La rivolta comincia...

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  Rei il Gio Feb 04 2016, 13:43

young_barefooter ha scritto:Peccato che data l'occasione piuttosto formale non ebbi il coraggio di presentarmi senza scarpe. Curioso! Un camminatore scalzo con le scarpe... mah!
La prossima volta che ricevi un invito da qualcuno che apprezza lo scalzismo (il tuo, almeno) chiedi semplicemente, prima: "Scalzo o calzato?"
Se ti risponde "Fa come vuoi", insisti, soprattutto se è una donna: "Sei tu la padrona di casa, sei tu che decidi."
E poi adeguati alla risposta.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2642
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  young_barefooter il Gio Feb 04 2016, 14:40

aldo1953 ha scritto:
Beh, è possibile cge la mia impressione sia un poco maschile. E' però un dato di fatto che una signora in grande abito ma scalza alla fine ci guadagna come estetica, mentre un uomo nel classino abito scuro con tanto di cravatta, scalzo....
Per fortuna però anch' io posso evitare certe gabbie modaiole  o abiti formali e così va tutto bene,
Quanto ai modelli degli stilisti trovo che da quelle immagini alla realtà che si vede per strada ci sia sempre molta differenza.

Certamente non tutti gli stili di abbigliamento si adattano ai piedi scalzi e poi dipende anche dal contesto/situazione in cui ci si trova.

Personalmente ho la fortuna di poter scegliere liberamente il mio look senza particolari restrizioni, sia al lavoro che nel tempo libero. Attualmente prediligo lo stile casual/sportivo, secondo me più adatto ad essere abbinato alle "calzature naturali", tale scelta è comunque dovuta anche al forte aumento della resistenza al freddo del mio corpo, camice e maglioni sono ormai un lontano ricordo per forza di cose...
Per questo vado di maglietta e jeans tutto l'anno!
Dove lavoro mi considerano una sorta di alieno, l'unico che si veste estivo tutto l'anno, oramai non ci fa caso più nessuno, probabilmente il mostrarmi scalzo non sarebbe così traumatico come mi immagino...

Sono d'accordo sul fatto che ciò che si vede alla sfilate e sui manifesti sia molto lontano da quello che la gente indossa tutti i giorni. Vedere modelle e modelli scalzi probabilmente piace pure ma credo che nessuno oserebbe fare altrettanto per strada (a parte ovviamente quei "matti" di noi barefooters, che peraltro non credo seguano le mode del momento).
avatar
young_barefooter

Numero di messaggi : 976
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  young_barefooter il Gio Feb 04 2016, 15:23

Arky ha scritto:
Ma anche no...ci sono luoghi, tempi, modi, culture che impongono l'uso di calzature, o di certi abiti, anche quando non vorresti.

Ti faccio un esempio. Partendo però da un discorso a monte.

Io scrivo molto poco sul forum, perché di fondo non ho tempo materiale per farlo, anche se a volte mi piacerebbe intervenire su alcuni temi. Questo però non significa che non "pratichi", anzi...Vado sempre più scalzo, in situazioni e luoghi dove fino a due anni fa neanche l'avrei immaginato. Questo per un motivo ben preciso; sempre più me ne sbatto altamente dell'altrui giudizio, partendo dal presupposto che l'uomo, per sua natura, è portato a giudicare il suo prossimo, per qualsiasi cosa...quindi che sia un certo pantalone, un'auto, un orologio o un piede scalzo, alla fine, che cambia? nulla.

Tornando all'esempio.
Ora sto seduto in ufficio, ma fino all'altro giorno stavo a Dubai, per lavoro. una settimana di giacca, cravatta e scarpe di cuoio. Alloggiando nel famoso hotel sulla spiaggia, spesso nei momenti di stacco uscivo, direttamente scalzo, per godermi un po' la sabbia o per passeggiare sul villaggio costruito tutto attorno al Burj al Arab, appunto.
Quindi, anche se ero l'unico scalzo per strada, me ne fregavo altamente, e giravo in piena libertà in ogni dove. Ma, ogni volta che dovevo entrare in un negozio e/o ristorante/bar che non fosse all'interno di uno degli hotel del complesso, ero costretto a ricalzarmi, perché il costume (vagamente estremo) arabo impone un abbigliamento consono in questi luoghi, che nello specifico significa non mostrare niente al di sotto del ginocchio (e va beh, naturalmente anche le spalle devono essere coperte). E non credete riguardi solo le donne...un uomo in bermuda e scalzo dentro ad un negozio o ristorante è da evitare, totalmente.

Per dire che scalzo si, ma quando possibile. Incontri incravattato e calzato, relax scalzo, ma con dei limiti, vista la situazione.
Dov'è la stranezza?

Tutto vero!
Ma il mio problema è che fatico ancora a percepire il non indossare scarpe come prassi "normale" della vita quotidiana di una  persona, inconsciamente lo percepisco ancora come pratica stravagante e bizzarra, diciamo socialmente poco accettata.
Per questo tendo a sentirmi a mio agio scalzo solo in un insieme di situazioni piuttosto ristretto, in molti casi ci riesco pure ma al costo di grandi sforzi di volontà nonchè ansia e timori vari, in altri ci rinuncio in partenza.

Secondo me il problema è tutto qui, senza scomodare analisi psicologiche o altro.
Pur atteggiandomi da ribelle e anticonformista a tutti i costi sono più condizionato e omologato di quello che io stesso ritengo di essere. Riuscire a cambiare la mia percezione dello scalzismo probabilmente mi sarebbe di grande aiuto!
avatar
young_barefooter

Numero di messaggi : 976
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  Grand Choeur il Gio Feb 04 2016, 15:36

Questo sono io. In abiti formali. In concerto con tanto di orchestra e coro (Foto D. Finno).
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 976
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  Arky il Gio Feb 04 2016, 18:24

young_barefooter ha scritto:
...Pur atteggiandomi da ribelle e anticonformista a tutti i costi sono più condizionato e omologato di quello che io stesso ritengo di essere...

Senti.
Anche io all'inizio pensavo fosse così; vado scalzo ergo sono ribelle, anticonformista, bla bla...Quindi la vivevo maluccio. Poi ho cominciato a pensare:
1) faccio qualcosa di male?no
2) la mia persona cambia a seconda che abbia o meno le scarpe?no
3) sono più o meno bravo a lavoro, se scalzo?no
4) Posso essere preso come un pazzo/mentecatto/reietto/pericoloso, perché scalzo? mmm, vedendo le condizioni a contorno ne dubito. e anche fosse, pace.
5)coltivo istinti predatori verso povere vecchiette indifese, quando scalzo?no.

Quindi alla fine ho detto; fanculo. E ho iniziato, poco alla volta, la mia piccola evoluzione.

Nulla di che, solo normale accettazione di un comportamento poco diffuso magari, poco omologato. Ma faccio comunque tante altre cose che il 90% della popolazione non fa abitualmente. E sti cazzi?

Sii te stesso e goditi la vita, che, qualcuno, dice essere come la scaletta di un pollaio. Corta, ripida e piena di merda.
avatar
Arky

Numero di messaggi : 147
Data d'iscrizione : 21.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  bfpaul il Gio Feb 04 2016, 20:50

Arky ha scritto:
young_barefooter ha scritto:
...Pur atteggiandomi da ribelle e anticonformista a tutti i costi sono più condizionato e omologato di quello che io stesso ritengo di essere...

Senti.
Anche io all'inizio pensavo fosse così; vado scalzo ergo sono ribelle, anticonformista, bla bla...Quindi la vivevo maluccio. Poi ho cominciato a pensare:
1) faccio qualcosa di male?no
2) la mia persona cambia a seconda che abbia o meno le scarpe?no
3) sono più o meno bravo a lavoro, se scalzo?no
4) Posso essere preso come un pazzo/mentecatto/reietto/pericoloso, perché scalzo? mmm, vedendo le condizioni a contorno ne dubito. e anche fosse, pace.
5)coltivo istinti predatori verso povere vecchiette indifese, quando scalzo?no.

Quindi alla fine ho detto; fanculo. E ho iniziato, poco alla volta, la mia piccola evoluzione.

Nulla di che, solo normale accettazione di un comportamento poco diffuso magari, poco omologato. Ma faccio comunque tante altre cose che il 90% della popolazione non fa abitualmente. E sti cazzi?

Sii te stesso e goditi la vita, che, qualcuno, dice essere come la scaletta di un pollaio. Corta, ripida e piena di merda.

AHAHAHAHAHAHHHHHH!!!
Troppo divertente, ma perché non scrivi più spesso?  Razz  Razz

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  Rei il Gio Feb 04 2016, 22:09

young_barefooter ha scritto:Sono d'accordo sul fatto che ciò che si vede alla sfilate e sui manifesti sia molto lontano da quello che la gente indossa tutti i giorni. Vedere modelle e modelli scalzi probabilmente piace pure ma credo che nessuno oserebbe fare altrettanto per strada (a parte ovviamente quei "matti" di noi barefooters, che peraltro non credo seguano le mode del momento).
Quello che si vede alla sfilate e sui manifesti lascia un segno nell'inconscio.
La persona che incontrandomi dieci anni fa avrebbe pensato "Questo è matto!" ora pensa "Questo imita i divi di Hollywood."
Perché per lui/lei lo scalzismo è diventato più accettabile di dieci anni fa.

Mi ricorda la storia dei jeans.
Negli anni '50 del secolo scorso in Italia li vedevano solo al cinema, indossati dai divi americani.
Ancora negli ani '70, se li indossavi venivi buttato fuori dai locali (in barba all'art. 187), sospeso da scuola e via delirando.
Ora invece...

Come ho detto all'inizio di questo topic, ci sono segni anticipatori che indicano come si evolverà la società, ma non tutti sono in grado di percepirli.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2642
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  Alexey il Ven Feb 05 2016, 15:15

Sono d'accordo con Rei, io lavoro nel mondo della moda e ultimamente ho visto molte pubblicita' di modelli e modelle a piedi nudi. Se la cosa diventa di moda, e' un bene, anche perche' quando passera' la moda saremo considerati fuori moda ma non matti. Io quando esco dal lavoro giro coi pantaloni dell'abito e camicia scalzo, e questo ha giovato positivamente. In quanti mi hanno fermato incuriositi perche' sono una persona gentile, normale ed elegante che va scalzo, quindi ci deve essere un motivo serio che la gente vuol sapere senza aver paura di venire scippata o insultata.
Se io mi presentassi con i pantaloni larghi e dredd (io rispetto tutti gli stili non voglio giudicare nessuno ma e' la persona media che stereotipa), i piu' mi liquiderebbero come "il rastone pankabbestia, va a lavura' ecc..", oppure se fossi trasandato con lo stereotipo delle scimmie impazzite 😃
Se lo presentiamo bene e alla moda puo' fare come la barba, il cappello o il jeans. Ovviamente la scarpa non declinera' mai a causa degli interessi economici, ma magari il piede nudo puo' diventare un'alternativa alla scarpa come metto i guanti o non li metto

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  Rei il Mar Apr 05 2016, 19:03

Laurentius ha scritto:Ho un amico che fa lo stilista di mestiere e mi ha detto: "La moda cambia ogni 10 anni. Fino a qualche tempo fa andava di moda l'uomo senza barba e curato all'estremo. Oggi va molto di moda invece l'uomo un po' selvaggio con la barbetta incolta...ecco perchè all'oggi la scalzitudine (SIC!) è positiva da un punto di vista estetico, secondo me"
E intanto Victoria "sempre tacco12" Beckham presentava nel 2015 la sua nuova collezione con modelle solo ed esclusivamente scalze:

http://travel-beauty-health.com/victoria-beckham-let-modes-carry-rooster-with-barefoot-in-the-new-lookbook-320.html

avatar
Rei

Numero di messaggi : 2642
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  Rei il Mar Apr 05 2016, 20:01

Tanto per mostrare che la tendenza è in atto da qualche tempo, possiamo vedere che Willow Camille Reign Smith, figlia allora quattordicenne di Will Smith e Jada Pinkett, è andata il 2 maggio 2014 a ristorante con amici.

Scalza.

http://www.justjared.com/2014/05/02/willow-smith-telana-nicole-moises-arias/

avatar
Rei

Numero di messaggi : 2642
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  BarefootSoul il Mer Apr 06 2016, 00:09

Arky ha scritto:

Senti.
Anche io all'inizio pensavo fosse così; vado scalzo ergo sono ribelle, anticonformista, bla bla...Quindi la vivevo maluccio. Poi ho cominciato a pensare:
1) faccio qualcosa di male?no
2) la mia persona cambia a seconda che abbia o meno le scarpe?no
3) sono più o meno bravo a lavoro, se scalzo?no
4) Posso essere preso come un pazzo/mentecatto/reietto/pericoloso, perché scalzo? mmm, vedendo le condizioni a contorno ne dubito. e anche fosse, pace.
5)coltivo istinti predatori verso povere vecchiette indifese, quando scalzo?no.



Ecco, invece nel mio caso debbo rispondere in maniera diversa ad alcune domande :

1) Faccio qualcosa di male ? No, ovviamente

2) La mia persona cambia...? SI, io personalmente mi sento diverso, viene fuori un altro me stesso, del quale ho bisogno in certi momenti ma non in altri.

3) Sono più o meno bravo al lavoro se scalzo ? SI, se sono scalzo non riesco a concentrarmi, a dare tutto me stesso, a impegnarmi. Stare scalzo lo riservo solo a certi momenti, ovvero gli stessi in cui viene fuori l'altro me stesso di cui sopra.

4) Posso essere preso come un pazzo...? SI, questo succede per forza a chiunque, perché "la società", "la morale", "l'abitudine", "il pregiudizio" ci sono comunque e per tutti...sta al singolo riuscire a fregarsene e a non farsi condizionare. Io, per adesso, non ci riesco.

BarefootSoul

Numero di messaggi : 168
Età : 36
Data d'iscrizione : 07.03.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  hadashi il Mer Apr 06 2016, 09:57

BarefootSoul ha scritto:3) Sono più o meno bravo al lavoro se scalzo ? SI, se sono scalzo non riesco a concentrarmi, a dare tutto me stesso, a impegnarmi.
All'inizio succedeva anche a me; quando ero scalzo ero troppo distratto da tutte le sensazioni tattili che venivano dai piedi. Cmq è solo questione di abitudine/tempo... se stai scalzo la maggior parte del tempo, diventa la condizione normale (io da alcuni anni sto sempre scalzo in ufficio; e ora non riesco piú a concentrami quando devo mettermi delle scarpe addosso, p.es. durante riunioni con persone esterne). Cioè ora ho bisogno di stare scalzo per dare il massimo di me.
avatar
hadashi

Numero di messaggi : 772
Età : 46
Data d'iscrizione : 08.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  Giangiò il Mer Apr 06 2016, 18:56



Anch'io sono convinto che la tendenza sia in atto:guardate queste pubblicità Chanel con la famosa top model Gisele Bundchen, fotografata da Karl Lagerfeld per le vie di Parigi,è stata tutta la notte scalza, girando per Saint Germain-de-Près .......




Moooolto meglio di un tacco 12...!!!!
avatar
Giangiò

Numero di messaggi : 160
Età : 65
Data d'iscrizione : 25.03.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  aldo1953 il Gio Apr 07 2016, 15:53

Sì però mi sa che questo ultimo esempio è un po' estremo... la modella andrebbe bene COMUNQUE.

Aneddoto : Qualche anno fa mentre ero dall' ottico per la solita scorta di liquidi per le lenti a contatto, una bellissima ragazza si stava provando diverse montature, ad un certo punto viene verso di me e domanda : "Scusi, secondo lei questa mi sta bene ?"
Risposta : " A lei starebbero bene pure gli occhiali di Gandhi."

aldo1953

Numero di messaggi : 1004
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  Rei il Sab Apr 16 2016, 19:10

Ho ricevuto questo invito:



Purtroppo non ci andrò perché vado ad un funerale di una persona che stimavo molto.
Comunque lo scalzismo "saltuario" fa sempre più proseliti.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2642
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  Angelica il Dom Apr 17 2016, 11:03

Dal mio cellulare l'immagine appare tagliata. Comunque certamente è un evento curioso e non credo che saranno pochi quelli che proveranno e apprezzeranno. Magari non diventeranno barefooter e la cosa nascerà e morirà li ma intanto quando vedranno qualcuno scalzo per strada non penseranno "questo è matto".
avatar
Angelica

Numero di messaggi : 304
Età : 29
Data d'iscrizione : 17.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  hadashi il Dom Apr 17 2016, 12:21

Beh, sarebbe un'ottima cosa se lo "scalzismo occasionale" diventasse socialmente accetato. Lo scalzismo integrale poi non sarebbe che una sequenza di scalzismi occasionali ;-)
avatar
hadashi

Numero di messaggi : 772
Età : 46
Data d'iscrizione : 08.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  aldo1953 il Lun Apr 18 2016, 15:41

hadashi ha scritto:Beh, sarebbe un'ottima cosa se lo "scalzismo occasionale" diventasse socialmente accetato. Lo scalzismo integrale poi non sarebbe che una sequenza di scalzismi occasionali ;-)

Quello che occore è "rompere l' argine". Poi la piena viene da sola

aldo1953

Numero di messaggi : 1004
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  Rei il Sab Mag 21 2016, 07:24

Ho preferito mettere questo post qui invece che in "Hollywood", perché mi sembra più pertinente.
Vanity Fair (USA) posta un articolo dal titolo: "Julia Roberts ispira più "stars" ad andare a piedi nudi a Cannes" dove appoggia la battaglia contro i tacchi alti sul "red carpet" e, velatamente, sull'"obbligo" per le signore di massacrarsi i piedi indossando i tacchi alti in praticamente tutte le occasioni.
È un inno ai piedi nudi che si chiude con un invito: "Tocca a voi, signore, e gli organizzatori di Cannes dovranno farsene una ragione." (e a seguire, il mondo).
http://www.vanityfair.com/style/2016/05/sasha-lane-barefoot-cannes-julia-roberts?mbid=social_twitter

Quando la rivolta comincia, dapprima ci sono pochi avvenimenti isolati, ma, quando i tempi sono maturi, questi avvenimenti si moltiplicano, fino a diventare una valanga.
Oggi possiamo dire che il piede nudo comincia ad essere socialmente accettato, anche in situazioni inimmaginabili qualche tempo fa.
D'altronde, attualmente a Roma, alle inaugurazioni di mostre di artisti romani contemporanei, è considerata indispensabile la presenza di un signore rigorosamente scalzo.
E se una volta (magari causa tempesta di neve) mi presentassi calzato, ci rimarrebbero tutti male. Very Happy
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2642
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  Rei il Dom Mag 29 2016, 17:57

avatar
Rei

Numero di messaggi : 2642
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  Marco53 il Gio Giu 02 2016, 23:07

Se mi è concesso ci metto anche qualcosa di mio: una buffa banda bavarese che suona scalza: si chiamano LABRASSBANDA più o meno tutto attaccato...


mentre questi sotto si chiamano Band BARFUSS e suonano musiche più tradizionali.


Saluti musicali
Marco53
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 801
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La rivolta comincia...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum