Vegetariani & Vegani

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  paolo883 il Mar Nov 16 2010, 15:49

Dimenticavo, io sono un low carb convinto da 5 mesi. La mia energia arriva al 60% dai grassi (burro, lardo, uova, olio di oliva, frutta secca, non grassi industriali) e cerco di non andare oltre ai 100g di carboidrati al giorno.

Le sensazioni sono assolutamente eccezionali. Stabilità dell'energia nel corso della giornata, nessun disturbo gastrico, più voglia di fare (ero abbastanza abulico prima, adesso per niente).

Per chi ne volesse sapere di più, ho appena aperto una pagina su facebook: http://www.facebook.com/#!/pages/Butta-la-pasta-tutto-sullalimentazione-low-carb/127901677265733, oppure può chiedere direttamente a me.

Ciao,

Paolo

paolo883

Numero di messaggi : 31
Data d'iscrizione : 07.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  Andrea Grasselli il Mar Nov 16 2010, 21:39

paolo883 ha scritto:P.S. spero vivamente di averti spaventato, così magari ci ripensi e cambi idea :-)
ciao Paolo,

ci vuole ben altro per spaventarmi.

sono cosciente che, dal momento che vivo, ho un impatto sul pianeta. ma il fatto di non potere annullare il mio impatto non è un motivo per non ridurlo!

sai che per produrre 1 kg di carne ci vogliono in media 12 kg di cereali? quindi, mangiando carne si consumano 12 volte più cereali che in assunzione diretta. vogliamo parlare delle quantità d'acqua?
dal sito www.saicosamangi.info :
Il 70% dell'acqua utilizzata sul pianeta è consumato dalla zootecnia e dall'agricoltura (i cui prodotti servono per la maggior parte a nutrire gli animali d'allevamento). Quasi la metà dell'acqua consumata negli Stati Uniti è destinata alle coltivazioni di alimenti per il bestiame. ... L'acqua richiesta per produrre vari tipi di cibo vegetale e foraggio varia dai 500 ai 2000 litri per chilo di raccolto prodotto. Il bestiame utilizza in modo diretto solo l'1,3% dell'acqua usata in totale in agricoltura; tuttavia, se si prende in considerazione anche l'acqua richiesta per la coltivazione dei cereali e del foraggio per uso animale, la quantità d'acqua richiesta è enormemente più elevata. ... In organizzazioni come l'OMS e la FAO, aumenta sempre di più la preoccupazione per l'impatto dell'allevamento industriale sull'utilizzo delle terre coltivabili e conseguentemente sulla possibilità o meno di nutrire il mondo in modo efficiente. Esse affermano: "L'aumento del consumo di prodotti animali in paesi come il Brasile e la Cina (anche se tali consumi sono ancora ben al di sotto dei livelli del Nord America e della maggior parte degli altri paesi industrializzati) ha anche considerevoli ripercussioni ambientali. Il numero di persone nutrite in un anno per ettaro varia da 22 per le patate, a 19 per il riso fino a solo 1 e 2 persone rispettivamente per il manzo e l'agnello. Allo stesso modo, la richiesta d'acqua diventerà probabilmente uno dei maggiori problemi di questo secolo. Anche in questo caso, i prodotti animali usano una quantità molto maggiore di questa risorsa rispetto ai vegetali." (Fonte: WHO/FAO, Diet, nutrition, and the prevention of chronic disease. Report of the Joint WHO/FAO expert consultation, 26 April 2002)
a preoccuparsi di questi dati allarmanti sono organizzazione come l'OMS e la FAO! ma è più facile fare finta di non sentire, perché non si vuole rinunciare alla bistecca nel piatto.

in quanto al conto sulla salute, ciò che scrivi mi fa veramente ridere: conosco persone che sono vegane da decenni e che sono in perfetta salute. è vero, si può essere vegani e mangiare male e rovinarsi la salute, ma la salute la rovina il mangiare male, non l'essere vegani.

anch'io ti consiglio qualche lettura:
www.saicosamangi.info
www.infolatte.it
www.nutritionecology.org

ti invito inoltre a riflettere, la prossima volta che mangerai carne, su CHI c'è nel tuo piatto e non cosa c'è nel tuo piatto.

un saluto dalla svizzera.

Andrea



avatar
Andrea Grasselli

Numero di messaggi : 388
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  paolo883 il Mer Nov 17 2010, 15:57

Non ho voglia di intavolare una discussione. Se vuoi leggere qualcosa sulla sostenibilità di un'alimentazione vegana vs. alimentazione onnivora dai pure un'occhiata a questo link (è una recensione del libro che ho linkato nel messaggio precedente)

http://donmatesz.blogspot.com/2009/11/vegetarian-myths-review-part-2.html

Paolo


paolo883

Numero di messaggi : 31
Data d'iscrizione : 07.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  Rei il Mer Nov 17 2010, 16:53

Ok, buttiamola sul ridere:

Australopithecus Boisei
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2638
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  bfpaul il Mer Nov 17 2010, 19:28

paolo883 ha scritto:Non ho voglia di intavolare una discussione. Se vuoi leggere qualcosa sulla sostenibilità di un'alimentazione vegana vs. alimentazione onnivora dai pure un'occhiata a questo link (è una recensione del libro che ho linkato nel messaggio precedente)

http://donmatesz.blogspot.com/2009/11/vegetarian-myths-review-part-2.html

Paolo
Questo è un altro tema che come la guerra, la politica, la religione, la caccia e così via, fa schierare "pro" o "contro". Sembra che negli ultimi tempi stiamo andando a caccia di tutti questi temi ed ogni tanto ci scappa il fraintendimento e qualche improperio.
Raccomando a tutti nervi saldi e topic nel posto giusto; evitiamo quanto più possibile l'OT e andiamo nel sottoforum delle chiacchere in libertà.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  hadashi il Mer Nov 17 2010, 19:31

(premessa: vuole essere una *battuta*, e non intendo in *nessun* modo offendere gli omosessuali (alcuni dei miei migliori amici lo sono) oppure i vegetariani/vegani...tolleranti Wink)

di solito si dice "sei quello che mangi", no ?
beh, io preferisco essere un Hamburger (cioè un abitanto di Amburgo) che un finocchio! Wink

avatar
hadashi

Numero di messaggi : 772
Età : 46
Data d'iscrizione : 08.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  hadashi il Mer Nov 17 2010, 19:39

upps; scusa, Paul, non avevo visto il messaggio dell'arbitro Wink
non volevo avere l'ultima parola Razz
avatar
hadashi

Numero di messaggi : 772
Età : 46
Data d'iscrizione : 08.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  Andrea77 il Mer Nov 17 2010, 21:57

avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  lucignolo il Mer Nov 17 2010, 22:34

Andrea Grasselli ha scritto:sai che per produrre 1 kg di carne ci vogliono in media 12 kg di cereali? quindi, mangiando carne si consumano 12 volte più cereali che in assunzione diretta. vogliamo parlare delle quantità d'acqua?
No, vuol dire che per fare l'equivalente di un chilo di carne devi produrre ed introdurre dodici chili di cereali.
E questo conferma il concetto indiscutibile che le proteine vegetali hanno un valore biologico di gran lunga inferiore a quello delle proteine animali.
Se tu avessi letto bene il mio post in "chiacchiere in libertà" lo avresti capito senza bisogno di andare a citare siti di parte.
Ho precisato che tutto si può fare, ma che nutrirsi di sole proteine vegetali è rischioso se non si seguono linee guida attendibili e condivise dalla comunità scientifica internazionale.
Mi sembra che il mio intervento sia stato, invece, volutamente ignorato.
Se ci si vuole ancorare alle proprie convinzioni, liberissimi di mangiare anche la resina delle piante, ma almeno sostenete le vostre affermazioni con competenza professionale.
E siete davvero sicuri che tutti i siti vegan siano così professionali?
Perché non basta il blasone di una laurea, servono argomentazioni solide ed indiscutibili: come un teorema che viene dimostrato utilizzando affermazioni già condivise da tutti per arrivare ad una conclusione certa.
Quasi la metà dell'acqua consumata negli Stati Uniti è destinata alle coltivazioni di alimenti per il bestiame. ... L'acqua richiesta per produrre vari tipi di cibo vegetale e foraggio varia dai 500 ai 2000 litri per chilo di raccolto prodotto. Il bestiame utilizza in modo diretto solo l'1,3% dell'acqua usata in totale in agricoltura; tuttavia, se si prende in considerazione anche l'acqua richiesta per la coltivazione dei cereali e del foraggio per uso animale, la quantità d'acqua richiesta è enormemente più elevata. ...
Ma che bravo!
Se abolissimo gli animali, dovremmo consumare 12 chili di cereali per ogni chilo di carne non consumata, perché per mantenerci in buona salute (come mi sembrava di aver spiegato nel mio post in "chiacchiere in libertà") si deve utlizzare una miscela corposa di vegetali per compensare la mancanza di aminoacidi essenziali tipica delle proteine vegetali.
E dato il minore valore biologico delle proteine vegetali bisogna incrementare sia la varietà che la quantità di cibi vegetali introdotti: il risultato finale dell'equazione non cambia.
Il possibile impatto ambientale è tutto da valutare, con dati numerici a lungo termine e non con le chiacchiere di qualche guru ambientalista.
Sempre se tu avessi letto il mio post, avresti anche capito che il vero problema è l'eccesso alimentare e la mancanza di attività fisica, unitamente ad altri fattori di rischio come un uso intensivo del tabacco (come, del resto, citato in uno dei siti che tu hai indicato).
Si sta male non perché si mangia carne, ma perché introduciamo calorie per una persona e mezza facendo attività fisica per mezza persona.
Se non vi mettete in testa questo elementare concetto che non richiede davvero un'intelligenza superiore, rischieremo di farci abbagliare da mille correnti alimentariste, spesso (e non ho detto sempre) basate più sul desiderio di scienziati mediocri di mettersi in luce in un rullare di tamburi mediatici che su principi biologici davvero solidi e comprovati.
Ma alla fine, che c'entra questo coi piedi nudi?
Avevo dirottato il tutto sulle chiacchiere in libertà, ma vedo che insistete qui.
C'è un motivo particolare?
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  paolo883 il Gio Nov 18 2010, 12:45


Quello è un film assolutamente ridicolo. Se mangi 5000 calorie al giorno ingrassi anche se quelle calorie arrivano tutte da soia e verdure.

Ti consiglio di guardare anche il film che ha dato origine a questo blog. Nel film l'autore mangia da mac donald per un mese stando a 2000 calorie e 100 g di carboidrati al giorno e finisce per perdere un po' di chili oltre a migliorare i valori del sangue. Oltretutto dimostra pure che Morgan Spurlock in Super Size Me racconta un sacco di balle quanto alle calorie ingurgitate (in pratica è abbastanza probabile che oltre a mangiare da mac donald si strafogasse di altro in segreto).

http://www.fathead-movie.com/

Ciao,

Paolo

paolo883

Numero di messaggi : 31
Data d'iscrizione : 07.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  paolo883 il Gio Nov 18 2010, 15:34


paolo883

Numero di messaggi : 31
Data d'iscrizione : 07.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  paolo883 il Gio Nov 18 2010, 16:21

lucignolo ha scritto:

Gli eccessi non fanno mai bene, sia che si tratti di carne, zuccheri, grassi o vitamine.


Sono abbastanza convinto che un eccesso di grassi (purchè sani) si manifesti ben oltre il livello in cui non li si desidera più (in pratica sono convinto che tutta la teoria del colesterolo sia assolutamente campata per aria).


paolo883

Numero di messaggi : 31
Data d'iscrizione : 07.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  bfpaul il Gio Nov 18 2010, 16:57

paolo883 ha scritto:
lucignolo ha scritto:

Gli eccessi non fanno mai bene, sia che si tratti di carne, zuccheri, grassi o vitamine.


Sono abbastanza convinto che un eccesso di grassi (purchè sani) si manifesti ben oltre il livello in cui non li si desidera più (in pratica sono convinto che tutta la teoria del colesterolo sia assolutamente campata per aria).


ATTENZIONE, HO TOLLERATO ABBASTANZA L'OT.
Un altro post e chiudo la discussione.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  Rei il Lun Nov 14 2011, 15:06

Ho sempre detto, anche in altri post, che una dieta vegetariana, se fatta con criterio e senza seguire teorie astruse, non solo non compromette la salute, ma può anche essere salutare.
E lo dice uno che la carne la mangia (senza esagerare).
Al di là dei propri gusti e/o convinzioni etiche, la cosa migliore è dare la parola agli esperti; su un blog, tenuto da un medico, che di dedica allo sbugiardamento di ciarlatani e delle loro teorie cervellotiche ho trovato un bellissimo articolo che, dopo un'introduzione dice testualmente:
Non tutti sanno che la scelta vegetariana, oculata, controllata e bilanciata favorisce la nostra salute al contrario di una dieta molto ricca di proteine animali. Altri ancora non sanno che la carne "alla brace" o molto cotta, non solo non è salutare ma addirittura può favorire lo sviluppo di malattie gravi tra le quali il cancro. Non tutti sanno che i conservanti della carne (i nitriti ed i nitrati, controllate pure, sono in tutta la carne in commercio) sono cancerogeni.
Continuando però distingue tra una dieta informata ed efficace e diete dannose basate su teorie strampalate (dalla dieta del muco al fruttarianesimo), distinguendo tra vegetarianesimo consapevole (salutare) ed ossessivo (dannoso).
Ecco il link:
Dieta vegetariana: salute o ossessione?
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2638
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  lucignolo il Mar Nov 15 2011, 00:05

Rei ha scritto:Non tutti sanno che la scelta vegetariana, oculata, controllata e bilanciata favorisce la nostra salute al contrario di una dieta molto ricca di proteine animali. Altri ancora non sanno che la carne "alla brace" o molto cotta, non solo non è salutare ma addirittura può favorire lo sviluppo di malattie gravi tra le quali il cancro. Non tutti sanno che i conservanti della carne (i nitriti ed i nitrati, controllate pure, sono in tutta la carne in commercio) sono cancerogeni.
Forse, e sottolineo il forse, la mia professionalità ed i post scritti da me continuano ad essere messi in discussione senza cognizione di causa.
Non sono l'oracolo di Delfi, ma non lo sono nemmeno certi nutrizionisti di riviste mensili in cerca di discutibile notorietà.
Ho già sentito la stupidaggine della carne alla brace cancerogena e mi stupisco che ci sia ancora gente che beve tutto ciò che passano i media.
Insomma, non è che poiché milioni di mosche mangiano merda, allora è giusto farlo: in realtà è sufficiente che lo propini quella tal rivista di moda, con l'articolo del prof. Taldeitali (che scrive in modo totalmente disinteressato?) per ritenerla una verità assoluta.
Signori, usate il cervellino e quelle poche nozioni che vi ha fornito una cultura media: può essere abbastanza in molti casi.
Ho fatto mille volte la carne alla brace, ma c'è una procedura che può definirsi scorretta, in parte dettata dalla fretta.
Le brace devono essere al massimo della loro combustione, con quella patina leggera di cenere che assume un colorino grigio quasi bianco: è il calore che cuoce, non il fumo e nemmeno la fiamma viva.
È che, di solito, per paura che tutto si spenga, si aggiunge una buona manciata di carbonella, con il risultato di produrre particelle incombuste, ricche di sostanze cancerogene.
Ci vuole pazienza e buon senso ed utilizzare brace vive prive di elementi ancora nelle prime fasi della combustione.
È strano che ci si preoccupi di questi particolari senza pensare ai pericoli di conservanti, coloranti ed ormoni di cui sono infarcite le carni per accrescere la resa: belle bistecche di un rosso innaturale, che diventano la metà durante la cottura.
Le verdure? Sì, bene, ma il giusto sta nel mezzo.
La dieta migliore è quella multivariata e poi nemmeno i vegetali crescono sull'Olimpo: assorbono cio che versiamo nei terreni e li vogliamo sempre più rigogliosi e sempre più abbondanti in ogni stagione.
Serve che vi indichi il rovescio della medaglia?
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  Rei il Mar Nov 15 2011, 08:49

Lungi da me mettere in dubbio la tua preparazione, anzi, per me sei un'inesauribile fonte di informazioni.
La frase provocatoria usata dal medico, serve soprattutto ad attirare l'attenzione di chi, avendo fatto una scelta di vita vegetariana, si affida a diete strampalate e dannose basate su teorie cervellotiche invece che ad una dieta sana e bilanciata.
La frase serve infatti a portare queste persone a leggere l'articolo, nel quale, credo, troverai molti degli argomenti da te esposti nel tempo (vitamina B12 in primis).
Quanto alle affermazioni su carne e conservanti, tu stesso confermi che la carne grigliata male e non a regola d'arte produce sostanze cancerogene.
E, come fai tu, informare invece come trattarla correttamente, è un'ottima cosa che non ci si deve stancare di ripetere, proprio per salvaguardare la nostra salute.
Quanto a nitriti e nitrati, la loro quantità è stata ridotta a quantità minime, proprio perché l'eccesso di queste sostanze (l'eccesso, non la presenza) si è dimostrato dannoso.
E tu sai bene che quasi sempre non è la presenza di una sostanza a far male, ma la sua quantità eccessiva.
Mio padre mi faceva l'esempio dell'acqua: cosa c'è di più salutare di un bel bicchiere di acqua cristallina? Però costringi uno a berne cinque litri in cinque minuti e quello schiatta. Questione di quantità, appunto.
Comunque se l'articolo linkato porta qualche vegetariano a scegliere una dieta sana e bilanciata al posto di una dannosa, avrò raggiunto il mio scopo.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2638
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  cyberteam il Mar Nov 15 2011, 09:33

Ma......

Mangiare un pò di tutto e mangiare nel complesso un pò di meno, no ?
Ci si risparmierebbero un sacco di ragionamenti cervellotici.
Magari si impegna la CPU cerebrale su qualche pensiero + produttivo Smile

Very Happy
avatar
cyberteam

Numero di messaggi : 593
Data d'iscrizione : 16.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  lucignolo il Mar Nov 15 2011, 21:29

Rei ha scritto:Lungi da me mettere in dubbio la tua preparazione, anzi, per me sei un'inesauribile fonte di informazioni.
Ho voluto provocare, ma il forse lo dovevo mettere per non rendere troppo forti i miei dubbi.
Mio padre mi faceva l'esempio dell'acqua: cosa c'è di più salutare di un bel bicchiere di acqua cristallina? Però costringi uno a berne cinque litri in cinque minuti e quello schiatta. Questione di quantità, appunto.
Esatto.
Pensa che i medici con cui lavoro lamentano, ad esempio, casi di gravi malori estivi in pazienti che bevono litri di acqua iposodica in una stagione (parlo di estate, ovviamente) in cui si dovrebbero compensare le perdite di sodio e di cloro dovute ad una sudorazione eccessiva.
E la pubblicità ha le sue colpe.
Le limitazioni nell'assunzione di cloruro di sodio sono indicate solo in alcune patologie (es. ipertensione arteriosa) e se è vero che oggi si tende ad esagerare col sale da cucina, è altrettanto vero che non si può in alcun modo generalizzare.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  lucignolo il Mar Nov 15 2011, 21:56

cyberteam ha scritto:Ma......

Mangiare un pò di tutto e mangiare nel complesso un pò di meno, no ?
Ci si risparmierebbero un sacco di ragionamenti cervellotici.
Magari si impegna la CPU cerebrale su qualche pensiero + produttivo Smile
È proprio questo il punto.
Come ho detto e ripetuto mille volte, i civilizzati mangiano per tre e continuano a pensare che il pianeta non abbia cibo sufficiente per tutti.
Sono i corollari di questa mentalità e le scuse inventate per mettere pezze inutili alla nostra salute minata da eccessi alimentari e da assoluta scarsità di attività fisica a creare ragionamenti cervellotici.
Vendere ciò che si produce, consumare rapidamente ciò che si è prodotto per mantenere alta la richiesta e ricominciare a produrre ciò che deve essere venduto e comprato, creando ulteriori o mantenendo posti di lavoro per autoalimentare la vite senza fine.
Ho paura che non potremo sostenere oltre questo serpente tritatutto che si morde la coda e questo serpente investe anche il settore alimentare.
Ed è strano come si creano mostri a due teste: da un lato l'immagine che magro è bello a costo di indurre all'anoressia, dall'altra che il bambino paffuto, obeso dall'età prescolare è il simbolo del benessere e scoppia di salute.
Ahimé, si inventano mille diete (leggi: rinunce punitive e poco sostenibili dal punto di vista psicologico) più o meno discutibili pur di non rinunciare alla quantità e pur di non aprire (che sacrificio, eh!?) i rubinetti delle uscite energetiche.
Non si ha tempo, mai: per i figli, per il partner, nemmeno per se stessi.
E si continua ad essere infartuati ed ipertesi sempre più spesso.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Direi che...

Messaggio  Yogi Anam il Mer Giu 27 2012, 15:58

Elan ha scritto:Beh, se mangi uova, non sei di certo vegetariana. Comunque a giudicare dalle tue performance in allenamento, direi che stai seguendo una dieta ben equilibrata Smile

...c'è un po' di confusione in questo posto. Esistono 4 tipologie di vegetarianesimo, al mondo... E la dieta che accetta il mangiar uova comprende la metà di questa classificazione, ed il 70% dei vegetariani del pianeta terra. L'Organizzazione Mondiale della Sanità contribuì a classificare le persone che mangiano vegetariano, aiutando a determinare le differenze tra:

1. Latto-ovo-vegetariani: il termine è abbastanza comprensibile, direi. La maggioranza al mondo di vegetariani.
2. Ovo-vegetariani: Stessa categoria di sopra, ma esclude chi ad esempio non digerisce o tollera latte e derivati, latticini, formaggi ecc ecc...
3. Latto-vegetariani: tipici della zona dell'indocina, o comunque del sud-est asiatico. Uova al bando, solamente.
4. Vegani (ciò che forse stavi intendendo): vegetali e legumi (terrestri e/o marini) di qualunque sorta, ad esclusione di qualsiasi prodotto sia di origine animale.

I vegetariani sono coloro che non masticano ciò che un tempo poteva masticare (o comunque digerire). Tutto qui.
Poooooi, se vogliamo essere più specifici, ok: se mangi uova non puoi essere VEGANO. E non fa una piega...

Su Wikipedia, strano ma vero, trovi una buona sintesi riguardo l'argomento, ti consiglio di sbirciare li a tempo perso Smile Un saluto ed un sorriso

Anam
avatar
Yogi Anam

Numero di messaggi : 1
Età : 31
Data d'iscrizione : 30.04.12

http://www.facebook.com/taozenaum

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  aldo1953 il Mer Giu 27 2012, 16:24

lucignolo ha scritto:
cyberteam ha scritto:Ma......

Mangiare un pò di tutto e mangiare nel complesso un pò di meno, no ?
Ci si risparmierebbero un sacco di ragionamenti cervellotici.
Magari si impegna la CPU cerebrale su qualche pensiero + produttivo Smile
È proprio questo il punto.
Come ho detto e ripetuto mille volte, i civilizzati mangiano per tre e continuano a pensare che il pianeta non abbia cibo sufficiente per tutti.
Sono i corollari di questa mentalità e le scuse inventate per mettere pezze inutili alla nostra salute minata da eccessi alimentari e da assoluta scarsità di attività fisica a creare ragionamenti cervellotici.
Vendere ciò che si produce, consumare rapidamente ciò che si è prodotto per mantenere alta la richiesta e ricominciare a produrre ciò che deve essere venduto e comprato, creando ulteriori o mantenendo posti di lavoro per autoalimentare la vite senza fine.
Ho paura che non potremo sostenere oltre questo serpente tritatutto che si morde la coda e questo serpente investe anche il settore alimentare.
Ed è strano come si creano mostri a due teste: da un lato l'immagine che magro è bello a costo di indurre all'anoressia, dall'altra che il bambino paffuto, obeso dall'età prescolare è il simbolo del benessere e scoppia di salute.
Ahimé, si inventano mille diete (leggi: rinunce punitive e poco sostenibili dal punto di vista psicologico) più o meno discutibili pur di non rinunciare alla quantità e pur di non aprire (che sacrificio, eh!?) i rubinetti delle uscite energetiche.
Non si ha tempo, mai: per i figli, per il partner, nemmeno per se stessi.
E si continua ad essere infartuati ed ipertesi sempre più spesso.

Riapro un vecchio post solo perchè vorrei raccontare una mia esperienza. Da molti anni non mangio carne rossa, senza problemi di salute, solo perchè non ammetto che si possa allevare un animale in condizioni tremende (informatevi se non lo sapete), al solo scopo di ucciderlo (idem). Non mangio neanche i conigli e anche il pollo mi crea problemi (psicologici). Arrivo al prosciutto solo per forza, qualche volta, ma senza goderne. Quanto alle uova, ne faccio un consumo moderato. Il latte liquido non mi interessa un gran chè, però sui formaggi non mi tiro indietro così come sul pesce. Detto questo racconto la mia esperienza in Namibia l' anno scorso. Venti giorni di campeggio a volte libero, tenda sul tetto della fuoristrada, 2° di notte e 30° di giorno, sempre piantare il campo ogni sera, cucinare sul fuoco, un paio di insabbiate da spalare per ore per uscirne. Ovvio che non potevo fare tanto lo schizzinoso sul cibo (certi campeggi sono riforniti solo dalla caccia o da sporadici surgelati). Risultato : alla fine avevo perso 5 kg che si erano trasformati in muscoli, ero quasi più belva delle belve che di notte venivano a mangiare i resti della nostra cena. poi, dopo un mesetto di scrivania, tutto era ritornato come prima. Morale : non è tanto quello che mangi a farti bene o male, ma il tuo generale stile di vita, se dobbiamo dimenticare che siamo in effetti animali fatti per muoversi e non per digitare su una tastiera... il patacrac è sempre alle porte.

aldo1953

Numero di messaggi : 1004
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  Elan il Mer Giu 27 2012, 18:24

Che fai, riapri il vaso di Pandora?

Una volta, quando vivevo in Africa, dato che un collega in partenza voleva festeggiare con un grosso spiedo di vitello, andai con un amico croato, che era un bravo macellaio, a scegliere la vittima sacrificale. I nostri bovini (un progetto sperimentale di allevamento per la Liberia) pascolavano tranquilli e felici in un terreno recintato (felici come può esserlo un bovino in Africa equatoriale, assediati come sono dalla mosca tze tze) e con occchio esperto il mio amico scelse quello che gli sembrava più adatto. Non sono tornato con lui quando lo ha macellato, ma mi è rimasta l'impressione di questa scelta quasi da lager, per cui ho reputato che la caccia sia cosa assai più naturale e giusta dell' allevamento, anche dal punto di vista della vittima. Ciononostante non ho smesso di mangiare carne rossa (proprio oggi ci siamo fatti fuori in 5 una tagliata di fiorentina da 2,5 Kg con rucola e grana), però capisco il punto di vista di Aldo circa gli allevamenti, specie quelli dove gli animali vivono in condizioni ingiustamente miserabili.

Per quanto riguarda i polli, mi fanno venire l'acquolina in bocca persino da vivi ....

avatar
Elan

Numero di messaggi : 1086
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  aldo1953 il Mer Giu 27 2012, 19:09

Elan ha scritto:Che fai, riapri il vaso di Pandora?

Una volta, quando vivevo in Africa, dato che un collega in partenza voleva festeggiare con un grosso spiedo di vitello, andai con un amico croato, che era un bravo macellaio, a scegliere la vittima sacrificale. I nostri bovini (un progetto sperimentale di allevamento per la Liberia) pascolavano tranquilli e felici in un terreno recintato (felici come può esserlo un bovino in Africa equatoriale, assediati come sono dalla mosca tze tze) e con occchio esperto il mio amico scelse quello che gli sembrava più adatto. Non sono tornato con lui quando lo ha macellato, ma mi è rimasta l'impressione di questa scelta quasi da lager, per cui ho reputato che la caccia sia cosa assai più naturale e giusta dell' allevamento, anche dal punto di vista della vittima. Ciononostante non ho smesso di mangiare carne rossa (proprio oggi ci siamo fatti fuori in 5 una tagliata di fiorentina da 2,5 Kg con rucola e grana), però capisco il punto di vista di Aldo circa gli allevamenti, specie quelli dove gli animali vivono in condizioni ingiustamente miserabili.

Per quanto riguarda i polli, mi fanno venire l'acquolina in bocca persino da vivi ....

No, no tutt' altro. L' argomento è personalmente esaurito e alla fine non così interessante. Solo ho pensato di dire la mia leggendo un nuovo intervento, premettendo che non amo riaprire argomenti vecchi. E poi alla fine nulla è definitivo, se non si cambiasse idea.... allora saremmo manichini, come qulcuno ci vorrebbe. E l' istinto sotto sotto lavora contro ogni elucubrazione mentale.

aldo1953

Numero di messaggi : 1004
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  Elan il Mer Giu 27 2012, 22:14

Ci mancherebbe altro ... è uno dei classici argomenti spinosi, ma non per questo meno interessanti. E' tipico dei popoli evoluti confrontarsi con questo genere di pensieri e con la propria "pietas", magari quelli che muoiono di fame un po 'meno... Secondo me è inevitabile nel momento in cui la sensibilità cresce, porsi certi problemi e risolverceli come meglio possiamo. L'errore è, come sempre, lasciarsi accecare dal fanatismo e pretendere di imporre agli altri le regole di vita che ci siamo dati.

avatar
Elan

Numero di messaggi : 1086
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  aldo1953 il Gio Giu 28 2012, 10:43

Elan ha scritto:Ci mancherebbe altro ... è uno dei classici argomenti spinosi, ma non per questo meno interessanti. E' tipico dei popoli evoluti confrontarsi con questo genere di pensieri e con la propria "pietas", magari quelli che muoiono di fame un po 'meno... Secondo me è inevitabile nel momento in cui la sensibilità cresce, porsi certi problemi e risolverceli come meglio possiamo. L'errore è, come sempre, lasciarsi accecare dal fanatismo e pretendere di imporre agli altri le regole di vita che ci siamo dati.


Infatti parlando bene e razzolando male mi pare di avvertire fin da qui il profumo della tua grigliata... confused
Diavolo di un Elan !
E complimenti per la splendida vacanza all' insegna della totale libertà.

Aldo

aldo1953

Numero di messaggi : 1004
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vegetariani & Vegani

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum