"A piedi scalzi sul bagnasciuga"...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

"A piedi scalzi sul bagnasciuga"...

Messaggio  Federico il Lun Mar 03 2008, 14:52

@ Rei:

Sulla base dei miei studi di Linguistica sono del parere che spesso l'eccesso di "purismo" sfoci nel "conservatorismo" e quindi anche in un certo appiattimento della lingua. E' giusto conoscere le origini dei termini ed evitare il più possibile ogni incongruenza. Ma se dovessimo eliminare o rettificare TUTTI i vocaboli e TUTTE le espressioni di una lingua che riteniamo essere "scorrette" (...ma scorrette in base a quale metro?! Anche l'Accademia della Crusca sa bene che la lingua è da sempre un elemento vivo, non deciso a tavolino, si pensi al fallimento dell'esperanto), dovremmo imparare UN'ALTRA LINGUA e rimandare un popolo intero sui banchi di scuola!
Perché scriviamo "io ho" e non scriviamo "noi habbiamo"?! Per via di una "svista" medievale, un'abitudine che è andata perdendosi, portando a questa ibridazione, dopo che il fonema dell'aspirata latina era venuto meno nel volgare. Non lo trovi "scorretto"?! D'accordo, l'"h" di "ho", "hai", "ha" impedisce la confusione con "o", "ai", "a", ma l'ibridazione resta.
Il fatto che un vocabolo, per un motivo o per l'altro, s'imponga in una lingua con un significato traslato o differente dall'etimo, è un processo sempre avvenuto nella storia delle lingue umane. Si pensi all'enorme quantità di "false friends" tra le lingue europee!
Il processo di mutazione dei significati e dei significanti è uno dei processi cardine delle lingue umane. Non esiste lingua al mondo la cui struttura e semantica di mille anni fa sia del tutto uguale a quella attuale.
Per attenerci alle tue correzioni dell'italiano, sì, può esserci sempre un vocabolo più bello e più "proprio" di un altro (anche se non credo che "piedi nudi" non si dica per via del pudore, non esistono sinonimi per "torso nudo", "mani nude", "collo nudo", "occhio nudo", anzi a me personalmente - ma non chiedermi il perché! - suona quasi più pudico "a piedi nudi" che "scalzo"!), ma sono tutto sommato differenziazioni relative.
Trovo francamente molto più grave che il principale organo di diffusione linguistica italiana, la televisione, sia romano-centrico a 360 gradi e che il romanesco (con tutte le sue cacofonie ed i suoi errori grammaticali) sia divenuto l'unica lingua regionale tollerata sempre e "autorizzata" a perenne diffusione nazionale, dando per scontato che anche un valdostano la debba accettare e sentire propria...
avatar
Federico

Numero di messaggi : 40
Data d'iscrizione : 21.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: "A piedi scalzi sul bagnasciuga"...

Messaggio  Badboy il Lun Mar 03 2008, 18:38

Federico ha scritto:"A piedi scalzi sul bagnasciuga"...

Attento a scrivere 'ste cose...la lapidazione è vicina... Laughing Laughing Laughing
avatar
Badboy

Numero di messaggi : 114
Data d'iscrizione : 09.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: "A piedi scalzi sul bagnasciuga"...

Messaggio  Rei il Lun Mar 03 2008, 19:49

Mettiamola così: io sono un purista, non saprei dire se conservatore o semplice rompiballe, ma l'uso di certi termini rispetto ad altri è anche una scelta personale di stile: ad esempio non userei mai, nella vita normale, l'espressione "pofferbacco". Ciò non toglie che qualcuno, con scelte stilistiche diverse, non sia libero di usare altre espressioni.
Traduzione: fate quello che volete, ma, se in una discussione il buttare lì che "scalzi sulla battigia" è più corretto di "a piedi scalzi sul bagnasciuga" vi porta anche un minimo vantaggio, approfittatene!
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2640
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: "A piedi scalzi sul bagnasciuga"...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum