Piedi nudi e...cambiamento climatico

Andare in basso

Piedi nudi e...cambiamento climatico Empty Piedi nudi e...cambiamento climatico

Messaggio  BarefootSoul il Gio Mar 28 2019, 23:48

Forse è solo il normale avvicendarsi delle stagioni, però...

In questi primi giorni di piedi nudi 2019 ho percorso molti marciapiedi, asfalti e marmi, così quando ieri ho visto un giardino con l'erba mi ci sono buttato a pesce.

Nella mia memoria non solo di barefooter l'erba è morbida.

Ebbene, questa non lo era : dura e spigolosa, mi son fatto più male lì che su un marciapiede sconnesso.

Non so se dipenda dal fatto che non è ancora cresciuta quella nuova dopo l'inverno o se, a causa della prolungata siccità (questa sicuramente dovuta al cambiamento climatico) il terreno e quindi anche l'erba siano più duri e secchi.

(che la terra sia dura me ne sono accorto l'altro giorno cercando di trapiantare dei fiori: ho spezzato in due la cazzuola di ferro. Ok che era vecchia e arrugginita, però...)

Altre volte invece sul lungofiume, e questo già l'anno scorso, ho trovato l'erba e i sentieri di terra molto diversi da come li ricordavo dai tempi delle mie scorribande notturne, quando mi vergognavo come un ladro e giravo nelle tenebre come neanche Dracula.

In quel tratto ricordo benissimo, in quelle notti, un pezzo di erba e fiori morbidissimo, godurioso, quasi orgasmico.

Mai più ritrovato così.

Vero è che c'è stata l'alluvione, ma i sedimenti del fiume dovrebbero ammorbidire il terreno, non indurirlo...o no ?


Insomma, vi siete per caso accorti (soprattutto quelli di voi che praticano assiduamente da più tempo) di un cambiamento dei suoli con il passare degli anni ?

O sono io che ho delle idee strane ?

BarefootSoul

Numero di messaggi : 326
Età : 38
Data d'iscrizione : 07.03.16

Torna in alto Andare in basso

Piedi nudi e...cambiamento climatico Empty Re: Piedi nudi e...cambiamento climatico

Messaggio  young_barefooter il Ven Mar 29 2019, 09:50

BarefootSoul ha scritto:Forse è solo il normale avvicendarsi delle stagioni, però...

In questi primi giorni di piedi nudi 2019 ho percorso molti marciapiedi, asfalti e marmi, così quando ieri ho visto un giardino con l'erba mi ci sono buttato a pesce.

Nella mia memoria non solo di barefooter l'erba è morbida.

Ebbene, questa non lo era : dura e spigolosa, mi son fatto più male lì che su un marciapiede sconnesso.

Non so se dipenda dal fatto che non è ancora cresciuta quella nuova dopo l'inverno o se, a causa della prolungata siccità (questa sicuramente dovuta al cambiamento climatico) il terreno e quindi anche l'erba siano più duri e secchi.

(che la terra sia dura me ne sono accorto l'altro giorno cercando di trapiantare dei fiori: ho spezzato in due la cazzuola di ferro. Ok che era vecchia e arrugginita, però...)

Altre volte invece sul lungofiume, e questo già l'anno scorso, ho trovato l'erba e i sentieri di terra molto diversi da come li ricordavo dai tempi delle mie scorribande notturne, quando mi vergognavo come un ladro e giravo nelle tenebre come neanche Dracula.

In quel tratto ricordo benissimo, in quelle notti, un pezzo di erba e fiori morbidissimo, godurioso, quasi orgasmico.

Mai più ritrovato così.

Vero è che c'è stata l'alluvione, ma i sedimenti del fiume dovrebbero ammorbidire il terreno, non indurirlo...o no ?


Insomma, vi siete per caso accorti (soprattutto quelli di voi che praticano assiduamente da più tempo) di un cambiamento dei suoli con il passare degli anni ?

O sono io che ho delle idee strane ?

E' ovvio che la prolungata siccità renda il terreno duro e secco, chiaramente anche l'erba dei prati - se non curati e innaffiati spesso - ne risente diventando secca e stopposa.
Personalmente però trovo più pericoloso per noi scalzisti il fatto che le estati diventeranno sempre più torride, con conseguenti alte temperature raggiunte dagli asfalti e dalle altre superfici artificiali delle nostre città. Le ustioni ai piedi saranno più probabili!

Tempo fa leggevo che negli Stati Uniti e Giappone si stavano sperimentando degli asfalti bianchi, pensati per tentare di ridurre l'effetto "isola di calore" https://it.wikipedia.org/wiki/Isola_di_calore

Speriamo che gli asfalti bianchi diventino realtà a breve!
young_barefooter
young_barefooter

Numero di messaggi : 1232
Data d'iscrizione : 02.01.08

Torna in alto Andare in basso

Piedi nudi e...cambiamento climatico Empty Re: Piedi nudi e...cambiamento climatico

Messaggio  Appleseed il Ven Mar 29 2019, 10:11

Piedi nudi e...cambiamento climatico Img_2017


Il problema è molto serio anche da queste parti e rischia di rovinare molto più delle nostre passeggiate.
Appleseed
Appleseed
Tesoriere Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 674
Data d'iscrizione : 01.08.13

Torna in alto Andare in basso

Piedi nudi e...cambiamento climatico Empty Re: Piedi nudi e...cambiamento climatico

Messaggio  John & Jane il Ven Mar 29 2019, 14:31

Speriamo che gli asfalti bianchi diventino realtà a breve!
[/quote]

Mi contenterei di un asfalto grigetto Laughing

John & Jane

Numero di messaggi : 420
Età : 71
Data d'iscrizione : 27.09.11

Torna in alto Andare in basso

Piedi nudi e...cambiamento climatico Empty Re: Piedi nudi e...cambiamento climatico

Messaggio  Spyro il Ven Mar 29 2019, 20:49

Confermo pure io questo fenomeno. Proprio oggi sono andato scalzo nel mio giardino e sono rimasto stranito da come è ridotta l'erba. Invece di essere bella, verde e soffice è tutta dura e stopposa, con poco verde. Piove molto poco, pure qui in Friuli-Venezia Giulia che è la regione più piovosa d'Italia. E l'alluvione non risolve niente, per far ammorbidire bene il terreno ci vuole una pioggia lenta e costante e non un diluvio violento in mezzo a periodi siccitosi. Spero che torni a piovere, serve a tutta la Natura.
Spyro
Spyro

Numero di messaggi : 738
Età : 33
Data d'iscrizione : 03.01.08

Torna in alto Andare in basso

Piedi nudi e...cambiamento climatico Empty Re: Piedi nudi e...cambiamento climatico

Messaggio  Arky il Ven Apr 05 2019, 11:36

BarefootSoul ha scritto:


Insomma, vi siete per caso accorti (soprattutto quelli di voi che praticano assiduamente da più tempo) di un cambiamento dei suoli con il passare degli anni ?

O sono io che ho delle idee strane ?

Lunedì ho trascorso un pomeriggio scalzo ad Innsbruck.
18 - 19 gradi.
Gradevole.
Asfalto e marciapiedi però scottavano. a tratti anche in maniera quasi fastidiosa, tanto da cercare refrigerio sotto i portici (che invece erano davvero freddini).
Non me lo aspettavo.
Arky
Arky

Numero di messaggi : 185
Data d'iscrizione : 21.02.12

Torna in alto Andare in basso

Piedi nudi e...cambiamento climatico Empty Re: Piedi nudi e...cambiamento climatico

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum