Finalmente connesso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Finalmente connesso

Messaggio  Alfred il Sab Mag 16 2009, 19:18

Ho finalmente risolto i problemi di connessione ed in questo modo ho la possibilità di salutare tutti coloro che hanno risposto al mio primo intervento su questo forum. Un grazie a tutti per le vostre parole, i vostri suggerimenti ed i vostri incoraggiamenti.
Credo di avere spiazzato bfpaul con la mia richiesta di adesione al Club prima di essere ancora registrato visto che, a quanto ho potuto capire, molti vi contattano in forma privata. Evidentemente, in questa società dove anche le scarpe sono un accessorio della moda, privarsene può rappresentare un blocco da superare. La mia immediata adesione è data dal fatto che credo fermamente che camminare scalzo faccia molto bene ai nostri piedi ed affini quella sensazione di "tatto" che non può essere esclusivamente appannaggio delle nostre mani.
Ho notato comunque, sia verificando la vostra fotogallery che da alcuni articoli sui quali avete un link, che questa cosa si possa quasi trasformare a sua volta in una moda copiando quello che alcuni nomi famosi stanno esibendo nelle pagine dei gossip.
Da parte mia, e non me ne voglino gli urbani o gli integrali, credo che tutto debba essere rivolto al contatto con superfici naturali anche se io stesso diverse volte in città ho sentito una gran voglia di liberarmi delle calzature. Come ho già detto la città per me non rappresenta certo un esempio di igiene ma è soprattuto una "monotonia" di superfici. Un terreno naturale e variegato offre senz'altro più disponibilità a diverse sensazioni. E non che questo sia privo di pericoli! Recentemente ho sbattutto il lato del piede procurandoni un lungo ematoma. Mia moglie che sopporta a fatica questa mia condizione non ha perso tempo per rinfacciarmi i pericoli dell'andare scalzo. Ho preso allora il computer e le ho fatto leggere alcuni articoli del Forum: inutile dire che quando è arrivata a quello della leptospirosi ho avuto delle difficoltà. Si: oltre la città ci sono ancora più pericoli al di fuori. Così in questo ultimo periodo ho messo la sveglia un poco prima e, mentre mia moglie ancora dorme, attraverso il buco della rete (abito di fronte ad un centro sportivo) vado a camminare nel percorso verde intorno al campo da calcetto (ghiaia, terra ed erba) un terreno diciamo più amichevole.
Domenica scorsa, mentre facevo questa camminata, mi è venuto in mente di contattare il responsabile del centro e di proporre un allestimento per un percorso barefooting. Perchè no, mi sono chiesto, visto che in inverno è attivo un percorso di sci da fondo. Potrebbe essere una idea simpatica se potessi avere il vostro appoggio per consulenza e suggerimenti. Per il resto la mia intenzione sarebbe quella di rifare scalzo alcuni percorsi naturalistici del territorio come le Risaie di Bentivoglio o la Foce del Lamone (chi è della zona ha capito di cosa parlo) e poi fare un resoconto per chi volesse praticarle. Conto quindi di darvi presto qualche gustosa novità. Se poi nel frattempo qualcuno organizzasse in zona qualche escursione non molto impegnativa mi contatti pure: ultimamente ho una forma fisica che fa scappare da ridere ma, come ho già detto, camminare mi piace molto.
Per ora un saluto a tutta la tribù dei piedi neri.

Alfredo (RAlf)
avatar
Alfred

Numero di messaggi : 90
Età : 59
Data d'iscrizione : 23.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente connesso

Messaggio  lucignolo il Dom Mag 17 2009, 15:02

Alfred ha scritto:Ho notato comunque, sia verificando la vostra fotogallery che da alcuni articoli sui quali avete un link, che questa cosa si possa quasi trasformare a sua volta in una moda copiando quello che alcuni nomi famosi stanno esibendo nelle pagine dei gossip.
Alle basi della moda c'è sempre una spinta dettata da interessi economici e mediatici: la minigonna o gli stivali da vendere, i negozi di piercing che ci guadagnano, il fatto che un certo vestito lo usi quella tal attrice sulla cresta dell'onda (e qualcuno si preoccuperà di produrlo e di venderlo in massa) e chi più ne ha più ne metta.
Insomma, l'uomo è cugino delle scimmie, anzi, noi stessi siamo primati ed ai primati piace imitare. Smile
Soprattutto se imitare ci fa identificare con modelli che riteniamo "positivi" e socialmente ambiti.
Francamente non penso che il camminare scalzi possa diventare una moda
Da parte mia, e non me ne voglino gli urbani o gli integrali, credo che tutto debba essere rivolto al contatto con superfici naturali anche se io stesso diverse volte in città ho sentito una gran voglia di liberarmi delle calzature. Come ho già detto la città per me non rappresenta certo un esempio di igiene ma è soprattuto una "monotonia" di superfici.
Camminare in ambiente urbano richiede poco allenamento ed è alla portata di tutti.
Monotonia proprio no e ti faccio un esempio: cammina in un centro storico.
Sanpietrini, lastre di pietra, asfalto, mattonelle, superfici con diversa capacità termica: hai mille messaggi da elaborare.
Spostati in periferia: asfalto liscio, asfalto ruvido e brecciolino che ti consuma le suole.
Le differenza ci sono, meno drammatiche che in natura, ma tutte da gustare.
Inoltre, al di la di tante impressioni ingiustificate, è ancora l'ambiente più sicuro.
In più l'ambiente urbano rappresenta una palestra psicologica micidiale; li devi fare i conti con ciò che temi di più: il giudizio delle persone e l'immagine che hai di te stesso.
Puoi bearti nella tua comoda immagine sociale costruita dagli altri ed essere schiavo oppure cercare di essere felice senza mentire a se stesso e questo nei limiti del possibile e del buon senso.
Ho preso allora il computer e le ho fatto leggere alcuni articoli del Forum: inutile dire che quando è arrivata a quello della leptospirosi ho avuto delle difficoltà. Si: oltre la città ci sono ancora più pericoli al di fuori.
Non andare coi piedi nell'acqua di fiumi o di fossi o in luoghi infestati dai topi.
Hai tanti altri posti dove andare.
Domenica scorsa, mentre facevo questa camminata, mi è venuto in mente di contattare il responsabile del centro e di proporre un allestimento per un percorso barefooting. Perchè no, mi sono chiesto, visto che in inverno è attivo un percorso di sci da fondo. Potrebbe essere una idea simpatica se potessi avere il vostro appoggio per consulenza e suggerimenti. Per il resto la mia intenzione sarebbe quella di rifare scalzo alcuni percorsi naturalistici del territorio come le Risaie di Bentivoglio o la Foce del Lamone (chi è della zona ha capito di cosa parlo) e poi fare un resoconto per chi volesse praticarle. Conto quindi di darvi presto qualche gustosa novità. Se poi nel frattempo qualcuno organizzasse in zona qualche escursione non molto impegnativa mi contatti pure.
Hai delle ottime idee e ti garantisco che non cadranno nel nulla.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente connesso

Messaggio  bfpaul il Dom Mag 17 2009, 17:02

Alfred ha scritto:Ho finalmente risolto i problemi di connessione ed in questo modo ho la possibilità di salutare tutti coloro che hanno risposto al mio primo intervento su questo forum. Un grazie a tutti per le vostre parole, i vostri suggerimenti ed i vostri incoraggiamenti.
Credo di avere spiazzato bfpaul con la mia richiesta di adesione al Club prima di essere ancora registrato visto che, a quanto ho potuto capire, molti vi contattano in forma privata. Evidentemente, in questa società dove anche le scarpe sono un accessorio della moda, privarsene può rappresentare un blocco da superare. La mia immediata adesione è data dal fatto che credo fermamente che camminare scalzo faccia molto bene ai nostri piedi ed affini quella sensazione di "tatto" che non può essere esclusivamente appannaggio delle nostre mani.
Ho notato comunque, sia verificando la vostra fotogallery che da alcuni articoli sui quali avete un link, che questa cosa si possa quasi trasformare a sua volta in una moda copiando quello che alcuni nomi famosi stanno esibendo nelle pagine dei gossip.
Da parte mia, e non me ne voglino gli urbani o gli integrali, credo che tutto debba essere rivolto al contatto con superfici naturali anche se io stesso diverse volte in città ho sentito una gran voglia di liberarmi delle calzature. Come ho già detto la città per me non rappresenta certo un esempio di igiene ma è soprattuto una "monotonia" di superfici. Un terreno naturale e variegato offre senz'altro più disponibilità a diverse sensazioni. E non che questo sia privo di pericoli! Recentemente ho sbattutto il lato del piede procurandoni un lungo ematoma. Mia moglie che sopporta a fatica questa mia condizione non ha perso tempo per rinfacciarmi i pericoli dell'andare scalzo. Ho preso allora il computer e le ho fatto leggere alcuni articoli del Forum: inutile dire che quando è arrivata a quello della leptospirosi ho avuto delle difficoltà. Si: oltre la città ci sono ancora più pericoli al di fuori. Così in questo ultimo periodo ho messo la sveglia un poco prima e, mentre mia moglie ancora dorme, attraverso il buco della rete (abito di fronte ad un centro sportivo) vado a camminare nel percorso verde intorno al campo da calcetto (ghiaia, terra ed erba) un terreno diciamo più amichevole.
Domenica scorsa, mentre facevo questa camminata, mi è venuto in mente di contattare il responsabile del centro e di proporre un allestimento per un percorso barefooting. Perchè no, mi sono chiesto, visto che in inverno è attivo un percorso di sci da fondo. Potrebbe essere una idea simpatica se potessi avere il vostro appoggio per consulenza e suggerimenti. Per il resto la mia intenzione sarebbe quella di rifare scalzo alcuni percorsi naturalistici del territorio come le Risaie di Bentivoglio o la Foce del Lamone (chi è della zona ha capito di cosa parlo) e poi fare un resoconto per chi volesse praticarle. Conto quindi di darvi presto qualche gustosa novità. Se poi nel frattempo qualcuno organizzasse in zona qualche escursione non molto impegnativa mi contatti pure: ultimamente ho una forma fisica che fa scappare da ridere ma, come ho già detto, camminare mi piace molto.
Per ora un saluto a tutta la tribù dei piedi neri.

Alfredo (RAlf)
Cerco sempre di non essere il primo a rispondere, ma mi hai citato.
Effettivamente la tua richiesta era inconsueta, ma non è stata certo la prima dove si chiedeva di far parte del Club come prima cosa.
Per consuetudine e per conoscersi un minimo, prima ancora di dare l'accesso al Forum, chiedo sempre con un testo che è stato concordato tempo fa, alcune semplici informazioni. Chiedo anche di scrivere sul Forum e di farsi vedere di persona. Questo perchè chiunque può dire di essere un barefooter, ma poi se nessuno lo conosce nè lo ha mai visto almeno in fotografia (scalzo, sia ben chiaro) noi rischiamo di dare la tessera a qualche millantatore, cosa che i veri barefooters comprensibilmente detestano.
Altra cosa che invece spiazza (forse) chi vuole semplicemente scrivere è che la registrazione automatica non va a buon fine.
MA E' SCRITTO BENE IN GRANDE IN TESTA ALLA PAGINA DI ACCESSO!
Ci sono ragioni di sicurezza che hanno determinato questa scelta e che hanno reso il Forum leggibile senza farsi venire la tachicardia.
Insomma, ora ci sei e aspettiamo di vederti in azione, come abbiamo fatto per tutti i Soci.
A presto quindi, e benvenuto fra noi.
bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente connesso

Messaggio  Marco53 il Lun Mag 18 2009, 09:18

Le differenza ci sono, meno drammatiche che in natura, ma tutte da gustare.
Inoltre, al di la di tante impressioni ingiustificate, è ancora l'ambiente più sicuro.
In più l'ambiente urbano rappresenta una palestra psicologica micidiale; li devi fare i conti con ciò che temi di più: il giudizio delle persone e l'immagine che hai di te stesso.
Puoi bearti nella tua comoda immagine sociale costruita dagli altri ed essere schiavo oppure cercare di essere felice senza mentire a se stesso e questo nei limiti del possibile e del buon senso.

Benvenuto Alfred ma prima lasciami fare i complimenti a Flavio. Ha detto proprio bene. Però è la jungla in cui i nati in città sono costretti a muoversi e se si vuole praticare il barefooting senza ogni giorno sobbarcarsi chilometri per trovare un sentiero "naturale" praticabile (in una città grande come Torino, poi, è impossibile se si ha anche lavoro e famiglia), allora ci si deve adattare a quello che passa il convento. Che poi non è così malaccio perché, caro Alfred. Come dice Flavio ci sono città che offrono un gran numero di superfici alcune delle quali niente affatto sgradevoli alle sensazioni tattili dei piedi. A Torino, dove vivo, ci sono chilometri di marciapiedi fatti con le lose di Lucerna (lose= lastre grandi e lisce provenienti da cave a Luserna nel pinerolese), che sono piane ma non lisce. Hanno quel tanto di ondulato che sotto il piede le rende piacevolissime. Un po' meno col sole d'estate quando raggiungono temperature da "frittura" forse più dell'asfalto appena steso... Però un marciapiede all'ombra di solito si trova sempre. E che dire dei Sampietrini, piacevoli sia d'estate che d'inverno?
Avrai capito che, anche pur non volendo presentarmi come barefooter integralista, occorre ammettere di esserlo: per noi cittadini non c'é molta scelta se vogliamo mantenere le suole allenate...
E un po' di allenamento è assolutamente necessario per le nostre rosee pelli mollicce e facili a escoriarsi, perché altrimenti resta difficile anche affrontare un bel sentiero poco ghiaioso...
Senza allenamento diventa anche difficile organizzare deigli incontri e camminare disinvoltamente per ore senza provare fastidio sotto i piedi. Grazie a ciò sabato ci siamo incontrati in 9 a Milano, facendo un bel percorso a piedi per visitare alcuni punti interessanti della città e scoprendo anche qualche chicca come una chiesina quasi sconosciuta con un effetto "Trompe l'Oeil" che, grazie a un gioco prospettico bene azzeccato, fa apparire un abside dietro all'altare mentre in realtà c'é una nicchietta non più profonda di 1 metro e mezzo!
Auguri per le tue attività scalze e contiamo di sentirti di nuovo, vederti nella photogallery e magari anche incontrarti se ce ne sarà l'occasione.
Saluti "integrali"
Marco
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 801
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Finalmente connesso

Messaggio  Alfred il Lun Mag 18 2009, 09:47

Dovevo immaginarmi che qualcuno avrebbero in qualche modo reagito alle mie parole: spero che nessuno se ne sia offeso. Come avrete letto io sono un "sporadico" e non posso certo misurarmi con l'esperienza di chi pratica questa cosa integralmente. Da parte mia, abitando in un agglomerato proprio alla fine dei paese posso scegliere fra il paese e la campagna e sinceramente questa mi ispira di più. Quando ero più giovane ho sempre infilato i piedi dappertutto senza problemi (fiumi, fossi, pozzanghere ed erba alta). Tranne la brutta esperienza capitata con l'arbusto potato che mi è penetrato nel collo del piede non ho mai avuto problemi. Posso comprendere le vostre motivazioni abitando in città ma non ho esperienze simili, comunque si può provare. Lancio una idea: per luglio possiamo organizzare a Bologna la camminata sino a San Luca da porta Saragozza (vale a dire dai viali dalla città e non dalla zona stadio che è più decentrata). Io penso di farla verso metà mese un sabato od una domenica mattina. Si può fare con qualsiasi condizione metereologica visto che è tutta sotto ai portici. Se volete aggregarvi più che volentieri dato che le mie camminate sono sempre solitarie vista l'indisponibilità di mia moglie ad accompagnarmi scalzo ed la molta reticenza dalle persone che sto cercando di convincere.
Per il resto spero di riuscire a mandare presto qualche foto o resoconto per quanto sto facendo. Chi è della zona mi può sempre contattare per qualche bel percorso che non sia troppo impegnativo.
Un saluto a tutti.

Alfredo (RAlf)
avatar
Alfred

Numero di messaggi : 90
Età : 59
Data d'iscrizione : 23.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente connesso

Messaggio  paolo fratter il Lun Mag 18 2009, 12:07

Ciao Alfred e un benvenuto anche da parte mia. Ottima l'idea di Bologna anche perchè è una bella città da girare facilmente scalzi anche in piena estate con i suoi lunghi portici, e poi l'avevamo già preventivata come meta di una delle nostre prossime gite scalze di gruppo. Ci risentiamo e a presto.
Paolo F.

paolo fratter

Numero di messaggi : 397
Data d'iscrizione : 27.12.07

Tornare in alto Andare in basso

FINALMENTE CONNESSO

Messaggio  Paolo G il Lun Mag 18 2009, 12:39

Ciao, vicino di casa.
Effettivamente tra me e te non ci sono più di 50 Km di distanza e quindi ci possiamo anche incontrare.
Non disdegno un giro a Bologna, dove i portici hanno tante pavimentazioni lisce, ruvide, coi ciottoli e quindi offrono diversità di sensazioni.
Poi ci sono i giardini Margherita o la salita di San Luca.
Io ci sono , organizziamoci
PAOLO G.

Paolo G

Numero di messaggi : 150
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente connesso

Messaggio  lucignolo il Lun Mag 18 2009, 19:48

Alfred ha scritto:Dovevo immaginarmi che qualcuno avrebbero in qualche modo reagito alle mie parole: spero che nessuno se ne sia offeso.
Abbandona questa idea, Alfred. Non ci offendiamo facilmente, soprattutto per queste cose e per punti di vista sacro-santi (sacri ed inviolabili) Very Happy
Se ci conoscerai di persona, il tuo timore ti sembrerà persino assurdo. Wink
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Finalmente connesso

Messaggio  Alfred il Mar Mag 19 2009, 08:30

Visto che l'idea della passeggiata sotto i portici sino a San Luca ho stuzzicato qualche interesse la proporrei a tutta la comunità: per ora è solo una bozza che posterò al momento opportuno ma potrebbe svilupparsi così o diversamente in base alle vostre adesioni.
Sabato 18 o Domenica 19 luglio in mattinata.
Raduno ai giardini di Porta Saragozza (parcheggio a pagamento purtroppo) e salita sino a San Luca tutta sotto ai portici. Discesa.
In alternativa raduno e San Luca (parcheggio libero) discesa tutta sotto ai portici sino ai giardini di Porta Saragozza. Risalita.
In pomeriggio giri per la città o in alternativa visita all'oasi faunistica LIPU di Bentivoglio o camminata ai Prati di Mugnano (Sasso Marconi) con pranzo sul posto in ristorante (non le ho mai fatte da scalzo)
Altre proposte sono più che gradite.
A presto.

Alfredo (RAlf)
avatar
Alfred

Numero di messaggi : 90
Età : 59
Data d'iscrizione : 23.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente connesso

Messaggio  ALEBO il Dom Giu 07 2009, 11:54

Alfred ha scritto:Visto che l'idea della passeggiata sotto i portici sino a San Luca ho stuzzicato qualche interesse la proporrei a tutta la comunità: per ora è solo una bozza che posterò al momento opportuno ma potrebbe svilupparsi così o diversamente in base alle vostre adesioni.
Sabato 18 o Domenica 19 luglio in mattinata.
Raduno ai giardini di Porta Saragozza (parcheggio a pagamento purtroppo) e salita sino a San Luca tutta sotto ai portici. Discesa.
In alternativa raduno e San Luca (parcheggio libero) discesa tutta sotto ai portici sino ai giardini di Porta Saragozza. Risalita.
In pomeriggio giri per la città o in alternativa visita all'oasi faunistica LIPU di Bentivoglio o camminata ai Prati di Mugnano (Sasso Marconi) con pranzo sul posto in ristorante (non le ho mai fatte da scalzo)
Altre proposte sono più che gradite.
A presto.

Alfredo (RAlf)
Io sarei diposto a venire per fare questa passeggiata sotto i portici a san Luca sempre se la data che hai proposto me lo permetta, perchè in quel periodo forse ho degli impegni in famiglia. Ad ogni modo ora è prematuro per decidere . Saluti.
avatar
ALEBO

Numero di messaggi : 448
Data d'iscrizione : 26.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente connesso

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum