Piedi nudi e Inverno

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  Andrea Grasselli il Lun Nov 01 2010, 22:31

Naike ha scritto:Sul fatto che per gli uomini sia più difficile, hai perfettamente ragione. Gli uomini esibiscono i piedi con molta difficoltà, hanno pudore, forse si sentono colpiti nella loro virilità e le scarpe rappresentano un prolungamento del pene? Stavolta l'ho detta grossa, bastonatemi! drunken
io penso che possa essere l'automobile di grossa cilindrata il prolungamento del pene; quanto alle scarpe... boh, non ci ho mai pensato... può darsi!
indipendentemente da questo fattore, c'è la questione della vulnerabilità (nei tristi pensieri formattati): nella nostra società è un po' come se le donne potessero mostrare più facilmente la vulnerabilità che gli uomini. bah, cavolate secondo me!

sulla questione vestimentaria, io la vedo così:
se immagino le persone con il mio filtro (rigido) estetico, concordo sul fatto che è perolomeno buffo (o antiestetico) vedere una persona imbacuccata in abiti pesanti e "con i piedi di fuori".
ma se lascio perdere il condizionamento del mio filtro estetico, mi dico: perché no? perché non si può essere eleganti e scalzi? le mani sono quasi sempre nude anche con vestiti pesanti, e allora? qualcuno ci trova qualcosa di strano? no! e allora perché i piedi nudi dovrebbero essere strani con i vestiti invernali? una persona con un bel portamento, ben centrata, vestita anche in modo elegante, sia maschio che femmina, a piedi scalzi, può essere molto bella!

uf, quanto è difficile liberarsi da tanti inutili condizionamenti! l'immagine, l'immagine e ancora l'immagine!
fai bene tu Naike a non prenderti la testa con troppe questioni estetiche...

Andrea
avatar
Andrea Grasselli

Numero di messaggi : 388
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Lucignolo

Messaggio  Naike il Lun Nov 01 2010, 22:39

dev'essere un retaggio del pensiero freudiano che dietro ogni comportamento tende a vedere una ragione sessuale... Laughing
Esattamente che contatto hai tentato di stabilire?
Secondo me un pò c'entra effettivamente, ma non ha solo questo significato. A proposito di perversione, qualcuno, ve lo giuro, si è sentito in diritto di provarci con me, dopo avermi visto scalza! Oddio adesso che mi ci fai pensare potrebbe essere uno di quei feticisti dei piedi..proprio a me doveva capitare??
Dopotutto è più perverso chi indossa improponibili tacchi a spillo rispetto a chi va scalzo, che è la cosa più naturale del mondo..
E' interessante ciò che scrivi, anche se a volte non riesco a seguirti...me limitata Embarassed

Naike

Numero di messaggi : 13
Data d'iscrizione : 23.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  Andrea Grasselli il Lun Nov 01 2010, 23:15

Naike ha scritto:dev'essere un retaggio del pensiero freudiano che dietro ogni comportamento tende a vedere una ragione sessuale... Laughing
Esattamente che contatto hai tentato di stabilire?
innanzitutto faccio una distinzione: c'è chi ha un'automobile di grossa cilindrata perché fa lunghi viaggi e vuole affaticarsi meno, o perché vuole sentirsi più sicuro in mezzo al traffico, o perché le/gli piace la meccanica e lo stile raffinati e sofisticati di un veicolo costruito bene.
poi c'è chi ha un'automobile di grossa cilindrata per mettersi in mostra, per ostentare potenza, opulenza, aggressività, prevaricazione, eccetera. è di queste ultime persone che parlo ora.
io la vedo così: c'è una relazione proporzionalmente inversa tra l'automobile e il pene. chi è contento della propria sessualità non ha bisogno di ostentare un'automobile grossa; viceversa, chi non è contento cerca di compensare le sue insoddisfazioni con una grossa automobile.
la sessualità ci porta indietro nelle questioni di base, legate alla sopravvivenza, alle nostre origini, alla nostra fisicità. secondo me, molti dei nostri comportamenti sono in relazione con la nostra sessualità, spesso nell'inconscio.

Naike ha scritto:Secondo me un pò c'entra effettivamente, ma non ha solo questo significato. A proposito di perversione, qualcuno, ve lo giuro, si è sentito in diritto di provarci con me, dopo avermi visto scalza! Oddio adesso che mi ci fai pensare potrebbe essere uno di quei feticisti dei piedi..proprio a me doveva capitare??
spero che non sei stata importunata seriamente, che non ti sei sentita in pericolo.

Naike ha scritto:E' interessante ciò che scrivi, anche se a volte non riesco a seguirti...me limitata Embarassed
forse sono io a non essere chiaro: mi dici dove non mi hai seguito? così riformulo, è un buon esercizio per me.

Andrea
avatar
Andrea Grasselli

Numero di messaggi : 388
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  Andrea77 il Lun Nov 01 2010, 23:33

Onestamente non so quale sia l'origine del fatto che le donne è + facile vederle in infradito, sandali, scarpe aperte (scalze è raro) mentre x l'uomo è rarissimo non vederli in scarpe chiuse anche in estate soprattutto in ambito lavorativo.
Forse xché sino a non moltissimi anni fa era solo l'uomo che andava a lavorare in ufficio o simili mentre la donna stava a casa e quindi con calzature + comode?
Forse xchè il piede femminile normalmente è + estetico di quell maschile?
Non so.
Sta di fatto che ad oggi le donne soprattutto in estate possono andare tranquillamnte in infradito o scarpe aperte o sandali e nessuno dice nulla mentre x noi è diverso e vieni guardato male e magari qualcuno ha pure da ridire sul fatto che non sia un abbigliamento consono all'ambiente di lavoro (parlo ovviamente di lavori impiegatizzi in ufficio).

Ciao
Andrea
avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  Marco53 il Mar Nov 02 2010, 08:42

Ma no! Scioccone! Un bel piede maschio e virile (vedi quelli michelangioleschi), è altrettanto bello di un piedino femminile.... solo che di solito i maschi hanno delle fettazze enormi (tipo le mie!!!) Rolling Eyes
Saluti surdimensionati
Marco
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 801
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  bfpaul il Mar Nov 02 2010, 10:22

Naike ha scritto:dev'essere un retaggio del pensiero freudiano che dietro ogni comportamento tende a vedere una ragione sessuale... Laughing
Esattamente che contatto hai tentato di stabilire?
Secondo me un pò c'entra effettivamente, ma non ha solo questo significato. A proposito di perversione, qualcuno, ve lo giuro, si è sentito in diritto di provarci con me, dopo avermi visto scalza! Oddio adesso che mi ci fai pensare potrebbe essere uno di quei feticisti dei piedi..proprio a me doveva capitare??
Dopotutto è più perverso chi indossa improponibili tacchi a spillo rispetto a chi va scalzo, che è la cosa più naturale del mondo..
E' interessante ciò che scrivi, anche se a volte non riesco a seguirti...me limitata Embarassed
Vi dico come la penso io.
Ai tempi dell'uomo primitivo ritengo che a caccia andassero i maschi; (e questo torna anche con i cacciatori che ancora oggi sono certo numericamente più maschi che femmine) quando un uomo ha scoperto che fasciarsi i piedi poteva portarlo più lontano avendo quindi maggiori possibilità di fare prede, sono state inventate le scarpe o come vogliamo chiamarle.
Le donne, che dovevano stare "a casa", non ne avevano bisogno e ancora oggi in molte società primitive (e non solo) mentre gli uomini portano almeno i sandali, le donne ed i bambini NON HANNO le scarpe.
Se poi parliamo del nostro paese, perché da noi la mentalità è diversa da altri paesi (anche se non vi sono differenze significative fra il numero dei barefooters in Italia e nei paesi europei) vi ricordo che ancora quarant'anni fa nei paesi più poveri del meridione le donne spesso andavano scalze e così i bambini, mentre gli uomi "comandavano". Ora è un po' ridicolo che chi "comanda" non sia forte fisicamente e non lo sia anche perché ha gli strumenti per farlo; le scarpe aiutano, perciò sono un segno di potenza, di comando.
Guardate che anche le donne non scherzano: un tacco 12 o più è statisticamente più frequente nelle donne che "comandano" o che devono avere un'immagine importante, anche a costo di martoriarsi piedi, gambe, bacino e schiena.
Questa mentalità sbagliata non la correggeranno neppure cent'anni di "femminismo" per cui siamo più portati ad accettare che le donne vadano scalze perché così sono più naturali, più sensuali, più belle.
La pubblicità, che ha capito tutto, sfrutta sempre più questo condizionamento e ci propone appena può donne e bambini scalzi come immagine di relax casalingo, di comodità e di benessere, molto meno uomini scalzi anche se le cose stano cambiando.
In questo costume sociale possono aver spazio anche i feticismi e così possono anche accadere episodi spiacevoli.
Sono convinto però che le donne di oggi sappiano difendersi bene e che Naike se ha attirato le attenzioni di un feticista, non abbia certo bisogno di essere barefooter per farsi notare.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  Enzo il Mar Nov 02 2010, 17:30

-


Ultima modifica di Enzo il Mer Dic 01 2010, 23:03, modificato 1 volta

Enzo

Numero di messaggi : 579
Data d'iscrizione : 27.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  Mastrom90 il Mar Nov 02 2010, 19:20

Naike ha scritto:è proprio frustrazione! Però forzarsi un pò va bene, troppo non credo! Ci sentiremmo a disagio e questo ci scoraggerebbe le volte successive..poi ognuno ha i propri limiti. Leggendo questo forum ho imparato che pochissimi barefooters vanno scalzi sempre, la maggior parte solo in alcune occasioni, anche se immagino l'obiettivo è di diventarlo a tempo pieno. Un pò alla volta dai...datti il tempo di fare il callo, in tutti i sensi!
Sono d'accordo. Però ti faccio un esempio: Quando al mattino sai di doverti alzare per fare qualcosa di scomodo (nel mio caso, andare all'università e affrontare il fredo), non devi forse forzarti per superare la barriera mentale? Io faccio una fatica terribile! E pensandoci potrei paragonarlo benissimo a tutte quelle volte nelle quali mi sono trovato a non andare scalzo in un determinato luogo per una barriera mentale, la timidezza e la paura del giudizio.
Io sono del parere che per sconfiggere qualcosa, un disagio ad esempio, è bene guardarlo in faccia e... assaporarlo. Non saprei come spiegarmi.

Naike ha scritto:
Guarda ti capisco anch'io non sopporto il piumino gonfio! Ingoffa tantissimo..e fa tanto omino michelin, però esistono anche quelli più lunghi o magari potresti optare per un altro tipo di giacca, se con il cappotto e le infradito non ti ci vedi. Laughing
Accidenti se ingoffa! Very Happy
Io l'ho sempre odiato, non so perché ma non mi piacevo proprio con il piumino. Colpa della mia insicurezza (che un tempo era molto più marcata).
Al momento sto utilizzando un maglione di lana e payle, proveniente da qualche regione asiatica... ingoffa anche quello, ma senz'altro meno del piumino.

Naike ha scritto:
Sul discorso della virilità non ti ci soffermare proprio..era una battuta anche poco originale! Tentavo di capire il motivo per cui gli uomini nella maggioranza dei casi non amano mostrare i piedi..sì forse hai ragione, è un simbolo di femminilità, non è affatto una cavolata. La parte bassa del corpo per gli uomini è tabu'..forse l'istinto di proteggersi,il non volersi sentire vulnerabili..ricordo anni fa (non è vero fino a d agosto) Laughing quando portavo i tacchi..a volte se mi sentivo particolarmente caricata o aggressiva mi dirigevo spontaneamente verso gli stivalacci col tacco alto e la punta stretta a punta..un martirio! Per questo dico, forse, potrebbe essere un modo per sentirsi piuù "virili". Ma ovviamente è solo un'illusione.
Ascolta, io credo che sia come dice bfpaul... la scarpa è un simbolo di potere e di ricchezza, e questo credo sia così dagli albori della civiltà umana.
D'altra parte l'uomo deve rinnegare sempre e comunque il suo lato femmineo, perché deve apparire forte, potente, MASCHIO. Un simbolo di seduzione femminile qual'è diventato il piede (anche se quasi sempre dotato di "accessori") non può certo essere mostrato da un MASCHIO. Meglio uno scarpone pesante, possente, soffocante. Alla luce di questo sembra quasi che l'essere scalzi sia un atto di umiltà (Non per nulla San Francesco era scalzo) e proprio per questo la società lo evita, perché i membri della società devono essere forti, ognuno deve dimostrare all'altro che è lui il più forte, il più potente. Mera dimostrazione d'arroganza, niente più.
Forse sto diventando offensivo, scusate.
avatar
Mastrom90

Numero di messaggi : 212
Età : 27
Data d'iscrizione : 25.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  bfpaul il Mar Nov 02 2010, 19:39

Mastrom90 ha scritto:D'altra parte l'uomo deve rinnegare sempre e comunque il suo lato femmineo, perché deve apparire forte, potente, MASCHIO. Un simbolo di seduzione femminile qual'è diventato il piede (anche se quasi sempre dotato di "accessori") non può certo essere mostrato da un MASCHIO. Meglio uno scarpone pesante, possente, soffocante. Alla luce di questo sembra quasi che l'essere scalzi sia un atto di umiltà (Non per nulla San Francesco era scalzo) e proprio per questo la società lo evita, perché i membri della società devono essere forti, ognuno deve dimostrare all'altro che è lui il più forte, il più potente. Mera dimostrazione d'arroganza, niente più.
Sono mooolto d'accordo, non dimentichiamo neppure che gli uomini non possono mettere i tacchi a spillo, al massimo possono usare suole spesse e rialzi interni che li fanno camminare come ubriachi, ma che importanza ha, diventano più alti e quindi anche solo per questo, più importanti. Poveri noi!!!
Ricordate Fantozzi nella poltrona-sacco col capufficio che lo sovrastava in altezza, voce e cattiveria? Trovo che sia il paradigma di cosa possono fare altezza e anche scarpe, che potrebbero pure schiacciarti, di come si possa esercitare il dominio sui sottoposti ....
Chi va scalzo, per la mentalità odierna è uno che non conta, forse un pazzo, quantomeno un originale. Non saremo mai di moda, togliamocelo dalla testa; invece possiamo dimostrare fra parenti amici e concittadini che ragioniamo perfettamente, che abbiamo motivazioni salde e che non facciamo niente di male, e ultimo, ma non meno importante, che è un nostro diritto costituzionale almeno fichè non rovineranno del tutto la nostra Costituzione. Questo è anche lo scopo principale del nostro Club che resta in secondo piano, ma che vorrei ricordare, sta per essere costituito legalmente.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  lucignolo il Mar Nov 02 2010, 22:59

Mastrom90 ha scritto:....sembra quasi che l'essere scalzi sia un atto di umiltà (Non per nulla San Francesco era scalzo) e proprio per questo la società lo evita, perché i membri della società devono essere forti, ognuno deve dimostrare all'altro che è lui il più forte, il più potente. Mera dimostrazione d'arroganza, niente più.
Forse sto diventando offensivo, scusate.
Offensivo proprio no.
Il discorso della calzatura non è semplice come può apparire e coinvolge aspetti sociali, pratici e militari, oltre che simbolici.
Ogni vostra osservazione mi sembra ben fatta e tutt'altro che offensiva.
È bello ascoltarvi.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  Marco53 il Mer Nov 03 2010, 09:03

la scarpa è un simbolo di potere e di ricchezza, e questo credo sia così dagli albori della civiltà umana.
In un certo senso penso che sia anche così. Il potere. Il potere di camminare dove voglio come voglio ecchissenefrega se gli spigoli delle suole e dei tacchi spezzano le piantine d'erba sotto di me. E poi posso andare anche sulle spine e sulle rocce aguzze invece di aggirarle.
Camminare scalzi insegna automaticamente l'umiltà di riconoscere al mondo alcuni ruoli e ci porta a modificare il nostro percorso mentale perché dobbiamo modificare continuamente il percorso fisico che stiamo facendo, vuoi per evitare un roveto o una cacca di cane...
Però ci insegna ad apprezzare il mondo sotto i nostri piedi e questo è una gioia in più che gli altri non possono o non vogliono capire. La nostra forza sta in questo. Portare le scarpe vuol dire arrendersi al mondo o volerlo dominare.
Anche se rischiamo di procurarci qualche piccolo fastidio (ieri mi sono tagliato sotto l'alluce, forse un vetro tra le foglie cadute... pazienza. E' il primo taglietto dopo anni di praticantato e non è la fine del mondo).
Per te che sei nuovo ripropongo la lettura del mondo di Ishi, un indiano di una tribù che camminava scalza in ogni stagione. (http://www.nati-scalzi.org/INFO/curiosità/ISHI.htm) e che in particolare si chiedeva come facesse l'uomo bianca "a sapere dove doveva andare" con i guanti ai piedi.... Laughing
Saluti francescani
Marco
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 801
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  Mastrom90 il Ven Nov 05 2010, 20:58

Marco53 ha scritto:
la scarpa è un simbolo di potere e di ricchezza, e questo credo sia così dagli albori della civiltà umana.
In un certo senso penso che sia anche così. Il potere. Il potere di camminare dove voglio come voglio ecchissenefrega se gli spigoli delle suole e dei tacchi spezzano le piantine d'erba sotto di me. E poi posso andare anche sulle spine e sulle rocce aguzze invece di aggirarle.
Camminare scalzi insegna automaticamente l'umiltà di riconoscere al mondo alcuni ruoli e ci porta a modificare il nostro percorso mentale perché dobbiamo modificare continuamente il percorso fisico che stiamo facendo, vuoi per evitare un roveto o una cacca di cane...
Però ci insegna ad apprezzare il mondo sotto i nostri piedi e questo è una gioia in più che gli altri non possono o non vogliono capire. La nostra forza sta in questo. Portare le scarpe vuol dire arrendersi al mondo o volerlo dominare.
Anche se rischiamo di procurarci qualche piccolo fastidio (ieri mi sono tagliato sotto l'alluce, forse un vetro tra le foglie cadute... pazienza. E' il primo taglietto dopo anni di praticantato e non è la fine del mondo).
Per te che sei nuovo ripropongo la lettura del mondo di Ishi, un indiano di una tribù che camminava scalza in ogni stagione. (http://www.nati-scalzi.org/INFO/curiosità/ISHI.htm) e che in particolare si chiedeva come facesse l'uomo bianca "a sapere dove doveva andare" con i guanti ai piedi.... Laughing
Saluti francescani
Marco
Sono d'accordo con te!! Infatti la gente non sa dove va, lo dimostra il fatto che ogni volta qualcuno mi pesta i piedi... sembra quasi che non sappiano quel che stanno facendo, mettono avanti i piedi senza averne cognizione, senza porvi alcuna attenzione, sgraziatamente, come un sasso che cade giù da una rupe.
E io personalmente lo vivo come una mancanza di rispetto nei miei confronti, quasi come se non sapessero che io sono lì, con i miei piedi scoperti. Forse è vero che il piede a contatto con la terra, con la vita(!!), ci permette di acquisire una capacità di comprensione e una certa consapevolezza del mondo che ci circonda... quindi averne rispetto!

Comunque ultimamente mi attraggono le popolazioni primitive o popolazioni dove ancora si vive con semplicità... Mi pare di aver già letto la storia di Ishi, non so dove, non so quando (Possibile che tu l'avessi già postato da qualche altra parte?). Sarebbe interessante poterne vedere una dal vivo, immergersi in queste culture così diverse e... ancestrali (non saprei come meglio definirla)... quasi come se sentissi il bisogno di riappropriarmi delle antiche tradizioni, quelle che noi neanche sappiamo che esistono.
D'altra parte, noi siamo nati da quel modo di vivere, così animalesco e sincero... in un certo senso, quel che abbiamo oggi è derivato da quel che avevamo migliaia di anni fa. Chissà perché l'uomo desidera sempre di più estraniarsi da quel che è stato, dal mondo che gli appartiene non per sfruttarlo al meglio, ma perché fa parte di quel mondo! Un po' come se fossimo gli anticorpi impazziti in un corpo malato.
avatar
Mastrom90

Numero di messaggi : 212
Età : 27
Data d'iscrizione : 25.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  FabEmotions il Gio Dic 25 2014, 00:47

ma ....c'è qualcuno che realmente và a piedi nudi in giro d'inverno?

FabEmotions

Numero di messaggi : 48
Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  Grand Choeur il Gio Dic 25 2014, 09:54

Ad esempio, io!
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 976
Età : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  bfpaul il Gio Dic 25 2014, 18:47

FabEmotions ha scritto:ma ....c'è qualcuno che realmente và a piedi nudi in giro d'inverno?
Ma certo! Io anche.
Ce ne sono parecchi e non da oggi ...

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  Laurentius il Gio Dic 25 2014, 23:20

Ehm..io?

Ammetto che all'inizio il mio limite era 10-11 gradi.
Poi ho notato che più esperienza accumulavo e più il mio limite si spingeva oltre.
Adesso posso reggere circa 5-6 gradi
avatar
Laurentius

Numero di messaggi : 355
Età : 34
Data d'iscrizione : 11.09.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  Dave Mack il Ven Dic 26 2014, 00:48

Io anche. Ieri sera sono stato fuori tutta la notte per festeggiare con gli amici, come da nostra tradizione stiamo nel centro storico nelle piazze a bere vin brulè, e sono stato per ore fuori scalzo, in prossimità degli zero gradi. Dopo un po neanche facevo più caso al freddo.
L'altra mattina mi sono alzato per andare a lavoro (erano le 5.45 circa), e sono salito sul cofano della macchina per sghiacciare il lunotto anteriore che era completamente ricoperto di ghiaccio, la temperatura oscillava tra -1 e -2, ed ero talmente in ritardo che neanche ho fatto caso al freddo ai piedi XD
Qualche sera fa sono stato a Varese, e ho girato per la città e per locali la notte, c'era una media di 2-3 gradi.
L'inverno scorso sono stato anche in montagna (scopello) e ho fatto qualche camminata sulla neve, su quella fresca nessun problema, mentre camminando in strada dove si forma quella neve acquosa a causa delle macchina ho avuto davvero freddo e mi sono calzato, ma ero alle prime esperienze con il freddo scalzo Very Happy

Dave Mack

Numero di messaggi : 121
Data d'iscrizione : 15.12.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  ALEBO il Ven Dic 26 2014, 09:45

FabEmotions ha scritto:ma ....c'è qualcuno che realmente và a piedi nudi in giro d'inverno?
Da sempre è anche la mia abitudine
avatar
ALEBO

Numero di messaggi : 448
Data d'iscrizione : 26.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  guidoscalzo il Ven Dic 26 2014, 10:15

L' anno scorso a novembre a Parigi ho girato tantissimo scalzo con 4-5 gradi.
Ricordo di avervi raccontato che poco dopo uscito dall'albergo son dovuto rientrare non per prendere le scarpe, ma i guanti, perchè avevo un freddo boia alle mani.
In realtà non sentivo freddo ai piedi solo se continuavo a camminare; mi bastava stare un po' fermo ad un semaforo che tardava a passare al verde, che il freddo alle suole si faceva sentire.

Guido


guidoscalzo

Numero di messaggi : 119
Età : 59
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  Marco53 il Gio Gen 15 2015, 16:22

Dipende dal fatto che l'aria conduce meno dell'acqua e l'acqua si forma in minima parte col calore del piede a contatto col suolo ghiacciato o la neve. Se ci si muove in continuazione si riesce a camminare nella neve anche per parecchio tempo (io ho sfiorato l'ora e mezza). Ho trovato (lo dissi già in un'altra occasione e lo ripeto per i nuovi) la storia di tre fratelli americani che andavano a scuola tutto l'inverno scalzi e con la neve percorrevano 2 miglia andare e 2 a tornare (3,2 km x 2) senza danno. E considerando che i 5 Km/h sono la velocità di un adulto di buon passo si può immaginare che i ragazzini fossero a mollo nella neve per almeno 50 minuti ogni volta. Questione di movimento, ma se la neve è troppo alta bisogna valutare quanta ne cade sopra il piede che aumenta l'esposizione al freddo.
Saluti ibernati
Marco 53
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 801
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Piedi nudi e Inverno

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum