Regole assicurative

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Regole assicurative

Messaggio  aldo1953 il Gio Set 18 2014, 15:10

Una signora non scalzista, anzi per nulla, mi ha raccontato questa storia.
La signora sta godendosi una crociera nel Mediterraneo. In sosta al Cairo scende in escursione e inciampando si prende una storta alla caviglia. dato che l' escursione è di quelle organizzate dalla nave arrivano prontamente il medico e un infermiere dalla nave. Prima di tutto si accertano che indossasse le scarpe chiuse indicate nel dress-code dell' escursione e poi le dicono che se non le avesse avute avrebbe dovuto pagare di tasca propria l' intervento medico.
Legalmente la cosa è ineccepibile, molte persone che sono andate in crociera mi dicono che il dress-code è molto rigido in ogni occasione e la non osservanza dello stesso espone a contestazioni.
A parte però questo aspetto, mi pare che il regno della scarpa davvero stia estendo un po' troppo i suoi confini. Nessuno può pensare, purtroppo lo sappiamo troppo bene, che si vada scalzi nemmeno dal letto al bagno, però obbligare a scarpe chiuse nel caldo egiziano con simili capestri assicurativi mi sembra la riprova di una troppo diffusa mentalità.
Personalmente considero le crociere la netta antitesi del mio vìaggio ideale ma forse per chi apprezza certe situazioni la cosa appare normale e addirittura meritoria.

aldo1953

Numero di messaggi : 1004
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Regole assicurative

Messaggio  Alexey il Gio Set 18 2014, 16:29

Pensa un po' , le distorsioni e altro di solito te li prendi a CAUSA delle scarpe, non che grazie a loro sei più al sicuro

Alexey

Numero di messaggi : 1416
Età : 37
Data d'iscrizione : 11.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Regole assicurative

Messaggio  aldo1953 il Gio Set 18 2014, 16:48

Alexey ha scritto:Pensa un po' , le distorsioni e altro di solito te li prendi a CAUSA delle scarpe, non che grazie a loro sei più al sicuro

ESATTO !!!! Però nell' immaginario collettivo lo scalzo si cerca i guai. Parlando dell' episodio con mia moglie, che pure è una scalzista in pectore, anche lei ha fatto notare col tono della voce che... insomma... non avevano tutti i torti, lo scalzo è uno che bene o male prima o poi si farà male . E , soprattutto, esce dalla norma e quindi deve aspettarsi dei problemi. Nel caso in questione poi anche le infradito avrebbero suscitato problemi sia assicurativi che personali.
Non voglio insistere su un episodio assolutamente marginale che oltretutto è accaduto ad una persona che non andrà mai scalza in nessun luogo, ma il succo del discorso è sempre che la lotta per far capire che scalzi si può e non ci dovrebbe essere nulla di strano è sempre più dura, adesso poi che l' Estate sta morendo .

aldo1953

Numero di messaggi : 1004
Età : 64
Data d'iscrizione : 08.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Regole assicurative

Messaggio  tarzone il Gio Set 18 2014, 19:02

Piccola digressione metereologica, un po' OT.
L' estate non sta morendo semplicemente perchè, qui al nord, non è mai nata...

Meteosaluti
Valerio
avatar
tarzone
Presidente Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 320
Età : 61
Data d'iscrizione : 05.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Regole assicurative

Messaggio  bfpaul il Gio Set 18 2014, 20:43

aldo1953 ha scritto:
Alexey ha scritto:Pensa un po' , le distorsioni e altro di solito te li prendi a CAUSA delle scarpe, non che grazie a loro sei più al sicuro

ESATTO !!!!  Però nell' immaginario collettivo lo scalzo si cerca i guai. Parlando dell' episodio con   mia moglie, che pure è una scalzista in pectore, anche lei ha fatto notare col tono della voce che... insomma...   non avevano tutti i torti, lo scalzo è uno che bene o male prima o poi si farà male . E , soprattutto, esce dalla norma e quindi deve aspettarsi dei problemi. Nel caso in  questione poi anche le infradito avrebbero suscitato problemi sia assicurativi che personali.
Non voglio insistere su un episodio assolutamente marginale che oltretutto è accaduto  ad una persona che non andrà mai scalza in nessun luogo, ma il succo del discorso è sempre che la lotta per far capire che scalzi si può e non ci dovrebbe essere nulla di strano è sempre più dura, adesso poi che l' Estate sta morendo .

Per quanto mi consta:
- andando scalzo non ho mai preso una storta, con le scarpe qualcuna che però non mi ha mai causato problemi perché da ragazzo mi sono ben rinforzato le caviglie con anni di pattinaggio; non credo di essere un marziano se affermo queste cose, vorrei vedere quanti hanno esperienze contrarie ....
- lo scalzo si fa certamente male prima o poi: ma lo mette in conto e non sta a rompere come il calzato che cerca sempre la responsabilità di altri perché lui è a posto, ha le scarpe!
- le assicurazioni non hanno statistiche sugli incidenti dovuti ad andare scalzi e quindi si regolano secondo ciò che fanno la maggioranza delle persone. Se avessero queste statistiche inviterebbero tutti ad andare scalzi ...

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Regole assicurative

Messaggio  cyberteam il Gio Set 18 2014, 23:24

aldo1953 ha scritto:
Legalmente la cosa è ineccepibile, molte persone che sono andate in crociera mi dicono che il dress-code è molto rigido in ogni occasione e la non osservanza dello stesso espone a contestazioni.

Io faccio spesso crociere, di solito ogni 2 anni, e le ho fatte con diverse compagnie.
Il dress-code non è per le escursioni ma per alcuni eventi particolari che si svolgono sulla nave, ad esempio la cena di gala al ristorante, dove sarebbe richiesto in teoria l'abito da sera.
In realtà non mi è mai parso che ci fosse particolare pignoleria nel pretenderne il rispetto anche perché tutto sommato la gente è in vacanza, e credo che presentandosi anche con un abbigliamento abbastanza casual ma un minimo elegante non ci sarebbero problemi.
Certo , se ti presenti in costume da bagno alla cena in ristorante penso che qualche cosa ti diranno ...

Nelle escursioni non c'è un dress code, semmai delle raccomandazioni legate al tipo di luoghi che si vanno a visitare.
Per le calzature di solito raccomandano genericamente abbigliamento e calzature comodi, non mi pare di aver mai visto l'indicazione esplicita di calzature chiuse.
Indicazioni un po più restrittive ci sono per le visite nei paesi musulmani , sopratutto per le donne.

Non ho però idea delle conseguenze assicurative nel caso di incidenti legati a prescrizioni non rispettate.
avatar
cyberteam

Numero di messaggi : 593
Data d'iscrizione : 16.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Regole assicurative

Messaggio  ALEBO il Ven Set 19 2014, 15:35

E' capitato anche al sottoscritto (come dice bfpaul) di prendere più volte una storta sempre però con le scarpe, ma da quando vado quasi sempre scalzo mai.
avatar
ALEBO

Numero di messaggi : 448
Data d'iscrizione : 26.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Regole assicurative

Messaggio  ChiccoB il Ven Set 19 2014, 23:27

ALEBO ha scritto:E' capitato anche al sottoscritto (come dice bfpaul) di prendere più volte una storta sempre però con le scarpe, ma da quando vado quasi sempre scalzo mai.
Verissimo!!! Quando si cammina scalzi, il pericolo di prendere storte è annullato. Parola mia!!!!

ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Regole assicurative

Messaggio  Marco53 il Lun Set 29 2014, 16:03

Alexey ha scritto:Pensa un po' , le distorsioni e altro di solito te li prendi a CAUSA delle scarpe, non che grazie a loro sei più al sicuro

Oggi leggo un po' di roba vecchia. Sono in perenne arretrato da quando mamma è stata ricoverata e adesso che è mancata ho una casa da disfare e quanto ce n'é da fare !!!!
Proprio per mamma a gennaio avevo comprato una nuova cucina a gas, perché quella vecchia non ne poteva più e rischiare che lei e il condominio saltassero per una fuga di gas non mi pareva bello neanche se la mamma fosse mancata il giorno dopo.
Uscito dal negozio con le scarpe ho piantato una scivolata pazzesca su un po' di fango dietro al cassonetto e con la scarpa che scivolava in avanti mi sono aperto in due come un ballerino ma senza esserlo, con conseguente stiramento dei muscoli e versamenti linfatici, zoppìe e dolori assortiti. Ho anche dovuto indossare calze antitrombo, io che le calze non le metto più da almeno 10 inverni (eccezione i pochi giorni a -25 del 2012)....
Mi sento perciò d'accordo che le distorsioni vengono dalle scarpe. Comprese infradito e Birkenstock...pale
Saluti distorti
Marco
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 801
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Regole assicurative

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum