Libri... questi (S)conosciuti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  Sarfa il Lun Nov 22 2010, 17:09

Non sono riuscita a trovare un topic equivalente quindi spero di non star pestando i piedi a nessuno Embarassed
Ho notato che più di una persona legge un genere che io amo molto , il fantasy, però mi pareva brutto limitare gli utenti del forum con una sezione che settorializzi la lettura quindi ho pensato ad un topic più generico Very Happy

Personalmente ritengo la lettura una grossa fetta della mia vita, non esiste che mi rechi in un posto senza un libro e (i libri appunto) sono spesso una delle prime cose a cui penso quando faccio una valigia.

Fantasy, horror, classici… cosa puoi volere di più se piove e tu sei al calduccio in casa tua sotto le pezze con un libro e una tazza di thè? (sono una maniaca degli infusi)
Non ho autori preferiti ma solo libri preferiti (che poi alcuni autori mi piacciano più di altri è un altro conto Very Happy ).

Ora come ora devo scappare (mi trovo da starbucks alla piazza dell'orologio e la cameriera mi sta guardando malissimo perchè ho finito la mia ordinazione e sto occupando il tavolo allacciata alla loro wifi Laughing ).

Parliamone!
avatar
Sarfa

Numero di messaggi : 21
Età : 27
Data d'iscrizione : 17.11.10

http://violazaccari.wordpress.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  Elan il Mar Nov 23 2010, 13:55

Anche se ultimamente leggo molto di meno, sono d'accordissimo e quando avevo la tua età divoravo i libri uno dopo l'altro. Devo deluderti, però, perchè non amo la fantasy, mentre mi piacciono tutti i generi di fantascienza. La lista fatta dall'altro amico con i suoi top ten mi trova del tutto concorde e posso fare una eccezione per Il signore degli anelli, perchè è qualcosa di più di un romanzo di fantasy, è decisamente letteratura.

Sono d'accordo anche sulla inclusione di IT ... secondo me appartiene a quei libri che "vorresti non finissero mai", perchè ti affezioni talmente ai personaggi da non volerli perdere. Ciò che rende, a mio avviso, indimenticabile IT, non è la caccia al mostro, ma il "club dei perdenti", quel fantastico ed eterogeneo gruppetto di amici deciso a scovarlo e ad eliminarlo. Però ci metterei anche qualcosa di A.E. Van Vogt ... per esempio "crociera nell'infinto" o "le armi di Isher".

Altri libri che io considero del tipo "che vorresti non finissser mai", sono: "Il mandolino del capitano Corelli" "L'ammutinamento del Caine" e "I pilastri della terra"

Tra i libri d'evasione usciti recentemente consiglio "La biblioteca dei morti" e "la mano sinistra di Dio" e un po' più vecchio "il quinto giorno"


avatar
Elan

Numero di messaggi : 1087
Età : 65
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  Spyro il Mar Nov 23 2010, 17:44

Allora, la mia libreria è composta per un buon 95% da libri fantasy tra cui cito:
- il Ciclo dell'Eredità di Paolini (Eragon, Eldest, Brisingr)
- Cronache / Guerre / Leggende del Mondo Emerso di Licia Troisi (mi manca solo il nono libro che uscirà a breve)
- La ragazza Drago sempre di Licia Troisi (i primi tre libri)
- La saga di Temeraire di Naomi Novik (primi quattro libri)
- Il libro del Destino di Elisa Rosso (primi due libri)
- Il Regno dei Draghi e il Risveglio dei Draghi (in fase di lettura) di Julia Conrad
- I manga di Warcraft
e devo leggerne anche moolti altri.

Per quanto riguarda la parte "non fantasy" ho due libri di Mauro Corona e un altro libro di fantascienza intitolato Kot, un viaggio lungo mille anni.
avatar
Spyro

Numero di messaggi : 650
Età : 31
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  Rei il Mar Nov 23 2010, 18:58

Libri... ne ho tanti da ricoprire ogni parete libera della mia casa, più quelli che ho in "comproprietà" con i miei fratelli e che stanno a casa loro.
Allora mi guardo intorno e cito solo i "gruppi" che saltano più all'occhio.
- Tutti i romanzi di Umberto Eco e buona parte dei saggi.
- Tutto Jostein Gaarder (più il rimpianto di essere arrivato un giorno in libreria mezz'ora dopo che aveva finito di autografare i suoi libri).
- Tutta Banana Yoshimoto.
- Un metro e mezzo di scaffale di libri orientali vari (India, Cina, Giappone), dai romanzi di Murakami ai saggi sul Buddismo.
- La mia parte dell'opera omnia di Marion Zimmer Bradley (in condomino con i miei fratelli).
- Tre metri di scaffale divisi a metà tra "Urania" ed altre edizioni di romanzi e racconti di fantascienza (con qualche incursione nel fantasy).
- Cinque romanzi autografati dall'autrice di Margherita Giacobino (due con lo pseudonimo Elinor Rigby e uno con lo pseudonimo Rita Gatto), una grande scrittrice che mi onora della sua amicizia e che meriterebbe di essere più conosciuta.
- Un paio di metri di scaffale con i classici dell'800 e '900 italiani e stranieri (sì, insomma, i soliti...).
- Un metro e mezzo di libri di cucina, metà di cucine (e culture) di tutto il mondo (e con il mio spezzatino (di soia) al curry giapponese ho conquistato almeno tre fanciulle ed i complimenti scalzi di Claudia "Vocedicane").

Più il resto.

E poi la collezione di fumetti. Marvel da uno dei miei fratelli, Bonelli dall'altro, Giapponesi a casa mia.
(Sì, ho le introvabili edizioni italiane originali di "Nausicaa della valle del vento" e di "Akira".)
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2646
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  Andrea77 il Mar Nov 23 2010, 20:54

Di Fantasy nulla. Ho provato a leggere lo Hobbit e l'ho piantato li dopo poche pagine.
Anni fa leggevo un sacco di gialli Agatha Christie, Sherlock Holmes
Poi sono passato a Pennac, Dan Brown,Severgnini.
Poi libri di montagna Bonatti e altri (alcuni anche tecnici con descrizioni di vie...).
Poi libri di 'informazione' stile Travaglio,...
Oltre i libri c'è Tex.

Ciao
Andrea

avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  hadashi il Mer Nov 24 2010, 09:42

Rei ha scritto: (Sì, ho le introvabili edizioni italiane originali di "Nausicaa della valle del vento" e di "Akira".)
Ma io ti saccheggio la casa, sai ? Wink
Pensa che Akira mi piace così tanto che mi sono preso l'edizione originale e ho cominciato a tradurla... al momento riesco a leggere una pagina a settimana Razz
Poi Nausicaa la piazzerei persino prima di Principessa Mononoke e La Città Incantata, anche se questi ultimi sono molto più quotati.

Riguardo a Murakami: vorrei leggere qualcosa di lui (Yoshimoto l'ho scoperta da poco... favolosa...). Con quale libro consiglieresti di cominciare ?

P.s.: piccola curiosità: di Urania quante edizione hai ? Avranno pubblicato qualcosa come 2000 edizioni ormai, no ... ?
avatar
hadashi

Numero di messaggi : 772
Età : 46
Data d'iscrizione : 08.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  Sarfa il Mer Nov 24 2010, 10:49

ullallà sembra ci sarà anche bisogno di un topic sui fumetti! adoro questo forum Laughing

io sfortunatamente ho dovuto "abbandonare" molto dei cari amici di cellulosa in varie case di vari parenti (serpenti) a Roma, anche se ci sono quelli che mi sono dovuta categoricamente portare (o farmeli spedire) a praga altrimenti mi sarei sentita incompleta.

- i fiori del male, i paradisi artificiali e poema dell'hashish di baudelaire
- i classici del maestro shakespeare troppi per starli ad elencare Very Happy
- E.A. Poe: Storia di Arthur Gordon Pym, i racconti (terrore, mistero e grottesco)
- Oscar Wilde: il fantasma di canterville, dorian gray (meraviglioso), la ballata del carcere di reading, la donna senza importanza
- C. Bukowsky: taccuino del vecchio porco, storie di ordinaria follia, compagno di sbronze, hollywood hollywood!, quello che porta a grattarmi sotto le ascelle (GE-NIA-LE)
- Tolkien : ISDA (chiaramente), hobbit, silmarillion, la realtà in trasparenza
- Le avventure di Anita Blake di Laurell Hamilton
- Ciclo di Sookie Stackhouse di Charlaine Harris
- Ospite di Stephanie Meyer
- Qualcosa di M.Z. Bradley
- Non mi uccidere di Chiara Palazzolo
- Saga della Torre Nera di Stephen King
- il piccolo principe (sono una romantica, che ci posso fare)
- Roald Dahl (cinico meraviglioso) : versi perversi, storie impreviste e storie ancora più impreviste

mmm... per ora non mi viene in mente altro Very Happy
inoltre... fumetti fumetti e ancora fumetti I love you
avatar
Sarfa

Numero di messaggi : 21
Età : 27
Data d'iscrizione : 17.11.10

http://violazaccari.wordpress.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  Rei il Mer Nov 24 2010, 11:03

Sarfa ha scritto:inoltre... fumetti fumetti e ancora fumetti I love you
Che genere?
Ad un certo livello non li considero diversi dai libri senza figure: sempre letteratura alta è.
Per chi non lo sapesse, il libro che attorno all'anno mille fonda la lingua giapponese, il Genji Monogatari (ce l'ho!), era accompagnato in origine da una lunga striscia di disegni. Insomma, l'equivalente giapponese dell'opera di Dante Alighieri e di Manzoni è un fumetto ante-litteram.

Alla lista quindi aggiungo:
- i libri di Vanna Vinci (autografati, è un'amica)
- tutto Jiro Taniguchi
- Piera degli spiriti
- La coppia "Lambrusco & Cappuccino" e "Una volta c'erano più stegosauri".
- Alcuni libri di Claire Bretecher.
- Lady Oscar (entrambe le edizioni), con annessi e connessi, che suscitano l'invidia di molte mie amiche e delle loro figlie.
- eccetera, eccetera.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2646
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  hadashi il Gio Nov 25 2010, 17:44

Rei ha scritto:Ad un certo livello non li considero diversi dai libri senza figure: sempre letteratura alta è.
Per chi non lo sapesse, il libro che attorno all'anno mille fonda la lingua giapponese, il Genji Monogatari (ce l'ho!), era accompagnato in origine da una lunga striscia di disegni. Insomma, l'equivalente giapponese dell'opera di Dante Alighieri e di Manzoni è un fumetto ante-litteram.
Beh, in Giappone anche oggigiorno moltissimi manga vengono considerati equivalenti di letteratura. Probabilmente perchè le parole non vengono considerate più "autorevoli" delle immagini; è sicuramente anche a causa della loro scrittura (cioè dei Kanji).

In Giappone ci sono innumerevoli manga fatti esplicitamente per adulti (e non parlo di pornXXX), e molti libri di letteratura contengono più immagini che parole (o sono del tutto senza parole). Infatti non è raro (anzi, è quasi la norma) vedere uomini adulti (incluso uomini d'affari in giacca e cravatta) in metropolitana leggere dei manga mentre vanno al lavoro o tornano a casa Very Happy
Un'altra grande differenza tra i manga giapponese e i "fumetti" europei o americani è che nei manga una serie di solito è molto limitata nel tempo; raccontano una storia ben precisa, e dopo la serie termina (e se ha successo, ne fanno un anime, cioè un cartone animato). Sono poche le serie a puntate che vanno avanti all'infinito.
Ogni settimana vengono create nuove serie di manga (quelle che hanno successo, continuano per x mesi, altrimenti terminano dopo poche settimane). Per quello c'è una varietà pazzesca. Da noi invece vengono creati dei personaggi, e dopo ci construiscono attorno delle serie infinite...

Purtroppo solo negli ultimi anni stanno anche arrivando i manga "di livello" in italia; fino a poco fa importavano quasi solo roba per bambini, di cui veramente pochi erano buoni... Sicuramente anche colpa della difficoltà di tradurrli (p.es. spesso bisogna anche ridisegnare le immagini per le versione "occidentali", tra l'altro perchè la maniera tradizionale di scrivere i Kanji è dall'alto verso il basso e da destra a sinistra. Per quello bei manga originali sfogli il libro "da dietro"). Ovvio che gran parte delle persone da noi identificano i manga come "roba per bambini".

Per fortuna grazie a Miyazaki (e all'Oscar per "la città incantata") il mercato ha cominciato un pò ad aprirsi (ok, adesso forse faccio un po di confusione mischiando manga e anime (cioè cartoni animati); cmq in giappone ovviamente esistono sempre entrambi Very Happy

Dovremmo aprire anche un thread sugli anime Very Happy Secondo me quelli di Miyazaki sono tutti dei capolavori (*adoro* Totoro, c'erano alcune scene che mi hanno veramente commosso; poi Principessa Mononoke, Nausicaa, etc..). Oppure "una tomba per le lucciole". Qualcuno di voi l'ha visto ? Secondo me non c'è film sulla bomba atomica che è altrettanto angosciante Sad

avatar
hadashi

Numero di messaggi : 772
Età : 46
Data d'iscrizione : 08.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  Angelica il Sab Dic 11 2010, 18:19

A me il fantasy piace,ma dev'essere di quello giusto: adoro Michael Morckook con tutta la saga di Elric di Melnibonè e soprattutto Robert Howard,con i suoi Conan il barbaro, Kull di Valusia e Solomon Kane (che ritengo essere il suo personaggio più riuscito,a dispetto di Conan che l'ha oscurato,pur essendo quest'ultimo validissimo).
Poi ho adorato Lewis Wallace e il suo Ben Hur, un capolavoro che cosiglio a tutti, capolavoro da abbinare col film con Charlton Heston.
Il piccolo principe -so che mi attirerò molti contro- ma non l'ho mai potuto soffrire, lo odiavo anche quando alle medie eravamo costretti a studiarlo!
Al momento sono impegnata con I Proscritti di Von Salomon.
avatar
Angelica

Numero di messaggi : 306
Età : 29
Data d'iscrizione : 17.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  Andrea D il Mer Dic 29 2010, 10:00

Io sono un lettore casuale, caotico e lento, col risultato di avere la casa piena di libri che non ho letto! Che vergogna. E mi mancano un mucchio di classici, sia antichi che moderni.

Comunque: non sono un ammiratore di Tolkien. Sono un adoratore. Il guaio è che dopo Tolkien diffido di tutti gli altri autori di fantasy, ho paura che mi deludano. Ma ho letto il primo libro del ciclo di Gormenghast, di Mervyn Peake, un libro del ciclo della Terra multicolore (? The Many-Coloured Land) di Julian May, il ciclo di Merlino di Mary Stuart, e cose del genere.

Ora sto leggendo, con molta fatica, le leggende delle Dolomiti (Dolomitensagen) di Karl Felix Wolff. Sono antiche fiabe e leggende par lo più ladine, raccolte e completamente riscritte da un austriaco (credo di madre sudtirolese) trapiantato a Bolzano. Le trovo molto belle, anche se irrimediabilmente tristi e malinconiche. Bisognerebbe che qualcuno le ritraducesse dal tedesco al ladino! Credo che in italiano ci siano soltanto le vecchie edizioni Cappelli, "I monti pallidi" e "Il regno dei Fanes" (che non ho letto), un po' striminzite ma belle lo stesso. Tempo fa è uscito un libro di Brunamaria Dal Lago intitolato °Il regno dei Fanes".

Agli appassionati di fantasy dovrebbero piacere queste leggende antiche. Io ho letto un po' di storie irlandesi, saghe nordiche, il Kalevala (da cui Tolkien ha tratto alcuni temi), e anche il Libro dei Re e le Mille e una notte, in un àmbito diverso.

Da tempo non leggo fantascienza, di cui apprezzavo i grandi classici: Asimov e Clarke. Mi piaceva anche quel pazzoide di Heinlein. Chi conosce Sheckley?

Poi c'è la letteratura "seria". Come dicevo, ho delle lacune spaventose. Non ho letto né Dostojevskij né Moravia, per dirne due. Però ho letto Guerra e pace (wow). "Il Maestro e Margherita" è un libro che vorrei poter rileggere ogni tanto. Mi venne la tosse mentre leggevo i primi capitoli della Montagna incantata, ma per fortuna passò subito (sono ancora innamorato di Claudia Chauchat).

Dei sudamericani ne parleremo un'altra volta. A chi piace Borges?

Saluti qulturali.

Andrea D

Numero di messaggi : 222
Data d'iscrizione : 09.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  lucignolo il Mer Dic 29 2010, 21:12

Andrea D ha scritto:Comunque: non sono un ammiratore di Tolkien. Sono un adoratore. Il guaio è che dopo Tolkien diffido di tutti gli altri autori di fantasy, ho paura che mi deludano.
Porca miseria, che bocchina raffinata!!
Ti credo e concordo pienamente.
Ti chiedo questo: non hai mai avuto la sensazione che i freddi autori anglosassoni abbiano spesso due marce in più degli altri?
Come è curioso il frequente riferimento a protagonisti scalzi?
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  Andrea D il Gio Dic 30 2010, 09:47

lucignolo ha scritto:[...]non hai mai avuto la sensazione che i freddi autori anglosassoni abbiano spesso due marce in più degli altri?
Mah, come ho detto, sono un lettore caotico e pigro, quindi non so darti un giudizio sugli autori anglosassoni in generale. Se per "freddezza" vuoi dire autocontrollo e understatement, penso che siano tratti tipicamente anglosassoni e li apprezzo molto. Se pensi a Tolkien, per esempio, non trovi mai descrizioni eroiche e mirabolanti, o termini enfatici. Borges ammirava questa misura nelle saghe nordiche (le saghe storiche, non quelle mitologiche), si vede che la tradizione anglosassone attinge da lì.

Come è curioso il frequente riferimento a protagonisti scalzi?
A parte gli hobbit della Contea, non ricordo molti protagonisti scalzi nei libri che ho letto. Tu quali ricordi?

Un'aggiunta alla mia lista di autori di fantascienza: Douglas Adams e la sua Guida Galattica (trilogia in quattro volumi).

Ciao!

Andrea D

Numero di messaggi : 222
Data d'iscrizione : 09.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  Rei il Gio Dic 30 2010, 11:01

Andrea D ha scritto:(trilogia in quattro volumi)
Ehmm, si dice quadrilogia.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2646
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  Andrea D il Gio Dic 30 2010, 11:59

Rei ha scritto:
Andrea D ha scritto:(trilogia in quattro volumi)
Ehmm, si dice quadrilogia.
Sei sicuro? Non è che ti confondi con la quadriga? O la quadriglia?

Andrea D

Numero di messaggi : 222
Data d'iscrizione : 09.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  Rei il Gio Dic 30 2010, 12:04

Andrea D ha scritto:
Rei ha scritto:
Andrea D ha scritto:(trilogia in quattro volumi)
Ehmm, si dice quadrilogia.
Sei sicuro? Non è che ti confondi con la quadriga? O la quadriglia?
Quadrilogia (è un link)


Ultima modifica di Rei il Gio Dic 30 2010, 21:50, modificato 1 volta
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2646
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  Luca T il Gio Dic 30 2010, 21:48

Quali i più bei libri letti nel 2010?
Per me:
La vita autentica Vito Mancuso
In nome della madre - Erri de Luca
Suite francese - Irène Némiroski
Spingendo la notte più in là - Mario Calabresi (questo lo consiglio caldamente, è un libro di etica, storia, politica..:ho pianto nel leggerlo)
Il giorno prima della felicità - Erri De Luca

L
avatar
Luca T

Numero di messaggi : 202
Età : 69
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  hadashi il Gio Dic 30 2010, 22:17

Rei ha scritto:
Andrea D ha scritto:(trilogia in quattro volumi)
Ehmm, si dice quadrilogia.

Per essere esatti, la Guida Galattica è una TRILOGIA in CINQUE parti ;-)
http://it.wikipedia.org/wiki/Guida_galattica_per_gli_autostoppisti_%28serie%29

(infatti, il quinto libro viene descritto tra l'altro come l'opera che da un significato totalmente nuovo alla parola 'trilogia' Wink)
avatar
hadashi

Numero di messaggi : 772
Età : 46
Data d'iscrizione : 08.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  Rei il Ven Dic 31 2010, 07:52

Luca T ha scritto:Quali i più bei libri letti nel 2010?
Per me il 2010 è stato l'anno de "La morte è giovane" di Rita Gatto e "L'uovo fuori dal cavagno" di Margherita Giacobino, due libri a cui mi sono accostato per lavoro è che ho scoperto essere i due migliori libri letti da me nel 2010. Tra l'altro, visto che Rita Gatto è uno degli pseudonimi che usa Margherita Giacobino, sono della stessa autrice.
Anche se è un'autrice poco conosciuta e che pubblica per editori minori, la Giacobino regge tranquillamente il confronto con autori ben più affermati e pubblicizzati.
Volevo mettere anche l'ultimo di Eco, ma non voglio barare: l'ho appena comprato e ne ho letto solo qualche pagina. Tutto rimandato al 2011.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2646
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  Andrea D il Ven Dic 31 2010, 09:01

hadashi ha scritto:Per essere esatti, la Guida Galattica è una TRILOGIA in CINQUE parti ;-)
Accidenti, hai ragione! Avevo il sospetto che fosse una trilogia in cinque parti (una pentalogia, o quinquilogia come direbbe Rei che è più latineggiante), ma non ricordavo il quinto libro. Ricordavo The Hitchhiker's Guide, The Restaurant at the End of the Universe, So Long and Thanks for All the Fish, e Mostly Harmless... e poi?

Comunque, chiamare tetralogia (o quadrilogia) un'opera in quattro parti è troppo banale, e lontano dallo spirito adamsesco (adamitico?). Meglio chiamarla "trilogia estesa", come le STLE (sigle trilittere estese, in inglese ETLA), che sono sigle di 4 lettere...

Un'opera in sei parti, come il ciclo completo di Guerre stellari, potrebbe poi essere una sesquiquadrilogia. Bello: "mi son rivisto tutta la sesquiquadrilogia di Star Wars".

Con questo spero di aver esaurito la mia scorta annuale di scemenze. Ci risentiamo l'anno prossimo!

Sayonara, and DON'T PANIC!

Andrea D

Numero di messaggi : 222
Data d'iscrizione : 09.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  lucignolo il Sab Gen 01 2011, 00:16

Andrea D ha scritto:A parte gli hobbit della Contea, non ricordo molti protagonisti scalzi nei libri che ho letto. Tu quali ricordi?
Le avventure di Tom Sawyer e Le avventure di Huckleberry Finn di Mark Twain.
Autore americano, quindi anglosassone.
Persino Heidi, scritto da Johanna Louise Spyri, è sempre scalza e la sua creatrice non è anglosassone, però non dimentichiamo che gli anglosassoni erano in origine germanici.
Comunque il fatto di essere scalzi viene sempre vissuto come un evento naturale quasi gioioso, al contrario degli scalzi neolatini quasi sempre associati all'idea della miseria.
Almeno queste sono le mie reminiscenze.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri... questi (S)conosciuti

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum