A PIEDI NUDI SULLA NEVE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

A PIEDI NUDI SULLA NEVE

Messaggio  Marco53 il Mer Nov 11 2009, 08:52

Torna la stagione fredda e molti stano tornando mesti mesti nelle scarpe. Anche io le uso di più, ma solo perché ancora non mi sono liberato dal pensiero che tutta Torino sia lì a vedere uno che passeggia scalzo quanto le convenzioni sociali prevedono l'uso di calzature chiuse, calzettoni ecc ecc...
Ma sapete bene da questo forum che sto migliorando e che comunque non ho mai rinunciato a passeggiate anche nella neve, e nell'inverno 2008-09 ne è venuta tanta!
Per coloro che sono ancora scettici o timorosi all'idea di provarci, vorrei proporre uno stralcio di lettura trovata per caso in un blog sul Kendo, l'arte marziale giapponese, e che riguarda proprio un durissimo stage invernale.
Tutta la spiegazione sul Kendo la trovate su
http://www.ciao.it/Kendo_La_Scherma_Giapponese__Opinione_748795
ma la parte del testo che interessa è questa:
«Il Kangeiko (E' lo stage di Kendo) l'ho fatto anche io per alcuni anni, è un allenamento che dura 2 giorni, normalmente un week end, lo si fa nel periodo più freddo dell'anno, al mattino molto presto e soprattutto all'aperto sulla neve…, si, proprio sulla neve a piedi scalzi, infatti non è che in questa occasione ci si vesta di più, no, si rimane vestiti come se fossimo nel dojo, quindi solo con l'hakama e il Keikogi e logicamente senza scarpe…avete capito bene. Si tratta di correre nella neve a piedi nudi e successivamente ci si mette anche l'armatura per l'allenamento vero e proprio. Il tutto dura circa 4 ore. Ricordo che mi stavano per scendere le lacrime tanto il freddo era pungente e insopportabile, poi mi sono detta: "Qui siamo in tanti e ce la fanno tutti, quindi perché non ci posso riuscire io"…a volte mi veniva in mente una famosa frase che diceva: "La volontà è qualche cosa di invisibile, che diventa visibile nell'azione che compie il corpo"… L'allenamento ha sempre dei toni vigorosi ed il ritmo è sempre molto sostenuto, questo per far fronte al freddo eccessivo…ma alla fine .è andata proprio così, alla fine tutti ce l'abbiamo fatta . La prima volta non ci credevo neanche, l'abbiamo fatto tutti senza nessun rimpianto o conseguenze.Sicuramente queste esperienze sono indimenticabili e ti temprano lo spirito. Ora torniamo al discorso di prima, l'altro all'allenamento speciale, si chiama Shochu-geiko, che è la stessa cosa, solamente che si svolge nel periodo più caldo dell'anno. Lo scopo di queste pratiche è quello di rinforzare lo spirito, piuttosto che quello di apprendere le tecniche. Le temperature molto particolari che accompagnano questo genere di allenamenti. Queste condizioni ambientali così dure costringono il praticante a una dura disciplina e a dare il meglio di se stesso.»
E io che andavo fiero dei miei 50 minuti - 1 ora nella neve !!! Crying or Very sad
Quanto sopra insegna parecchie cose:
1. il concetto di freddo è abbastanza relativo e spesso condizionato dalla sensazione inculcataci da piccoli dalle nostre madri ansiose ("copriti che fa freddo = copriti che io ho freddo").
2. che il corpo umano è una macchina meravigliosa in grado di affrontare molte più difficoltà climatiche di quanto non si pensi (almeno nelle nostre latitudini, non pretendo mica di attraversare il Polo Sud a piedi scalzi): in ogni caso 4 ore scalzi nella neve e vestiti con la sola tuta delle arti marziali è un risultato niente male.
3. Che arrendersi subito e rimettersi maglioni, sciarpe e giubbotti, nonché calzettoni ecc ecc non tempra per nulla il corpo e lo lascia alla mercé del primo spiffero (e giù raffreddori).
4. Esistono esercizi che consentono alla mente di dominare il resto del corpo e anche di regolarne la temperatura. La dimostrazione sta in un esercizio forse non del tutto consigliabile, praticato dai monaci Tibetani (quindi non sulla spiaggia di Malé). Consisteva nell'uscire nudi durante una nevicata (sempre in Tibet e non in riviera), avvogersi in un lenzuolo bagnato e asciugarlo ( Shocked !!!) col calore del proprio corpo, dimostrando di averne il perfetto dominio.
Beh... non mi vedrete mai nudo a Superga Evil or Very Mad avvolto con lenzuola bagnate in inverno, anche perché la Neuro verrebbe a portarmi via prima che qualcuno se ne accorga, ma il concetto da imparare è che spesso non solo abbiamo delle difficoltà a conoscere noi stessi, ma non sappiamo nemmeno come funziona il nostro corpo e quali siano le sue potenzialità...
Saluti invernali
Marco
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 797
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: A PIEDI NUDI SULLA NEVE

Messaggio  Daniela il Mer Nov 11 2009, 18:57

Ma no, la polizia o il 118 avvisati da qualche zelante cittadino verrebbero a domandarti se stai bene, poi ti chiederebbero se conosci Wim Hof (magari non si ricordano il nome, direbbero "quel.... quel signore olandese.... che corre scalzo e a torso nudo nel ghiaccio.... che ha fatto una maratona a -20 in mutande.... lo ho visto in tv....") poi ti chiederebbero se sei in grado di ottenere un autografo da "X" uno sportivo a caso (solitamente che non c'entra nulla) che suo figlio/a ammira moltissimo, poi ti chiederebbero per quanti anni ti sei allenato, poi ti chiederebbero se il tuo insegnante e' di torino oppure se ti sei recato in asia per apprendere queste tecniche, poi ti chiederebbero se hai qualche consiglio per i piedi che sudano / per le ascelle che sudano / per il freddo alla punta del naso .... e poi ti chiederebbero che lavoro fai e se dormi su un sacco pieno di ghiaccio, e nel caso se nudo, in mutande o in pigiama.... e poi scusandosi per le tante domande curiose - "ma non capita tutti i giorni di vedere un.... un atleta... come lei" - se ne andrebbero. Solamente che se ci sono due o magari quattro carabinieri a fare domande, un assembramento di una dozzina di curiosi che vengono a vedere, anche quelli con tremila domande petulanti nelle quali fanno ogni sforzo per sostituire un eufemismo alla parola "matto" che e' quella che gli era venuta in mente, e chi non sta parlando con te commenta col suo vicino.... io penso che anche i migliori fra i maestri di Kendo o Tummo o che altro, avrebbero difficolta' a mantenere la concentrazione in mezzo a quel pollaio di pettegoli!!!

Daniela

Numero di messaggi : 127
Data d'iscrizione : 01.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: A PIEDI NUDI SULLA NEVE

Messaggio  Andrea77 il Mer Nov 11 2009, 21:57

Dipende se ti porti dietro anche la spada da kendo vedi che nessuno ti rompe le p... Very Happy

Scherzi a parte le tue considerazioni sono molto interessanti.
In effetti è proprio vero molto fa la volontà. La signora che scrive nn è una barefooter allenata (si facendo Kendo stai scalzo in palestra ma non è la stessa cosa). Eppure la volontà, ma anche l'orgoglio (infatti dice 'avevo un freddo terribile ma se gli altri vanno avanti xchè io mi devo arrendere?'.
Devo dire che anche nelle mie esperienze a Croagh Patrick e Medjugorje ho avuto la stessa impressione cioè che a parte qualche rara eccezione nessuno andava in giro scalzo ma la fede (che è + forte della volontà) e anche il ragionamento 'lo fa lui xchè non posso riuscirci pure io' hanno fatto si che nessuno si ricalzasse.
Altra cosa importante non arrendersi al primo ostacolo, sempre che si voglia migliorare.
E' inutile prenderci in giro se uno vuole andare scalzo praticamente ovunque deve mettere in conto un minimo sacrificio. Certo uno potrà anche dirmi in piena libertà 'no grazie non fa x me'.

Ciao
Andrea
avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: A PIEDI NUDI SULLA NEVE

Messaggio  Daniela il Gio Nov 12 2009, 02:16

ahahahah vero anche questo! Pero', ho notato che a fronte di uno strano che fa qualcosa che viene comunemente percepito come "sacrificio" (puo' esserlo, puo' non esserlo, o puo' esserlo stato solamente all'inizio) i cittadini che lavorano nelle forze dell'ordine, nell'esercito, ecc. spesso finiscono per provare una irresistibile e irrefrenabile simpatia e curiosita'. La spiegazione che mi sono data e' che i cittadini che scelgono la carriera militare o nelle forze dell'ordine, e' probabile che provino in misura maggiore rispetto al cittadino medio che si cerca un'altra professione, una ammirazione verso le teste di cuoio, i corpi speciali, eccetera. E se poi ne sa qualcosina (magari perche ha incontrato una volta l'amico di un suo amico che conosce uno che fa parte di queste unita') e' facile che l'unica cosa che sa - non essendo un segreto, mentre tante altre caratteristiche dell'addestramento lo sono - e' che questa gente corrono scalzi e/o con scarpettine minimali su terreni accidentati, quindi quello e' l'unico collegamento che gli viene in mente di fare con il concetto "piedi scalzi al di fuori della spiaggia". Anche se e' diametralmente opposto allo stereotipo che hanno molti, di persona hippy e un po' svitata, "il ragazzo e' un immaturo, non ha fatto il militare!!"

Che poi e' la controprova che gli stereotipi e i pregiudizi, essendo scorrelati dalla realta', possono essere tutto e il contrario di tutto e non fa nessuna differenza.....

Ciao
Daniela

Daniela

Numero di messaggi : 127
Data d'iscrizione : 01.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: A PIEDI NUDI SULLA NEVE

Messaggio  Rei il Gio Nov 12 2009, 07:15

Sabato prossimo (15 novembre 2009) all'interno di "Ulisse: il piacere della scoperta" (RAI 3 ore 21:30) ci sarà un servizio che spiega perché i pinguini possoso camminare scalzi sul ghiaccio. Chissà se vale anche per gli Yeti nostrani.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2620
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: A PIEDI NUDI SULLA NEVE

Messaggio  Spyro il Sab Dic 12 2009, 21:53

Finalmente l'estate scorsa ho provato la sensazione di camminare a piedi nudi sulla neve. Ero a fare un escursione con un mio amico sul gruppo del Canìn (Alpi Giulie, sul confine tra Friuli e Slovenia) e a soli 1800 metri di altitudine ho trovato un enorme nevaio quasi del tutto orizzontale e senza precipizi nei paraggi. Ho buttato l'idea al mio amico di provare a zampettare scalzi sulla neve e così, entrambi, ci siamo tolti scarponi e calze e abbiamo corso sul nevaio (la neve era bella dura). Ho percepito un'improvviso colpo di freddo alle piante dei piedi, l'ideale per stimolarli un pò. Abbiamo corso su questo nevaio solo per un minuto circa ma è stato bello! Era da tempo che volevo provarlo e finalmente ci sono riuscito! What a Face
avatar
Spyro

Numero di messaggi : 650
Età : 31
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: A PIEDI NUDI SULLA NEVE

Messaggio  lucignolo il Dom Dic 13 2009, 13:07

Spyro ha scritto:Abbiamo corso su questo nevaio solo per un minuto circa ma è stato bello!
Attento, Spyro!
Io l'ho fatto poche volte e già mi sembra una cosa irrinunciabile. Smile
Da dove hai tratto la frase
Come in ogni loro uscita nel bosco, i due ragazzi si incamminarono a piedi nudi e ogni passo era una sensazione sempre diversa: dalla freschezza dell’erba, alla morbidezza della terra, alla durezza delle rocce, con alternanze di caldo e freddo a seconda del sole e dell’ombra sul terreno. Era come se ad ogni passo sentissero l’energia della terra entrargli nel corpo ed espandersi nel loro interno come un respiro profondo. Si sentirono più uniti alla Natura.
?
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 62
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: A PIEDI NUDI SULLA NEVE

Messaggio  Spyro il Dom Dic 13 2009, 21:36

La frase della mia firma viene...dalla mia zucca! ^_^ E' uno stralcio di un capitolo di una storia che sto scrivendo. Ti piace la frase? What a Face
avatar
Spyro

Numero di messaggi : 650
Età : 31
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: A PIEDI NUDI SULLA NEVE

Messaggio  Luca T il Dom Dic 13 2009, 22:39

Complimenti, è un bellissimo scritto. Così dev'essere ogni cosa scritta, capace di far sentire il lettore in piena sintonia, di farlo avvicinare a cose che già sente e che qualcuno esprime per lui.
Luca
avatar
Luca T

Numero di messaggi : 202
Età : 69
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: A PIEDI NUDI SULLA NEVE

Messaggio  Spyro il Lun Dic 14 2009, 13:16

Grazie per i complimenti!! What a Face Wink
avatar
Spyro

Numero di messaggi : 650
Età : 31
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: A PIEDI NUDI SULLA NEVE

Messaggio  lucignolo il Lun Dic 14 2009, 20:41

Spyro ha scritto:La frase della mia firma viene...dalla mia zucca! ^_^ E' uno stralcio di un capitolo di una storia che sto scrivendo. Ti piace la frase? What a Face
Mi associo ai complimenti di Luca.
In effetti è una frase molto intensa, al punto che ero convinto di essermi perso la lettura di un buon libro.
Se scriverai un racconto sarò lieto di leggerlo, se me lo concederai.
Se diventerai famoso gioverà avere un ottimo scrittore scalzo (ogni tanto divento anche pragmatico Very Happy )
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 62
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: A PIEDI NUDI SULLA NEVE

Messaggio  Spyro il Lun Dic 14 2009, 21:31

Grazie ancora! Very Happy Beh, 'sta storia che sto scrivendo è ancora sotto modifiche e correzioni per le molte idee che mi vengono mentre vado avanti con il racconto. Comunque finora sono arrivato a 16 capitoli per un totale di 90 pagine word circa. Se qualcuno vuol saperne qualcosa di più, mi mandi pure un mp. Wink

Spoiler:
Sorry per essere andato un pò ot Laughing
avatar
Spyro

Numero di messaggi : 650
Età : 31
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: A PIEDI NUDI SULLA NEVE

Messaggio  alex65 il Lun Dic 21 2009, 00:01

1 ora nella neve! mica male!

Qui a Padova venedi' notte ha nevicato bene. Ma quando sono andato in giadino per sgombrare dalla neve auto e vialetto non è stato facile. Piu' che l pianta del piede, era la neve sopra il piede che faceva freddo.
Già diverso è stato oggi con a neve ormai compatta. Ho potuto spaccare un po di legna on men freddo.

Per il resto effettivamente fa impressione vedere tutti con i moon boot mentre bastano un paio di sandali.
avatar
alex65

Numero di messaggi : 303
Età : 52
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: A PIEDI NUDI SULLA NEVE

Messaggio  Marco53 il Lun Dic 21 2009, 08:56

Piu' che l pianta del piede, era la neve sopra il piede che faceva freddo.
Tipico e normale. Si resiste senz'altro meglio nella neve se questa non è alta a sufficienza da ricoprire il dorso del piede. Evil or Very Mad
In questo caso il piede nudo compbatte su due fronti, la suola e il dorso e perciò tende a raffreddarsi di più e trasmettere più in fretta i segnali di freddo. Naturalssimo quindi battere in ritirata e mettere i piedi al caldo.
Saluti ipotermici
Marco
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 797
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: A PIEDI NUDI SULLA NEVE

Messaggio  alex65 il Lun Dic 21 2009, 23:07

Arinevica. Pero' c'è qualche grado in piu' e la differenza si sente. Questa volta andare a butare la spazzatura è stato molto meno noioso del solito. Con pochi centimetri di neve si sente il rumore ovattato dei passi ma la neve rimane sotto al piede... non sopra!
avatar
alex65

Numero di messaggi : 303
Età : 52
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: A PIEDI NUDI SULLA NEVE

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum