Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

E il piacere ?

Andare in basso

E il piacere ? Empty E il piacere ?

Messaggio  aldo1953 il Lun Mag 06 2019, 09:40

Vedo che un po' spesso il forum si tecnicizza a mio parere un po' troppo. Voglio dire che il continuare a parlare di possibili malattie, vantaggi posturali, scarpe più o meno adatte a... barefooter non faccia altro che accentuare la "stranezza" dell' andare scalzi, soprattutto all' occhio di chi non essendo barefooter si trovi a leggere il forum magari perchè qualcuno di noi gli ha dato un bigliettino.
Esiste forse un club di persone che vanno senza guanti e si scambiano opinioni sui rischi, i vantaggi e i tipi di guanti ?
Eppure sappiamo tutti quanto sia facile prodursi piccole ferite, abrasioni, scottature etc etc semplicemente usando le mani nella vita quotidiana.
Parliamo invece un po' di più dell' ineguagliabile piacere di camminare scalzi, avendo in pratica un senso in più, sentendosi più parte dell' ambiente.
Che poi l' andare scalzi rafforzi il piede e corregga spontaneamente alcuni problemi è un dato di fatto, personalmente nato e cresciuto con il continuo sentirmi ripetere di avere caviglie deboli e piedi piatti e l' inevitabile corollario di plantari, scarpe ortopediche, assurdi esercizi da ripetersi tutte le sere (camminare con il piede di taglio per mezz' ora, poi sulle punte, poi sui talloni) ma mai nessuno che abbia suggerito di tenermi scalzo almeno in casa: ho risolto tutto da quando vado scalzo praticamente tutto il giorno e non uso altro che i Lunasandal quando l' ambiente sociale lo richede (vedi argomento mogli/lavoro).
E poi puntando sul piacere si potrebbe stimolare più gente a provare, mentre parlando dgli inconvenienti (meno che minimi) li facciamo scappare.
Un esempio : sono appena tornato da una decina di giorni a Calcutta e dintorni, per strada non sono mai andato scalzo perchè gli Indiani riescono a buttare sul marciapiede tutto che quello che si può buttare e anche altro e mi sembrava davvero eccessivo, ma in albergo giravo sempre scalzo: ebbene all' inizio ero solo io, poi alla fine due ragazze inglesi e un ragazzo hanno seguito il mio esempio con evidente piacere.

aldo1953

Numero di messaggi : 1107
Età : 67
Data d'iscrizione : 08.11.11

Torna in alto Andare in basso

E il piacere ? Empty Re: E il piacere ?

Messaggio  Ospite il Lun Mag 06 2019, 10:54

aldo1953 ha scritto:Vedo che un po' spesso il forum si tecnicizza a mio parere un po' troppo. Voglio dire che il continuare a parlare di possibili malattie, vantaggi posturali, scarpe più o meno adatte a... barefooter non faccia altro che accentuare la "stranezza" dell' andare scalzi, soprattutto all' occhio di chi non essendo barefooter si trovi a leggere il forum magari perchè qualcuno di noi gli ha dato un bigliettino.
Esiste forse un club di persone che vanno senza guanti e si scambiano opinioni sui rischi, i vantaggi e i tipi di guanti ?
Eppure sappiamo tutti quanto sia facile prodursi piccole ferite, abrasioni, scottature etc etc semplicemente usando le mani nella vita quotidiana.
Parliamo invece un po' di più dell' ineguagliabile piacere di camminare scalzi, avendo in pratica un senso in più, sentendosi più parte dell' ambiente.
Che poi l' andare scalzi rafforzi il piede e corregga spontaneamente alcuni problemi è un dato di fatto, personalmente nato e cresciuto con il continuo sentirmi ripetere di avere caviglie deboli e piedi piatti e l' inevitabile corollario di plantari, scarpe ortopediche, assurdi esercizi da ripetersi tutte le sere (camminare con il piede di taglio per mezz' ora, poi sulle punte, poi sui talloni) ma mai nessuno che abbia suggerito di tenermi scalzo almeno in casa: ho risolto tutto da quando vado scalzo praticamente tutto il giorno e non uso altro che i Lunasandal quando l' ambiente sociale lo richede (vedi argomento mogli/lavoro).
E poi puntando sul piacere si potrebbe stimolare più gente a provare, mentre parlando dgli inconvenienti (meno che minimi) li facciamo scappare.
Un esempio : sono appena tornato da una decina di giorni a Calcutta e dintorni, per strada non sono mai andato scalzo perchè gli Indiani riescono a buttare sul marciapiede tutto che quello che si può buttare e anche altro e mi sembrava davvero eccessivo, ma in albergo giravo sempre scalzo: ebbene all' inizio ero solo io, poi alla fine due ragazze inglesi e un ragazzo hanno seguito il mio esempio con evidente piacere.
FINALMENTE UN ALTRO CHE LA PENSA COME ME !!!

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

E il piacere ? Empty Re: E il piacere ?

Messaggio  bfpaul il Lun Mag 06 2019, 13:02

Mau ha scritto:
aldo1953 ha scritto:Vedo che un po' spesso il forum si tecnicizza a mio parere un po' troppo. Voglio dire che il continuare a parlare di possibili malattie, vantaggi posturali, scarpe più o meno adatte a... barefooter non faccia altro che accentuare la "stranezza" dell' andare scalzi, soprattutto all' occhio di chi non essendo barefooter si trovi a leggere il forum magari perchè qualcuno di noi gli ha dato un bigliettino.
Esiste forse un club di persone che vanno senza guanti e si scambiano opinioni sui rischi, i vantaggi e i tipi di guanti ?
Eppure sappiamo tutti quanto sia facile prodursi piccole ferite, abrasioni, scottature etc etc semplicemente usando le mani nella vita quotidiana.
Parliamo invece un po' di più dell' ineguagliabile piacere di camminare scalzi, avendo in pratica un senso in più, sentendosi più parte dell' ambiente.
Che poi l' andare scalzi rafforzi il piede e corregga spontaneamente alcuni problemi è un dato di fatto, personalmente nato e cresciuto con il continuo sentirmi ripetere di avere caviglie deboli e piedi piatti e l' inevitabile corollario di plantari, scarpe ortopediche, assurdi esercizi da ripetersi tutte le sere (camminare con il piede di taglio per mezz' ora, poi sulle punte, poi sui talloni) ma mai nessuno che abbia suggerito di tenermi scalzo almeno in casa: ho risolto tutto da quando vado scalzo praticamente tutto il giorno e non uso altro che i Lunasandal quando l' ambiente sociale lo richede (vedi argomento mogli/lavoro).
E poi puntando sul piacere si potrebbe stimolare più gente a provare, mentre parlando dgli inconvenienti (meno che minimi) li facciamo scappare.
Un esempio : sono appena tornato da una decina di giorni a Calcutta e dintorni, per strada non sono mai andato scalzo perchè gli Indiani riescono a buttare sul marciapiede tutto che quello che si può buttare e anche altro e mi sembrava davvero eccessivo, ma in albergo giravo sempre scalzo: ebbene all' inizio ero solo io, poi alla fine due ragazze inglesi e un ragazzo hanno seguito il mio esempio con evidente piacere.
FINALMENTE UN ALTRO CHE LA PENSA COME ME !!!


Aldo, mi fa piacere che sei tornato, ma poi a Milano ci vedremo?
Ma veniamo alla questione che hai posto.
Nel Forum e quindi come Soci aggregati, ci sono molte persone che cercano informazioni e sicurezza per andare scalzi, a volte però la voglia c' è ma non è sufficiente.
Altri invece sono più decisi o hanno raggiunto una certa sicurezza e quindi vorrebbero aiutare gli altri a condividerla.
Tutto ciò va bene, benissimo anzi.
Il problema è che quelli "tosti", quelli "sicuri" e quelli "naturali" scrivono poco lasciando molto spazio agli altri, ai quali non par vero dire a ogni occasione i loro timori e le loro insicurezze, cercando forse di allontanarli in questo modo.
Dipende da noi fare del Forum uno strumento utile e propositivo. Diamoci una mano (o un piede e magari tutti e due..) per riuscirci.

Comunque, sarei almeno il terzo, Mau. Ma vedrai che ce ne sono ben di più!

bfpaul
bfpaul
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 3277
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Torna in alto Andare in basso

E il piacere ? Empty Re: E il piacere ?

Messaggio  FrancoR18 il Lun Mag 06 2019, 15:12

bfpaul ha scritto:
Mau ha scritto:
aldo1953 ha scritto:Vedo che un po' spesso il forum si tecnicizza a mio parere un po' troppo. Voglio dire che il continuare a parlare di possibili malattie, vantaggi posturali, scarpe più o meno adatte a... barefooter non faccia altro che accentuare la "stranezza" dell' andare scalzi, soprattutto all' occhio di chi non essendo barefooter si trovi a leggere il forum magari perchè qualcuno di noi gli ha dato un bigliettino.
Esiste forse un club di persone che vanno senza guanti e si scambiano opinioni sui rischi, i vantaggi e i tipi di guanti ?
Eppure sappiamo tutti quanto sia facile prodursi piccole ferite, abrasioni, scottature etc etc semplicemente usando le mani nella vita quotidiana.
Parliamo invece un po' di più dell' ineguagliabile piacere di camminare scalzi, avendo in pratica un senso in più, sentendosi più parte dell' ambiente.
Che poi l' andare scalzi rafforzi il piede e corregga spontaneamente alcuni problemi è un dato di fatto, personalmente nato e cresciuto con il continuo sentirmi ripetere di avere caviglie deboli e piedi piatti e l' inevitabile corollario di plantari, scarpe ortopediche, assurdi esercizi da ripetersi tutte le sere (camminare con il piede di taglio per mezz' ora, poi sulle punte, poi sui talloni) ma mai nessuno che abbia suggerito di tenermi scalzo almeno in casa: ho risolto tutto da quando vado scalzo praticamente tutto il giorno e non uso altro che i Lunasandal quando l' ambiente sociale lo richede (vedi argomento mogli/lavoro).
E poi puntando sul piacere si potrebbe stimolare più gente a provare, mentre parlando dgli inconvenienti (meno che minimi) li facciamo scappare.
Un esempio : sono appena tornato da una decina di giorni a Calcutta e dintorni, per strada non sono mai andato scalzo perchè gli Indiani riescono a buttare sul marciapiede tutto che quello che si può buttare e anche altro e mi sembrava davvero eccessivo, ma in albergo giravo sempre scalzo: ebbene all' inizio ero solo io, poi alla fine due ragazze inglesi e un ragazzo hanno seguito il mio esempio con evidente piacere.
FINALMENTE UN ALTRO CHE LA PENSA COME ME !!!


Aldo, mi fa piacere che sei tornato, ma poi a Milano ci vedremo?
Ma veniamo alla questione che hai posto.
Nel Forum e quindi come Soci aggregati, ci sono molte persone che cercano informazioni e sicurezza per andare scalzi, a volte però la voglia c' è ma non è sufficiente.
Altri invece sono più decisi o hanno raggiunto una certa sicurezza e quindi vorrebbero aiutare gli altri a condividerla.
Tutto ciò va bene, benissimo anzi.
Il problema è che quelli "tosti", quelli "sicuri" e quelli "naturali" scrivono poco lasciando molto spazio agli altri, ai quali non par vero dire a ogni occasione i loro timori e le loro insicurezze, cercando forse di allontanarli in questo modo.
Dipende da noi fare del Forum uno strumento utile e propositivo. Diamoci una mano (o un piede e magari tutti e due..) per riuscirci.

Comunque, sarei almeno il terzo, Mau. Ma vedrai che ce ne sono ben di più!

bfpaul

Senz'altro il forum da una mano ai neofiti e ne ha data una grossa a me i primo momenti. Poi sta ad ognuno di noi condividere i momenti facili e difficili di questa "scelta naturale" (odioso virgolettato ma necessario). Chi preferisce fare il resoconto giornaliero e chi partecipare solamente nelle questioni che ritiene necessario. Non è una critica anzi: fa parte del proprio carattere. Che utenti storici scrivano poco o altri non scrivano proprio? Fa parte dell'evoluzione del/dei forum e ne ho vissuta in prima persona in un altro che frequentavo di tecnologia.
PS: non è una critica tutt'altro, ma un analisi sociologia del percorso di studi fatto in passato che tengo sempre allenato Smile

Poi sapete come la vivo scalzo io: senza obblighi, problemi, seghe mentali e cosa. Oggi le condizioni non ci sono? (vedi lavoro, dress code necessario o cantiere/magazzino?) Sarà per il prossimo giorno Very Happy
FrancoR18
FrancoR18

Numero di messaggi : 333
Età : 32
Data d'iscrizione : 20.09.15

Torna in alto Andare in basso

E il piacere ? Empty Re: E il piacere ?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.