Finalmente sopra zero

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Finalmente sopra zero

Messaggio  lucignolo il Mar Feb 21 2012, 21:47

aldo1953 ha scritto:Francamente non credo di meritare i tuoi rimbrotti circa i medici di base.
Lo vedi come è facile fraintendere?
Un po' colpa tua, buona parte colpa mia.
No, Aldo. Tu sei un'eccezione e lo dimostri come barefooter.
Il discorso o l'accusa, se la vuoi vedere così, è del tutto generale.
Ma non è nemmeno colpa dei medici di base, semmai di un sistema igienico-sanitario che ritiene che essere in salute voglia dire abolire ogni contatto potenziale o reale con il mondo biologico lnfinitamente piccolo.
Ed invece è esattamente l'opposto, perché il nostro successo immunitario è il frutto di un dialogo evoluzionistico fra vita e morte.
Questo non significa essere incoscenti e negare le conquiste della scienza: vaccini, antibiotici, migliorate condizioni igienico-sanotarie ecc.; però temo che, anche a fronte di un mercato pressante di prodotti salutistici, ci si stia sbilanciando verso una concezione aberrante di vita sana.
La pubblicità impone regole ferree e la gente vorrebbe deambulare con la crema al lisoformio in tasca; in un momento di crisi ideologica, anche questo contribuisce a circondarsi di mura che ci rassicurano nei confronti degli insulti esterni che spesso non siamo in grado di metabolizzare mentalmente.
Gli specialisti non ci aiutano, purtroppo, tanto è vero che ci sono esperti di settore che parlano di barefooting come innegabile possibilità di contrarre funghi e verruche o di andare incontro allo sfondamento dell'arco plantare.
I genitori italiani sono molto apprensivi e, purtroppo, il medico di base (che brutta parola) ha perso quel suo ruolo di medico di famiglia che implicava un rapporto più di fiducia con i suoi pazienti; penso che un medico di famiglia bene informato come te potrebbe essere davvero uno strumento per calmierare certe fobie prive di qualsiasi fondamento scientifico.
Forse ora capirai meglio il mio punto di vista.
Circa poi lo "scopare " a piede libero e subito Crying or Very sad .... ma quando mai mi è successo ? Tanta fatica sempre e per.. poco. Problema generazionale ? Però è un altro discorso.
Ma che c'entri tu? No il discorso è del tutto generale.
Il fatto è che molti ci vedono come potenziali ammalati, perché, con tutto quello che c'è in terra, il nostro inevitabile destino è quello di contrarre gravi patologie.
È un discorso che mi fa molto arrabbiare, perché conferma come la gente si fermi a valutazioni superficiali sulla base di ciò che si vede.
Vale a dire che conta di più la punta dell'iceberg che i giganteschi sette ottavi nascosti al nostro senso più importante: la vista.
È nella nostra natura porre l'accento sulla vista: conta ciò che si vede e ciò che non si vede non esiste.
E se nessuno sa che vado con le prostitute, allora il problema non esiste e nemmeno la possibilità di contrarre gravi malattie.
Viceversa, tu che vai scalzo, con quelle suole nere che calpestano di tutto (tutto cosa?) sei visibile, quindi il tuo problema è reale ed importante.
Ecco in sintesi ciò che penso e perdonami se non sono stato chiaro.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Chiarissimo

Messaggio  aldo1953 il Mer Feb 22 2012, 13:08

Ma non me l' ero mica presa, anzi condivido appieno e circa.... quella cosa là... era un "sob" riferito ai miei vent' anni un po' diversi da quelli dei ragazzi di oggi ! In un recente viaggio aereo ho visto una coppia giovane che , quando hanno servito il pasto, ha estratto proprio un disinfettante per le mani, se lo sono passato platealmente, e poi sentenziato "ORA possiamo mangiare". E poi un vecchio campeggiatore (ora un po' in disarmo) ha per forza un' altra visione dell' igiene (quella vera). Una volta, attendati in Tanzania, mi feci amicissimo il cuoco-tuttofare estraendo dalla padella una grossa cavalletta che c' era caduta, prima che altri vedessero e dicendogli che per "salvarlo" me la sarei pure mangiata. Detto questo mi pare che la sintonia sia davvero reale. Anch' io preferivo il "medico di famiglia", ma non è questione di terminologia se poi di fatto lo fai. Il grosso problema è la burocrazia, ma questo è un' altro discorso.
Per non andare del tutto OT ti dirò che settimana scorsa ho parlato un po' dello scalzismo con una Informatrice del farmaco che si era necessariamente accorta che lo ero essendole caduti alcuni fogli sotto la scrivania. Alla fine mi ha detto "Beato lei che può lavorare così !"

alla prossima

aldo1953

Numero di messaggi : 1004
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sopra zero

Messaggio  lucignolo il Gio Feb 23 2012, 21:25

aldo1953 ha scritto:Alla fine mi ha detto "Beato lei che può lavorare così !"
Aldo, sei un medico di base.
Hai il potere di smitizzare paure ancestrali molto radicate.
Aiuta a curare, ma aiuta anche a vivere.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 63
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sopra zero

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum