Festa al Gottardo per l'apertura del tunnel di base.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Festa al Gottardo per l'apertura del tunnel di base.

Messaggio  Marco53 il Lun Giu 06 2016, 10:39

Fino all'ultimo minuto i miei amici ed io eravamo incerti se partecipare e poi la pioggia che ci ha accompagnato da Vercelli in avanti non prometteva bene. Sabato 4 e domenica 5 si è tenuta una grandiosa festa ferroviaria sui due versanti nord e sud del Gottardo, in occasione dell'apertura del tunnel di base di 57 chilometri, consegnato in anticipo di 2 o 3 anni. Proprio come la Salerno-Reggio Calabria...

Polemiche a parte i miei amici scarpati ed io abbiamo partecipato ad un evento curato nei minimi particolari. Si lasciava l'auto in un aeroporto vicino a Biasca (Canton Ticino), poi ti portavano in stazione con gli Auto-Postale (come li chiamano gli Svizzeri), quindi facevi il biglietto speciale che dava diritto al transito nella nuova galleria, il trasporto a Erstfeld sul versante urano (Canton Uri) con mostra del deposito ferroviario in cui erano riunite decine di macchine antiche e moderne, insieme ad altri spettacoli ecc ecc di contorno. Poi con un treno ordinario sulla spettacolare linea "vecchia" si tornava a Biasca, per vedere quello che era esposto anche lì e infine stanchi ma felici si tornava a casa.
La fortuna ha aiutato gli audaci, perché l'occhio del ciclone che ha portato piogge dappertutto (Torino e Milano comprese), stazionava proprio sul Gottardo, lasciando così quasi sgombre da nubi le aree intorno, con grande soddisfazione e mancato uso di fastidiosi ombrelli...
Prima di parlare di gente scalza vi mostro qualche foto:

Questa è (autentica o rifatta non so) la tipica diligenza a cavalli del Gottardo quando non c'erano i treni. La presenza di cavalli nei pressi stava a significare che veniva anche mostrata al pubblico in determinate ore, ma noi avevamo troppo da vedere fra i rotabili.

Non poteva mancare il Ce 6/8 II che tutti conoscono come il "Coccodrillo", magari anche per aver solo sognato il modellino Märklin di tanti anni fa.


Qui sorpa una carrellata delle locomotive del Gottardo dal vecchio al moderno e una vaporiera A 3/5, regina dei treni rapidi quando la linea non era ancora elettrificata.
Com'é andata ? Direi bene. Sono stato scalzo per buona parte della giornata, ma non nel deposito. Ghiaia da massicciata, binari e scambi avrei potuto affrontarli scalzo facendo un po' di attenzione, ma ciò avrebbe voluto dire rallentare le operazioni (di ripresa fotografica), aumentando qualche rischio di distrazione che ritenevo potesse poi avere conseguenze non dico nefaste (non esageriamo) ma far perdere tempo sì, e in questi casi i minuti sono preziosi per poter vedere tutto e tornare a casa a un'ora decente...
Eccomi in treno e in paese a Erstfeld davanti alla vetrina di un podologo/pedicure:



In quest'ultima foto composita sono (sfinito) su una panchina a fine visita. I sandali sono tornati in un sacchetto quando ho visto arrivare questo signore già adocchiato vicinlo a Biasca (ma senza riuscire a fotografarlo), che si è fatto tutta la visita coi piedi scalzi. A proposito. Una breve entrée nel deposito a piedi nudi l'ho fatta anch'io. Mentre ero lì con gli amici a riposare quei due o tre minuti prima di andare a prendere il treno del ritorno, è arrivata la A 3/5 con al traino una locomotiva molto antica del Museo di Lucerna. Stava manovrando per portarla in un capannone affinché non dovesse rovinarsi in caso di maltempo. Sono saltato su con la macchina fotografica e mi sono precipitato a fare qualche scatto (ben riuscito), incurante di sassi, ghiaie, massicciate, binari e scambi... Non c'era tempo per prendere i sandali, avrei perso l'attimo fuggente: una volta che la piccola locomotiva finiva nel capannone addio foto alla luce del sole....
Giornata stupenda per tutti, immagino, piedi compresi sebbene sandalati per qualche ora  Embarassed  per i motivi sopra esposti.
Mi auguro di non avervi annoiato con questo breve resoconto, ma so che fra voi qualche appassionato di treni c'é !!!
Saluti ferroviari
Marco53
avatar
Marco53

Numero di messaggi : 797
Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festa al Gottardo per l'apertura del tunnel di base.

Messaggio  bfpaul il Lun Giu 06 2016, 11:54

Marco53 ha scritto:Fino all'ultimo minuto i miei amici ed io eravamo incerti se partecipare e poi la pioggia che ci ha accompagnato da Vercelli in avanti non prometteva bene. Sabato 4 e domenica 5 si è tenuta una grandiosa festa ferroviaria sui due versanti nord e sud del Gottardo, in occasione dell'apertura del tunnel di base di 57 chilometri, consegnato in anticipo di 2 o 3 anni. Proprio come la Salerno-Reggio Calabria...

Polemiche a parte i miei amici scarpati ed io abbiamo partecipato ad un evento curato nei minimi particolari. Si lasciava l'auto in un aeroporto vicino a Biasca (Canton Ticino), poi ti portavano in stazione con gli Auto-Postale (come li chiamano gli Svizzeri), quindi facevi il biglietto speciale che dava diritto al transito nella nuova galleria, il trasporto a Erstfeld sul versante urano (Canton Uri) con mostra del deposito ferroviario in cui erano riunite decine di macchine antiche e moderne, insieme ad altri spettacoli ecc ecc di contorno. Poi con un treno ordinario sulla spettacolare linea "vecchia" si tornava a Biasca, per vedere quello che era esposto anche lì e infine stanchi ma felici si tornava a casa.
La fortuna ha aiutato gli audaci, perché l'occhio del ciclone che ha portato piogge dappertutto (Torino e Milano comprese), stazionava proprio sul Gottardo, lasciando così quasi sgombre da nubi le aree intorno, con grande soddisfazione e mancato uso di fastidiosi ombrelli...
Prima di parlare di gente scalza vi mostro qualche foto:

Questa è (autentica o rifatta non so) la tipica diligenza a cavalli del Gottardo quando non c'erano i treni. La presenza di cavalli nei pressi stava a significare che veniva anche mostrata al pubblico in determinate ore, ma noi avevamo troppo da vedere fra i rotabili.

Non poteva mancare il Ce 6/8 II che tutti conoscono come il "Coccodrillo", magari anche per aver solo sognato il modellino Märklin di tanti anni fa.


Qui sorpa una carrellata delle locomotive del Gottardo dal vecchio al moderno e una vaporiera A 3/5, regina dei treni rapidi quando la linea non era ancora elettrificata.
Com'é andata ? Direi bene. Sono stato scalzo per buona parte della giornata, ma non nel deposito. Ghiaia da massicciata, binari e scambi avrei potuto affrontarli scalzo facendo un po' di attenzione, ma ciò avrebbe voluto dire rallentare le operazioni (di ripresa fotografica), aumentando qualche rischio di distrazione che ritenevo potesse poi avere conseguenze non dico nefaste (non esageriamo) ma far perdere tempo sì, e in questi casi i minuti sono preziosi per poter vedere tutto e tornare a casa a un'ora decente...
Eccomi in treno e in paese a Erstfeld davanti alla vetrina di un podologo/pedicure:



In quest'ultima foto composita sono (sfinito) su una panchina a fine visita. I sandali sono tornati in un sacchetto quando ho visto arrivare questo signore già adocchiato vicinlo a Biasca (ma senza riuscire a fotografarlo), che si è fatto tutta la visita coi piedi scalzi. A proposito. Una breve entrée nel deposito a piedi nudi l'ho fatta anch'io. Mentre ero lì con gli amici a riposare quei due o tre minuti prima di andare a prendere il treno del ritorno, è arrivata la A 3/5 con al traino una locomotiva molto antica del Museo di Lucerna. Stava manovrando per portarla in un capannone affinché non dovesse rovinarsi in caso di maltempo. Sono saltato su con la macchina fotografica e mi sono precipitato a fare qualche scatto (ben riuscito), incurante di sassi, ghiaie, massicciate, binari e scambi... Non c'era tempo per prendere i sandali, avrei perso l'attimo fuggente: una volta che la piccola locomotiva finiva nel capannone addio foto alla luce del sole....
Giornata stupenda per tutti, immagino, piedi compresi sebbene sandalati per qualche ora  Embarassed  per i motivi sopra esposti.
Mi auguro di non avervi annoiato con questo breve resoconto, ma so che fra voi qualche appassionato di treni c'é !!!
Saluti ferroviari
Marco53
Ma no Marco, questi sono i resoconti che vorremmo, anche per mostrare - se ce ne fosse bisogno - che andare scalzi non occupa più di tanto la nostra mente e non è certo il nostro unico interesse.

bfpaul
avatar
bfpaul
past President del Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 2942
Data d'iscrizione : 18.11.07

http://www.nati-scalzi.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festa al Gottardo per l'apertura del tunnel di base.

Messaggio  Pigreco il Lun Giu 06 2016, 17:09

Ciao marco,
Anche a me fa piacere leggere i tuoi racconti.
La foto della A 3/5 ti è venuta molto bene, ne è valsa la camminata nel deposito Smile
avatar
Pigreco
Vicepresidente Club NatiScalzi

Numero di messaggi : 156
Età : 20
Data d'iscrizione : 24.03.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festa al Gottardo per l'apertura del tunnel di base.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum