Barefoot Beyond Beglik Tash

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  Andrea77 il Mer Nov 10 2010, 22:41

Credo che certi frutti siano al di fuori di una stagione se uno fa certe attività fisiche sporadicamente se uno si mantiene in allenamento può fare cose eccellenti anche con il passare degli anni.
Conosco persone di 70 anni che arrampicano meglio di molti giovani.

Ciao
Andrea
avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  lucignolo il Mer Nov 10 2010, 22:42

ALEBO ha scritto:Non si tratta di un fungo, di questo ne sono sicuro. Fino all'estate scarsa ho camminato scalzo anche su sentieri di montagna senza particolari problemi e su strade con sassi (tipo quelli del tuo ultimo video) solo da due o tre mesi ho avuto di questi problemi, sono convinto che mi passeranno presto. Grazie del tuo interessamento e della dedica fattami prima del tuo ultimo video.
Ciao. Alebo.
Anch'io sono convinto che non si tratti di un fungo, semmai degli effetti di un superallenamento, il cui veleno agisce per accumulo ed in modo estremamente insidioso.
Voi non mi volete credere ed avete una paura tremenda di perdere i vantaggi acquisiti con l'esercizio, declino che, invece, avviene in tempi molto lunghi.
Il riposo, al contrario, nel senso di una diminuzione sostanziale dei carichi di lavoro per un periodo di almeno 7-10 giorni, è fondamentale non solo per consolidare la propria resistenza, ma anche per crescere e superare i propri limiti.
Provate, credetemi e vedrete che i vostri piedi diventeranno sempre più forti.
Se avete la fortuna di disporre del tempo che né io né altri abbiamo, non sprecatelo per paura di riposare quando dovete, cioè sempre ogni due-tre settimane.
Lo stato di forma non può durare per sempre, è una legge fisiologica.
Accettatela e recuperate.

Anch'io mi associo al ringraziamento a Cristiana per la gentile dedica: lo considero un onore.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  contessa scalza il Gio Nov 11 2010, 01:07

Andrea77 ha scritto:Credo che certi frutti siano al di fuori di una stagione se uno fa certe attività fisiche sporadicamente se uno si mantiene in allenamento può fare cose eccellenti anche con il passare degli anni.
Conosco persone di 70 anni che arrampicano meglio di molti giovani.

Ciao
Andrea
Nel mio caso devo dare ragione a Flavio. È una questione fisiologica naturale di declino, ma anche ormonale. Infatti anche io ho visto molti settantenni arzilli che frequentano le palestre sportive, ma questi hanno già passato la fase ormonale dove, almeno nelle donne in fase ancora riprocreativa, ciclicamente gli ormoni ammorbidiscono le fascie muscolari del bacino e conseguentemente anche nelle gambe. È più facile quindi che con un movimento sbagliato o con un salto questo possa accadere alla mia età che non più tardi.

Oltretutto il primo incidente con il cedimento delle fascie del ginocchio (sempre lo stesso), è avvenuto proprio nel periodo dove andavo in palestra e facevo allenamento 2 - 3 giorni a settimana. :8
Tornando da un giro in bicicletta ho appoggiato il piede a terra per scendere girandomi (era una bicicletta da uomo) e di colpo il ginocchio ha ceduto e sono finita sotto un auto parcheggiata dove per una decina di minuti sono rimasta vedendo nero pesto e le tipiche stelle colorate, finchè dopo un leggero svenimento e con il sudore freddo che colava dai dolori sono riuscita a rimettermi sulla gamba rimasta incolume e saltellando sono rientrata in casa.
In pratica nel girarmi con il piede a terra si sono storcolati i legamenti del ginocchio. Dopo il tempo di convalescenza e fisioterapia ho diminuito anche l'allenamento in palestra e da allora è successo ancora un paio di volte in tutto, ma non più in forma così grave.
Insomma è rimasto per un certo periodo un punto debole (bastava mi girassi improvvisamente per ricominciare a dolorare) ma per fortuna non ricorre più così spesso.
È stata colpa della grattata nel gomito che mi sono mezzo girata saltando giù. Per questo non sono atterrata bene. Ma il fattore età ha chiaramente il suo ruolo. Vado verso i 50 e le cose che facevo con 20 chiaramente non le faccio più e nemmeno le vorrei ancora fare Wink .
Ciao Cristiana
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 54
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  ALEBO il Gio Nov 11 2010, 13:02

lucignolo ha scritto:
ALEBO ha scritto:Non si tratta di un fungo, di questo ne sono sicuro. Fino all'estate scarsa ho camminato scalzo anche su sentieri di montagna senza particolari problemi e su strade con sassi (tipo quelli del tuo ultimo video) solo da due o tre mesi ho avuto di questi problemi, sono convinto che mi passeranno presto. Grazie del tuo interessamento e della dedica fattami prima del tuo ultimo video.
Ciao. Alebo.
Anch'io sono convinto che non si tratti di un fungo, semmai degli effetti di un superallenamento, il cui veleno agisce per accumulo ed in modo estremamente insidioso.
Voi non mi volete credere ed avete una paura tremenda di perdere i vantaggi acquisiti con l'esercizio, declino che, invece, avviene in tempi molto lunghi.
Il riposo, al contrario, nel senso di una diminuzione sostanziale dei carichi di lavoro per un periodo di almeno 7-10 giorni, è fondamentale non solo per consolidare la propria resistenza, ma anche per crescere e superare i propri limiti.
Provate, credetemi e vedrete che i vostri piedi diventeranno sempre più forti.
Se avete la fortuna di disporre del tempo che né io né altri abbiamo, non sprecatelo per paura di riposare quando dovete, cioè sempre ogni due-tre settimane.
Lo stato di forma non può durare per sempre, è una legge fisiologica.
Accettatela e recuperate.

Anch'io mi associo al ringraziamento a Cristiana per la gentile dedica: lo considero un onore.

Ti ringrazio per i consigli che mi hai dato e sono convinto di quello che mi scrivi, io forse ho esagerato nel fare questi percorsi in campagna. Il fatto di essere in pensione, con più tempo libero mi ha portato a fare frequenti percorsi scalzo e quindi ora ne risentono i miei piedi, dovrò stare un poco più attento. Ciao.
avatar
ALEBO

Numero di messaggi : 448
Data d'iscrizione : 26.01.09

Tornare in alto Andare in basso

8 - Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  contessa scalza il Gio Nov 11 2010, 14:17

Allora, per tutti quelli che si sentono onorati di seguirmi in questo viaggio, ricordate che a Beglik Tash ci ritorneremo con un giro ancor più esteso Wink , ecco che siamo arrivati alla ottava parte.

Il ginocchio va abbastanza bene e partiamo in direzione Malko Tarnovo. Una cittadina fra le montagne dell'entroterra in direzione Turchia. Verso il confine in questa località si trova una antica necropoli della Tracia che è molto ben conservata e da quanto appreso dalle informazioni culturali e turistiche sul luogo vale la pena di vedere.
Dopo una settantina di chilometri fra passi montani e boschi arriviamo alle ultime segnalazioni per la necropoli poi più niente. Percorriamo in senso inverso un pezzo, rifacciamo il percorso segnato niente, poi con l'aiuto del gps troviamo una strada che per un paio di curve ha ancora delle case a lato e sale ripidissima. Poi la strada si chiude e non vi sono alcune indicazioni, ne della necropoli ne di come arrivarci.
Una contadina ci dirà che la strada che portava alla necropoli è proprio quella ma che l'hanno chiusa e ci si può andare solo accompagnati con le jeep dei tour organizzati dalla associazione turistica della cittadina di Malko Tarnovo e di rivolgerci per questo all'ufficio turismo. Cosa che vogliamo fare ma arrivati in centro troviamo la cittadina deserta. Anche il museo che avremmo visto di ripiego è chiuso. Non è giorno festivo e ci chiediamo come mai. Riusciamo infine a sapere che sono tutti a una gara di fuoristrada che si tiene fuori paese. Infatti avevamo visto girando in cerca della strada per la necropoli, una grande manifestazione con molte auto.

Incontriamo un paio di persone, le uniche rimaste in piazza, uno di loro anche scalzo, ma non mi danno l'impressione di poter fornire delle informazioni serie così ripieghiamo verso la seconda meta che in zona eravamo interessati a visitare. Ed è qui che vi porto in questa puntata essenzialmente.
A delle cascate considerate dai locali sacre, le cui acque benedette dispendono guarigioni miracolose, e che vengono protette da draghi che vivono nelle grotte circostanti. Presso le cascate si trovano delle piattaforme quadrate rielevate che costituiscono i primissimi altari costruiti in pietra, orientati verso le 4 direzioni del mondo.
È un posto magnifico per camminare scalzi! Non posso che consigliarlo.

Infine vi porto a vedere una lavatrice primordiale come vi avevo anticipato.



Buona visione

avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 54
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

9 - Barefoot Beyond Beglik tash

Messaggio  contessa scalza il Mer Nov 17 2010, 10:11

In questa nona parte non si vedono grandi avventure o escursioni scalze, e apparentemente non accade nulla di importante. Prepararsi e ricaricarsi fisicamente, con un giorno di ristoro e riposo assoluto, in previsione di un impresa che richiede un grande sforzo fisico, è invece proprio una componente importante (almeno per me). Non posso sperare di portare a termine un avventurosa escursione, cominciando già stanca o dolorante… . Quindi anticipatamente mi concedo un giorno e mezzo di dolce, e salutare, far niente! Wink
Con questa scusa vi riporto in spiaggia sul chiosco dove c'era la ragazza che lavorava scalza e di cui vi avevo detto ne scopriremo il motivo, oltre al fatto che il suo luogo di lavoro si trova in spiaggia.

Nella prima parte del video faccio una camminata nelle rocce della scogliera fino a scendere giù in una piccola spiaggia sassosa, dove andremo a rilassarci aspettando il tramonto, mostrandovi anche alcune sculture sparse in giro nel verde della costa. È difficile non lasciarsi contagiare dall'arte espressiva qui, così anche io con dei sassi raccolti in acqua farò la mia piccola composizione artistica per la spiaggia.
Un mini Beglik Tash! Very Happy

Mi dispiace che i passaggi fra le foto e i video, e fra foto e foto, in questa prima parte, in qualche modo risultano un po' veloci… nel mio player non lo faceva ma una volta caricato in youtube ho notato questo effetto. Pazienza, è un peccato ma meglio sia successo in questo video che come importanza è minore che non ad esempio nei prossimi che invece saranno forti!

Ho incrementato tecnicamente alcuni affetti che vedremo in azione nel prossimo video specificatamente, ma in questo volevo farvi vedere un piccolo effetto ottenuto rallentando una piccola sequenza. Quando salto fra le rocce (min. 02:32 fino a 02:44). Certo non è l'effetto che sarebbe se uno mi riprende i piedi dal lato, ma forse ha un effetto meno appiattito e mostra il salto in modo più effettivo. Che ne dite?




Buona visione
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 54
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  bfpaul il Mer Nov 17 2010, 12:02

contessa scalza ha scritto:In questa nona parte non si vedono grandi avventure o escursioni scalze, e apparentemente non accade nulla di importante. Prepararsi e ricaricarsi fisicamente, con un giorno di ristoro e riposo assoluto, in previsione di un impresa che richiede un grande sforzo fisico, è invece proprio una componente importante (almeno per me). Non posso sperare di portare a termine un avventurosa escursione, cominciando già stanca o dolorante… . Quindi anticipatamente mi concedo un giorno e mezzo di dolce, e salutare, far niente! Wink
Con questa scusa vi riporto in spiaggia sul chiosco dove c'era la ragazza che lavorava scalza e di cui vi avevo detto ne scopriremo il motivo, oltre al fatto che il suo luogo di lavoro si trova in spiaggia.

Nella prima parte del video faccio una camminata nelle rocce della scogliera fino a scendere giù in una piccola spiaggia sassosa, dove andremo a rilassarci aspettando il tramonto, mostrandovi anche alcune sculture sparse in giro nel verde della costa. È difficile non lasciarsi contagiare dall'arte espressiva qui, così anche io con dei sassi raccolti in acqua farò la mia piccola composizione artistica per la spiaggia.
Un mini Beglik Tash! Very Happy

Mi dispiace che i passaggi fra le foto e i video, e fra foto e foto, in questa prima parte, in qualche modo risultano un po' veloci… nel mio player non lo faceva ma una volta caricato in youtube ho notato questo effetto. Pazienza, è un peccato ma meglio sia successo in questo video che come importanza è minore che non ad esempio nei prossimi che invece saranno forti!

Ho incrementato tecnicamente alcuni affetti che vedremo in azione nel prossimo video specificatamente, ma in questo volevo farvi vedere un piccolo effetto ottenuto rallentando una piccola sequenza. Quando salto fra le rocce (min. 02:32 fino a 02:44). Certo non è l'effetto che sarebbe se uno mi riprende i piedi dal lato, ma forse ha un effetto meno appiattito e mostra il salto in modo più effettivo. Che ne dite?
Buona visione
Come sempre, niente male!!
Anzi, è uno di quelli che mi sono piaciuti di più; anche l'effetto che citi mi sembra sia venuto bene.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  contessa scalza il Mer Nov 17 2010, 18:48

bfpaul ha scritto:Come sempre, niente male!!
Anzi, è uno di quelli che mi sono piaciuti di più; anche l'effetto che citi mi sembra sia venuto bene.
bfpaul
Grazie Paolo, se anche a te pare... allora siamo in due! Almeno ora mi posso orientare.
Ciao Cristiana
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 54
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  hadashi il Mer Nov 17 2010, 19:19

Bellissimo video Very Happy
Complimenti!
avatar
hadashi

Numero di messaggi : 772
Età : 46
Data d'iscrizione : 08.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  freealex il Mer Nov 17 2010, 19:54

Si mi sembra che l' effetto dia più tridimensionalità, sarà che ho il cervello lento ma così si percepisce meglio l' incedere del movimento.
Certo che clips dopo clips mi mettete sempre più voglia di andarci.

grazie
avatar
freealex

Numero di messaggi : 155
Età : 53
Data d'iscrizione : 06.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  contessa scalza il Gio Nov 18 2010, 08:40

hadashi ha scritto:Bellissimo video Very Happy
Complimenti!
freealex ha scritto:Si mi sembra che l' effetto dia più tridimensionalità, sarà che ho il cervello lento ma così si percepisce meglio l' incedere del movimento.
Certo che clips dopo clips mi mettete sempre più voglia di andarci.
grazie
Grazie ragazzi! Ne tengo conto nei prossimi video.
Dove possibile vedrò di inserire questo effetto nuovamente. Ieri sera ho lavorato fino a tarda notte per finire la decima parte che è gia online!

@freealex - Intendi con "andarci" in Bulgaria? Se questo intendi, ti dico anche un altra cosa. La Bulgaria è un paese enorme in cui vi sono solo 5 grossi centri urbani dove si concentra tutta la popolazione, e il resto è pura natura! La coscienza sociale, culturale e artistica di questo popolo, ha permesso e permette di mantenere le risorse naturali e culturali del paese integre e mantenute curate da tutti. Che differenza eh?
Ma ti avviso anche di una cosa: la libertà, rispetto e posizione sociale che ricevono e detengono le donne bulgare, è da noi ancora impensabile. Per loro è una questione storica oltre che culturale, quindi ci sono cresciuti tutti con questa coscienza (della parità di diritto, espressione, e ruolo sociale) ed è del tutto naturale quindi ritrovarlo nella comune vita sociale. Dall'importanza che viene data alla loro opinione, fino al rispetto paritario delle competenze in qualsiasi campo queste siano.
Come turista normale, cioè che fa un paio di settimane in albergo e fa un paio di giri organizzati, magari non salta così evidente agli occhi (anche perchè non si capisce la lingua) ma se ci si guarda in giro, dai monumenti, architettura di città o abitazioni, stile di agricoltura etc... etc..., ovunque si vede la mano femminile. È come se la Bulgaria fosse una signora formosa e dolce, che con affetto ti abbraccia, protegge e nutre.
Ciao Cristiana
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 54
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

10 - Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  contessa scalza il Gio Nov 18 2010, 09:16

Decima puntata.
L'avventura all'antico santuario di Beglik Tash, ricomincia!
Finalmente arriviamo, dopo 9 puntate.... Very Happy , dove volevo portarvi!!!!!
In questo video scoprirete e vedrete perchè sono voluta andare fino là (2 volte), e anche portare voi tutti con me.
Nel santuario, fra le altre cose, ci sono due cose particolari (ritenute divine e sacre) che dovrebbero essere care a tutti coloro che amano camminare scalzi.
In questo video quindi, attenzione, proprio da quel punto farò una dedica speciale a tutti i Nati Scalzi!

In questo video possiamo vedere diversi effetti tecnici incrementati. Dalla stabilizzazione alla riduzione delle scosse di movimento nelle immagini, al rallentamento di pezzi di sequenza fino all'interscambio di azione fra le due camere.

Se vi vengono delle domande o vi interessa sapere qualcosa, chiedete pure.



Buona Visione Smile

P.S.: Per quelli che hanno un acconto in youtube ma che si vergognano, vorrei incoraggiarvi a non aver timore a votare i video (se vi sono piaciuti). Se questi attraverso le vostre votazioni diventano più visibili per altri, ne riceviamo tutti in cambio qualcosa (allargando la nostra comunità), e io non devo accrescere la percezione di fare dei video per dei guardoni che hanno le mani troppo occupate per premere un tasto.
A quelli che al posto di votare, guardano i video ma hanno le mani occupate altrimenti, chiedo di togliere ogni tanto il dito medio dall'ano e di alzare 'almeno per solidarietà' un pollice.... Very Happy Very Happy Very Happy (scusate lo sfogo....)
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 54
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  Rei il Gio Nov 18 2010, 12:26

contessa scalza ha scritto:A quelli che al posto di votare, guardano i video ma hanno le mani occupate altrimenti, chiedo di togliere ogni tanto il dito medio dall'ano e di alzare 'almeno per solidarietà' un pollice.... Very Happy Very Happy Very Happy (scusate lo sfogo....)
Ho creato un account apposta per votarti e poi li ho votati tutti mentre con una mano tenevo la cornetta del telefono.
Quindi, tecnicamente, si può votare anche tenendo il dito dove tu suggerisci... Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2640
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  contessa scalza il Gio Nov 18 2010, 14:19

Rei ha scritto: .....mentre con una mano tenevo la cornetta del telefono.
Quindi, tecnicamente, si può votare anche tenendo il dito dove tu suggerisci... Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
Eh nò! Se uno vuole continuare a tenersi in mano il cornetto, ups intendevo dire la cornetta del telefono, come fa a votare senza fare la stappata? Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
Rei ha scritto:Ho creato un account apposta per votarti e poi li ho votati tutti
Sei un esempio mitico! Grazie cat
Cristiana
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 54
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  bfpaul il Gio Nov 18 2010, 16:50

contessa scalza ha scritto:
Rei ha scritto: .....mentre con una mano tenevo la cornetta del telefono.
Quindi, tecnicamente, si può votare anche tenendo il dito dove tu suggerisci... Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
Eh nò! Se uno vuole continuare a tenersi in mano il cornetto, ups intendevo dire la cornetta del telefono, come fa a votare senza fare la stappata? Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
Rei ha scritto:Ho creato un account apposta per votarti e poi li ho votati tutti
Sei un esempio mitico! Grazie cat
Cristiana

Ho votato anch'io tutto quello che ho trovato e con tutte e due le mani libere ....

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  contessa scalza il Gio Nov 18 2010, 18:13

bfpaul ha scritto:Ho votato anch'io tutto quello che ho trovato e con tutte e due le mani libere ....
bfpaul
Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
Grazie! Menomale che c'è qualcun'altro che in quel senso, è "sconnesso".... Wink
Ciao
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 54
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  freealex il Gio Nov 18 2010, 18:45

Bello il video e interessantissimo il commento, ok per gli effetti (ho apprezzato le dissolvenze in particolare) e azzeccata la base musicale sotto. In Bulgaria ci sono stato tantissimi anni fa quando ancora c' era il regime comunista e limitatamente a Sofia. Però, arrivandoci in auto dopo tutta la Yugoslavia e la Grecia poi, di quel viaggio durato più di un mese della Bulgaria mi ricordo solo le strade percorse da TIR, campagne e città anonime. Ma i tuoi video mi hanno veramente stuzzicato la curiosità di saperne di più sui posti illustrati e sul culto della Dea Madre.

grazie
avatar
freealex

Numero di messaggi : 155
Età : 53
Data d'iscrizione : 06.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  contessa scalza il Gio Nov 18 2010, 23:46

freealex ha scritto:Bello il video e interessantissimo il commento, ok per gli effetti (ho apprezzato le dissolvenze in particolare) e azzeccata la base musicale sotto. In Bulgaria ci sono stato tantissimi anni fa quando ancora c' era il regime comunista e limitatamente a Sofia. Però, arrivandoci in auto dopo tutta la Yugoslavia e la Grecia poi, di quel viaggio durato più di un mese della Bulgaria mi ricordo solo le strade percorse da TIR, campagne e città anonime. Ma i tuoi video mi hanno veramente stuzzicato la curiosità di saperne di più sui posti illustrati e sul culto della Dea Madre.
grazie
Grazie a te. Anche io trovo che in alcuni passaggi le dissolvenze fungano meglio allo scopo. Specialmente con quei sottofondi grigi delle pietre e con la calura che, non so se lo riesci a vedere, esala dalle pietre. Per cui già di per sè nelle immagini c'erano delle leggere sfumature presenti. La dissolvenza quindi appare più naturale di una sovrapposizione come passaggio. Diverso è con immagini a sfondo scuro o fra loro molto differenti nel colore. In quel caso il passaggio appare più come un buco grigio biancastro indefinito. Per un effetto voluto può essere utile ma non per una continuità della sequenza.

Penso che dai tempi del regima comunista in Bulgaria siano cambiate molte cose anche se, se dai retta alle lamentele di convenienza dettate dalla nostalgia delle vecchie generazioni "...almeno durante il regime comunista sono state costruite infrastrutture e servizi comuni, scuole, ospedali, parchi, luoghi di villeggiatura per il popolo ed altro...", obbietti che ancora oggi vengono mostrati e visti con grande orgoglio perchè fatti per il popolo. Dopo quel periodo, niente di simile è più stato costruito e dei politici di oggi non si aspettano nulla in questa direzione. Poi ti dicono che però quei governanti (i comunisti) erano dei grandi ladri, che hanno fatto anche scempio e che in fondo non erano molto diversi dagli attuali.
Dipende poi con chi parli, ma in generale i bulgari sono molto interessati a storia e cultura e sanno dirti tutto o quasi per filo e per segno. Studiano per passione di sapere, per poter discutere con gli altri, e per il piacere di poter fornire informazioni precise su argomenti storici culturali o ambientali.
Sul culto della Dea madre si trova relativamente poco in rete. Anche in Bulgaria è poco quello che si trova di scritto (tradotto in una lingua a noi comprensibile), ma la venerazione alla Dea o madre natura, si riscontra nei simoli, nelle strutture, nei nomi, nei comportamenti, etc. etc. , ed è ovunque come atmosfera palpabile. Nel santuario, da quel che ho saputo dal personale del museo, in estate vengono celebrate anche delle festività in alcuni giorni cui un gruppo di teatro di Burgas presenta danze e rituali riferiti ai riti antichi del culto alla Dea madre e al suo figlio Dio sole. Bisognerebbe sapere in anticipo quando vengono fatti (penso di sera e magari bisogna accamparsi in tenda per la notte).
Ciao
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 54
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

11 - Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  contessa scalza il Mar Nov 23 2010, 13:29

Penultima puntata.

In questo video andiamo oltre il santuario di Beglik Tash, alla ricerca dell'antica via usata dai Traci per raggiungere il santuario dalla baia dove ormeggiavano le loro imbarcazioni. La baia di St. Paraskeva.
Il percorso è difficile e talvolta con ripide discese. I sassolini lo rendono pericolosamente scivoloso anche a piedi nudi. Non si possono fare passi frettolosi o non soppesati, si rischia di scivolare malamente. La temperatura è da sauna e gli insetti, per lo più zanzare, ti avvolgono costantemente in una nuvola (nonostante doccia di spray repellente che avevamo dietro e ogni tanto ci ri-spruzzavamo….), e se non sventagli con una frasca non riesci a tenere gli occhi aperti o non mangiare una decina di zanzare se per caso apri la bocca Very Happy Very Happy Very Happy . Per non parlare delle orecchie… . Il ronzio può essere così forte e fastidioso che a lungo andare puoi quasi sentirti disorientato talmente ti molestano. È stata una prova di resistenza psichica rimanere concentrati sul proprio passo e mantenere la calma (porca miseria)!!!! Very Happy Very Happy Very Happy .

Anche la mia foto-video-camera era troppo poco per poter zoomare bene fra le rovine e i megaliti nella boscaglia, lì c'era bisogno del teleobiettivo. Questi infatti erano tutti fra erba alta e fuori dal sentiero principale. I pochi a cui mi sono avvicinata per fotografare era perché erano raggiungibili via pietre piatte dove era possibile inoltrarsi senza correre grandi pericoli. Dovete tener conto che avevo appresso due persone che mi ripetevano: NON andare nell'erba alta ci sono SERPENTI, psss… psssssssssss….. E anche se certo non mi lascio condizionare da questo, in parte era anche vero ciò che dicevano, e dall'altra come genitrice ho sempre anche una funzione di dare il buon esempio. Quindi mi sono contenuta parecchio scratch .

Questo video tecnicamente poi è un disastro. Un unica camera che lavora (niente interscambio), niente riprese sulla persona che cammina (mi han lasciato spesso sola perché più lenta e mi fermavo per fotografare o riposare i piedi all'ombra), riprese mosse - fra la difficoltà di riprendere in discesa tenendo la gonna tirata indietro in modo che non coprisse i piedi + interscambiare con la frasca da ventilare sopra la camera in modo che non si veda - e infine ho provato a correggere le scosse dei movimenti con la funzione di stabilizzazione. Secondo me è 'no schifo… (cosa dite voi ?), forse è perché non sono abituata a guardare immagini in movimento corrette con questa "tecnica", ma a me viene quasi il mal di mare a guardare le immagini nel dettaglio.
Ho dimenticato poi anche di inserire le poche immagini del percorso di ritorno dalla spiaggia, perché sono finite in una altra cartella. Nella seconda video-camera c'era ancora un po' di batteria, e ho ripreso ancora quel tanto possibile. Avevamo in tutto 4 accu-batterie dietro.

Due sole bottiglie d'acqua, che per il ritorno era diventata ormai solo una. Un gps che almeno ci indicava dove in linea d'aria si trovava il santuario, e mia figlia nell'ultimo pezzo si è sentita male e abbiamo dovuto sostenerla sotto le ascelle. Lei e suo padre sono spesso andati avanti correndo (si lasciavano irritare dall'assalto delle zanzare) sbagliando percorso e dovendo tornare indietro e aspettare che io arrivassi e cercassi il giusto percorso (una volta mi sono sbagliata anche io di un centinaio di metri, poi menomale mi sono accorta che andavamo fuori linea e siamo tornati indietro subito). Loro poi non hanno mantenuto un tempo costante di camminata come ho fatto io (lento), e in ogni modo visto in complesso nelle sue diverse difficoltà, era un giro molto pesante anche per un adulto. Dal santuario sono un paio di ore fino alla baia e un ora e mezza minimo di ritorno, senza contare il primo pezzo di tragitto fino al santuario. Diciamo 5 ore di marcia in condizioni direi abbastanza "estreme".

Dalla spiaggia siamo risaliti nella foresta in linea d'aria (chiudendo un triangolo) per ritornare all'auto senza tornare al santuario. Una volta raggiunta la strada asfaltata (i miei calcoli erano giusti) abbiamo incontrato dapprima una coppia di francesi che arrivava a piedi "calzati" dall'estuario del fiume Ropotamo e ci hanno sorpassato, poi dopo alcuni chilometri incontriamo 3 auto parcheggiate dall'altro lato della strada dove alcune famiglie sono in procinto di ripartire. Li avvisiamo che avevano lasciato sul tetto dell'auto una maglietta ma d'apprima sembrano non capire cosa gli segnaliamo, poi si rivolgono a me che ero l'ultima in fila e un paio di metri indietro e io gli ho mostrato con segni delle mani dove dovevano guardare. A questo punto hanno capito, hanno riso e ringraziato con cenni della testa e delle mani.
Di ritorno, alcuni minuti dopo queste 3 auto ci passano a lato e l'ultima, la più grande e spaziosa si ferma e ci chiede se può accompagnarci da qualche parte. SSSSSSSSÌ GRAZIE!!!!!!! Rispondo io Very Happy Very Happy Very Happy !!!!!! Anche mia figlia tira un sospiro di sollievo e in pochi minuti (una decina) arriviamo finalmente al parcheggio dell'auto. Appena ripartiti incontriamo la coppia di francesi che ci aveva superato a piedi prima di incontrare le auto, e visto che già quando li abbiamo incontrati prima erano stanchi e affannati come noi anche se non lo davano a vedere... Wink , gli abbiamo chiesto anche a loro se li potevamo portare da qualche parte. Ben felici salgono e in effetti gli risparmieremo anche a loro l'ultima dura mezz'ora di cammino.

Tutto è bene ciò che finisce bene!
Ma per rifare un giro simile (completo fino a Beglik Tash e poi oltre, fino alla baia di St. Paraskeva e ritorno), dovrei avere delle forti motivazioni. Così tanto per farlo NO. E non lo consiglio nemmeno a chi ha una media esperienza di barefooting. È un giro direi solo per adulti (se fatto completo), e al meglio con specifica attrezzatura dietro in caso, per accamparsi per la notte. Farlo in un unica tirata senza fermarsi, oltre che estenuante è anche un vero peccato.

Ho visto invece "orme" di "mountain bike" dove non c'era più sentiero e in effetti penso questo sia un buon mezzo per muoversi lì in giro.



Buona visione. C.
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 54
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  Rei il Mar Nov 23 2010, 20:37

Nota tecnica: la dissolvenza finale con l'ultraleggero è una finezza da professionista. Complimenti.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2640
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  contessa scalza il Mar Nov 23 2010, 21:40

Rei ha scritto:Nota tecnica: la dissolvenza finale con l'ultraleggero è una finezza da professionista. Complimenti.
Grazie dell'incoraggiante commento.
Sono certa che tu non hai avuto bisogno degli occhiali per trovarlo il passaggio, per me invece è stato necessario avere il culo di essere in quel momento lì e di riuscire a fotografare in pochi secondi e con gli ultimi secondi della batteria della fotocamera l'ultraleggero che ha sorvolato la foresta. Ma detto fra noi, quello è uno dei pochi passaggi che in questo video salverei... Wink cat .
Ciao cristiana
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 54
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  ALEBO il Mer Nov 24 2010, 12:02

contessa scalza ha scritto:
Rei ha scritto:Nota tecnica: la dissolvenza finale con l'ultraleggero è una finezza da professionista. Complimenti.
Grazie dell'incoraggiante commento.
Sono certa che tu non hai avuto bisogno degli occhiali per trovarlo il passaggio, per me invece è stato necessario avere il culo di essere in quel momento lì e di riuscire a fotografare in pochi secondi e con gli ultimi secondi della batteria della fotocamera l'ultraleggero che ha sorvolato la foresta. Ma detto fra noi, quello è uno dei pochi passaggi che in questo video salverei... Wink cat .
Ciao cristiana
E' vero che l'ultimo video è un po' monotono, ma anche questo ha i suoi pregi, cioè ci fa vedere il percorso accidentato che hai fatto scalza e penso che questo non sia proprio da buttare, ancora complimenti per tutti i tuoi filmati.Ciao.
avatar
ALEBO

Numero di messaggi : 448
Data d'iscrizione : 26.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  freealex il Mer Nov 24 2010, 21:36

Più avvincente di una serie televisiva ...
avatar
freealex

Numero di messaggi : 155
Età : 53
Data d'iscrizione : 06.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  contessa scalza il Gio Nov 25 2010, 09:05

ALEBO ha scritto:E' vero che l'ultimo video è un po' monotono, ma anche questo ha i suoi pregi, cioè ci fa vedere il percorso accidentato che hai fatto scalza e penso che questo non sia proprio da buttare, ancora complimenti per tutti i tuoi filmati.Ciao.
Grazie Alebo. È esattamente così come dici. Spero quindi in compenso nella prossima puntata, che è anche l'ultima della serie, di divertirvi un pochino di più. Per questo ho lasciato che si sentano anche i dialoghi reali, che in questo caso commentano da soli egregiamente le immagini.
Ciao Cristiana
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 54
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  contessa scalza il Gio Nov 25 2010, 09:14

freealex ha scritto:Più avvincente di una serie televisiva ...
Questo è un complimento che spiazza proprio! Wow, sono felicissima di sentirlo!
Spero proprio allora, che anche la fine ti lasci soddisfatto.
Graze Cristiana
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 54
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Barefoot Beyond Beglik Tash

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum