La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  cyberteam il Mar Set 08 2015, 13:08

Elan ha scritto:Mi fa piacere vedere che non sono l'unico infastidito dall' associazione tra andare scalzi e una qualche forme di protesta, anche eticamente condivisibile.

In particolare, dato che si va scalzi in segno di solidarietà con i migranti ed i profughi, si stabilisce ancora una volta l'associazione mentale tra piedi nudi e povertà, oltre che tra piedi nudi e sofferenza e questo mi dispiace, dato che vorrei nascesse l'idea della normalità di andare scalzi.

Non hai per niente torto, infatti anche io sono un po titubante a partecipare all'evento di Roma.
Se non altro, comunque, si incroceranno persone che non pensano che si contragga la lebbra ad andare scalzi per strada .....

Altra mia curiosità è quella di vedere quanti effettivamente faranno la passeggiata senza calzature, vuoi vedere che all'atto pratico molti parteciperanno alla marcia senza scalzarsi  ?
avatar
cyberteam

Numero di messaggi : 593
Data d'iscrizione : 16.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  Massimo il Mar Set 08 2015, 14:47

Elan ha scritto:si stabilisce ancora una volta l'associazione mentale tra piedi nudi e povertà

Premetto che non intendo formulare giudizi sugli scopi reali della manifestazione.
Anch'io sono perplesso. L'evento propone i piedi nudi come emblema per eccellenza della sofferenza, il Club propugna un'iconografia diametralmente opposta.
E' vero che si condanna solo lo scalzismo "obbligatorio", ma è chiaro che la manifestazione in questione, per sua stessa natura, non disporrà psicologicamente i partecipanti a scoprire quanto sia gradevole camminare a piedi nudi. Tutt'altro.
In situazioni più disimpegnate, quali ad esempio i festival medievali, celtici, vegani, ecc., scalzarsi corrobora la magia dell'evento e può rivelarsi una scoperta per chi prova a farlo. In questo caso, invece, il suggerimento neanche troppo velato è di provare una tantum quanto sia orribile la privazione delle scarpe.
Non sta a me dirlo, ma forse l'intero topic andrebbe spostato nella sezione "a piede libero", intendendolo come un invito ad un evento nobile e rispettabile, ma del tutto alieno dall'argomento "scalzismo".

Massimo

Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  young_barefooter il Mar Set 08 2015, 15:49

Massimo ha scritto:
Elan ha scritto:si stabilisce ancora una volta l'associazione mentale tra piedi nudi e povertà

Premetto che non intendo formulare giudizi sugli scopi reali della manifestazione.
Anch'io sono perplesso. L'evento propone i piedi nudi come emblema per eccellenza della sofferenza, il Club propugna un'iconografia diametralmente opposta.
E' vero che si condanna solo lo scalzismo "obbligatorio", ma è chiaro che la manifestazione in questione, per sua stessa natura, non disporrà psicologicamente i partecipanti a scoprire quanto sia gradevole camminare a piedi nudi. Tutt'altro.
In situazioni più disimpegnate, quali ad esempio i festival medievali, celtici, vegani, ecc., scalzarsi corrobora la magia dell'evento e può rivelarsi una scoperta per chi prova a farlo. In questo caso, invece, il suggerimento neanche troppo velato è di provare una tantum quanto sia orribile la privazione delle scarpe.
Non sta a me dirlo, ma forse l'intero topic andrebbe spostato nella sezione "a piede libero", intendendolo come un invito ad un evento nobile e rispettabile, ma del tutto alieno dall'argomento "scalzismo".

Se noi camminatori scalzi (o aspiranti tali, poco importa) abbiamo il privilegio di essere andati oltre la diffusa opinione che "senza scarpe non si può", tutti gli altri (e non sono pochi) sono cresciuti con questa convinzione errata ben radicata nella testa.
Per loro andare scalzi, oltre che materialmente difficile a causa del dolore che provocherebbe e dei rischi per la salute che ritengono possa comportare, è sinonimo di disagio e disapprovazione sociale.

Possiamo tentare di sensibilizzare l'opinione pubblica, possiamo pure convincere qualcuno della bontà delle nostre motivazioni, ma nella cultura diffusa e negli usi e costumi di questo paese (almeno quelli attuali) andare scalzi non esiste. I vari pregiudizi vengono di conseguenza.

Tuttavia per una volta mi sento ottimista: se per davvero tanta gente partecipasse scalza a queste manifestazioni potrebbe essere per loro l'occasione giusta di andare oltre un "confine" che ritenevano invalicabile. E magari potrebbero pure provare ammirazione per noi che camminiamo scalzi tutti i giorni, pensando che lo facciamo per protesta o per le medesime motivazioni dei manifestanti dei cortei.

E chissà, magari tutto ciò potrebbe contribuire a smuovere le opinioni radicate e mettere in moto i neuroni della gente, almeno riguardo l'andare scalzi!
avatar
young_barefooter

Numero di messaggi : 976
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  BWV1001 il Mar Set 08 2015, 22:36

Appleseed ha scritto:
BWV1001 ha scritto:Io ho aderito e conto di andarci, ovviamente a titolo assolutamente personale.
IL problema è che l'ultimo treno per il ritorno a BO e' alle 19.42 e considerato che bisogna arrivare a S.Lucia dal Lido si è troppo stretti.
Optero' per l'auto. Se ci fosse qualcuno dall'area bolognese che aderisce potremmo andare assieme.
Roberto

Ciao Roberto,
se partecipo da solo vado in treno: parto la mattina, faccio il turista fino al primo pomeriggio, marcio per quanto riesco rispetto al tempo disponibile e rientro con il treno delle 19,42.
Se mi confermi la tua presenza possiamo invece:
a) partire e tornare assieme in auto  
b) oppure trovarci a Venezia nel pomeriggio, salpare assieme per il Lido e rientrare assieme in auto.
Fammi sapere.

Ti confermo l'intenzione di andare a Venezia in auto. Per me OK entrambe le ipotesi (andata e ritorno o solo ritorno insieme) ma suggerirei la prima a meno che tu non voglia partire prima dell'alba.
Per evitare di ingolfare il forum coi i nostri dettagli operativi possiamo passare alla email
avatar
BWV1001

Numero di messaggi : 20
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  bfpaul il Mar Set 08 2015, 23:31

Massimo ha scritto:
Elan ha scritto:si stabilisce ancora una volta l'associazione mentale tra piedi nudi e povertà

Premetto che non intendo formulare giudizi sugli scopi reali della manifestazione.
Anch'io sono perplesso. L'evento propone i piedi nudi come emblema per eccellenza della sofferenza, il Club propugna un'iconografia diametralmente opposta.
E' vero che si condanna solo lo scalzismo "obbligatorio", ma è chiaro che la manifestazione in questione, per sua stessa natura, non disporrà psicologicamente i partecipanti a scoprire quanto sia gradevole camminare a piedi nudi. Tutt'altro.
In situazioni più disimpegnate, quali ad esempio i festival medievali, celtici, vegani, ecc., scalzarsi corrobora la magia dell'evento e può rivelarsi una scoperta per chi prova a farlo. In questo caso, invece, il suggerimento neanche troppo velato è di provare una tantum quanto sia orribile la privazione delle scarpe.
Non sta a me dirlo, ma forse l'intero topic andrebbe spostato nella sezione "a piede libero", intendendolo come un invito ad un evento nobile e rispettabile, ma del tutto alieno dall'argomento "scalzismo".
Ho già specificato quale sia la posizione del Club che rappresento.
Noi non partecipiamo come Club e nessun socio è autorizzato a farlo a nome del Club.
A titolo personale ciascuno si comporta come crede e non mi sogno neppure lontanamente di dire al socio che partecipa a titolo personale e meno che mai al "non socio" cosa dovrebbe fare.
Spero di essere stato chiaro.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  cyberteam il Mer Set 09 2015, 10:02

Massimo ha scritto:

E' vero che si condanna solo lo scalzismo "obbligatorio", ma è chiaro che la manifestazione in questione, per sua stessa natura, non disporrà psicologicamente i partecipanti a scoprire quanto sia gradevole camminare a piedi nudi. Tutt'altro.
In situazioni più disimpegnate, quali ad esempio i festival medievali, celtici, vegani, ecc., scalzarsi corrobora la magia dell'evento e può rivelarsi una scoperta per chi prova a farlo. In questo caso, invece, il suggerimento neanche troppo velato è di provare una tantum quanto sia orribile la privazione delle scarpe.

Dopo lungo meditare sono giunto alla conclusione che è un po l'analogo di una maratona fatta per beneficenza o solidarierà.
Anche lì si corre per un certo ideale, e la corsa è solo un modo come un altro per identificarsi insieme.

Non mi sembra che in quel tipo di corse non partecipi anche chi le maratone le fa un po seriamente, e non credo che emergano diatribe del tipo "Si, è una corsa, ma in realtà il fine non è quello di correre".
Anche lì si presenteranno un sacco di persone che altrimenti non farebbero una gara e che (li ho visti Wink ) causa scarso allenamento soffrono come bestie e probabilmente alla fin fine troveranno la cosa per nulla piacevole, magari mollando a metà gara e dicendo "mai più".

Insomma, per metterla un po sullo scherzoso : chi di noi ha voglia e possibilità di andare a questa marcia è un po come un "professionista" che partecipa ad una corsa di solidarietà piena di principianti.
Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
avatar
cyberteam

Numero di messaggi : 593
Data d'iscrizione : 16.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  young_barefooter il Mer Set 09 2015, 15:28

cyberteam ha scritto:
Insomma, per metterla un po sullo scherzoso : chi di noi ha voglia e possibilità di andare a questa marcia è un po come un "professionista" che partecipa ad una corsa di solidarietà piena di principianti.
Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy

Carina la metafora della maratona! In effetti per me sarebbe una bazzecola partecipare a una manifestazione di questo tipo.
avatar
young_barefooter

Numero di messaggi : 976
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  Massimo il Mer Set 09 2015, 19:01

young_barefooter ha scritto:
cyberteam ha scritto:
Insomma, per metterla un po sullo scherzoso : chi di noi ha voglia e possibilità di andare a questa marcia è un po come un "professionista" che partecipa ad una corsa di solidarietà piena di principianti.
Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy

Carina la metafora della maratona!
Metafora carina ma sbagliata: la maratona amatoriale presenta il fenomeno-maratona come un qualcosa di divertente e positivo. La manifestazione in questione presenta invece i piedi nudi come emblema di degrado umano.

Massimo

Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  Massimo il Mer Set 09 2015, 19:20

bfpaul ha scritto:
Massimo ha scritto:
Elan ha scritto:si stabilisce ancora una volta l'associazione mentale tra piedi nudi e povertà

Premetto che non intendo formulare giudizi sugli scopi reali della manifestazione.
Anch'io sono perplesso. L'evento propone i piedi nudi come emblema per eccellenza della sofferenza, il Club propugna un'iconografia diametralmente opposta.
E' vero che si condanna solo lo scalzismo "obbligatorio", ma è chiaro che la manifestazione in questione, per sua stessa natura, non disporrà psicologicamente i partecipanti a scoprire quanto sia gradevole camminare a piedi nudi. Tutt'altro.
In situazioni più disimpegnate, quali ad esempio i festival medievali, celtici, vegani, ecc., scalzarsi corrobora la magia dell'evento e può rivelarsi una scoperta per chi prova a farlo. In questo caso, invece, il suggerimento neanche troppo velato è di provare una tantum quanto sia orribile la privazione delle scarpe.
Non sta a me dirlo, ma forse l'intero topic andrebbe spostato nella sezione "a piede libero", intendendolo come un invito ad un evento nobile e rispettabile, ma del tutto alieno dall'argomento "scalzismo".
Ho già specificato quale sia la posizione del Club che rappresento.
Noi non partecipiamo come Club e nessun socio è autorizzato a farlo a nome del Club.
A titolo personale ciascuno si comporta come crede e non mi sogno neppure lontanamente di dire al socio che partecipa a titolo personale e meno che mai al "non socio" cosa dovrebbe fare.
Spero di essere stato chiaro.

bfpaul
Paolo, mi duole se qualche "socio" ha vissuto il mio intervento da "non socio" come un atto d'invadente superbia. Fermo restando che se una discussione viene pubblicata sul Forum Libero anche un non socio può dire la sua, intendo tranquillizzarlo: la mia volontà di potenza è zero nella vita reale e addirittura inesistente in questa sede.
Ho solo inteso far notare questo: essendo il Forum Libero la vetrina del Club ed avendo il Club, per tuo tramite, dichiarato di non partecipare ufficialmente alla manifestazione, forse la sezione "a piede libero" sarebbe stato il luogo più consono dove collocare la presente discussione affinché non sembrasse che il riconoscimento del Club sia uscito dalla porta dell'ufficialità solo per rientrare dalla finestra dell'ufficiosità.
Ad ogni modo, su questo argomento la chiudo qui: non volevo né voglio irritare nessuno.

Massimo

Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  bfpaul il Mer Set 09 2015, 20:49

Massimo ha scritto:
bfpaul ha scritto:
Massimo ha scritto:
Elan ha scritto:si stabilisce ancora una volta l'associazione mentale tra piedi nudi e povertà

Premetto che non intendo formulare giudizi sugli scopi reali della manifestazione.
Anch'io sono perplesso. L'evento propone i piedi nudi come emblema per eccellenza della sofferenza, il Club propugna un'iconografia diametralmente opposta.
E' vero che si condanna solo lo scalzismo "obbligatorio", ma è chiaro che la manifestazione in questione, per sua stessa natura, non disporrà psicologicamente i partecipanti a scoprire quanto sia gradevole camminare a piedi nudi. Tutt'altro.
In situazioni più disimpegnate, quali ad esempio i festival medievali, celtici, vegani, ecc., scalzarsi corrobora la magia dell'evento e può rivelarsi una scoperta per chi prova a farlo. In questo caso, invece, il suggerimento neanche troppo velato è di provare una tantum quanto sia orribile la privazione delle scarpe.
Non sta a me dirlo, ma forse l'intero topic andrebbe spostato nella sezione "a piede libero", intendendolo come un invito ad un evento nobile e rispettabile, ma del tutto alieno dall'argomento "scalzismo".
Ho già specificato quale sia la posizione del Club che rappresento.
Noi non partecipiamo come Club e nessun socio è autorizzato a farlo a nome del Club.
A titolo personale ciascuno si comporta come crede e non mi sogno neppure lontanamente di dire al socio che partecipa a titolo personale e meno che mai al "non socio" cosa dovrebbe fare.
Spero di essere stato chiaro.

bfpaul
Paolo, mi duole se qualche "socio" ha vissuto il mio intervento da "non socio" come un atto d'invadente superbia. Fermo restando che se una discussione viene pubblicata sul Forum Libero anche un non socio può dire la sua, intendo tranquillizzarlo: la mia volontà di potenza è zero nella vita reale e addirittura inesistente in questa sede.
Ho solo inteso far notare questo: essendo il Forum Libero la vetrina del Club ed avendo il Club, per tuo tramite, dichiarato di non partecipare ufficialmente alla manifestazione, forse la sezione "a piede libero" sarebbe stato il luogo più consono dove collocare la presente discussione affinché non sembrasse che il riconoscimento del Club sia uscito dalla porta dell'ufficialità solo per rientrare dalla finestra dell'ufficiosità.
Ad ogni modo, su questo argomento la chiudo qui: non volevo né voglio irritare nessuno.

Il problema è che siamo un po' disordinati; l'argomento viene trattato in due thread ...
Comunque, qui, tutti sono Soci Aggregati o Ordinari che siano e ciascuno esprime le sue personali opinioni; a me resta il compito di chiarire quale sia la posizione ufficiale del Club che rappresento.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  Massimo il Mer Set 09 2015, 22:29

bfpaul ha scritto:
Il problema è che siamo un po' disordinati; l'argomento viene trattato in due thread ...
Comunque, qui, tutti sono Soci Aggregati o Ordinari che siano e ciascuno esprime le sue personali opinioni; a me resta il compito di chiarire quale sia la posizione ufficiale del Club che rappresento.

bfpaul
Scusa Paolo, ho commesso l'errore di rispondere di getto dopo aver letto molto di fretta quanto avevi scritto in precedenza. Solo ora mi sono reso conto di aver frainteso buona parte delle tue parole.
Ti prego di scusarmi!

Massimo

Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  bfpaul il Gio Set 10 2015, 10:29

Massimo ha scritto:
bfpaul ha scritto:
Il problema è che siamo un po' disordinati; l'argomento viene trattato in due thread ...
Comunque, qui, tutti sono Soci Aggregati o Ordinari che siano e ciascuno esprime le sue personali opinioni; a me resta il compito di chiarire quale sia la posizione ufficiale del Club che rappresento.

bfpaul
Scusa Paolo, ho commesso l'errore di rispondere di getto dopo aver letto molto di fretta quanto avevi scritto in precedenza. Solo ora mi sono reso conto di aver frainteso buona parte delle tue parole.
Ti prego di scusarmi!
Ma figurati, nessun problema, non sono permaloso né vendicativo!
(il che non significa che mi lasci salire la mosca al naso, ah, ah, ...) Rolling Eyes

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Come è andata

Messaggio  Appleseed il Sab Set 12 2015, 13:59

Effettuato un congruo riscaldamento camminando per  4 ore tra calli e campielli,  Roberto ed io abbiamo partecipato ieri pomeriggio alla Marcia al Lido di Venezia. Partecipanti: almeno un migliaio. VIP in marcia: non avvistati (forse erano alla testa del gruppo?). Scalzi: dopo qualche titubanza iniziale alla fine circa due terzi  dei partecipanti hanno camminato a piedi nudi sui due chilometri di asfalto che conducevano alla Mostra del Cinema.    L’impressione è che le centinaia di persone, uomini e donne, dai 2 agli 80 anni,  che hanno camminato scalzi  l’abbiano fatto senza alcuna difficoltà e anche volentieri, tanto è vero che un buon numero si è poi fatta scalza anche il percorso di ritorno. Credo che i più abbiano vissuto  la marcia scalza come un grande gioco collettivo, di certo non come una dolorosa penitenza.  Il che mi conferma il sospetto  che ci sia un esercito di latenti  barefooters  che aspetta una buona scusa per entrare in azione…
avatar
Appleseed
Tesoriere Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 531
Data d'iscrizione : 01.08.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  Ottantotto il Sab Set 12 2015, 14:16

Ieri c'è stata anche a Torino questa "marcia". Senza andare off topic, non ho partecipato perchè non sono d'accordo con le motivazioni, ma se un domani ne fanno una diversa parteciperò sicuramente. Anzi, il 4 ottobre c'è lo "zombie walk", non so se riesco a partecipare, ma mi piacerebbe fare lo zombie scalzo Very Happy
avatar
Ottantotto

Numero di messaggi : 44
Data d'iscrizione : 17.08.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  John & Jane il Sab Set 12 2015, 15:14

Nemmeno io ho partecipato, a Roma. Ma non perché non ne condivida le motivazioni. Che non sarebbero state mutilate anche se gli organizzatori non avessero avuto la trovata dei piedi nudi (come giustamente sottolineava Rei). Comunque sia, i telegiornali nazionali e locali hanno dato un buon risalto alla manifestazione. Vuoi vedere che quando ci vedrà in giro scalzi, isolati o a gruppetti, la gente lo troverà non dico normale ma accettabile?
Io me lo auguro.

John & Jane

Numero di messaggi : 376
Età : 69
Data d'iscrizione : 27.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  bfpaul il Sab Set 12 2015, 18:30

Appleseed ha scritto:Effettuato un congruo riscaldamento camminando per  4 ore tra calli e campielli,  Roberto ed io abbiamo partecipato ieri pomeriggio alla Marcia al Lido di Venezia. Partecipanti: almeno un migliaio. VIP in marcia: non avvistati (forse erano alla testa del gruppo?). Scalzi: dopo qualche titubanza iniziale alla fine circa due terzi  dei partecipanti hanno camminato a piedi nudi sui due chilometri di asfalto che conducevano alla Mostra del Cinema.    L’impressione è che le centinaia di persone, uomini e donne, dai 2 agli 80 anni,  che hanno camminato scalzi  l’abbiano fatto senza alcuna difficoltà e anche volentieri, tanto è vero che un buon numero si è poi fatta scalza anche il percorso di ritorno. Credo che i più abbiano vissuto  la marcia scalza come un grande gioco collettivo, di certo non come una dolorosa penitenza.  Il che mi conferma il sospetto  che ci sia un esercito di latenti  barefooters  che aspetta una buona scusa per entrare in azione…
Oh, finalmente un po' di notizie dal vivo!
Probabilmente a Venezia sono più abituati a vedere piedi nudi che in altri posti perché quando c'é l'acqua alta le persone vanno con gli stivali ma anche scalzi. Poi a Venezia non ci sono le auto e quindi il terreno non fa diventare i piedi neri e come sappiamo i piedi neri creano problemi a qualcuno.
I vip hanno camminato (forse) sul red carpet, le persone normali sul suolo cittadino; non vi dico cosa penso di tutti quelli che hanno messo la loro firma e non hanno camminato scalzi o non si sono presentati non dico a Venezia ma nella città più vicina a dove abitano.
Non mi dite che però hanno motivato gli altri perché la gente che è andata scalza non lo ha fatto perché tizio, caio e sempronio avevano messo la firma e magari speravano di farsi un selfie con loro.
Delle persone "armiamoci e partite" ho un concetto che non posso esprimere senza compiere un reato ...

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  Appleseed il Sab Set 12 2015, 21:03

bfpaul ha scritto:
Oh, finalmente un po' di notizie dal vivo!
Probabilmente a Venezia sono più abituati a vedere piedi nudi che in altri posti perché quando c'é l'acqua alta le persone vanno con gli stivali ma anche scalzi.
bfpaul
Forse… ma i partecipanti venivano da tutto il Veneto e oltre (abbiamo “udito” la presenza di altri bolognesi…)
bfpaul ha scritto:
Oh, finalmente un po' di notizie dal vivo!
Poi a Venezia non ci sono le auto e quindi il terreno non fa diventare i piedi neri e come sappiamo i piedi neri creano problemi a qualcuno.
bfpaul
No, al Lido le auto ci sono e circolano su normali stradi asfaltate che rendono i piedi “naturalmente” belli neri.
bfpaul ha scritto:

I vip hanno camminato (forse) sul red carpet, le persone normali sul suolo cittadino; non vi dico cosa penso di tutti quelli che hanno messo la loro firma e non hanno camminato scalzi o non si sono presentati non dico a Venezia ma nella città più vicina a dove abitano.
bfpaul
I nomi dei Vip che hanno effettivamente partecipato sono sui giornali: io non li ho visti, saranno forse stati in testa (e non mi sono mancati gran che…).  Dall’interno si è avuta l’impressione di un corteo di persone e non di organizzazioni   (niente bandiere, né slogan da ritmare), più una processione laica che una manifestazione politica. E dalle foto uscite sui giornali sul red carpet c’è andata una delegazione scalza ma che non mi pare tanto Vip.,,
avatar
Appleseed
Tesoriere Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 531
Data d'iscrizione : 01.08.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  young_barefooter il Sab Set 12 2015, 23:06

Oggi ero al parco con i miei figli. A un certo punto arriva una giovane mamma con una bambina sui 4 anni.
La bimba si mette subito a giocare con mia figlia Camilla, dopo un po' la mamma si avvicina e iniziamo a chiacchierare sul fatto che i bambini a una certa età si assomigliano tutti (aveva scambiato la piccola Camilla per un maschietto).

Qualche minuto dopo con fare gentile mi chiede: "Scusa, toglimi una curiosità: ma i piedi scalzi sono per i migranti?".
Io le sorrido e le spiego che, pur condividendo le motivazioni delle recenti manifestazioni a favore dei migranti, vado scalzo abitualmente e non certo per protesta o penitenza. Le dico poi che se volessi manifestare a tale scopo dovrei farlo con le scarpe in quanto non le sopporto e il sacrificio sarebbe proprio quello di indossarle.
Poi le faccio alcuni brevi cenni sui benefici dell'andare scalzi e le ho spiego che ai bambini fa molto bene e che sto abituando i miei ad andare scalzi fin da piccoli.
Lei mi è sembrata interessata alle mie motivazioni e sembrava comprenderle. E' bello sapere che esistono ancora persone in grado di pensare e valutare le situazioni senza pregiudizi.

Secondo me questo fatto delle manifestazioni scalze qualcosa ha smosso qualcosa nella testa delle persone (almeno di quelle che ne erano a conoscenza).
avatar
young_barefooter

Numero di messaggi : 976
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  cyberteam il Dom Set 13 2015, 00:04

E veniamo alla marcia organizzata a Roma.
Un'oretta prima dell'inizio è venuto giù uno sgrullone di pioggia, che forse ha fatto desistere qualcuno.
Il percorso sarà stato di circa 1 km tra andata e ritorno, tutto asfalto, partendo da un centro che funge da mensa per i migranti sino alla stazione Tiburtina e ritorno.
C'erano diverse associazioni, almeno a giudicare dalle magliette (le più note Medici senza frontiere, Emergency, Amnesty International ) e la gente era parecchia (certamente più di mille persone), al punto che la strada del luogo di partenza cominciava a starci un poco stretta.

E gli scalzi ? Non proprio tanti.
Mentre si aspettava la partenza del corteo all'inizio davvero pochini, poi via via che il corteo si è messo in moto diverse persone si sono tolte le calzature.
Diciamo che all'inizio saranno stati un 10% dei partecipanti e poi dopo la metà si è arrivati ad un 20 - 25%. 
Probabilmente via via le persone hanno visto altre senza scarpe e si son fatte coraggio.




Tutto sommato è stata una cosa carina.
Da notare che nel corteo c'erano anche diversi migranti, a giudicare dai tratti somatici, ma da quanto ho potuto vedere eccetto uno nessuno di essi si è tolto le scarpe.
avatar
cyberteam

Numero di messaggi : 593
Data d'iscrizione : 16.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  Spyro il Dom Set 13 2015, 11:53

Anche se anch'io non condivido l'associazione piedi nudi = miseria o povertà, ho comunque partecipato alla manifestazione, visto che ho già partecipato a manifestazioni simili come cortei studenteschi, cortei del Primo Maggio e simili.
Io ho partecipato alla marcia organizzata a Gorizia. Tempo bello e fresco con temperatura sui 23 gradi, con una leggera Bora che gonfiava le bandiere dal colore rosso predominante. La marcia si è svolta dalla Stazione Ferroviaria al Parco della Rimembranza (distanti circa mezzo km) luogo non scelto a caso visto che questo parco è dormitorio e bagno a cielo aperto. Data la sua posizione geografica di confine, Gorizia è una tra le città con presenza massiccia di immigrati.
Partecipanti circa trecento, ma purtroppo gli scalzi erano solo un terzo. Diversi con i calzini (ridicoli). Ovviamente è sottointenso che io ero scalzo e ho percorso il Corso Italia, il cui asfalto era liscio e fresco, vista la presenza degli alberi su entrambi i lati della strada che tengono la strada in ombra; le mie suole si sono annerite dopo pochi passi. Il Parco della Rimembranza è fatto da ghiaia fine che, contrariamente da quanto pensavo, era piacevolissimo da sentire sotto le piante e tra le dita in quando i ciottolini sono tondeggianti e non spigolosi. Qui ho anche incontrato un mio conoscente (calzato) che ha sorriso sul fatto che sono scalzo. Io gli ho detto che mi piace e che sono del tutto abituato a camminare a piedi nudi, anche nei boschi e in montagna e che fa bene. Lui però non ne ha voluto saperne di togliersi le scarpe.
Qui si è svolto il discorso riguardo la manifestazione e riguardo il camminare scalzi non è stato assocciato a povertà o simili ma al fatto di sentire almeno per un giorno (per chi non va scalzo abitualmente) la nostra (e sottolineo nostra) terra sotto i piedi. La terra che ci ha fatti nascere e crescere.
avatar
Spyro

Numero di messaggi : 650
Età : 31
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  bfpaul il Dom Set 13 2015, 12:42

young_barefooter ha scritto:Oggi ero al parco con i miei figli. A un certo punto arriva una giovane mamma con una bambina sui 4 anni.
La bimba si mette subito a giocare con mia figlia Camilla, dopo un po' la mamma si avvicina e iniziamo a chiacchierare sul fatto che i bambini a una certa età si assomigliano tutti (aveva scambiato la piccola Camilla per un maschietto).

Qualche minuto dopo con fare gentile mi chiede: "Scusa, toglimi una curiosità: ma i piedi scalzi sono per i migranti?".
Io le sorrido e le spiego che, pur condividendo le motivazioni delle recenti manifestazioni a favore dei migranti, vado scalzo abitualmente e non certo per protesta o penitenza. Le dico poi che se volessi manifestare a tale scopo dovrei farlo con le scarpe in quanto non le sopporto e il sacrificio sarebbe proprio quello di indossarle.
Poi le faccio alcuni brevi cenni sui benefici dell'andare scalzi e le ho spiego che ai bambini fa molto bene e che sto abituando i miei ad andare scalzi fin da piccoli.
Lei mi è sembrata interessata alle mie motivazioni e sembrava comprenderle. E' bello sapere che esistono ancora persone in grado di pensare e valutare le situazioni senza pregiudizi.

Secondo me questo fatto delle manifestazioni scalze qualcosa ha smosso qualcosa nella testa delle persone (almeno di quelle che ne erano a conoscenza).

Sicuramente la marcia ha sbloccato molti neuroni arrugginiti dimostrando platealmente che si può camminare scalzi, che nessuno è morto sul colpo fulminato da batteri o virus, che la motivazione era abbastanza condivisa.
Lo scopo non era di rendere note le questioni appena nominate perché ormai stampa e TV da anni raccontano che andare scalzi si può fare e che sarebbe anche bene farlo, anche se a determinate condizioni che risentono ancora della prudenza di chi non ha mai provato ed "ha paura".
Comunque il risultato "secondario" di far camminare tante persone scalze c'è stato e per noi la cosa è interessante perché le nostre buone idee che potrebbero far camminare molte persone scalze per ora non trovano che un consenso interessato ma privo di riscontri pratici, mentre per un sentimento di umanità le persone sono pronte anche a fare un sacrificio.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  Alexey il Dom Set 13 2015, 16:35

Non mi illuderei sul fatto di trovare file di nuovi barefooters grazie alla manifestazione...concordo con Massimo che alla fine della fiera l'associazione e' stata scalzi uguale miseria, come testimonia il servizio al tg di qualche tempo fa dove enfatizzavano il fatto che al centro di accoglienza i miserabili non volevano le scarpe perche' erano comodi a piedi nudi.."ma come, ti offro uno dri simboli del mondo moderno e tu lo rifiuti?" Questo era il messaggio, ben lontano da Andare scalzi e' bello ed e' per tutti

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  Alexey il Dom Set 13 2015, 16:38

E anche se e' piaciuto a molti, "scalzi non si puo'", se non in spiaggia o al massimo nei prati...ed e' quello che mi dicono tutti, rispettano la mia idea, concordano pure sul fatto che faccia bene, sono interessati....ma alla fine scalzo veramente ci vado solo io...o per una scusa o per l'altra al massimo scalzi ci vanno in casa o si comprano le scarpe minimal

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  Alexey il Dom Set 13 2015, 16:40

Sapete quanti mi hanno detto:potresti comprarti le Vibram...vai poi a spiegare scientificamente (e anche tattilmente oltretutto) non sono la stessa cosa...e mi rispondono:"a me non piacciono gli estremismi"...per loro andare scalzo e' un estremismo e le scarpe minimal il compromesso, e tu te ne vai a bocca asciutta perche' tanto non lo capiscono

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  Alexey il Dom Set 13 2015, 16:46

Detto questo, ho degli amici che mi supportano, si allenano con me scalzi, sul lungomare vanno scalzi e qualche volta anche in campagna...ma in citta' e nella vita di tutti i giorni,sono sempre e soltanto l'unico...se non lo fa chi e' d'accordo e ha capito, chissa' chi non ha capito...

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La marcia delle donne e degli uomini scalzi

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum