SETTEMBRE CALDO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

SETTEMBRE CALDO

Messaggio  Paolo G il Ven Set 04 2009, 07:58

Sarà....
Sarà quel post che avevo visto sui piedi arrosto, sarà per le mie suole che si sono sicuremente rinforzate in questi mesi, tuttavia ho potuto constatare che il grado di sopportazione verso gli asfalti caldi, nelle ore centrali della giornata, si è notevolmente alzato.
Due esperienze, anzi tre:
1) in queste giornate che ancora volgono al bello stabile, esco dall'ufficio (ore 12-13) e voltato l'angolo mi tolgo le scarpe e proseguo scalzo fino in stazione prevalentenete sotto il sole. Solo il piazzale della stazione fa sentire un caldo più accentuato.
2) ho frequentato le terme in queste ultime 2 settimane per la cura ed ho sempre percorso scalzo il tragitto tra il parcheggio e i padiglioni di cura alle 15-15.30 del pomeriggio senza particolari disagi.
3) l'altro pomeriggio mi sono concesso una passeggiata di circa 4 km tra le 14.30 e le 16 ed i piedini sono rimasti integri.
Mi compiaccio.
PAOLO G.

PS: complice la "badante" polacca di mia mamma che spesso è scalza in casa, (da lei in estate non si superano i 22 gradi!) ho iniziato a frequentare la casa di mia mamma scalzo, cosa tabù fino a qualche tempo fa, senza lacuna sua reazione.
Mi ricompiaccio
PAOLO G.

Paolo G

Numero di messaggi : 150
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

SETTEMBRE CALDO

Messaggio  Marco53 il Ven Set 04 2009, 08:42

Confermo le tue sensazioni. Quest'anno che ho raggiunto l'apice dell'allenamento da quando sono al mondo e lo percorro senza scarpe, anch'io sono riuscito a passare indenne sui marciapiedi nelle ore calde della giornata, con ancora solo qualche difficoltà sui marciapiedi lastricati con le "lose", grandi rettangoli di pietra di Luserna (vicino a Torino) di circa 2 metri per 1, che sono presenti un po' dappertutto, specie in centro. Questi lastroni sono piacevolissimi al tatto, perché la superficie è mossa e "morbida", e non è perfettamente piana, dando al piede un contatto stupendo. Ma sotto il solleone diventano davvero calde e si possono percorrere scalzi solo se il tratto è breve e (meglio) c'é in vista dell'ombra. Comunque anche su queste ho fatto apprezzabili miglioramenti e anche nei tratti più impegnativi non ho subito "bolle", segno che effettivamente la natura assiste le nostre estremità molto bene se non sono sacrivicate nelle scarpe... Un po' come i venditori di bomboloni sulle nere spiagge di Lavagna e Sestri Levante... o giù di lì. Very Happy
Saluti moderatamente caldi...
Marco
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 801
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum