Scoprire i limiti della corsa a piedi nudi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Scoprire i limiti della corsa a piedi nudi

Messaggio  hadashi il Ven Lug 10 2015, 11:47

Ce l'ho finalmente fatta; sono riuscito a correre una "24 ore" - a piedi nudi sunny sunny sunny á

Dire che sono un "patito" della corsa probabilmente Ŕ un euphemismo... Sono convinto che il corpo umano sia fatto per camminare/correre scalzo, ed Ŕ diventata una mia passione vedere fino a che punto Ŕ possibile spingersi a piedi nudi geek

Dopo la bellissima gita con un gruppetto di Nati Scalzi alla Maratona di Vienna (una staffetta a 4) ásono andato avanti con le maratone, e alla fine sono finito nel mondo delle "Ultra-maratone" (distanze sopra i 42 km). Prima una 70 km, poi un paio di 100 km. bounce
Ovviamente il mio traguardo principale era riuscire a finire le gare; ma volevo altrettanto vedere se fossi riuscito a farlo a piedi nudi, e se questo mi avesse avvantaggiato o svantaggiato, e quale fosse l'aspetto pi˙ "difficile" nel correre scalzo.

Questo fine settimana finalmente ho tentato di correre una "24 ore" (si ha tempo 24 ore, vince chi riesce a fare pi˙ chilometri). Percorso cittadino su asphalto liscio; condizioni ottimali, pensavo Laughing
Purtroppo era una giornata pazzesca dal punto di vista della temperatura; la partenza era venerdi alle 19, e la notte si stava benissimo, con temperature limpide. Perˇ appena sorto il sole la temperatura Ŕ salita in maniera vertiginosa, e alle 11 aveva giß attorno ai 35 gradi...Evil or Very Mad á
Purtroppo l'asfalto si Ŕ riscaldato a un punto tale che sabato verso le 14:00 ho dovuto mettere dei sandali (tipo "Huarache"), altrimenti mi sarei preso delle belle scottature, ed avevo la sensazione che tutto il mio corpo si riscaldasse ulteriormente (giß avevo abbastanza difficoltÓ a "raffreddarmi"... Per fortuna avevano messo una specie di docce lungo il percorso...).

Cosi alla fine non sono riuscito a stare scalzo per tutta la gara ... ma 110 dei 125 km che sono riuscito a totalizzare li ho fatti a piedi nudi ásunny ásunny ásunny
E devo dire che ginocchia, schiena e gambe alle fine stavano benissimo (date le circostanze, ehm...)! I muscoli bruciavano, certo, ma due giorni dopo la corsa erano di nuovo a posto. Sono convinto che se avessi portato delle scarpe da corsa "tradizionali" sarebbe stato molto, molto peggio!

L'elemento pi¨ "debole" correndo a piedi nudi mi sembra proprio essere la pianta dei piedi (gambe, ginocchia, schiena etc secondo me reggono benissimo tutte le distanze possibili ed immaginabili). Dopo 70-80 km di corsa sull'asphalto i muscoli dei piedi perˇ hanno cominciato a "indurirsi", e ho dovuto cominciare a variare la superficie sulla quale correvo (cioŔ ogni tanto mi sono spostato sulla ghiaia/erba sul bordo strada. Incridibile il sollievo che ho provato quando ero sulla ghiaia, anche se pungeva). Poi l'asphalto rovente Ŕ diventato un ulteriore elemento impattante, e ho dovuto cercare di raffreddare la pianta nei brevi tratti all'ombra, o sulle strisce bianche sul bordo strada :p
Probabilmente quest'ultimi non sono fattori che l'uomo ha incontrato durante la sua evoluzione, perci˛ il piede qui ha dei limiti, non c'Ú niente da fare (d'altronde, ho visto parecchie persone fermarsi per bolle e vesciche; problemi che io non avevo Wink)

Comunque, credeteci o no, non ero l'unico scalzo; c'erano altre 5-6 persone! Credo che solo un altro di questi abbia tentato di fare tutte le 24 ore a piedi nudi (ci ho parlato, era un Tedesco che corre scalzo da pÝ˙ di 5 anni anche lui); gli altri si sono limitati ad alcuni giri. E c'erano un paio di corridori in FiveFingers. Perˇ il fatto che fossi stato scalzo ha destato talmente poco stupore che non ho trovato nemmeno una foto dei miei piedi sul sito della gara, per quello non posso nemmeno farvi vedere delle foto Evil or Very Mad á
(se dovessi ancora trovarne qualcuna, la posterˇ in seguito!)

In ogni modo, Ú stato una bellissima esperienza; soprattutto il senso di libertÓ che ho provato a correre scalzo. E la certezza che i produttori di scarpe da corsa sparano tutti delle gran cavolate lol!

Hadashi
avatar
hadashi

Numero di messaggi : 772
EtÓ : 46
Data d'iscrizione : 08.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scoprire i limiti della corsa a piedi nudi

Messaggio  bfpaul il Ven Lug 10 2015, 11:54

hadashi ha scritto:Ce l'ho finalmente fatta; sono riuscito a correre una "24 ore" - a piedi nudi sunny sunny sunny á

Dire che sono un "patito" della corsa probabilmente Ŕ un euphemismo... Sono convinto che il corpo umano sia fatto per camminare/correre scalzo, ed Ŕ diventata una mia passione vedere fino a che punto Ŕ possibile spingersi a piedi nudi geek

Dopo la bellissima gita con un gruppetto di Nati Scalzi alla Maratona di Vienna (una staffetta a 4) ásono andato avanti con le maratone, e alla fine sono finito nel mondo delle "Ultra-maratone" (distanze sopra i 42 km). Prima una 70 km, poi un paio di 100 km. bounce
Ovviamente il mio traguardo principale era riuscire a finire le gare; ma volevo altrettanto vedere se fossi riuscito a farlo a piedi nudi, e se questo mi avesse avvantaggiato o svantaggiato, e quale fosse l'aspetto pi˙ "difficile" nel correre scalzo.

Questo fine settimana finalmente ho tentato di correre una "24 ore" (si ha tempo 24 ore, vince chi riesce a fare pi˙ chilometri). Percorso cittadino su asphalto liscio; condizioni ottimali, pensavo Laughing
Purtroppo era una giornata pazzesca dal punto di vista della temperatura; la partenza era venerdi alle 19, e la notte si stava benissimo, con temperature limpide. Perˇ appena sorto il sole la temperatura Ŕ salita in maniera vertiginosa, e alle 11 aveva giß attorno ai 35 gradi...Evil or Very Mad á
Purtroppo l'asfalto si Ŕ riscaldato a un punto tale che sabato verso le 14:00 ho dovuto mettere dei sandali (tipo "Huarache"), altrimenti mi sarei preso delle belle scottature, ed avevo la sensazione che tutto il mio corpo si riscaldasse ulteriormente (giß avevo abbastanza difficoltÓ a "raffreddarmi"... Per fortuna avevano messo una specie di docce lungo il percorso...).

Cosi alla fine non sono riuscito a stare scalzo per tutta la gara ... ma 110 dei 125 km che sono riuscito a totalizzare li ho fatti a piedi nudi ásunny ásunny ásunny
E devo dire che ginocchia, schiena e gambe alle fine stavano benissimo (date le circostanze, ehm...)! I muscoli bruciavano, certo, ma due giorni dopo la corsa erano di nuovo a posto. Sono convinto che se avessi portato delle scarpe da corsa "tradizionali" sarebbe stato molto, molto peggio!

L'elemento pi¨ "debole" correndo a piedi nudi mi sembra proprio essere la pianta dei piedi (gambe, ginocchia, schiena etc secondo me reggono benissimo tutte le distanze possibili ed immaginabili). Dopo 70-80 km di corsa sull'asphalto i muscoli dei piedi perˇ hanno cominciato a "indurirsi", e ho dovuto cominciare a variare la superficie sulla quale correvo (cioŔ ogni tanto mi sono spostato sulla ghiaia/erba sul bordo strada. Incridibile il sollievo che ho provato quando ero sulla ghiaia, anche se pungeva). Poi l'asphalto rovente Ŕ diventato un ulteriore elemento impattante, e ho dovuto cercare di raffreddare la pianta nei brevi tratti all'ombra, o sulle strisce bianche sul bordo strada :p
Probabilmente quest'ultimi non sono fattori che l'uomo ha incontrato durante la sua evoluzione, perci˛ il piede qui ha dei limiti, non c'Ú niente da fare (d'altronde, ho visto parecchie persone fermarsi per bolle e vesciche; problemi che io non avevo Wink)

Comunque, credeteci o no, non ero l'unico scalzo; c'erano altre 5-6 persone! Credo che solo un altro di questi abbia tentato di fare tutte le 24 ore a piedi nudi (ci ho parlato, era un Tedesco che corre scalzo da pÝ˙ di 5 anni anche lui); gli altri si sono limitati ad alcuni giri. E c'erano un paio di corridori in FiveFingers. Perˇ il fatto che fossi stato scalzo ha destato talmente poco stupore che non ho trovato nemmeno una foto dei miei piedi sul sito della gara, per quello non posso nemmeno farvi vedere delle foto Evil or Very Mad á
(se dovessi ancora trovarne qualcuna, la posterˇ in seguito!)

In ogni modo, Ú stato una bellissima esperienza; soprattutto il senso di libertÓ che ho provato a correre scalzo. E la certezza che i produttori di scarpe da corsa sparano tutti delle gran cavolate lol!

Hadashi
Ragazzi, abbiamo un campione!! ácheers
Grandissimo Hadashi, i miei complimenti, bravo, bravissimo!!

bfpau
l
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scoprire i limiti della corsa a piedi nudi

Messaggio  cyberteam il Ven Lug 10 2015, 13:04

cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers
avatar
cyberteam

Numero di messaggi : 593
Data d'iscrizione : 16.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scoprire i limiti della corsa a piedi nudi

Messaggio  Kaze il Ven Lug 10 2015, 13:05

Hadashi, sei il mio MITO!!!!

Kaze

Numero di messaggi : 18
EtÓ : 40
Data d'iscrizione : 26.05.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scoprire i limiti della corsa a piedi nudi

Messaggio  Massimo il Ven Lug 10 2015, 13:25

Non ho parole, complimenti davvero!

Massimo

Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scoprire i limiti della corsa a piedi nudi

Messaggio  Elan il Ven Lug 10 2015, 15:16

Mitico!
avatar
Elan

Numero di messaggi : 1086
EtÓ : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scoprire i limiti della corsa a piedi nudi

Messaggio  Biagio il Sab Lug 11 2015, 19:45

Che dire: sono senza parole e indirettamente hai risposto a tante mie domande...
Complimenti!!!
Ma quanto ti sei allenato?!
Non mi stupiscono le ginocchia e la schiena in forma, che sono naturalmente protetti dall'andatura a piedi liberi, ma penso proprio ai piedi e al terribile lavoro di molleggio che hanno dovuto fare per 24 ore: non eri terribilmente indolenzito dopo tutte queste ore in "caduta libera" sull'asfalto?
avatar
Biagio

Numero di messaggi : 299
Data d'iscrizione : 19.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scoprire i limiti della corsa a piedi nudi

Messaggio  Alexey il Dom Lug 12 2015, 19:09

Complimenti...in effetti, contrariamente a quanto scritto in qialche libro, non ci siamo evoluti correndo per cosi' tanto tempo e km di fila, men che meno sull'asfalto, pertanto non e' molto fisiologico ed e' normale avere qualche problema...grande traguardo!!

Alexey

Numero di messaggi : 1416
EtÓ : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scoprire i limiti della corsa a piedi nudi

Messaggio  hadashi il Dom Lug 12 2015, 22:32

Beh, grazie dei complimenti Embarassed á

Per rispondere all tua domanda, Biagio... sÝ, ero parecchio indolenzito alla fine; il lavoro di molleggio sull'asfalto era sicuramente uno sforzo oltre i "parametri operativi" del piede... ma devo anche dire che il giorno seguente, dopo un bel massaggio Ŕ un bagno caldo, stavo di nuovo bene!
Per quanto riguarda l'allenamento, devo ammettere che non ho seguito un programma preciso; l'unica cosa che ho fatto Ŕ cercare di fare due corse lunghe il fine settimana, il pi˙ ravvicinati possible (cioÚ una corsa il sabato pomeriggio/sera, l'altra la domenica mattina, per insegnare ai muscoli di rigenerarsi in poco tempo). L'allenamento Ŕ durato 5 mesi circa, partendo con 2+2 ore, e arrivando a 5+5 ore alla fine (per le corse del fine settimana). Durante la settimana ho fatto corse brevi di 30-60 minuti, con 1-2 giorni di riposo.

Riguardo quello che ha notato Alexey... posso solo essere d'accordo in parte... A mio parere abbiamo sicuramente fatto corse di questa durata (e anche di pi˙) nella nostra evoluzione, durante la "caccia per sfinimento" (non mi viene una traduzione migliore per "persistence hunt"...). Perˇ non sull'asfalto, li sono d'accordo al 100%; il terreno sicuramente variava peracchio mentre rincorrevano la preda...

Hadashi

P.s: spero non dare l'impressione dello spaccone con questi racconti, ma non riesco a star zitto di fronte a tutte le onzate che sento dai produttori di scarpe e anche da qualche ortopedico (tipo "il piede umano non Ŕ fatto per correre")...
avatar
hadashi

Numero di messaggi : 772
EtÓ : 46
Data d'iscrizione : 08.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scoprire i limiti della corsa a piedi nudi

Messaggio  Alexey il Lun Lug 13 2015, 09:28

Ultimamente mi sono appassionato molto alla biologia evolutiva e ho letto un po' di tutto a riguardo...pare che la questione della caccia di persistenza sia un po' controversa, in quanto i nostri antenati coprivano si in media ottime distanze ma a passo molto piu' blando di quanto si possa pensare e che preferissero giocare di astuzia. Le evidenze ci arrivano anche dai cacciatori raccoglitori moderni che principalmente mettono trappole e usano arco e freccia nascosti. Gli unici che corrono un po' di piu' sono i boscimani del Kalahari dato il loro particolare ambiente naturale. Un'altra evidenza arriva anche dai metabolismi energetici coinvolti, in natura si tende ad evitare il metanolismo anaerobico lattacido che provoca sofferenza e la deplezione del glicogeno muscolare che in natura non e' cosi' semplice da ripristinare data la scarsa disponibilita' di zuccheri legata anche alla stagionalita'. Insomma, qualche altro biologo evolutivo ha risposto a Lieberman dicendo che non e' proprio come l'ha descritto lui, o perlomeno ci sono varie sfumature. Born to run e' un po' una romanticheria forzata insomma, in natura dove il risparmio energetico e' fondamentale,meglio scagliare una freccia abvelenata che fare 100 km a provare ad inseguire un animale molto piu' veloce di noi..detto questo noi abbiamo una nuona plasticita' che ci permette di farlo comunque, soprattutto oggi dove possiamo farci una ricarica subito dopo la corsa

Alexey

Numero di messaggi : 1416
EtÓ : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scoprire i limiti della corsa a piedi nudi

Messaggio  hadashi il Gio Lug 16 2015, 10:23

Vero, concordo che "Born to Run" Ú parecchio romanzato; sicuramente la "persistence hunt" non era la norma, perchÚ come hai giustamente detto nessuno che "lotta per la sopravvivenza" compie sforzi che puˇ evitare.
Credo che siamo d'accordo sul fatto che l'essere umano, se non "nato", Ŕ "predisposto" per la corsa. Mi sono documentato anch'io in largo ed in lungo su tutto quello che si riesce a trovare sull'argomento della corsa a piedi nudi... quello perˇ che mi spinge maggiormente a dire che l'uomo Ŕ fatto per correre (scalzo) non sono le ricerche e discussioni academiche, bensÝ il semplice fatto di come mi sento quando corro (scalzo) Very Happy
Ho una tale carica di endorfine che quei giorni dove non riesco a correre ho una vera e propria crisi d'astinenza; divento irascibile e mi si blocca la digestione elephant
Una cosa che mi fa sentire talmente bene e felice DEVE essere predisposto geneticamente, a mio parere Wink
avatar
hadashi

Numero di messaggi : 772
EtÓ : 46
Data d'iscrizione : 08.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scoprire i limiti della corsa a piedi nudi

Messaggio  Biagio il Ven Lug 17 2015, 10:36

Qualunque attivitÓ sportiva con l'esercizio porta agli estremi le possibilitÓ umane, ma parte da una indubbia base biologica.
avatar
Biagio

Numero di messaggi : 299
Data d'iscrizione : 19.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scoprire i limiti della corsa a piedi nudi

Messaggio  hadashi il Ven Lug 17 2015, 14:08

Biagio ha scritto:Qualunque attivitÓ sportiva con l'esercizio porta agli estremi le possibilitÓ umane, ma parte da una indubbia base biologica.
Certo, ma ci sono alcuni sport per i quali l'essere umano sembra particolarmente predisposto. L'uomo per esempio Ú uno dei pochi "animali" che riesce a sudare, e contemporaneamente puˇ respirare ad una frequenza diversa da quella delle gambe, che sembra renderlo particolarmente adatto a sport di "resistenza" (infatti nel mondo animale ci sono pochissime specie che riescono a battere l'uomo della corsa per quanto riguarda la distanza). Paragonato per esempio a sport come il salto in alto o il sollevamento pesi, dove l'uomo - paragonato alle altre specie animali - non fa bella figura.
Ma probabilmente Alexey ne sa ancora di pi˙ sull'argomento Wink
avatar
hadashi

Numero di messaggi : 772
EtÓ : 46
Data d'iscrizione : 08.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scoprire i limiti della corsa a piedi nudi

Messaggio  Biagio il Ven Lug 17 2015, 16:13

E' vero quello che dici.
Poi c'Ŕ anche la questione delle endorfine: quale vantaggio per la sopravvivenza ha tratto la nostra specie dal provare piacere in seguito ad una attivitÓ fisica prolungata?
Io credo il vantaggio di percorrere grandi distanze in relativamente poco tempo, non tanto per rincorrere e sfinire una preda (come si legge ormai dappertutto), quanto piuttosto per raggiungere un branco di prede lontano dal villaggio, portare informazioni da qualche parte, rientrare rapidamente al villaggio minacciato da un pericolo e risolvere tanti problemi legati alla necessitÓ di arrivare in fretta da qualche parte.
Insomma, correre senza fatica era quasi come avere una bicicletta a disposizione...

Mi torna alla mente questa bellissima indimenticabile scena:
https://www.youtube.com/watch?v=0O530ZXT1iE
avatar
Biagio

Numero di messaggi : 299
Data d'iscrizione : 19.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scoprire i limiti della corsa a piedi nudi

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum