Moglie abituata o rassegnata?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Moglie abituata o rassegnata?

Messaggio  Marco53 il Lun Ago 21 2017, 13:41

Quest'anno sta accadendo un fatto insolito. Dopo 12 giorni sempre scalzo in Germania e quasi altrettanti in Toscana, naturalmente ho cercato di continuare a stare scalzo anche a Torino. Già nel viaggio di rientro ci eravamo fermati a Chieri, alle porte della città, per fare spesa in un grande magazzino, tanto per avere di che "riavviare" il frigo. E io ero scalzo. In questi giorni siamo stati insieme a Coazze (altro paesino vicino a Torino) e io scalzo con lei dal panettiere, in edicola e al mercato... E sa che vado scalzo a prendere il pane e al Lidl in centro (non proprio dietro casa).
Domenica dopo la Messa al Santuario della Consolata, appena uscito dalla chiesa, mi sono subito sfilato le infradito di gomma e siamo rientrati insieme a casa, senza nemmeno un commento da parte sua...
Mi resta di capire se si sia abituata a camminarmi a fianco anche quando levo le scarpe (un paio d'anni fa stava dietro di me almeno 20 metri facendo finta di non conoscermi) o se si sia semplicemente rassegnata  Suspect .
In entrambi i casi una bella conquista.... sono felice  clown  di poter stare con lei anche a Torino. Prima faceva storie e mi "tollerava" solo se eravamo sufficientemente lontani da dove potevamo essere visti da conoscenti e vicini...
Per quanto non praticante (lei) è sicuramente un bel passo avanti (verso la beatificazione?)...
Saluti gratificanti
Marco53
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 801
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Moglie abituata o rassegnata?

Messaggio  BarefootSoul il Lun Ago 21 2017, 20:41

Per come ti ho conosciuto all'incontro mi sembri una persona positiva e allegra, si vede anche da come scrivi.

Se tu stai bene con te stesso, e hai benefici sia psicologici che fisici dal fatto di non portare scarpe, sono sicuro che tua moglie accetterà la cosa proprio perché si renderà conto che ti fa stare bene.

Secondo me è questo che conta.

Ti faccio l'esempio della mia famiglia. Mio padre ha un girovita "importante" e un peso corrispondente. Tutte le volte che ha cercato di mettersi a dieta, o che qualcuno (dietologa, medico di base, mia madre) ha cercato di farlo mangiare meno e di costringerlo a fare movimento è diventato intrattabile, irascibile, insopportabile (e avendo già di suo un carattere non facile si può immaginare quale fosse il clima in casa).

Da quando mia madre lo lascia in pace lui è tranquillo e contento, continua a mangiare come un'idrovora e a muoversi meno di un bradipo, ma almeno in famiglia si respira. Sta meglio lui, stiamo meglio tutti. Quasi sicuramente non arriverà ad un'età avanzata, ma almeno morirà contento.

BarefootSoul

Numero di messaggi : 168
Età : 36
Data d'iscrizione : 07.03.16

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum