Due supermercati, stessa solfa.

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

Re: Due supermercati, stessa solfa.

Messaggio  Dave Mack il Mer Lug 01 2015, 23:13

Ho appena ricevuto una chiamata dal servizio clienti della Coop Lombardia, non so se un responsabile o meno, si è sincerato che la guardia non mi abbia bloccato e impedito di entrare (cosa che effettivamente non ha fatto), e mi ha ribadito che, sebbene io possa fare ciò che voglio ed entrare scalzo quando voglio, hanno adottato questa politica del seguirmi per garantirmi la sicurezza in caso ci fossero vetri o qualcuno potesse venirmi addosso con un carrello. Ho più volte obiettato che in tutti i casi, la presenza di una guardia dietro di me, come un body-guard, o altrimenti semplicemente reperibile all'interno del negozio, non fa differenza, dato che se mi facessi male, la sua presenza dietro di me non allevierebbe il mio male, e la sua tempestività di intervento non sarebbe influente, e che la cosa può succedere ugualmente a chi è in infradito, eppure non mi pare perseguitino le persone in infradito o calzature minimali... Di risposta mi ha detto che effettivamente ciò che dico è vero, e che è un controsenso di per se, ma che per loro il piede nudo gli da idea di un ulteriore pericolo e mancanza di sicurezza, e dato che in caso di infortunio l'assicurazione non copre se sei scalzo, hanno deciso di adottare tale politica.
Mezze scuse insomma.

Dave Mack

Numero di messaggi : 121
Data d'iscrizione : 15.12.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Due supermercati, stessa solfa.

Messaggio  Laurentius il Gio Lug 02 2015, 08:44

Dave Mack ha scritto:Ho appena ricevuto una chiamata dal servizio clienti della Coop Lombardia, non so se un responsabile o meno, si è sincerato che la guardia non mi abbia bloccato e impedito di entrare (cosa che effettivamente non ha fatto), e mi ha ribadito che, sebbene io possa fare ciò che voglio ed entrare scalzo quando voglio, hanno adottato questa politica del seguirmi per garantirmi la sicurezza in caso ci fossero vetri o qualcuno potesse venirmi addosso con un carrello. Ho più volte obiettato che in tutti i casi, la presenza di una guardia dietro di me, come un body-guard, o altrimenti semplicemente reperibile all'interno del negozio, non fa differenza, dato che se mi facessi male, la sua presenza dietro di me non allevierebbe il mio male, e la sua tempestività di intervento non sarebbe influente, e che la cosa può succedere ugualmente a chi è in infradito, eppure non mi pare perseguitino le persone in infradito o calzature minimali... Di risposta mi ha detto che effettivamente ciò che dico è vero, e che è un controsenso di per se, ma che per loro il piede nudo gli da idea di un ulteriore pericolo e mancanza di sicurezza, e dato che in caso di infortunio l'assicurazione non copre se sei scalzo, hanno deciso di adottare tale politica.
Mezze scuse insomma.

Lo sai, vero, che in base a queste affermazioni tu dovresti chiamare immediatamente i NAS e dire loro che quegli esercizi pubblici pongono rischi per la presenza di vetri ergo non ottemperano alle norme di sicurezza standard?

Questa cosa delle assicurazioni è una cosa che, invece, mi inquieta: i rischi per i carrelli sono IDENTICI per infradito e piedi nudi e, come tu giustamente hai detto, la tempestività di uno dietro di te non cambia certo le cose (nemmeno fosse flash).
Quindi le assicurazioni cosa? Le assicurazioni di chi? Se io mi infortuno in un centro commerciale per urti di carrello sul piede, ovvero per colpe che sono di altri individui e/o mie (non certo del centro commerciale) possibile che le assicurazioni veramente facciano storie per dei piedi nudi che, come ho detto, pongono gli stessi rischi dei sandali? Questa mi sembra veramente un'italianata a tutti gli effetti.
avatar
Laurentius

Numero di messaggi : 363
Età : 35
Data d'iscrizione : 11.09.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Due supermercati, stessa solfa.

Messaggio  Dave Mack il Gio Lug 02 2015, 09:44

Infatti vorrei informarmi anche io sulla realtà assicurativa, perchè a quel punto con quale diritto le assicurazioni pongono il vincolo di non assicurare per una persona scalza, quando la presenza di una persona scalza è contemplata nelle possibilità dell'esercizio?

Per quanto riguarda i Nas non credo, perchè la persona non mi ha detto che ci sono tali condizioni, ma che si potrebbero verificare, ad esempio nel momento in cui una persona rovesci una bottiglia di vetro per terra nella mia immediata presenza, in quel caso ci sarebbero vetri in terra e l'intervento degli addetti alle pulizie potrebbe non essere sufficientemente tempestivo per impedirmi di calpestarli.
Comunque è l'unico esempio in cui il piede nudo è più a rischio in modo rilevante, perchè in tutti gli altri casi con le infradito è uguale... Se cade qualcosa da uno scaffale ad esempio, che sia scalzo o indossi le infradito, non fa differenza.

Dave Mack

Numero di messaggi : 121
Data d'iscrizione : 15.12.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Due supermercati, stessa solfa.

Messaggio  bfpaul il Gio Lug 02 2015, 10:42

Dave Mack ha scritto:Infatti vorrei informarmi anche io sulla realtà assicurativa, perchè a quel punto con quale diritto le assicurazioni pongono il vincolo di non assicurare per una persona scalza, quando la presenza di una persona scalza è contemplata nelle possibilità dell'esercizio?

Per quanto riguarda i Nas non credo, perchè la persona non mi ha detto che ci sono tali condizioni, ma che si potrebbero verificare, ad esempio nel momento in cui una persona rovesci una bottiglia di vetro per terra nella mia immediata presenza, in quel caso ci sarebbero vetri in terra e l'intervento degli addetti alle pulizie potrebbe non essere sufficientemente tempestivo per impedirmi di calpestarli.
Comunque è l'unico esempio in cui il piede nudo è più a rischio in modo rilevante, perchè in tutti gli altri casi con le infradito è uguale... Se cade qualcosa da uno scaffale ad esempio, che sia scalzo o indossi le infradito, non fa differenza.
Si, è possibile che si nascondano dietro questa scusa delle assicurazioni, non so se possano esstere polizze assicurative che prevedano di non pagare un eventuale cliente infortunatosi nel Centro vendite perché scalzo; sono anche quasi certo che a chieder loro di leggere cosa davvero dice il contratto si rifiuterebbero perché sono affari loro.
C'è poi una piccola casistica:
- il cliente scalzo si infortuna tagliandosi con un vetro o prendendo la scossa, responsabilità diretta del Centro vendite (roba da NAS)
- il cliente scalzo sbatte contro uno spigolo o si fa cadere un peso su un piede e poi chiede un risarcimento; il caso non è diverso dal clente non scalzo
- il cliente scalzo viene urtato da un carrello di un altro cliente e qui la responsabilità, scalzo o no, è del cliente che urta e non del Centro vendite.
Insomma, una cosa è la responsabilità diretta del Centro vendite, altro è la "responsabilità civile" dei clienti nei confronti di altri clienti.
In ogni caso il Centro vendite preferirebbe non dover avere a che fare con gli avvocati, o no?

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 3104
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Due supermercati, stessa solfa.

Messaggio  Laurentius il Gio Lug 02 2015, 11:33

bfpaul ha scritto:
Dave Mack ha scritto:Infatti vorrei informarmi anche io sulla realtà assicurativa, perchè a quel punto con quale diritto le assicurazioni pongono il vincolo di non assicurare per una persona scalza, quando la presenza di una persona scalza è contemplata nelle possibilità dell'esercizio?

Per quanto riguarda i Nas non credo, perchè la persona non mi ha detto che ci sono tali condizioni, ma che si potrebbero verificare, ad esempio nel momento in cui una persona rovesci una bottiglia di vetro per terra nella mia immediata presenza, in quel caso ci sarebbero vetri in terra e l'intervento degli addetti alle pulizie potrebbe non essere sufficientemente tempestivo per impedirmi di calpestarli.
Comunque è l'unico esempio in cui il piede nudo è più a rischio in modo rilevante, perchè in tutti gli altri casi con le infradito è uguale... Se cade qualcosa da uno scaffale ad esempio, che sia scalzo o indossi le infradito, non fa differenza.
Si, è possibile che si nascondano dietro questa scusa delle assicurazioni, non so se possano esstere polizze assicurative che prevedano di non pagare un eventuale cliente infortunatosi nel Centro vendite perché scalzo; sono anche quasi certo che a chieder loro di leggere cosa davvero dice il contratto si rifiuterebbero perché sono affari loro.
C'è poi una piccola casistica:
- il cliente scalzo si infortuna tagliandosi con un vetro o prendendo la scossa, responsabilità diretta del Centro vendite (roba da NAS)
- il cliente scalzo sbatte contro uno spigolo o si fa cadere un peso su un piede e poi chiede un risarcimento; il caso non è diverso dal clente non scalzo
- il cliente scalzo viene urtato da un carrello di un altro cliente e qui la responsabilità, scalzo o no, è del cliente che urta e non del Centro vendite.
Insomma, una cosa è la responsabilità diretta del Centro vendite, altro è la "responsabilità civile" dei clienti nei confronti di altri clienti.
In ogni caso il Centro vendite preferirebbe non dover avere a che fare con gli avvocati, o no?

bfpaul

Il fatto è che mi chiedo se un cliente in infradito per un urto con un carrello altrui si sognerebbe di chiedere uno scarico all'assicurazione...
avatar
Laurentius

Numero di messaggi : 363
Età : 35
Data d'iscrizione : 11.09.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Due supermercati, stessa solfa.

Messaggio  Dave Mack il Gio Lug 02 2015, 14:20

Io comunque ho precisato che, se la loro politica è questa, che crea disagio ai clienti che entrano scalzi, continuerò a frequentare i supermercati che non mi hanno fatto mai storie, come la Carrefour, sottolineando che mi dispiaceva in quanto erano uscite linee di prodotti alla Coop che mi interessavano.

Dave Mack

Numero di messaggi : 121
Data d'iscrizione : 15.12.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Due supermercati, stessa solfa.

Messaggio  Dave Mack il Gio Lug 02 2015, 14:21

Laurentius ha scritto:

Il fatto è che mi chiedo se un cliente in infradito per un urto con un carrello altrui si sognerebbe di chiedere uno scarico all'assicurazione...


Ma sicuramente no. Io mi sono rotto un dito del piede in palestra, con le fivefingers, e non mi è passato nemmeno per l'anticamera del cervello di chiedere i danni.

Dave Mack

Numero di messaggi : 121
Data d'iscrizione : 15.12.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Due supermercati, stessa solfa.

Messaggio  John & Jane il Gio Lug 02 2015, 15:25

Dave Mack ha scritto:Infatti vorrei informarmi anche io sulla realtà assicurativa, perchè a quel punto con quale diritto le assicurazioni pongono il vincolo di non assicurare per una persona scalza, quando la presenza di una persona scalza è contemplata nelle possibilità dell'esercizio?

Per quanto riguarda i Nas non credo, perchè la persona non mi ha detto che ci sono tali condizioni, ma che si potrebbero verificare, ad esempio nel momento in cui una persona rovesci una bottiglia di vetro per terra nella mia immediata presenza, in quel caso ci sarebbero vetri in terra e l'intervento degli addetti alle pulizie potrebbe non essere sufficientemente tempestivo per impedirmi di calpestarli.
Comunque è l'unico esempio in cui il piede nudo è più a rischio in modo rilevante, perchè in tutti gli altri casi con le infradito è uguale... Se cade qualcosa da uno scaffale ad esempio, che sia scalzo o indossi le infradito, non fa differenza.
Una volta, maldestramente, da uno scaffale alto mi tirai in testa un barattolo di pomodoro rimbalzato alla fine della sua corsa su un piede;che fare? portare un caschetto da cantiere e scarpe anti infortunio?  Smile  Smile

John & Jane

Numero di messaggi : 397
Età : 70
Data d'iscrizione : 27.09.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Due supermercati, stessa solfa.

Messaggio  bfpaul il Gio Lug 02 2015, 18:13

John & Jane ha scritto:
Dave Mack ha scritto:Infatti vorrei informarmi anche io sulla realtà assicurativa, perchè a quel punto con quale diritto le assicurazioni pongono il vincolo di non assicurare per una persona scalza, quando la presenza di una persona scalza è contemplata nelle possibilità dell'esercizio?

Per quanto riguarda i Nas non credo, perchè la persona non mi ha detto che ci sono tali condizioni, ma che si potrebbero verificare, ad esempio nel momento in cui una persona rovesci una bottiglia di vetro per terra nella mia immediata presenza, in quel caso ci sarebbero vetri in terra e l'intervento degli addetti alle pulizie potrebbe non essere sufficientemente tempestivo per impedirmi di calpestarli.
Comunque è l'unico esempio in cui il piede nudo è più a rischio in modo rilevante, perchè in tutti gli altri casi con le infradito è uguale... Se cade qualcosa da uno scaffale ad esempio, che sia scalzo o indossi le infradito, non fa differenza.
Una volta, maldestramente, da uno scaffale alto mi tirai in testa un barattolo di pomodoro rimbalzato alla fine della sua corsa su un piede;che fare? portare un caschetto da cantiere e scarpe anti infortunio?  Smile  Smile
Ma certo!
Però, cercavo di fare l'avvocato del diavolo, giusto per amore di discussione.
Poniamo che uno scalzo occasionale si faccia male sbattendo su uno spigolo e chieda i danni al Centro vendite o che un cliente qualunque passeggi con le ruote del carrello sui piedi di uno scalzo e questi chieda i danni; è comprensibile la prudenza che adotta il Centro vendite per non litigare con le assicurazioni e finire dagli avvocati, invitando il cliente scalzo a fare attenzione.
Beninteso che comunque non può e non deve vietare l'ingresso ad un cliente.

bfpau
l
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 3104
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Torna in alto Andare in basso

Bottiglia d' olio

Messaggio  aldo1953 il Gio Lug 02 2015, 18:49

IL mio caso non fa testo perchè si riferisce a un market medio-piccolo dove mi conoscono scalzo da anni, però come scrissi nell' occasione, capitò che una signora facesse cadere una bottiglia d' olio proprio davanti a me con il prevedibile e immaginabile spargimento d' olio e vetri. Immediatamente un inserviente arrivò armato di scopa e segatura e tutto quello che fece fu di invitarmi a girare nella corsia accanto visto il pericolo di schegge. però, ripeto si tratta di un market non titolato, che non si fa pubblicità in televisione e dove il rapporto è decisamente umano. Quando c' è di mezzo l' immagine.... le cose cambiano.

aldo1953

Numero di messaggi : 1053
Età : 65
Data d'iscrizione : 08.11.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Due supermercati, stessa solfa.

Messaggio  Andy il Gio Lug 02 2015, 20:23

Dave Mack ha scritto:Ho appena ricevuto una chiamata dal servizio clienti della Coop Lombardia, non so se un responsabile o meno, si è sincerato che la guardia non mi abbia bloccato e impedito di entrare (cosa che effettivamente non ha fatto), e mi ha ribadito che, sebbene io possa fare ciò che voglio ed entrare scalzo quando voglio, hanno adottato questa politica del seguirmi per garantirmi la sicurezza in caso ci fossero vetri o qualcuno potesse venirmi addosso con un carrello. Ho più volte obiettato che in tutti i casi, la presenza di una guardia dietro di me, come un body-guard, o altrimenti semplicemente reperibile all'interno del negozio, non fa differenza, dato che se mi facessi male, la sua presenza dietro di me non allevierebbe il mio male, e la sua tempestività di intervento non sarebbe influente, e che la cosa può succedere ugualmente a chi è in infradito, eppure non mi pare perseguitino le persone in infradito o calzature minimali... Di risposta mi ha detto che effettivamente ciò che dico è vero, e che è un controsenso di per se, ma che per loro il piede nudo gli da idea di un ulteriore pericolo e mancanza di sicurezza, e dato che in caso di infortunio l'assicurazione non copre se sei scalzo, hanno deciso di adottare tale politica.
Mezze scuse insomma.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
Ciaoooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
In pratica, se io mi bendassi gli occhi e poi andassi a sbattere contro un palo, potrei chiedere i danni all'ENEL?????? clown
Oppure al sindaco che ha autorizzato la posa del palo???? clown clown
Oppure al tipo con la barba ed il triangolo in testa che ha creato il pianeta sul quale è piantato il palo???????? clown clown clown
Ciaoooooo!!!!!! Andy geek
avatar
Andy

Numero di messaggi : 262
Data d'iscrizione : 02.01.08

Torna in alto Andare in basso

Re: Due supermercati, stessa solfa.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum