Parenti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Parenti

Messaggio  scalzoforever il Gio Set 25 2008, 14:01

Qualche giorno fa, mentre la temperatura era più fresca rispetto agli altri giorni e non c'era sole, sono andato da una mia zia a consegnare delle chiavi e ci sono andato scalzo. Da lei c'ero già stato altre volte, sempre scalzo.
Ma questa volta c'era mia cugina (che anche lei mi aveva già visto scalzo), ma soprattutto un'altra mia zia che non mi aveva mai visto scalzo (se escludiamo un microevento un giorno, quando ancora stavo con mia mamma, ero uscito dal portone per fare 10 metri scalzo con questa mia zia). Ho cercato di nascondere il fatto, ma poi mi ha notato e mi ha chiesto: "Ma sei scalzo?". Poi, dopo, le ho mandato un sms dicendole di avermi finalmente scoperto, ma di non dire assolutamente nulla ai miei.
Per altro, quando sono uscito dal portone, ho notato la macchina di mia zia, ma al momento dell'entrata non ci avevo fatto caso. Quindi, mi sto chiedendo: se prima di entrare nel portone avessi visto la macchina di mia zia, cosa avrei fatto? Mi sarei messo le scarpe o no? Fosre si, temendo a quel punto che ci fosse anche mia mamma. Ma comunque sia ormai è andata...
Purtroppo, poi, stamattina mi sento un po' di bruciore alla gola e un pochettino di inizio di raffeddore, quindi dopo parecchie settimane scalze, stamattina sono andato al solito diperdì e in lavanderia con le scarpe...

scalzoforever

Numero di messaggi : 682
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parenti

Messaggio  bfpaul il Gio Set 25 2008, 19:36

Antonino ha scritto:Qualche giorno fa, mentre la temperatura era più fresca rispetto agli altri giorni e non c'era sole, sono andato da una mia zia a consegnare delle chiavi e ci sono andato scalzo. Da lei c'ero già stato altre volte, sempre scalzo.
Ma questa volta c'era mia cugina (che anche lei mi aveva già visto scalzo), ma soprattutto un'altra mia zia che non mi aveva mai visto scalzo (se escludiamo un microevento un giorno, quando ancora stavo con mia mamma, ero uscito dal portone per fare 10 metri scalzo con questa mia zia). Ho cercato di nascondere il fatto, ma poi mi ha notato e mi ha chiesto: "Ma sei scalzo?". Poi, dopo, le ho mandato un sms dicendole di avermi finalmente scoperto, ma di non dire assolutamente nulla ai miei.
Per altro, quando sono uscito dal portone, ho notato la macchina di mia zia, ma al momento dell'entrata non ci avevo fatto caso. Quindi, mi sto chiedendo: se prima di entrare nel portone avessi visto la macchina di mia zia, cosa avrei fatto? Mi sarei messo le scarpe o no? Fosre si, temendo a quel punto che ci fosse anche mia mamma. Ma comunque sia ormai è andata...
Purtroppo, poi, stamattina mi sento un po' di bruciore alla gola e un pochettino di inizio di raffeddore, quindi dopo parecchie settimane scalze, stamattina sono andato al solito diperdì e in lavanderia con le scarpe...
Qui ti sbagli Antonino, mi dispiace.
Se hai un inizio di raffreddore NON è perché vai scalzo ma perché non vai ABBASTANZA scalzo; e poi che differenza fa essere scalzo e raffreddato o e essere scalzo e senza raffreddore?
Finché ce la fai, a mio parere dovresti rimanere scalzo; OVVIAMENTE in qualunque momento puoi rimetterti scarpe, soprascarpe e tuta da palombaro ciclista ...

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parenti

Messaggio  lucignolo il Gio Set 25 2008, 21:02

Bfpaul ha scritto ad Antonino:
Qui ti sbagli Antonino, mi dispiace.
Se hai un inizio di raffreddore NON è perché vai scalzo ma perché non vai ABBASTANZA scalzo; e poi che differenza fa essere scalzo e raffreddato o e essere scalzo e senza raffreddore?
Finché ce la fai, a mio parere dovresti rimanere scalzo; OVVIAMENTE in qualunque momento puoi rimetterti scarpe, soprascarpe e tuta da palombaro ciclista ...
Concordo pienamente con Paolo S..
A volte mi capita di prendere un raffreddore.
Nella stragrande maggioranza dei casi succede per contagio, magari perché lavoro a stretto contatto con persone infette che vivono con calze e scarpe già alla prima avvisaglia di temperature al di sotto dei 28 gradi centigradi.
È capitato che qualcuno mi dicesse che ero raffreddato perché porto i sandali con temperature a loro avviso troppo basse, ma quando chiedo perché Tizio, Caio o Sempronio sono bronchitici e intasati pur indossando stivaletti e calzettoni, improvvisamente il discorso devia verso altri argomenti.
Il freddo, è vero, indebolisce le difese immunitarie, ma solo quando superi i tuoi limiti fisiologici per un tempo piuttosto lungo.
Non credo che tu giri scalzi squassato da violenti brividi, con le dita bianche e le labbra viola.
Se lo facessi dimostreresti di non conoscere i tuoi limiti e ciò ti creerebbe qualche problemino in tutti i campi ed in ogni momento.
Quindi non temere: guarirai dal raffreddore anche se scalzo.
Per quanto riguarda i parenti ti dico: prega che tutti sappiano di te.
All'inizio potrebbe esserci battaglia, poi arriverà la libertà assoluta, quella vera.


Ultima modifica di lucignolo il Ven Set 26 2008, 07:33, modificato 1 volta
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

scalzi piu unici che rari

Messaggio  ChiccoB il Gio Set 25 2008, 22:55

Ciao Lucignolo,se non sbaglio tu sei di Brescia vero? Siccome la prossima settimana sarò a piacenza per lavoro,ti andrebbe se ci incontrassimo magari a fiorenzuola? Mi piacerebbe scambiare quattro chiacchere di persona. Se vuoi,potremmo trovarci all'uscita dell'autostrada e poi bere un caffè. federicob.

ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parenti

Messaggio  scalzoforever il Ven Set 26 2008, 09:28

Anche il mal di gola? Comunque ci proverò, poi racconterò...

scalzoforever

Numero di messaggi : 682
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parenti

Messaggio  Rei il Ven Set 26 2008, 12:19

Io prendo il raffreddore una sola volta all'anno, quando a Natale, per motivi "diplomatici" sono costretto a mettere scarpe chiuse e calze.

P.s.: causa ristrutturazione casa sono senza Internet da luglio e ne avrò ancora per un paio di settimane. Poi mi farò vivo più spesso.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2641
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parenti

Messaggio  Enzo il Ven Set 26 2008, 14:37

-


Ultima modifica di Enzo il Ven Dic 03 2010, 14:53, modificato 1 volta

Enzo

Numero di messaggi : 579
Data d'iscrizione : 27.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parenti

Messaggio  alex65 il Ven Set 26 2008, 15:47

Ma probabilmente Antonino intendeva solo dire che, avendo un inizio di raffreddore, si e' vestito un po' di piu' ... piedi compresi.

Personalmente, se mi ammalo non e' mai perche' prendo freddo ma perche' prendo freddo nel modo sbagliato.
Se sono sudaticcio (scusate per l'eventuale orripilante immagine che ho evocato) e prendo freddo... mi ammalo.
E questo vale per tutto il corpo piedi compresi. Se sono scalzo difficilmente il piede suda. Se sono calzato invece prima o poi sudo, il calzino si inumidisce (scusate per questa seconda orribile immagine) e poi il piede si raffredda anche se con le scarpe e c'e' rischio di raffreddore.

In definitiva, tendo a vestirmi sempre abbastanza leggero.

Se pero' sto gia' male, qualcosa in piu' tocca metterla
avatar
alex65

Numero di messaggi : 303
Età : 52
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parenti

Messaggio  lucignolo il Ven Set 26 2008, 20:59

alex65 ha scritto:Se sono sudaticcio (scusate per l'eventuale orripilante immagine che ho evocato) e prendo freddo... mi ammalo.
Se pero' sto gia' male, qualcosa in piu' tocca metterla
Allora, cerchiamo di chiarire qualche concetto.
Senza agenti infettanti (virus, batteri, ecc.) non ci si ammala, non ci piove.
Gli agenti stressanti indeboliscono il sistema immunitario, ma l'azione deve essere continua e intensa.
Se si è immunodepressi (e nei bambini il sistema immunitario non ha raggiunto ancora la sua piena efficienza), se ci si raffredda eccessivamente (ed il sudore provoca un abbassamento di temperatura), se si hanno frequenti rapporti interpersonali (vi siete mai chiesti perché certe malattie siano tipicamente diffuse in età scolare e non dopo?), va da sé che qualche problema possa insorgere.
Convengo che quando il nostro corpo subisce uno scacco ed è debole, non è il caso di sottoporlo ad ulteriori sfide.
Non andremo scalzi nella neve, ma se ci mettiamo nelle condizioni di ridurre al minimo le dispersioni di calore, fino al punto di avere QUASI caldo, di certo il fatto di stare scalzi in casa non può cambiare il decorso della nostra malattia.
Certo, se le nostre condizioni sono davvero serie (polmonite in corso) meglio non sfidare le nostre risorse fisiche. Dobbiamo, insomma, distinguere fra persone normali e persone defedate, fra la normale influenza e la grave complicazione.
Non è questione di piedi nudi, mettetevelo bene in testa.
La storia è piena di decessi per malattie contagiose; se consideriamo la percentuale di persone scalze, possiamo davvero sostenere la tesi che stare scalzi peggiora o facilita la malattia? Abbiamo statistiche serie in proposito?
Quando ciò accadrà (saremo una forza) ne riparleremo.
Non dimentichiamo che ogni anno milioni di persone si assentano dal lavoro a causa di malattie contagiose e che il 99,9996% di queste vive calzate: avreste il coraggio di dire che stare scalzi induce o peggiora lo stato di malattia?
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parenti

Messaggio  alex65 il Ven Set 26 2008, 23:19

Daccordissimo.
Quando dicevo (per brevità) che se prendo freddo da sudato mi ammalo intedevo dire "indebolisco, sottoponendo a stress, le mie difese per cui aumento la probabilita' di ammalarmi" .
Ma per indebolire le difese, non basta il freddo, serve il freddo preso nel modo o momento sbagliato.

Posso camminare scalzo nella neve o a torso e non avere freddo piu' di tanto se il mio fisico è attivo e reattivo.
E posso stare a casa con 20 gradi e sentire i piedi ghiacciati e rischiare di mettere il fisiconella condzione di prendersi qualcosa.

Ed una cosa di cui i calzati non so rendon conto è che è molto piu facile scaldare un piede nudo che uno coperto.
Se ho i piedi freddi in ufficio e sono con i sandali basta levarli e poggiare i piedi sul pavimento che già si scaldano. Se si hann le scarpe e si sentono i piedi freddi... rimangono freddi.
avatar
alex65

Numero di messaggi : 303
Età : 52
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parenti

Messaggio  ChiccoB il Sab Ott 18 2008, 13:56

lucignolo ha scritto:
alex65 ha scritto:Se sono sudaticcio (scusate per l'eventuale orripilante immagine che ho evocato) e prendo freddo... mi ammalo.
Se pero' sto gia' male, qualcosa in piu' tocca metterla
Allora, cerchiamo di chiarire qualche concetto.
Senza agenti infettanti (virus, batteri, ecc.) non ci si ammala, non ci piove.
Gli agenti stressanti indeboliscono il sistema immunitario, ma l'azione deve essere continua e intensa.
Se si è immunodepressi (e nei bambini il sistema immunitario non ha raggiunto ancora la sua piena efficienza), se ci si raffredda eccessivamente (ed il sudore provoca un abbassamento di temperatura), se si hanno frequenti rapporti interpersonali (vi siete mai chiesti perché certe malattie siano tipicamente diffuse in età scolare e non dopo?), va da sé che qualche problema possa insorgere.
Convengo che quando il nostro corpo subisce uno scacco ed è debole, non è il caso di sottoporlo ad ulteriori sfide.
Non andremo scalzi nella neve, ma se ci mettiamo nelle condizioni di ridurre al minimo le dispersioni di calore, fino al punto di avere QUASI caldo, di certo il fatto di stare scalzi in casa non può cambiare il decorso della nostra malattia.
Certo, se le nostre condizioni sono davvero serie (polmonite in corso) meglio non sfidare le nostre risorse fisiche. Dobbiamo, insomma, distinguere fra persone normali e persone defedate, fra la normale influenza e la grave complicazione.
Non è questione di piedi nudi, mettetevelo bene in testa.
La storia è piena di decessi per malattie contagiose; se consideriamo la percentuale di persone scalze, possiamo davvero sostenere la tesi che stare scalzi peggiora o facilita la malattia? Abbiamo statistiche serie in proposito?
Quando ciò accadrà (saremo una forza) ne riparleremo.
Non dimentichiamo che ogni anno milioni di persone si assentano dal lavoro a causa di malattie contagiose e che il 99,9996% di queste vive calzate: avreste il coraggio di dire che stare scalzi induce o peggiora lo stato di malattia?
D'accordo con voi,confermo quello che ho detto stamattina e quelo che sto leggendo ora in questi post. federicob (chicco).

ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parenti

Messaggio  Luca T il Sab Ott 18 2008, 15:30

Sono d'accordo che il piede nudo non è portatore di malattie da raffreddamento, purché ci si copra bene in modo che il bilancio termico dell'organismo sia equilibrato
Per quel che mi riguarda, al primo freddo quest'anno ho avuto un iniziale desiderio di mettermi calzini di lana per non aver freddo ai piedi; però ho resistito alla tentazione e mi sono coperto di più addosso, soprattutto il torace, tirando fuori dall'armadio un maglione pesante che d'estate non uso mai. A quel punto ho fatto l'abitudine al freddo dei piedi nudi e continuando così mi sono accorto che in seguito il freddo non lo sentivo nemmeno più. Ho la sensazione del freddo, non sono mica arrivato all'anestesia, però non mi dà nessun fastidio.
Ancora il freddo vero non è arrivato, ma non si può dire che ci sia un caldo estivo. Ebbene, stando scalzo su pavimenti di cotto o di pietra, quindi freddi, non solo non sento il freddo, ma se appoggio la pianta del piede sul dorso dell'altro piede mi accorgo che è più calda la pianta del dorso. Ciò significa che, come tutti gli anni, la circolazione della pianta si è rapidamente riattivata (ha messo il termostato sulla posizione "inverno). Come al solito sento anche più caldo alle mani (a qualcun altro succede?)
In ogni caso qualche virus si è affacciato nel mio corpo, procurando solo un breve malessere per un pomeriggio. Poi ha sloggiato. Piedi nudi o no, credo che anche se non saranno stati proprio loro a farmi resistere all'infezione virale, comunque non hanno fatto certo danno.
Saluti scalzi
Luca
avatar
Luca T

Numero di messaggi : 202
Età : 69
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parenti

Messaggio  Enzo il Sab Ott 18 2008, 18:20

-


Ultima modifica di Enzo il Ven Dic 03 2010, 14:53, modificato 1 volta

Enzo

Numero di messaggi : 579
Data d'iscrizione : 27.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parenti

Messaggio  lucignolo il Dom Ott 19 2008, 12:04

Enzo ha scritto:Vero, ma la fosca previsione dei parenti "ti verranno i reumatismi!" potrebbe non essere priva di senso. L'artrosi sembra legata a meccanismi complessi (autoimmunità. cronogenetica?), comunque, mi corregga Lucignolo, è una degenerazione delle cartilagini, legata soprattutto all'età, penso, o dipendente da traumi. Ma... se oltre all'età, con la conseguente minore attività riproduttiva cellulare, si aggiunge una minore nutrizione dei tessuti per ridotta irrorazione sanguigna, per vasocostrizione da prolungata esposizione a basse temperature (le cartilagini poi non sono direttamente irrorate) lo stare permanentemente scalzi o con i sandali al freddo potrebbe avere delle controindicazioni.
Detto in due parole, mentre nelle artriti, qualunque ne sia la causa, predomina il quadro infiammatorio da cui deriva poi una degenerazione anatomica e funzionale spesso grave, nelle artrosi il processo avviene con più lentezza, è spesso legato all'età e può conseguire a preesistenti danni traumatici.
Quindi hai detto bene.
Umidità e freddo, effettivamente, giocano un ruolo aggravante in tutte quelle sindromi dette "reumatiche", anche se l'esatto meccanismo non è ancora del tutto chiaro.
Probabilmente è importante quella vasocostrizione che citavi tu, insieme al rilascio di una serie di mediatori chimici che innescano una serie di eventi che si autoalimentano e che amplificano la sintomatologia preesistente o che, addirittura la scatenano.
Come avrai già capito, si tratta di una relazione di causa (scatenante?) effetto che ha valore soltanto a certe condizioni.
Nessuno può dire che un soggetto sano diventerà artrosico o artritico a causa dell'esposizione a fattori ambientali avversi; però in presenza di patologia conclamata è d'obbligo la prudenza.
D'altra parte in tutte le attività umane che comportano un certo "traumatismo" iniziale e/o ripetuto (ed anche il semplice allenamento è un agente stressante) si raccomanda sempre di valutare il proprio stato di salute.
Come al cardiopatico sono vietate le attività troppo impegnative o agonistiche, al diabetico, tanto per restare in tema, sarà vietato il gimnopodismo.
E mi fermo qui.

Poi c'è il discorso delle popolazioni scalze (esistono ancora?).
Chi cammina sempre scalzo presenta una radiografia del piede piuttosto scura, segno che un certo impegno osteo-articolare c'è e che le ossa reagiscono accumulando più sali di calcio, fenomeno adattativo esattamente al polo opposto dell'osteoporosi.
È verosimile che dopo anni possano insorgere sintomi e lesioni da sovraccarico spesso irreversibili, ma tali dati, a mio avviso, non possono essere in alcun modo applicati a noi barefooter, perché troppo diverse sono le condizioni d'esercizio.
Come si è detto più e più volte, noi ci possiamo fermare quando vogliamo, le calzature le possiamo reindossare in situazioni troppo avverse perché le possediamo e camminiamo a piedi nudi sostanzialmente per piacere e non per necessità.
Ciao.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Parenti

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum