Marketing e Comunicazione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Marketing e Comunicazione

Messaggio  Elan il Ven Nov 12 2010, 11:38

Prima una premessa OT : mi piace questa congrega .... ho già trovato un "fratello" modellista ferroviario, una "sorellina" che va a cavallo ed ora scopro altri appassionati di Nikon e di fotografia... niente male davvero

Detto questo, passiamo al dunque. Sono stato, come ho già raccontato, più volte al bar-alimentari della piccola frazione in cui vivo a fare colazione a piedi nudi. Pur essendo il locale sempre frequentato, nessuno a sollevato un sopracciglio: con una discrezione assolutamente britannica tutti si sono comportati in maniera assolutamente normale.

Ieri invece, ho notato che un avventore è corso dalla titolare del locale e le ha bisbigliato "guarda quello è scalzo". Dato che ci sento piuttosto bene ho potuto cogliere questo commento che mi ha fatto riflettere: quella era una reazione "normale" , tutto sommato, mentre era artificioso il "comportarsi come se nulla fosse" dei giorni precedenti. Quindi, riflettendo ho pensato che lo sbaglio fosse anche mio: un signore maturo che entra in un locale pubblico di quel tipo (non un supermercato o il faidatè) e consuma tranquillamente un cappuccino con brioche vestito in maniera casual, ma più che decente, a piedi nudi come un hobbit e per più non è un avventore casuale, ma un abitante noto (anche se senza contatti locali) della frazione non è una cosa proprio normale.

Ho pensato che sarebe stato meglio reagire, in maniera molto amichevole, ai bisbigli di stupore, in modo da portare l'argomento su questo mio strano hobby e "normalizzare" la situazione.

Per cui oggi sono tornato al bar, stavolta anche calzato, ho avuto la fortuna di partecipare ad una discussione sui problemi che abbiamo in quel luogo per i collegamenti a banda larga e poi ho portato il discorso con le due titolari sulle mie comparizioni a piedi nudi, su quello che per me significano, su questa particolare passione che condivido con altre persone in Italia e nel mondo.

E' stato interessante, ho trovato interesse e comprensione e spero di avere fatto sì che in futuro possano spezzare una lancia a mio favore in occasione di commenti fatti in mia assenza. Mi va bene di essere considerato un simpatico eccentrico, ma non volevo passare per un vecchio matto. La signora del bar mi ha anche detto testualmente: "lei non si faccia pensieri, qui è sempre benvenuto in qualunque modo si presenti".

Penso che ora posso ritornarci scalzo con tranquillità e che invece del compassato silenzio di chi fa finta di non vedere, forse ci sarà qualche battuta o qualche domanda, ma che questo sia molto, molto più sano e normale.

Vorrei conoscere la vostra opinione in merito.





avatar
Elan

Numero di messaggi : 1085
Età : 64
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Marketing e Comunicazione

Messaggio  contessa scalza il Ven Nov 12 2010, 12:05

Per la mia modesta opinione hai fatto bene ad agire così. Anche io uso questo metodo perchè penso sia utile ad entrambe le parti. A loro per conoscere una salutare ed economica attività sportivo ricreativa, e a te per la comprensione e tolleranza che mostreranno in seguito.
Con questo metodo, a mio parere, si prendono due piccioni con una fava.
Saluti Cristiana
avatar
contessa scalza

Numero di messaggi : 853
Età : 53
Data d'iscrizione : 03.01.08

http://www.calmart.nl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Marketing e Comunicazione

Messaggio  bfpaul il Ven Nov 12 2010, 12:35

Elan ha scritto:Prima una premessa OT : mi piace questa congrega .... ho già trovato un "fratello" modellista ferroviario, una "sorellina" che va a cavallo ed ora scopro altri appassionati di Nikon e di fotografia... niente male davvero

Detto questo, passiamo al dunque. Sono stato, come ho già raccontato, più volte al bar-alimentari della piccola frazione in cui vivo a fare colazione a piedi nudi. Pur essendo il locale sempre frequentato, nessuno a sollevato un sopracciglio: con una discrezione assolutamente britannica tutti si sono comportati in maniera assolutamente normale.

Ieri invece, ho notato che un avventore è corso dalla titolare del locale e le ha bisbigliato "guarda quello è scalzo". Dato che ci sento piuttosto bene ho potuto cogliere questo commento che mi ha fatto riflettere: quella era una reazione "normale" , tutto sommato, mentre era artificioso il "comportarsi come se nulla fosse" dei giorni precedenti. Quindi, riflettendo ho pensato che lo sbaglio fosse anche mio: un signore maturo che entra in un locale pubblico di quel tipo (non un supermercato o il faidatè) e consuma tranquillamente un cappuccino con brioche vestito in maniera casual, ma più che decente, a piedi nudi come un hobbit e per più non è un avventore casuale, ma un abitante noto (anche se senza contatti locali) della frazione non è una cosa proprio normale.

Ho pensato che sarebe stato meglio reagire, in maniera molto amichevole, ai bisbigli di stupore, in modo da portare l'argomento su questo mio strano hobby e "normalizzare" la situazione.

Per cui oggi sono tornato al bar, stavolta anche calzato, ho avuto la fortuna di partecipare ad una discussione sui problemi che abbiamo in quel luogo per i collegamenti a banda larga e poi ho portato il discorso con le due titolari sulle mie comparizioni a piedi nudi, su quello che per me significano, su questa particolare passione che condivido con altre persone in Italia e nel mondo.

E' stato interessante, ho trovato interesse e comprensione e spero di avere fatto sì che in futuro possano spezzare una lancia a mio favore in occasione di commenti fatti in mia assenza. Mi va bene di essere considerato un simpatico eccentrico, ma non volevo passare per un vecchio matto. La signora del bar mi ha anche detto testualmente: "lei non si faccia pensieri, qui è sempre benvenuto in qualunque modo si presenti".

Penso che ora posso ritornarci scalzo con tranquillità e che invece del compassato silenzio di chi fa finta di non vedere, forse ci sarà qualche battuta o qualche domanda, ma che questo sia molto, molto più sano e normale.

Vorrei conoscere la vostra opinione in merito.
Hai fatto benissimo. cheers
Desidero citarti ad esempio, da molto sostengo che farci tanti problemi è almeno parzialmente sbagliato perché nessuno può pretendere che gli altri - pur rispettosi della nostra privacy al punto da non osar chedere niente - non manifestino meraviglia a livello personale o con chi sono in compagnia o anche con altri ancora per sentire il loro parere.
Resta il fatto che l'avventore meravigliato, non ha avuto il coraggio di chiedere direttamente a te; imputo questo a incapacità relazionale, timore di reazioni indesiderate, in poche parole nella "paura degli altri" tanto sapientemente instillata da troppi negli ultimi anni nelle teste dei cittadini, nei confronti dei diversi per razza, religione e comportamento.
Siamo messi male, questo é ...

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2941
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Marketing e Comunicazione

Messaggio  Rei il Ven Nov 12 2010, 12:53

Complimenti per come hai gestito la comunicazione, nei tempi e nei modi giusti.
Però, secondo me, non avresti dovuto calzarti per partecipare alla discussione. In situazioni simili ( e mi sono capitate) l'ho fatto scalzo.
Elan ha scritto:Ieri invece, ho notato che un avventore è corso dalla titolare del locale e le ha bisbigliato "guarda quello è scalzo".
E il titolare cosa ha risposto?
In una situazione analoga capitata a me, il titolare rispose: "Ah, sì, è sempre così..." con lo stesso tono con cui avrebbe detto "Ah, sì, prende sempre il caffè con lo zucchero di canna...", chiudendo così la discussione.
Sublime esempio, secondo me, di marketing: accettare lo scalzo eccentrico e rassicurare il cliente preoccupato, che infatti, qualche giorno dopo trovò il coraggio di chiedermi lumi.
Ora continua ad usare le scarpe, ma mi saluta sempre con un sorriso, che io ricambio.
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2592
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Marketing e Comunicazione

Messaggio  Elan il Ven Nov 12 2010, 13:19

Scrive REI

"Però, secondo me, non avresti dovuto calzarti per partecipare alla discussione. In situazioni simili ( e mi sono capitate) l'ho fatto scalzo."

In parte hai ragione, ma andando al bar calzato, questa mattina (anche perchè ero stato dal barbiere prima), ho voluto tranquillizzare i gestori circa il fatto che sono una persona normale (almeno io continuo a sperarlo Embarassed ) che ama, a volte, praticare il barefooting. Quindi ho pensato di alternare casualmente, visite calzato e visite scalzo. Come dice Paul, non sono un talebano.

Al paese della mia compagna c'è un tizio che da anni gira sempre scalzo e vestito da santone indiano ... non vorrei essere messo su quel piano. Certamente mi accetterebbero ugualmente, ma non sono un personaggio del genere.

"...E il titolare cosa ha risposto? "
Erano sul fondo del locale e non ho sentito una risposta, anzi, poichè mi ero girato a guardarli, mi è sembrato di percepire un gesto della signora, tipo fare spallucce, come per dire "e allora?"

Anche per questo ho pensato che meritasse una tranquillizzazione.... oltretutto, io non frequento nessuno nella mia frazione, ma sono convinto che la maggior parte degli indigeni sappia tutto di me, perchè sono "immigrato" dal nord e non toscano, perchè sono l'unico ingegnere
del luogo e perchè sono politicamente un po' outsider per la toscana ed ho avuto svariate discussioni con gli amministratori del Comune.

Quindi una certa reputazione di persona un po' fuori dagli schemi, per non dire eccentrica, ce l'ho già e non vorrei peggiorare troppo le cose Smile .

Collateralmente penso che mostrare che si può ogni tanto andare scalzi quando se ne ha voglia, possa incuriosire più persone a provare a loro volta, che non associare lo scalzismo con una condizione permanente o una scelta di vita.












avatar
Elan

Numero di messaggi : 1085
Età : 64
Data d'iscrizione : 06.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Marketing e Comunicazione

Messaggio  lucignolo il Ven Nov 12 2010, 22:15

Elan ha scritto:Quindi, riflettendo ho pensato che lo sbaglio fosse anche mio: un signore maturo che entra in un locale pubblico di quel tipo (non un supermercato o il faidatè) e consuma tranquillamente un cappuccino con brioche vestito in maniera casual, ma più che decente, a piedi nudi come un hobbit e per più non è un avventore casuale, ma un abitante noto (anche se senza contatti locali) della frazione non è una cosa proprio normale.
Questa è la verità: non siamo normali e non dobbiamo stupirci della reazione della gente.
Ma essere non conformi alla media non vuol dire essere ammalati.
Ora l'importante è diffondere un'immagine di noi come anormali part-time, per scelta e non per guasto psico-mentale.
Part-time, nel senso che sappiamo che in alcune circostanze siamo disposti a scendere a patti e che non rifiutiamo a priori condivisi codici sociali.
Per cui oggi sono tornato al bar, stavolta anche calzato, ho avuto la fortuna di partecipare ad una discussione sui problemi che abbiamo in quel luogo per i collegamenti a banda larga e poi ho portato il discorso con le due titolari sulle mie comparizioni a piedi nudi, su quello che per me significano, su questa particolare passione che condivido con altre persone in Italia e nel mondo.
A mio avviso hai agito molto intelligentemente.
Proprio ieri mattina mi sono recato ad un bancomat del mio quartiere.
Stavo andando al lavoro, ero piuttosto elegante, ma sportivo, con un paio di mocassini senza calze, ma coperti dai pantaloni lunghi.
Arriva un signore in bicicletta che mi ha incontrato mille volte scalzo, mi vede e parlotta con un altra persona; mi sembra stupito, poi riparte e mi saluta con un sorriso.
Non posso fare ipotesi sull'argomento dei suoi discorsi, ma penso che fosse rimasto un po' perplesso dalla mia controimmagine.
Di certo penserà alla mia normalità sorprendente, perché questo è il punto: ricorderà me come lo scalzo che lo fa se vuole e se può, non come il talebano che pretende di rivoluzionare il mondo.
Penso che ora posso ritornarci scalzo con tranquillità e che invece del compassato silenzio di chi fa finta di non vedere, forse ci sarà qualche battuta o qualche domanda, ma che questo sia molto, molto più sano e normale.
Bravissimo.
Condivido pienamente.
Sono convinto che saprai proporci idee sensate ed innovative per il futuro.
avatar
lucignolo

Numero di messaggi : 2661
Età : 62
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Marketing e Comunicazione

Messaggio  Rei il Ven Nov 12 2010, 22:51

lucignolo ha scritto:Arriva un signore in bicicletta che mi ha incontrato mille volte scalzo, mi vede e parlotta con un altra persona; mi sembra stupito, poi riparte e mi saluta con un sorriso.
Benvenuto nel club: una delle cose che mi danno più soddisfazione (e mi divertono pure) è quando la gente che mi conosce, anche solo di vista, si stupisce se indosso anche solo delle infradito. Ormai sono più le volte che devo spiegare perché ho le scarpe di quelle in cui devo spiegare perché non le ho.


Ultima modifica di Rei il Sab Nov 13 2010, 06:55, modificato 1 volta
avatar
Rei

Numero di messaggi : 2592
Data d'iscrizione : 03.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Marketing e Comunicazione

Messaggio  ChiccoB il Ven Nov 12 2010, 23:04

Elan ha scritto:Prima una premessa OT : mi piace questa congrega .... ho già trovato un "fratello" modellista ferroviario, una "sorellina" che va a cavallo ed ora scopro altri appassionati di Nikon e di fotografia... niente male davvero

Detto questo, passiamo al dunque. Sono stato, come ho già raccontato, più volte al bar-alimentari della piccola frazione in cui vivo a fare colazione a piedi nudi. Pur essendo il locale sempre frequentato, nessuno a sollevato un sopracciglio: con una discrezione assolutamente britannica tutti si sono comportati in maniera assolutamente normale.

Ieri invece, ho notato che un avventore è corso dalla titolare del locale e le ha bisbigliato "guarda quello è scalzo". Dato che ci sento piuttosto bene ho potuto cogliere questo commento che mi ha fatto riflettere: quella era una reazione "normale" , tutto sommato, mentre era artificioso il "comportarsi come se nulla fosse" dei giorni precedenti. Quindi, riflettendo ho pensato che lo sbaglio fosse anche mio: un signore maturo che entra in un locale pubblico di quel tipo (non un supermercato o il faidatè) e consuma tranquillamente un cappuccino con brioche vestito in maniera casual, ma più che decente, a piedi nudi come un hobbit e per più non è un avventore casuale, ma un abitante noto (anche se senza contatti locali) della frazione non è una cosa proprio normale.

Ho pensato che sarebe stato meglio reagire, in maniera molto amichevole, ai bisbigli di stupore, in modo da portare l'argomento su questo mio strano hobby e "normalizzare" la situazione.

Per cui oggi sono tornato al bar, stavolta anche calzato, ho avuto la fortuna di partecipare ad una discussione sui problemi che abbiamo in quel luogo per i collegamenti a banda larga e poi ho portato il discorso con le due titolari sulle mie comparizioni a piedi nudi, su quello che per me significano, su questa particolare passione che condivido con altre persone in Italia e nel mondo.

E' stato interessante, ho trovato interesse e comprensione e spero di avere fatto sì che in futuro possano spezzare una lancia a mio favore in occasione di commenti fatti in mia assenza. Mi va bene di essere considerato un simpatico eccentrico, ma non volevo passare per un vecchio matto. La signora del bar mi ha anche detto testualmente: "lei non si faccia pensieri, qui è sempre benvenuto in qualunque modo si presenti".

Penso che ora posso ritornarci scalzo con tranquillità e che invece del compassato silenzio di chi fa finta di non vedere, forse ci sarà qualche battuta o qualche domanda, ma che questo sia molto, molto più sano e normale.

Vorrei conoscere la vostra opinione in merito.Ciao Elan.
Beh,sicuramente fare conoscere questa nostra relatà è molto utile. Per una serie di motivi:innanzitutto è importante fare capire alla gente che la filosofia del piedi nudi è non solo piacere personale (questa è una motivazione prevalente che usano quasi tutti i barefooters),ma che andare a piedi nudi è salutare,non si corrono poi così tanti rischi come si presume. La maggior parte della gente infatti ignora tutti questi aspetti e spesso, se si trovano persone "aperte" mentalmente,ne nascono discussioni molto interessanti e costruttive. Quindi fai benissimo se ne hai la possibilità,a farti vedere scalzo nel tuo quitidiano.Io per esempio,le persone che mi conoscono sanno perfettamente che vado scalzo per strada e tanti ormai mi hanno visto,ma personalmente (questo è un mio modo di pormi),evito di andare scalzo in luoghi pubblici. Non che mi vergoni o mi senta in imbarazzo,ma mi sono creato una linea di condotta per cui il barefooting lo pratico quotidianamente ma prevalentemente a scopo di allenamento. Anche quando non vado scalzo, ormai per abtudine indosso solo infradito,anche in inverno e questa mia scelta,è sempre motivo di sguardi increduli. Come te poi,preferisco avere la possibilità di spiegare in motivo per cui lo faccio,e come sempre "decanto" (con molto entusiasmo) alla gente che non sa, i benefici del barefooting. Chicco.






ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Marketing e Comunicazione

Messaggio  ChiccoB il Ven Nov 12 2010, 23:07

PS:ho sbagliato a quotare il messaggio quì sopra e non riesco a correggere. Per cortesia il WM,provveda gentilmente a mettere tutto a posto.... Embarassed Chicco.

ChiccoB

Numero di messaggi : 958
Età : 45
Data d'iscrizione : 05.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Marketing e Comunicazione

Messaggio  Andrea77 il Ven Nov 12 2010, 23:29

Complimenti!
E' esattamente l'applicazione pratica alla mia teoria espressa nell'altro post riguardo il farsi conoscere.
Non solo hai chiarito la tua posizione ma se un domani queste persone vedranno un altra persona scalza si ricorderanno di te e vedranno la cosa come meno strana.

Ciao
Andrea
avatar
Andrea77

Numero di messaggi : 1101
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Marketing e Comunicazione

Messaggio  Enzo il Sab Nov 13 2010, 08:00

-

Enzo

Numero di messaggi : 579
Data d'iscrizione : 27.12.07

Tornare in alto Andare in basso

Re: Marketing e Comunicazione

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum