Escursioni e gite scalze 2013

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Escursioni e gite scalze 2013

Messaggio  Capriolo il Mar Ago 13 2013, 16:04

Ciao a tutti,
era da parecchio che volevo raccontare un po' di escursioni e gite scalze, che sono per me il modo più bello di fare barefooting, in un contesto naturale e libero e trascorrendo l'intera giornata senza indossare scarpe o sandali, dall'uscita da casa fino al rientro alla sera. Purtroppo ho avuto alcuni problemi e imprevisti nell'ultimo mese e mezzo e per un po' non ho avuto tempo per collegarmi al forum, poi ho preferito iniziare il recupero innanzitutto leggendo i vostri post. Mi scuso per la lunghezza di questo racconto, cerco di descrivere le passeggiate più belle di quest'anno anche se un po' in ritardo.
Avevo inaugurato la stagione 2013 con una gita a Chiavari (Liguria) a fine marzo, quando faceva ancora fresco e c'erano pochi turisti in camicia (come me) e molti con maglioni, giacconi e scarpe pesanti. Ho passeggiato l'intera giornata scalzo sul lungomare ed al porticciolo, apprezzando di nuovo il contatto con i lastroni di pietra e i listelli di legno che cominciavano ad essere intiepiditi dai raggi del sole primaverile (bellissimo!), fino alla sera quando dal tepore si era proprio passati al freddo.... Tutto questo camminando disinvolto, mentre coglievo lo sguardo un po' stupito solo di qualche turista, soprattutto verso sera quando anch'io avevo maglia e giaccone ma ero tranquillamente scalzo!
Sono seguite altre giornate al mare come questa, anche con amici che erano un po' stupiti nel vedere come resistevo a camminare tutto il giorno scalzo, senza indolenzimenti, bolle, tagli, ecc.!
Ricordo in particolare una giornata a Finale Ligure a giugno, quando già faceva più caldo (ma ancora poco per il periodo) e con mia moglie abbiamo passeggiato parecchio per il lungomare, proseguendo per un bel tratto verso Varigotti e poi tornando a Finale nel "budello" (per chi non lo conoscesse: via al centro della "vecchia" Finale). Il marciapiede nel tratto tra Finale e Varigotti è di asfalto grezzo con molte pietre e qui le suole si sono temprate, per poi riposarsi (e annerirsi) sul pavimento lastricato del budello ed in giro per qualche negozio. Una giornata intera trascorsa così, assaporando l'estate che arrivava, inclusa cena sul lungomare e sosta al bar: bellissima! Sguardi? Pochi, ormai forse destavo meno stupore vista la stagione! Commenti: nessuno, nemmeno al bar!
Finalmente poi è arrivata l'epoca delle camminate in montagna, purtroppo ancora poche quest'anno. Per la prima abbiamo scelto un itinerario facile, scoprendo una valle meno conosciuta della Valle d'Aosta. Il percorso, sul quale siamo saliti di circa 500m, si è rivelato poi più strada forestale che sentiero, in un alternarsi di paesaggi tra prati fioriti e boschi e di diverse sensazioni tattili: dai tratti con qualche striscia di terra in mezzo alla ghiaia e con qualche piccola pozzanghera dove rinfrescarsi le suole, alla sola ghiaia (per fortuna pochi tratti...), al tappeto di aghi di pino, pezzetti di ramo e piccole pigne...fantastico! Finalmente il tipo di passeggiata che preferisco! Anche in questo caso sosta al bar e cena a base di panini al rientro in paese, senza alcun commento da parte di barista o altri clienti sui miei piedi scalzi e un po' color terra.
Domenica scorsa poi, dopo un mese e mezzo senza gite o passeggiate e con forma fisica pessima, abbiamo scelto un altro itinerario facile: cascate Lillaz (vicino Cogne, in Val d'Aosta) e, dopo la salita sul sentiero che costeggia le cascate, ancora su per il sentiero in mezzo ai prati, cercando una strada forestale che sale tra boschi e paesaggi aperti fino a quota 2800m. Siamo saliti fino a quota 2000m circa, anche se purtroppo dalla nostra ultima visita la strada forestale è stata asfaltata, togliendole quell'aspetto naturale che aveva (sigh!). Comunque fare qualche km in salita e discesa sull'asfalto è un bell'allenamento per le suole...Ritornati a Lillaz, dopo un breve pezzo su sentiero (stavolta molto pietroso!) all'inizio della valle di Valeille per sentirsi più "in montagna", ancora una bella passeggiata per Cogne prima di cena in mezzo ai molti turisti; sarà che ormai camminavo scalzo assolutamente disinvolto guardandomi intorno (paesino veramente carino), comunque non ho notato sguardi stupiti, nonostante ci fossero ormai 18° e tutti fossimo vestiti più pesante!
Per chi si volesse avventurare scalzo per sentieri occorre comunque ricordare che ci possono essere anche le vipere e che senza scarponi e calzettoni siamo più esposti; i sentieri più stretti e con pietre ai lati sono più a rischio in questo senso. In queste camminate guardo attentamente il percorso e nei tratti più a rischio faccio rumore battendo a terra con un bastone o, al limite, ahimè mi rimetto gli scarponi. Finora ne ho trovate solo due a circa un metro dal piede e, con un po' di sangue freddo, mi sono allontanato lentamente senza disturbarle, ma con la gocciolina di sudore freddo giù per la schiena! Pare che le vipere non inseguano ma preferisco non metterle alla prova...
Il prossimo passo sarà qualche giorno di ferie nelle Dolomiti, ovviamente scalzo la maggior parte del tempo per quanto possibile...i sentieri da quelle parti sono molto ricchi di ghiaia e noi ci lanciamo in escursioni più impegnative, per cui a volte è più sicuro avere le suole degli scarponi sotto i piedi per tornare a casa integri! Ho visto le foto del percorso sensoriale a Moena e mi hanno ricordato tanti sentieri percorsi da quelle parti, molto belli!

Capriolo

Numero di messaggi : 78
Età : 52
Data d'iscrizione : 22.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Escursioni e gite scalze 2013

Messaggio  Spyro il Mar Ago 13 2013, 17:17

Belle escursioni, complimenti. Io sono appena tornato dal mio ritiro montano in val di Fiemme e ho scoperto che nei dintorni di Moena e Predazzo ci sono sentieri che sono una goduria da camminare scalzi, oltre che al percorso sensoriale. Questi sentieri sono nel bosco di abete e larice, quindi coperti da quel bel tappeto soffice di aghi di conifera (che non pungono) oltre che ad essere belli larghi.
Ti consiglio: la passeggiata dei Rododendri a Predazzo, la passeggiata nei boschi di Bellamonte e la salita alla Malgola di Predazzo.
A breve posterò il mio resoconto di questa mia settimana, così leggi più in dettaglio. Wink 

avatar
Spyro

Numero di messaggi : 650
Età : 31
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Escursioni e gite scalze 2013

Messaggio  Rei il Mar Ago 13 2013, 17:22

Spyro ha scritto:a passeggiata nei boschi di Bellamonte
In particolare "la città dei mirtilli". Non dimenticherò mai le scorpacciate fatte da bambino.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2640
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Escursioni e gite scalze 2013

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum