FERIE SCALZE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

FERIE SCALZE

Messaggio  Marco53 il Lun Ago 31 2009, 14:59

Altra estate, altre ferie, nuovi record. Quest'anno ho praticamente superato me stesso: 15 giorni di fila con i sandali messi in appena pochissime occasioni. Grazie a mia moglie che ha me lo ha permesso senza mai un rimbrotto, ho praticamente camminato scalzo per quasi il 90% del tempo. E purtroppo praticamente in solitaria, perché avvistamenti scalzi ce ne sono stati, ma molti meno dei già pochi visti negli anni passati... Sad
A causa della stanchezza e del ritardo con cui ho preso ferie (gli altri anni andavo a luglio, quest'anno a metà agosto), abbiamo inizialmente trascorso 3 giorni interi nella mitica Appenzell, dove i sandali sono serviti a niente eccetto che per la S.Messa. Poi - riposati assai - partenza per il Nord, con visite a Bamberg e quindi in Turingia, per arrivare infine a Seiffen nell'Erzgebirge. Per chi non lo sapesse Saiffen è un paesino più piccolo di Appenzell, che ricorda (architettura delle case a parte) certi nostri paesetti dell'Alto Adige. E potrebbe paragonarsi a Ortisei per la lavorazione del legno. Solo che a Ortisei le lavorazioni sono di tipo statuine artistiche, mentre a Seiffen sono specializzati in decorazioni natalizie per le finestre, pupazzi, schiaccianoci fatti a pupazzo e giocattoli in legno. Le miniature di Seiffen hanno iniziato i ragazzini degli anni venti/trenta alla passione per il modellismo: ce n'é per tutti i gusti: carri trainati da buoi e cavalli, mezzi stradali di ogni tipo, treni, stazioni e casette, ma anche la banda, il mercato con le bancarelle, le giostrine, fino a dettagli impensati come una microscopica piccionaia e relativi piccioni. Il tutto in una scala che si avvicina molto a quella che oggi è tipica per i nostri trenini elettrici e ai loro accessori. Sono le antenate dei plastici ferroviari di oggi.
Ebbene. Seiffen è ricca di negozietti e piccoli atelier di produttori di questi begli oggetti di legno e c'é un Museo del Giocattolo veramente grande e ben fatto. Durante le mie visite sono sempre stato scalzo e accolto con un sorriso ovunque. E alla sera del primo giorno una sorpresa: i miei piedi erano quasi puliti. Perfino più che ad Appenzell, metro di paragone per le piante dei piedi di uno scalzo... Roba da quasi non necessitare un lavaggio !!! Suspect
Sempre a Seiffen, a 2 km dal "centro" (l'ufficio informazioni) c'é un Museo all'aperto. Sono vere case contadine di vario genere, smontate e ricostruite in un parco attrezzato. Naturalmente ci sono andato scalzo e ho poi scoperto che se facevo ancora 200-400 metri circa sarei finito a piedi nudi nella repubblica Ceca, il cui confine è proprio a due passi !!! L'allenamento di quest'anno su tutti i tipi di superficie è stato importantissimo per percorrere tutta quella strada su asfalto prima e sul ghiaietto poi, anche se cercavo di stare sul bordo dei prati...
Da Seiffen mi sono recato a Karlovy Vary, nota città termale Boema nota anche col nome tedesco Karlsbad. E' molto bella e inserita in una valletta percorsa da un fiume. Dopo il parco, qua e là ci sono delle fontanelle da cui si può attingere l'acqua termale, ed è anche perfettamente attrezzata per espellerla (ci sono provvidenziali WC dappertutto). A parte le questioni idrauliche la città è veramente bella, con un misto di Vienna, Lione e Montecarlo... Anche qui mi sono fatto una bella camminata scalza dal parcheggio al fondo della zona pedonale, probabilmente 1-1,5 km in mezzo a una folla di turisti ben ben chiusi nelle loro scarpe (solo qualche infradito qua e là).
L'unica città dove ho avvistato alcune persone (non bambini) scalze è stata Weimar, dove la temperatura del giorno era sui 30-32°C, ma dove le temperature al suolo erano comunque ben sopportabili e gradevoli.
Weimar è molto bella e culturalmente interessante. Dalle visite storiche di Lukas Cranach (pittore) che vi morì, a Bach, List, Goethe, Andersen, per arrivare a Gropius e alla Bauhaus (il design lineare di case e oggetti di tutti i giorni). Come dicono le guide, merita una visita Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven
Sulla via del ritorno merita ancora ricordare la visita a Stoccarda, dove sono andato per comprare (uh!) le scarpe per quest'inverno !!! Scalzo, ovviamente! Very Happy
Già, perché dopo aver scoperto le morbidissime scarpe Bär con pianta in lattice naturale e tomaia in alce, i miei piedi ormai si rifiutano di indossare altro quando proprio non ne possono fare a meno.... Allegro è stato l'approccio con la proprietaria del punto vendita, che alla fine si è divertita assai delle mie argomentazioni, per quanto riuscivo ad esprimermi in tedesco...
Da lì abbiamo poi raggiunto Costanza, sul lago omonimo e poi nuovamente Appenzell, per l'ultima notte fuori casa prima del rientro... La famiglia presso la quale pernottiamo di solito era un po' sorpresa di vederci arrivare nuovamente dopo appena 12 giorni, ma in fin dei conti erano lieti perché con noi hanno completato le stanze disponibili...
Ora si ricomincia e seguirò nuovamente il forum. A giorni manderò amche qualche foto di questo giro...
Saluti vacanziferi
Marco
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 801
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Ferie scalze?

Messaggio  lucione il Gio Set 03 2009, 14:48

Volevo mettere, come titolo: "Ferie scalze? Solo per pochi intimi!".
Già, è vero, di gente a piedi nudi ce ne è sempre meno. O sono io che non ne vedo, ma non è vero, come tutti i barefooter sto molto attento a queste cose:
Anzi, addirittura la prima cosa che guardo di una persona che si sta avvicinando è "che scarpe ha? Le ha?".
Per cui, nisba! Quest'estate l'unico a piedi nudi ero io... quando mi vedevo in qualche specchio... andiamo bene.
Saluti a tutti ed alla prossima.
lucione
avatar
lucione

Numero di messaggi : 85
Età : 69
Data d'iscrizione : 22.05.08

http://www.studiobertoluzzi.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: FERIE SCALZE

Messaggio  bfpaul il Gio Set 03 2009, 21:00

lucione ha scritto:Volevo mettere, come titolo: "Ferie scalze? Solo per pochi intimi!".
Già, è vero, di gente a piedi nudi ce ne è sempre meno. O sono io che non ne vedo, ma non è vero, come tutti i barefooter sto molto attento a queste cose:
Anzi, addirittura la prima cosa che guardo di una persona che si sta avvicinando è "che scarpe ha? Le ha?".
Per cui, nisba! Quest'estate l'unico a piedi nudi ero io... quando mi vedevo in qualche specchio... andiamo bene.
Saluti a tutti ed alla prossima.
lucione
Intendi dire: Alla prossima estate? Embarassed

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

alla prossima?

Messaggio  lucione il Gio Set 03 2009, 22:04

Rieccomi. No, certo non alla prossima estate. C'è ancora tempo per girellare a piedi nudi: settembre offre occasioni splendide. Due giorni fa sono entrato scalzo a Mondadori Informatica, in via Marghera a Milano (per chi abita in città e la conosce). Ho ricevuto solo qualche sguardo distratto della gente. Ecco, una cosa strana è che praticamente non trovo mai nessuno in giro come me, a piedi nudi (tantomeno a Milano), tuttavia la gente è sempre meno attenta (o sempre meno interessata) a questo genere di "performances". E sì che io, per sovrammercato, ho un sacco di anellini (oro e argento) alle dita dei piedi, e questo dovrebbe ancor meno passare inosservato (prima o poi... foto dimostrativa!). Ed invece....
Bah... meglio così. Certo, la mia regola alla quale non derogo mai è: "a piedi nudi sì, ma che siano puliti e curati alla perfezione". E quando si sporcano? Cerco dell'acqua, se sono in giro... oppure smetto di girare scalzo. Già, proprio così. Nella galleria fotografica vedo certe foto... da rabbrividire! Piedoni lerci, con le unghie contornate di nero... ma insomma, dai, un pò, di buon senso! Per non parlare delle ostentazioni di piante nere e callose (chiamate anche "suole"). Orrore allo stato puro.
Se durante il giorno ho camminato a piedi nudi, prima di andare a dormire passo un buon quarto d'ora (non serve di più) nel bagno di casa a lavare, raspare, pulire i piedi in modo che tornino morbidi e... rosei. Vietato calli, duroni, pelle morta, unghie più lunghe di 1 decimo di millimetro... eccetera!
Dai, Forum, adesso scatenati!
Un saluto a tutti da lucione
avatar
lucione

Numero di messaggi : 85
Età : 69
Data d'iscrizione : 22.05.08

http://www.studiobertoluzzi.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: FERIE SCALZE

Messaggio  paolo fratter il Ven Set 04 2009, 12:26

Ciao Lucione. Sono d'accordo con te sul fatto che di scalzi in giro se ne vedono sempre meno, soprattutto qui in Italia e a Milano, dove ci giro scalzo abbastanza spessso in estate. Gli unici barefooters che ho visto numerosi quest'anno sono stati in Svizzera a Zurigo. Trattavasi per lo più di ragazzi giovani in giro in gruppo e completamente scalzi...ma si sa che all'estero la mentalità su queste cose è molto diversa che da noi! Anch'io amo girare scalzo ma coi piedi ben curati e senza particolari callosità o duroni...però scusa....è un po' difficile girare a piedi nudi senza sporcarseli soprattutto per le strade di Milano! Dunque non vedo niente di male se a fine giornata le nostre "suole" sono totalmente nere....che problema c'è...dopo una bella lavata a casa prima di andarcene a dormire tornano di nuovo pulite e più forti di prima! Del resto se vai scalzo la prima cosa da mettere in conto...sono proprio le "suole nere"...non è che ci si possa fermare a lavarle ogni dieci metri ad uina fontanella....!!!! A questo punto o vai scalzo...o ti ricalzi..non ci sono alternative! In fin dei conti le "suole nere" sono considerate, in via anche un po' ironica, l'emblema dei "veri" barefooters e io non ci vedo nulla di male o di sconveniente. Saluti.
Paolo F.

paolo fratter

Numero di messaggi : 397
Data d'iscrizione : 27.12.07

Tornare in alto Andare in basso

piedi puliti? Quando è possibile!

Messaggio  lucione il Ven Set 04 2009, 22:25

Ma certo, la mia era una piccola provocazione, da contrapporre a chi ostenta a tutti i costi "le sue belle suole nere" e cose del genere.
Chiaro che girellare a piedi nudi per Milano (e per le grandi città in genere, escluse quelle di mare), igiene a parte, rende nera in breve tempo la pianta dei piedi... l'importante è far notare la cosa il meno possibile alla gente "calzata" e convenzionale.
Nessuno mi toglie dalla testa che più abbiamo i piedi puliti, intendo il dorso e se possibile il resto, unghie (curate) comprese, più godremo della simpatia generale della gente, conquistando l'accettazione e la simpatia dei cosiddetti "benpensanti".
E comunque le città sono di solito ricche di fontane, rubinetti ed in genere di acque accessibili.
ciao ciao
lucione
avatar
lucione

Numero di messaggi : 85
Età : 69
Data d'iscrizione : 22.05.08

http://www.studiobertoluzzi.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: FERIE SCALZE

Messaggio  bfpaul il Sab Set 05 2009, 12:44

lucione ha scritto:Ma certo, la mia era una piccola provocazione, da contrapporre a chi ostenta a tutti i costi "le sue belle suole nere" e cose del genere.
Chiaro che girellare a piedi nudi per Milano (e per le grandi città in genere, escluse quelle di mare), igiene a parte, rende nera in breve tempo la pianta dei piedi... l'importante è far notare la cosa il meno possibile alla gente "calzata" e convenzionale.
Nessuno mi toglie dalla testa che più abbiamo i piedi puliti, intendo il dorso e se possibile il resto, unghie (curate) comprese, più godremo della simpatia generale della gente, conquistando l'accettazione e la simpatia dei cosiddetti "benpensanti".
E comunque le città sono di solito ricche di fontane, rubinetti ed in genere di acque accessibili.
ciao ciao
lucione
Non ci sono dubbi: a camminare scalzi, le suole si sporcano!
Per un calzato è sicuramente più facile accettare le eventuali spiegazioni di un barefooter che si presenta con il dorso dei piedi puliti e con gli stessi ben curati. Questo vale sopratutto per le donne, che già ci pensano per conto loro, ma non è un discorso esclusivo.
Detto questo, il Club dei NatiScalzi - come è noto - non fa imposizioni a nessuno; ciascuno rifletta e agisca di conseguenza.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

tenere puliti i piedi? Facile!

Messaggio  lucione il Dom Set 06 2009, 23:47

Rieccomi. Ho letto la risposta. Perfettamente d'accordo.
Poi mi è venuto in mente che un paio di settimane fa, in pieno Agosto, ero in giro per Barcellonette (che è in Francia, vicino a Gap) con amici.
Io, a piedi nudi e felice (manco avevo con me le infradito); gli amici, tutti rigorosamente calzati con scarpe tipo Adidas o Nike (.... adattissime per gli oltre 33 gradi che c'erano!!!).
E va bene, tanto non sono mai riuscito a convincere nessuno a levarsi platealmente le scarpe davanti alla "gente", e proseguire scalzo... evidentemente è una cosa che deve nascere dal di dentro.
Comunque, dicevo, ero in giro scalzo ed ad un certo momento ho addocchiato una fontana, al centro di una piazza... con l'acqua più fresca (e buona, anche da bere) che potessi mai desiderare di trovare in quel momento!
Ero così contento, a sguazzarci dentro, che mi sono fatto immortalare in una foto. Appunto, quella che per un pò sarà il mio nuovo avatar.
Bene, saluti a tutti ed una buona notte.
lucione
avatar
lucione

Numero di messaggi : 85
Età : 69
Data d'iscrizione : 22.05.08

http://www.studiobertoluzzi.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: FERIE SCALZE

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum