Mitocondri, elettroni & kundalini

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  Appleseed il Ven Gen 24 2014, 20:56

Marco Alberto ha scritto:Ciao Andrea!
Solo per ribadire che il tuo riferimento ai mitocondri è più che corretto. Infatti, questi organuli cellulari (specie di microscopiche centraline energetiche presenti nelle nostre cellule) sono coinvolti eccome nella termoregolazione, nel fenomeno chiamato "disaccoppiamento mitocondriale"….
Caspita … ho lasciato i mitocondri in quarta liceo una trentina di anni fa impegnatissimi nel ciclo di Krebs e non ho più avuto occasione di incontrarli fino a stasera in questo forum (e poi dicono che Internet serve solo a passarsi filmini porno… Very Happy )  Cosa avranno fatto i mitocondri nel frattempo?
Purtroppo non sono in grado di dare contributi utili nel campo della biologia subcellulare, se altri titolati a farlo vorranno continuare sul tema ne approfitterò per imparare qualcosa.
Però lasciatemi dire lo stesso due sciocchezze sul concetto di scienza "secondo Appleseed".
Sir Popper diceva “Ogni qualvolta una teoria ti sembra essere l’unica possibile, prendilo come un segno che non hai capito né la teoria né il problema che si intendeva risolvere”.
Chiunque si occupi consapevolmente di scienza sa che non siamo né mai saremo in grado di spiegare “tutto”: le vecchie teorie vengono assorbite da nuove teorie in grado di spiegare qualcosa di più.
Il metodo sperimentale resta la via maestra con tutte le difficoltà che comporta però isolare i fenomeni che si vogliano analizzare.
Faccio un esempio.   La mia modesta pratica di yoga mi dice che lo yoga fa bene. Fa bene subito: dopo la pratica ogni volta (o quasi) sto meglio fisicamente e psicologicamente.  Perché? Onestamente non lo so spiegare:  potrei anche dirvi che il prana attiva i sette chakra  (e magari un giorno mi risveglierà il serpente Kundalini) ma non mi pare che questa spiegazione sia tanto di aiuto. Mi limito a sperimentare l’effetto delle diverse asana e del pranayama  e so che mi fa sentire meglio.  Si dice anche che lo yoga faccia bene nel lungo periodo. Meglio così. Il fondatore dello yoga moderno Krishnamacharya in effetti è morto a 101 anni; tra i suoi allievi più famosi Patthabi Jois è morto a 94 anni, Indra Devi a 102 e BKS  Iyengar è arrivato a 96 (e buon proseguimento!).   Ne possiamo concludere che lo Yoga fa vivere a lungo?  No.  Perché un campione di 4 unità non è rappresentativo di un bel niente, e la longevità dei maestri può essere dovuta da familiarità, dall’alimentazione e dal non dover andare in ufficio tutte le mattine.
E arriviamo al grounding  e agli altri vantaggi del barefooting che Marco Alberto elenca sul suo sito. Alcuni sono verificati e verificabili scientificamente (rinforza la pelle, la muscolatura e i tendini del piede, migliora la postura della colonna vertebrale, favorisce il flusso sanguigno); altri li sperimentiamo su noi stessi (restituisce un senso generale di libertà al corpo che migliora l'umore); altri potrebbero essere veri ma a) o non è stata condotta, per quanto ne so,  una sperimentazione "scientifica" di queste ipotesi b) oppure si tratta di affermazioni impossibili da verificare (o falsificare).  A me pare corretto segnalare la differenza che passa tra gli uni e gli altri.  Poi, è chiaro, andiamo tutti scalzi perché ci piace e non perché ce lo ordina il medico (o l’osteopata o il curandero).

P.S: dimenticavo: benvenuto a Marco Alberto e grazie dei notevoli contributi!
avatar
Appleseed
Tesoriere Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 473
Data d'iscrizione : 01.08.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  lucignolo il Ven Gen 24 2014, 22:22

Marco Alberto ha scritto:Ciao Andrea!
Solo per ribadire che il tuo riferimento ai mitocondri è più che corretto. Infatti, questi organuli cellulari (specie di microscopiche centraline energetiche presenti nelle nostre cellule) sono coinvolti eccome nella termoregolazione, nel fenomeno chiamato "disaccoppiamento mitocondriale"….
Scusami, Marco.
Non intendo entrare in polemica con te, ma credo sia doveroso fare una precisazione.
Il fenomeno del disaccoppiamento serve a produrre calore in alcune specialissime condizioni, selezionate dall'evoluzione naturale.
Il fenomeno avviene grazie alla presenza di una proteina (termogenina) presente nel grasso bruno che agisce né più, né meno come il 2-4-dinitrofenolo, che veniva utilizzato in passato come componente di una prodigiosa pillola dimagrante.
In sostanza, il flusso di elettroni derivante (diciamolo in parole povere) dalla degradazione delle molecole alimentari non va a ricaricare quelle molecole ricche di energia chimica che possono anche servire a ricostituire materiali di deposito (ATP), ma libera energia sotto forma di calore ed acqua.
Nel caso dell'orso (classico esempio di animale dotato di grasso bruno), quando esso si sveglia dal letargo invernale, può aumentare rapidamente la sua temperatura corporea da pochi gradi sopra lo zero fino a 40 °C e diventare attivo in pochi minuti.
Non so se un barefooter ha il grasso bruno, ma i meccanismi preponderanti di termoregolazione nell'uomo restano ancora (sempre che non sia cambiata la fisiologia umana, sai, gli anni passano anche per me  Wink ) vasodilatazione, vasocostrizione e sudorazione.
Fenomeni che ci regalano, di tanto in tanto fastidi come disidratazione, debolezza (caldo eccessivo), stress da raffreddamento o necrosi e perdita di tutte o parti delle estremità (temperature estreme vero il basso).
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 62
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  Alexey il Sab Gen 25 2014, 14:07

Ben detto appleseed, una teoria è una rappresentazione della realtà in un determinato momento, che può essere in ogni istante soppiantata da una nuova. Il segreto è mantenere la mente aperta e interrogarsi sempre...
Anche gli studi stessi, partendo da premesse diverse, possono portare a risultati diversi, e anche l'osservazione e la deduzione che se ne trae può essere falsata dalla premessa iniziale. Anche i comportamenti basati sull'esperienza personale possono trarre in inganno; l'esempio classico è il calzato che si prende la verruca, difficilmente si chiede le reali ragioni ma si limita a dare la colpa al fatto di essere andato scalzo, ignorando il meccanismo effettivo che può portare a prendersi la verruca. Quindi, attenzione a non radicarsi troppo nelle conclusioni degli studi perché possono essere falsate dal punto di vista stesso, ma anche attenzione a non fidarsi troppo della percezione personale che può anch'essa essere falsata, insomma, il buon vecchio detto ci vuole equilibrio calza a pennello.
Diciamo che noi barefooters, avendo provato sia le scarpe che ad andare scalzi, siamo sicuramente su un livello percettivo superiore in questo ambito, abbiamo messo in discussione sia le scarpe sia l'andar scalzi, mentre il calzato medio mette in discussione solo il nostro punto di vista, probabilmente per cercare un appiglio psicologico atto a giustificare il fatto che lui e quasi tutti gli altri indossino le scarpe. La società funziona principalmente sul dare per scontato il mondo che ci troviamo, i grandi salti per l'umanità arrivano quando qualcuno ha la forza e l'intelligenza di mettere in discussione questo mondo ereditato.

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 36
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  Ospite il Mer Gen 29 2014, 11:41

Caro Appleseed, vorrei solo dirti che il concetto di "grounding" non c'entra niente con il "rinforzare la pelle la muscolatura e i tendini, postura e flusso sanguigno" Questo è vero, ma è un discorso completamente diverso, perché il concetto di grounding è specificamente BIOELETTRICO!!! (nella mia umile pagina fbook lo spiego comunque).
La sperimentazione scientifica è stata condotta, chiaro che siamo agli esordi, come per qualsiasi altra ipotesi scientifica ci vuole tempo... Il conformismo è un fenomeno dal quale la scienza moderna non è affatto risparmiata, essendo un prodotto della mente umana. E' necessario, a mio parere, leggere i testi di riferimento, ove sono citati gli studi fatti, tra cui quello sui ciclisti al Tour de France, oltre al film (che sta avendo molto successo negli USA) laddove la sperimentazione è stata fatta sulla popolazione di un intero paese dell'Alaska! In Italia siamo indietro in queste cose rispetto agli USA, ti sembra strano?! Se tu vai scalzo perché ti piace, per me va benissimo, ma io posso invece andare scalzo perché, oltre che piacermi, mi fa benissimo alla salute?! Questo non fa certo di me un curandero. Smile
So che molti "barefooters" italiani non partecipano a questo forum perché chi "contraddice" o parla di esperienze diverse da quelle di chi sostiene che  "si va scalzi perché piace, il resto sono cazzate new-age", viene subito stigmatizzato e non preso sul serio e rispettato (alla faccia della democrazia e del libero pensiero)... Ma io ho le palle quadre, e ci sto provando lo stesso... :)E mi domando se queste persone vanno davvero scalze, e quanto tempo dedicano al barefooting, dal momento che stanno ore e ore a scrivere sul forum...
Scusami, Lucignolo, ma per me una discussione non è "entrare in polemica", come ti dicevo ho una formazione scientifica, e mi attengo a quella... Io ho informazioni diverse dalle tue: quelle che chiami "condizioni specialissime, selezionate dall'evoluzione naturale" sono semplicemente condizioni di FREDDO... Io credo che chiunque consulti un testo di biologia o vada su internet digitando "disaccoppiamento mitocondriale" può vedere questo (l'orso bruno è un'altra cosa: questo sì che è una condizione specialissima, ecc. ecc). Tu hai scritto: "In sostanza, il flusso di elettroni derivante (diciamolo in parole povere) dalla degradazione delle molecole alimentari non va a ricaricare quelle molecole ricche di energia chimica che possono anche servire a ricostituire materiali di deposito (ATP), ma libera energia sotto forma di calore ed acqua." E' esattamente ciò che ho affermato io, per questo non capisco la tua puntualizzazione. E' proprio perché "i meccanismi preponderanti di termoregolazione nell'uomo restano ancora vasodilatazione, vasocostrizione e sudorazione" che il disaccoppiamento mitocondriale indotto dall'abituazione a vivere scalzi nel freddo è un fenomeno "nuovo" per noi ed estremamente interessante! Io lancio una provocazione, se c'è qualcuno qui che va scalzo (a lungo) in inverno, provi a dire sinceramente se non esperimenta questo fenomeno di "riscaldamento interno"! Smile Ti invito a risparmiarmi la tua ironia e ad aprire la tua mente ai cambiamenti nella conoscenza umana che filtrano dalle acquisizioni scientifiche! Smile
Io lo sperimento ogni giorno: ore scalzo fuori casa in inverno con solo una felpa addosso, e questo da anni, migliaia di persone mi vedono e sanno della mia sperimentazione... 90 minuti di corsa nella neve (con foto e testimoni)...... Comunque, non mi aspettavo sostegno in questo forum, anzi... Ma non c'è problema: io vado avanti con la promozione del barefooting come fenomeno di ritorno a una condizione di salute originaria dell'essere umano, senza polemizzare con nessuno, senza reagire agli attacchi gratuiti, e sono pronto ad affrontare tutti i problemi che mi si presentano, ora e in futuro, ciao e grazie...


Ultima modifica di Marco Alberto il Mer Gen 29 2014, 15:03, modificato 10 volte

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  Ospite il Mer Gen 29 2014, 12:17

"Il disaccoppiamento dei mitocondri è un fenomeno attivato per produrre calore dall'energia derivante dai substrati energetici quali lipidi e glucidi. Questi substrati infatti sono in parte utilizzati per i processi cellulari, e in parte per produrre calore. Dalla suddivisione del loro impiego all'interno di questi organuli cellulari, si parla appunto di disaccoppiamento. Nei casi in cui è richiesta una maggiore energia termica per mantenere la temperatura costante in presenza di ambienti freddi, vengono impiegati maggiori quantità di substrati."

http://it.wikipedia.org/wiki/Termogenesi_indotta_dal_freddo#NST_e_disaccoppiamento_mitocondriale

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  Alexey il Mer Gen 29 2014, 15:04

Sono perfettamente d'accordo sul fatto che andare scalzi perché fa bene sia non meno importante della parte piacere. Anzi, secondo me, dimostrare che faccia bene è fondamentale nella nostra società conformista in cui il puro piacere è soggetto a "regolamentazione" e "uniformità", e dove la "sofferenza" è presa come virtù per la "vita eterna". La società è basata sul mantra "no pain no gain", mentre la natura no, però in natura non ci sono altri animali che convincono i loro simili a rompersi la schiena o a volte a morire per avere la vita eterna mentre loro mangiano e oziano alle loro spalle. Questa digressione per dire che dimostrando che fa bene alla salute può col tempo fare più breccia piuttosto che il solo convincere la società a rispettare le scelte altrui.

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 36
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  Appleseed il Mer Gen 29 2014, 16:05

Caro Marco Aurelio,
personalmente non stigmatizzo nessuno e rispetto tutti. Prendere anche sul serio .... adesso non chiedetemi troppo...
Ma non prendo troppo sul serio neanche me stesso specie quando scrivo su questo forum.
Soprattutto sono ben contento di essere contraddetto perché ho occasione di replicare, altrimenti il gioco dura poco e non è nemmeno bello.
Nel merito:
a) non ti ho dato del curandero (prima dovresti almeno guarirmi di qualche malanno  Very Happy ). Intendevo dire che spesso agiamo per un impulsi non razionali e che la razionalizzazione ex post ("lo faccio perché fa bene") ci serve soprattutto a spiegare le nostre azioni a noi stessi e agli altri. So e sento che andare scalzi fa bene. Ma se mi dimostrassero che non ha alcun effetto sulla salute ci andrei lo stesso.
b) non entro nel dibattito sui mitocondri con in mano una laurea in Scienze Politiche ... A stretto rigore di logica però dicendo "Io lo sperimento ogni giorno: ore scalzo fuori casa in inverno con solo una felpa addosso" dimostri una invidiabile termoregolazione (naturale, acquisita o entrambe), non che nel meccanismo di termoregolazione giochino un ruolo decisivo i mitocondri.  
c)  lo so che il concetto di "grounding" (che prometto di approfondire) non c'entra niente con il "rinforzare la pelle la muscolatura e i tendini, postura e flusso sanguigno". Volevo appunto segnalare che sulla tua pagina di facebook tra i vantaggi del barefooting ho trovato affermazioni incontrovertibili assieme ad ipotesi non facili da verificare (come faccio a dimostrare che il barefooting previene le piaghe da decubito? Rapisco un barefooter e lo lego in un letto?).
Personalmente credo che per promuovere il barefooting basti "promettere" anche un po' meno ...

Grazie ancora per l'occasione e buon proseguimento.
avatar
Appleseed
Tesoriere Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 473
Data d'iscrizione : 01.08.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  Elan il Gio Gen 30 2014, 16:38

Mah, io nel mio piccolo, amo girare quasi nudo, di notte ed ho anche fatto lunghe camminate nella neve. Mi sono accorto che le nostre capacità di termoregolazione sono maggiori di quanto noi sospettiamo e ritengo anche che sia un esercizio che rinforza e fa bene, pur uscendo da una botta di raffreddore che mi ha parecchio infastidito.

Tuttavia non credo di trovarmi di fronte ad un fenomeno inesplorato e, quanto a spiegazioni scientifiche, perdonami Marco ALberto, sono più propenso a credere a quello che mi dice un biologo esperto come Flavio, che non una persona con una generica cultura scientifica, tipo la mia, che è però da ingegnere.

Del resto non mi sembra una questione di principio, ne di strgoneria: il disaccoppiamento mitodondriale sa di cosa scientifica e reale, ma Flavio ci informa che non può essere molto rilevante nell' essere umano ed io posso pensare che abbia ragione, anche se poi, alla fine, quello che conta è che, in effetti, scalzi e poco vestiti, possiamo reggere meglio di quanto pensano i comuni mortali, specie italiani, che indossano abbigliamento polare non appena compaiono adobbi natalizi nelle vetrine, indipendentemente dalle temperature reali.

Se poi molti scalzisti che accoppiano al piacere di andare scalzi le più diverse credenze ascientifiche e fantasiose, non amano questo forum, perchè ci sono troppi razionalisti diffidenti, beh, è un loro problema non il mio. Se dovessero moltiplicarsi a dismisura gli interventi spiritualisti che pretendono di associare l'andare scalzi alle più diverse e a volte strampalate filosofie, non solo non seguirei più con piacere il forum, ma, prima o poi, credo che comincerei a girare con gli anfibi.

Che tu, caro Marco Alberto, sia un tipo un po' fuori dagli schemi, si intravvede già dal tuo Avatar ... la descrizione della tua dieta direi che completa il quadro. Siccome però sei il vincitore del premio REI 2013 per il comportamente con i rompiscalzi, ti accettiamo molto volentieri e noto che si è glissato diplomaticamente su parecchi spunti interessanti che ci hai dato Smile

Tuttavia nemmeno noi, Signore, avremo timore ad incrociare le nostre spade con Voi e lo faremo come si fa con un avversario che si rispetta: senza riguardi per il vostro nome ed il vostro lignaggio Smile

avatar
Elan

Numero di messaggi : 1083
Età : 64
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  Rei il Gio Gen 30 2014, 17:30

Elan ha scritto:Se dovessero moltiplicarsi a dismisura gli interventi spiritualisti che pretendono di associare l'andare scalzi alle più diverse e a volte strampalate filosofie, non solo non seguirei più con piacere il forum,
Anch'io, mi sa.
Elan ha scritto:ma, prima o poi, credo che comincerei a girare con gli anfibi.
Quello, mai!
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2482
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  lucignolo il Gio Gen 30 2014, 21:47

Marco Alberto ha scritto:"Il disaccoppiamento dei mitocondri è un fenomeno attivato per produrre calore dall'energia derivante dai substrati energetici quali lipidi e glucidi. Questi substrati infatti sono in parte utilizzati per i processi cellulari, e in parte per produrre calore. Dalla suddivisione del loro impiego all'interno di questi organuli cellulari, si parla appunto di disaccoppiamento. Nei casi in cui è richiesta una maggiore energia termica per mantenere la temperatura costante in presenza di ambienti freddi, vengono impiegati maggiori quantità di substrati."

http://it.wikipedia.org/wiki/Termogenesi_indotta_dal_freddo#NST_e_disaccoppiamento_mitocondriale
Il punto sta proprio qua e wikipedia ogni tanto confonde lucciole per lanterne.
Per produrre energia serve una catena di montaggio (in questo caso di smontaggio): in cima ci sta una molecola che contiene una certa quantità di energia, un substrato che deriva dalla digestione ed assimilazione degli alimenti.
Tipicamente glucosio, ma vanno bene anche aminoacidi o trigliceridi.
In fondo alla catena c’è l’ossigeno.
Durante una serie di complesse reazioni chimiche, facilitate dall’intervento di proteine specifiche (gli enzimi) i substrati si trasformano in qualcosa di diverso, passando ad un contenuto energetico inferiore e creando un flusso di elettroni che devono essere per forza ricevuti da qualcuno che sia avido di loro.
Per questo motivo alla fine della catena ci sta l’ossigeno.
Se il processo avvenisse di colpo sarebbe come buttare un mobile dalle scale invece di abbassarlo, gradino per gradino, con un carrello.
Ed il carrello è rappresentato da una catena di più proteine che eseguono un graduale passamano fino all’accettore finale.
Ad ogni gradino si libera una certa quantità di energia, che viene utilizzata per pompare ioni idrogeno al di fuori della membrana mitocondriale, contro un gradiente di concentrazione e creando, quindi, una differenza di potenziale.
Questa energia ulteriore serve per attivare certe molecole enzimatiche, presenti sulle creste mitocondriali e geometricamente orientate (ATP sintetasi), consentendo loro di introdurre un gruppo di “acido” fosforico in una molecola che già ne contiene due, creando un composto con legami chimici piuttosto instabili altamente energetico, l’adenosintrifosfato (ATP), costituito da adenina (sì, proprio quella del DNA) + uno zucchero a cinque atomi di carbonio (quindi: adenina + zucchero = adenosina) + 3 “molecole” di acido fosforico.
Questa molecola funziona come una sorta di batteria che contiene energia chimica al posto di energia elettrica.
Ora, il pompaggio di ioni idrogeno e la formazione di molecole di ATP devono avvenire insieme per poter funzionare e questo processo si chiama, tecnicamente accoppiamento (chimico).
Cosa ben diversa dal concetto di rendimento: nessun trasferimento di energia avviene al 100%, una parte va sempre persa sotto forma di calore.
E più bruci substrati, più calore produci.
La produzione di calore con termogenesi senza brivido (vedi termogenine e grasso bruno) negli esseri umani, impedendo ai mitocondri di produrre ATP, ma solo calore, è questione tuttora molto controversa e nemmeno è del tutto chiaro come intervengano catecolamine ed ormoni tiroidei nella regolazione dell’attività mitocondriale.
Razze adattate a climi freddi hanno risposto alla pressione selettiva millenaria con una probabile maggiore apertura del rubinetto mitocondriale, ma, soprattutto, con caratteristiche somatiche che hanno alzato il rapporto massa corporea rispetto alla superficie corporea disperdente (torace più ampio, statura mediamente più bassa, arti mediamente più corti), con un aumento dello spessore del grasso sottocutaneo e con abitudini alimentari che implicano il consumo di cibi altamente energetici, indigeribili per la maggior parte di noi mediterranei.
Tieni presente anche che la degradazione dell’ATP in ADP, che avviene in modo massiccio durante la contrazione muscolare, libera tantissima energia sotto forma di calore (i due terzi dell’energia prodotta!).
Ecco perché l’attività muscolare è importantissima nella termoregolazione, attivando importanti sistemi di smaltimento (sudorazione in primis) ed aiutando a compensare le perdite eccessive con l’innesco dei brividi.
E facendoci salire la febbre.
Altro che i mitocondri, che, peraltro, se proprio vogliamo insistere, dovrebbero sempre essere chiamati in causa solo per il fatto che viviamo.

Sai cosa penso, invece?
Che verosimilmente le persone che resistono meglio al freddo nei nostri climi temperati (e pure noi barefooters) hanno insegnato ai propri recettori cutanei a trasmettere all’ipotalamo segnali più adeguati ed a percepire mentalmente sensazioni meno allarmanti e coerenti con la situazione reale.
Così come le nostre suole non fanno scattare segnali di allarme, percepiti sotto forma di dolore, quando calpestiamo anche superfici difficili, impossibili da gestire per qualsiasi calzato abituale.
Ed allora semplicemente si percepisce meno freddo, si ha una vasocostrizione meno violenta e si evita di provocare, al contrario, un accumulo di calore eccessivo, facendoci sudare sotto quegli abiti che crediamo proteggerci da un’eccessiva dispersione e facendoci ammalare non appena ci spogliamo.

Devo proseguire.
Per amarezza.
Ti ho scritto quello che so, cose che ho imparato in dieci anni di studio su libri universitari ed in trent'anni di vita in laboratorio, fino ad avere i capelli bianchi.
Cognizioni acquisite non certo leggendo wikipedia o internet, cose delle quali apprezzo l'impegno, ma metto sempre in guardia sulla corretta chiave di lettura e la mancanza di controllo da parte di referi qualificati.
E sia ben chiaro che questo percorso decennale non mi conferisce certo il dono dell'infallibilità, ma, almeno, credo mi si debba un minimo di rispetto.
Chiedendo ulteriori spiegazioni invece di trinciare giudizi arbitrari su chi ti ha accolto a braccia aperte.
Perché ti sei lanciato in accuse indegne di una persona che ha subito tante discriminazioni e per la quale mi sono inventato la coppa Rei.

Ognuno scrive quanto cavolo vuole, per quanto tempo vuole e dove cavolo vuole.
Ci sono persone che passano ore attaccate a vedere le stronzate della TV (mia modestissima opinione) o a ciattare su facebook o a costruire blog o, ancora, a giocare con la playstation.
Saranno cavoli loro e fanno bene, visto che viviamo in un mondo (apparentemente) libero.
Sono comunque scelte personali e rispettabili.
Da queste cose non si può soppesare, quantificare o, peggio, dubitare del loro scalzismo.
Qui ci sono integrali, permanenti (io, che vado scalzo sempre, quando non mi sento a disagio e quando insindacabilmente lo ritengo opportuno, posso?), stagionali, cittadini o part time, come dici tu, mi pare, con un certo disprezzo.
Sappi che io scrivo molto, ma ho anche investito tempo e denaro con gli amici del direttivo per rendere credibile ed ufficiale questo sito.
E scalzo, puoi chiedere a chiunque mi abbia conosciuto, ci vado tutto l'anno nelle condizioni che ti ho detto e che ritengo personali ed indiscutibili.

Poi, questo te lo dico in qualità di vicepresidente, non vogliamo etichette.
Non vogliamo che ci dicano: sei barefooter perché sei vegano, carnivoro, astrologo, astronomo, mago, amish o quantaltro.
Siamo i camminatori scalzi e ciò ci basta.
Se qualcuno è arrivato allo scalzismo per altre vie, sono c...i suoi e del tutto personali, ma non del Club dei Nati Scalzi.
Quando dico che andiamo scalzi per piacere interpreto la maggior parte di noi, almeno fino all'arrivo dei tuoi postulati indimostrati.
Ho sempre detto che se ti piace andare a piedi nudi non devi rovinare questo piacere obbligandoti a trovare per forza una spiegazione razionale, perché non serve nella stragrande maggioranza dei casi.
Se la motivazione ce l'hai, va bene, ma cerca di capire che non è d'obbligo averla.
E qui non ci sono obblighi se non il rispetto di chi ti accoglie a braccia aperte.
Penso che le tue parole aggressive ed ingiustificate proprio non ce le meritiamo.
Ti parlo senza peli sulla lingua, perché se tu hai le palle quadre, sappi che nessuno di noi lo è da meno.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 62
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  Alexey il Gio Gen 30 2014, 22:26

Flavio, grazie per l'ottima spiegazione, come ha detto Elan altrove, personalmente non ho approfondito abbastanza questo argomento quindi non potrei dare un giudizio personale. Sicuramente sei affidabile non perché sei biologo ma perché sei una persona che pensa e approfondisce, perché la cultura universitaria è solo una base su cui lavorare, ed è dimostrato dai tanti laureati idioti che ci sono in giro.
L'unico punto che conosco riguarda l'alimentazione, e non sono d'accordo sui macroadattamenti legati ad essa. La nostra fisiologia e cinetica digestiva non è quasi cambiata dall'homo abilis ad oggi, solo qualche microadattanento come la comparsa dell'enzima lattasi ecc..., ma per il resto abbiamo ancora il dna dei cacciatori raccoglitori scavenger della savana, per cui gli alimenti più idonei al genere umano sono gli stessi per i biologi evolutivi. Sicuramente le percentuali tra carne e vegetali cambiano tra gli inuit e i !kung, come ha mostrato Cordain con le sue ricerche, per ovvie ragioni di disponibilità ambientale, ma queste differenze pare non abbiano generato cambiamenti significativi della nostra fisiologia. Noi siamo tendenzialmente carnivori frugivori come l'orso, con una certa resistenza insulinica atta a preservare l'omeostasi glicemica. Si ipotizza che passando da una dieta ricca di zuccheri di quando eravamo ancora primati ad una relativamente povera, abbiamo impararo a risparmiare il glucosio che serve per il cervello, e il loro consumo eccessivo odierno porta alla sindrome metabolica che nei casi più gravi sfocia in diabete di tipo 2. Questo per dire che a scapito di micro adattamenti tipo corporatura, pigmentazione della pelle ecc..., pare che per la biologia evolutiva siamo ancora quelle strane creature africane che rubavano le carogne alle iene, costruivano armi rudimentali per cacciare, raccoglievano bacche e frutti, e con opportunismo rubavano uova.

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 36
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  tarzone il Ven Gen 31 2014, 00:09

Scusate il disturbo, se permettete direi anch'io la mia. Non voglio assolutamente discutere di mitocondri e simili, non è la mia materia. Punto. Secondo, non voglio assolutamente entrare in polemica nè con gli scienziati, sono molti in questo forum nè con gli altri, che per comodità di lettura definiremo "spiriti liberi", senza offesa per nessuno e senza togliere o aggiungere alcunchè a qualcuno.
In passato io ho provato ad argomentare con mie esperienze di vita, sulle quali non aggiungerò una virgola, neppure sotto tortura, sul come la scienza non detenga, siamo tutti uomini/donne, la verità assoluta.
Prima che Rei mi ricordi che sono paragonabile ad una zucchina bollita so perfettamente che il sole nasce ad est e che una molecola d' acqua contiene due atomi di idrogeno e una di ossigeno e via elencando, nessuno lo discute neppure Marco Alberto.
Vorrei solo far presente che questo forum ha bisogno di tutti, sia dei "senatori" scientificamente scettici sia di persone che ho definito, forse in modo improprio "spiriti liberi".
Vorrei anche ricordare ad Elan , se me lo permette, che lui, libertario dichiarato, dovrebbe, penso, essere il paladino ed il sotenitore di quella famosa frase << non sono d' accordo per niente con ciò che tu dici ma darei la vita affinchè tu possa continuare a parlare>> non capisco quindi il fatto che rimarchi la "tolleranza" verso opinioni a lui invise e che per questo minacci l' uscita dal forum, con Rei che si accoda a tale prospettiva.
Orbene Marco Alberto, nuovo di forum, è andato a solleticare un argomento che per gli "scienziati" del forum non va neppure nominato: il grouding o l' earthing che dir si voglia oltre ai ben noti(?) mitocondri.
Direi che sull' argomento si sono spese tonnellate di parole, inutilmente perchè, come sempre ed ovvio, ognuno è rimasto ancora più fermo sulle sue posizioni, quindi a mio parere si può benissimo chiudere qui la discussione, che tale non è più ma solo un duello a parole che non avrà nè vinti nè vincitori, ma solo vinti.
Flavio si dilunga in perfette disquisizioni tecniche, mi coplimento sinceramente con lui ( lui sa che non sono parole di circostanza) ma mi chiedo se in fondo tutte quelle dettagliatissime spiegazioni, ineccepibili, poi alla fine servano a qualcosa.
Ci sono ancora molte cose che la scienza non riesce a spiegare, e probabilmente quando noi non ci saremo più gli scienziati del futuro rideranno di noi come noi ridiamo di quelli del passato laddove abbiamo capito e dimostrato che non " c'avevano azzeccato per nulla", quindi direi di prenderla, come si dice in Piemonte "un po' più bassa".
Anche uno scienziato del calibro di Stephen Hawking mette adesso in dubbio le teorie che lui stesso ha messo a punto e che sembravano ineccepibili.
Se ha dei dubbi lui a maggior ragione, credo, dovremmo averli noi.
Gli esseri umani, uomini e donne, non sono fatti solo di materia ma anche di sentimenti, e passatemi il termine, possiedono una parte spirituale ognuna diversa dall' altra. Ci sono 7 miliardi di perosne sul pianeta, sono tutti uguali dal punto di vista fisico/biologico, ma sono tutti diversi pur essendo uguali.
Perchè mai allora una stessa identica cura medica su 10 pazienti diversi non fornisce mai gli stessi risultati? Se fossimo tutti uguali come un determniato modello di computer o di automobile ad uguale azione corrisponderebbe uguale reazione, ma non è così (neppure con le macchine, il più delle volte...)
Adesso potete anche insultarmi, ma non importa, sono abituato.
Dove voglio arrivare? Presto detto, in ogni associazione, congrega, partito, ecc. la diversità di opinioni è una ricchezza che va coltivata e non censurata, nè tollerata, va apprezzata, criticata può darsi ma con rispetto , che è sempre e comunque dovuto, per l' altra parte
Non sto sostenendo che  qui si sia mancato di rispetto alle persone appartenenti agli "spiriti liberi" ma ricordarlo non guasta mai.
Il parlare sempre con persone che la pensano allo stesso identico modo è come parlarsi allo specchio, serve a qualcosa? Non credo proprio.
Mi piacerebbe molto che  questo forum potesse diventare il posto dove tutti i barefooters possano esprimere in totale libertà le loro idee, qualunque esse siano senza sentirsi in soggezione perchè poi arrivano dall' alto i "senatori" che stroncano sul nascere qualunque argomentazione che non rientri nei loro canoni di pensiero.
Non stupiamoci poi se a scrivere sono sempre gli stessi e tanta gente iscritta non scrive, io stesso, pur facendo parte del direttivo scrivo poco proprio per non alimentare inutili discussioni che sfociano in sterili polemiche.
Questo è il mio auspicio per il 2014, se poi questo possa essere ritenuto il delirio di un folle, pazienza, come ho giò detto, sono abituato a sentirmene dire di ogni colore, una più o una meno non fa differenza.
Pace e bene a tutti.
Valerio
avatar
tarzone
Presidente Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 312
Età : 61
Data d'iscrizione : 05.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  lucignolo il Ven Gen 31 2014, 01:19

tarzone ha scritto:Anche uno scienziato del calibro di Stephen Hawking mette adesso in dubbio le teorie che lui stesso ha messo a punto e che sembravano ineccepibili.
Se ha dei dubbi lui a maggior ragione, credo, dovremmo averli noi.
Scusa, Valerio, ma non ti pare che io abbia sempre sostenuto che nessuno ha le verità assolute e che tutto vada dimostrato?
Ma, perdonami, vorresti dire che tutti hanno diritto di dire cazzate?
Ebbene, si, ma permetti a chi ha fatto un certo percorso di poter dire la sua e permetti anche a queste persone di poter dare un contributo quando si fanno domande specifiche.
O, scusa, perché tu diffidi di tutto ciò che è scienza, in base alle tue insindacabili esperienze negative, dobbiamo ancora pensare che i fulmini siano dovuti all'ira di Giove?

Mi piacerebbe molto che  questo forum potesse diventare il posto dove tutti i barefooters possano esprimere in totale libertà le loro idee, qualunque esse siano senza sentirsi in soggezione perchè poi arrivano dall' alto i "senatori" che stroncano sul nascere qualunque argomentazione che non rientri nei loro canoni di pensiero.
Non stupiamoci poi se a scrivere sono sempre gli stessi e tanta gente iscritta non scrive, io stesso, pur facendo parte del direttivo scrivo poco proprio per non alimentare inutili discussioni che sfociano in sterili polemiche.
Francamente, come membro di un direttivo, non sembri dare delle direttive.
Anzi.
Nessuno ha mai negato la libera parola, ma andare a dire che i barefooters part time discriminano più dei calzati o che ci sono persone che passano ore ed ore a scrivere sul forum dubitando sul fatto che vadano realmente scalze mi sembrano cose che vanno molto al di la del rispetto reciproco.
E voi, cari colleghi del direttivo, avete sempre dato l'impressione di una disunità spaventosa nei confronti di certi attacchi ripetuti.
Adesso ve lo dico spassionatamente che sono stufo dei vostri atteggiamenti permissivi e timorosi di guastare un clima di pseudo accordo, permettendo a chiunque di offendere chi cerca di costruire qualcosa.
Apprezzo tutti coloro che passano ore ed ore a scrivere sul forum (Alexey, Elan, ecc. ecc.), ma non apprezzo chi scambia il forum per una palestra dove tutti possono dire tutto.
Ci sono regole dettate dal buon senso e ci sono persone che cercano di dare un contributo in base alle cose che sanno e che sanno dopo un lungo percorso di sacrifici.
Se però a te questo non frega niente, anzi, ci hai sempre sputato sopra, allora continuiamo a fingere di dare il libero arbitrio ed a farci insultare dal primo venuto.
Davvero, Valerio, mi sono stufato di questo forum che vi state facendo sfuggire di mano per avere due iscritti di più.
E che vi sto sulle palle perché vi dico ciò che penso l'avevo capito da tempo.
Tanti saluti definitivi e senza ripensamenti.
Contenti?
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 62
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  Rei il Ven Gen 31 2014, 08:34

tarzone ha scritto:In passato io ho provato ad argomentare con mie esperienze di vita, sulle quali non aggiungerò una virgola, neppure sotto tortura, sul come la scienza non detenga, siamo tutti uomini/donne, la verità assoluta.
Per l'esattezza hai distorto alcune tue esperienze di vita (*) per far passare la teoria criminale che bisogna diffidare della scienza, ed in particolare della medicina, e dare credito a ciarlatani e truffatori che si arricchiscono con intrugli truffaldini, anche grazie ad un bombardamento mediatico altrettanto criminale.
I risultati li stiamo vedendo in questi giorni.

(*) http://natiscalzi.forumattivo.com/t888p60-vegan-si-ma-con-coscienza#14312
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2482
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  Alexey il Ven Gen 31 2014, 09:12

Personalmente sono stimolato a scrivere quando c' è qualcosa per cui discutere, poi ognuno può concordare con l'altro o meno, può rimanere della propria idea o cambiarla, e parlare anche di tematiche che hanno si a che fare con l'andare scalzi, ma non strettamente legate a puri racconti delle esperienze personali. Che noia sarebbe un forum in cui i post fossero del tipo: "ieri sono uscito con le scarpe ma poi mi sono nascosto dietro a un cespuglio e me le sono tolte, però mi ha visto un'amica di mia nonna e ho paura che lo dica a mia cugina che poi lo dice a mia madre e mi mette in punizione, poi sono andato a fare la spesa e la signora in cassa mi ha guardato male, ecc...". Per carità, ben vengano, ma se fosse tutto così mi romperei di scrivere molto presto.
Poi, ho visto che a volte si discute più a mo di lite di famiglia, più che scontri tra estranei, visto che poi agli incontri si sta tutti molto bene insieme.

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 36
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  tarzone il Ven Gen 31 2014, 09:23

Due precisazioni e poi torno nel mio silenzio.
Per Flavio, ci parleremo in privato e chiariremo il mio concetto, la mia stima nei tuoi confronti é immutata.
Per Rei: non hai capito un tubo delle mie esperienze e non ti permetto di parlare e giudicare ció che riguarda la mia vita privata. Neppure mi conosci, se anche mi conoscessi non potresti giudicare (il giudizio non spetta agli uomini/ donne) alcunché.
Buona permanenza e prosieguio delle vostre disquisizioni.
Valerio
avatar
tarzone
Presidente Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 312
Età : 61
Data d'iscrizione : 05.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  Alexey il Ven Gen 31 2014, 09:29

Parlando di medici, scienziati & co., come già detto nessuno ha la verità assoluta in tasca, ma solo procedure che derivano dalle teorie ricavate dalle conoscenze del momento, pronte ad essere più o meno smentite o rielaborate. La cosa preoccupante degli ultimi tempi, però, è che ognuno si sta specializzando sempre più nella propria nicchia e pare esserci una scarsità di menti che mettano insieme i pezzi del puzzle ed elaborare versioni più "elevate" che spieghino meglio i fenomeni e le loro cause. Spesso e volentieri mi si accappona la pelle quando leggo le conclusioni degli studi, che a volte sono mere considerazioni personali condizionate dalle abitudini culturali del ricercatore stesso, che però diventano poi verità assoluta perché molto spesso non si dà potere alla scienza, ma alla figura dello scienziato. Se nello studio le premesse e i campioni sono falsati, lo saranno anche le conclusioni. L'esempio che faccio sempre nel nostro settore è la credenza che ci voglia "un po' di tacco", derivante dalle errate premesse e conclusioni di uno studio reale che ha dato si i risultati mostrati, ma falsati , distorti e mal interpretati che ha portato a far rivoltare Carlo Roberto Darwin nella tomba, ma è stato preso da molti medici, podiatri e di conseguenza dalla massa, come verità assoluta e inquestionabile.

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 36
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  Elan il Ven Gen 31 2014, 10:54

Nel mio post avevo cercato di rispondere con "leggerezza" ai post di Marco Alberto  e mi dispiace vedere che siamo arrivati contrapposizioni molto più dure di quanto auspicabile in un consesso amichevole che gira intorno ad una comune innocente passione.

Per rispondere rapidamente a Tarzone, con il quale credo che ci sia una barriera di pensiero insormontabile, dirò che certamente io da libertario son convinto che tutti abbiano diritto a sostenere le loro idee e le loro convinzioni, ma lo stesso vale per me che posso sempre criticarle, dissentire, o anche dire, in certi casi (e non mi riferisco a questo) che le ritengo strampalate o inaccettabili, o idiote o indegne.

Per esempio, prendiamo il negazionismo (dell' olocausto): inaccettabile, idiota ed indegno ... però non sono assolutamente d'accordo con chi vorrebbe che diventasse un reato perseguibile penalmente e spero che in questo caso Tarzone la pensi come me.

Vorrei aggiungere una piccola riflessione su di un argomento che viene già dibattuto frequentemente in vari forum ed è quello che se è vero che tutte le opinioni sono consentite, non è vero che tutte abbiano pari valore.  Questo invece è un pensiero strisciante che avanza e che conquista molte teste poco pensanti ... non occorre sapere, il percorso formativo non ha importanza, l'evoluzione del pensiero scientifico sperimentale galileiano non contano.  Basta che una cosa si trovi in internet o in wikipedia ed ha lo stesso peso e la stessa dignità e chi sostiene qualcosa di diverso è al soldo delle multinazionali.  

Bene, io, per quanto il mio pensiero possa valere, non accetto questa impostazione e distinguo tra verità dimostrate, teorie che potrebbero dimostrarsi vere, ma ancora solo abbozzate o in fase di studio, ipotesi azzardate che legittimamente possono sollevare grosse riserve e cazzate evidenti che non meritano altro che il dileggio.  Tra l'altro, una cosa sono le dottrine politiche e fiosofiche, un altra le verità scientifiche o mediche ... diciamo che sono disposto a lottare affinchè tutti abbiano voce nella società, ma se si tratta di morire affinchè chiunque possa spacciare per vere le più assurde fesserie, ci dovrei pensare su un attimo Smile 

Non posso attribuire  pari dignità scientifica a ciò che ormai sappiamo con certezza sulla composizione del genoma umano o sul fuzionamento dei mitocondri e il magnetsimo animale di Mesmer, la medicina omeopatica  o le teorie complottiste sulle scie chimiche o i terremoti generati a piacere dagli amerikani.   Ne considerare ugualmente sapienti coloro che hanno dedicato una vita professionale a determinati studi e chi si è fatto una infarinatura leggendo wikipedia.  

Per tornare al nostro forum, certo che chiunque può esprimere le sue idee, ma nel momento in cui lo fa se ne assume la responsabilità e non può offendersi se vengono confutate.  Questo è un forum di appassionati di scalzismo, mica l' angolo di Hyde park dove chiunque può salire su di una cassetta vuota e mettersi a predicare di qualunque argomento gli passi per la testa, raccogliendo solo consensi ed ovazioni.
avatar
Elan

Numero di messaggi : 1083
Età : 64
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  Appleseed il Ven Gen 31 2014, 11:05

Concordo al 100% con Elan.
Mi dispiace sinceramente che si siano raggiunti toni così accesi nella discussione (manco fossimo alla Camera...), e soprattutto così personali.
Come dicevano, in tutt'altro contesto, Fisher & Ury: "hard on things, soft on people".
E' sempre interessante discutere sulle idee, magari le questioni personali meglio affrontarle altrove.
avatar
Appleseed
Tesoriere Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 473
Data d'iscrizione : 01.08.13

Tornare in alto Andare in basso

discussioni invernali

Messaggio  Admin il Ven Gen 31 2014, 12:17

Mi pare che a furia di scrivere alla fine ci si scaldi un po' più di quanto sarebbe opportuno.
Che devo fare, chiudere il Forum durante l' inverno?
Torniamo a discutere tranquillamente, miei cari.
Admin

_________________
L'Amministratore del Forum
avatar
Admin
Amministratore del Forum

Numero di messaggi : 149
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  Elan il Ven Gen 31 2014, 12:44

Lucignolo ha scritto:
...torace più ampio, statura mediamente più bassa, arti mediamente più corti, con un aumento dello spessore del grasso sottocutaneo e con abitudini alimentari che implicano il consumo di cibi altamente energetici, indigeribili per la maggior parte di noi mediterranei....
Mi hai descritto Smile  :  basso, un po' tarchiato, con un po' di ciccia e mi nutro di cheeseburger con patatine da Mac Donald .....

Però la descrizione calza abbastanza bene anche a te ed a REI .... forse siamo di un'altra razza : )   Per il culto della razionalità direi forse dei Vulcaniani  polari Smile

avatar
Elan

Numero di messaggi : 1083
Età : 64
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  tarzone il Ven Gen 31 2014, 14:05

Riguardo alla risposta di Rei che inserisce un link relativo ad una (inutile) discussione da me sostenuta, provate a chiedervi, se ne avete voglia, tempo e se lo ritenete utile sul come mai anche Piedidiluna, che poi si chiama Barbara, dopo le stroncature assolute e ineccepibili di Rei, Elan e Cybeteam sia poi definitivamente sparita.
Barbara abita a 30 km. da casa mia e l' ho incontrata un paio di volte, una insieme Marco53, Barbara è una persona gradevole, a cui piace camminare scalza e anche con le pedule da trekking, sicuramente ha idee e convinzioni che distano anni luce dalle vostre.
Malgrado ciò vive bene e in salute (pur non frequentando gli studi medici).
Nessuno mette in discussione le asserzioni che voi fate, quello che mi piacerebbe, se mai fosse possibile, sarebbe l' interrogarsi sull' utilità di tutte queste impeccabili dissertazioni accademiche in un forum che non è quello del Politecnico ma dei nati scalzi.
A meno che non si voglia far diventare il forum quello degli scienziati scalzi, in questo caso, credo, siamo vicini alla meta.
Ho infatti la sensazione che, come dice Paolo Selis, d' inverno, non avendo molto da dire ci si diverta a parlarsi addosso tra 5/6 postanti che si rispecchiano uno nell' altro, mi chiedo di quale utilità possa essere tutto ciò per il nostro fine.
Si potrà sempre sostenere che la perdita di Barbara (nell' ambito dei nati scalzi, beninteso) possa essere del tutto insignificante, ma, vogliate perdonarmi, io sono uno di quelli per i quali nessuno deve rimanere indietro.
Io non sono nessuno e non ho alcuna autorità per giudicare chi abbia ragione o torto (lasciando perdere da dove nasce il sole o se è Zeus che scaglia i fulmini, per favore), mi chiedo solamente che utilità possa avere tutto ciò.
Saluti ecumenici
Valerio
avatar
tarzone
Presidente Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 312
Età : 61
Data d'iscrizione : 05.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  Ospite il Ven Gen 31 2014, 14:08

Caro Appleseed, intanto ti ringrazio di avermi chiamato "Marco Aurelio", spero di essere altrettanto saggio dell'imperatore-filosofo... Smile
Io non prometto nulla, cerco di condividere gratuitamente con altri le mie esperienze positive...
Per quanto riguarda le dimostrazioni di "ipotesi non facili da verificare" dovresti far riferimento agli studi fatti, come ho già scritto, ed eventualmente criticare quelli. Gli studi sulle patologie infiammatorie sono stati fatti, e anche sulle condizioni di convalescenza... quando potrò farlo (se vuoi) li condividerò questi studi, altrimenti le nostre sono solo parole al vento...
Ricordo che Sinatra,  Oschman e altri sono ricercatori di fama internazionale, non dei filosofi new-age...
Distrugggere qualcosa è infinitamente più facile di costruire qualcosa, è questo che sento... Questo nella scienza, e in qualsiasi altro fatto umano... Riflettiamo se vuoi su questo: sulle motivazioni che ci guidano in una discussione... Grazie e ciao.

"Che tu, caro Marco Alberto, sia un tipo un po' fuori dagli schemi, si intravvede già dal tuo Avatar ... la descrizione della tua dieta direi che completa il quadro. Siccome però sei il vincitore del premio REI 2013 per il comportamente con i rompiscalzi, ti accettiamo molto volentieri e noto che si è glissato diplomaticamente su parecchi spunti interessanti che ci hai dato. Tuttavia nemmeno noi, Signore, avremo timore ad incrociare le nostre spade con Voi e lo faremo come si fa con un avversario che si rispetta: senza riguardi per il vostro nome ed il vostro lignaggio"
................
Caro Elan, quindi per te una foto con semplici pantaloni nepalesi da yoga ed avere una dieta crudista fa di me un tipo "fuori dagli schemi"... Un tipo strano, insomma... Smile
Il "quadro" è questo dunque... Scusa se non ho un'immagine sufficientemente "seria" e "borghese"... Tu invece, come ti vesti e cosa mangi?! Metti la tua foto, così magari dico anch'io la mia, per par-condicio...
Comunque grazie mille per accettarmi anche se sono un diverso, grazie mille per la mia "coppa-Rei"... questo ti fa onore (com'è buono lei, diceva Fantozzi!) Speriamo allora che Rei non si offenda per essere stato assimilato a un tipo come me! Wink
Fatemi sapere le "regole d'ingaggio" per questo forum, vorrei sapere dagli altri se sono d'accordo con queste affermazioni di Elan, così mi procurerò una foto in giacca e cravatta, e sarò più normale... Grazie. Per il resto, dal tuo intervento, traspare il vissuto di chi si sente a casa sua, a suo agio nel suo orticello, e accoglie paternalisticamente un "forestiero", uno "nuovo" che deve prima farsi accettare (ma non è detto che questo avvenga!!): vedremo se il ragazzo si comporta bene... ahahhahaha Smile
Le palle quadre sono più quadre quando sei da solo che non in una compagnia che ti sostiene (sto scherzando!)

@Lucignolo
"part time, come dici tu, mi pare, con un certo disprezzo".
questa è una tua interpretazione ingiustificabile, una proiezione dei tuoi sentimenti, disprezzo?! No, perché se leggi parlo del mio (trascorso) scalzismo "part-time"... eh, no a queste attribuzioni non ci sto, davvero Lucignolo, te lo dico con tutta la mia sincerità, hai reagito davvero male...
Tu hai fatto l'università, e anch'io l'ho fatta: ho fatto ricerca all'università e all'ospedale Sant'Orsola-Malpighi di Bologna (ci andavo vestito orientale, e tutti mi rispettavano, là... spero lo facciate anche voi), quindi, collega, anch'io ho cose da dire e col massimo rispetto per le tue conoscenze e la tua esperienza scientifica non sono d'accordo con te... Riesci ad accettarlo?
A proposito: ho anche dato un Esame di Stato scalzo, all'Uni di Bologna, senza alcun problema, senza essere considerato "meno" di chi era vestito normale e aveva le scarpe, mi conoscevano più per il mio cervello che non per i miei piedi.
La mia citazione di wikipedia era per chi non ha conoscenze in biologia, è ovvio che è una cosa "divulgativa", conosco ovviamente le cose di cui tu scrivi, ma adesso la discussione sarebbe fuori-luogo, accademica e incomprensibile ai più... Sei d'accordo?
Il tuo intervento è fuori bersaglio, totalmente... Scusa, ma sono tutte proiezioni dei tuoi contenuti mentali, interpretazioni non in linea con la realtà, quindi non intendo replicare... Le mie erano piccole provocazioni che servivano a mettere sale nella discussione, e tu hai risposto all'insegna della permalosità più totale, come uno che sente minacciato il suo ego, una sorta di crimen lesae maiestatis!... Forse questo è dovuto ad esperienze negative passate? Si potrebbe pensarlo...
In ogni caso, fammi sapere, caro Vicepresidente, se posso continuare a scrivere qui, se questo è un forum libero e se dunque si può dissentire dall'Establishment (in virtù se non altro del diritto dell'essere umano al Libero Pensiero) così saprò come regolarmi... Attendo di sapere se me ne devo andare...
P.S. Come si fa a mettere la faccina "triste, profondamente deluso"?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  ALEBO il Ven Gen 31 2014, 15:33

tarzone ha scritto:Riguardo alla risposta di Rei che inserisce un link relativo ad una (inutile) discussione da me sostenuta, provate a chiedervi, se ne avete voglia, tempo e se lo ritenete utile sul come mai anche Piedidiluna, che poi si chiama Barbara, dopo le stroncature assolute e ineccepibili di Rei, Elan e Cybeteam sia poi definitivamente sparita.
Barbara abita a 30 km. da casa mia e l' ho incontrata un paio di volte, una insieme Marco53, Barbara è una persona gradevole, a cui piace camminare scalza e anche con le pedule da trekking, sicuramente ha idee e convinzioni che distano anni luce dalle vostre.
Malgrado ciò vive bene e in salute (pur non frequentando gli studi medici).
Nessuno mette in discussione le asserzioni che voi fate, quello che mi piacerebbe, se mai fosse possibile, sarebbe l' interrogarsi sull' utilità di tutte queste impeccabili dissertazioni accademiche in un forum che non è quello del Politecnico ma dei nati scalzi.
A meno che non si voglia far diventare il forum quello degli scienziati scalzi, in questo caso, credo, siamo vicini alla meta.
Ho infatti la sensazione che, come dice Paolo Selis, d' inverno, non avendo molto da dire ci si diverta a parlarsi addosso tra 5/6 postanti che si rispecchiano uno nell' altro, mi chiedo di quale utilità possa essere tutto ciò per il nostro fine.
Si potrà sempre sostenere che la perdita di Barbara (nell' ambito dei nati scalzi, beninteso) possa essere del tutto insignificante, ma, vogliate perdonarmi, io sono uno di quelli per i quali nessuno deve rimanere indietro.
Io non sono nessuno e non ho alcuna autorità per giudicare chi abbia ragione o torto (lasciando perdere da dove nasce il sole o se è Zeus che scaglia i fulmini, per favore), mi chiedo solamente che utilità possa avere tutto ciò.
Saluti ecumenici
Valerio

Il tuo intervento mi chiarisce il perchè Barbara e molte altre persone(soprattutto donne) non scrivono più sul forum.
Queste discussioni accademiche lasciano il tempo che trovano, ogni persona rimane della propria idea. Mi sembra che chi scrive voglia solo far sfoggio del proprio sapere e della propira cultura più o meno scientifica.
Accettiamo il parere degli altri senza senza sentirsi superiori anche se non le condividiamo, forse molte persone che non scrivono più e solo leggono ricomincerammo a farsi sentire scrivendo.
Saluti rappacificanti.
ALEBO

ALEBO

Numero di messaggi : 438
Data d'iscrizione : 26.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  Elan il Ven Gen 31 2014, 15:43

Caro Marco ALberto, avrai anche notevoli titoli academici, ma non mi sembra che brilli per sense of humor. Io ho sempre cercato di stemperare i toni e di scherzarci sopra, ma, a quanto pare, con i "credenti" non ci si può scherzare.

Ho la netta impressione che sei qui apposta per provocare e per discutere ... ho già detto, seriamente, come la penso: per me non tutte le opinioni e le idee, pur essendo lecite, sono ugualmente rispettabili. Comunque possiamo discuterle... Se ti sembra che le affermazioni di Lucignolo siano scientificamente contestabili, contestale scientificamente e non nascondendoti dietro i nomi di "ricercatori di fama internazionale". Mi chiedo quanto sia importante (e se sia possibile soprattuto) stabilire quanta percentuale di riscaldamento del corpo possa provenire dal disaccoppiamento mitocondriale, ma possiamo continuare a parlarne ...

Vuoi parlare del grounding come fenomeno bio-elettrico possibile solo se cammini scalzo? Ok, ti sto ad ascoltare ... per me, a naso è una cazzata, ma, per carità ... sono dispostissimo a cambiare idea.

Poco fa, per caso sono incappato in un blog in cui insultavano pesantemente tutti gli scalzisti, per le loro idee filosofiche e mediche balzane. In particolare per la commistione tra scalzi e vegani di cui abbiamo anche discusso in questi giorni. La cosa più divertente è stata l'intervento di una Vegana, che ci teneva a differenziarsi da quei matti degli scalzisti Smile

Se ti piace tanto combattere contro le menti chiuse al dialogo ed i pregiudizi, perchè non vai a divertirti su questo forum qui? http://www.pallequadre.com/2012/07/scalzisti-nuova-frontiera-boiate.html ... credo che potresti divertirti molto di più che con noi noiosi scienziati scalzi (devo dire che mi piace questa definizione Smile).

Non credo che la identificazione tra scalzismo e pensiero alternativo faccia molto bene al nostro "hobby", ma è inevitabile che questo forum sia un polo di attrazione per pensatori alternativi e "credenti"di tutti i tipi ... purtroppo dobbiamo viverci. Se poi scoprono che le loro credenze non sollevano acclamazione estatica, ma invece qualcuno che li contesta e decidono di non poter vivere tra scalzi che non siano seguaci o perlomeno tolleranti delle loro filosofie, tipo medicina alternativa o amore paleolitico e se ne vanno .... sono problemi loro.

Io continuerò ad accettare tutte le persone, ma non necessariamente le idee che decidono di propagandare e faccio notare che determinate persone non hanno potuto fare proprio a meno di propagandare, qui, le loro idee.

Alla fine del fatto che gli scalzisti siano stravaganti me ne sono fatto una ragione... e, tornando a te, non credo che sia offensivo rilevare che, sì, girare vestito da nepalese in Italia e praticare una dieta crudista sia piuttosto fuori dagli schemi, ma non ti ho certo criticato per questo. Anche me, mi considerano fuori dagli schemi perchè giro scalzo e non ci trovo niente di offensivo... quindi perchè tu ti inalberi?







avatar
Elan

Numero di messaggi : 1083
Età : 64
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mitocondri, elettroni & kundalini

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum