Gli sceriffi del 2000

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Gli sceriffi del 2000

Messaggio  Rei il Mar Apr 20 2010, 09:06

Enzo ha scritto:Quindi, approfittando del fatto, se vero, che nella settimana di Pasqua, ad es., Libero ha riproposto un servizio sui bf, si potrebbe cominciare con il contattare loro.
No! Per carità!
Leggete prima il mio intervento sulla comunicazione!!!
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2640
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli sceriffi del 2000

Messaggio  contessa scalza il Mar Apr 20 2010, 18:27

lucignolo ha scritto:Io continuo sempre a sperare in qualche giovane controcorrente (come lo ero io a vent'anni Wink ) che dica: <Porca miseria ci sto! Credo in questa piccola innocua idea e la voglio portare fino in fondo. Vediamo che succede!>.[/color]
Flavio, lasciamelo dire: Trovo questa tua posizione troppo fatalista. Sperare in un qualche Godò di passaggio mi sembra proprio la cosa meno sensata e concreta da fare.

Osservando le regole e i consigli di Rei sulla comunicazione "informativa", e idealmente con il suo aiuto concreto, mi pare che la proposta di Enzo che poi è anche stata la proposta di Christian (che si è pure offerto di collaborare attivamente) e anche da me suggerita, non sia da scartare.
Senza voler prendere subito il toro per le corna (problematica di Pavia), un contatto di collaborazione con la stampa proponendo periodicamente articoli sul barefooting, potrebbe aprire la strada e il conseguente interesse per le problematiche correlate (esempio Pavia).

Ognuno di noi ha campi diversi di competenze. Tu stesso Flavio hai già scritto qui nel forum interi saggi e dottorati sul rapporto batterico ambientale paragonato al reale pericolo di infezioni per un barefooter. Lo hai fatto basandoti sulle tue competenze scientifiche da esperto nel settore e sulla tua stessa esperienza decennale di camminatore scalzo, quindi potresti offrire una competente parola per tutti a riguardo. Pubblicazioni tue su questo aspetto del barefooting sarebbero oltre che informative, anche ben gradite!!!

LucaT ad esempio potrebbe mettere in luce con la sua competente parola l'aspetto psicologico benefico del barefooting, ma anche tutte le problematiche correlate (senzo di vergogna ingiustificato, paura di essere giudicati male, etc. ect.). Anche questi articoli sarebbero richiestissimi.

Paolo Selis potrebbe raccontarci le sue esperienze di scalatore scalzo, ma anche i suoi successi giornalieri per riprendersi completamente da una grave malattia e che ruolo ha avuto il barefooting in tutto questo.

Andrea77 delle sue esperienze scalze nei suoi incontri con i giovani in Europa e con le gite orgnizzate (lui. sotto uno pseudonimo per scrivere).

Christian potrebbe dedicarsi a istruirci sull'aspetto sportivo nel barefooting, e al beneficio dell'allenamento a piedi nudi. Anche altri argomenti chiaro...., ma cito intanto questo perchè lo vive giornalmente.

Angelina (lasciando le verruche a Flavio per campo di competenza) direi potrebbe parlarci dei parcours scalzi, e alle sue esperienze con altri giovani etc..

Ares potrebbe contribuire con competenti parole a riguardo della legalità del barefooting e articoli sui divieti o permessi, in auto, metro, treni, musei, ristoranti, compagnie navali o aere, spazio cittadino pubblico, teatri, etc...

Marco53 potrebbe deliziarci con racconti (reportage) sul barefooting in giro per i paesi europei e le esposizioni e mostre che visita.

Andy potrebbe istruirci sulle ricchezze culturali e artistiche che visita a piedi scalzi, dando così informazioni interessanti per tutti su un luogo da visitare e cosa vi si ammira....

Io creando video sui i miei viaggi scalzi e su altri aspetti della vita quotidiana del barefooter, ma anche con progetti realizzati insieme a voi, se volete.

Tutti gli altri che non ho citato pensino al loro campo di competenza in relazione al barefooting, o all'esperienza personale particolare e cosa poter scrivere.

Insomma i mezzi e le competenze ci sono, e se al posto di lamentarci e usare il tempo per girare in torno sempre sullo stesso punto morto, rimuginando e rimasticando le stesse cose già dette, unissimo invece le nostre capacità in un concetto costruttivo, con un pò di pianificazione potremmo organizzare un buon afflusso di informazioni sul barefooting e i suoi aspetti, da proporre alla stampa.

Anche pubblicare i pezzi sul nostro sito nel settore "ARTICOLI-NEWS" potrebbe incentivare dei giornalisti interessati, che visitano il sito, a chiedere il permesso di utilizzare quel particolare pezzo o a citarci. L'autorizzazione alla stampa, la dà poi Paolo e dipende dai casi, gratis o meno (che faccino una donazione se lo pubblicano nella carta stampa). Pubblicandoli sul sito, li possiamo anche segnalare con un link e offrire di replicarli in altri siti in cambio della citazione e inserzione del link al nostro sito.

Sicuramente ci sono migliori possibilità (l'agenzia specializzata), ma queste che ho esposto qui sopra costano solo i nostri sforzi.
Cristiana

P.S. Si potrebbe anche aprire un giornale specifico in rete sul mondo del barefooting, il "Barefooting World's News", dove pubblicare gli articoli, i video, i racconti, le novelle, le cronache, un pò di storia, e le nuove ricerche sul settore del barefooting.... tutto e di più, in un punto informativo di notizie aggiornato sull'argomento. E pubblicizzare quello. Costa sicuramente di meno.
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 53
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli sceriffi del 2000

Messaggio  lucignolo il Mar Apr 20 2010, 20:10

contessa scalza ha scritto:Flavio, lasciamelo dire: Trovo questa tua posizione troppo fatalista. Sperare in un qualche Godò di passaggio mi sembra proprio la cosa meno sensata e concreta da fare.
Si diventa fatalisti, cara mia.
Le due idee sono splendide e la tua disamina delle competenze anche meglio.
Sarebbe bellissima una rubrica periodica su una rivista qualsiasi.
Leggendo il tuo elenco verrebbe voglia di cominciare subito a lavorare, però perché proprio adesso dovrebbero cambiare le cose?
Cosa ti induce a pensare che i vari "non ho tempo", "non ho voglia", "serve a poco senza prima cambiare il mondo", "e se il mio capo o mia mamma scoprono con un investigatore privato che sotto lo pseudonimo ci sono io?" scompaiano come neve al sole?
Se non c'è mai stata un'anima disposta a collegarsi per un'ora o due, tre volte all'anno durante un'assemblea per quella che si dice essere una passione, cosa pensi sia cambiato di colpo?
Guarda che Christian ha detto una cosa che è tanto intelligente quanto concreta: bisogna agire senza troppo badare alle autorizzazioni ufficiali.
In realtà, se non vogliamo bruciarci, dobbiamo agire con un piano ben preciso.
Però servono persone disposte a sacrificare un poco del tempo personale ed abbastanza spregiudicate da non farsi masturbazioni mentali sulle possibili conseguenze e bla bla.
Servono anche persone giovani che sappiano trasmettere ai loro coetanei che si può (preferisci "we can?").
In questo senso e non per fatalismo esprimo una speranza nei confronti di qualche giovane con le bounce bounce
Sarà l'ultima illusione o l'ultima legione? Smile
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli sceriffi del 2000

Messaggio  Rei il Mar Apr 20 2010, 20:56

contessa scalza ha scritto:Osservando le regole e i consigli di Rei sulla comunicazione "informativa"...
Ogni tipo di documentazione, anche fatta con copia e incolla di post precedenti e/o storici creando un "Bignami" sullo scalzismo, pubblicata sul sito è buona, anzi ottima comunicazione.
Perché viene letta da chi arriva da novizio e non può passarsi tutto il Forum per distillare le notizie che cerca.
Perché un giornalista che per caso o su invito decida di scrivere un pezzo sullo scalzismo trova subito, in fretta e concentrate una serie di notizie esatte e non viziate da pregiudizi o errori storici (es.: la balla che il barefooting sia nato in Nuova Zelanda qualche decennio fa).
Perché arrichisce il sito, che in effetti è un po' statico, foto a parte.

lucignolo ha scritto:In realtà, se non vogliamo bruciarci, dobbiamo agire con un piano ben preciso.
Però servono persone disposte a sacrificare un poco del tempo personale ed abbastanza spregiudicate da non farsi masturbazioni mentali sulle possibili conseguenze e bla bla.
Servono anche persone giovani che sappiano trasmettere ai loro coetanei che si può (preferisci "we can?").
In questo senso e non per fatalismo esprimo una speranza nei confronti di qualche giovane con le bounce bounce
Sagge parole che, per fortuna, contraddicono il pessimismo megagalattico (cosmico mi sembrava poco) che ogni tanto, nei momenti di scoramento, tiri fuori.
Quanto al tempo (e la voglia) da dedicare a qualcosa, ognuno di noi è un caso a parte: io, ad esempio, sparisco a volte per lunghi periodi, ma non pensare che in quei periodi stia semplicemente a guardare il soffitto: anni fa mi telefonarono il sabato sera e il lunedì mattina ero a Tunisi. Sono rientrato in Italia DODICI settimane dopo.
Quanto poi a chi ha paura di essere scoperto dalla mamma, dal capo, dalla fidanzata e da Torquemada, capo dell'Inquisizione Spagnola, ho una notizia da darvi: sarete più discriminati da amici e parenti se si scopre che non amate il gelato al pistacchio che se si scopre che andate scalzi.
E so di cosa parlo: a me non piace il gelato al pistacchio.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2640
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli sceriffi del 2000

Messaggio  contessa scalza il Mar Apr 20 2010, 21:08

lucignolo ha scritto:Leggendo il tuo elenco verrebbe voglia di cominciare subito a lavorare, però perché proprio adesso dovrebbero cambiare le cose?
Se non lo faccio io, chi per me? E se non ora, quando? recita un antico proverbio cinese...
lucignolo ha scritto:Cosa ti induce a pensare che i vari "non ho tempo", "non ho voglia", "serve a poco senza prima cambiare il mondo", "e se il mio capo o mia mamma scoprono con un investigatore privato che sotto lo pseudonimo ci sono io?" scompaiano come neve al sole?
Perchè non ci sono solo loro, e noi altri anche se pochi faremmo meglio a perseguire i nostri interessi e muoverci al posto di ingigantire la focalizzazione nelle paure di questi e rimanere intrappolati nella loro stessa problematica e immobilità.
lucignolo ha scritto:Se non c'è mai stata un'anima disposta a collegarsi per un'ora o due, tre volte all'anno durante un'assemblea per quella che si dice essere una passione, cosa pensi sia cambiato di colpo?
Nulla per questi, ma è una decisione nostra. Quante ore ti connetti tu per il forum? E quante di queste ore sarebbero meglio utilizzate per un articoletto (magari proprio stimolato da un argomento nato nel forum).
lucignolo ha scritto:Guarda che Christian ha detto una cosa che è tanto intelligente quanto concreta: bisogna agire senza troppo badare alle autorizzazioni ufficiali.
Non me lo raccontare.... Very Happy Very Happy Very Happy per i video non è andata altrimenti Wink .
lucignolo ha scritto:In realtà, se non vogliamo bruciarci, dobbiamo agire con un piano ben preciso.
Però servono persone disposte a sacrificare un poco del tempo personale ed abbastanza spregiudicate da non farsi masturbazioni mentali sulle possibili conseguenze e bla bla.
Servono anche persone giovani che sappiano trasmettere ai loro coetanei che si può (preferisci "we can?").
Concordo. Come ho detto ognuno ha molto da offrire con un pò del suo tempo anche riutilizzando risposte date nel forum come supporto.
lucignolo ha scritto:In questo senso e non per fatalismo esprimo una speranza nei confronti di qualche giovane con le bounce bounce
Sarà l'ultima illusione o l'ultima legione? Smile
I giovani con le bounce bounce non le vengono sicuramente a offrirle a noi, ma ricordati che solo con gli anni e la maturazione si acquisiscono quelle capacità espressive e comunicative e la necessaria esperienza, che offrono anche competenza e sicurezza.
Direi quindi che è la Legione dei Nati Scalzi, che come una fenice, sempre rinasce dalle sue ceneri Wink ... sperando che questa non diventi come le altre una Legione di "Nati Stanchi", come ha suggerito ironicamente qualcuno....
Cristiana
C.
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 53
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli sceriffi del 2000

Messaggio  lucignolo il Mar Apr 20 2010, 21:53

contessa scalza ha scritto:Direi quindi che è la Legione dei Nati Scalzi, che come una fenice, sempre rinasce dalle sue ceneri Wink
Il legionario Flavio è sempre pronto, ma ci crede poco.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli sceriffi del 2000

Messaggio  Andrea77 il Mar Apr 20 2010, 22:46

I miei timori non sono un mistero e gli ho detti più volte chiaramente.
Faccio i complimenti alla Contessa x le idee stimolanti e xchè ad oggi mi pare sia l'unica che abbia agito senza attendere invano il giovane gueriero che non arriva mai.

Appena ho tempo vedo di scrivere qualche cosa. Suggerisco di aprire sul forum una voce tipo 'racconti delle nostre esperienze'.
Poi vediamo cosa ne viene fuori.
Francamente sono piuttosto pessimista ma se non incominciamo mai...

Ciao
Andrea
avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli sceriffi del 2000

Messaggio  lucignolo il Mar Apr 20 2010, 22:52

Andrea77 ha scritto:Faccio i complimenti alla Contessa x le idee stimolanti e xchè ad oggi mi pare sia l'unica che abbia agito senza attendere invano il giovane gueriero che non arriva mai.
Insomma, ma guardate qui che guerriero formidabile........eh va be', un po vecchio, ma badate che......gallo vecchio fa buon brodo! Very Happy
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli sceriffi del 2000

Messaggio  Andrea77 il Mar Apr 20 2010, 23:12

'Vecchi? Io non vedo vecchi!'

Kit Carson (gran Matusalemme ballerino)
avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli sceriffi del 2000

Messaggio  lucignolo il Mar Apr 20 2010, 23:33

Andrea77 ha scritto:Suggerisco di aprire sul forum una voce tipo 'racconti delle nostre esperienze'
C'è già un'apposita sezione che parla dei nostri incontri e molte volte ho relazionato le nostre giornate scalze.
Ma c'è qualcuno che le ha lette o apprezzate? All'inizio, forse, poi abbiamo cominciato a precipitare e a dire che gli incontri fra persone che non hanno niente in comune se non i piedi nudi sono assolutamente inutili.
Se prendiamo in considerazione coloro che hanno continuato ad incontrarsi, possiamo aprire le dita di una mano a ventaglio e contare (fino a cinque ci arrivano tutti).
Anche i membri del gruppo lombardo si sono dichiarati straimpegnati e non trovano nemmeno il tempo di scrivere e, tantomeno, di uscire al di sotto dei 25° C, perché il terreno gela, mentre al di sopra scotta.
Quante volte siamo usciti io e te, da soli, senza dire niente a nessuno e senza scrivere parole che sarebbero servite solo a buttare il nostro tempo? Dopo che le tue proposte erano rimaste, come sempre, deserte.
Dillo.
Mi fa molto piacere che ci sia questo rigurgito di entusiasmo, ma è uno dei tanti destinati a finire in cenere.
Si promettono mari e monti, ma siamo sempre al massimo in cinque.
Gli altri continuano ad osannare ed a preferire il solito miniracconto ed a proclamare il proprio spirito libero.
Perché non smettiamo di prenderci per il culo?
In molti anni abbiamo continuato a proclamare, a stracciarci le vesti scandalizzati di fronte alla stupidità di certi pregiudizi, abbiamo spaccato il capello in quattro per dimostrare che questo non si può fare, che quell'altro è inutile e che fare battaglie contro i mulini a vento è solo un suicidio.
Fatti concreti: zero.
Ed ogni volta vogliamo risorgere dalle ceneri: a parole, almeno.
Mi sono dimesso da presidente, Cristiana l'ha fatto da vice (perché se ci crede tanto?) e poi ci sono ricascato a riscrivere ed a illudermi, perché, forse, sono soltanto masochista.
Sono curioso di vedere le partecipazioni dei raduni (chiamiamoli così con magnanimità) nazionali.
Però i barefooters veri, quelli che non si fanno tante mene, che non hanno paura, che lo fanno tutti i giorni, continuano a farlo in silenzio, senza bisogno di club e forum ed hanno capito tutto.
Non ditemi che sbaglio, perché non vi credo più.
Semmai dimostratemelo cambiando rotta, con i fatti.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli sceriffi del 2000

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum