Neve a Milano ...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Neve a Milano ...

Messaggio  Gigor il Mar Gen 08 2008, 17:55

Scritto da: lucignolo 04 Gen 2008 20:16:16:
In risposta a: Neve a Milano ... scritto da: Gigor 04 Gen 2008 18:44:15:

>.....solo durante la notte, con l'abbassarsi della temperatura, la neve ha iniziato a ricoprire il suolo. Prima di rientrare a casa decido quindi di farmi un passeggiata per il centro e scattare qualche foto.

> Ciao, Gigor.
Dissi a mia moglie: "Prepara la macchina fotografica, perché voglio immortalare il momento", ma al mio risveglio di neve ce n'era ben poca, forse un centimetro di accumolo massimo.
E come pioveva.....!
Flavio
Ciao Flavio,
proprio per questo motivo ho preferito sacrificare qualche ora di sonno (sigh!) e non perdermi la nevicata notturna ... l'indomani mattina, infatti, la nevicata si era trasformata in pioggia ed il soffice manto di neve candida era diventato in un grigio "paciugo" assai meno invitante da calpestare!

Saluti a entrambi. Gigor

Gigor

Numero di messaggi : 25
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Neve a Milano ...

Messaggio  Gigor il Mar Gen 08 2008, 18:20


Scritto da: bfpaul 05 Gen 2008 10:05:12:

In risposta a: Neve a Milano ... scritto da: Gigor 04 Gen 2008 18:44:15:

Bravo Gigor, anche a te va la mia ammirazione per il coraggio e perchè ce lo racconti.
Raccontate gente, raccontate ...

bfpaul

Ciao Paolo.

Beh, la neve a Milano non si vede tanto spesso e l'opportunità di fare qualche piccola passeggiata a piedi nudi valeva proprio la pena di essere colta!

Saluti. Gigor

Gigor

Numero di messaggi : 25
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Neve a Milano ...

Messaggio  Gigor il Mar Gen 08 2008, 18:33

Scritto da: Marco53 07 Gen 2008 09:07:56:
In risposta a: Neve a Milano ... scritto da: Gigor 04 Gen 2008 18:44:15:

Ciao Gigor. Buona tecnica. E' così che ho cominciato anch'io le camminate scalze invernali. Con qualche alternanza di scarpe e piedi nudi. E' un ottimo sistema per chi non è particolarmente allenato e consente al piede di "riprendersi" un po'.

Ciao Marco.

Verissimo. Era la prima volta che provavo a camminare scalzo sulla neve e la velocità con cui i piedi si sono "ripresi" dallo schock termico mi ha davvero sorpreso. Appena rientrato in auto non solo si sono riscaldati in pochissimo tempo ma sono diventati letteralmente "bollenti"! Tant'è che che poco dopo ho potuto ripetere l'esperienza.
A me non serve praticamente più da quando, quattro anni fa circa, ho abolito l'uso di pantofole in casa 365 giorni su 365, e da quando, come nel 2006/7, ho iniziato a circolare impunemente scalzo anche in cantina (a temperature fredde ma non glaciali) e in solaio (questo sì che è piuttosto freddino), e a buttare il pattume nei cassonetti in strada... Nel 2007, poi, ho anche praticamente abolito i calzini anche nei giorni di brina (tra l'altro resta pià facile sfilare e infilare le scarpe quando c'é un tratto senza nessuno che vuoi percorrere interamente scalzo), e perciò i miei piedi passano abbastanza facilmente sui tratti innevati senza più richiedere dei momenti di pausa.

L'abitudine a stare in casa scalzo 365 gg. l'anno (compreso balcone e terrazzo, anche in questo periodo) non mi manca di certo (e per fortuna, visto che ogni giorno dopo 8-10 ore in ufficio con i piedi infilati nelle scarpe, poterli liberare una volta arrivato a casa è un vero sollievo!) tuttavia si tratta pur sempre di ambienti alquanto riscaldati per cui, come ho potuto constatare, almeno per me, non è stata di grande "allenamento" per poter affrontare il suolo esterno. Idem dicasi per quanto concerne i sandali e le scarpe senza calze. I primi li ho indossati anche a novembre inoltrato senza sentire freddo e le seconde anche attualmente nel tempo libero, ma debbo constatare che, personalmente, il contatto diretto tra il piede nudo ed il suolo è tutt'altra cosa in termini di "freddo" percepito (sensazione probabilmente accentuata per via dell'umidità trasmessa dalla neve). Con questo non voglio dire che l'esperienza sia stata negativa, anzi. Semplicemente che come hai evidenziato anche tu, le cose vanno fatte gradatamente.
Continua ad allenarti così, che, secondo me, sei sulla strada giusta. E non esagerare. Quando i piedi cominciano a perdere il colorito roseo dovuto alla reazione circolatoria, per tornare un po' bianchicci è ora di correre istantaneamente ai ripari se non si vuole correre il rischio di un gelone, che è poi una specie di vescica da freddo.

Grazie per i consigli, aspetterò la prossima neve (o la prossima "settimana bianca") per ripetere!

Saluti. Gigor

Gigor

Numero di messaggi : 25
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Neve a Milano ...

Messaggio  Davide il Ven Gen 11 2008, 17:41

Anche io ho provato ad andare scalzo sulla neve, però ero in montagna. Dopo capodanno finalmente ha nevicato anche dove ho la casa io e ovviamente non potevo esimermi dal fare un giro in giardino (come del resto avevo fatto anche l'anno scorso).

Ho provato sia appena nevicato (una ventina di centimetri) sia dopo un paio di giorni. Nella neve fresca è stato bello sentire soprattutto la soffice consistenza, il freddo muovendosi, come già detto da altri, si sente meno. Peccato però che il piede affondava troppo e coperto dalla neve fresca ho sentito freddo sul dorso e quindi ho dovuto smettere Embarassed . La seconda esperienza invece l'ho fatta sulla neve già calpestata, quindi non c'era più il piacere di sentire la neve soffice ma si poteva camminare meglio (ovvio.. Smile ).

Davide
avatar
Davide

Numero di messaggi : 16
Età : 40
Data d'iscrizione : 09.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Neve a Milano ...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum