2432 chilometri a piedi nudi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

2432 chilometri a piedi nudi

Messaggio  Marco53 il Gio Giu 29 2017, 22:34

Ciao ragazzi! Sono di ritorno da un pellegrinaggio a piedi scalzi lungo 2432 chilometri. Si è trattato di un laicissimo pellegrinaggio per andare a un raduno di Volkswagen d'epoca (massimo 1957 con poche eccezioni) a Hessich Oldendorf, 15 chilometri a nord di Hameln, la città del pifferaio magico. Per completare la scorpacciata di VW sono stato anche a Wolfsburg per rivedere l'AutoMuseum VW da cui mancavo ormai da tanti anni.
In realtà non ho camminato così tanto, perché il più lo ha fatto un cinquataquattrenne Maggiolino del 1963 del mio giovane amico Simone di Vercelli. Desideroso di andare a Wolfsburg ha accettato con entusiasmo di mettere insieme i due eventi (Hessich Oldendorf è a circa 120 chilometri da Wolfsburg) e così siamo partiti. Io da Torino col treno (già senza ciabatte) e poi con lui da Vercelli in auto. Simone mi aspettava alla stazione e siamo subito schizzati via... I chilometri sono tanti e un Maggiolino così anziano non va forzato troppo, perciò una media autostradale di 90 Km/h era più che consona.

Unico problema del viaggio è stato il calore che veniva dall'impianto di riscaldamento. Ce ne siamo accorti in autostrada e con grave rammarico non c'era modo di spegnerlo. Con 40°C fuori dentro si arrostivano anche le ghiandole sudoripare... Lui non aveva mai fatto un viaggio più lungo che qualche spostamento in Vercelli e non se n'era accorto...
Pazienza. Certe passioni devono essere sostenute anche con qualche disagio. Peraltro la macchina è sempre andata bene e sorpassare i camion non è stato poi così difficile: bastava mettersi ad almeno 100 Km/h sulla corsia di sorpasso e sperare che la BMW che ti sta arrivando dietro sui 170-200 freni!!!!  What a Face   Per quanto possa sembrare incredibile e considerando il tempo che una macchina impiega a superare un camion che va a 85-90 Km/h, bisogna dire che n-e-s-s-u-n-o ci ha suonato/lampeggiato/mostrato diti medi... Un incredibile segno di civiltà. Pazientemente hanno sopportato che il piccolo Maggiolino concludesse il sorpasso e poi via, una sgasata ed erano già lontani. Qualcuno ci salutava con allegria, forse memore di aver preso la patente proprio su una macchina come la nostra  Laughing

La prima tappa l'abbiamo fatta a Giengen an den Brenz, circa a metà percorso. Questo paesino è dove è nata la Steiff, marchio famoso per i suoi animali di peluche. C'é anche un museo che ho visitato in altra occasione. Qui non c'era tempo e poi eravamo sfiniti dal caldo. Una doccia e poi due passi in paese giusto per vedere il termometro di una banca che segnava 35°C alle ore 18.00...  Evil or Very Mad  infernale.
La sera del giorno dopo siamo arrivati nei pressi del luogo del raduno, dove avevo prenotato una pensione rivelatasi molto bella, per posizione, terrazza fiorita e menù... Poi siamo andati a dare una prima occhiata. Che roba!
Per un appassionato come me resta davvero difficile descrivere un raduno così vasto che coinvolge un intero paese, con auto ben allineate lungo quasi tutte le vie del centro... Tanti piedi in infradito ma uno solo completamente scalzo... il sottoscritto. E qualche bambino molto piccolo. Amen!
Trascorriamo così tutto il sabato, fra foto, mercatino, e tanto camminare...
Domenica partenza per Wolfsburg... pioveva ma all'arrivo è spuntato un po' di sole.

Eccoci all'ingresso del museo. Il Maggiolino ci ha portato fino lì senza esitazioni.

Qui sono dentro al Museo davanti a un prototipo di berlina a quattro posti con carrozzeria sportiveggiante che non ha avuto seguito. Naturalmente, anche se ero il solo, nessuno ha sollevato problemi sul fatto di non avere le scarpe. Domenica pomeriggio è iniziato il rientro. Da Wolfsburg a Vercelli sono 992 km secondo Viamichelin, ma qualcosa di più secondo Google-Maps e noi diciamo 1000 in cifra tonda così tagliamo la testa al toro. Speravamo di fare un pezzo di strada molto lungo, ma una sosta per mangiare qualcosa ci ha portato via più di un ora. Colpa del pullman di turisti che non avevamo notato e che occupava un'altra sala, dando troppo daffare in cucina.
Così lunedì ci sono rimasti ben 700 km circa da fare, con poco tempo per digressioni o altre soste. Simone ha un lavoro ed è già fortunato ad averlo e di aver ottenuto le ferie per fare il viaggio. Io avrei potuto anche arrivare una settimana dopo che andava bene lo stesso...

Qui siamo al parcheggio davanti al tunnel del San Bernardino, in Svizzera, a circa 65 km da Lugano. In questo autoscatto sono riuscito a convincere Simone ad almeno concedere ai suoi piedi un momento di libertà...  alien
A Vercelli arriviamo in stazione senza speranza di prendere il treno delle 19.35 per Torino... Ma già... tranquilli. Siamo in Italia: il treno ha un quarto d'ora di ritardo...  Razz  
Alle 21.00 raggiungo casa, dopo aver preso anche il taxi senza recuperare le infradito dal borsone...  Cool
Che meraviglioso senso di libertà... per cinque giorni interi in mezzo alla gente, in hotel, dappertutto...
Per la cronaca. A casa ho calcolato i chilometri e i litri consumati (calcolati col sistema del pieno su pieno) e la media del viaggio su 2000 km circa è stata di 15,43 chilometri con un litro! Mica male per la veterana !!!
Saluti touristici
Marco53
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 801
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum