Isola dei famosi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Isola dei famosi

Messaggio  aldo1953 il Gio Mar 10 2016, 16:26

Ieri sera, stremato da 7 ore di ambulatorio continuato, alle 21,30 arrivo a casa e trovo mia moglie in pieno mutismo...    è successo qualche cosa di grave ? Noooooooo, c' era la prima puntata dell' Isola !!!!
Ora , su un isola tropicale, in costume da bagno ( e anche meno Very Happy ) che ci azzeccano scarpe e calze ?  Addirittura nelle prove in acqua !!!!!
Dopo un po' non ce la faccio,  dichiaro che si tratta di un programma da servette (mi scusino le servette che poi non esistono più per fortuna) e faccio notare le scarpe...   Aggiungo che nello stesso momento in qualche parte del globo qualcuno sta morendo o di fame o di bombe    Non l' avessi mai detto...   Poveracci, non sono abituati a ambienti selvaggi, non sono animali come te....   Selvaggi ? Ma fatemi il favore.....
Ma la specie umana si è ridotta così male ?
OK, sono un poco invelenito, ma non mi impietosisco di sicuro per una "star" televisiva che si preoccupa che senza le pinzette per le sopraciglia sarà meno bella del solito....

aldo1953

Numero di messaggi : 1002
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Isola dei famosi

Messaggio  Elan il Gio Mar 10 2016, 16:58

Che siano poco credibili con le scarpe su un'isola tropicale, ok, ma il discorso di quelli che muoiono di bombe o di fame mi sembra che non c'entri proprio niente  davvero... Oppure c'entra dappretutto e allora dovremmo stare perennemente in lutto a macerarci nei nostri complessi di colpa molto occidentali e ripeterci di continuo, come un mantra infernale,le parole di Bertolt Brecht:

Davvero, vivo in tempi bui!
La parola innocente è stolta. Una fronte distesa
vuol dire insensibilità. Chi ride,
la notizia atroce
non l'ha saputa ancora.

Altrochè girare  a piedi nudi, come fai tu,  lurido ricco edonista occidentale, mentre altrove sono costretti a stare scalzi , perchè non possono acquistare le scarpe e in più muoiono di fame e li bombardano, quando non affogano nell' Egeo-

Alla nostra età bisogna stare attenti a non diventare troppo brontoloni (e vale soprattutto per me) ... vivi e lascia vivere (tua moglie) Very Happy
avatar
Elan

Numero di messaggi : 1086
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Isola dei famosi

Messaggio  Rei il Gio Mar 10 2016, 17:07

aldo1953 ha scritto:che ci azzeccano scarpe e calze ?  Addirittura nelle prove in acqua !!!!!
Giorgia Palmas, vincitrice dell'ottava edizione (2011) al rientro in Italia partecipò alla premiazione finale in studio scalza perché, dopo settimane senza, non riusciva a tenere le scarpe.
Poi si è riabituata, ma a noi piace ricordarla così:

avatar
Rei

Numero di messaggi : 2620
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Isola dei famosi

Messaggio  aldo1953 il Gio Mar 10 2016, 17:21

Elan ha scritto:Che siano poco credibili con le scarpe su un'isola tropicale, ok, ma il discorso di quelli che muoiono di bombe o di fame mi sembra che non c'entri proprio niente  davvero...            Oppure c'entra dappretutto e allora dovremmo stare perennemente in lutto a macerarci nei nostri complessi di colpa molto occidentali e ripeterci di continuo, come un mantra infernale,le parole di Bertolt Brecht:

Davvero, vivo in tempi bui!
La parola innocente è stolta. Una fronte distesa
vuol dire insensibilità. Chi ride,
la notizia atroce
non l'ha saputa ancora.

Altrochè girare  a piedi nudi, come fai tu,  lurido ricco edonista occidentale, mentre altrove sono costretti a stare scalzi , perchè non possono acquistare le scarpe e in più muoiono di fame e li bombardano, quando non affogano nell' Egeo-

Alla nostra età bisogna stare attenti a non diventare troppo brontoloni (e vale soprattutto per me) ... vivi e lascia vivere (tua moglie) Very Happy

Eh sì, hai ragione, ma qualche volta non ce la faccio a contenermi, devo lottare con regole assurde e con Pazienti che hanno tutti i diritti del caso ma non possono accedervi per cavilli burocratici e in più, data l' età, mi vedo anch' io Paziente di qualcun' altro e già lo sono.... E poi con l' età si diventa più sensibili ed emotivi...
Scusa, ma a volte devo mediare la mia impulsività mentale con il raziocinio.
E, a volte, non ne posso proprio più dell' ipocrisia.
Certo, vado scalzo perchè ho scarpe a cui rinunciare. Se non le avessi le vorrei... ma questa sarebbe una storia lunga, lunghissima, la storia di una vita. Quale è la soluzione ? Qualcuno se ce l' ha me la dica per favore.
Brontolone no, per fortuna ci sono i libri dove rifugiarsi in un mondo virtuale. E poi le mogli sono perfette ? Qualche dubbio ce l' ho.

aldo1953

Numero di messaggi : 1002
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Isola dei famosi

Messaggio  Giangiò il Gio Mar 10 2016, 17:42

Sono sempre perfette le mogli degli altri.........
avatar
Giangiò

Numero di messaggi : 160
Età : 65
Data d'iscrizione : 25.03.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Isola dei famosi

Messaggio  BarefootSoul il Gio Mar 10 2016, 22:12

Sull'Isola dei Famosi non mi esprimo, sennò poi dico delle brutte cose... Twisted Evil Rolling Eyes

Trovo invece molto giusto il discorso "sto scalzo perché ho scarpe a cui rinunciare". Questo è un esempio pratico, ma possiamo anche dire che "la depressione è una malattia dei Paesi ricchi: chi ogni giorno deve lottare per mettere insieme il pranzo con la cena non soffre affatto di depressione."

In altre parole, viviamo in un mondo che ci ha dato tanto, persino la possibilità di rifiutare i suoi doni.

Anche la cultura, la conoscenza, l'informazione possono produrre sofferenza. Un ignorante - che sia tale o per sua volontà, perché piuttosto che leggere un libro preferirebbe rompersi una gamba, o perché non ha avuto la possibilità di studiare - sarà, nel suo piccolo mondo, FORSE, E SOTTOLINEO FORSE, più felice di un intellettuale.

Dico questo perché a volte mi capita di invidiare chi sa parlare solo di calcio e di reality/talent show, che non si perde un film dei Vanzina, che ama la sua macchina più della sua donna.

Sono anime semplici, esseri primitivi, basali. Si contentano di una birra e di un televisore, non hanno altri desideri, ambizioni, angosce.


Dal nostro punto di vista, stare scalzi credo possa anche essere visto come l'espressione di un desiderio di individualità.

Forse, a volte, ci piace persino che gli altri notino i nostri piedi nudi, il nostro essere fuori posto in un certo particolare.

I piedi nudi sono l'immagine esteriore di una diversità interiore.

Infatti dato che oggigiorno nessuno ha la voglia, la pazienza e la capacità di notare la nostra diversità interiore dobbiamo mostrare una parte del nostro involucro esterno che di solito sta nascosta (stavo per scrivere "normalmente", ma "normale" è sempre un aggettivo pericoloso) al fine di risvegliare anche solo per un attimo gli altri dal loro intorpidimento.

(non che lo facciamo apposta, sia chiaro, credo che nessuno di noi ricerchi consapevolmente e consciamente questo effetto: dico solo che, secondo me, c'è anche questa componente)

E' un po', io credo, come il caso dei tatuaggi: all'inizio le persone che esibivano un tatuaggio erano considerate pericolose, strane, fuori dai canoni...oggi si fa fatica a trovare una persona che non sia tatuata: il tatuaggio che era espressione di libertà oggi è diventato un altro dei simboli della massificazione.

Forse tra qualche anno girare a piedi nudi seguirà la stessa evoluzione (o meglio, involuzione), e nessuno si stupirà più nel vederci scalzi per strada.

BarefootSoul

Numero di messaggi : 166
Età : 36
Data d'iscrizione : 07.03.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Isola dei famosi

Messaggio  Rei il Ven Mar 11 2016, 08:00

BarefootSoul ha scritto:Sull'Isola dei Famosi non mi esprimo, sennò poi dico delle brutte cose... Twisted Evil Rolling Eyes
Roberto D'Agostino una volta ha descritto i concorrenti "Morti de fama". Mai sintesi fu più azzeccata.
BarefootSoul ha scritto:Dico questo perché a volte mi capita di invidiare chi sa parlare solo di calcio e di reality/talent show, che non si perde un film dei Vanzina, che ama la sua macchina più della sua donna.

BarefootSoul ha scritto:Forse tra qualche anno girare a piedi nudi seguirà la stessa evoluzione (o meglio, involuzione), e nessuno si stupirà più nel vederci scalzi per strada.
I sintomi che questo accada ci sono tutti.
L'ultimo sono le due sfilate di Valentino a Parigi per l'estate 2016: quella di alta moda (per i pochi fortunati che si possono permettere l'alta moda e molto altro) prevedeva piedi nudi con finti sandali gioiello, quella del prêt-à-porter (per i comuni mortali) sandali senza tacco che lasciavano il piede quasi nudo, ma con una suola.
Insomma, il messaggio della sfilata è che le "happy few" possono permettersi un comportamento "d'avanguardia" come presentarsi scalze in un contesto elegante e formale, le comuni mortali non sono ancora pronte, lo saranno fra un po', ma intanto si abituino con i sandali minimali e senza tacco.
Messaggio per i maschietti: non pervenuto. Aspettiamo con calma e fiducia. Very Happy
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2620
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Isola dei famosi

Messaggio  Giangiò il Ven Mar 11 2016, 09:15

Infatti Charles Schulz faceva dire a Snoopy dei Peanuts:'' Nella mia ignoranza sono immensamente felice ''
avatar
Giangiò

Numero di messaggi : 160
Età : 65
Data d'iscrizione : 25.03.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Isola dei famosi

Messaggio  Biagio il Dom Mar 13 2016, 22:09

Quella trasmissione non fa testo, è uno spettacolo e non c'è nulla di reale. (In verità penso che in tutta la televisione ci sia ben poco di reale. Perfino i telegiornali che cosa sono se non un blob di propaganda e svago abbondantemente farcito di cronaca sensazionale senza capo ne coda?)
Comunque sì, ho anch'io la sensazione che nel lungo periodo i piedi tendano ad essere sempre più liberi, forse anche perchè tutto sommato è una forma di libertà piuttosto innocua.
In passato non era così, il piede libero era un piede nudo, un piede povero. Il benessere passava anche dalle dalle dita malamente strizzate dentro alle scarpe alla moda. Quante signore anziane si vedono ancora d'estate con le dita orribilmente accavallate le une sulle altre!
avatar
Biagio

Numero di messaggi : 295
Data d'iscrizione : 19.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Isola dei famosi

Messaggio  Elan il Gio Mar 17 2016, 15:42

Il nostro io lo chiamo "scalzismo di ritorno" per distinguerlo dallo scalzismo primario che è qeullo di coloro che ci sono costretti perchè non hanno scarpe o non se le possono permettere.

Lo scalzismo primario, o il suo ricordo, ancora presente in tanti luoghi ed in tante menti, è uno dei motivi che rendono lo "scalzismo di ritorno" così poco popolare... questo lo abbiamo detto più volte.

Lo scalzismo di ritorno è un luogo dello spirito, un modo di rapportarsi con l'ambiente e con il proprio corpo, che potremmo definire post-moderno ... presuppone un certo grado di sviluppo spirituale, coraggio, sensualità, anticonformismo reale, ma anche un ambiente esterno, una cornice evoluta: assenza di malattie parassitarie pericolose, un ambiente abbastanza pulito e sicuro in cui muoversi e la possibilità di disporre di adeguate cure mediche di pronto socorso nei rari casi in cui ci si ferisce.

Le feritine che mi sono prodotto durante le mie escursioni sono delle sciocchezze nel nostro mondo: vaccinazione antitetanica, disinfettante, pinzette e, al limite, un po' di pomata antibiotica e tutto si sistema in due-tre giorni. Ben diverso sarebbe camminare scalzi senza disprre di tali presìdi .... c'erano tempi in cui si moriva per un graffietto o una feritina che suppurava o causava setticemia....



avatar
Elan

Numero di messaggi : 1086
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Isola dei famosi

Messaggio  Alexey il Gio Mar 17 2016, 19:44

Mah veramente ai profughi che erano sbarcati scalzi erano state offerte scarpe prontamente rifiutate...non vedo tutta questa necessita' dal momento che in Sudafrica ad esempio e' riconisciuto che sono meramente status symbol per accedere al mondo occidentalizzato. Sinceramente anche la nostra visione del mondo "esterno" e' perennemente distorta dal nostro imprinting culturale. Un esempio, alcuni parassiti che noi riteniamo altamente nocivi, per alcune popolazioni sono in realta' organismi simbiotici utili. Noi vediamo il mondo con gli occhi di quello che ci propinano i media. Il mio hobby e' quello di fare ricerche personali su svariati argomenti, soprattutto riguardanti fitness e salute. Quando ti poni una domanda e metti un dubbio la prima indiscutibile verita' assoluta che ti viene ripetuto sin da piccolo, e ti chiedi "ingenuamente":"ma sara' vero?", vai a verificare tutta la letteratura sul settore (quella seria da pubmed etc... non su novella2000), naturalmente in inglese, e scopri che tale verita' assoluta e' una fregnaccia che deriva magari da qualche giornalista che non ha capito nulla dell'argomento ma vuole fare notizia o presentare il mondo in modo da fare colpo. Indubbiamente, con un lavoro a tempo pieno, casa, famiglia ecc. non e' che possiamo passare giornate a fare ricerche, pero' ho imparato a dubitare di tutto...per quanto riguarda l'isola dei famosi, non merita nemmeno commenti...e che pretendiamo da quei 4 neuroni isolati di capire che le scarpe su una spiaggia sono utili come il programma stesso...

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Isola dei famosi

Messaggio  Elan il Ven Mar 18 2016, 10:31

Non ho capito bene la tua risposta ...  forse non ti sei mai tagliato su un vetro o punto in profondità con un aculeo di istrice.  Ti assicuro che se disponi dei rimedi, di solito lo risolvi in pochi giorni, ma se non hai la possibilità di usare determinati prodotti, possono essere caxxi amari.   Poi, si sa, i più forti sopravvivono comunque.

Quali sono i parassiti ritenuti nocivi che invece vivrebbe in profittevole simbiosi mutualistica con gli esseri umani?  tu ne ospiti?

Piccola nota: internet è piena di siti cazzari scritti in ottimo inglese ... la lingua non è una garanzia di serietà, anzi le teorie complottiste e paranoiche si può dire che sono tutte nate in America. Ti consiglio di affinare un po' i tuoi filtri
avatar
Elan

Numero di messaggi : 1086
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Isola dei famosi

Messaggio  Rei il Ven Mar 18 2016, 11:18

Elan ha scritto:Quali sono i parassiti ritenuti nocivi che invece vivrebbe in profittevole simbiosi mutualistica con gli esseri umani?
Il cucciolo di questo:

avatar
Rei

Numero di messaggi : 2620
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Isola dei famosi

Messaggio  Alexey il Ven Mar 18 2016, 14:47

http://app.laboratoryequipment.com/news/2014/07/intestinal-parasites-are-actually-beneficial
Questo e' un articolo che illustra brevemente alcune pubblicazioni. Questo non per dire di coltivare parassiti o non curare le ferite. Ringraziamo l'esistenza di disinfettanti antibiotici ecc. e del pronto soccorso. Il punto era solamente: facciamoci li c..i nostri e pensiamo per noi e a quello che abbiamo bisogno NOI senza pensare che altri abbiano bisogno delle nostre scarpe o delle nostre cose.
E la realta' come al solito e' complessa e molto piu' sfaccettata di quanto la tv trash ci presenti. Le entita' biologiche sono frutto di miliardi di variabili che agiscono all'unisono.

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Isola dei famosi

Messaggio  Alexey il Ven Mar 18 2016, 14:56

La morale per lo scienziato e' sempre cercare di rimanere incondizionato e investigare...le teorie complottistiche non c'entrano un c..o.
Non trasformiano i nati scalzi in nati ignoranti

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Isola dei famosi

Messaggio  Giangiò il Sab Mar 19 2016, 08:36

Alexey ha scritto:La morale per lo scienziato e' sempre cercare di rimanere incondizionato e investigare...le teorie complottistiche non c'entrano un c..o.
Non trasformiano i nati scalzi in nati ignoranti
Ah,c'è qualcuno che vuol farmi credere di essere nato ''imparato''?
avatar
Giangiò

Numero di messaggi : 160
Età : 65
Data d'iscrizione : 25.03.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Isola dei famosi

Messaggio  aldo1953 il Dom Mar 20 2016, 18:16

Elan ha scritto:Il nostro io lo chiamo "scalzismo di ritorno"   per distinguerlo dallo scalzismo primario che è qeullo di coloro che ci sono costretti perchè non hanno scarpe o non se le possono permettere.  



Lo scalzismo di ritorno è un luogo dello spirito, un  modo di rapportarsi con l'ambiente e con il proprio corpo, che potremmo definire post-moderno ... presuppone un certo grado di sviluppo spirituale, coraggio, sensualità, anticonformismo reale, ma anche un ambiente esterno, una cornice evoluta:  assenza di malattie parassitarie pericolose, un ambiente abbastanza pulito e sicuro in cui muoversi e la possibilità di disporre di adeguate cure mediche di pronto socorso nei rari casi in cui ci si ferisce.  






Mi piace la definizione di luogo dello spirito. Un ritorno a ragionare su sè stessi mettendoci, un poco davvero, alla prova. Riappropriarsi di una componente sensoriale fisica che avevamo dimenticato. E, davvero, possiamo farlo solo se alle spalle abbiamo alcune certezze o almeno speranze di certezze.

aldo1953

Numero di messaggi : 1002
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Isola dei famosi

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum