Ci vorrebbe un cambio radicale di mentalita'

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ci vorrebbe un cambio radicale di mentalita'

Messaggio  Alexey il Mer Giu 15 2016, 07:28

Domenica sono andato al salone dell'auto a Torino. Uno spunto in piu' di riflessione...un sacco di gente scalza nel prato, bambini che giocavano allegramente, fino pero' a non spingersi oltre il confine tra l'erba e l'asfalto, disseminato di lava incandescente, dinosauri affamati, malattie letali! Questo il monito dei genitori presenti, persone che smettevano di ammirare la stupenda Pagani o l'incredibile prototipo Mazzanti per fissare perplessi i miei piedi nudi zampettare tra l'esposizione.
Mi spiace, siamo un popolo troppo pavido, abbiamo paura di tutto, freddo, caldo, malattie, germi, siringhe, tutto ci fa paura. Qui non si tratta di fare a meno di un cappello o una maglia, qui ci vorrebbe un cambio di mentalita' epocale, molto di piu' di una moda. Credo che per gli italiani la strada sia molto lunga e irta di ostacoli...spero proprio di sbagliarmi

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci vorrebbe un cambio radicale di mentalita'

Messaggio  Rei il Mer Giu 15 2016, 07:36

Alexey ha scritto:Credo che per gli italiani la strada sia molto lunga e irta di ostacoli...spero proprio di sbagliarmi
Dai tempo al tempo.
Fai così: appuntati quello che hai scritto (e una tua foto), mettilo in una "capsula del tempo" e rileggilo fra dieci anni.
Nel frattempo ci saranno stati graduali cambiamenti, così graduali da non percepire il salto.
Riguardando i tuoi scritti di dieci anni prima, potrai percepire il salto dei cambiamenti.
Anche il tuo aspetto sarà cambiato in dieci anni, ma vedendoti ogni giorno allo specchio non ti sarai accorto del graduale cambiamento, la tua foto, invece, te lo mostrerà.
Ecco, la società cambia come il tuo volto, un pochino alla volta, gradualmente, e solo confrontandoci con un passato sufficientemente distante possiamo percepire il cambiamento.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2586
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci vorrebbe un cambio radicale di mentalita'

Messaggio  aldo1953 il Mer Giu 15 2016, 12:02

Rei ha scritto:
Alexey ha scritto:Credo che per gli italiani la strada sia molto lunga e irta di ostacoli...spero proprio di sbagliarmi
Dai tempo al tempo.
Fai così: appuntati quello che hai scritto (e una tua foto), mettilo in una "capsula del tempo" e rileggilo fra dieci anni.
Nel frattempo ci saranno stati graduali cambiamenti, così graduali da non percepire il salto.
Riguardando i tuoi scritti di dieci anni prima, potrai percepire il salto dei cambiamenti.
Anche il tuo aspetto sarà cambiato in dieci anni, ma vedendoti ogni giorno allo specchio non ti sarai accorto del graduale cambiamento, la tua foto, invece, te lo mostrerà.
Ecco, la società cambia come il tuo volto, un pochino alla volta, gradualmente, e solo confrontandoci con un passato sufficientemente distante possiamo percepire il cambiamento.

Per quanto mi riguarda sono d' accordo pienamente. In linea generale molti Pazienti di vecchia data (andiamo ormai a tre decenni) mi dicono che sono più "giovane" (mica tanto rispondo io) di allora. Semolicemente ho modificato nel tempo l' abbigliamento, smussato certe rigidità mentali, riconsiderato alcune priorità. Insomma c' è stata una evoluzione o almeno un mutamento. Nel mio caso ci furono un paio di tappe fondamentali che segnarono dei giri di boa, ma tutto sommato il tutto è avvenuto lentissimamente.
Arrivando al "nostro" argomento, circa dieci anni fa iniziai a pensare che le scarpe erano scomode, questa mattina... ora ve lo racconto a uso di chi ha ancora troppe paturnie (come se io non ne avessi !).
Prima vado all' ufficio visti Indiano (consiglio : la parte più difficile di un viaggio in India è trovare parcheggio nella zona dell' ufficio, quindi prendetevi tempo o rassegnatevi a una lunga camminata) nè per strada nè all' ufficio nessuno mi ha nemmeno lontanamente notato, anzi, dato che l' impiegata era davvero interessante con un simpatico brillantino in mezzo alla fronte, avrei desiderato che mi chiedesse qualcosa circa i miei piedi scalzi...
Poi vado a un bancomat, la guardia mi avverte che non funziona, ma che all' interno ce n' è un altro. Lo avverto che ho le tasche piene di chiavi per cui farei allarmare tutti i metal detector della zona, mi apre lui la porta, faccio la mia coda in una filiale piuttosto grande ed affollata e anche lì assoluta noncuranza degli altri e , soprattutto, assoluta tranquillità mia.
Questo risultato l' ho ottenuto dopo cinque anni di frequentazione del forum a cui sarò sempre grato, ma probabilmente denota anche una visione generale un po' più rilassata.
A meno che a giocare a favore non sia la stagione estiva....

aldo1953

Numero di messaggi : 1000
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci vorrebbe un cambio radicale di mentalita'

Messaggio  young_barefooter il Mer Giu 15 2016, 15:59

aldo1953 ha scritto:
Arrivando al "nostro" argomento, circa dieci anni fa iniziai a pensare che le scarpe erano scomode, questa mattina...    ora ve lo racconto a uso di chi ha ancora troppe paturnie (come se io non ne avessi !).
Prima vado all' ufficio visti Indiano (consiglio : la parte più difficile di un viaggio in India è trovare parcheggio nella zona dell' ufficio, quindi prendetevi tempo o rassegnatevi a una lunga camminata) nè per strada nè all' ufficio nessuno mi ha nemmeno lontanamente notato, anzi, dato che l' impiegata era davvero interessante con un simpatico brillantino in mezzo alla fronte, avrei desiderato che mi chiedesse qualcosa circa i miei piedi scalzi...
Poi vado a un bancomat, la guardia mi avverte che non funziona, ma che all' interno ce n' è un altro. Lo avverto che ho le tasche piene di chiavi per cui farei allarmare tutti i metal detector della zona, mi apre lui la porta, faccio la mia coda in  una filiale piuttosto grande ed affollata e anche lì  assoluta noncuranza  degli altri e , soprattutto, assoluta tranquillità mia.
Questo risultato l' ho ottenuto dopo cinque anni di frequentazione del forum a cui sarò sempre grato, ma probabilmente denota anche una visione generale un po' più rilassata.
A meno che a giocare a favore non sia la stagione estiva....

Certamente la calura della stagione estiva può dare una mano ma anche gli acquazzoni improvvisi di questi giorni possono essere certamente d'aiuto!

Però credo che la maggior parte del "lavoro" lo facciamo noi mostrandoci tranquilli, a nostro agio e sicuri di noi stessi anche quando non indossiamo le scarpe. Una persona dall'apparenza pulita, ordinata e "normale" o "rispettabile" ma senza scarpe passerà per tipo eccentrico ma non desterà allarme o sospetti vari.

Se al contrario uno scalzo si mostrasse molto agitato o sospettoso o palesemente a disagio in una determinata situazione (come purtroppo mi capitava e talvolta mi capita tutt'ora in certi casi) o ancora fosse vestito in modo piuttosto trasandato probabilmente chi lo vede si farebbe un'opinione abbastanza diversa...
avatar
young_barefooter

Numero di messaggi : 954
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci vorrebbe un cambio radicale di mentalita'

Messaggio  tarzone il Mer Giu 15 2016, 22:37

E' vero questa foto l' ho già postata in precedenza ma volevo segnalare che al salone dell' auto di Torino, almeno una persona scalza fuori dalla aiuole si è potuta vedere, va bene, era appena piovuto e non voleva rovinarsi le scarpe, ma direi che dal tipo di abbigliamento la signora non è certo una "fricchettona" abituata a scalzarsi con facilità




Saluti automobilistici
Valerio
avatar
tarzone
Presidente Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 318
Età : 61
Data d'iscrizione : 05.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci vorrebbe un cambio radicale di mentalita'

Messaggio  FrancoR18 il Dom Giu 19 2016, 16:34

Alexey ha scritto:Domenica sono andato al salone dell'auto a Torino. Uno spunto in piu' di riflessione...un sacco di gente scalza nel prato, bambini che giocavano allegramente, fino pero' a non spingersi oltre il confine tra l'erba e l'asfalto, disseminato di lava incandescente, dinosauri affamati, malattie letali! Questo il monito dei genitori presenti, persone che smettevano di ammirare la stupenda Pagani o l'incredibile prototipo Mazzanti per fissare perplessi i miei piedi nudi zampettare tra l'esposizione.
Mi spiace, siamo un popolo troppo pavido, abbiamo paura di tutto, freddo, caldo, malattie, germi, siringhe, tutto ci fa paura. Qui non si tratta di fare a meno di un cappello o una maglia, qui ci vorrebbe un cambio di mentalita' epocale, molto di piu' di una moda. Credo che per gli italiani la strada sia molto lunga e irta di ostacoli...spero proprio di sbagliarmi

Ed è stato uno scambio di battute fra amici, vedi il topic della mia esperienza/progressi scalzi, del mio essere scalzo al mare. E  mi domandavo: perchè, nelle località balneari, è "normale" camminare scalzi sulla spiaggia o sul lungomare in betonelle (per capirci queste: http://www.antoniopalladinosrl.com/images/fotoprefabbricati_betonelle_doppiaT6.jpg) quando i marciapiedi delle vie centrali sono del medesimo materiale? Qualcuno dirà "pericoli, vetri siringe, mozziconi etc.".

Se per quello il primo ed unico "inconveniente" scalzo l'ho avuto nel lungomare causa piccola scheggia di vetro (fortuna non andata in profondità). Dove è "normale" andare scalzi Very Happy
avatar
FrancoR18

Numero di messaggi : 156
Età : 29
Data d'iscrizione : 20.09.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci vorrebbe un cambio radicale di mentalita'

Messaggio  Rei il Dom Giu 19 2016, 16:53

FrancoR18 ha scritto:Qualcuno dirà "pericoli, vetri siringe, mozziconi etc.".
E i tirannosauri?
Se non li nomini ci rimangono male e si deprimono, poverini.
Lo sai che sono sensibili! Laughing
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2586
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci vorrebbe un cambio radicale di mentalita'

Messaggio  John & Jane il Dom Giu 19 2016, 18:36

Rei ha scritto:
FrancoR18 ha scritto:Qualcuno dirà "pericoli, vetri siringe, mozziconi etc.".
E i tirannosauri?
Se non li nomini ci rimangono male e si deprimono, poverini.
Lo sai che sono sensibili! Laughing

Ne ho visto uno in via dei Serpenti che piangeva a calde lacrime, perché uno scalzo manco lo aveva preso in considerazione! Eri tu? Very Happy Very Happy Very Happy

John & Jane

Numero di messaggi : 360
Età : 68
Data d'iscrizione : 27.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci vorrebbe un cambio radicale di mentalita'

Messaggio  Rei il Dom Giu 19 2016, 18:57

John & Jane ha scritto:
Rei ha scritto:
FrancoR18 ha scritto:Qualcuno dirà "pericoli, vetri siringe, mozziconi etc.".
E i tirannosauri?
Se non li nomini ci rimangono male e si deprimono, poverini.
Lo sai che sono sensibili! Laughing

Ne ho visto uno in via dei Serpenti che piangeva a calde lacrime, perché uno scalzo manco lo aveva preso in considerazione! Eri tu? Very Happy Very Happy Very Happy
No, ma lo conosco: è un piagnone. Laughing
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2586
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ci vorrebbe un cambio radicale di mentalita'

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum