Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

A piedi nudi sulla neve rossa

Andare in basso

A piedi nudi sulla neve rossa Empty A piedi nudi sulla neve rossa

Messaggio  vecchio scarpone il Gio Giu 04 2020, 21:00

giugno 2020
escursione scalza in alta montagna, ai Laghetti Corvo in Val di Rabbi (Parco Nazionale dello Stelvio)
poter tornare a calpestare la neve rossa!

A piedi nudi sulla neve rossa 20200613
A piedi nudi sulla neve rossa 20200614

A piedi nudi sulla neve rossa 20200615

A piedi nudi sulla neve rossa 20200616

vecchio scarpone

Numero di messaggi : 45
Data d'iscrizione : 28.08.11

Torna in alto Andare in basso

A piedi nudi sulla neve rossa Empty Re: A piedi nudi sulla neve rossa

Messaggio  Grand Choeur il Ven Giu 05 2020, 08:44

Che bellezza!
E che sensazione dev'essere affondare i piedi nella neve!
Da cosa dipende la colorazione rossa? Qualche polline?

_________________
L'impossibile non esiste.
Grand Choeur
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 1207
Età : 43
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Torna in alto Andare in basso

A piedi nudi sulla neve rossa Empty Re: A piedi nudi sulla neve rossa

Messaggio  vecchio scarpone il Ven Giu 05 2020, 15:46

"Che bellezza!
E che sensazione dev'essere affondare i piedi nella neve!
Da cosa dipende la colorazione rossa? Qualche polline?"

Rispondo volentieri a Grand Choer:

nella neve è proprio bello, abito in un posto dove riesco a camminare sulla neve in tutti i mesi dell'anno.

La caratteristica colorazione rossa della neve è dovuta alla presenza nella neve di un'alga unicellulare, la Chlamydomonas nivalis. Questa cresce nella neve e produce delle spore che vengono alla superficie in occasione dello scioglimento progressivo delle nevi. Assieme vi è una sostanza, l'astasantina  responsabile della colorazione rossa e che protegge l'alga dai raggi UVA particolarmente forti in alta montagna.
Il fenomeno si nota  proprio in questo periodo, quando in quota la massa nevosa si sta  riducendo e le spore dell'alga stanno in superficie alla neve concentrandosi mano a mano che la neve diventa sempre più piccola fino a sciogliersi del tutto.

E' un fenomeno analogo un po' a quello che si verificava fino agli anni '60 del secolo scorso, con la colorazione rossa, fenomeno unico, che il Lago di Tovel assumeva in particolari momenti dell'anno.

A piedi nudi sulla neve rossa Lago_t10

Anche il Lago di Tovel si trova all'interno di un parco qui vicino, il Parco dell'Adamello Brenta, circondato dalle Dolomiti di Brenta, in una specie di enclave fra le meno antropizzate del Trentino. In questa zona si erano rifugiati gli ultimi esemplari di orso bruno delle Alpi, qualche decennio fa estinti completamente.  In seguito la Provincia di Trento, con un progetto a livello europeo, ha reintrodotto alcuni orsi importati dalla Slovenia. Questi esemplari si sono  riprodotti  anche con troppo successo e il loro numero attuale (dai 60 agli 80) sta creando problemi di convivenza con le normali attività umane con episodi che hanno avuto anche vetrina e polemiche a livello nazionale e internazionale. Frequenti le sue presenze filmate o fotografate anche all'interno dei paesi. Personalmente, pur girando da anni le montagne di giorno e di notte e in tutte le stagioni, non sono mai riuscito a vederne uno, solo tracce o l'impronta delle unghie sul terreno.

Sul perché della colorazione rossa del lago si erano espressi diversi studiosi. Anche qui il fenomeno veniva attribuito alla presenza di un'alga, il Glenodinium sanguineum che si presentava anche in forma che imprimeva una caratteristica colorazione verde che il lago mantiene tuttora.

A piedi nudi sulla neve rossa Lago_t11

Il fenomeno dell'arrossamento si era progressivamente ridotto fino a sparire del tutto a partire dagli anni '80. Studi vari non erano riusciti a darne spiegazioni riconosciute.
Studi successivi avevano attribuito il fenomeno dell'arrossamento a un'altra alga presente nel lago,  la Tovellia sanguinea che con la fioritura caratterizzata da certe alghe colorava di rosso intenso il lago. Altre ipotesi sono state formulate: la presenza dell'alga favorita dalle deiezioni  animali alpeggi circostanti ricche di nutriente quali l'azoto e il fosforo. Successivi cambiamenti negli alpeggi (bisogna riconoscere che anche nelle stalle di montagna e perfino in malga le mucche non mangiano più solo fieno) e riduzione degli stessi e altri fattori ecologici non ancora chiariti, avrebbero portato alla sempre minor presenza e/o diverso comportamento di queste alghe.

Il Lago di Tovel mantiene cmq soprattutto in autunno colori splendidi

A piedi nudi sulla neve rossa Lago_t12


A piedi nudi sulla neve rossa Dscf5610

vecchio scarpone

Numero di messaggi : 45
Data d'iscrizione : 28.08.11

Torna in alto Andare in basso

A piedi nudi sulla neve rossa Empty Re: A piedi nudi sulla neve rossa

Messaggio  Grand Choeur il Ven Giu 05 2020, 16:02

Exclamation Exclamation Exclamation Surprised Surprised Surprised

_________________
L'impossibile non esiste.
Grand Choeur
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 1207
Età : 43
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Torna in alto Andare in basso

A piedi nudi sulla neve rossa Empty Re: A piedi nudi sulla neve rossa

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum