Mi presento

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Mi presento

Messaggio  freealex il Lun Giu 07 2010, 00:25

Salve a tutti, sono alex ho 45 anni e scrivo da un posto in Veneto a metà srada tre Mestre e Treviso, ma sono toscano di Livorno.

Ultimamente, grazie anche ad internet ho scoperto che quello che facevo naturalmente, camminare e correre scalzo, all' estero era nobilitato attraverso un fenomeno sociale/sportivo/culturale/modaiolo chiamato: barefooting. Però!

Cresciuto in un posto di mare, per me è sempre stato difficile a fine estate lasciare le infradito per un paio di scarpe ... ho sempre camminato scalzo su sabbie arroventate, scogli e sassi che era una scommessa oltrepassare, lungo l' ombra di spallette sull' asfalto bollente con la pianta dei piedi che bruciava perchè sempre in ritardo per il pranzo. Poi appassionato di atletica leggera scoprii che una ragazza esile, bianca e sudafricana correva fortissimo nel mezzofondo senza scarpe. Si chiamava Zola Budd. Fu un attimo imitarla e correre sulla pista di atletica senza scarpe, così per il piacere di farlo visto che la mia specialità era la marcia.

... Poi uno cresce e pian piano si ritrova i piedi intrappolati sempre di più nelle scarpe ... e i momenti di libertà per i piedi e per la propria Vita sono alla fine relegati a quelle poche occasioni delle Sacre Ferie Estive.

Da qualche anno, ho ripreso il gusto a camminare scalzo, soprattutto nella natura e non più solamente al mare. Ho scoperto la montagna i sentieri, le radici degli alberi le pietre, i campi arati, le polverose strade bianche di campagna ... la pianta dei miei piedi come un altro modo di vedere e ascoltare la Natura.

Ricominciando a correre è stato poi naturale farlo anche con 'scarpe minimaliste': Fivefingers e Feelmax, scoprendo anche altri modi e tecniche di corsa come il Pose Method e il Chi running.

E per finire, sono sposato e ho un bimbo di due anni a cui fino ad oggi abbiamo risparmiato scarpe contenitive con suole spesse.

Buona notte a tutti, alex
avatar
freealex

Numero di messaggi : 155
Età : 53
Data d'iscrizione : 06.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  bfpaul il Lun Giu 07 2010, 11:53

freealex ha scritto:Salve a tutti, sono alex ho 45 anni e scrivo da un posto in Veneto a metà srada tre Mestre e Treviso, ma sono toscano di Livorno.

Ultimamente, grazie anche ad internet ho scoperto che quello che facevo naturalmente, camminare e correre scalzo, all' estero era nobilitato attraverso un fenomeno sociale/sportivo/culturale/modaiolo chiamato: barefooting. Però!

Cresciuto in un posto di mare, per me è sempre stato difficile a fine estate lasciare le infradito per un paio di scarpe ... ho sempre camminato scalzo su sabbie arroventate, scogli e sassi che era una scommessa oltrepassare, lungo l' ombra di spallette sull' asfalto bollente con la pianta dei piedi che bruciava perchè sempre in ritardo per il pranzo. Poi appassionato di atletica leggera scoprii che una ragazza esile, bianca e sudafricana correva fortissimo nel mezzofondo senza scarpe. Si chiamava Zola Budd. Fu un attimo imitarla e correre sulla pista di atletica senza scarpe, così per il piacere di farlo visto che la mia specialità era la marcia.

... Poi uno cresce e pian piano si ritrova i piedi intrappolati sempre di più nelle scarpe ... e i momenti di libertà per i piedi e per la propria Vita sono alla fine relegati a quelle poche occasioni delle Sacre Ferie Estive.

Da qualche anno, ho ripreso il gusto a camminare scalzo, soprattutto nella natura e non più solamente al mare. Ho scoperto la montagna i sentieri, le radici degli alberi le pietre, i campi arati, le polverose strade bianche di campagna ... la pianta dei miei piedi come un altro modo di vedere e ascoltare la Natura.

Ricominciando a correre è stato poi naturale farlo anche con 'scarpe minimaliste': Fivefingers e Feelmax, scoprendo anche altri modi e tecniche di corsa come il Pose Method e il Chi running.

E per finire, sono sposato e ho un bimbo di due anni a cui fino ad oggi abbiamo risparmiato scarpe contenitive con suole spesse.

Buona notte a tutti, alex
Alé, finalmente un barefooter del nordest che VA SCALZO dappertutto!!
Fatti vedere al più presto insieme ai "longobardi" e vedrai che sarai fra amici.
Per ora benvenuto fra noi, spero di sentirti frequentemente.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  Spyro il Lun Giu 07 2010, 12:01

Benvenuto nel Forum, Alex. Anch'io sono del Nord-Est, Friuli-Venezia Giulia.
Posso chiederti una cosa? Quando vai a camminare scalzo in montagna vai da solo o in compagnia? E sei anche iscritto al CAI? Per esempio ieri ho fatto un escursione in montagna per un sentiero facile con diverse superfici (terra, erba, radici, rocce e anche a tratti sabbia ^^) ma purtroppo in gita CAI è impossibile andare scalzi.
avatar
Spyro

Numero di messaggi : 650
Età : 31
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  freealex il Lun Giu 07 2010, 18:33

Grazie gente per il benvenutamento.

Grazie dell' invito bfpaul, sicuramente prima o poi farò un salto dalle vs parti ... e io che credevo che in Italia ad andare in giro scalzi fossero solo i punkabestia!

Ciao Spyro, non sono iscritto al CAI e in montagna ci vado da solo o assieme ad amici/parenti, per cui a parte le occhiatacce di mio suocero le prime volte che mi ha visto lasciare gli scarponi a casa (espertissimo di cose di montagna) nessuno mi ha mai impedito di non usare le scarpe in montagna ... e ci mancherebbe!!!Evil or Very Mad

Infatti, la prossima settimana avrò una settimana di ferie da trascorrere in campeggio con la famiglia in montagna a Sesto e conto di fare parecchio barefooting (userò le infradito solo per i bagni pubblici e in qualche occasione 'mondana', vedi portare la famiglia a prendere un gelato in paese) in vista di un' altra settimana di ferie in luglio in cui sarò a Tegernau in foresta nera e in cui ho intenzione di usare ancormeno le scarpe.

Comunque è normale che al CAI non vogliano vederti scalzo, credo che sia un problema di assicurazione e d' immagine per loro. D' altronte usare gli scarponi è sicurezza ... senza l' amato scarpone (tra l' altro se non ricordo male è così che si chiama la rivista ufficiale del CAI) è più facile fare delle storte, rompersi le dita dei piedi, ferirsi ed essere punti da insetti, piante urticanti o morsi dalle vipere (meno il moros della vipera le ho provate di tutte ... vale la puntura della tracina?). Tutte situazioni che oltre a crearli probabili problemi con il barefooter sarebbero di 'disturbo' per il gruppo.

Naturalmente basterebbe organizzare gruppi di barefooters e richiedere delle liberatorie ... chi sà magari non appena si accorgeranno che potrebbe essere una fonte di lucro ci metteranno mano, pardon piede! Te guarda prima come consideravano i freeclimbers ... oggi è tutt' altra musica anche grazie alle società produttrici di attrezzatura e abbigliamento da montagna - ma quanto sarà fica l' attreezzatura per l' arrampicata libera! - che per noi camminatori scalzi, purtroppo, a loro darà sicuramente pochi margini di guadagno Very Happy

Buon passo a tutti, alex
avatar
freealex

Numero di messaggi : 155
Età : 53
Data d'iscrizione : 06.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  lucignolo il Lun Giu 07 2010, 20:02

freealex ha scritto:....e io che credevo che in Italia ad andare in giro scalzi fossero solo i punkabestia!
No, ti sbagli.
Ci sono anche le bestiacce allo stato puro come me!
Razz
Comunque è normale che al CAI non vogliano vederti scalzo, credo che sia un problema di assicurazione e d' immagine per loro. D' altronte usare gli scarponi è sicurezza ... senza l' amato scarpone (tra l' altro se non ricordo male è così che si chiama la rivista ufficiale del CAI) è più facile fare delle storte, rompersi le dita dei piedi, ferirsi ed essere punti da insetti, piante urticanti o morsi dalle vipere (meno il moros della vipera le ho provate di tutte ... vale la puntura della tracina?). Tutte situazioni che oltre a crearli probabili problemi con il barefooter sarebbero di 'disturbo' per il gruppo.
Hai centrato il problema.
Naturalmente basterebbe organizzare gruppi di barefooters e richiedere delle liberatorie ... chi sà magari non appena si accorgeranno che potrebbe essere una fonte di lucro ci metteranno mano, pardon piede!
Ed hai ricentrato il problema.
Sono d'accordo con te e penso che se battiamo e ribattiamo il ferro finché è caldo ne vedremo delle belle. Wink
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  Andrea77 il Lun Giu 07 2010, 22:18

Naturalmente basterebbe organizzare gruppi di barefooters e richiedere delle liberatorie ...

---

E' quello che cerchiamo di fare qui. Organizzare delle gite fra noi barefooters sperando di aumentare di numero.
Onestamente al posto di pensare a liberatorie xchè nonfacciamo da noi? Non è poi tanto difficile trovare un percorso da fare scalzi. Vedi il CAI ed altre associazioni similari hanno problemi di assicurazione e poi fanno gite x me troppo lunghe e su tereni spesso troppo impegnativi e a ritmi troppo elevati x poterli fare scalzo. Poi se uno è molto allenato ben x lui ma da quanto ho potuto vedere tra noi nordici credo, senza offesa, che nessuno sarebbe in grado al momento di fare una gita CAI scalzo mantenendo i ritmi. Certo uno potrebbe farne un pezzo, magari quella gita all'anno in Liguria ad inizio o fine stagione ma francamente non vedo xchè dobbiamo impegolarci in questa cosa quando possiamo fare da noi. Io accompagno x un'associazione che fa camminate in montagna, frequanto il CAI da 12 anni, l'esperienza x condurre un gruppo su un sentiero facile da fare scalzo non mi manca ma credo che chiunque di voi possa farlo tranquillamente prendendo spunto da internet e conuna carta dei sentieri.
Credo che chi + chi meno conosciamo tutti dei percorsi che si possono proporre qui sul forum senza dover chiedere liberatorie al CAI.

Ciao
Andrea
avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  freealex il Lun Giu 07 2010, 23:28

Giusto Andrea ... ho visto tra l' altro che negli itinerari tra la natura sul sito c'è il percorso sul Sile dove ogni tanto vado ... ad ogni modo, nella prossima settimana che vado a sesto proverò a tracciare qualche percorso barefoot-friendly tra i sentieri delle vicinanze ... non conosco la zona ma vedrò di documentarmi prima. Magari nei prossimi giorni vi darò indicazioni più precise così che se qualcuno transita in zona proviamo a mappare assieme.

alex
avatar
freealex

Numero di messaggi : 155
Età : 53
Data d'iscrizione : 06.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  lucignolo il Lun Giu 07 2010, 23:30

Andrea77 ha scritto:Credo che chi + chi meno conosciamo tutti dei percorsi che si possono proporre qui sul forum senza dover chiedere liberatorie al CAI.
Credo che si tratti di un discorso piuttosto lontano ed impegnativo, dedicato a persone davvero allenate.
Se si deve camminare per più di tre o quattro ore (e già parlo di alieni scalzi) su percorsi montani, non vedo alternativa almeno ai sandali da trekking, a meno di voler soffrire per scontare qualche pena.
Fossimo nati e poi vissuti scalzi fino all'età adulta, forse si potrebbe fare, ma non dimentichiamo che siamo scalzi di ritorno.
Quindi, cerchiamo di non esagerare, salvo voler cercare una strada per perdere la nostra bella passione.
Poi non è detto che non si trovi la via per organizzare passeggiate in natura facili, da fare scalzi, però, al di là di qualche battuta, il CAI si pone ben altri obiettivi.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  hadashi il Mar Giu 08 2010, 01:15

freealex ha scritto:Ricominciando a correre è stato poi naturale farlo anche con 'scarpe minimaliste': Fivefingers e Feelmax, scoprendo anche altri modi e tecniche di corsa come il Pose Method e il Chi running.

Ehilà, un altro corridore ?!? Euilllaaaaaa!!! Intanto, benvenuto cheers cheers cheers
Sarei molto interessato a sentire la tua opinione/esperienza sul Chi/Pose; ormai è qualche anno che corro scalzo (o con scarpe minime), ma sto ancora "lottando" un po' col mio stile di corsa Wink
Racconta un pò; corri anche scalzo, oppure preferisci le scarpe minime ? E hai mai provato le Huaraches ?
Scusa il terzo grado, ma da noi è talmente raro trovare persone che si interessano alla "corsa minimalista" che non voglio farmi scappare l'occasione di una bella chiacchierata afro
A presto, spero bounce
Christian
avatar
hadashi

Numero di messaggi : 772
Età : 46
Data d'iscrizione : 08.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  Marc_63 il Mar Giu 08 2010, 03:33

Ciao "Alessandrolibero", benvenuto tra noi.
Hai scelto un bellissimo pseudonimo che contempla la parla "libero" ("free"). Very Happy
E cosa ci può far sentire più "free" che camminare scalzi ? Che correre scalzi ?
Questa sera sono stato sfidato dal mio socio (e amico), che, nonostante contrario alla pratica del barefooting, mi ha chiesto se fossi capace di percorrere a piedi nudi una distanza di 10 chilometri.
Con lui ne abbiamo percorsi sta sera ben 16 e non ne ho risentito minimamente, anzi... Very Happy
Ho provato, ancora una volta, quel senso profondo di libertà e di leggerezza che la maggior parte delle persone desidera ma che ha paura di scoprire.
Anche per chi come noi ha l'abitudine di camminare scalzi, ogni occasione diventa una scoperta; perchè ogni esperienza è diversa dall'altra.
Spero che potrai percorrere insieme a noi tanti chilometri di strada a piedi nudi, codividendo con noi la libertà e il calore dell' amicizia.
Ciao. Very Happy
avatar
Marc_63

Numero di messaggi : 683
Data d'iscrizione : 13.02.09

http://www.facebook.com/profile.php?ref=name&id=1614025239

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  ALEBO il Mar Giu 08 2010, 11:59

(Salve a tutti, sono alex ho 45 anni e scrivo da un posto in Veneto a metà srada tre Mestre e Treviso, ma sono toscano di Livorno.)

Benvenuto anche da parte mia che abito a Livorno, e speriamo di incontrarci. Alebo.
avatar
ALEBO

Numero di messaggi : 448
Data d'iscrizione : 26.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  alex65 il Mar Giu 08 2010, 15:33

Benvenuto!
Vedo che c'e' una concentrazione di Alexandri nel veneto!

Anche io ho una bimba di 2 anni che sta scalza il piu' possibile.
Purtroppo gli altri 3, piu' grandi riescono, a massacrare un paio di scarpe in pochi mesi vanificando ogni possibile risparmio.
avatar
alex65

Numero di messaggi : 303
Età : 52
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  Andrea77 il Mar Giu 08 2010, 20:47

ho visto tra l' altro che negli itinerari tra la natura sul sito c'è il percorso sul Sile dove ogni tanto vado ... ad ogni modo, nella prossima settimana che vado a sesto proverò a tracciare qualche percorso barefoot-friendly tra i sentieri delle vicinanze ... non conosco la zona ma vedrò di documentarmi prima. Magari nei prossimi giorni vi darò indicazioni più precise così che se qualcuno transita in zona proviamo a mappare assieme.


----

Ottimo! Io sto cercando di scrivere alcuni itinerari fatti scalzi. Credo che se tutti ci meettessimo d'impegno e scrivessimo anche solo una paginetta con un resoconto di un percorso da noi conosciuto potrebbe venir fuori una cosa interessante. In germania un signore ha scritto un libro con la descrizione dei percorsi scalzi se non ricordo male della zona della Baviera. Se ci mettiamo d'impegno a più mani potremmo fare non dico un libro ma una nuova sezione da mettere sul sito del tipo 'itinerari scalzi consigliati'
Che ne dite?

Ciao
Andrea
avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  bfpaul il Mar Giu 08 2010, 23:24

Andrea77 ha scritto:ho visto tra l' altro che negli itinerari tra la natura sul sito c'è il percorso sul Sile dove ogni tanto vado ... ad ogni modo, nella prossima settimana che vado a sesto proverò a tracciare qualche percorso barefoot-friendly tra i sentieri delle vicinanze ... non conosco la zona ma vedrò di documentarmi prima. Magari nei prossimi giorni vi darò indicazioni più precise così che se qualcuno transita in zona proviamo a mappare assieme.


----

Ottimo! Io sto cercando di scrivere alcuni itinerari fatti scalzi. Credo che se tutti ci meettessimo d'impegno e scrivessimo anche solo una paginetta con un resoconto di un percorso da noi conosciuto potrebbe venir fuori una cosa interessante. In germania un signore ha scritto un libro con la descrizione dei percorsi scalzi se non ricordo male della zona della Baviera. Se ci mettiamo d'impegno a più mani potremmo fare non dico un libro ma una nuova sezione da mettere sul sito del tipo 'itinerari scalzi consigliati'
Che ne dite?

Ciao
Andrea
Mi permetto di ricordare una pagina del sito: http://www.nati-scalzi.org/CHI/itin.htm
Chi vuole collaborare è ben accetto ....

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  freealex il Mer Giu 09 2010, 00:51

Ciao Christian, forse mi stai sopravvalutando dandomi del corridore ... in seguito ad un problema di salute a settembre del 2008 ho forzatamente abbandonato ogni attività agonistica (nuoto) e sportiva che praticavo, e sono passato dall' allenarmi più volte alla settimana al non fare niente! ... con conseguente lievitazione ponderale Embarassed
Adesso, stimolato dalla famiglia e dai medici, più che correre trotterello anche se sotto sotto so che correre/nuotare solo per la salute non mi basterà ancora a lungo per cui mi accorgo ogni tanto a pensare a 'lunghi' e 'lunghissimi'.

Tornando alle tue domande, il Chi-running lo conosco ancora poco mentre per il Pose-method ho recuperato il libro e il dvd del dr. Romanov. Entrambe le tecniche essenzialmente si basano sul controllo della postura durante la corsa e adottando un modello di riferimento diverso garantirebbero (a loro dire) minor infortuni e una maggiore efficienza del gesto atletico. In linea di principio il tutto è molto affascinante, nella pratica ho ancora pochi elementi per farmi un' idea seria. Di buono il Dr Romanof sia nel libro che sul DVD descrive e mostra un sacco di esercizi 'propriocettivi' e di potenziamento diversi da quelli che già conoscevo, per cui sono cmq contento dei soldi spesi. Alcuni tra l' altro si trovano facilmente sul web, per cui chiunque può provarli. Quando però si addentra nel voler applicare il Pose in altre discipline (nuoto/ciclismo/camminata...) mi sembra che si voglia forzare la mano ... personalmente ho un approccio all' insegnamento ad es. del nuoto sì molto tecnico, però rispetto tantissimo l' unicità di ogni allievo (lavoro essenzialmente con adulti, con tutti i loro limiti) e più che imporre un esercizio, propongo loro un' esperienza per le loro strutture motorie attraverso un esercizio, stimolo una sensazione che gli faccia comprendere il movimento più corretto per loro ... o almeno mi ci provo. E in quest' ottica ho sempre interpretato anche la corsa, ok la tecnica, ma prima di tutto per me è importante ascoltarmi e decodificare i messaggi che il mio corpo mi restituisce. Fondamentali i piedi su cui gravita inesorabilmente il nostro peso e tutte le forze che si mettono in gioco per spostarci da A a B. Quindi fondamentale sensibilizzarli senza renderli ciechi e sordi dentro un paio di scarpe super ammortizate. Naturalmente ci vuole gradualità e pazienza altrimenti ci si fa male nel giro di pochi giorni.

I sandali Haruachi non li ho ancora provati, però ho in garage, sommerso da biciclette, gabbie di canarini e tonnellate di ciarpame un pezzo di gomma da cui ho intenzione di ricavare le suole appena ho due minuti. Anche se sono pesante, corro con scarpe leggere o le fivefingers in base a dove correrò e da come mi sono alzato dal divano. Scalzo corro solo in natura, e sull' asfalto se rincorso dai cani. Ad esempio in provincia di Livorno a Marina di Cecina c' è una bellissima pineta dove è molto bello correre scalzi sul terreno elastico sotto gli alberi (conosci ALEBO?), unico inconveniente i vetri, le lattine e le cacche dei cani abbandonate sotto gli aghi dei pini o tra i ciuffi d' erba, per cui lì corro o scarpato o con le fivefingers. Magari posso salire un sentiero scalzo e discenderlo con le fivefingers ... bhò non ho cmq una regola definitiva.

Per quanto riguarda i percorsi da proporre non ho alcuna esperienza, però senz' altro mi ci proverò, magari qualcuno più esperto poi li può sistemare graficamente. A proposito c' è qualcuno esperto di GPS e tracce da scaricare sul PC? Ho un vecchio Garmin 12 canali non cartografico che vorrei cambiare con qualcosa di più nuovo e leggero (MyNav?), mi hanno detto che adesso sono precisi anche sottogli alberi e si può scaricare le tracce facilmente sul PC per poterle condividere ... suggerimenti?

Naturalmente ALEBO accetto ben volentieri qualche giro discarpato, in Toscana bazzico le zone di Poggio Pelato dietro Castiglioncello e tutta quella zona ... purtoppo sono però parecchio sassose.

Per finire un saluto a tutti. Alexandri e non.
avatar
freealex

Numero di messaggi : 155
Età : 53
Data d'iscrizione : 06.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Benvenuto e ... grazie

Messaggio  Pino il Mer Giu 09 2010, 04:01

Innanzi tutto BENVENUTO anche da parte mia, caro Alex .... E grazie per questa opportunità che mi dai.
Perbacco ragazzi! Purtroppo non ho mai sufficente tempo per aprire il forum come vorrei... mi perdo un sacco di informazioni, di notizie a me sconosciute... Non credevo, non sapevo ci fossero scarpe e tecniche per correre scalzi! Io, quando è possibile, corro scalzo, ma così, come viene, in modo naturale. Le corse sulla spiaggia mi hanno dato modo di curare la postura, di educare il piede a far presa nel modo giusto, a bilanciarmi... trasferendomi sull'asfalto o sulla terra (più morbida... a parte le pietre..) ritengo di mantenere lo "stile" e di evitare danni dovuti all'impatto e alla ripercussione sulla colonna... Tutto qui quello che faccio e che so. Cos'altro dovrei sapere? Chiedo troppo se domando se e dove posso conoscere queste tecniche di corsa a piedi nudi?
In verità la corsa era stata sempre una mia passione in gioventù. Dovetti abbandonarla per molte ragioni, il tempo da dedicare al lavoro, alla famiglia eccetera. Non già lo stare scalzo, piacere e passione a cui mi sono dedicato nei pochi momenti di libertà, almeno dal lavoro... Tornando alla corsa, ormai da 3 anni ho potuto riprendere a correre ... una decina di mezze, una manciata di 10 Km, di 6 Km, quasi tutte competitive. Parto spesso scarpato, ma a metà corsa mi ritrovo le scarpe infilate nelle mani, anziché nei piedi... e a quel punto volo, recuperando il tempo perso. Purtroppo l'età non mi consente tempi favolosi, ma mi difendo. Ovviamente gli allenamenti (corro 4/5 gg su 7) li faccio scalzo quasi tutto l'anno, in spiaggia sempre, anche a zero gradi. Ecco quanto.
Ciò detto è comprensibile che sia curioso di saperne di più ...
Embarassed ... sono imbarazzato...!
avatar
Pino

Numero di messaggi : 92
Età : 69
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  bfpaul il Mer Giu 09 2010, 19:27

freealex ha scritto:
..........................
Per quanto riguarda i percorsi da proporre non ho alcuna esperienza, però senz' altro mi ci proverò, magari qualcuno più esperto poi li può sistemare graficamente. A proposito c' è qualcuno esperto di GPS e tracce da scaricare sul PC? Ho un vecchio Garmin 12 canali non cartografico che vorrei cambiare con qualcosa di più nuovo e leggero (MyNav?), mi hanno detto che adesso sono precisi anche sottogli alberi e si può scaricare le tracce facilmente sul PC per poterle condividere ... suggerimenti?
I GPS col processore SirfStarIII sono in grado di non perdere la traccia nelle forre e pure nei boschi non troppo fitti. Il MyNav dovrebbe poter inserire le cartine georeferenziate dell'IGMI (a patto che le trovi e che scopra come fare ad ottenerle).
Non servono invece a questo scopo le cartine dei GPS Garmin tipo 60CSx.
Gli Smartphone Nokia con Simbian 6 con un collegamento Bluetooth ad una "antenna GPS" (Holux o altri, con SirfStar III) e di alcuni software (Oziexplorer, OGF2converter) permettono di inserire le cartine IGMI georeferenziate nel telefonino e hanno prestazioni stupefacenti.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  hadashi il Gio Giu 10 2010, 01:33

Pino ha scritto:Non credevo, non sapevo ci fossero scarpe e tecniche per correre scalzi! Io, quando è possibile, corro scalzo, ma così, come viene, in modo naturale.

Ciao Pino Very Happy
allora fai già la cosa giusta; se hai la sensazione di muoverti in modo naturale, allora corri già in modo corretto Wink
Non c'è da meravigliarsi se non hai ancora sentito di tecniche per correre scalzi...particamente non ci sono (ancora) scuole/corsi/libri/etc. che le insegnino. Direi che al momenti tutti quelli che corrono scalzi sono autodidatti...
Nemmeno le due "tecniche" che sono state menzionate, il "Chi Running" ed il "Pose Method", sono tecniche "di corsa a piedi nudi"; sono due stili di corsa che (almeno dal punto di vista degli autori) vanno bene ANCHE per la corsa a piedi nudi - perchè cercano di avvicinarsi il più possibile alla corsa a piedi nudi - ma non sono nati appositamente per quello (sia l'ideatore del Chi Running che quello del Pose corrono prevalentamente con le scarpe). Perciò entrambi danno buoni insegnamenti su postura e stile, ma a mio parere vanno bene solo come "punto di partenza".
Sul web ho trovato diversi atleti che corrono scalzi già da anni (alcuni hanno fatto anche ultramaratone a piedi nudi) e che danno consigli su come impostarsi e muoversi, ma ognuno di questi ha imparato da autodidatta; perciò per il momento tutti gli "insegnamenti" che si trovano sono "esperienza personale", e di conseguenza si trovano tanti consigli diversi (a volta anche contradditori).
Però ci sono alcuni elementi di postura e stile su cui (quasi) tutti sono d'accordo (si può dire una specie di "denominatore comune" Wink); questo è quello che al momento più si avvicina alla "tecnica corretta di corsa a piedi nudi" (nelle ultime settimane ho proprio cercato di fare un sunto in italiano ("arrichito" dalla mia esperienza personale ... ahem... Embarassed) per il sito dei nati scalzi, ma non è ancora pronto Razz)
Cmq se vuoi ti posso mandare il link delle "fonti inglesi".
C'è anche da dire che alcuni mesi fa è uscito un libro sulla corsa a piedi nudi (il primo libro dedicato!), scritto da un allenatore professionale (purtroppo per ora solo in inglese). L'ho appena cominciato, ma sembra proprio un manuale di allenamento (se t'interessa, si chiama "Barefoot running" di Adam Sandler).
Ciao
Christian

P.s.: ... m'è venuta un'idea un po' bizzarra ... non so quante persone tra iscritti al forum e soci corrono ... ma se riusciamo a metterne insieme quattro, si potrebbe pensare di correre una maratona a staffetta ... ? Magari come "Natiscalzi running team" ? Wink *sognoadocchiaperti*
avatar
hadashi

Numero di messaggi : 772
Età : 46
Data d'iscrizione : 08.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  ALEBO il Gio Giu 10 2010, 18:00

]Naturalmente ALEBO accetto ben volentieri qualche giro discarpato, in Toscana bazzico le zone di Poggio Pelato dietro Castiglioncello e tutta quella zona ... purtoppo sono però parecchio sassose

Quando vuoi fare una camminata fammelo sapere per messaggio privato , se ci troviamo in accordo ci diamo appuntamento in un luogo stabilito.
La pineta di Marina di Bibbona la conosco, ma non l'ho mai percorsa scalzo. Ciao. Alebo.
avatar
ALEBO

Numero di messaggi : 448
Data d'iscrizione : 26.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  freealex il Gio Giu 10 2010, 23:21

Hadashi, mi piace l' idea di una staffetta! Un diecimilacirca dopo l' estate se non avessimo tante velleità di tempi ... quasi quasi
Rolling Eyes

Un team di quattro corridori e un bel gruppo di supporters scalzi sarebbe proprio una bella festa.

Anch' io Pino la penso come ti ha già risposto Christian ... con quel volume di corsa che già fai correndo scalzo hai ben poco da imparare dai libri, certamente i tuoi piedi, le tue gambe, le tue anche e articolazioni ti sanno dare indicazioni ben più precise ed efficaci di qualsiasi libro.
Se non l' hai ancora letto, mi permetto invece di consigliarti un libro uscito già qualche anno fa scritto da Luca Speciani 'Lo Zen e l' arte della corsa' ... niente di esoterico ma un bel volumetto che ti porta pian piano a prendere coscienza di un movimento/modo di correre più Consapevole e a mio avviso oltre che più piacevole sicuramente meno propenso agli infortuni.

ciao alex
avatar
freealex

Numero di messaggi : 155
Età : 53
Data d'iscrizione : 06.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Natiscalzi running team

Messaggio  Pino il Ven Giu 11 2010, 01:22

P.s.: ... m'è venuta un'idea un po' bizzarra ... non so quante persone tra iscritti al forum e soci corrono ... ma se riusciamo a metterne insieme quattro, si potrebbe pensare di correre una maratona a staffetta ... ? Magari come "Natiscalzi running team" ? *sognoadocchiaperti*

Innanzi tutto grazie Christian, Grazie Alex per le informazioni! Mi darò da fare per procurarmi i libri di cui parlate ....
Per quanto riguarda la staffetta ... sono d'accordissimo, sarebbe favoloso! sunny Non importa i tempi che potremmo fare... è bella l'idea !!
Darò un'occhiata ai calendari per vedere se c'è qualcosa di interessante durante questa estate e che si confaccia per distanza (da dove veniamo) e disponibilità di giorno... alle nostre esigenze. Fatemi sapere se tra giugno e settembre (o ottobre) avete periodi occupati...
Very Happy P.S. Ottimo il running team!!! Faremmo le cannotte (o le magliette) !!!!
avatar
Pino

Numero di messaggi : 92
Età : 69
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Natiscalzi running team

Messaggio  Pino il Ven Giu 11 2010, 01:30

Rolling Eyes ... corro veramente troppo... non so nemmeno se siamo in quattro runner e già penso a programmare il tutto !! OK, scusate, prima vediamo se ci siamo ... al limite potremmo correre in due... o in tre... insomma , la pietra è stata lanciata, vediamo chi la raccoglie!
avatar
Pino

Numero di messaggi : 92
Età : 69
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi presento

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum