UNICO E RARO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

UNICO E RARO

Messaggio  Pino il Mar Lug 06 2010, 03:41

Già, unico e raro.... è come mi sono sentito durante la settimana "scalza" passata in Francia.... Possibile che gli unici altri umani scalzi che ho incontrato si trovassero nelle immediate vicinanze delle spiaggie ? Ho passeggiato per Nizza, per Cannes, Sète, città di mare, per citarne alcune, ed altre come Montpellier, Lourdes ... Ed ho incontrato una, una sola ragazza ... con i sandali in mano.... Shocked
Se non altro, devo ammettere che non ho destato né grande curiosità, né commenti, se non raramente, ma sicuramente molta indifferenza, ciò nonostante mi sono sentito un poco ... bestia rara.
Che gli altri abbiano preferito indossare infradito o ciabatte forse perché l'asfalto e gli altri rivestimenti delle strade erano "ultra-bollenti" ??? bom .. però si potevano trovare molte zone d'ombra, cribbio!?!. Sulla spianata di Lourdes (al sole di mezzogiorno ..come mi è parsa lunga!) ho accettato la cottura delle mie povere piante... con spirito mistico, sacrificio poi premiato, perché il marmo della Basilica era freschissimo e lenitivo...
Ecco, mi sarei aspettato di non trovarmi unico e raro a camminare scalzo, vista la stagione, i luoghi balneari, turistici e quindi pieni di folla eterogenea, proveniente da ogni parte della Terra.

Io comunque mi sono sentito a mio agio, finalmente libero ... Ho usato le infradito solo per entrare nelle toilettes ... luoghi mai igienicamente puliti ... ma proprio per niente!!!! Quindi sette giorni sette di libertà...Per lo spirito e ... per i piedi. E non solo (ma il resto lo taccio)....

Questa mia è una constatazione della quale volevo far partecipi tutti.....

avatar
Pino

Numero di messaggi : 92
Età : 69
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNICO E RARO

Messaggio  Rei il Mar Lug 06 2010, 08:03

Pino ha scritto: Che gli altri abbiano preferito indossare infradito o ciabatte forse perché l'asfalto e gli altri rivestimenti delle strade erano "ultra-bollenti"?
Hai centrato il punto: in questi giorni tra le 11 e le 17 è praticamente impossibile camminare scalzi per strada senza il rischio di scottarsi.
Nel mio rione conosco come le varie zone vengono irradiate ed è quindi facile andarmene in giro senza pericoli. Nonostante tutto alcuni attraversamenti costantemente assolati sono talmente roventi da costringermi ad allungare il tragitto per evitarli.
Se devo avventurarmi fuori dalle strade conosciute, a malincuore metto le infradito, ma è meglio così che trovarmi le suole ustionate.
Personalmente vado in giro scalzo perché mi piace, non certo per soffrire, e questo credo che valga anche per tutti i potenziali scalzi che avresti potuto incontrare se il clima ed il terreno fossero stati meno roventi.
A questo proposito vorrei ricordare che tra la fine dello scorso millennio e l'inizio di questo, l'irraggiamento solare fu per un po' filtrato dalle ceneri di alcuni vulcani in eruzione. Questo portò ad una riduzione dei giorni e delle ore di "asfalto rovente".
In quegli anni, nelle zone turistiche di Roma, incontrare turisti e soprattutto turiste scalze, spesso con le scarpe in mano dopo lunghe camminate, era cosa di tutti i giorni.
Oggi l'asfalto rovente per quasi tutta l'estate sconsiglia questa pratica se non al primo mattino (difficile, non ci sono ancora le vesciche) e nel tardo pomeriggio e gli incontri scalzi si sono fatti molto più rari.
Non è quindi una questione di moda o altro, ma semplice meteorologia.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2640
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNICO E RARO

Messaggio  Enzo il Mar Lug 06 2010, 12:33

-


Ultima modifica di Enzo il Gio Dic 02 2010, 07:58, modificato 1 volta

Enzo

Numero di messaggi : 579
Data d'iscrizione : 27.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNICO E RARO

Messaggio  contessa scalza il Mar Lug 06 2010, 13:35

Devo ammettere che anche quassù nonostante ci siano sicuramente un paio di gradi di temperatura meno che da voi, venerdì scorso la pavimentazione al sole era rovente. Per fortuna però entro una ventina di passi c'era sempre un pezzo all'ombra dove riposare un attimo le suole.

Sabato invece uscendo dal supermercato qui del paese ho incontrato un altro scalzo. Sono tornata indietro a guardare se avevo proprio visto bene. Non aveva nessun tipo di calzatura appresso e si comportava in modo assolutamente naturale!!!! Era proprio uno scalzo.
Volevo quasi rivolgergli la parola ma stava comperando qualcosa dalla balia (dove ci sono sigarette o medicine) e ho preferito restare semplicemente vicino in fila davanti alla balia, con la scusa di prendere le carte per raccogliere i punti, e fare finta di niente anche perché avevo visto che la gente in coda alle casse ci stava osservando. Anche lui aveva visto che ero scalza difatti ci siamo guardati e sorrisi, ma io non ero sola… (johnny controlletti alle spalle) e quindi alla fine non gli ho parlato.
Comunque lo ho visto con i miei stessi occhi (era pure un bel ragazzo) e tanto mi basta.

Conoscenti mi hanno riportato di aver incontrato quest'anno già 2 gruppi di camminatori scalzi in giro per la Frisia, camminare scalzi sta' diventando un HYPE mi han detto…. che abbiano visto i tuoi video mi han chiesto? Chissà?
In ogni modo sono notizie rincuoranti.
Cristiana
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 53
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNICO E RARO

Messaggio  Marco53 il Mar Lug 06 2010, 13:57

[/quote]A questo proposito, ho saputo di una professoressa che accettava a malavoglia i pantaloni alla pirata di alcuni alunni le cui gambe avevano troppi peli. Che dire?[quote]
Non lo dico ma lo penso Wink
Carissimo Pino,
che dire? Che ti sei scelto un paese latino dove andar scalzi è raro quasi come da noi... Anche io ho fatto il giro di Lourdes un paio d'anni fa. E come te sono andato scalzo dappertutto: ad Avignone (con 36°C era impensabile visitare il palazzo dei Papi con delle suole ai piedi...) e poi ancora a Beziers, a Narbonne (auf! qui l'asfalto era calduccio!), a Carcassonne, nonché a Tolosa. A Lourdes poi ho avuto la fortuna di due giorni sui 25-27°C e un tempo meraviglioso. Sono stato sempre scalzo dappertutto (sandali rigorosamente in macchina) e particolarmente nella parte "ecclesiale", inclusa la Messa della domenica in italiano alla Basilica alta. C'erano moltissimi italiani che hanno notato i miei teneri piedini da fuori (46 larghi), ma l'unico commento percepito era un qualcosa che mi classificava "pellegrino". In parte lo ero e grazie ai piedi ho assaporato la sacralità del luogo anche attraverso le suole... I love you
Unica compagna di suole una giovane indiana senza sandali in mano o in giro.... Unico rimbrotto ? Quello del custode del museo del castello, e solo dopo aver pagato il biglietto ed essere salito sulla terrazza alta. Chissà, forse coi piedi gli danneggiavo la ghiaia.... clown
A piedi scalzi ho visitato anche il luogo più incantato di Francia: Rocamadour, posta in una valle fossile (forse della Dordogne che ora scorre più in là), abbarbicata a una parete di roccia. E' un luogo forte e bellissimo. E poi anche il museo degli automi di Souillac. Qualche sorriso, mai una faccia disgustata o un rimprovero (eccetto il custode di prima), ma nessun'altro francese scalzo.... L'unico che conosco è un alsaziano che dialoga sul sito tedesco hobby-barfuss e che per trovare compagnia attraversa il Reno e fa escursioni in terra tedesca...
Chissà perché questa scarpofilia dei latini? Ho visto gente scalza perfino in Norvegia e in Finlandia, ma qui ci si accanisce contro i nostri poveri piedi in tutti i modi....
Ieri a Torino c'era una bimba (2-3 anni) che si lamentava dei sandaletti che le stritolavano i piedi sotto un sole da 35 gradi... Il padre la siede sul passeggino e invece di lasciarla un po' senza scarpine, le mette subito un altro paio di Torquemada di cuoio bianco che evidentemente si portava appresso... pale
Che tristezza...
Saluti freschi e vispi anche a 35°C alien
Marco
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 801
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

unico, raro e stoico

Messaggio  Pino il Mar Lug 06 2010, 23:24

Grazie per avermi dato modo di pensare che : o sono uno stoico, o le mie suole sono assai spesse e resistenti! Datosi che ho resistito alle pietre ed all'asfalto roventi percependo giusto il minimo del dolore .....
Sarà perché ci corro su ogni tipo di "fondo" ....
Vedremo venerdì alla gara a cui parteciperò se sarò costretto a ritirarmi o a cercare ... le scarpe... visto che la gara è serale ed il sole potrebbe avere surriscaldato il percorso... Speriamo sia nuvoloso! Oppure speriamo ch'io possa "volare" così riesco anche a fare un buon tempo...ah ah Wink tongue
Sono solamente 6 km ... quindi percorso breve , ho buone speranze dunque. Ciao Ciao e cheers
Pino
avatar
Pino

Numero di messaggi : 92
Età : 69
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: UNICO E RARO

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum