Una curiositÓ...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Una curiositÓ...

Messaggio  scalzoforever il Lun Ago 01 2016, 00:13

Cosa ne pensate?
http://www.media.inaf.it/2016/07/28/la-scarpa-giusta-per-la-luna/

ChissÓ se ci sarÓ mai qualche astronauta scalzo su un pianeta che non sia il nostro... Wink

scalzoforever

Numero di messaggi : 682
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una curiositÓ...

Messaggio  cyberteam il Lun Ago 01 2016, 00:31

Uno volta che venisse completata la terraformazione di Marte potrebbe diventare possibile.
Insomma, tra parecchi secoli, se non millenni.
avatar
cyberteam

Numero di messaggi : 593
Data d'iscrizione : 16.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una curiositÓ...

Messaggio  Rei il Lun Ago 01 2016, 10:09

In "La Luna Ŕ una severa maestra" (The Moon Is a Harsh Mistress) di Robert A. Heinlein la ragazza del protagonista, all'interno della colonia lunare (dove ovviamente si sta senza tuta, gira scalza, e l'autore fa capire che non Ŕ l'unica, anzi la pratica Ŕ abbastanza diffusa da essere considerata normale.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2638
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una curiositÓ...

Messaggio  bfpaul il Lun Ago 01 2016, 10:58

scalzoforever ha scritto:Cosa ne pensate?
http://www.media.inaf.it/2016/07/28/la-scarpa-giusta-per-la-luna/

ChissÓ se ci sarÓ mai qualche astronauta scalzo su un pianeta che non sia il nostro... Wink

Fanta.. scemenze ....
Non abbiamo ancora imparato a fare scarpe "non dannose" per la Terra e ci vogliamo provare per altri pianeti? áEvil or Very Mad

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una curiositÓ...

Messaggio  cyberteam il Lun Ago 01 2016, 12:55

Rei ha scritto:In "La Luna Ŕ una severa maestra" (The Moon Is a Harsh Mistress) di Robert A. Heinlein la ragazza del protagonista, all'interno della colonia lunare (dove ovviamente si sta senza tuta, gira scalza, e l'autore fa capire che non Ŕ l'unica, anzi la pratica Ŕ abbastanza diffusa da essere considerata normale.

La domanda di scalzoforever l'ho intesa implicitamente richiedere quando nel futuro si possa pensare di esporsi senza scarpe ad un ambiente planetario diverso da quello terrestre, quindi all'esterno di un ambiente appositamente costruito e pressurizzato.

Ovvio che in un ambiente pressurizzato (come sarebbe anche l'abitacolo del LEM utilizzato nelle missioni Apollo) sarebbe possibile giÓ da ora.
Come anche sulla Stazione Spaziale (che per˛ non si trova su di un altro pianeta), dove causa l'assenza di gravitÓ dubito che si usino molto le scarpe.
avatar
cyberteam

Numero di messaggi : 593
Data d'iscrizione : 16.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una curiositÓ...

Messaggio  bfpaul il Lun Ago 01 2016, 13:57

cyberteam ha scritto:
Rei ha scritto:In "La Luna Ŕ una severa maestra" (The Moon Is a Harsh Mistress) di Robert A. Heinlein la ragazza del protagonista, all'interno della colonia lunare (dove ovviamente si sta senza tuta, gira scalza, e l'autore fa capire che non Ŕ l'unica, anzi la pratica Ŕ abbastanza diffusa da essere considerata normale.

La domanda di scalzoforever l'ho intesa implicitamente richiedere quando nel futuro si possa pensare di esporsi senza scarpe ad un ambiente planetario diverso da quello terrestre, quindi all'esterno di un ambiente appositamente costruito e pressurizzato.

Ovvio che in un ambiente pressurizzato (come sarebbe anche l'abitacolo del LEM utilizzato nelle missioni Apollo) sarebbe possibile giÓ da ora.
Come anche sulla Stazione Spaziale (che per˛ non si trova su di un altro pianeta), dove causa l'assenza di gravitÓ dubito che si usino molto le scarpe.

Certo.
Nella Stazione spaziale gli abitanti sono spesso in calzini, tutti abbiamo visto le immagini e se non sono direttamente scalzi sarÓ forse per una questione "di igiene".
Ma una cosa Ŕ non inciampare sulla Luna - lodevole intenzione - altro Ŕ (ri)portare la tecnologia necessaria sulla Terra, dove - guarda un po' - potrebbe essere utile a qualcuno.
Naturalmente, mai a chi fabbrichebbe 'ste cavolo di scarpe, eh!

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una curiositÓ...

Messaggio  Rei il Lun Ago 01 2016, 14:23

bfpaul ha scritto:Nella Stazione spaziale gli abitanti sono spesso in calzini, tutti abbiamo visto le immagini e se non sono direttamente scalzi sarÓ forse per una questione "di igiene".
No, ad una mia precisa domanda (tramite Internet, non di persona, purtroppo) Samantha Cristoforetti ha detto che i calzini servono perchÚ la Stazione Spaziale non Ŕ caldissima e spesso si sente freddo ai piedi.
In effetti lass¨ non fa freddissimo, anzi, vediamo gli astronauti spesso in maglietta a maniche corte.
E allora?
Tenendo conto che l'assenza di gravitÓ altera la circolazione e il non poggiare peso sulla pianta del piede non fa pompare bene il sangue, ipotizzo che sia proprio la circolazione alterata a non riscaldare a sufficienza i piedi a temperature che altrimenti non darebbero problemi.

Sulla Luna (o Marte) la gravitÓ c'Ŕ, anche se minore, e non dovrebbero esserci questi problemi.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2638
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una curiositÓ...

Messaggio  cyberteam il Lun Ago 01 2016, 16:56

Rei ha scritto:
Tenendo conto che l'assenza di gravitÓ altera la circolazione e il non poggiare peso sulla pianta del piede non fa pompare bene il sangue, ipotizzo che sia proprio la circolazione alterata a non riscaldare a sufficienza i piedi a temperature che altrimenti non darebbero problemi.

Sulla Luna (o Marte) la gravitÓ c'Ŕ, anche se minore, e non dovrebbero esserci questi problemi.

Confermo, ovviamente il corpo umano Ŕ strutturato per compensare il fatto che i liquidi tendano ad andare verso le parti basse del corpo per effetto della gravitÓ.
Quando la gravitÓ scompare il meccanismo di compensazione rimane all'opera incontrastato ed una maggior parte di liquidi riamane nella parte superiore, riducendo rispetto al normale l'afflusso sanguigno alle gambe.
avatar
cyberteam

Numero di messaggi : 593
Data d'iscrizione : 16.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una curiositÓ...

Messaggio  cyberteam il Lun Ago 01 2016, 17:00

bfpaul ha scritto:
Ma una cosa Ŕ non inciampare sulla Luna - lodevole intenzione - altro Ŕ (ri)portare la tecnologia necessaria sulla Terra, dove - guarda un po' - potrebbe essere utile a qualcuno.
Naturalmente, mai a chi fabbrichebbe 'ste cavolo di scarpe, eh!

bfpaul[/b] [/color] [/justify]

Nell'articolo si cita il caso di un ausilio per persone ipovedenti o non vedenti, nel qual caso una tale tecnologia potrebbe avere un senso.
avatar
cyberteam

Numero di messaggi : 593
Data d'iscrizione : 16.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una curiositÓ...

Messaggio  bfpaul il Mar Ago 02 2016, 12:02

cyberteam ha scritto:
bfpaul ha scritto:
Ma una cosa Ŕ non inciampare sulla Luna - lodevole intenzione - altro Ŕ (ri)portare la tecnologia necessaria sulla Terra, dove - guarda un po' - potrebbe essere utile a qualcuno.
Naturalmente, mai a chi fabbrichebbe 'ste cavolo di scarpe, eh!

bfpaul[/b] [/color] [/justify]

Nell'articolo si cita il caso di un ausilio per persone ipovedenti o non vedenti, nel qual caso una tale tecnologia potrebbe avere un senso.

So bene che molte cose "sono andate sulla Luna" prima di diventare di uso comune sulla Terra e se questo Ŕ un vantaggio per tutti o per chi ne ha bisogno - come nel caso di ipovedenti o non vedenti - va bernissimo, figuriamoci.
Ma torniamo un momento sulla Luna; gli scarponi degli astronauti non possono evitare di far inciampare perchÚ la tuta spaziale non consente una visibilitÓ "naturale" fino a terra e quindi il coordinamento oculomotorio non pu˛ funzionare bene, e comunque la mobilitÓ non Ŕ delle migliori.
Far diventare gli scarponi degli astronauti "intelligenti", che significa? Che guideranno i loro passi per non farli inciampare? Con quali costi? Forse sarebbe meglio fare tute spaziali che consentano migliore visibilitÓ e mobilitÓ, costerebbe molto meno.
Quanto a ipovedenti e non vedenti, a mio parere, una simile tecnologia in ambito terrestre giustificherebbe anche l'uso delle scarpe.
Ma per favore, che siano fatte secondo anatomia e fisiologia, non secondo canoni estetici che non hanno significato!
La domanda finale era: vediamo cosa saranno stivaletti del genere in fatto di stile!
Beh, per me, anteporre lo stile alla funzionalitÓ Ŕ in questo caso "fanta-scemenza" ...

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2969
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una curiositÓ...

Messaggio  Pigreco il Sab Ago 20 2016, 20:35

Ho parlato dello scalzismo con una mia amica ipovedente. Cosý ha provato, sia con me che da sola, ad andare qualche volta in giro scalza, oltre a farlo regolarmente a casa.á
Mi ha detto che la sensibilitÓ dei piedi l'aiuta a camminare e muoversi meglio.
Perci˛ la "tecnologia del nostro corpo" sarebbe giÓ in grado di aiutare queste persone, anche se con qualche limite.
avatar
Pigreco
Vicepresidente Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 157
EtÓ : 20
Data d'iscrizione : 24.03.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una curiositÓ...

Messaggio  Laurentius il Mar Ago 23 2016, 22:02

Pigreco ha scritto:Ho parlato dello scalzismo con una mia amica ipovedente. Cosý ha provato, sia con me che da sola, ad andare qualche volta in giro scalza, oltre a farlo regolarmente a casa.á
Mi ha detto che la sensibilitÓ dei piedi l'aiuta a camminare e muoversi meglio.
Perci˛ la "tecnologia del nostro corpo" sarebbe giÓ in grado di aiutare queste persone, anche se con qualche limite.

Uno degli esercizi che faccio fare ai miei ragazzi consiste nel muoversi sul tatami con ostacoli sparsi qua e lÓ e la luce spenta.

Mica per niente Very Happy
avatar
Laurentius

Numero di messaggi : 355
EtÓ : 34
Data d'iscrizione : 11.09.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una curiositÓ...

Messaggio  Grand Choeur il Mer Ago 24 2016, 08:43

Qualche volta, quando qualcuno si unisce alle mie passeggiate, faccio fare dei tratti alla cieca (naturalmente con me accanto) proprio per concentrarsi sul tatto. In un caso Ŕ stato utile per una persona che aveva schifo di andare scalza in strada. L'ho fatta passare nei punti pi¨ luridi e poi, una volta riaperti gli occhi, gliel'ho detto. Ha fatto un bel passo avanti ed Ŕ stata contenta. L'aspetto tattile del camminare pu˛ aiutare su pi¨ fronti.
avatar
Grand Choeur
Admin

Numero di messaggi : 976
EtÓ : 40
Data d'iscrizione : 31.03.12

https://www.youtube.com/user/MicheleGinanneschi?feature=mhee

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una curiositÓ...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum