimentazione veneziana era diventata rovente sotto il sole che quel giorno picchiava!

Ah, io sono Andrea e abito in provincia di Gorizia!
avatar
Spyro

Numero di messaggi : 650
Età : 31
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bello e possibile

Messaggio  bfpaul il Mer Set 03 2008, 20:27

Spyro ha scritto:Bentornato tra do noi, Penoni! Very Happy
Concordo pienamente con te; Venezia è un posto bellissimo per andare a piedi nudi. Infatti i primi di giugno ho partecipato ad un raduno bf a Venezia ed è andato alla grande! Ci siamo calzati però intorno a mezzogiorno perchè la pavimentazione veneziana era diventata rovente sotto il sole che quel giorno picchiava!

Ah, io sono Andrea e abito in provincia di Gorizia!
Alé. I ragazzi veneti e friulo-giuliani cominciano a farsi sentire. Andrea non ha bisogno di inviti perchè conosce i "LOMBARDI" , Penoni e gli altri da Schio a Trieste, senza dimenticare tutti gli altri, incontratevi fra voi; mettetevi d'accordo con i lombardi che sono molto simpatici ed affiatati.
Vedrete che faremo un grande gruppo; se riusciamo a fare un raduno di tutta l'alta Italia prometto che vengo anch'io!

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2972
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bello e possibile

Messaggio  Andrea77 il Mer Set 03 2008, 22:01

il Parco di Sigurtà, a Valeggio sul Mincio
---
Che bella idea! Ci sono stato anni fa con i miei. Effettivamente è davvero bello e poi a Valeggio c'è un ottimo ristorante.
Si potrebbe prendere in considerazione come alternativa alla visita di Mantova di cui si parlava tempo fa.
avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bello e possibile

Messaggio  cesco il Mer Set 03 2008, 23:02

Ciao Penoni e bentornato. Sono Cesco e abito al Lido, a pochi......metri da Mestre!!! Very Happy
Magari una volta o l'altra un incontro non ci starebbe male, no?
Confermo che camminare a "penoni" per Venezia è veramente unico, anche per il fatto che non ci sono macchine e i "masegni "ti trasmettono una sensazione di piacere unica.
Effettivamente le infaradito hanno spopolato quest'anno, il 99,9% delle persone, uomini e donne, le portano e a volte hanno dei colori così simili alla pelle che fai fatica a capire se ci sono o no!!! Un altro punto a nostro favore cheers cheers
Ciao a tutti, Cesco!!
avatar
cesco

Numero di messaggi : 46
Età : 50
Data d'iscrizione : 31.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bello e possibile

Messaggio  contessa scalza il Gio Set 04 2008, 22:41

Ciao, sono Cristiana ex-friulana ora residente in Olanda.

Penoni significa piedi nudi in veneziano? Very Happy Non lo sapevo.... e senza la spiegazione lo avrei al massimo potuto associare a grandi pene. Menomale che non ha nulla a che fare.... e invece che pene racconti delle buone nuove Very Happy .

saluti

c.s.
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 54
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bello e possibile

Messaggio  paolo fratter il Gio Set 04 2008, 23:23

Ciao e un bentornato anche da parte mia. Concordo con te e con gli altri amici veneti che Venezia da girare scalzi è la più bella città in assoluto! Ogni anno con la bella stagione la mia lunga passeggiata scalza (da solo... o meglio se in compagnia) in questa vostra splendida città non me la perdo mai! Se vai sotto "attività" (....ovviamente se non l'hai già fatto..) potrai vedere le foto del nostro incontro di Venezia del giugno scorso molto belle e divertenti ....è stata una giornata veramente bellissima.....a tutto scalzi....assolutamente da ripetere!
Ciao a tutti.
Paolo F.

paolo fratter

Numero di messaggi : 399
Data d'iscrizione : 27.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bello e possibile

Messaggio  Andrea Grasselli il Ven Set 05 2008, 14:02

ciao stefano,

bentornato!
non ho mai visitato venezia, ma di sicuro quando succederà sarà a piedi nudi!

buon tutto.
andrea
avatar
Andrea Grasselli

Numero di messaggi : 388
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bello e possibile

Messaggio  ChiccoB il Dom Gen 04 2009, 19:19

Ciao ragazzi.Come ho letto nel post di Stefano "penoni",andare scalzi è bello e possibile.Confermo in pieno.Ancora oggi,che siamo in pieno inverno,la gente che mi incontra,vedendomi scalzo o in infradito,mi dice:"quasi quasi provo anche io,se fa così bene".Allora io rispondo loro che per iniziare,sarebbe bene farlo in primavera,con temperature più miti.Prima ancora consiglio di iniziare in casa,per abituare gradualmente il piede,e non stressarlo.Mi rendo conto che molti di quelli che mi fanno le solite domande,(non è pericoloso,l'igiene,ecc..),associano il fatto di andare scalzi come un gesto eroico,per spiegarmi,qualcuno mi dice:"sei un grande,ancora adesso,con questo freddo,sei ancora scalzo",io rispondo che innanzitutto,l'andare scalzi deve essere un desiderio,non una sfida con se stessi o con altri.Se uno decide di vivere a piedi nudi,anche fuori casa,lo deve fare per se stesso,come benessere fisico e psichico,non per sentirsi compiacere dagli altri come super uomo.Aggiungo ancora a quelli che vorrebbero ma non osano:"non andate scalzi per curiosità,o per sfida,fatelo solo se lo desiderate davvero,se lo sentite dentro". Chicco.

ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bello e possibile

Messaggio  lucignolo il Lun Gen 05 2009, 21:14

PENONI ha scritto:Scalzi si può andare ovunque (clima permettendo). E andare scalzi per strada dona un senso di libertà impagabile (ed è gratis!).......
Io sono tra quelli che devono lavorare in giacca e cravatta, e garantisco che è autolesionismo non voler tenerne conto.
federicob ha scritto:Ancora oggi,che siamo in pieno inverno,la gente che mi incontra,vedendomi scalzo o in infradito,mi dice:"quasi quasi provo anche io,se fa così bene"...................
Se uno decide di vivere a piedi nudi,anche fuori casa,lo deve fare per se stesso,come benessere fisico e psichico,non per sentirsi compiacere dagli altri.
Ciao, Penoni, è un piacere risentirti.
Spero che tu non me ne vorrai se mi permetto di contraddirti, solo questione di punti di vista.
Il senso di libertà che si prova a camminare scalzi è impagabile e gratis, ma ne puoi godere appieno solo se, come dice Federico, lo si fa per se stessi e non per sentirsi compiacere dagli altri.
Una volta Paolo Selis mi disse che nessuno ci manda in battaglia, ma io in battaglia ci vado da solo, per me stesso ed in nome della mia libertà.
Garantire è un verbo che non esiste, non possiamo garantire nulla; ognuno porta la sua esperienza e le sue paure interiori.
Come già avrai letto, io agisco al contrario: vado scalzo dove tutti mi conoscono, perché lì posso interagire e spiegare; sanno chi sono e cosa faccio e nessuno mi ha mai negato una stretta di mano od un saluto.
Sono queste le cose che mi fanno piacere: essere considerato non per un paravento costituito da giacca e cravatta, ma per ciò che sono.
Piano piano anche sul lavoro sto abbandonando certe convenzioni stagionali, pur nel rispetto della professionalità e delle regole di sicurezza.
La perplessità destate da una persona senza calze in una stagione di ghiaccio lascia presto il posto all'abitudine; dovessero incontrarmi scalzo sarei tempestato di domande, ma pensi che smetterei di essere un riferimento?
Forse perché lavoro in un ambiente dove la competenza viene prima di un immacolato camice bianco e di un paio di scarpe lucide.
Fortuna o effetto di una medicina somministrata a piccole gocce?
Di certo la conseguenza di una ferrea volontà di affermare il proprio modo di essere.
A volte sottovalutiamo chi ci osserva: molti ci criticano, cosa che avverrebbe in ogni caso, non ti illudere.
Altri rimarranno spiazzati e cominceranno ad interrogarsi su chi sei e perché lo fai.
Se saprai porti nella giusta posizione e se saprai spiegare le tue ragioni, qualcuno non ti capirà, ma altri ti stimeranno di più, perfino chi non ti comprenderà, perlomeno per il tuo modo determinato di affrontare le cose.
Bada, Penoni, tu stesso sottolinei la sottile escalation delle tue sensazioni.
Sono convinto che presto capirai cosa intendo dire e l'opinione altrui comincerà a diventare un abito insopportabilmente stretto.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Bello e possibile

Messaggio  Marco53 il Mer Gen 07 2009, 09:07

Carissimo Stefano, e carissimi tutti. A Venezia ci andai nel 2006 con mia moglie e due amici amici, un bellissimo settembre e facendo base a Lido di Jesolo. Sono stato scalzo assai anche io, senza scarpe del tutto a Torcello e Burano, traghetto compreso senza che nessuno dicesse un tubo, a Murano e a Venezia però coi finti sandali in vaporetto così da dribblare eventuali divieti (uno di noi non ricordo chi fu invitato a calzarsi sui vaporetti veneziani). A parte qualche deiezione di piccione da dribblare in Piazza S.Marco, il resto è bellissimo. E poi come si può passare sul Ponte degli Scalzi portando le scarpe??? Da lì, piantina alla mano, ho fatto un giro per i quartieri meno frequentati (se non ricordo male era S.Polo), portando mia moglie e i miei amici fino al Ponte de le Tette, proprio così. Perché nel Settecento pare che a Venezia ci fossero più baldracche che abitanti, e poiché mettevano in mostra la loro mercanzia (le tette, appunto) in tutti gli angoli della città, pare che a qualche puritano fosse venuta l'idea di vietarle in giro per la città tranne che nella zona dietro al ponte (che prese appunto il nome di ponte delle Tette), dietro Ca'Rampani, da cui probabilmente deriva anche la parola semi-dialettale "Carampana" che però, almeno nelle nostre zone, non sta più per donna di facili costumi, bensì viene abbinato all'aggettivo "vecchia" per indicare generalmente donne brutte e di una certa età. Mi pare sia andata così. Question Correggetemi se sbaglio.
Naturalmente il giro veneziano finì a S.Marco nella coda per vedere la famosa "Pala d'oro". A un certo punto mi venne incontro un Carabiniere. Pensavo che volesse farmi infilare le scarpe... E invece, gentilmente, invitò me ed altri a recarmi in un vicinissimo locale dove era obbligatorio lasciare zaini e borse varie. Nulla da recriminare sui piedi nudi e perciò con quelli ho visitato il famoso altare che non avevo visto in altre occasioni veneziane (bellissimo, vale la coda se non arriva fino oltre le rive sul canale della Giudecca).
Saluti, ostrega!
Marco
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 804
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bello e possibile

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum