Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  Riccardo il Dom Mar 19 2017, 14:16

avatar
Riccardo

Numero di messaggi : 104
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  Biagio il Dom Mar 19 2017, 16:46


La miseria, la malattia e la morte portano turbamento e fanno aprire gli occhi.
Meglio nasconderli da qualche parte e far finta che non esistano.

avatar
Biagio

Numero di messaggi : 299
Data d'iscrizione : 19.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  Riccardo il Dom Mar 19 2017, 16:53

Biagio ha scritto:

La miseria, la malattia e la morte portano turbamento e fanno aprire gli occhi.
Meglio nasconderli da qualche parte e far finta che non esistano.


Devono essere affrontati nel miglior modo possibile.
avatar
Riccardo

Numero di messaggi : 104
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  young_barefooter il Lun Mar 20 2017, 09:51

L'uguaglianza "piedi scalzi = povertà" ha sempre ottenebrato le menti delle persone nella nostra società.
Quindi non credo che articoli di questo tipo facciano chissà quale danno, in altre parole "piove sul bagnato".

Detto questo direi di non preoccuparsi dato che c'è una gran bella differenza (anche dal punto di vista strettamente estetico) tra una persona in povertà totale che va scalza per necessità (o anche semplicemente per impietosire i passanti) e "uno di noi", ovvero persona "normale" con un lavoro e tutto il resto che decide di andare senza scarpe per il proprio piacere/comodità.

Ad esempio:
Sabato mattina ero in giro (naturalmente scalzo) con i miei figli a fare shopping: siamo stati da Mediaworld, OVS, e altri due o tre negozi di diverse note catene commerciali. Sì, effettivamente la gente mi guardava, però più che un poveraccio sapete come mi sentivo? Mi sentivo molto 'VIP', come uno di quei personaggi di Hollywood e dintorni che ogni tanto vengono paparazzati mentre se ne vanno scalzi qua e la. Ecco, mi sono sentito proprio così, e pure talmente snob da considerarmi libero di fare un po' quello che mi pare, alla faccia dei 'comuni mortali' e del loro conformismo.
avatar
young_barefooter

Numero di messaggi : 976
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  hadashi il Lun Mar 20 2017, 10:25

young_barefooter ha scritto:. Sì, effettivamente la gente mi guardava, però più che un poveraccio sapete come mi sentivo? Mi sentivo molto 'VIP', come uno di quei personaggi di Hollywood e dintorni che ogni tanto vengono paparazzati mentre se ne vanno scalzi qua e la. Ecco, mi sono sentito proprio così, e pure talmente snob da considerarmi libero di fare un po' quello che mi pare, alla faccia dei 'comuni mortali' e del loro conformismo.

Bingo.
E secondo me è la piena verità. Riuscire a scalzarsi ed andare in giro a piedi nudi fregandosene di quello che pensano gli altri secondo me mostra una certa flessibilità mentale che altri non hanno, e anche una certa sicurezza di se stessi (nonostante tutte le paturnie che uno puó avere).
Poi dell'opinione degli altri a me personalmente m'importa solo quella delle persone che stimo (o di quelli che hanno "il coltello della parte del manico", ma quella è un'altra questione); e se qualcuno mi considera strano perchè vado in giro a piedi nudi, nella mia stima personal cade talmente in basso che dell'opinione di quella persona non potrebbe fregarmene di meno ;-)
avatar
hadashi

Numero di messaggi : 772
Età : 46
Data d'iscrizione : 08.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  Biagio il Lun Mar 20 2017, 22:49

A noi magari ci scambiano pure per grandi divi scappati da Hollywood, ma questo non mi rende meno inquietante la notizia a cui fa riferimento Riccardo.
Questo è l'articolo originale di Saviano su Repubblica:

http://www.repubblica.it/politica/2017/03/18/news/decreto_sicurezza_in_nome_del_decoro_non_si_puo_criminalizzare_anche_chi_sta_ai_margini-160816529/

Siamo sicuri che il vero problema sia non essere scambiati per poveracci?
avatar
Biagio

Numero di messaggi : 299
Data d'iscrizione : 19.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  young_barefooter il Mar Mar 21 2017, 10:20

Biagio ha scritto:A noi magari ci scambiano pure per grandi divi scappati da Hollywood, ma questo non mi rende meno inquietante la notizia a cui fa riferimento Riccardo.
Questo è l'articolo originale di Saviano su Repubblica:

http://www.repubblica.it/politica/2017/03/18/news/decreto_sicurezza_in_nome_del_decoro_non_si_puo_criminalizzare_anche_chi_sta_ai_margini-160816529/

Siamo sicuri che il vero problema sia non essere scambiati per poveracci?

Purtroppo gli incapaci governanti che ci ritroviamo (peraltro NON votati dal popolo) trovano più facile e comodo criminalizzare i più deboli nel nome della difesa del "decoro", piuttosto che agire alla radice del problema, eliminando cioè le cause di disuguaglianza sociale ed economica che stanno alla base di tali situazioni di degrado.

Come se non bastasse viviamo tempi inquieti e turbolenti, le gente è prigioniera di un costante stato di ansia e precarietà morale e materiale, molto spesso sente di non poter sperare in un futuro migliore.
Si chiude quindi in se stessa e il 'diverso' - nelle varie accezioni del termine - viene percepito come una minaccia, come qualcosa che turba le loro quiete (si fa per dire) esistenze.

Tornando al discorso scalzismo temo la stiamo facendo più tragica del dovuto: anche a fronte di contestazioni da parte delle forze dell'ordine o altro pubblico ufficiale credo non sia difficile dimostrare che NON siamo persone indigenti e che NON rappresentiamo una minaccia.
Almeno fino ad'ora è stato così - naturalmente se poi il nostro Paese si avviasse verso una nuova deriva FASCISTA le cose sarebbero un tantino diverse, ma a quel punto credo che avremmo TUTTI problemi ben peggiori dei nostri piedi scalzi!
avatar
young_barefooter

Numero di messaggi : 976
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  BarefootSoul il Ven Mar 24 2017, 01:26

Io personalmente non mi faccio problemi se vengo scambiato per poveraccio.

A parte che mi sembra difficile, dato che pur non indossando alcun capo firmato sono comunque vestito con un certo tono, pulito, pettinato, la barba curata e non puzzo. Ah, qualche volte dimentico scarpe e calze nello zaino ? Ops !

Ma se anche fosse, se venissi evitato, additato, sospinto ai margini della società, non troverei questa grande differenza rispetto a quella che è la mia vita di adesso. Io sono già borderline, per svariati motivi, e se girare a piedi nudi per il centro città, il "salotto buono" come si dice qui, ufficializzerà la mia posizione, ben venga : potrò liberarmi di tutte quelle remore che per ora tengo a freno, vale a dire soprattutto il politically correct.

Comunque credo anche che dipenda dal comportamento di ognuno costituire o meno un richiamo delle forze dell'ordine.

Prendiamo ad esempio il caso di una persona alcolizzata. La polizia interviene se lui o lei ha la sbronza molesta, se dà fastidio ad altre persone, se si comporta in modo inaccettabile (per esempio denudandosi completamente o facendo pipì in mezzo alla strada).

Ma se lui o lei ha la sbronza tranquilla, beve in silenzio e da solo/a, si addormenta su una panchina o in mezzo a un prato stringendo ancora in mano la bottiglia, non vi è alcun appiglio per far scattare un'eventuale misura repressiva. Anche perché ciò che ciascuno fa con la propria salute non deve interessare alla polizia.

E per i piedi nudi è lo stesso.


Che poi basta guardare ai nostri fratelli musulmani per capire che tutto è relativo.

I Musulmani coprono il capo delle loro donne con il velo (come peraltro facevamo anche noi fino a qualche decennio fa), mentre spesso lasciano liberi i piedi, non solo delle donne ma anche i propri (si pensi ad esempio al momento della preghiera).

Immagino quindi che trovino disdicevoli le chiome al vento delle nostre donne, le acconciature strane, i colori finti, le extension e via dicendo.

Per loro quindi è sbagliato mostrare una parte del corpo che invece noi lasciamo sempre libera, mentre noi copriamo una parte del corpo che loro lasciano molto spesso scoperta.

Ovviamente nessuno dei due ha né ragione né torto, si tratta di tradizioni, di immagini mentali, di categorie diverse.

BarefootSoul

Numero di messaggi : 168
Età : 36
Data d'iscrizione : 07.03.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  Arky il Ven Mar 24 2017, 09:18

BarefootSoul ha scritto:


Che poi basta guardare ai nostri fratelli musulmani per capire che tutto è relativo.

I Musulmani coprono il capo delle loro donne con il velo (come peraltro facevamo anche noi fino a qualche decennio fa), mentre spesso lasciano liberi i piedi, non solo delle donne ma anche i propri (si pensi ad esempio al momento della preghiera).

Immagino quindi che trovino disdicevoli le chiome al vento delle nostre donne, le acconciature strane, i colori finti, le extension e via dicendo.

Per loro quindi è sbagliato mostrare una parte del corpo che invece noi lasciamo sempre libera, mentre noi copriamo una parte del corpo che loro lasciano molto spesso scoperta.

Ovviamente nessuno dei due ha né ragione né torto, si tratta di tradizioni, di immagini mentali, di categorie diverse.

Anche no.
Sei abbastanza fuori strada, in entrambi i casi.
Non voglio addentrarmi in discorsi lunghi e noiosi, ma la realtà musulmana è molto particolare (senza dare giudizi di sorta, in positivo o negativo), ma le tue considerazioni sono molto lontane dalla realtà, credimi.

avatar
Arky

Numero di messaggi : 147
Data d'iscrizione : 21.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  young_barefooter il Ven Mar 24 2017, 09:20

BarefootSoul ha scritto:

Che poi basta guardare ai nostri fratelli musulmani per capire che tutto è relativo.

I Musulmani coprono il capo delle loro donne con il velo (come peraltro facevamo anche noi fino a qualche decennio fa), mentre spesso lasciano liberi i piedi, non solo delle donne ma anche i propri (si pensi ad esempio al momento della preghiera).

Immagino quindi che trovino disdicevoli le chiome al vento delle nostre donne, le acconciature strane, i colori finti, le extension e via dicendo.

Per loro quindi è sbagliato mostrare una parte del corpo che invece noi lasciamo sempre libera, mentre noi copriamo una parte del corpo che loro lasciano molto spesso scoperta.

Ovviamente nessuno dei due ha né ragione né torto, si tratta di tradizioni, di immagini mentali, di categorie diverse.

Ma tu intendi il fatto che i musulmani (o quantomeno coloro che provengono da paesi di cultura/tradizioni arabe) sono più avvezzi rispetto a noi a indossare sandali/ciabatte/scarpe aperte o proprio ti è capitato di vederne scalzi in giro?

Su questo personalmente ho qualche dubbio: penso che i musulmani si scalzino unicamente per pregare, dato che con le scarpe sporcherebbero il suolo sacro del luogo di preghiera. Tra l'altro questa prescrizione deriva a mio avviso dal semplice buon senso: pregando si inginocchiano a terra poggiando anche le mani e il capo/volto, quasi sempre su tappeti. Se i tappeti fossero pieni di sporcizia portata dalle suole delle scarpe, la pratica della preghiera sarebbe sconsigliabile in quanto poco igienica.

Per quanto riguarda il camminare scalzi per strada penso sia conseguentemente altrettanto sconsigliabile dato che le scarpe le puoi togliere mentre i piedi no (puoi sempre lavarli ma se sei in viaggio o altrove senza acqua a disposizione la vedo dura).
Per questo sono sempre abbastanza a disagio quando mi capita di essere scalzo in presenza (ravvicinata) di arabi - probabilmente penseranno che sono un troglodita infedele (e di questi tempi non è il massimo, uno scalzo potrebbe diventare inconsapevole bersaglio prediletto per qualche "folle" in vena di fare casino).

avatar
young_barefooter

Numero di messaggi : 976
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  Grand Choeur il Ven Mar 24 2017, 09:32

Mi è capitato qualche volta di parlare con nordafricani o centrafricani (presumo musulmani). In alcuni casi ho lasciato anche il nostro bigliettino.

_________________
L'impossibile non esiste.
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 976
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  Appleseed il Ven Mar 24 2017, 09:46

young_barefooter ha scritto:

Ma tu intendi il fatto che i musulmani (o quantomeno coloro che provengono da paesi di cultura/tradizioni arabe) sono più avvezzi rispetto a noi a indossare sandali/ciabatte/scarpe aperte o proprio ti è capitato di vederne scalzi in giro?
Su questo personalmente ho qualche dubbio: penso che i musulmani si scalzino unicamente per pregare, dato che con le scarpe sporcherebbero il suolo sacro del luogo di preghiera. Tra l'altro questa prescrizione deriva a mio avviso dal semplice buon senso: pregando si inginocchiano a terra poggiando anche le mani e il capo/volto, quasi sempre su tappeti. Se i tappeti fossero pieni di sporcizia portata dalle suole delle scarpe, la pratica della preghiera sarebbe sconsigliabile in quanto poco igienica.
Per quanto riguarda il camminare scalzi per strada penso sia conseguentemente altrettanto sconsigliabile dato che le scarpe le puoi togliere mentre i piedi no (puoi sempre lavarli ma se sei in viaggio o altrove senza acqua a disposizione la vedo dura).
Per questo sono sempre abbastanza a disagio quando mi capita di essere scalzo in presenza (ravvicinata) di arabi - probabilmente penseranno che sono un troglodita infedele (e di questi tempi non è il massimo, uno scalzo potrebbe diventare inconsapevole bersaglio prediletto per qualche "folle" in vena di fare casino).  


Nella tradizione musulmana (ma anche in quella induista) ci si toglie le scarpe per entrare nei luoghi di preghiera. Credo vada inteso come una forma di rispetto. Del resto nell'Antico Testamento Dio ordina a Mosé di togliersi i sandali davanti al roveto ardente perché calpestava terra sacra.  Va da sé che chi arriva ai luoghi di preghiera già scalzo si deve lavare i piedi prima di entrare (non sono mai stato in India ma mi risulta che all'ingresso dei templi ci siano apposite fontanelle/vaschette). Tornando ai musulmani l'utilizzo di sandali, oltre che riprendere una tradizione legata al clima dei paesi di provenienza, forse risponde ad esigenze pratiche legate al doversi scalzare per la preghiera: se arrivassero tutti in Moschea con un bel paio di sneakers e se le togliessero tutti assieme ... temo che la preghiera sarebbe un po' disturbata. Arabi scalzi in Italia non ricordo di averne visti (ma neanche cinesi, neri ... e a dire il vero pochissimi italiani...).  Quanto alla possibilità di essere vittima di un folle islamista in quanto scalzi non ci sono statistiche ma sospetto che le probabilità siano più o meno pari a quelle di incontrare il famoso tirannosauro mangia-scalzi ...
avatar
Appleseed
Tesoriere Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 531
Data d'iscrizione : 01.08.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  hadashi il Ven Mar 24 2017, 09:58

young_barefooter ha scritto:
Per questo sono sempre abbastanza a disagio quando mi capita di essere scalzo in presenza (ravvicinata) di arabi - probabilmente penseranno che sono un troglodita infedele (e di questi tempi non è il massimo, uno scalzo potrebbe diventare inconsapevole bersaglio prediletto per qualche "folle" in vena di fare casino).  

Di tutte le ragioni possibili immaginabile per non andare scalzo, questo è sicuramente l'ultima che farei valere!
avatar
hadashi

Numero di messaggi : 772
Età : 46
Data d'iscrizione : 08.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  GECO il Ven Mar 24 2017, 10:07

Cercare di capirte cosa possa passare nella testa dei folli non ha senso quindi non facciamoci di questi problemi.

GECO

Numero di messaggi : 327
Data d'iscrizione : 25.05.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  young_barefooter il Ven Mar 24 2017, 11:32

hadashi ha scritto:
Di tutte le ragioni possibili immaginabile per non andare scalzo, questo è sicuramente l'ultima che farei valere!

Caro Hadashi tu sottovaluti la mia innata capacità di inventare sempre nuove e allucinanti paranoie!
avatar
young_barefooter

Numero di messaggi : 976
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  FrancoR18 il Ven Mar 24 2017, 13:41

Certi pregiudizi non cadranno mai...



young_barefooter ha scritto:
Biagio ha scritto:A noi magari ci scambiano pure per grandi divi scappati da Hollywood, ma questo non mi rende meno inquietante la notizia a cui fa riferimento Riccardo.
Questo è l'articolo originale di Saviano su Repubblica:

http://www.repubblica.it/politica/2017/03/18/news/decreto_sicurezza_in_nome_del_decoro_non_si_puo_criminalizzare_anche_chi_sta_ai_margini-160816529/

Siamo sicuri che il vero problema sia non essere scambiati per poveracci?

Purtroppo gli incapaci governanti che ci ritroviamo (peraltro NON votati dal popolo) trovano più facile e comodo criminalizzare i più deboli nel nome della difesa del "decoro", piuttosto che agire alla radice del problema, eliminando cioè le cause di disuguaglianza sociale ed economica che stanno alla base di tali situazioni di degrado.

Come se non bastasse viviamo tempi inquieti e turbolenti, le gente è prigioniera di un costante stato di ansia e precarietà morale e materiale, molto spesso sente di non poter sperare in un futuro migliore.
Si chiude quindi in se stessa e il 'diverso' - nelle varie accezioni del termine - viene percepito come una minaccia, come qualcosa che turba le loro quiete (si fa per dire) esistenze.

Tornando al discorso scalzismo temo la stiamo facendo più tragica del dovuto: anche a fronte di contestazioni da parte delle forze dell'ordine o altro pubblico ufficiale credo non sia difficile dimostrare che NON siamo persone indigenti e che NON rappresentiamo una minaccia.
Almeno fino ad'ora è stato così - naturalmente se poi il nostro Paese si avviasse verso una nuova deriva FASCISTA le cose sarebbero un tantino diverse, ma a quel punto credo che avremmo TUTTI problemi ben peggiori dei nostri piedi scalzi!

Non per fare il polemico ma giusto per precisare (anche se andrò off topic): ricordiamoci sempre che la nostra è una Repubblica PARLAMENTARE. Alle elezioni votiamo il PARLAMENTO. Che poi ci siano le liste bloccate e negli anni, principalmente con Berlusconi, c'è stata una personificazione del partito, le primarie per scegliere il candidato premier: quello è un altro discorso. Ciò non toglie che votiamo sempre il Parlamento. Il premier lo nomina il Presidente Della Repubblica. Idem i ministri su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri. Discorso diverso per una repubblica presidenziale (tipo gli USA) dove alle elezioni voti DIRETTAMENTE il Presidente. Noi non votiamo MAI il Presidente Del Consiglio Dei Ministri e quello della Repubblica. Fin dal principio dell'Assemblea Costituente.
Non sono trucchi, intrallazzi o raggiri: è tutti scritto nella nostra "amata" Costituzione (che molti difendono ma manco conoscono bene). Precisamente tra gli articoli 90 e 95. Soprattutto l'articolo 92 riassume bene il perchè di questi "governi non eletti". Il Presidente Della Repubblica può nominare un nuovo premier ed un nuovo governo. Fa parte dei suoi poteri.
avatar
FrancoR18

Numero di messaggi : 167
Età : 29
Data d'iscrizione : 20.09.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  Arky il Ven Mar 24 2017, 16:36

young_barefooter ha scritto:

Tra l'altro questa prescrizione deriva a mio avviso dal semplice buon senso: pregando si inginocchiano a terra poggiando anche le mani e il capo/volto, quasi sempre su tappeti. Se i tappeti fossero pieni di sporcizia portata dalle suole delle scarpe, la pratica della preghiera sarebbe sconsigliabile in quanto poco igienica.


Momento momento momento.

young_barefooter ha scritto:
Per questo sono sempre abbastanza a disagio quando mi capita di essere scalzo in presenza (ravvicinata) di arabi - probabilmente penseranno che sono un troglodita infedele


Momento momento momento

Vi prego, non cerchiamo di analizzare certi comportamenti di una cultura così diversa dalla ns sulla base di ns supposizioni.

E poi caro Young, stai sereno. sarai sempre un infedele ai loro occhi, e pure mezzo troglodita, sia scalzo che con gli anfibi. E non lo dico in tono polemico/razzista.
Conosco il mondo arabo non bene, benissimo. Ci passo parecchio tempo.
E ho un caro amico egiziano, che ora per lavoro vive a Dubai. A volte scherziamo su quelle che sono le ns differenze religiose/culturali.
Io sono l'"italiano infedele". e lo sarò sempre. Ai loro occhi siamo tutti infedeli. ma è un discorso complicato, non è come pensiamo noi. Anche per i più moderati, la ns religione (o cultura, per loro praticamente combaciano) non è la loro. Quindi siamo out. Di conseguenza infedeli.
Ma non è tutto sto dramma, credimi. E soprattutto il livello di infedeltà non cambia secondo determinati comportamenti (scalzismo compreso). Hai presente la storia del cerchio della fiducia sul film "ti presento i miei"? O sei dentro o sei fuori.
Bene, qui è lo stesso. o dentro o fuori. scalzo o calzato frega un casso.

avatar
Arky

Numero di messaggi : 147
Data d'iscrizione : 21.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  BarefootSoul il Ven Mar 24 2017, 17:59

Arky ha scritto:

Anche no.
Sei abbastanza fuori strada, in entrambi i casi.
Non voglio addentrarmi in discorsi lunghi e noiosi, ma la realtà musulmana è molto particolare (senza dare giudizi di sorta, in positivo o negativo), ma le tue considerazioni sono molto lontane dalla realtà, credimi.



Ovviamente non sto dicendo che le persone di fede musulmana vadano in giro scalze più frequentemente dei cristiani.

Intendo dire che per loro il piede nudo mostrato alla vista non è disdicevole, mentre nella nostra cultura lo è.

BarefootSoul

Numero di messaggi : 168
Età : 36
Data d'iscrizione : 07.03.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  young_barefooter il Ven Mar 24 2017, 18:24

BarefootSoul ha scritto:
Arky ha scritto:

Anche no.
Sei abbastanza fuori strada, in entrambi i casi.
Non voglio addentrarmi in discorsi lunghi e noiosi, ma la realtà musulmana è molto particolare (senza dare giudizi di sorta, in positivo o negativo), ma le tue considerazioni sono molto lontane dalla realtà, credimi.



Ovviamente non sto dicendo che le persone di fede musulmana vadano in giro scalze più frequentemente dei cristiani.

Intendo dire che per loro il piede nudo mostrato alla vista non è disdicevole, mentre nella nostra cultura lo è.

Mmm, non sono del tutto sicuro che questo sia valido ovunque.
Temo che nei paesi dove la fede musulmana è declinata in forme maggiormente integraliste NON sia così ben tollerata la vista del piede nudo.
Spero di sbagliarmi.

Immagino che dove la società è pesantemente condizionata da ideologie o fedi religiose ogni forma di devianza rispetto al comportamento della "massa" sia ben poco tollerata. Mostrare un'evidente diversità anche solamente nel modo di vestire potrebbe denotare attitudine a pensare "fuori dal coro" e, conseguentemente, rappresentare una potenziale fonte di sovversione - inoltre qualcun altro potrebbe pensare "beh se lui fa questo io posso fare quest'altro" e se questa tendenza si diffondesse, un mattone alla volta il castello ideologico potrebbe crollare.
avatar
young_barefooter

Numero di messaggi : 976
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  FrancoR18 il Sab Mar 25 2017, 01:22

Arky ha scritto:
young_barefooter ha scritto:

Tra l'altro questa prescrizione deriva a mio avviso dal semplice buon senso: pregando si inginocchiano a terra poggiando anche le mani e il capo/volto, quasi sempre su tappeti. Se i tappeti fossero pieni di sporcizia portata dalle suole delle scarpe, la pratica della preghiera sarebbe sconsigliabile in quanto poco igienica.


Momento momento momento.

young_barefooter ha scritto:
Per questo sono sempre abbastanza a disagio quando mi capita di essere scalzo in presenza (ravvicinata) di arabi - probabilmente penseranno che sono un troglodita infedele


Momento momento momento

Vi prego, non cerchiamo di analizzare certi comportamenti di una cultura così diversa dalla ns sulla base di ns supposizioni.

E poi caro Young, stai sereno. sarai sempre un infedele ai loro occhi, e pure mezzo troglodita, sia scalzo che con gli anfibi. E non lo dico in tono polemico/razzista.
Conosco il mondo arabo non bene, benissimo. Ci passo parecchio tempo.
E ho un caro amico egiziano, che ora per lavoro vive a Dubai. A volte scherziamo su quelle che sono le ns differenze religiose/culturali.
Io sono l'"italiano infedele". e lo sarò sempre. Ai loro occhi siamo tutti infedeli. ma è un discorso complicato, non è come pensiamo noi. Anche per i più moderati, la ns religione (o cultura, per loro praticamente combaciano) non è la loro. Quindi siamo out. Di conseguenza infedeli.
Ma non è tutto sto dramma, credimi. E soprattutto il livello di infedeltà non  cambia secondo determinati comportamenti (scalzismo compreso). Hai presente la storia del cerchio della fiducia sul film "ti presento i miei"? O sei dentro o sei fuori.
Bene, qui è lo stesso. o dentro o fuori. scalzo o calzato frega un casso.


Esattamente.
Puoi avere il miglior amico mussulmano del mondo. Brava persona e tutto. Ma lui ti considererà sempre e comunque un infedele. Indipendentemente dall'atteggiamento e dal comportamento.
avatar
FrancoR18

Numero di messaggi : 167
Età : 29
Data d'iscrizione : 20.09.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Decoro, sicurezza e povertà a piedi scalzi..

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum